Você está na página 1de 1376

VOCABOLARIO ETIMOLOGICO

COMPARATIVO
Aree semantiche e percorso
omologistico
nella lingua italiana

http://www.literary.it/dati/literary/G/gemmellaro_fer/percorso_omologistico_201201.html
Ricerca e studio di Ferruccio Gemmellaro

Diritti culturali

LA COPERTINA

Produzione gi in DVD quale parte integrante del Manifesto in


testo gutenberghiano Omologismodue curato da Ferruccio
Gemmellaro a nome del Movimento Culturale La Copertina, edito
da I Quaderni del Convivio in Castiglione di Sicilia (Ct) dicembre
2007.
vietata ogni riproduzione priva dautorizzazione dellautore, ad
eccezione per uso didattico e, parzialmente, giornalistico, in ogni
caso, ove possibile, citandone le fonti.
Premessa

La lingua indoeuropea italiana - il cui documento embrionale pare


risalga al 900 con un Indovinello veronese, manoscritto in volgare
che parla di prati e buoi, seguito nel 960 con un secondo, redatto a
Capua e partecipe dei cosiddetti Placiti Cassinesi, atti notarili
concordati tra un tale Rodelgrino e il monastero di Cassino - di l
dellufficializzazione dantesca e delle premesse della Scuola siciliana
di Federico II, prevalentemente derivata, vale a dire costituita di
termini svoltisi in linea diretta, dal greco e dal latino; da aggiungere
quei neologismi perlopi scientifici coniati, in coerenza con la
tradizione, sia dal greco moderno sia dal latino classico e volgare. Non
solo, essa ne conta numerosissimi seminati via via dal celtico, dal
franco, dal gotico, dal longobardo e da altri ancora, senza contare i
sopravvissuti delle lingue italiche prelatine, dei temi mediterranei, gli
adattamenti dallarabo e i dispersi grecolatini ritornati modificati
dallattraversamento daree romanze e daltre lingue.
Il lettore, infatti, scoprir la neodefinizione (dellautore) di
Omologismo, termine relativo, qui per accezione, a tutti gli esotismi
(parole e locuzioni) che litaliano ha adattato foneticamente, sia
estranei al percorso greco-latino sia da questo allontanatosi.
Litaliano, pertanto, pur rifondato dal volgare toscano, non una

lingua pura, ma omologa di tante altre, in altre parole la risultante di


una variegata presenza di gente diversa sulla penisola.
Nellelencare i lemmi in percorso etimologico, lautore ha evitato la
limitazione di arcaismo, nel senso di forma linguistica scomparsa,
cos come riportata nei dizionari moderni, preferendo imporre quella
di desueto o di obsoleto. Da questo intende effondere un implicito
suggerimento al loro recupero, se non estinti in via logico-naturale o
addirittura fossilizzati, allo scopo insomma di lenire il sovraccarico di
troppi esotismi e termini globalizzati (parole e locuzioni straniere
adottate in area internazionale, solitamente occidentale ma in via di
espansione, mantenendo loriginale), questi complici di una crescente
disseminazione di buche nella lingua corrente.
Tornando al patrimonio indoeuropeo, immaginiamo litaliano come
il ramo di una solida pianta: il tronco, con i suoi cerchi concentrici,
germogliato da una manciata di semi, s consolidato nei millenni,
producendo innumerevoli ramificazioni, con i frutti e le foglie. il
simbolismo delle invasioni Kurgan (i semi) dal 4400 aC, donde
venuta a consolidarsi, in maniera concentrica, la magna
indoeuropeit (il tronco); essa, infatti, s diramata in molteplici aree
semantiche (la ramificazione), con i propri lessici ufficiali (i frutti) e i
dialetti (le foglie), questi immancabili per la sopravvivenza etica ed
estetica dei primi.
C di pi: com possibile innestare in una prima pianta le
caratteristiche di una seconda, mediante porzione di ramo o di
gemma (innesto), stato parimenti possibile assimilare allitaliano
una quantit di marze linguistiche appartenenti ad altre aree
semantiche.
C da precisare, stando alle ultime ricerche, che lembrione, dal quale
si sarebbero conformate le diverse lingue di matrice indoeuropea,
sarebbe stata una lingua comune tra gli uomini di 14mila anni fa.
La Teoria dellArea Semantica o Campo Semantico la concezione
secondo la quale il dizionario linguistico non pu essere
esclusivamente unelencazione di lemmi indipendenti luno dall'altro,
ma distribuiti in campi daffinit etimologica e semantica.
Questa ricerca, infatti, rivolta innanzi tutto a quei tanti che amano
scrivere, onestamente consapevoli delle lacune tematiche, e a chi
intenda rinfrescarsi la memoria, autore compreso, non nata per
essere consultata come un normale dizionario, infatti i lemmi non
sono elencati in ordine alfabetico.
Queste pagine non comprendono certamente tutto il vocabolario,
quantunque racchiuda un manuale sostanzioso ispiratorio di una
ricerca fai-da-te o, meglio, lincipit per il viaggio di perfetto
completamento che ognuno potr cosi intraprendere.
Le voci, dopo il prologo dellAlfabeto e dei Segni ortografici, si
susseguono in un triplice esponente, questo il capofila per una serie di
specifici riporti, e il lettore potr scorrerle come se leggesse un saggio
e solo alla fine potr rendersi conto daver assimilato qualcosa in pi

nellapprendimento della nostra storia linguistica, pur ignorando il


greco ed il latino; in ogni caso, nelle versioni WORD-PDF in DVD o
On-line, un immediato reperimento delle parole dato dallidoneo
programma Trova disponibile.
Si ricorda, per una migliore comprensione della derivazione
etimologica, che il gruppo letterale greco-latino PH si pronuncia F
(PHILOSOPHIA-Filosofa), i dittonghi latini OE AE si leggono E, vedi
FOEDERATUS-Federatus e la T latina, in un contesto, pronunciata
Z vedi LAETITIA-Letizia); infine, che i gruppi radicali indoeuropei
quali BH DH ricompaiono in F vedi BHLOS in FLOS (Fiore) e
DHERMO in FIRMUS (Fermo).
Si trover nel testo la dicitura normale passaggio o normale caduta,
essa sta per uso comune o corrente di un termine in una comunit
linguistica, modificatosi dalla verit etimologica; si trover altres la
dicitura tema mediterraneo, che sta a indicare la provenienza di un
termine esclusivamente dallambito mediterraneo e, di massima,
preindoeuropea o precedente allattestazione latina (prelatina).
I radicali e i temi, ove non diversamente identificati, sintendano
pertanto di provenienza indoeuropea. La grande importanza
semantica dei prefissi, prefissoidi o primi membri e i suffissi,
suffissoidi o secondi membri - nel testo preferita rispettivamente la
dizione concisa di Pref e di Suff - ha indotto ad esporne via via
origine, significato e modelli lemmatici in appositi riporti o
direttamente nel testo.
La terzina corredata, per una possibile e immediata visione globale,
di termini in associazione, alieni (pseudoetimologici, vale a dire in
apparenza didentico percorso etimologico ma del tutto estranei),
complanari (che sono accostabili nel percorso, semanticamente o
figurativamente, insomma di pari importanza-sullo stesso piano),
paronimi, omonimi, sinonimi (in alcuni accostamenti pi significativi
sono riportate le rispettive date di adozione), assonanti, espliciti o
impliciti (questi di chiara, o non, lettura etimologica), di richiami
lemmatici dattinenza ed incisi culturali a mo di testo, prova
dellindissolubilit
del
trinomio
popolo-lingua-storia;
tali
informazioni rappresentano la sintesi di un passato che viene a
presentarci il conto allinizio del terzo millennio dC.
Lautore, quando appare tra parentesi la dicitura (Ved...), intende
riportare a maggiori chiarimenti altrove, citando il primo termine
della terzina o i richiami a riferimento o semplicemente (Ved terzina)
qualora rimanga in ambito.
Per i termini appuntati, oltre ai diffusi aC e dC Avanti Cristo e Dopo
Cristo (se manca intendesi dC), leggasi Accr Accrescitivo, Alb
albanese, Ant antico o anticamente e simili, Ar arabo, Arm armeno,
Bal baltico, Celt celtico, Class classico, Denm denominale, Devb
deverbale, Dim diminutivo, Ebr ebraico, Eccl ecclesiastico, Esot
esotico o esotismo, Etim etimologia o etimologico e simili con
Pseudoetim, Fem femminile, Fig figurativamente o figurato e simili,

Franc francese, franco o francone, Gbz greco-bizantino, Ger germano,


Got gotico, Glb globale, globalizzato o globalizzazione e simili, Gr
greco, Inc incrocio o incrociato, Ind indiano, Indoeur indoeuropeo,
Indoiran indoiranico, Ingl inglese o anglicismo, Inv invariato, Iran
iraniano o iranico, Ital italiano, Itt ittito, Lat latino, Lit lituano, Long
longobardo, Mas maschile, Medv medioevale, Med mediterraneo-a,
Mer meridionale, Metaf metafora o metaforicamente e simili, Ol
olandese, Omn omonimo o omonimia e simili, Parasnm
parasinonimo, Pf participio futuro, Plur plurale, Ptg portoghese, Pp
participio passato e Ppres participio presente, Pr passato remoto, Pref
prefisso, Pron pronuncia, Prvz provenzale, Rad radice o radicale e
simili, SA stesso autore (del presente dizionario), Sct sanscrito, Sec
secolo, Semant semantica o semanticamente e simili, Sett
settentrionale, Sing singolare o singolarmente, Snm sinonimo o
sinonimia e simili, Sp Spagnolo, Suff suffisso, Ted tedesco, Vrs
verosimilmente o verosimile, Volg volgo, volgare, volgarmente.
Infine, i termini elencati, discendenti da un radicale o in percorso da
un lemma originale, sono di massima preceduti o da cui o da donde,
questi con valore ellittico dal quale deriva (o derivano).
Prefissi, suffissi, desinenze
Chiamati nel loro insieme Affissi, sono dei Morfemi sostituibili, aventi
funzioni grammaticali, e si distinguono dai Lessemi, questi i puri eredi
etimologici dei lemmi, insostituibili, i quali possiedono un proprio significato
autonomo.
Ad esempio: RI-TORN-ARE un lemma in cui RI il morfema prefisso
iterativo che vale ancora, di nuovo, ARE il morfema desinenza verbale
(infinito 1 coniug.) e TORN il lessema etimologico della lingua, dal lat
TORNUS giro. La sostituibilit dei morfemi e linsostituibilit dei lessemi qui
si evidenziano, in esempio, apponendo allidentico lessema TORN il prefisso
CON insieme e la desinenza ATO (del participio), si ottiene CON-TORN-ATO;
si evince cos linsostituibilit e linalterabilit di TORN.
Nel lemma Contadino, INO il suffisso che indica chi esercita un mestiere
saldato a Contad(o). Contado, poi, il sostantivo dal latino COMITATUM che
col suffisso vale feudo di un COMES (conte), per cui il lessema il latino
COMES in origine compagno di viaggio svoltosi nel francese antico e nel
provenzale in COMTE italianizzato Conte.
A completare schematicamente largomento, ricordiamo il Grafema, la pi
piccola unit di scrittura equivalente alle lettere dellalfabeto e il Fonema,
corrispondente ai grafemi, la pi piccola articolazione della catena parlata
sprovviste di senso, eppoi il Glossema, termine adottato dal 1951, che definisce
la minima unit linguistica di valore semantico.
In sintesi, se una lettera la scriviamo un grafema, se la stessa la pronunciamo
un fonema. La definizione concernente i grafemi-fonemi pu tuttavia far
sorgere delle perplessit. Si prenda la lettera A, un grafema-fonema o un
morfema-glossema? Scritta e pronunciata cos, da sola, rispettivamente
grafema e fonema, insomma una particella senza significato, ma diventerebbe
un morfema-glossema ove avesse un senso, vedi nel suo ruolo di preposizione
semplice in Vado a casa che ha valore di moto a luogo, vedi il prefisso A in
Avvicinare che ha valore allativo, cio di direzione verso un posto, vedi il
prefisso A in Asociale, che ha valore privativo, da leggere non sociale. Nella
serie lemmatica che segue, la sostituibilit della vocale nella prima sillaba, in

questesempio utilizzandole tutte, muta sostanzialmente letimologia, almeno


per i primi tre, e, logicamente, la semantica: Pazzo, Pezzo, Pizzo, Pozzo, Puzzo.
Ancora, si prenda a esempio i lemmi Geloso e Goloso, dove le prime vocali e o
sono essenziali alletimologia e alla semantica.
Casi latini
La lingua latina, gi dal greco, utilizza i Casi - Nominativo, Genitivo, Dativo,
Accusativo, Vocativo, Ablativo - per identificare, dalla loro declinazione,
rispettivamente il soggetto che compie lazione (nominativo), il complemento
di specificazione che precisa una funzione (genitivo), il complemento di
termine dove diretta (data) lazione (dativo), il complemento oggetto o
diretto su cui agisce il verbo transitivo (accusativo), il nome invocato
(vocativo) e ogni altro complemento (ablativo).
Il lettore, per un migliore intendimento della derivazione etimologica, trover
sovente il passaggio in italiano attraverso due versioni del termine grecolatino; per la prima sintenda il nominativo e per la seconda il genitivo, che lo
segue nella declinazione dei casi e che pi delle volte rispecchia la traduzione
italiana o con esso in assonanza: esempio, Slce dal lat SILEX SILICIS cui
Slice, Dente dal gr ODUS ODONTOS cui Odontoiatra.
Guida pratica di ricerca dei vocaboli
Per unagevole consultazione, si riporta lelencazione delle terzine in ordine
di sequenza, cos come appaiono, inclusi gli esponenti dei Prefissi-Suffissi, i
lemmi posti in risalto (dapertura per altri percorsi) e alcune importanti
annotazioni. Per la ricerca dei vocaboli significativi, vale a dire laddove ne
sono analizzate le derivazioni etimologiche, occorre apporvi laccentazione
grafica segnaccento (esempio, Fngere, Animle), esclusi i lemmi in terzina e
quelli posti in risalto la cui accentazione riportata nellanalisi, lonomastica
(esempio Ornella), la toponomastica (esempio, Castro, Civitanova), alcuni
nomi etnici perlopi storici (esempio, Galli, Osci), e le voci specifiche in uso
volgare (esempio: Cascia, Frescone, Strapiantare) salvo largamente diffuse
nella penisola, ovvero omologate nella lingua; tuttavia laccento posto ove
possa sussistere equivoco di dizione.
Per i termini composti, che appaiono espliciti, ove non sia riportata
letimologia o del primo o del secondo membro, sufficiente ricercare questi
nei propri percorsi; esempio, in Granducto o il primo membro Gran o il
secondo Ducato sono da ricercare nel proprio campo semantico, ovvero di
Grande e di Duca; tale modalit di ricerca pu essere avviata anche per quei
termini composti o prefissati o ancora suffissati che non appaiono elencati nei
percorsi di questa ricerca e che il lettore troverebbe in altri testi.
Nei percorsi lemmatici sono ricondotti i derivati espliciti e impliciti, per
quanto possibile; al ricercatore, non sar ostico trarre da questi lorigine
etimologica di un vocabolo non elencato ma che richiama il suo interesse. Per
esempio, apparir ovvio che nel ricercare la radice di Bevto, essa nel
termine Bre, questo dal lat BIBERE mutatosi in BEVERE.
Le voci sono elencate in maiuscolo, pertanto, gli sdruccioli che iniziano con
vocale, sono immediatamente ripetuti in minuscolo con laccento dovuto,
esempio Arma-rma, Odo-dio. Gli omonimi o i polisemici sono solitamente
accostati con le relative etimologie.
Per favorire un sicuro reperimento lemmatico, sulle due vocali chiuse s
preferito in ogni caso il comune segno grafico, il segnaccento corrispondente
allaccento grave, per esempio, Crrere, Rosto, Vdovo e Vlgo invece dei
corretti accenti acuti Crrere, Rosto, Vdovo e Vlgo, che il lettore potr
accertare nei dizionari preferiti; talvolta, per riportata in parentesi lesatta
accentazione. I vocaboli significativi, infine, che riappaiono altrove per ragioni

comparative, non hanno pi di massima laccento piano o, se inizio parola,


sdrucciolo, giusto com nelluso corrente (esempio: Animale per Animle,
Correre per Crrere).
Laccentazione piana o sdrucciola di un medesimo termine deriva
dallattestazione del suono rispettivamente o greco o latino, come in Timle o
Tmele.
Per gli articoli, avverbi, congiunzioni, prefissi, suffissi e altro duso frequente
come un sostantivo, dal fatto che non sono accentati (o che siano tronchi) e
per ovviare a una laboriosa ricerca della posizione in cui il termine
analizzato, tra una moltitudine di essi od omografi partecipi del testo, occorre
per un loro rapido reperimento che siano preceduti da un asterisco saldato,
esempio *A *B (lettere dellalfabeto), *ALLO (pref), *CHE, *MA, *RAD
(pref), questultimo per discriminarlo dallabbreviazione Rad di Radice o
Radicale, eppoi i tronchi usuali quali *Facolt, *Per, *Unit quando non
sufficiente porre la maiuscola iniziale.
Per una ricerca generica degli omologismi, secondo la lingua di provenienza,
basta inserire nel sistema Trova (solo parole intere) ad esempio ar (arabo),
franc (francese), ingl (inglese) e cos via, attingendo allelencazione dei
termini appuntati in Premessa; una ricerca generica che pu essere effettuata
ancora per le voci volgari (volg), termini globalizzati (glb) ed altro come le
locuzioni, per le quali occorre inserire la parola intera Locuzione.
L'omissione degli accenti dai termini greci, latini e stranieri (talvolta il termine
ripetuto con la corretta accentazione), questi riportati in lettere maiuscole,
daltronde consultabili nei rispettivi dizionari, normalmente adottata sia per
agevolarne uneventuale ricerca, sia perch questo saggio nasce
essenzialmente per una scorsa fondamentalmente morfologica lungo i percorsi
omologistici della nostra lingua, dai radicali ai risvolti metaforici delle parole
che scriviamo e che spesso temiamo non corrette.

*ALFABETO

Lettere greco-latine

SEGNI ORTOGRAFICI
Accento Segni diacritici Apostrofo Lineetta
Linea Riga
Parentesi

Interpunzione o Punteggiatura
Punto fermo Due punti Puntini di sospensione
Punto
Punto esclamativo o Interiezione
Punto interrogativo
Rogare
Virgola Punto e virgola Virgolette
Verga

BASTONARE ABBACCHIARE AMMAZZARE


Soma Salma
Ibrido
Affliggere
Immergere Tingere
Manganello Gianna Verga Fuscello - Frusta Frustra
Etimo Etile Etere Anestesia Narcotico
Scaglia Caglio

Canna Pistola Rivoltella


Roggia
Vagina Guaina
Clava Randello
Chiudere Bloccare
Gabbiano
Paronomasia Paronimia
Pref *META - Fenomeno retorico della Metalssi
Metafora Allegoria
Deverbale Denominale Intensivo
Ciarlare Ciaccolare Cianciare Cianfrusaglia
Rapina
Longobardi Franchi
Mattanza Tonno e Suff ANZA
Gioco delle carte
Goti Gallia
Romanico Gotico Barocco
Pref STRA CIS TRANS TRAS *TRA PRETER Suff ESI MENTO
Pref INTRA INTRO INTUS INFRA INTER
Emigrazione
Atteggiamenti
Cotto Crudo
Essere Avere Duraturo Avaro
Osci Celti - Arpie
Amo Rampino Uncino Gancio
Lupo Volpe Golpe
Pref PROTO
Tipo
Il Ferro da stiro

CASCINA CASONE CASINO

Razza umana
Pisside Bussola Pece Catrame
Ittico Acciuga Seppia
Accasciare
Castro Castrare
Merlo
Radicale TEM Suff IZZARE EGGIARE
Augurio Auspicio Sacerdote - *Nome di strumento
Let della Prospettiva
Aumento Ausilio
Cencio Cecio Centone
Cronologia secolare
Santo Sanculotto
Nuova unit di misura del tempo: swatch beat
Specchie
Sanscrito Avestico Vedico
Ittiti

GLI AGLIO GANGLIO


Altri pronomi personali
Pref Suff FILLO
Frasca Fronda
Natica Scalmo
Pref OMO OMEO

Suff ONIMIA Suff Pref ONIMO Antonimia


Nomignoli damore
Suff NOMIA NOMO Pref NOMO - Antinomia
Pref ETERO
Pref Suff DOSSO
*Et Evo Epoca

MITRA MITRA MITRALE

Rame Bronzo Stagno


Le Ere e le Et
Pref divino TEO Ambrosia Ambra
Ipocoristico
Epentesi Anaptissi Protesi Metatesi Sintesi - Melotesia
Idiota Zotico Scemo Stolto
Pref Suff *EPI *IMO *IPO *IPER - Iperbato e Iperbole
Brina Pezza Attrezzo Sarto
Antonomasia Circonlocuzione Perifrasi

VANO INVANO VANAGLORIA

Suff BONDO ANDO


Sfarzo Pompa Sontuosit
Onomastica ebraica
Camera Stanza
Prestito linguistico
Bacio Briciola Camicia - Gruppo letterale finale cia o gia al plurale
Carit Speranza
Svegliare Dormire
Solstizio Equinozio
Stoviglia
Vandali Briganti
Tatuaggio
Brigate Rosse
Suff *ACE *OCE *ACEO *Verit
Vera

VELLO SVELLERE VELLEITARIO


Radicale WELE Valere Vulnerabile Vaglio
Cotone Lino Rascia Seta
Feudo e Vassalli
Tocario

VEZZO VESSARE VESSILLO

Convito Convitto
Indiani
Truppa Drappello
Insegna Stendardo Gagliardetto Labaro
Slavina Labirinto Valanga Dedalo
Cultura eterogenea sinonimo ditalianit
Illiri
Guardare Vedere Suff INGO Numero e articolo Uno

OBLIO OBLITERARE OBLIQUO


Eclittica
Allitterazione Cancellazione
Radicale LEIK
Suff IERE

ROSA ROSA ROSARIO


8

Garofano Geranio Giglio Viola


Madonna Signora
Felino Gatto

LACUNA LAGUNA LACRIMA


Fossa del grano
Galassia Latte Caff T Cioccolata
Caffettiera napoletana
Secchia
Fonte Pollone
Poltrona
Cipria Talco
Emanare Stranguria
Valle Volt Ampere Fascino
Tropo Ridda
Fascismo Nazismo Comunismo
Suff GINE
Aferesi
Pref *APO
Gnosticismo Eresia
Rete Rito Rata

RUOTA ROTTA ROTTAME


Carrozze
Botola Bozza
Leponzi
Radicale MEU
Autore
Destro Sinistro
Rumore Silenzio
Nord Sud Pref WES Ovest Est
Abitare
Nudo
Corruzione linguistica
Pref *ORTO
Suff ELA *Tutto
Suff *ILE *ICO*IACO
Badile Ribadire Badare Sbadigliare Beare
Bocca Labbra Voce
Vocale
Stomaco Gastrite
Arista Resta
Bricco
Vocabolario Dizionario
Suff ERO

OBIETTIVO OBIETTO OBIETTARE


Razzo Missile
Messa Messia
Sdraiarsi
Radicale AG
Suff *UME Fiume e corsi dacqua
Pioggia
Radicali REG GES
Canone
Aggere Arbitro

Re Regina Principe
Mare Oceano
Xenofobia Senofobia
Alga
Clima Climax Anticlimax
Enclisi Proclisi
Acqua
Vino
Piet Elemosina Miseria
Natanti Vento Aviazione
Timone Tenere Tendere Governare
Tennis Rugby
I venti
Zefiro Zaffiro Zero
Astenia
*Aggettivi di grado positivo, di qualit, di relazione e loro posizione
rispetto al nome
Ufo Ad ufo
Lento Lente Lenticchia
Cumulo Radicale KWEI
Pref TALASSO TASSI Suff TASSI - Tassema
Pref *OB *OP CONTRA *CONTRO ENANTIO
Suff e Pref OPE OFTALMO OPTO OPSIA OCULO
Le 17 Contrade di Siena
Opera Operaio Copia
Scafandro Schifo
Pref Suff ANDRO ANDRIA
Suff *TEMA EMA Pref APLO
Aplografia
Ghetto Gleba Glutine Agglutinazione linguistica

BIBLIOTECA EMEROTECA BOTTEGA


Cibernetica
Teca Bacheca Custodia Scrigno
Pref ANTROPO ANTRO
Pref FAGO Suff FAGO FAGIA
Unghia
Feci Orina
Feccia Traffico
Lotofagi

TARPEA TARPARE ESTIRPARE


Falce

LAMPO LAMPIONE LAMPONE


Probo
Fanale Torcia
Statua
Suff *USO *OSO - A IOSA Astratto
Tratturo

MONDO MONDANO MONDEZZA


Atlante Atleta
Caos Gas Nafta Benzina Ammoniaca Vitamina
Caos e Kali
Rifiuto Spazzatura Passeggiata Spavento

10

Vigliaccheria
Suff INO CINO *INA Pref RED *RE *RI *RAD RIN
Zucchero Saccarina

Pref *SEMI EMI Suff SEMIA Pref SEMIO STENO Suff EMIA Prefisso
EMO
Croma
Eco

TERRA CRETA TELLURICO

Suffisso ICCIO ICCHIO


Tamburo Timpano Timbro Nacchera Timballo
Forma Morfina Plasma
Carosello
Luna Pianeti
Intossicazione
Piombo
Terraglio Terrazza
Suff OIDE Metallo
Cellulosa
Festa Ferie Feriale Ferale
Gruppo letterale GMA Cosa
Causa Accusa

*METRO METROPOLITA METROPOLITANA


AD USUM DELPHINI
Pref MEGA MEGALO Suff MEGALIA
Ape Vespa Sciame
Suffissi etnici per toponimi e demotici ITANO ANO ESE
*Materia
Ventre Pancia
da Nonna a Nipote
Pane Pasta Riso
Dagli Esistenzialisti ai Paninari e ai Punk
Pref MACRO MICRO-NANO DOLICO Lungo Corto
Torace Addome Lapara
Buccia Crosta
Radicale KER Cardo Corno
Cognome Longo
Fisionomica Fisiognomica
Consonanti Fricative
Saetta Sagitta
Pref *PRE *ANTE *ANTI *POS *POST *PALEO
Concedere Cedere
Autorizzare

COSMO MICROCOSMO COSMESI


Infinito
Stella Pianeta Satellite Cometa Meteora
Suff GONIA Pref GONO

POMO POMICE POMERIGGIO


Imbalsamare Mummificare
Volgare
Suff MERIA MERO Pref MERO

LUME ALLUME ALLUMINIO


Berto

11

Itacismo Etacismo Solecismo Iotacismo Rotacismo


Candela Splendore Luogo Brillio
Luoghi comuni e bisemantici; incidenti linguistici
Argento Argilla
Radicale LEU
Palla Paludamento
Arancia Cicoria e frutti esotici
Pref Suff PLES Suff AT
Complementi

Luogo Allativo Elativo Illativo


Mina Monte Montare
Baita
Radicale ME *MED MEN MON Pref SESQUI Memoria Ricordo Misura
Radicale *MA MAN MAT MET
Suff CO
Mascalco Lazzaro
Toga Doga Doge
Metonimia Sineddoche
I mesi
Uva Vite
Gotto Gozzo Gusto

MACCHIA MACCHINA MECCANICO


Chiazza Piazza
Molare
Mascella
Suff MACHIA MACO
Taurini Taurisci
Bull Bulldog Bullismo
Teatro Anfieatro
Pref *IN S *E ES ESO *E *EX *SCI EXTRA ESTRA
Inglesismo Anglicismo Anglicanismo

FOLLA FOLLIA FOLA

Premere
Scarpa Tacco Ciabatta Pantofola Sandalo Sughero
Folk Pop Country *Trib
*Verbo
Motto Cavillo
Gnomo
Egemonia
Guidare
Favola Fiaba
Fava Fil
Folletto casalingo
Monaco Monogamo Ieratico Bonzo
*Lenizione *Sincope
Dissimilazione Assimilazione
Capo Pref *CAPO CAPI
Pellerossa Ficodindia
Decasillabo Endecasillabo Suff *MENTE Avverbio derivato Avverbio
composto - Locuzione avverbiale
Fitto Frequente Scalfire Scaltro Caustico Suffissazione Infisso Infissazione
(morfema)
Mantello Berretto Giaccone

12

Falisci Etruschi

PENA PENE PENATI

Tiroide
Alce Alcione Alcol
Lemmi e locuzioni maschilistici Suff MONIO
Adultero Adulto
Altare Alzaia
Pubert Pubblicit
Dondolo

CUBO CONCUBINA CONCUPIRE


Cubismo
Anca Angolo Sciatica
Tristezza
Incubo Soccombuto Succube

DEMONE DEMOCRAZIA DEMOLIRE


Esorcista
Marca
Pref *DIA *PAN
Iconoclasta
Dialetto Gergo Vernacolo
Pleonasmo
Pref *DE
Concrezione
Popolo
Biada Blu Blue jeans Jersey
Sport

SALE SALSO SALARIO


Ntro
Salaria
Pepe
Suff ACCO
Salmo
Stipendio Paga
Radicale PEN
Edonismo Aedo Poeta
Lequivoco del Bardo
Piangere Flebo Ridere
Cetra Chitarra Liuto Gusla Vina

SALA SALIRE SCANDALO


Assometria Assonometria
Spago Spaghetti
Sugna Ala Volare
Asciatico Ombra
Tifone Tornado Uragano
Gamma Camma
Note musicali
Giubileo
Pref Suff TTERO PTERO
Branchiati Sauri
Consiglio Chiesa
Calare Intercalare
Caldo Freddo Brivido

13

Le terme
Colore
Pirenaico
Calendario Calende Calendario universale
Suff ALE Dito Ditale Lingua Linguale Ministero Ministeriale Porto Portuale
Coro Corale PortaPortale
Pref *ALLO - Allomorfo
Orso
Allobrogi
Linguaggio Lingua Lessico Langue

GELO GELOSO GELOSIA


Lenizione Z G o viceversa

GUACHIERA GUALDRAPPA BALDRACCA


Sella Staffa

LEGA DELEGATO OBBLIGATO

Suff collettivi *AME IME UME ETO Tegame Padella toponimo Zapponeta
Stero Stereo
Fede
Leghe

MAGO MAGONE IMAGO


Icona
Ermetismo
Alchimia Chimica Chimo
Censura Questura
Suff ALDO

AMICIZIA AMORE AMENO


Odio
*Odissea Iliade
Erotismo
Nostalgia

SETTE SETTA ASETTICO

da Semplice a Decuplo e Dubbio


da Basso a Violino
Le sette meraviglie
Cognomastica etichettata
Terzo Trino
Dittongo Trittongo Quadrittongo Iato
Radicale PEL-D
Armeni
Fitologia Fisiologia Pref Suff FITO Pref FISIO FISO
Baltiche
Pref *PARA *PER PERI
Eguale Equo

OTTO OTTONE OTTENUTO

Ottomano Divano Dogana Sofa Ottentotto

GENE GENTILE GENIALE


Genitivo sassone
Blastula Derma
Cacchio Borchia
Genetica
Garbo Galanteria

14

Frasi sconvenienti
Geni viventi
Pref *PRO PROD Vece Vice
Fagiolo

APPARIRE PARERE COMPARIRE


Particella di Dio
Rimpatrio dei reperti archeologici
Fase
Fenolo
Potare Contare
*Pari Dispari Parecchio
Parrucca Parroco
Connettere Nesso (linguistica)
Sparadrappo Cera Testa Teste
Pref CARIO
Carbone
Pref allativo *AD *A Pref alfa privativo *A *AN
Frigia

QUIZ GUIZZO QUISQUILIA


Quiz dintelligenza

PICCA PICCHETTO PICCOLO

Cucchiaio Chiocciola
Spilla
Dorso Midollo
Pertica Stanga Stecca Stilo Lancia Giavellotto Asta Alidada Zagaglia Sarissa
Brando Gladio Spada Stocco Daga Sciabola Fioretto Scimitarra
Spinaci Asparagi
Ferro e nomi di persona
Palo Pala
Giardino mediterraneo
Plagio Spiaggia Sabbia
Tundra Brughiera Steppa Landa
Laterculum Pompeiano
Pidocchio Tigna
Serie onomatopeica *Z
Connivenza Renitenza
Pus Putredine
Suff *ULENTO
Sciti Sciiti

GRANDE VECCHIO GRANDINE


Scabbia
Grazie
Lipide Pingue
Dolina Dolmen Menhir
Tavola Tovaglia Mensa
Tabula peutingeriana
Sgarrare Crollare
Gargano il sacro promontorio
Radicale CR-GR-KR
Stesso Questo
Nuovo Nove Triskaidekafobia
Grafologia Calligrafia Scrittura Pref CALLI

15

Pernacchia Perla Prosciutto Polo

NUBE NUVOLA NUBILE


Nubi Nuvole
Illibata Vergine Pura
Mulo Asino
Celibe Scapolo Marito Vedovo
Enterite Meningite
Pref LIO Suff LISI
Elettricit
Anniversari del matrimonio

INCISO ACCIDENTE UCCISO


Roncare Tagliare Crepare Fendere Lesionare Incrinare Spaccare
Erba
Accidia
Trucidare Troncare Truciolare
Komma Kopto
Condanne capitali
Boia

LATRIA LATRICE LATRATA


Prefica Prefetto

PELAGO PEGOLA PERGOLA


Storpio Zoppo
Ciambella Ciambellano Camarlengo
Canoa Canova Canapa Conopeo
Pref Suff ARCHI ARCI ARCA ACRO
Trabiccolo Trabucco Trabacca
Bracciale Brachiale
Caprifoglio Nibbio
Arco Iride
Trapezio
Archibugio Fucile Carabina
Radicale AK

MIGLIO MIGLIORE MULTA


Giudaico Islamico
Propriet terapeutiche del miele
Neutro
Ministra e sentinello
Avventura Invenzione

SASSO SESSO SESSA


Rischio Azzardo
Pietra Ciottolo Ciotola
Alpi e Appennini
Spezie mediterranee
Roccia Marmo
Marga Marna
Scimmie
Sassanidi
Pref LITO
Frangere Ghiaia Breccia
Anemone
Scacchi Dama
Stampa Stampella

16

ASSESSORE ASSASSINO SASSOFONO


Assideramento
Sedulo Dolo Dolore
Pref SED *SE
Magnete
Matassa Materasso

LUSORIO ELUSIONE LUSINGA


Gioco Giogo
Animali della giungla, savana e non
Arena Stadio
Antichi giochi greci
Antichi ludi romani
Olimpiadi moderne
Lotta Palestra Polemica
Lingua OC OIL Pref OLTRE ULTRA

PONENTE IMPOSTA PONTE

Preposizioni semplici ed articolate Preposizioni improprie


Apposizione Attributo
Magazzino
Suff Pref ASCO
Ellesponto Siponto Ponte delle tre P

CERCHIO CINTO CERCATO


Cozza Conchiglia
Chiocciola Lumaca
Gallo Gallone
Cantare
Ring Arringa Aringa
Croce

QUADRO QUADERNO SOQQUADRO

Corda
Pref *SUB *SOTTO SO SU *SOPRA SUPER SOVRA SOR SUR

ZECCA ZECCHINO AZZECCARE


Parassita

CAMINO SCAMATO SGAMATO

Figulo Mascara
Prosopopea Blindare
Suff AGLIA AGLIE AGLIO - ARDO AGGINE ONE
Goffo Gobbo Goffrare
Coda
Fotone

OSTIA OSPITE OSTAGGIO


Podest Possesso
*Aggettivi e pronomi possessivi
Nosocomio

AMBO CAMBIALE SCAMBIO


Tornare Turismo Trono
Embolo Simbolo
Bis Prefisso intensivo Prefisso sottrattivo
Culla
Suff ACCHIO ACCHIARE
Suff ACCIO AZZO *ASSO GIRE

17

Bambola

CAMMEO CAMMELLO DROMEDARIO


Pref PALIN Palindromia Palindromo

CAMORRO CAMORRA MORE

Naso Frogia Rino


Radicale MUS
Ragno Scorpione Acaro Rogna Vergogna Sputo
Pref *CA
Muffa Fungo Tartufo Zolfo
Nuraghe Trullo Dammuso
Cedri

CAMPO CAMPIONE CAMPANA


Campanilismo
Vanga Zappa

NOBILE IGNOBILE IGNEO


Nichilista Niente Nulla
Oncia e le monete romane
Tralice

GAZZARRA GAZZETTA GAZZA


Licenza poetica
Abbondanza

BRUTO BRUTTO BRUT


Suff Pref VORO
Suff OMNI ONNI

PERDONO PERDONISMO PERDUTO


Vincere Vincolo

BOTTA BOTTE COMBATTERE


Fiasco Flacone
Pirata Bucaniere Filibustiere

CATTIVO RICATTO CATTOLICO


Luccio Tinca Trota
Fiala Vetro Cuccuma Borsa Tasca Marsupiale
Pref CATA
Concetto di Alto e Basso
Bilancia
Largo Ampio
Azimut Zenit Nadir

LIBRO TOMO LIBERO


Suff *OMA *OSI
Fanatico Profano
Empito Impeto Scempio
Plico Flesso
Studiare Astuccio
Tale Questo Tanto
Licenza
Suff TORE SORE TORIO SORIO

VASO INVASATO EVASO


Nappo Mappa Cavolo Vasca Basco

BELLO BELLUINO BELLICO


Bestemmia

18

Pugna Guerra
Bombardamento
Diminutivo latino
Diminutivi italiani ATTOLO ICIATTOLO ICINO
Furto Furia
Curriculum Correo Gara
Maratona

BABBO BABBEO BABBUCCIA


Draga Dracula Dragone
Pravo Bravo
Suff ARIO AIO ARO

MAMMA MAMMONA MAMMALUCCO


Balena Cetaceo
Mastella Tetta Zizza
Aramaico

EDILE EDITORE EDIBILE


Stromboli
Bicchiere Calice
Dente
Cibo
Suff TROFIA TROFO Pref TROFO
Foraggio
Dare
Lingue romanze

CREMA CREMISI CREMAGLIERA


Suono primordiale Cresima *Cristo

SOLDO DENARO MONETA


Salvatore Salubre
Citazione Ormone
Le monete
Zeppa
Numeri romani

CINE CINESI CINEREO


Pref CINO CENO Suff CENE

TELA TECNICA TELE


Quark
Cariatide
Telicit Verbi telici Azionalit Vebi azionali
Film Video
Patronimia Patrionimia Eponimia Agionimia Agiotoponimia Antroponimia
Pref Suff *TOPO
Isobara Isopo Isola

TEMA TIMORE TIMO

Febbraio Febbre Titani Giganti Elfi

OSSO OSSIMORO OSSOSSIGENO


da Cost di Costa a Ost di Ostruire
Capra
Stipa Stiva
Suturare

QUOTA QUORUM QUOTIDIANO


Diurno Sera

19

VENDETTA VENDITA VENALE


Radicale DEIK-DIK
Criterio
Menzogna Bugia Frottola Sardonico
ANAS A.N.A.S.
Juris Civilis di Giustiniano
Dittatore Tiranno Despota
Solco Delirio Aratro Sterzo Remo Burla Scherzo

ORA ORO ORARE

Incenso Mirra
Origliare Ascoltare Udire Sentire
Orecchio musicale
Pref CRISO
Protonica Postonica

TRIVIO VICO TRIVIALE


Odometro
Dalla *Citt ai Meandri
Arti triviali
Pittura Scultura
Retorica

MELO MELODIA MELANCONIA


Attico
Radicale religioso MEL
Balaustra
Nocciolo Noce Nocchio Torsolo
Corpo
Suff PEA Onomatopea Pref MELAN

MASSA MASSACRO MASSAGGIO


Starnuto
Strategia Tattica
Carneficina Olocausto Ecatombe Martirio Sterminio Strage
Terminologia dellOlocausto
Amazzoni
Massoneria
Abramo

DANNO DAPE DANNATO


Rovina

VIRALE VIRUS VIRILE


Virtuale

FINESTRA MONOFORA FORRA


Defenestrazione
Crusca
Trepido
Maiale Verruca

ORDIRE STORDIRE ESORDIRE


*Arte
Tramare Moderare Medicare
Mozzo
Medicina alternativa
Balla Ballo Biglia Palla
Truffa Calcolo

20

Suoni canti e balli

PARCO PARCHEZZA PARCHE


Supino Prono

OLIO OLEO OLEZZO


Drupa Dumo
Cobra Aspide
Pref OLO OLIGO Suff OLO

DISCEPOLO DISCOLO DISCESO


*Incoativo Ingressivo

DESERTO DISSERTARE DISERTO


Clericale Laico
Pref DIS *DI DIR MIS

FIAMMA VAMPA INFIAMMABILE


Bianco
Fiore
Sillogismo
Fuoco Combustione

SCHIAVO CHIAVICA SCHIAVONE


Schiavismo

AIA AIUOLA AIO

Arsi Tesi
Bolla Bullone Sbolognare
Precettore

ALBA ALBUM ALBUME


Rosso
Alberi
Ramo Radice
Bosco Selva Foresta
Suff PESSIA PESSI
Pref REO

ARMA ERMELLINO-ARMELLINO ARMADIO


Armi Armate
Armonicona Armonomia
Abside Gamba

ANIMA ANIMO ANIMALE

Pref e Suff *EO


Gruppo letterale PS
Maschio Femmina
Verme
Golem
Uomo di Piltdown tra Neandertal e Homo sapiens - Adapide
Ibernazione

SPIRITO SPIRARE PIRITE

Civilt dello Spirito


Alito Esalazione Evaporazione Fiato Soffio
Trafelare Giallo Baio
Foca Fon Fohn Foehn Stau
Ansimare Spasmo Angina
Pref ANGIO
Suff FILIA FILO FOBIA FOBO - GENIA GENO - *MANIA MANE Pref FILO
Algonchini

21

I genocidi del XX secolo

BENEFICIATO BENEFICATO BENFATTO


Congruo
Frutti mediterranei
Cafone
*FACERE Radicale DHE
Futuro
Ab urbe condita

LOGO LOGICA LOGORO


Logo di fede
Tritare Rave
Pref Suff LOGIA LOGO
Suff PATIA IATRA ERGON Pref SIN TAUMA ERGON
Congiunzione ERG
Sindromi
Modalit Episteme Epagoge
Pref *ANA

ABBIENTE ABBIETTO ABBIATICO


Eufemismo

BRANO SBRANARE SBRANDELLARE


Saga Sagoma
Le Muse
Membro Membrana

COLLO COLLA COLLE


Coltura Cultura

FAMIGLIA FAMILIARE FAMIGLIARE


Osservare Scrutare
Famiglia italiana dati ISTAT inizio secolo

ESAUDITO ESAURITO ASOLA


Acustica Ausonio

ESTINTO PERITO PERITO


Emporio

LORDO SUDICIO NETTO


Feltro Filtro Colare
Sussurro Mormorio Brusio

POLIPO POLPO POLITTICO


Pref *POLI
Pref BRADI
Duale Triale Paucale
Politico

NOTO NOTA FAMOSO

Saggio
Scorta
Concia Impronta Orma
Pioniere
Pulzella
Fastidio
Fame Sete
Drenare Droga
Sarcasmo Cinismo Umorismo Comicit Commedia Tragedia Dramma Farsa
Ironia Satira

22

Crasi Idioma Volapk Esperanto Ido


Fato Suff IA
Prefisso *EU Vangelo
Gli angeli
Suff MANTE MANTICO MANZIA Pref CHEIRO CHIRO Pref NECRO
Negro Nero
Amuleto
Tangente
Sibilla Sfinge
Scivolare
Pregare
Destino Profezia Presagio
Mistero Suff AGOGIA AGOGO

MORTO MORTELLA MORTAIO


Radicale MER
Letale Letargo
Sonno Sogno Ipnosi Stanchezza
Postumo
Tumulo Sepoltura Tomba
Cripta Grotta Caverna Spelonca
Ruminare
Troglodita
Galleria Tunnel
Loculo Nicchia Lapide Cippo
Azzurro
Funerale Lutto
Defunto Cadavere Feretro Bara
Lettiga Catafalco Consolo
Fantasma
Verde
Tab
Compilare
LAldil

EPILOGO
Perch Indoeuropei
Lingue non indoeuropee
Famiglie linguistiche al mondo
Le lingue pi parlate
Scritture al mondo
Breve ricapitolazione cronologica

COPYRIGHT
BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE
*****

*ALFABETO
La vocale *A(a) derivata dalla lettera gr ALFA gi
fenicio (A)LP toro discendente dallALEF (ALEPH-ALEP)
dellalfabeto semitico che rappresentava la testa
stilizzata di toro con le corna sporgenti, ossia con un
trattino orizzontale fuoriuscente da ambo i lati e che
23

taglia il segno a met, poi in esso contenuto.


Nella simbologia cristiana le lettere ALFA-OMEGA (prima
e ultima lettera dellalfabeto greco) indicano linizio e la
fine dogni cosa
La consonante *B(b), esplosiva bilabiale sonora in
opposizione alla sonora p, derivata dalla lettera gr
BETA gi segno schematico semitico BET casa, fenicio
BETH, donde la rad per lodierno lemma Baita.
Il Betacsmo quel processo fonetico per cui la lettera b
si muta nella lettera v o viceversa, esempio Barba in
Varva e Bascio (basso) in Vascio nel volg mer, nella
cognomastica si ha Vasile invece di Basile.
Un personaggio sorto nel 1947 nei fumetti di Topolino
Eta Beta, un alieno proveniente dal centro della Terra,
nome composto con la settima lettera dellalfabeto gr
ETA dorigine semitica.
La consonante *C(c), gutturale (con le vocali a o u e
consonanti), palatale (con le vocali e i) e palatizzante
(preceduta dalla s e con le vocali e i), la
semplificazione della lettera G, per modificarne il suono.
La consonante *D(d) lomologa della lettera gr DELTA
gi fenicio DALET; dato il suo suono dentale sonoro, in
opposizione al dentale sordo della t, vrs la connessione
col rad indoeur ED-D cui Dente.
La vocale *E(e) corrisponde alla gr EPSLON e in ambito
semitico
simboleggiava
la
staccionata,
ovvero
idealmente i pali con le assi orizzontali (tre). Nellalfabeto
fenicio valeva H. La differenza di questa vocale
pronunciata aperta o chiusa, per cui in pratica come
se ce ne fossero due, una eredit lat destinata a ridursi
sino ad estinguersi.
La consonante *F(f) di suono labiodentale spirante
sordo rispetto alla sonora v. Il suono della F corrisponde
alla ventunesima lettera dellalfabeto gr PHI, mantenuto
in lat, questo per in origine col suono p aspirato.
La consonante *G(g), di suono gutturale con le vocali a
o u, e con le vocali e i interponendo la lettera h, di suono
palatale con le vocali e i, va ancora ad indicare il suono
palatale alle consonanti l n nei gruppi gl gn, lomologa
della gr GAMMA gi semitico GHIMMEL di rad indoeur
24

KAM curvo, successivamente passato a simbolo del


cammello.
La lettera *H(h), da sola muta ma utile a indurire il suono
della c e della g, deriva dalla gr KH di suono spirante
palatino, discendente dal segno semitico HETH simbolo
di edificazioni, muri e vrs di staccionate pi semplici, ad
una sola asse orizzontale rispetto al simbolo della E.
La consonante H in lat ant aveva un suono aspirato, che
sopravvive nella lingua ingl; completamente scomparso
in et classica, da qui la locuzione Non si capisce
unacca nel senso che non si capisce nulla.
La vocale *I(i) deriva dalla gr IPSILON (Y), ma anche
dalla gr IOTA (I) per la sua pron lunga, questa
discendente del segno IOD fenicio ed ebraico, ossia
semitico, che simboleggiava stilizzata la mano delluomo
vista di profilo; infatti, questa lettera era lincipit della
parola Mano. La lingua indoeur ne conterrebbe un rad
per lingl-ted HAND mano.
La lettera gr *I (i) iota la nona lettera dellalfabeto gr.
Lemma alieno lomn Ita dal lat medv IUTTA bevanda
al latte attraverso il friulano Iote.
La lettera *J(j) un omologismo dal franc e dallingl che
lital aveva utilizzato in et umanistica per il suono lungo
della vocale i, oggi desueto, vedi lavverbio Ieri gi Jeri, i
toponimi Iesi gi Jesi e Iesolo gi Jesolo. Ad inizio parola,
per il suo valore consonantico (semivocale) prevede gli
articoli Lo e La ma privi delisione anche nella sostituzione
con lital i, vedi La juta oggi La Iuta. A fine parola plur
valeva doppia i, vedi il sostantivo Vassoj invece di Vassoii
oggi Vassoi.
La consonante *L(l), laterale (perch il fiato fuoriesce ai
lati della lingua) sonora liquida, deriva dalla gr LAMBDA
e pare rapprentasse una misurazione ottenuta tra pollice
ed indice. Riapparirebbe nel rad indoeur, ad esempio,
per il ger LANG lungo e per il lat LARGUS largo.
La consonante *M(m), di pron nasale bilabiale per
discriminarla dalla n, la diretta, ant discendente del
segno semitico MEM che simboleggiava le onde marine,
cui lar HAMMAN bagno, terme con il toponimo tunisino
Hammamet; riapparirebbe nel rad indoeur per lital
25

Mare, nel franc MER, nel ted MEER.


\ Il disturbo di linguaggio relativo alla consonante m questa in
gr MY (sua reiterazione, elisione o sostituzione), indicato con
Mutacsmo dal gr MYTAKISMOS su calco di Solecismo; da non
equivocare con lomn Mutacismo, questo relativo a Muto ed
indica una patologia cui Mutacsta.\

La consonante *N(n) indica il suono nasale dentale; vrs


svoltosi nel rad indoeur NAS per lital Naso, il ted NASE,
lingl NOSE, nel franc NEZ. Si muta nel suono m ove le
consonanti che seguono siano le labiali p b, e pu
sostituire la m innanzi alle consonanti f v. Dalla pron enne
di questa consonante, nato il termine matematico
Ennsimo svoltosi ad indicare lultimo di una serie, cui
ancora Ennpla ed Ennplo su modello di Quadruplo.
La vocale *O(o) rappresenta il suono internedio tra la a e
la u, erede, attraverso il gr ed il lat, di un suono semitico
simile ad un soffio, non vocalico. Lital ne ha
praticamente due, come il caso della e, una
pronunciata aperta e laltra chiusa; la differenza, gi
irrilevante nella rima, rischia destinguersi assieme a
quella delle due e.
Il gr conta la vocale OMEGA-mega che vale O grande
(gr MEGAS grande) ed lultima lettera dellalfabeto,
cui la locuzione Dallalfa allomega che vale Dal
principio alla fine.
La formula scientifica Omega-3 adottata per
identificare gli Acidi grassi, benefici per la salute.
Nella simbologia cristiana le lettere ALFA-OMEGA (prima
e ultima lettera dellalfabeto greco) indicano linizio e la
fine dogni cosa
La consonante *P(p) di suono esplosivo bilabiale sordo, in
opposizione alla sonora b, deriva come suono e forma
dal gr PI.
La consonante *Q(q) gi gr COPPA, ma questa subito
disusata sopravvissuta nel valore
numerale di 90,
discende da un suono fenicio; il suo suono gutturale
sordo prevede la vocale u Si comincia a chiederne
lutilit dato lidentico suono con cu.
La consonante *R(r) di suono vibrante liquido, discende
dal segno fenicio ROSH testa (in realt, la lettera ricorda
26

la figura stilizzata di un uomo con testa e gambe)


omologata nel gr RHO. La pronuncia gutturale della R
la cosiddetta R francese.
La consonante *S(s), di suono sibilante sordo o sonoro,
lerede del segno egizio che raffigurava un arco; in
effetti, la saetta da questo scoccata sibila nellaria.
Lebraico conta SCHIN-SCH per dente o fuoco, entrambi
fig sibilanti. Chiamasi S impura quando essa seguita da
una consonante
La consonante *T(t) di suono dentale sordo opposto al
dentale sonoro della d, erede dal lat; il segno tuttavia
di genesi fenicia utilizzato sia dallebraico con TAU a
rappresentare croce-marchio, sia dal gr ancora con
TAU cui il nome della particella negativa Taune.
In catalano, il termine TAULA indica una struttura in pietra
a forma di T scoperta a Minorca.
Il gruppo letterale TH corrispondeva allottava lettera
dellalfabero gr Thta o Tta (dentale sorda seguita da
aspirazione), in seguito assimilata alla T.
La vocale *U(u) chiusa velare di suono sia vocalico (la
u di Uno) sia privo di valore sillabico (la u di Quale), In ital
la si distingue dalla v a differenza del lat che
rappresentavano identico suono, la cui diversificazione
era solo grafica, particolare sopravvissuto nelle ant
iscrizioni ital che ostentavano la u per v o viceversa.
Le lettera non ital *W(w), gi UU, infatti, nata per
sopperire allequivoco u-v e per indicare nellingl il suono
u semiconsonantico, utilizzata dal ger a indicare il suono
u consonantico. Nel ted e nelle parole straniere
italinizzate vale la pron v (VATER per WATER). Per il suo
valore consonantico (semivocale), i lemmi che iniziano
con W occorre determinarli con larticolo Lo.
La consonante *V(v) sino al 500 non era ben discriminata
dalla u poich era considerata un sorta di u consonante.
Il suo suono oggi labiodentale spirante sonoro
opponendosi alla spirante sorda f.
La consonante *Z(z) ha una storia particolare. Erede
della semitica ZAIN quale segno rappresentante il pene,
era stata cancellata dallalfabeto lat per essere poi
reintrodotta alcuni anni prima dellera cristiana, allo
27

scopo di soddisfare il suono sibilante sonoro dei grecismi;


motivo per cui occupa lultimo posto nellalfabeto. Oggi,
in ital, il suono si diversifica in sordo (z in Zio) e sonoro (z di
Zero); una sua specificit che allinterno di una parola
sempre doppia, fatta eccezione davanti alla i con
successiva altra vocale (Razione) e naturalmente
escludendo grecismi e omologismi.
Dalla consonante Zta (Z), lital conta Zetacsmo
(passaggio di una consonante alla lettera z, vedi Razzo
dal lat RADJUS), su calco di Solecismo greco
sgrammaticato. Fuori percorso, il gr conta la locuzione
ZETETIKE AGOGHE guida (conduce) alla ricerca, cui
Zettca e Zettico investigativo.
\ Lettere greco-latine
La lettera *X(x) ics discende dalla gutturale sorda aspirata gr
KH svoltasi nella Magna Grecia in KS; una lettera storica gr-lat
non elencata nellalfabeto ital, ma la si ritrova in forme
esclusivamente regionali di cognomi (il genovese Bixio) e
toponimi, per soddisfare la pron KS GS o la franc S palatale
sonora; il termine Bauxte, infatti, in relazione alla citt di Les
Baux, in Provenza, italianizzato Bausste (suff ITE per minerali).
Lemmi gr-lat che terminano con la KS-X, nella loro
traslitterazione in lingua ital hanno assunto il gruppo letterale
CE, quali il lat CALX in Calce, CRUX in Croce, PAX in Pace, PIX
in Pece eppoi il gr BAMBAKS nel lat BAMBACEM cui la
corruzione ital Bambagia, il gr LYNKS nel lat LYNX cui lital Lince
e Linceo.
Cos la *Y(y) ipsilon che rimane storicamente nellalfabeto
della lingua gr-lat. Il termine gr PSILON sta per semplice; in
origine, la lettera gr Y era HY pronunciata , poi si cominci a
pronunciarla i (Iota) assieme alla lettera (Eta) ed ai dittonghi
OI, EI, UI. Per distinguerla, i bizantini la indicarono con HY PSILON
i semplice donde Ipsilon-psilon e un volg ital Ipsilnne.
Lital conta il termine Iide cui Ioido nella locuzione medica
Osso ioideo dal gr HYOEIDES OSTEON osso simile alla Y (suff gr
OEIDES simile a), situato anatomicamente alla radice della
lingua, con il composto Genioioideo nella locuzione Muscolo
genoioideo questo col gr GENA guancia.
La lettera *K(k) cappa la decima lettera degli alfabeti
europei attinta al gr class attraverso il lat, cui Capptico
forma verbale greca con suff K. Questa lettera non
appartiene allalfabeto ital, ma utilizzata, facendoci
ricordare dessere gli eredi del gr-lat, per sanzionare la pron

28

velare innanzi alle vocali E ed I. Talvolta sostituisce la


consonante C per imprimere una contestazione, come Kultura,
Amerikano; durante gli anni di piombo italiani, appariva sui
muri la scritta Kossiga riferita al nome del politico Cossiga.
Occorre aggiungere a quanto elencato che le lingue
indoeuropee hanno in comune una sorta di scheletro costituito
dalle consonanti, dove laggiunta di vocali rende il tutto un
perfetto corpo a se stante. Ad esempio, se utilizziamo lo
scheletro B C, linserimento delle vocali andrebbe a plasmare
le parole Bacio, Baco, Buca

Non accade nelle lingue come larabo e lebraico, dove


le consonanti sono corredate, sotto e sopra, di punti e
linee che rappresentano le vocali.
I termini, naturalmente, subiscono variazioni, mutazioni o
altro, a seconda del paese in cui sono pronunciate.
I gerogligici, nella fattispecie egiziana, possiedono
invece la peculiarit di cristallizzare la semantica dei
termini, favorendone la corretta pron; la raffigurazione di
un uccello rimane inalterabile nel tempo e saranno altre
lingue a pronunciarlo diversamente, fermo restando
limmagine di lettura. Diversamente, ad esempio, dalla
parola indoeuropea (italiano) Uccello che diventa BIRD
in inglese, OISEAU in francese, PAJARO in spagnolo,
VOGEL in tedesco, pur se limmagine geroglifica ricorre
nella mente di chi la pronuncia.
SEGNI ORTOGRAFICI
Le parole, i lemmi, che costituiscono una pur minima
composizione logica, sono sempre accompagnati da
segni ortografici convenzionali, questo lavoro non
poteva chiudersi senza averla etim trattata.
ACCENTO
Il termine Accnto, con Accentre, Accentatvo,
Accentatra e Accentazine, dal lat ACCENTUS
composto col pref AD e CANTUS canto, sul modello gr
PROSOIDIA ritmo poetico-accentazione, cui ancora
Accentule e Accenture dal lat medv ACCENTUARE
cui Accentuatvo, Accentuto e Accentuazine, eppoi il
prefissato Contraccnto accento secondario in una
sola parola, il composto Segnaccnto snm della
locuzione Accento grafico.
29

LAccento accentua il tono di una sillaba rispetto alle


altre. Laccentazione detta tonica (primaria) o grafica,
corrispondente al segno Grave, assume la definizione di
Accento ortografico inteso che imposto dalle regole;
comporta la pron delle parole in forma Tronca quando
cade sullultima (Tab, Cos), in forma Piana sulla
penultima sillaba (Amre, Ancra), Sdrucciola sulla
terzultima (Ancora-ncora, Raccgline) con Bisdrucciola
sulla quartultima (Rimndamelo - Precipitndovici) e
Trisdrucciola
sulla
quintultima
(Fbbricamene,
Rcitamela) normalmente per tempi verbali enclitici.
Insomma, quale segno ortografico, lAccento invita ad
aumentare lintensit della pron ed la formula del ritmo
poetico, definito appunto Accentuativo rispetto
allantico Quantitativo (lunghezza metrica).
Lital conta ancora lAccento Acuto per pron chiusa
(Rsa erosione fem di Rso da Rodere), lAccento
Grave per pron aperta (Rsa fiore), esclusivamente
per le vocali e ed o; pertanto, le vocali si contano 7
relativi alla fonetica, ossia a i u.
Erede della locuzione gr PERISMOMENE PROSOIDIA
accento tirato intorno, di geroglifica memoria, dove
indica una contrazione di vocale e adottata dal franc
dove indica la lunghezza di una vocale a seguito della
caduta della successiva consonante s, esisterebbe nella
lingua ital lAccento Circonflesso (^) dalla locuzione lat
CIRCUMFLEXUS ACCENTUS accento piegato intorno su
modello della locuzione gr, il quale contrae in una le due
i di un plurale dove previsto (singolare in io preceduto da
una consonante non palatale) imprimendo la pron
allungata ji, quale Propr per Proprii. Prendendo ad
esempio Arbitrio con Arbitrii, Assassinio con Assassinii e
Principio con Principii, si avrebbero cos i plurali
circonflessi Arbitr, Assassin e Princip questi discriminati
dai plurali comuni Arbitri di Arbitro, Assassni di Assassino
e Principi di Principe. Il Circonflesso, gi usato per
contrazioni poetico-letterarie di altre vocali e per altre
forme (Fr per Furono e Trre da Togliere) per in via
destinzione e si preferisce apporvi laccento sulla sillaba
tonica che rende cos il lemma sdrucciolo o piano
30

identificandone il valore, pertanto si avrebbero Arbitrirbitri e Arbtri, Prncipi e Princpi; rimarrebbero i casi
come in Assassinio e Assassino i quali al plurale
permangono Assassni, sia nelluno sia nellaltro caso, ma
il contesto del discorso, in aggiunta ad un intelligente
logismo dautore, presumibile, possa risolvere la
questione, cos come si potrebbe risolvere quella in
relazione ai punti interrogativi ed esclamativi, per
contenerli drasticamente.
Nelle parole composte si contano laccento primario e i
secondari (contraccenti); prendendo quale esempio
Contagiri, si ha laccento secondario (contraccento)
sulla prima sillaba Cnta e quello primario sulla terza
Contagri; nella tripla composizione Salvatelecomando,
poi, gli accenti della prima e della terza sillaba sono
secondari (contraccenti) Slva-tle e quello della sesta
Salvatelecomndo il primario. Laccento primario
corrisponde allaccento principe (Ictus) nel ritmo
poetico.
SEGNI DIACRITICI
Da non includere tra gli Accenti i cosiddetti Segni
diacrtici corrispondenti alla sp Tlde () termine questo
derivato dal lat TITULUS e Cedglia o Zedglia
()omologismo dallo sp ZEDILLA piccola zeta svoltosi in
CEDILLA; eppoi allital Diresi () che indica lautonomia
metrica della vocale rispetto alle altre con le quali
associata: Para vale Pa-u-ra (tre sillabe) e non Pau-ra.
Diacrtico dal gr DIAKRITIKOS dal prefissato DIA KRINO
io distinguo.
APOSTROFO
Dal tardo lat APOSTROPHUS, gi gr APOSTROPHOS,
Apstrofo composto dal pref APO separazione,
allontanamento e da STROPHE voltata (riferibile in
origine al coro) e il termine sta per volto addietro, dal
gr STREPHEIN avvolgere cui Strfio sorta di ant
seggiseno ma anche benda o cinghia; infatti,
lapostrofo un segno grafico curvato e indirizzato verso
linizio della scrittura e sta ad indicare il fenomeno
dellElisine, che accade unicamente davanti a vocale,
allo scopo di evitare lo Iato, dal lat ELISIO ELISIONIS da
31

ELIDERE spingere fuori, cancellare, cui Eldere gi Elldere


col Pp Lso o Elso da ELISUM.
Dal gr STROPHE lital conta Strfe e la variante Strfa
raggruppamento
di
versi,
cui
Strfico
con
Stroficamnte e i prefissati Astrfico (A privativo),
Monostrfico eppoi, oltre ad Apostrofo, i prefissati
Anstrofe (pref gr ANA su, sopra) che vale inversione,
infatti esiste il snm retorico Inversione, eppoi Antstrofa o
Antstrofe controstrofa, Epstrofe (pref gr EPI sopra)
ripetizione della stessa parola al termine dei versi
(diversa da Anfora, che avviene allinizio dei versi).
Epistrofo dal gr EPISTROPHEUS di STREPHO volgo vale
seconda vertebra cervicale.
LINEETTA
La Lineetta adottata per legare o accoppiare parole
interessate in una composizione che si vorrebbe unico
lemma; sovente utilizzata prima e dopo un inciso,
sostituendosi alle parentesi.
\ Linea Riga
Dallaggettivo lat LINEUS filo si coniato il sostantivato LINEA rimasto
inv in Lnea, il cui dim appunto Linetta; derivati, Lineamnto e Lineatra,
il verbo Linere cui i prefissati Allinere, Allineamnto, Allineto e
Allineatre, Delinere con Delineamnto, Delineatre e Delineazine,
Slineamnto (S sottrattivo), il sostantivo Linele, laggettivo Linere con
Linearit, Linearizzre con Linearizzazine e il prefissato Unilinere. Alnea
vale alla linea successiva-a capo attraverso il franc ALINEA.
Da un errore di trascrizione di un prefissato Collinere (CUM associativo e
LINEA) gi nel sec XVII, cui il franc COLLIMATEUR, lital conta
Collimre, con Collimnte, Collimatre e Collimazine.
In percorso, Lignggio questo transitato dal franc LIGNAGE nel senso linea
di discendenza, cui Tralignre (col pref TRA) questo anche termine
botanico, Tralignamnto.
NellArte, il Linearsmo la tendenza ad assegnare pi valore alle linee che
ai colori; una sorta dantitesi dei Macchiaioli.
Dal long RIGA linea dritta, svoltosi nel ted REIHE, lital ha adottato inv
lomologismo Rga, cui Rigggio, Rigme, Rigre, Rigta, Rigatno, Rigto,
Rigatne o meglio Rigatni sorta di pasta alimentare, Rigatre, Rigatrce,
Rigatra e dal lat fig RIGARE irrigare conta Riggno o Riggnolo, Rigso
irriguo, con il prefissato Irrigre da IRRIGARE cui Irrigatre, Irrigazine
e Irrguo IRRIGUUS, in riferimento a piccoli canali dacqua, la locuzione
equina Riga da mulo. Il termine composto Falsarga vale ricalco di una riga
originale attestatosi fig nel significato corrente.
Pseudoetim, sovente fonte di equivoci, lital conta Rigabllo (musicale), che
pare connesso con laggettivo Regale piuttosto che con il rigo musicale;

32

Rigattera e Rigattire, questi omologismi dal franc REGRATTIER grattare,


fig per limpegno di rovistare tra la roba vecchia.

PARENTESI
Le Parentesi racchiudono un inciso. Le Parentesi tonde
appaiono in un discorso, le Parentesi quadre in edizioni
critiche per parole considerate intercalate, le Parentesi
uncinate racchiudono congetture integrate, le Parentesi
graffe (Graffe sostantivo plur) o Parentesi a graffa
appaiono in matematica.
Il termine Parntesi, dal lat PARENTHESIS, inv dal gr, la
composizione dei pref PARA accanto-presso e EN in
con TITHENAI porre; il risultato interposizione.
INTERPUNZIONE O PUNTEGGIATURA
PUNTO FERMO - DUE PUNTI PUNTINI DI SOSPENSIONE
Il Punto fermo indica la fine di un periodo, i Due punti
introducono una parte del periodo in diretta
dipendenza, i Puntini di sospensione intendono un
prosecuzione o alludono ad una reticenza.
\ Punto
Dal lat PUNCTUM forellino, Pnto il Pp di PUNGERE in ital Pngere o
Pgnere, questo con Pugnerccio e Pugnerne, Pungnte (Ved Pugna Guerra
in Bello), Pngolo o Pungllo con Pungolre o Pugnolre, Pungglio con
Pungigline e Pungigliso, Pungimnto, Pungitio, Puntra (adottato dalla
prima met del XIII sec ) o Pugnitra e Pungitra con la composizione
Agopuntra, eppoi il composto Pungitpo o Pugnitpo (sorta derba
pungente usata dai contadini per allontanare i topi), Pungitre, Pungitra
(adottato dal XIV sec, snm di Puntura). Dal Pp Punto i sostantivi Pnto
questo da Pungere nel senso di cucire cui il Soppnto, il fig Pnto parte
piccola; in percorso si ha Pnta da PUNCTA (anche nel senso di parte
terminale o avanzata) con una variante Pnta (simile alla mutazione di
Unto in Onto), Puntglia combattimento-contrasto e Puntle questo con un
snm in Grbia o Sgrbia e Scbbia, dal lat GULBIAM gi class GUBIAM
dorigine celt, per accezione quella metallica di un bastone (o scalpello).
Puntamnto, il composto Puntapidi, Puntre da Punta, Puntre da Punto,
Puntre fig segnare, il volg Puntarlla (germoglio della cicoria catalogna),
Puntarulo o Punterulo, i composti Puntascca e Puntasplli, Puntta da
Punto forellino e Puntta da Puntare, Puntto, Puntatre, Puntatra,
Puntazine, laccr Puntzza, Punteggire con Punteggiamnto, Punteggito,
Punteggiatre, Punteggiatra (nella scrittura, snm di Interpunzione) e
Puntggio, Puntellre con Puntellto, Puntellatra e Puntllo, Puntera, il
composto Puntifrme, Puntiglire con Puntglio, Puntigliosit e Puntigliso,
Puntillsmo attraverso il franc POINTILLISME (tecnica artistica, adottato
nel XX sec) con Puntillsta (col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in

33

ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere) e Puntillstico,


il dim Puntna con Puntno, Puntinto con Puntinatre, Puntinsmo (adottato
dal 1915, snm di Divisionismo (tecnica artistica), Puntizzatre, la locuzione
Punto in bianco da una vecchio gergo militare, i composti Puntocma
punto e virgola e Puntofrnco, Puntne, Puntrio, Puntule con Puntualit,
Puntualizzre con Puntualizzazine, Puntuazine, Puntto, Punzine o
Punzne questo dal lat PUNCTIONEM cui Punzonre, Punzonatre,
Punzonatrce e Punzonatra (questo in gergo sportivo-agonistico vale
assegnare i numeri ai concorrenti), la variante Pinzre questo dal lat volg
PUNCTIARE sovrapposto a PICCARE cui Pinzamnto, Pinzta, Pinzatrce,
Pinzatra, vrs Pinzillcchera che vale inezia-piccola parte. Il percorso
conta ancora Punzecchire (suff attenuativo ICCHIARE, adottato nel XIV
sec), il snm Punzellre da Punzllo (adottato dal 1313), il devb Punzcchio
con Punzecchiamnto, e Punzecchiatra, il prefissato Spunzecchire (pref S
intensivo). Attraverso il franc PINCER pinzare-stringere, lital conta Pnza
con Pinztta o meglio Pinztte transitato dal franc PINCETTES con
Pinzettre, i glb Pincepiegae la locuzione Pince-nez sorta di occhialini
stringinaso con NEZ naso
\ Il minuscolo segno grafico sulla vocale i, ovvero il puntino, non esisteva
nel lat class; sarebbe stato introdotto nel Medioevo\
Con i pref, Appuntre denm da Punto e Appnto (avverbio) dalla locuzione
A punto, Appnto devb da Appuntare con Appuntto. Ancora, Appuntre e
Appuntto, Compngere e Compnto, Compunzine, Disappnto, Espngere
(pref EX vale cancellare con i punti) con Espnto, Espuntrio e
Espunzine (contario di Interpolazione), Impuntre con Impuntamnto e
Impuntatra, Impuntiglirsi, Impuntre con Impuntto e Impuntitra,
Impuntuale (con IN negativo non puntuale), Impuntra con Impunturre e
Impunturto, Interpngere con Interpuntvo e Interpunzine (snm di
Punteggiatura) da INTERPUNCTIO INTERPUNCTIONIS (comprende
Punto, Due punti, Punto e virgola, Virgola, Punto esclamativo, Punto
interrogativo), Spntre calco di Appuntare con pref S e Spuntre denm da
Punta col Pp Spuntto. Eppoi, Spnto, Spuntne, Strapnto, Strapuntno (
questo in gergo marinaresco il materasso della branda), Trapngere,
Trapnta, Trapuntre, Trapnto; dal giapponese lital ha adottato
lomologismo Futn grossa trapunta. Dalla locuzione Nemmeno un punto
che vale nulla, sta lievitando linteresse semantico per lellittico Punto nel
senso di nessuno. Quale segno ortografico codificato in chiusura delle
proposizioni.
Esiste un termine che vale Punta, attinto ad una serie onomatopeica P ZZ,
cui, derivati e metaf, Pzzo (adottato dal XIV sec) vrs attraverso il long
SPIZZO cima-punta e il ted SPITZE, oggi snm di Tangente, con
Pizzacchrino o Pizzaccherno (nel senso di becco) e Pizzrda cui
Pizzardne (da un copricapo a feluca, il vigile urbano a Roma), Pizzre e
Pizzicre, Pizzichera e Pizzicgnolo (vendita di cose piccanti e chi le vende,
con un suff di derivazione volg per nomi di strumento, ma che qui vale
straordinariamente snm del suff VENDOLO) o Pizzicailo con il volg
Pizzicarolo, eppoi Pizzicamnto, Pizzicto, Pizzichno, il salentino Pzzica o

34

Pizzica pizzica frenetica danza contadina snm di Taranta cui, in locuzione


per indicarne i vari aspetti, Pizzica taranta, Pizzica de core (del cuore, ossia
damore) e Danza delle spade (fig con fazzoletti rossi e gestualit digitale).
Le migliaia di presenti nella Notte della Taranta, organizzata a Melpignano
(Le) nel 2008, comprova lancora viva suggestione per questa ant danza
terapeutica, oggi del folclore salentino.
Il percorso conta ancora Pzzico, Pizzicre, Pizzicorno, Pizzicottre con
Pizzictto, Pizzso, Pizzto con Pizzutllo il prefissato Appizzre
aguzzare sovente variato fig in Appuzzare in voce volg.
Pzza focaccia, con il veneto Pnza, i derivati Pizzailo, Pizzera, il dim
Pizztta e Pizzettro, dovrebbe trovarsi in questo percorso, in un criptato
senso fig, ma non accertato; non tuttavia azzardato considerare il termine
quale volg attestazione devb da picchiare, dal fatto che la pasta viene ben
percossa dal pizzaiolo prima dessere condita e infornata. Altra opinione
etim potrebbe essere che il termine sia il devb del volg mer Appicciare o
Picciare accendere (il fuoco), riconducibile ad Appiccare, dato che la
pizza tradizionale si cuoce direttamente al fuoco. Altre ricerche farebbero
derivare il termine da una rad ted; infine, esiste la tesi che Pizza sia dal tema
ar PITA focaccia cui lomologismo Pta. A ogni modo, Pizza tra i vocaboli
ital che hanno ottenuto la promozione quale termine glb.
Pseudoetim lomologismo Pta, snm di Agave, da voce sudamericana
attraverso lo sp PITA. Pizza sta ancora fig per noiosit- schiaffo-pellicola
di film, sviluppata e arrotolata.
Dal gr KENTRON aculeo-punta di compasso-centro-nucleo-sprone, il lat ha
ricalcato il fig CENTRUM, cui Cntro con Centrggio, Centrle, Centralna
e Centralno con Centralinsta, Centralsmo, Centralit, Centralizzre con
Centralizzto e Centralizzazine, Centramnto Centrre con literativo
Ricentrre, Centrto, Centratre, Centratra, Cntrico, Centrno, il termine
chimico Centrilo attraverso lingl CENTRIOLE, il politico Centrsmo con
Centrsta, Centride, i prefissati Accentrre (AD allativo) con
Accentramnto e Accentratre, Concentrre (CON associativo) cui
Concentrbile, Concentramnto (donde i famigerati campi), Concentrto,
Concentratre, Concentrazine, Concentrazionrio, Concentrazionsmo,
Concntrico e Concentricit con i doppi prefissati Deconcentrre (DE
privativo) con Deconcentrto e Deconcentrazine, Riconcentrre (RI
iterativo); eppoi Decentrre o Dicentrre (DE di allontanamento) con
Decentramnto o Dicentramnto, Decentrto, Decentralizzre e
Decentralizzazine, Discentrre (DIS dispersivo) con Discentramnto,
Incentrre (IN illativo) col devb Incntro, Scentrre (S sottrattivo) con
Scentrto e Scentratra. I termini Eccentricit ed Eccntrico, con tutta la loro
semant fig e letterale, derivano direttamente dal gr KENTRON col pref EK
fuori e pertanto stanno per fuoricentro. Eppoi Centrolfo sorta di pesce
(col gr LOPHOS cresta-ciuffo) in cui il pref Centro vale aculeocos come
in Centrna sorta di squalo dal gr KENTRINES, ed ancora Centrnto (col
gr ANTHOS fiore) e Centracntidi (Famiglia di pesci, col gr AKANTA
spina) dove Centro vale sprone.
Il percorso prosegue con CENTRO quale pref, adattato o meno, nelle

35

composizioni Centrafricno o Centroafricno, Centramericno o


Centroamericno, Centrasitico o Centroasitico, gli sportivi Centrattcco o
Centroattcco e Centravnti o Centroavnti, Centrocmpo con
Centrocampsta,
Centroclassfica,
Centrodstro,
Centromedino,
Centrosinstro e Centroterzno eppoi Centrfuga con Centrfugo cui
Centrifugre, Centrifugto, Centrifugazine e la locuzione fisica e
astronomica Forza centrifuga, eppoi Centritalino, Centroba, il politico
Centrodstra, Centrodorsle, Centroeuropo, Centroitalino o Centritalino,
Centrolectico, Centrmero (dal gr MEROS parte), Centropgina,
Centrosfra, il politico Centrosinstra, il biologo Centrosma,
Centrosostgno, Centrosprme (dal gr SPERMA seme), Centrotvola, lo
sportivo Centrovsca. Il percorso prosegue ancora con CENTRO e
CENTRICO in suff per composizioni quali Aerocntro, Autocntro, i
termini geometrici Circocntro, Excntro (con EX fuori) e Incntro (pref IN
illattivo), Metacntro (termine navale, col gr META dopo, con) cui
Metacntrico, il dantesco Quincntro qui dentro dalla locuzione
Quincentro, Radiocntro, Egocntrico (al proprio Io (EGO in lat) ogni
valore), Eterocntrico (col gr HETEROS altro, vale porre il prossimo al
centro dei valori), Etnocntrico con Entocentrsmo ed Entocentrsta (col gr
ETHNOS popolo, vale analizzare la storia attraverso letnia), Eurocntrico,
Monocntrico, Multicntrico, Omocntrico (dal gr HOMOS uguale),
Ortocntrico (dal gr ORTHOS dritto-conforme), Paidocntrico (col gr
PAIDOS fanciullo) e Paidocentrsmo o Pedocntrico con Pedocentrsmo,
Policntrico, Telocntrico (col gr TELOS fine).
Il termine Pungente avrebbe lomologo etrusco TAPHANE, lispirazione per
il lat agreste TAFANUS dal class TABANUS, cui lital Tafanrio, Tfano e,
dal lat class, lesplicito Tabnidi (la Famiglia).
Nel long ZINKHA vale Punta, cui lomologismo Zincne che sta fig per
mozzicone. Nessuna connessione con il minerale Znco (simbolo Zn),
rintracciabile in alcuni alimenti quali latte, fegato e frutti di mare), un
omologismo dal ted ZINK cui Zincggio, Zincre con Zincnte, Zincto,
Zincatre, Zincatra, Zinchera, Zincte (suff ITE per minerali), i composti
Zincfero, Zincografa con Zincogrfico e Zincgrafo, Zincotipa con
Zincotipsta. Il Solfuro di zinco anche indicato con Blnda, omologismo
attraverso il ted BLENDE dalla locuzione BLENDENDES ERZ minerale
ingannevole poich confondibile con la Galena, vrs connesso in area
indoeur con lingl TO BLEND mescolare cui il glb BLENDED sorta di
whisky con miscela di distillati.
Ancora, attraverso il long ZIPPIL punta, lital conta lomologismo Zpolo
con Zipolre e vrs il volg mer Zippo astina-legnetto (a punta); si potrebbe
credere che lonomatopeico Zip chiusura lampo, di genesi ingl, cui
lomologismo Zippre, abbia una certa connessione riflettendo sul fatto che
artigianalmente sopravvivono chiusure lampo realizzate mediante lantica
pratica degli alamari e olivette zipoli (giaccone montgomery).

(PUNTO) ESCLAMATIVO o INTERIEZIONE


Lo si utilizza al termine di una frase interrogativa per
36

imprimere la corretta intonazione. Gli spagnoli, allo


scopo di evitarne il ritardo percettivo da parte del
lettore, lo anticipano allinizio della frase in forma
capovolta, fermo restando la posizione convenzionale al
termine.
Al verbo lat CLAMARE chiamare, lapposizione del pref
EX intensivo semantizza Esclamatvo da Esclamre
(adottato dal XIV sec) in pi che chiamare cui
laferetico Sclamre o il desueto Scramre, in
complanare con Schiamazzre e Schiamzzo questi col
pref S durativo ed il suff peggiorativo AZZO cui il suff
verbale AZZARE. In persorso, lobsoleto Esclamamnto,
Esclamativamnte,
Esclamatre, Esclamazine o
laferetico Sclamazine.
Il suo snm Interiezine (sorto in contemporanea al primo),
cui Interiettvo con Interiettivamnte, viene dalla
composizione lat INTER-IACERE frapporre.
Esempi di Interiezione (Esclamazione) questa parte
invariabile del discorso - sono Ah!, Ahi-hi!, Ahim! o
Aim!, il volg romanesco Ah!, Ahm!, Bah, Beh!, Boh!,
Toh!, Neh! e Urca-rca! questo quale ipocoristico volg di
Porca miseria! che esprimono dispiacere-pentimento
la derivazione pu essere di natura onomatopeica o
dalluso esclamativo di parole. Dicesi Interiezione
impropria lutilizzo di sostantivi o altro quali parti variabili
nel discorso, per esempio Peccato!
(PUNTO) INTERROGATIVO
Lo si utilizza al termine di una domanda per imprimere la
corretta intonazione. Gli spagnoli, allo scopo di evitarne il
ritardo percettivo da parte del lettore, lo anticipa
allinizio della frase in forma capovolta, fermo restando
la posizione convenzionale al termine.
In greco anche moderno il Punto e virgola vale
Interrogativo.
\ Rogare
Al verbo lat ROGARE chiedere, forma intensiva di REGERE, cui Rogre
pregare con Rogatre, Rogatrio, Rogatria, Rogazine, Rogazionsta
(termine liturgia cattolica), il pref INTER assegnerebbe la sfumatura
chiedere tra i dubbi per sapere, ovvero Interrogre con Interrognte,

37

Interrogativamnte, Interrogatvo, Interrogto, Interrogatre, Interrogatrio e


Interrogazine.
La locuzione Interrogazione retorica esprime una proposizione che gi
contiene la risposta desiderata, inducendo linterlocutore ad accettarla, quale
La guerra non sempre utile ai fabbricanti darmi? da non equivocare con
l Interrogazione direttiva la quale esplica una disposizione, un ordine, come
in Mi passi il cacciavite?. Lenunciazione Vero o falso? un esempio di
interrogativa-congiuntiva.
In area ger REGIN vale suggerimento, consiglio, connesso con RAGAN
senno, cui lonomastico Rinaldo composto con WALTAN comandare che
vale comanda con saggezza.
Rgito presentazione di un disegno di legge, atto notarile sorge dallinc lat
dei Pp ROGATUM chiesto e PLACITUM piaciuto, quindi sta per chiesto
ci che piaciuto. Altri pref assegnano al verbo ROGARE diversi
significati, quali (AB)Abrogre ritirare-annullare con Abrogbile,
Abrogatvo, Abrogatrio, Abrogazine e Abrogazionsta, (AD)Arrogre
chiedere per s, col Ppres Arrognte e Arrognza da ARROGANTIA,
Arrogazine, Arrgere e Arrto o Arruto dal lat ARROGERE aggiungere
da ARROGARE con metaplasmo, eppoi (EX)Erogre chiedere da ma la
semant ne ha invertito il significato (enantiosemia) in distribuire, con
Erogbile, Erogabilit, Erogatre ed Erogazine, (IN)Irrgare proporre al
popolo (una legge) con Irrogazine, (SUB)Surrgare al posto di con
Surrogbile, Surrogabilit, Surrogamnto, Surrogto, Surrogatrio e
Surrogazine. Da Arroganza, attraverso laferetico Rognza e il volg
Ruganza si arriva al personaggio teatrale romanesco Rugantino.
Termine alieno nel percorso Rgo pira, dal lat ROGUS discendente dal
gr-siciliano RHOGOS covone; vrs semant in fuoco dallimmagine di un
covone in fiamme, non certamente raro sotto quelle temperature estive.

VIRGOLA - PUNTO E VIRGOLA - VIRGOLETTE


La Virgola indica un breve pausa allinterno del periodo,
il Punto e virgola , gi Punto acuto, una pausa pi lunga
ed norma utilizzarla una sola volta nel periodo.
Le Virgolette, o Doppie virgole, infine, semplici o in
coppia, sono adottate per porre in rilievo una parola,
una locuzione, una frase; da usare con educazione
intellettuale poich alle volte possono
implicare
discrediti e offese fini a se stessi; talvolta assumono la
forma di piccole parentesi uncinate.
\ Verga
Vrgola discende dal dim lat VIRGULA piccola verga di VIRGA verga, dal
lat VERGERE, cui Vrgere, Virgolre, Virgolatra, Virgoltta, Virgolettre,
Virgolettto, Virgolettatra, e, con i pref, Convrgere, Divrgere: il rad
WERG inclinarsi (Ved Manganello in Bastonare). La Virgola, infatti,
il segnetto grafico posto in obliquo.
Il lat medv aveva coniato VIRGELLA quale dim di VIRGULA, cui lital

38

Verglla e, da una variante volg, Verzlla e Vrza o Svrza scheggia di


legno (omn di Verza verdura) cui Sverzre rompere in sverze o otturare
con sverze e ilo dim Sverzno, da non equivocare con Vrza plur si
VIRIDIS verde.
La rad WERG inclinarsi pare sia il risvolto di una precedente WREG
premere (vrs limmagine premere per piegare), passata poi a URG cui
Urgere-rgere, Urgnte, Urgnza.

BASTONARE ABBACCHIARE AMMAZZARE


BASTONARE
Bastonre viene dal lat volg BASTIUM basto, attinto al gr
BASTAZO io trasporto. Il Bsto la sella che regge i carichi delle
bestie da soma cui il Bastio; metaforicamente la fatica dura
donde Bastgio o Bastso da BASTASIUS lenito nel medv
VASTASIUS cui il mer Vastase (pugliese) con il pi diffuso Vastaso
(siciliano) facchino, cui Vastasata, fig trasferitosi nel valore di
giullare-mimo ma anche, partendo dal significato di svuotare per
opera dei facchini, nel senso semant o fig di devastatore come
pu essere un delinquente piccolo e grande o un bambino per gioco.
Laccr Bastne, dal lat BASTO di tema med BASTA sostegno per
trasporto, contrariamente alla tradizione, il Basto per accezione,
ovvero il sostegno retto dalla mano, per portare il carico tenuto in
equilibrio sulla spalla o, puntellato al suolo, per sorreggere il proprio
corpo. Da qui, fig in gergo navale, Bastire barra di legno e il dim
Basttto attestatosi in regolo. Nellusare il verbo dazione
Bastonare, la semant ha privilegiato la pratica aggressiva
percuotere-colpire col bastone, anche in senso fig, cui Bastonbile,
Bastonta, Bastonto, Bastonatre, Bastonatra, i dim Bastoncno e
lanatomico Bastoncllo questo anche fig sorta di cellula con
laggettivo chimico Bastoncellre.
In connessione con BASTAZO o a questo assimilato, il gr conta
PATASSO batto, ferisco cui Batassre scuotere con Patasso
frastuono.
Dal franc ant CRIQUET bastone, lital conta, attraverso lingl, il glb
Cricket sorta di gioco cui ancora Wicket che ne la porta, questo
inv da WICKET cancelletto.
Ancora dallant nordico RARLIK da RAR bastone e LIK falda di
vela, attraverso il franc RALINQUE, lital conta lomologismo
Ralnga sorta di cavo per vela cui Ralingre, snm di Gratile.
Da BASTO derivano il verbo denm Bastre corrispondere al carico
sopportato dal basto cui il sostantivo Bastrna lettiga, eppoi
linteriezione Bsta!, Bastnte, Bastantemnte, Bastvole e
lavverbio con funzione aggettivale Abbastnza, questo da Bastnza
39

prefissato AD dellastratto BASTANZA di BASTARE.


Bastazo, quale voce veneziana, vale facchino.
Tramite il passaggio dal long BASTJAN allacciare e dal franc
BASTJAN intrecciare derivano i vari Bsta imbastitura con
Basta, Bastre con i prefissati Imbastre e Imbastitra, Bastimnto
questo dal lat medv BASTIMENTUM costruzione; ancora, lo
sdrucciolo Bstia fortificazione attraverso il franc BASTIE con il
suo accr Bastine cui Bastionre, Bastionta, Bastionto,
Bastionatre, Bastionatra e un Bastta.
Bastrdo (suff spregiativo ARDO) il termine fig che sta per nato
da un intreccio tra principe e concubina con Bastardggine, il metaf
Bastardta carognata, Bastardme col suff UME collettivizzante
ovvero un insieme di bastardi, i fig Bastrda sorta
dimbarcazione e Bastardlla sorta di tegame o di arma da fuoco,
Bastardllo sorta di registro, Bastardira area di un vivaio
attraverso il franc BATARDIERE da BATARD bastardo.
Gran Bastardo stato lepiteto assegnato a Renato di Casa Savoia
(1468/1525).
Batcchio (adottato nel XV sec), dal dim lat volg BATUACULUM,
il grosso bastone specifico per colpire cui Batacchire, Batacchita,
un prefissato Abbatacchire (A allativo) e dal suo utilizzo nato fig
il Batcchio delle campane (e dei portoni); la derivazione dal class
BATTUERE cui, con sincope delle u, si ha Bttere con Battgia o
Bttima Battitccio, Bttito, Battitia, Battitio, Battitre e Battitrce,
Battitra, il fig Battna che batte il marciapiede, Battta con
Battto eppoi il Ppres sostantivato Battnte (met di una porta o
finestra) con Battentatra e Battentno; il percorso prosegue con
Battrio o Bactrio (adottato dal 1888) dal gr BAKTERION
bastoncino snm di Bacillo (adottato in contemporaneit), meglio
Battri, Battrico o Bactrico, cui i composti Battericda o
Bactericda, Batteriema (con EMIA sangue), Batterifago o
Bacterifago il cui ipocoristico Fago, Batterifite (con FITO della
botranica),
Batteriolsi
con
Batteriolisna,
Batterioltico,
Batteriologa o Bacteriologa con Batteriolgico e Batterilogo o
Bacteriolgico e Bacterilogo, Batterioscopa, Batterisi (suff
patologico OSI), Batteristasi con Batteriosttico, Batterioterpico o
Bacteriotrerpico,
Il termine polisemico Battera dal franc BATTERIE da BATTRE
battere cui Battersta (musicale).
Il termine glb franc Boutade (pron butad) adottato nella scherma
dallital Botta e vale anche fig quale battuta di spirito.
\ Alcuni ricercatori israeliani sono riusciti a costruire una Batteria elettrica ricavando
Zinco e Rame dalle patate.\

40

La rad molto diffusa, pertanto si ha il glb ptg Batida frullatosbattuto, quello franc Battage da BATTRE battere e Battria
attraverso BATTRIE; lital conta ancora Btolo, Batsta con
Batostre vrs attraverso un percorso ptg-prvz con perdita della
seconda t.
Termine alieno Batta (sorta di pianta delle Convolvulacee)
omologismo di genesi Haiti attraverso lo sp BATATA, altrimenti
indicata con Patata americana o Patata dolce o ancora Patata
zuccherina.
Con i pref, il percorso di Battere conta Abbttere con Abbattbile, il
composto Abbattifino, Abbattimnto, Abbattitre, Abbattta e
Abbattto. Combttere con Combattnte, Combattentsmo,
Combattentstico Combattimnto, Combattitre, Combattivit da
Combattvo, Combattto e la composizione glb ingl Combat vest
(con VEST giubbotto da combattimento). Controbttere con
Controbattera, Controbattitre e Controbattta. Dibttere con
Dibattimentle, Dibattitre da Dibttito, Dibattto e Dibattimnto,
Imbttere meglio Imbattrsi con Imbattibilt da Imbattbile, il
sostantivo Imbtto limbattersie Imbattto, Rabttere accostare
(chiudere appena) con un incerto Rabzza o Rabbzza (termine
marinaresco), Ribttere con Ribattimnto, Ribattno (snm di
Ribadino), Ribattitre, Ribattitra e Ribattta. Sbttere con
Sbattimnto, Sbttito, Sbattitia, Sbattitio, Sbattitre, Sbattitra,
Sbattta e Sbattto, i composti Sbattighiccio, Sbattiuva. Battere,
oltre ai derivati espliciti, ove contratto nel pref BATTI-BATTO,
compone una lunga serie di vocaboli, da Battibalno a Battologa,
con Battolgico, termine questo che sta per abitudine di ripetersi
continuamente in un medesimo discorso, passando da Battibeccre
con Battibcco, Batticffa, Battificca, Battiflle bastita (col suff
da Follare), Battifrdo attraverso il franc BERFROI macchina
dassedio vrs sovrapposto a Battifolle, Battilna con Battilno
operaio addetto, Battilocchio tic delle palprebe, Battilro
artigiano delloro.
Battglia da lat BATTALIA di BATTUERE cui Battaglire con
Battagliatre, Battaglire, Battagliro con Battagliersco, Battaglila
o Battagliula, Battagline, Battazza sbattimento dellacqua
attraverso il veneto. Il gr conta lo specifico ENYALIOS battagliero
cui laggettivo Enilio epiteto di Ares il dio della guerra, omologato
nel romano Marte.
Il lat BATUACULUM ha imposto al prvz il termine BATALH, il
quale ritornato in Battglio (gi in uso nel 1400), snm quindi di
Batacchio o Battente (per bussare), cui Sbattaglire.
41

Battllo, che appartiene alla famiglia latina di battere, ritorna in


ital dopo lattestazione prvz in BATEL (ingl BAT racchetta - BOAT
battello), cui Battellnte o Battellire; termine alieno Battelmtt
sorta di formaggio composto dalloronimo Battel (Valle Anzasca) e
dal franc MATTE tipo di latticini.
Padre del Battello a vapore considerato Robert Fulton che il 17
agosto del 1807 ne inaugur il primo viaggio lungo lHudson da
New York ad Albany con un motore da 24 cavalli-vapore.
Dallingl BOAT si conta la locuzione glb Cat boat battello gatto
fig una sorta di battello eppoi Boat people profughi (gente)in barca
coniato dal 1979, al tempo dei fuggiaschi dal Vietnam, alla fine del
conflitto con labbandono degli americani. Il glb ingl Ferryboat nave
traghetto composto con il verbo TO FERRY traghettare cui
lomologismo di suono siciliano Ferribtto.
Il pref BATI, in composizioni quali Batibentnico (zoologia, con
Bentonico), Batigrafa con Batigrfico, Batinuta, Batimetra,
Batipelgico, Batiplncton, Batiscfo, Batiscpio con Batiscpico,
Batisfra, viene invece dal gr BATHYS di BENTHOS profondit,
cui Batile, Bntos o Bnthos dal gr BENTHOS profondit cui
Bentnico, il composto Bathofoba o Batofoba: paura della
profondit e altezze in complanare con Cremnofobia; termini alieni nel
percorso, Bentonte (suff ITE per minerali)1 dal toponimo Fort
Benton in Montana (USA) eppoi Batc o Batk tecnica di
colorazione omologismo dal malese BATIQ). Ancora, il suff BATO
in composizioni quale Isbato o Isbata (col gr ISOS uguale); nulla
vieta di pensare ad una connessione rad associativa di BATTI
battere con BATI fondo nel senso di battere il fondo.
Battezzre, con Battezzatio o Battezzatrio, Battezzire, eppoi
Battsta il battezzatore per accezione nellonomastica da Giovanni
Battista, col suff ISTA2 di collegamento ai sostantivi in ISMO, qui
da un sottintesto Battismo non linguistico ma adottato in
Anabattsmo con Anabattsta e Anabattstico il cui pref ANA di
nuovo indica i luterani, calvinisti e anglicani che sostengono laa
necessit di rinnovare il battesimo in et adulta.
Il percorso prosegue con Battistro o Battistrio, o un desueto
Battisto, dal tardo lat BAPTIZARE gi gr BAPTIZEIN immergere,
che appare in connessione con BATHIS profondit.
Lomn Battsta o Batsta, alieno in questo percorso, ovvero
pseudoetim, anche la tela di lino puro, che prende il nome dal suo
fabbricante, Baptiste, vissuto a Cambrai nel XIII sec.
Il termine Ballla, in auge nel ventennio fascista (adolescente
paramilitare e tipo di auto FIAT) si rif al vezzeggiativo Balilla del
42

ragazzo Giovanni Battista Peraso che nel 1746 avvi


involontariamente linsurrezione di Genova contro gli austriaci; il
termine dovrebbe avere una connessione almeno fig con il percorso
di Balia. La composizione Calcioballla dalla pi corretta CalcioBalilla, quindi, starebbe per incontro serio di calcio in dimensione
gioco da tavolo (per ragazzi), a ricordo della storica protesta esplosa
a seguito di una ragazzata.
1
Tra tanti altri minerali che assumono il nome da un toponimo, si conta Jacobsite,
sorta di ferro manganese estratto dalla miniera di Jacobsberg in Svezia nel 1869.
2
Per il suff ISTA connesso con il suff ISTICO, fonte di perplessit poich appaiono
intercambiabili, si potrebbe adottare la norma per cui il primo sta ad indicare una
verit, leggi Falangista nel senso di appartenente alla Falange; il secondo, leggi
Falangistico, assume il significato di idealmente, potenzialmente un falangistacomportamento da falangista.
Questo varrebbe, ancora per esempio, in Omologista e Omologistico, Realista e
Realistico e cos via.

\ Soma Salma
Sma (adottato nel XIII sec), snm di Basto (questo in uso subito dopo, nella
prima met del XIV sec), derivato dal lat tardo SAUMA, dal gr SAGMA,
cui Somro dal lat SAUMARIUS, il verbo iterativo Someggire, Somiro
questo transitato dal franc SOMIER e Slma, termine questultimo che in
origine indicava carico, donde Salmera, poi, via via, carico morto e
cadavere. Una voce dincitamento per il somaro Arri!, vrs dorigine
onomatopeica che apparirebbe connessa con Arriba!, lEvviva in sp. Il glb
Sommelier, pur tratto dal franc, il derivato dal lat SAGMARIUS
conduttore di bestie da soma, svoltosi quale incaricato dei viveri, poi
addetto alla tavola ed infine esperto nella scelta dei vini e della loro
qualit; negli assaggi per esaminarei vini, il sommelier adotta termini quali
Corto, Decrepito, Grasso e un suo strumento il Tastevin, termine glb franc,
cui lomologismo Tastavno (con Tastare).
Il gr, viepi, conta SOMA quale corpo, cui il biologico Sma insieme delle
cellule, Somtico, Somatologa, il composto Dittiosma (organo cellulare,
col gr DIKTYON rete) e il prefissato Prosma (pref PRO); eppoi Bisma
(adottato in architettura doppio corpo cui la locuzione Arcosoli bisomi.
Salmne o lant Salamne, con un volg Sermone, dal lat SALMO, vrs in
percorso con SALMA carico, peso, dalle dimensioni ben superiori alla
media per un pesce che si trova nelle acque dolci; in realt, il Salmone, della
Famiglia dei Salmnidi, abbandona lAtlantico sett per risalire i fiumi solo
per la riproduzione. Termine pseudoetim Somsco, meglio Somschi, questo
ordine religioso fondato a Somasca (Bergamo) da S. Girolamo Emiliani nel
1528.
La mutazione lemmatica da SAGMA a SAUMA e Salma analoga al
passaggio dal gr SMARAGDOS al lat SMARAUDUS e allital Smerldo,
cui Smeraldno, dovuta ad unattestazione sett; per il primo, del gruppo gma
in uma eppoi lma per il secondo, di gdo in udo eppoi ldo; entrambi con
sostituzione finale della u in l. Nel secondo, ancora, c stata lapofonia
della prima lettera a in e.

43

\ Nella Cristalloterapia, lo Smeraldo avrebbe la propriet di proteggere dalle radiazioni


\

Somaro in gr KANTELIOS, da tema med KANTHA, tradotto in lat


CANTHERIUM cavallo castrato, cui lital Canto, usato come sostegno,
svoltosi via via in cavalletto di sostegno sino a semplice sostegno, cui il
glb ingl Cantilever mensola, Cantinlla asta o fila di lampade adottato in
teatro (omn di Cantinellarecipiente), Cantno corda del violino, Cantire
grossa trave, un termine questo ampliatosi in pali che sostengono una
tettoia eppoi via via in loggia, struttura complessa, fabbrica,
organigramma cui Cantierstica, Cantierstico e Cantierizzre; vrs
connesso anche fig con il lat CANTHARUS coppa cui lital Cntaro o
Cntero recipiente, Cntera cassetto e Canterno mobile per
biancheria.
Nel volg mer esiste la voce Cantro che indica il recipiente per i bisogni
fisiologici, insomma la primordiale tazza del gabinetto.
Lomn Cntaro misura dallar QINTAR, dal gbz KENTENARION
attinto al lat CENTENARIUS centinaio.
\ Ibrido
Ibrido-brido (gi in uso nel 1498), snm di Bastardo (gi ricorrente nel
1306), dal lat HYBRIDA, svoltosi nel franc HYBRIDATION cui lital
Ibridazine, gi gr HYBRIS alterigia; in percorso, Ibridatre, Ibridazine,
Ibridsmo, Ibridizzazine, i composti Ibridologa con Ibridolgico, Ibridma
(suff biologico-medico OMA) e il prefissato biologico Dibrido (DI di DIS
due volte).
Il franc ant avea BORT per Bastardo, cui fig lomologismo Brt (minerale) e
vrs lorigine di Bortolotto, Bortoloso e simili nella cognomastica, ma c da
aggiungere, difficile verificarne una connessione rad, lomologismo Bortsch
(pron borsc) dal russo BORSC acanto, sorta di minestrone acidulo con
cavoli e barbabietole.
\ Affliggere
Il lat conta anche FLIGERE battere dalla serie onomatopeica BHL (o DHL)
cui Afflggere con Affltto, Afflizine, Conflggere con Confltto, Inflggere
con Infltto; non inverosimile una connessione rad con lar FITNA
conflitto.
La serie onomatopeica con base B conta B B poltiglia cui Bbba o Bba o
ancora Bbbia e Sbbba o Sbbbia con pref S intensivo, BU BA cui il lat
BUTIO sorta di uccello donde Tarabso o Tarabgio con Tarabusno (fig
con il lat TAURUM toro) snm di Gucco questo ancora onomatopeico, della
Famiglia degli Ardeidi: da non equivocare con Guco sorta di pianta
erbacea delle Composite omologismo di genesi del Nicaragua.
\ Immergere Tingere
Lital Immrgere, con Immergbile, Immersine e Immrso, dal lat
MERGERE affondare cui il corretto ma desueto Mrgere, poi attestatosi
IMMERGERE (pref IN illativo); il percorso conta ancora Emrgere dal
EMERGERE (pref EX) cui Emergnte, Emergentsmo, Emergnza,
Emergenzile con Emergenzialsmo ed Emergenzialsta, ed Emersine con
Emrso, Riemrgere (RI reiterativo) con Riemersine, infine Sommrgere

44

da SUBMERGERE (pref SUB), cui Sommergbile 1 (dal XVIII sec), snm di


Sottomarino (dal 1827), e Sommersine, con un ant snm Demrgere da
DEMERGERE (DE conclusivo). Tutti termini ispirati a MERGUS, questo
una specie duccello che simmerge, in ital Mrgo cui Smrgo e Smergolre;
la rad MEZG immergere.
\ Il numero unico per Chiamata demergenza, in area europea sar il 112 che andr a
sostituire i vari 113,115 e 118 /

Il lat conta anche TINGERE immergere in un liquido (in connessione con il


verbo TANGERE toccare-sfiorare con normale passaggio di a in i, quale
forma intensiva), cui Tngere Tnto questo dal Pp TINCTUS col fem Tnta
cui Tintarlla con Tinteggire, Tinteggiatre e Tinteggiatra, eppoi Tintora,
Tintorile (termine in Istologia), Tintrio da TINCTORIUS, Tintra da
TINCTURA il composto Tintillno dalla locuzione Tinto in lana (prima
della tessitura) e i prefissati Intngere da INTINGERE (IN illativo) con la
variante Intgnere con Intngolo e Intnto, Ritngere (RI reiterativo) con
Ritnto e Rotintra, Stngere o Stgnere (S sottrattivo) con Stnto; forse
sovente sovrapposti con la rad di Tna dal lat TINA bottiglia, di Tno (snm
di Botte) da TINUM con Tinzza e il dim Tinllo.
Curiosit linguistica ci viene da Bffo, dal gr BAPHE tintura, ovvero, fig
tintura al di sopra delle labbra, cui Sbaffre e Sbffo; dal volg lombardo
Barbiset baffetto sorto Bastta (omn di Basetta dim di Base) con laccr
Basettne e il dim Basettno fig sorta di uccello di palude dei Timalidi,
questo connesso con il percorso di Timo.
Snm di Intingere (adottato nel XIV sec), lital conta Zuppre (in uso dal
1879) con Inzuppre dal got SUPPA ma gi lat SUPPAM in origine fetta di
pane intinta, cui Zppa, Zuppta, Zupptta, Zuppira e Zppo questo
ipocoristico di Zuppto cui Inzuppto, la locuzione dolciaria Zuppa inglese
alias Zuppa degli Este; una sorta di zuppa di verdura detta Alla Julienne
attraverso la locuzione franc POTAGE A LA JULIENNE in onore di un
Julien o di una Julienne cui lital Giuliano o Giuliana. La zuppa composta
di erbe tipiche locali detta in genovese Prebuggin perch pare sia stata
storicamente composta per la tavola di Goffredo di Buglione, pertanto
sarebbe un corruzione di Pro Buglione.
\ Il piatto simbolo della citt americana di S. Francisco una zuppa di pesce detta
Cioppno, termine derivato dal ligure, poich fu importata dai genovesi.\

Il gr conta lo specifico MYSTAKS MISTAKOS gi MUSTAKION labbro


superiore-baffo cui Mostccio (adottato dal XIV sec), Mustcchio, e il
composto Misticti (Sottordine di Cetacei) con KETOS cetaceo; da non
equivocare con Mostacciolo da Mosto.
1
U-BOOTE erano i famosi sommergibili della Germania nazista; in risvolto fig, i
tedeschi chiamavanoi U-boote gli ebrei tenuti nascosti (sommersi) preservandoli dalla
Gestapo.

\ Manganello Gianna Verga Fuscello


Frusta Frustra
Manganllo bastone corto di legno (adottato dal XII sec), cui
Manganellre e Manganellta, altro termine schiettamente aggressivo, il
dim di Mngano, dal lat MANGANUM, dal gr MANGANON, e sta per
arnese da combattimento, ovvero una macchina per il lancio di proiettili, cui

45

il dim Manganlla eppoi Manganre e Manganeggire, attestatosi fig in


macchina utensile sia per tessitura sia per stiratura cui ancora Manganre
eppoi Manganatre, Manganatra. Lo strumento quale arma in dotazione
alle forze dellordine, i cui snm Randello (dal XIV sec) e Sfollagente
adottato in era fascista.
\ Una straordinaria coincidenza ha voluto che il capo della polizia italiana (2008)
abbia il cognome Manganelli. Coincidenza che riappare in Padre Cantalamessa, un
ministro della Chiesa Cattolica, e in Cancellieri ministro italiano della Giustizia
(Tribunali) nel 2014. Si potrebbe definirla omologismo della cognomastica nel
mestiere . I romani invece asserivano che IN NOMINE OMEN Il destino nel nome
che si porta.\

Ginna bastone dallo sp JINETA, cui Gianntta asta, lancia in


dotazione ai guerrieri berberi Zeneti. Esiste il termine Giannzzero importato
dal turco YENI-CERI giovane soldato, recluta, che induce a credere in una
connessione con Giannetta arma in asta dallo sp JINETA. e con Gianntto
dallo sp JINETTE cavallo di razza cui Gintto o Gianntto. Il Giannizzero
indossava il Dulimno, questo omologismo dal turco DOLAMAN. Termini
omonimi, Gianntta vento gelido di gennaio il cui termine sembra stato
ispirato ad una Gianna (forse perch frigida?); Gianntta filatoio questo
dallingl Jenny, nome della figlia di James Hargreaves lideatore (1770).
Gianntto era un manuale scolastico ideato da Luigi Parravicini e in
commercio dal 1837 al 1910.
Vrga dal lat VIRGA ramo flessibile, di rad WERG, connessa alla rad VIR
uomo, cui Vergio pastore, ossia luomo che tiene la verga, Vergre,
Vergto, Virglto da VIRGULTUS coperto di ramoscelli dal dim
VIRGULA di VIRGA ramoscello (Ved Virgola in Segni ortografici)
connesso con Vergine, la locuzione Verga doro sorta di pianta. Vrga
ancora fig lorgano sessuale maschile.
Il lat conta ancora il termine FUSTIS bastone o palo, cui il verbo FUSTARE
bastonare; nel percorso troviamo anche Frsta, Frustio, Frustre cui
literativo Rifrustre con Rifrsto, Frustatre, il Pp aggettivato Frsto e fig
Frustrnte con Frustrre, Frustrto e Frustrazine poich linserimento della
lettera r dovuto ad una sovrapposizione di Fusta con il lemma Briglia.
Fuscllo, con Fuscellno, dal lat volg FUSTICELLUS dim di FUSTIS, cui
Fsta, Fustgno o Frustgno, Fustia, Fustigre, Fsto. Un colpo di frusta,
attraverso una serie onomatopeica, detto Scilcca cui Scilingugnolo
frenulo della lingua con Scilingure, Scilinguto e Scilinguatra.
Esiste ancora lomn Frsto, ormai obsoleto, dal lat FRUSTUM pezzetto,
tozzo, cui Frstolo o Frstulo dal dim FRUSTULUM e la variante Frscolo
ramoscello (sovrapposto a Bruscolo) da Frsco questo per accezione
spiritello o piccolo animale e talvolta unificati nella superstizione, fig
rivolto ad un bambino, ricorrente al sud della Puglia, e in allocuzione con
tono di commiserazione Povero fruscolo o di coccole Fruschella mia, eppoi
Fruscme (suff AME per collettivi ramoscelli). Il termine Infruscre il
denm da Frusco con IN illativo. Inoltre, fuori percorso, occorre sottolineare,
a scanso dequivoci etim, che il lat aveva lavverbio FRUSTRA invano,
pertanto, ci pervenuto lomn Frstra stesso valore avverbiale con
Frustrneo (gi ricorrente nel 1568), e un raro Frustraneit, snm di Inutile

46

(dal XIV sec) e Inutilit. Lavverbio FRUSTRA appare connesso con


FRAUS FRAUDIS inganno, donde Frude (antecedente al XIII sec) con il
denm Fraudre, Fraudatre, Fraudatrio, Fraudolnto o Fraudolnte o
Fraudso, Fraudolnza o Fraudolnzia, il prefissato Defraudre con
Defraudatre e Defraudazine, eppoi Frda, Frdo questo nelle locuzioni
Cacciatore di frodo, Merce di frodo, Pescatore di frodo, o il pi
orecchiabile Frde (dal XIII sec) dallaccusativo FRAUDEM con i
complanari Frodre, Frodbile, Frodatre, il denm Frdo eppoi Frodolnto e
Frodolnza.
Dal turco SAGRI pelle ruvida (della groppa danimale) cui lomologismo
Sagr con Sagrinto, il veneziano conta il termine Zigrno per pelle ruvida,
lenito in Sagrino o Sigrno, cui lestensione semant generalizzata in
Zigrinre, Zigrinto, Zigrinatra; in una successiva attestazione fig, oggi
archiviata, erano derivati Scigrgna, questo il segno lasciato dalla frusta sulla
pelle, e, pi grave, Scigrignta o Scirignta quale ferita apportata da un
colpo di frusta.
Snm di Frusta Sfrza, con le varianti Frsa e Frza o Frzo, adottato anche
fig nel senso di critica-stroncatura, detim non trovata cui Sferzre,
Sferzta, Sferzatre, il fig Sferzna cavo, Sferzno o Sverzno lo spago
della frustaeppoi il marinaresco Sfrzo.
\ Etimo Etile Etere Anestesia Narcotico
Etimo-timo dal lat ETYMON, dal gr ETHYMOS, questo un aggettivo che
sta per reale, vero significato (di una parola), cui Etimologa, Etimolgico,
Etimologsta (col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO,
qui da un sottinteso Etimologismo non linguistico), Etimologizzre,
Etimlogo. La locuzione Figura etimologica appartiene alla retorica ed
indica lesprimere un concetto accomunando due parole didentica
etimologia, quale Il suo amore amante.
Pseudoetim il termine Etle dal franc ETHYLE composto con il lat
AETHER nel senso di gas ed il gr HYLE legno-materia, cui Etilne,
Etilnico, Etlico, Etilsmo, Etilsta (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere),
Etilizzto, la locuzione Alcol etilico (Alcol per accezione), il suff ETIL
etilene per composizioni quali Etilendiammna, occultato in Edrofnio
(Etil-Idrossi-Ammonio), il suff ETILO alcol etilico per Etilometra con
Etilmetro cui la moderna locuzione Etilometro a laser, Etilotst, eppoi
Terilne (Tereftalico e con Etilenico).
Etere-tere (dal XIV sec) con la variante poetica Etra-tra, dal gr AITHRA
da AITHER AITHEROS aria e riversatosi nel lat AETHRA con valore
parte pi alta e pura dello spazio, aria, spazio, cui Etreo o Etrio, Etrico,
Eterizzazine. Etere-tere (dal XVIII sec) dal franc ETHER per fig il
composito chimico utilizzato per lanestesia, cui ancora Etrio eppoi
Eterificre con Eterificazine, Etersmo o Eteromana con Etermane,
intossicazione di etere etilico, Eterizzre con ancora Eterizzazine; eppoi
Estere-stere attraverso il ted ESTER ellittico della composizione
ESSIGATHER etere acetico (col ted ESSIG dal lat ATECUM questo una
metatesi di ACETUM aceto) cui Estersi, Esterificre ed Estereficazine, il

47

prefissato Polistere (adottato dal 1949). In percorso Etno (Etere con suff
chimico ANO) che sulla Terra conosciuto allo stato gassoso ma che pare
sia stato scopetto allo stato liquido su Titano, il satellite maggiore di
Saturno, dalla sonda americano-europea Cassini a luglio del 2008, in un lago
di idrocarburi. Eppoi Etosslico (Etano-Ossidato con suff chimico ICO) con
Etossilazine, Uretno (Etere con pref chimico URO e suff chimico ANO)
cui Poliuretno e Poliuretnico (pref POLI molti). Uretano ha il snm in
Carbammto in percorso con Carbmmico e Carbammde questo col snm
Urea, composti con Carbone e Amido attraverso il franc CARBAMATE,
CARBAMIQUE e CARBAMIDE..
In assonanza, il gr conta HETAIRIA compagna cui Etera-tera o Etria;
nella Grecia antica, le Etere erano discriminate dalle donne sposate, queste
addette alla casa ed ai figli.
\ Le Etere, anche se talvolta contraevano dei prestigiosi matrimoni, un po come le
Geishe giapponesi, erano donne indipendenti ed autonome, ricche di cultura e darte,
ideali compagne di circoli, giammai con lonta della prostituzione, onorate anche dopo
morte, vedi Frine e Belistica; dal passato di etera stata la moglie di Pericle. Oggi,
purtroppo, larroganza maschilistica ha condotto a considerare le Etere nel significato
pi infamante.
Geisha, termine glb dal giapponese, traducibile in Danzatrice; da queste la locuzione
Maniche alla geisha. Le Geishe (plur italianizzato, quindi un omologismo) hanno il
loro albo professionale;.\

Anestesa, con Anesttico, dal gr AISTHESIS sensibilit col pref AN


senza, cui i composti Crioanestesa (col gr KRYOS freddo), Preanestesa e
Rachinestesa (col gr RHAKHYS colonna vertebrale e Termoanestesa.
Sin dallanticit, mediante alcol, oppio e altre droghe, luomo si
incessantemente prodigato per calmare il dolore. La storia moderna
dellAnestesia parte dal 1776 quando J. Priesley isol il gas Protossido
dazoto che H. Davy, denominandolo Gas esilarante, lo speriment sui
pazienti con successo; ma i Baroni della medicina di allora non vollero
adottarlo, proseguendo nei loro tradizionali e dolorosi metodi. M. Farday,
negli stessi anni, speriment luso dellEtere.
Oggi, fermo restando Il Protossido dazoto in odontoiatria, lEtere
sostituito da anestetici quali Alotno idrocarburo idrogenatocon il Fluoro
quale alogeno, Ciclopropno (pref CICLO dal gr KYKLOS cerchio, nel
senso di anello datomi) in aggiunta allAgopuntura e allIpnosi.
Sinestsi e Sinestesa percezione comune dal gr SYN insieme con
AISTHESIS percezione, vale in psicologia quale percezione di uno stimolo
accompagnata da immagini che appartengono a diverse sfere sensoriali,
insomma uno scambio di sensi come accostare un odore a una figura o un
suono a una parola; quale figura retorica vale lassociare a una immagine dei
termini relativi a diverse sensorialit, adottata dai simbolisti e dagli
ermetisti.
Per lesattezza, Sinestesi la percezione visiva concomitante a uno stimolo
sensoriale mentre Sinestesia, sovente snm del primo, nella critica letteraria
vale definire lassociazione espressiva tra due termini che normalmente
competono a due diverse sfere sensoriali, quali parole calde, silenzio verde.
Lital conta il pref ESTESO per composizioni quali Estesiologa,

48

Estesiometra e il suff ESTESIA cui Barestesa (col gr BAROS peso) con


Barestesimetro, il filosofico Cenestesa o Cenestsi (col gr KOINOS
comune quale carica) con Cenesttico e i composti quali il patologico
Cenestopata, lancora patologico Cinestesa con Cinestsico o Cinesttico
(con Cinesia), lancora extrasensoriale Radiestesa o Radioestesa (con il lat
RADIUS raggio) con Radiestsico o Radioestsico e Radiestessta o
Radioestessta, Termoestesa sensibilit termica cui Termoestesimetro,),
eppoi i prefissati Disestesa (gr DYS male), Emianestesa (gr HEMI met),
Iperestesa, Ipoestesa, Telestesa (gr TELE lontano) con Telestsico,
Parestesa (gr PARA accanto vale alterazione della sensibilit come la
Mirmecia), Poliestesa, Pseudoestesa.
Snm di Anestetico (adottato nel 1865) Narctico (gi dal XIV sec), questo
in percorso con Narcsi dal gr NARKOSIS azione dellassopire da NARKE
sopore, cui Narcotna, Narcotizzre con Narcotizznte e il pref NARCO per
composizioni quali Narcoanlisi con Narcoanaltico, Narcodllaro,
Narcoipnsi, Narcolessa con Narcolttico (sonno repentino), Narcomana
con Narcmane, Narcomedse (Ordine di Idrozi quale la Medusa),
Narcosntesi, Narcotrerapa, Narcoterrorsmo con Narcotrerrorsta,
Narcotst, Narcotrffico con Narcotrafficnte.

ABBACCHIARE
Da rad BAK bastone cui Bcchio (omn di Bacchio piede metrico)
e Bculo da BACULUM, questo del valore di scettro, il termine
Abbacchire dal lat volg ABBLACARE denm da AD BACULUM.
Per Abbacchiare non sintenda esercitare idealmente il comando,
bens battere i rami per far cadere e raccogliere il frutto (le olive),
insomma Bacchire rafforzato col pref A; ed anche vendere a poco
prezzo o abbattere-avvilire. Un motivo esisterebbe, con il segno
del baculo-comando non impensabile avvilire, abbattere, umiliare.
Dal prvz JEQUIR costringere a confessare (tramite tortura) lital
conta lomologismo Gecchre con valore di abbattere-umiliare, un
termine che parrebbe connesso con il franc JAQUE maglia dacciaio
(per combattimento) in un ipotetico risvolto in camicia di forza.
Il baculo-comando che, in epoche pi pompose, sarebbe divenuto lo
scettro da accompagnare alla corona e al manto, quasi sempre si
arricchiva di piume; tradizione, forse, di un dio-serpente piumato
adorato in antichissime civilt, insediatasi nellinconscio, che
rigurgita attraverso laddobbo piumato dei carri (ieri) e delle auto
(oggi) dei pellegrini in viaggio per i santuari. Scttro dal lat
SCEPTRUM, dal gr SKEPTRON bastone connesso fig con Scpsi o
Schpsi da SKEPSIS osservazione critica (ma privo di una certezza)
cui Scttico da SKEPTICOS con Scetticsmo.
Il termine offensivo Imbeclle, col pref IN privativo, il derivato dal
significato di debole, ovvero privo di baculo-comando cui
Imbecillgine, Imbecillre. Imbecillit . LAbbcchio, il povero
49

agnello da mensa pasquale, prima avvilito, ossia legato ad un


bastone (bacchio), poi macellato. Altri lemmi in percorso, dal dim
BACILLUM bastoncino si ha Baccllo, Baccellne e Baccellonera,
fig Bacchtta, Bacchettre, Bacchettne questo da flagellante s
semant bigotto; eppoi Bacllo questo attestatosi in microorganismo
snm di Batterio dal gr BAKTERION bastoncino con laggettivo
Bacillre, Bacillsi (suff patologico OSI), i composti Bacillariofte
(col gr PHYTON pianta), Bacillfero (con il lat FER che porta),
Bacillifrme, Bacillofoba paura dei microbi snm di Microbiofobia.
Il lat conta lo specifico SILIQUA baccello cui Silqua sorta di frutto
secco e Siliqustro da SILIQUASTRUM (lat scientifico di Plinio)
altrimenti indicato Albero di Giuda.
\ Bacchettoni sono stati i responsabili delle storiche trasmissioni televisive,
condizionati dal bigottismo dilagante; non poteva essere pronunciata una locuzione
del tipo Cazzotto in faccia, Uccello di bosco, Membro del governo, Amante della
musica, Divorio allitaliana\

Pseudoetim nel percorso lat BACILLUM di Baccello Baccellire, o


Baccalre o Bacalre, che invece sono omologismi dal franc
BACHELIER gi prvz BACALAR giovane uomo svoltosi nel medv
BACCALARIUS giovane cavaliere. Omn un Baccalre elemento
strutturale delle vecchie galee o sostegno per mensole, detimo
sconosciuto. Da non inserire nel percorso il termine ittico Baccal.
\ Scaglia Caglio
Dal got SKALJA baccello lital conta Scglia con Scaglitta, Scaglila (snm
di Canaria), Scagline e Scagliso, cui il denm Scaglire (nel senso di
buttare addosso le scaglie quale atto offensivo, poi attestatosi nel significato
corrente) con Scagliamnto e Scagliatre; in percorso ancora Scagline
quale dente canino dei cavalli.
Eppoi Scagline questo attraverso il franc ECHELON scalino sovrapposto a
Scaglia con Scaglionamnto e Scaglionre
Nella tasonomia animale si conta lOrdine dei Folidti, mammiferi
squamosi, lemma composto dal gr PHOLIS PHOLIDOS scaglia-squama, da
OTOS orecchio.Termine alieno Folignte questo relativo al toponimo
Foligno.
Lomn Scaglire vale Disincaglire opposto a Incaglire dal prefissato sp
ENCALLAR incappare da CALLAR cui Caglire che sta fig per perdersi
danimo; il succitato Incagliare ha il suo omn in Incaglire che sta per
Accaglire da Cglio, questo dal lat COAGULUM latte coagulato (Ved
Radicale AG in Obiettivo), cui Caglire e le diverse attestazioni in
Quglio, Quaglire col prefissato Squaglire (S sottrattivo, anche fig
allontanarsi di nascosto) cui Squagliamnto e Squglio.
Il gr conta LEPIS LEPIDOS scaglia gi gr LEPION scaglietta, cui Lepdio
genere di pianta, Lepsma sorta di insetto dei Tisanuri e i composti
Lepidondendrcee (Famiglia di alberi, col gr DENDRON albero),
Lepidosuri (Sottoclasse di rettili, col gr SAUROS lucertola), Lepidosirna

50

e Lepidosirnidi (col gr SEIREN sirena), Lepita (sorta di fungo, con US


OTOS orecchio), Lepidtteri questo un Ordine dinsetti (con PTERON ala)
della Famiglia dei Pierdi, termine questo ispirato al lat PIERIDAE gi gr
PIERIDES che indentificava il patronimico di nove giovani (figlie di Piero)
tramutate in gazze dalle Muse.
Lepisma cos indicato il Pesciolino dargento che sannida nelle case per
cibarsi di carboidrati e zuccheri.
Da non contare in percorso i termini composti con il lat LEPOS LEPORIS
che sta per grazia, cui Lpido con lopposto Illpido (IN negativo) e
Lepidzza, Lepre piacevolezza arguta questo omn dello sdrucciolo
Lpore lepre, vrs sovrapposti o connessi alla rad. LEPUS LEPORIS, infatti,
(il cui genitivo omn del genitivo di LEPOS grazia) da tema med LEPRO,
in ital Lpre cui Lpore (omn di Lepore piacevolezza arguta), Lepridi,
Leporno, Leprno, Leprtto; il lat conta la locuzione CANIS LEPORARUS
cane da lepre, cui Levrire o Levriro con mutazione della p in v , diventato
un esot per il passaggio dal franc LEVRIER.
\ Canna Pistola Rivoltella
La bacchetta pu essere di canna; Cnna inv dal lat CANNA, dal gr
KANNA, dascendenza semita, cui Canncee (Famiglia della canne),
Cannio, Cannaila, Cannaldra (pertica, inc fig con Ladro), un Cannamle
(canna dolce, da zucchero), Cannarcchia o Canarccia, Cannareccine o
Cannareccine (sorta di uccello), i prefissati Incannre con Incannggio,
Incannta, Incannatio, Incannatre e Incannatra, la locuzione Canna al
vento, Cannta colpo di canna e il fig Cannre con lomn Cannta
sbagliare ed errore, Cannatllo, il fig Canneggire con Canneggiatre e
Cannggio (lant misurare con una canna standard), lomn Cannggio (tubo
degli strumenti musicali). Cannlla piccolo tubo con lomn Cannlla
corteccia aromatica dal dim CANNULA con linv Cnnula e Cannellto,
Cannelltto (doppio suff dim ELLO e ETTO), Cannellna, Cannellino sorta
di fagioli (doppio suff dim ELLO e INO) in omn con Cannellno sorta di
vino, Cannllo cui il prefissato Incannellre, Cannellne, Cannto (suff
ETO per collettivi) con Cannettto o il glb franc Cannet, Canntta,
Cannicciia da Cannccio dal lat CANNICIUS fatto di canna cui il prefissato
Incanniccita e Incannicciatra, Cannsta pescatore con canna (col suff

ISTA di collegamento ad un mestiere in omn col suff ISTA di


collegamento ai sostantivi in ISMO), Canncchia o Cancchia (omn di
Canocchia da Collo), Canncchio o Cancchio, il dim Cannlo con
Cannolcchio (doppio dim) sorta di mollusco snm di Cappa lunga,
Cannlo (per accezione, fig sorta di pasticcino altrimenti detto Lo scettro
del re dal XVII sec), Cannso, Canntto, Cannccia col prefissato
Incannuccire cui Incannuccita e Incannucciatra, Cannutglia o Canutglia
attraverso lo sp CANUTILLO da CANUTO cannello. Una pertica ornata di
fiori e che porti sulla sommit tre ceri posti a triangolo, quale strumento per
accendere i lumi e il cero pasquale, detto Arndine dal lat ARUNDINEM
canna, di etim non accertata; per si pu pensare a una connessione fig in
ambito indoeur con il franc ROND rotondo, poich laddetto alle accensioni
si muove attorno ai candelabri.

51

Ancora, Canle, dal lat CANALEM, sostantivo tratto dallaggettivo fig di


Canna, cui Canla, i dim Canaltta, Canaltto e Canalno, il toponimo
veneziano Canareggio, Canalcolo dal dim lat CANALICULUS cui
Canalicolre e Canalicolto, Calalizzre e Canalizzazine, laccr Canalne,
col denm Scanalre prefissato S intensivo cui Scanalto, Scanalatrce e
Scanalatra, col denm Incanalre prefissato IN illativo cui Incanalamnto,
Incanalto, Incanalatra. In Friuli, Canale vale, per estensione, vallata. A
prova di una primitiva matrice linguistica, il persiano, nellattuale Iran, conta
QANAT con valore di canale-tunnel sotterraneo, con tracce nel ventre di
Palermo costruiti dagli arabi.
Il percorso prosegue con Cannocchile questo sovrapposto a Occhiale
(pertanto non derivato da Cannocchia), ed infine laccr Cannne con i
derivati Cannonta, Cannoncno, Cannoneggiamnto e Cannoneggire,
Cannonira e Cannonire questo in campo sportivo snm di Marcatore e del
glb Goleador. Con i pref, si ha Scannllo taglio di carne questo omografo di
Scannllo cassetta, e ancora Scannre, Scannellre, Tracannre.
Il Cannone ha una lunga storia che incomincia dalla Lancia da fuoco
inventata in Cina nel 900 dC: successivi progressi si attingono ai documenti
depoca dal 1338 relative alle armi descritte nelle battaglie.
Il termine Calmire, che fa pensare ad una derivazione dal verbo Calmare,
invece lipocoristico dal gbz KALAMOMETREION che equivale ad una
canna, questa utilizzata quale unit di misura, passato dal veneziano
Calmedro e dal lat medv CALAMELLUM quale dim di CALAMUS canna,
cui ancora Celamlla con le diverse attestazioni in Ceramlla, Ciaramlla
con Ciaramellre, Ciramlla, attraverso il franc CHALAMELL ed infine un
Cennamlla.
Infine, in connessione col percorso di Canna, lital conta Canstra e Canstro
dal lat CANISTRUM gi gr KANASTRON, cui Canfora la fanciulla che
reca in capo un canestro (con oggetti di culto) dal lat CANEPHOROS gi gr
KANEOPHOROS (col gr PHOROS io porto), Canestrio, Canestrta,
Canestrto, Canestrllo, Cansta questo rientrato dallo sp CANASTA
canestro, laccr Canestrne sorta di mollusco, il glb ingl Canister tanica.
Il gr aveva sviluppato un KALATHOS paniere, cui il percorso con Caltide
e Calto sorta di paniere, fig di copricapo e di capitello.
Particolare canna il Bamb, questo omologismo glb dal franc BAMBOU
attraverso il ptg BAMBU di genesi malese BAMBU, cui Bambusia,
Bambuse o Bambusoide
(col suff OIDE simile al plur vale
Sottofamiglia di graminacee); dal bamb i cinesi traggono una sorta di
acquavite.
Pseudoetim nel percorso di Canna, lomologismo Cannbale (dal 1494) snm di Antropofago (questo gi in uso nel 1367) - dal caraibico CARIBE
transitato dallo sp CANIBAL, cui Cannibalsco, Canniblico, Cannibalsmo.
\ Una delle icone pi toccanti della passione cristiana la figura di Ges, legato alla
canna con una corona di spine intorno al capo ed un misero manto. \

Simile nellaspetto e nel portamento della canna lo Znzero, con la


variante Gngiovo cui Zingibercee (la Famiglia), dal lat-gr ZINGIBER
dorigine ind, in ar ZANJABIL. La locuzione Zenzerino di Toscana, invece,

52

indica una variet di peperoncino.


In ceco Canna PISTAL, cui il franc ed il ted PISTOLE, lomologismo ital
Pistla. Da altra ricerca, il termine deriverebbe dal toponimo Pistoia dove
sarebbe stata inventata da un certo Camillo Vitelli. La Pistola fu creata tra
laltro perch il cavaliere potesse nel contempo stringere le redini,
impossibile con luso delo fucile; la nascita di questarma praticamente
contemporanea al moschetto (XV-XVIII sec), di cui adotta la tecnica. In
percorso, Pistolro, Pistolettta, Pistoltto, Pistolire, Pistolno, Pistolne
con un Epistolne e Pistoltto. Il fig Pistla moneta indicava lo scudo
spagnolo di forma pi piccola di quello francese poich lo si paragonava
idealmente allarma della pistola pi piccola dellarchibugio.
Revolver, con Revolverre, Revolverta e Rivoltlla, invece il calco
dellingl TO REVOLVE girare, rimpatriati dal pref lat RE-VOLVERE cui
un raro Revolto.
Il Revolver detto anche Colt dal nome del suo inventore Samuel Colt
(1814/1862).
Queste armi vengono in genere portate rinfoderate, questo da Fdero dal got
FODR custodia della spada, cui Fdera, Infoderre, Rinfoderre. Oltre alla
canna, queste armi contengono il dispositivo cosiddetto a Grilltto, questo
vezzeggiativo tratto fig da Grillo sorta dinsetto; Grilltto anche snm fig
di clitoride.
Grllo sorta di insetto dal lat GRILLUM o GRYLLUM dalla serie
onomatopeica GR GR - GR GL (per il suo verso), in percorso Grillia
terreno sterile, buono solo per i grilli, Grillstro 1 sorta di Ortottero cui
Grllidi (la Famiglia), il composto Grillotlpa con Grillotlpidi (la Famiglia),
i fig Grillio sorta di falco e Grilltti attraverso il franc ant GRILOT
sonaglio. Il Grillo produce il suo caratteristico suono utilizzando le ali.
Grllo anche la denominazione di un vitigno mer dal quale si ricava il
Marsla, cui Marsalto, un vino dolce che prende il nome dal toponimo
Marsala.
Il percorso prosegue ancora in senso fig con Grglia, Griglita e il prefissato
Sgrigliatre (S sottrattivo), rispettando anche la serie onomatopeica,
attraverso il franc GRILLE per il caratteristico friggio del cibo cotto ai ferri
cui ancora Grillre con Grillettre e Sgrillettre (S intensivo); il franc
GRILLE riappare nellingl TO GRILL arrostire cui il glb Grill quale
ellittico delle composizioni Autogrll composto con Autostrada e simile e
Grill-room locale per grigliate
La locuzione Grigliata di carne mista ha il suo snm nellesot Churrsco, inv
dallo sp CHURRASCO dorigine onomatopeica e attestatosi in Brasile.
Griglia tra quei lemmi da considerare in un certo qual modo polisemico,
infatti pu indicare ora un componente elettrico o meccanico, ora un utensile
e addirittura usato in forma figurata.
1
Il suff *ASTRO, al fem ASTRA, dal lat ASTER, imprime al lemma un senso
intensamente peggiorativo, assimilabile al suff ACCIO-AZZO.

\ Roggia
Dal tema med ARRUGIA canale-cunicolo, lital ha coniato Rggia canale
artificiale da non equivocare quale fem di Roggio nel percorso di Rosso;

53

mentre dal tema sempre med AVINCO canale di scolo pervenuto


Vingne.
\ Vagina Guaina
Per il lat, VAGINA sta per fodero, vrs connessione rad con Vagllo (Ved
Vaso), svoltosi in ital nel significato corrente, cui lanatomico Vagna,
Vaginle, Vaginalte, Vaginsmo, Vaginte (straordinaria lassonanza con il
gr GYNE donna) snm di Colpite, i composti Invaginre (mettere nel
foderocui , Invaginamnto e lanatomico Invaginbile con Invaginazine,
Evaginre trarre dall foderaadottato in biologia cui Evazinazine. Il
napoletano, poi, ha tradotto il lat INVAGINARE mettere nel fodero in
Ammainre o laferetico Mainre, termine semant in ital nel significato
corrente. Dal lat VAGINA, a seguito del passaggio long del gruppo VA in
GUA e lenizione totale della consonante intervocalica g, sorta la voce ital
Guina o Guana, donde Guainnte, Inguainre con Inguainto, Sguainre
con Sguainto. Dalla forma di guaina del frutto, stato coniato fig il lemma
Vanglia o Vainglia dallo sp VAINILLA quale dim di VAINA vagina, cui
Vaniglito, Vanillna o Vainiglna o ancora Vaniglna
\ Nellaromaterapia, il profumo della Vaniglia indicato per attenuare la sensazione di
fame. \

Il velo che sigilla la vagina della donna vergine detta Imne, dal gr
HYMEN membrana cui Imenoplstica; lemma attestatosi anche nel snm di
Nozze, cui Imenico, Imeno. Dal suo significato originale di membrana,
lital conta Imnio e Imenomicti sorta di funghi questo composto col gr
MYKETOS fungo, Imentteri Ordine dinsetti apocriti (col gr PTERON
ala a membrana) al qiale appartiene la Famiglia degli Evnidi dal lat
EVANIDAE di Genere EVANIA caratterizzati da livrea nera.

AMMAZZARE
Ammazzre ci viene, infine, dal lat MATEA, cui il dim class
MATEOLA bastone. Il lemma ha condotto al lat MACTARE
sacrificare svoltosi nellital Mattre uccidere, nello sp MATANZA
con MATADOR, da MATAR uccidere, cui ladattamento ital
Mattanza. Ammazzare, quindi, verbo fornito di pref allativo AD,
usare il bastone, la Mzza, svoltosi nella semant di letale. Mazzre
ed il suo rafforzativo Ammazzare si sarebbero dunque attestati nello
specifico di uccidere, complice una certa pratica ereditata dai greci;
Pericle, infatti, quando nel 439 sed la rivolta di Samo, fece legare i
prigionieri nellagor di Mileto, per finirli a colpi di mazza. Col pref
S durativo, si ottiene Smazzre che varrebbe colpire con la mazza.
Una delle pi offensive armi medv era, infatti, la MAZZA, un
bastone corredato di micidiali appendici appuntite che non lasciava
speranze di sopravvivenza al disgraziato colpito.Vrs, per la loro
antichissima affinit, Mazza il termine sdoppiatosi dal percorso di
Masso, Massa, Ammassare, Massacro... (Ved Massa...). Attraverso il
labirinto dei percorsi semantici, sta tentando, infatti, di guadagnarsi
vitalit il termine Ammazzera, che ricalcando il franc TUERIE, in
54

snm con strage, massacro, eccidio... aspirerebbe al posto per


unulteriore, distintiva sfumatura. Mazzolre (adottato dal XVIII sec)
da Mazzola con Mazzolta sono i corrispondenti (snm) di Bastonare
(dal XVI sec) con Bastonata e Abbacchiare (gi dal 1327) con
Abbacchiata (talvolta nel senso terminale di Ammazzare), ma ha
assunto volg - anche con la contrazione Mzzo - sfumature
metaforiche quali rimprovero umiliante, sconfitta al gioco delle
carte, fallimento Nella forma mas, Mzzo, Mazztto sta per
insieme di pi cose legate, specialmente come riferimento a fiori,
erbaggi, carte da gioco... Relativo al gioco delle carte, Smazzre, con
pref S estrattivo, sta per dare le carte togliendole dal mazzo, pi
comune dellomn Smazzre colpire con la mazza con pref S
intensivo. Mazztta anche linsieme lecito o illecito di banconote,
semant tangente. Rispetto a Basto e Baculo, dai termini Mazza e
Mazzo c stata dunque una straordinaria prolificazione:
Mazzacavllo, Mazzta (fig danno repentino), Mazzafrsto,
Mazzapcca, Mazzernga, Mazzettire, Mazzire, Mazzcchio un ant
copricapo maschile e germoglio di (mazzetto di) cicoria, gli arnesi
Mazzla (Mazzula), Mazzlo (Mazzulo)... Con il pref STRA, che
continua il lat EXTRA, si compone il termine Stramazzre,
letteralmente abbattere con un colpo di mazza, con i derivati
espliciti Stramazzta, Stramzzo, Stramazzne... Sovente pu
ritrovarsi in locuzione Stramazzare con una bastonata; come nel
caso di tarpare le ali (Ved Tarpea...), potrebbe risentire di
pleonasmo, ma il termine si oramai semant svolto in cadere
pesantemente a terra a seguito di un malore, una caduta, un pugno,
un colpo contundente... Stramzzo il cadere pesantemente a terra
conta altri due omonimi quali Stramzzo apertura di sicurezza
operata (a colpi di mazza) agli argini fluviali, etim puro, e Stramzzo
elementare giaciglio creato con un sacco, pseudoetim perch
derivato da Strme stoppia dal lat STRAMEN di STERNERE
distendere, cui il prefissato Strameggire mangiare strame (pref
intensivo STRA) e ancora, in connessione o sovrapposizione,
Stramnio sorta di pianta delle Solanacee gi lat medv
STRAMONIUM dal class STRUMUS al quale stato aggiunto il
suff MONIO ci che compete.
Il lat MATEA cui MATEOLA bastone oltre al gr MAKHE battaglia,
allo sp MATAR e allital Mattanza, nellarea comune indoer in
connessione col ger MAHT forza cui lonomastico Matilde
(composto con HILD battaglia) che vale coraggiosa in battaglia in
concorrenza col celt Mafalda.
\ Clava Randello

55

Clva, inv dal lat CLAVA, nel percorso semantico della rad indoeur
KELA-K(E)LA battere, cui il lat CELLERE battere; in percorso rad, un
Giva quale corruzione sett cui Giavne snm di Panicastrella, Chive dal lat
CLAVIS gi gr KLEIS KLEIDOS, cui la locuzione di vendita Chiavi in
mano, le composizioni Cleithrofoba o Cleisiofoba e Clithrofoba o

Cleithrofoba panico di essere rinchiusi con una leggera sfumatura


rispetto a Claustrofobia, questa per gli spazi chiusi non
essenzialmente desservi rinchiusi.
Eppoi, Chiavistllo con Inchiavistellre (nel chiudere, battono) questo
sovrapposto a CLAUSTELLUM dim di CLAUSTRUM serratura cui
Chistro o Clustro con Chistra dal plur CLAUSTRA, Chiostrire, e
Chiostrna sorta di pozzo di luce nei caseggiati, il prefissato Esclaustrto
con Esclaustrazine (dal lat eccl EX CLAUSTRATIO fuori della comunit
ma legato allosservazione delle regole) eppoi Clde dal lat CLADES
abbattimento, strage, Cleidomanza con Cleidomnte e Cleidomntico
(divinazione attraverso le chiavi). Inclume con pref IN privativo da IN
COLUMIS vale esente dal danno, quindi il ragionamento scorrerebbe in
Clume colpo-di-clava e Inclume non-colpo-di-clava (non lha
ricevuto). Proclla, con Procellso, col pref PRO a favore, vale che
favorisce, provoca abbattimenti, danni cui Procellria (adottato nel 1804)
snm di Gabbiano (XVII sec) e Diomedea (gi adottato nel 1797), che
svolazza in terraferma lontano dalla tempesta in mare, cui Procellarifrmi
(lOrdine). Nel volg mer esiste il termine Chianca dal lat CLANCA, con
Chiancone e Chiancarella, che stanno rispettivamente per masso, grosso
masso, piccolo masso, vrs in connessione col turco KANCA questo con
valore di ricurvo. La rad KELA avrebbe condotto allital Chla unghia
biforcuta e battente, meglio Chle, dal lat CHELAE gi gr CHELE cui
Chelnte e Chelto, Chelicerti (Sottotipo di Artropodi, con KERAS corno),
Chelcero, Chelfero, il patologico Chelide (suff OIDE simile), il gr
CHELYS testuggine cui Chli (la Lira suonata da Mercurio, fatta col guscio
di testuggine), Chlide testuggine, Chlidi (la Famiglia), Cheldra
testuggine dacqua con Cheldro serpente dacqua (col gr HIDOR
acqua), Chelni (Ordine di rettili) snm di Testudinati, ed ancora al gr
HELOS chiodo donde il composto fig Elodrma (sorta di lucertolone dai
numerosi tubercoli). Il termine Clava sarebbe legato a Chido, questo dal lat
CLAVUS per lazione del percuotere, cui Chiodia, Chiodme e
Chiodatra; luso del Chiodo documentato sin dal 3000 aC.
Sorta di Giubbotto di pelle nera, sovente con compimenti metallici,
definito Chiodo in gergo giovanile.
In percorso, il prefissato Inchiodre cn Inchiodamnto, Inchiodto,
Inchiodatre, Inchiodatra e il composto Inchiodacrsti snm di Agutoli, un
arbusto dai rami spinosi, con i quali pare sia stata fatta la corona di spine per
il Cristo; il gr conta GOMPHOS chiodo cui Gonfsi (termine danatomia,
suff medico OSI) e Gonfrna (termine della botanica, col gr PHREN
PHRENOS membrana). Dal termine lat CLAVIS chiave derivano
Clavicmbalo (cembalo a chiavi), Clavcola (dim lat e sta per piccola

56

chiave) e, nel senso di chiudere attraverso il gr KLEISTOS chiuso, i


composti Cleistogama e Cleistgamo, Conclve chiuso a chiave questo
quale istituzione della Chiesa cattolica per eleggere il papa e che dal XV sec
si svolge nella Cappella Sistina, Enclve, questo rimpatriato dal franc
ENCLAVER, che s semant piccola porzione di Stato chiusa in altro
Stato (Campione dItalia in Svizzera) snm di Exclve con sostituzione del
pref , e Succlvio, questo sta per muscolo sotto la (chiuso dalla) clavicola.
Dal dim lat class CLAVICULA di CLAVIS, il lat tardo avrebbe avuto
CABICOLA, cui Cavcchia e Cavcchio, questo anche chiave per gli
srumenti a corde col snm Cavglia (omn di Caviglia del piede) cui
Caviglira, Caviglire (anche parte della chitarra snm di Paletta, dove hanno
sede le chiavette), Cavigliatio, i prefissati Accaviglire cui Accavigliatre e
Accavigliatra, Incavicchire con Incavicchiatra, Incaviglire con
Incavigliatra e Scaviglire; eppoi Cavglia (del piede) questo transitato dal
prvz CAVILLA con ancora Caviglira. Il mas Chiavcchio, con
Chiavicchira e le diverse attestazioni in Caviccilo, Caviccile, Caviccilo
e Cavicciulo, sarebbe un parasnm, poich pare derivato dal dim di CAPUT
testa, quindi sta per piccolo capo. In ordine al lemma corrente Chiave, si
conta Chiavrda (col suff ARDO aumentativo) con Chiavardre e
Inchiavardre. Il verbo dazione Schiavaccire da Chiavccio, col pref S
intensivo-durativo, sta per chiudere col catenaccio, mentre Schiavardre
composto col pref S privativo e sta per privare dalla Chiavarda (grosso
perno). Il termine Chiave prolificato ancora in Chiavio, Chiavre con
Inchiavre, Chiavatra, Chiavllo, Chiaverna, Chiavtta con Inchiavettre,
Chivo (snm di chiodo), il composto Chiavacuri snm di Rubacuori.
Chiavistllo, infine, nasce dallinc del lat CLAUSTELLUM (dim di
CLAUSTRUM serratura) con CLAVIS. In connessione il glb franc Clou
chiave attestatosi in apice, culmine di un evento. Il volg fig Chiavare,
oltre allancora fig Scopare, ha il suo snm in Fttere fig dal valore di
ingannare e da questo il superlativo Strafottnte, dal lat medv FUTTERE gi
class FUTUERE sovrapposto a Battere, cui Ftta, Fotto e Fottto. I
percorso prefissato S intensivo conta Sfttere, Sfotticchire, Sfottimnto,
Sfottitre, Sfottitra, e un popooloare Sftt.
Il got conta RANDA bordo esterno dello scudo o pi in generale di una
cosa tondeggiante, connesso con il franc RONDE di Rondare dal lat
RETUNDUS. Da RANDA pare sia derivato lant utensile da falegname
Rnda (specie di compasso, dunque tondeggiante) cui fig il dim Randllo
passato semant a bastone (in realt, un compasso chiuso di legno pu
avere le funzioni di bastone) donde i snm Manganello e Sfollagente, con
Randellre, Randellta e il prefissato Arrandellre (pref AD); il termine s
poi attestato nel significato marinaresco di vela di taglio cui Randeggire
che vale bordeggiare e Randsta (col suff ISTA di collegamento ad un
mestiere in omn col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO), con
le locuzioni Randa aurica e Randa svedese. Lital conta un glb franc
Randonne corsa furiosa di genesi ger, vrs connesso alla rad, attraverso
varie attestazioni fig, col got RANDA; cos potrebbe essere stato per il glb
ingl Random nel senso di casuale, utilizzato nel linguaggio informatico,

57

cui lomologismo Randomizzre con Randomizzazine. Il got RANDA vrs


conneso in area rad indoeur col RHAKOS randello cui lital Racforo sorta
di Anfibio col suff di tema gr PHERO io porto.
Grimaldllo, infine, la chiave dei ladri, il termine di uno strumento da
forzatura ispirato a un Grimaldo, vrs noto scassinatore.
\ Chiudere Bloccare
Chidere dal lat tardo CLUDERE dal class CLAUDERE con rad KLEUD,
cui il gr KLEISTOS chiuso, il percorso ital Chiudnda, Chisa, Chiusno,
Chiso, Chiusra, i prefissati Acchidere (snm di Accludere), Conchidere
(snm di Concludere), Dischidere con Dischiso, Inchidere snm di
Includere, Schidere con Schiudimnto, Schisa e Schiso; il gr conta
KHAINO schiudo cui Achnio (botanica frutto secco, pref A privativo).
Frutti cosiddetti ad achenio appartengono ad una pianta erbacea chiamata
Inula-nula inv dal lat INULAM di genesi sconosciuta cui i termini chimici
Inulsi e Inulna. In linea esplicita dal lat, lital conta Clusola dim dal lat
CLAUSA parentesi con Clausra. Chisa bisogno di spiegazione (in
origine con valore di Idiotismo) linc tra Glossa e CLAUSA, cui Chiosre
e Chiosatre; Chiosa ha il suo omn in Chisa che vale macchia, chiazza e
monetina falsa da gioco. Chisco invece lomologismo dal turco KOSK
villetta o simile, cui Chioscro, tra laltro omologato nellingl KIOSK;
dallingl TO GAZE guardare, lital conta ancora Gazebo chiosco da
giardino o simile omologato inv dallingl GAZEBO.
Infine, con i pref, Accldere (snm di Acchiudere) con Acclso, Concldere
(snm di Conchidere) con Concludnte, Concludnza, Conclusine,
Conclusionle e Conclso, Escldere, o Eschidere, con Esclusine,
Esclusva, Esclusivamnte, Esclisivsmo, Esclusivsta (col suff ISTA di

collegamento ai sostantivi in ISMO, in omn col suff ISTA di


collegamento ad un mestiere), Esclusivstico, Esclusivit, Esclusvo,
Esclso ed Esclusrio, Incldere (snm di Inchiudere) con Inclusine,
Inclusivamnte, la locuzione glb ingl Inclusive tour viaggio turistico tutto
compreso, ed Inclso, Occldere con Occlusine, Occlusvo, Occlso e
Occlusre, Precldere con Preclusine, Preclusvo e Preclso (pref lat PRAE
prima), Socchidere con Socchiso (pref lat SUB). Attraverso il franc
FORCLUSION, lital conta lomologismo Forclusine quale termine della
psicologia, gi ted VERWERFUNG rifiuto.
Lingl, in ambito comune delle rad indoeur, conta TO CLOSE chiudere cin
CLOSED chiuso cui la locuzione glb Close up primo piano in
terminologia foto-cinematografica con UP sopra.
Dallol BLOKHUIS posto di sorveglianza (casa fortificata), attraverso il
franc BLOCUS, lital conta lomologismo Blcco chiusura snm di Lotto,
cui Bloccbile, Bloccggio, Bloccamnto, Bloccre, Bloccta, Bloccto,
Bloccatra e le composizioni Blocconavtte, Bloccaruta, Bloccastrzo;
attraverso il franc BLOC, comunque sempre dallol BLOK tronco
squadrato, lital conta ancora fig Blcco massa compatta cui Blocchtto
con i glb Block-notes o Bloc notes, Blocchira, Blocchsta. Il franc conta
comumque un proprio ant LOC chiusura, svoltosi in LOQUET, donde
lomologismo Lucchtto.

58

\ Gabbiano
Gabbino dal lat volg GAVJA gi class GAVIA, sorto da una voce
despressione soggettiva cui Gabbiano reale, Gabbiano russo, Gabbiano
zafferano. Diomeda, invece, cos chiamato il grosso gabbiano delle isole
Tremiti, del Gargano e della sua costa, dove secondo il mito fu sepolto
Diomede, cui Diomedee (altro nome delle Tremiti), Diomedidi, questo snm
di Albatri, la Famiglia dei Procellariformi. Il lat scientifico conta LARUS
gabbiano cui Lridi, Famiglia di uccelli dellOrdine de Caradriformi.

Il toponimo Tremiti dal lat TRIMERUS gi gr TRIMEROS tre


parti-tre isole da MEROS parte.
Sorta di gabbiano, ovvero Genere di uccello marino dei Procellariformi,
detto Puffno, omologismo dallingl PUFFIN, al quale G. Pascoli dedica una
poesia nella silloge Mirycae del 1891.Il termine, adottato dal 1804, ha il snm
in Brta.
\ Paronomasia Paronimia
Paronomasa, termine composto con il gr ONOMASIA denominazione da
ONOMAZEIN chiamare per nome, e il pref PARA vicino, racchiude
retoricamente lavvicinare nella stessa frase due o pi parole assonanti ma di
significato completamente differente; per esempio, Accolita dal rad di
Accogliere e Accolito dal gr AKOLYTHOS compagno di strada; // ch'i'
fui per ritornar pi volte vlto // Dante.
Luso improprio provoca risultati di bisticci e, alla meglio, pu essere
equivocata con lAllitterazione; la Paronomasia, infatti, comunemente
indicata con bisticcio o annominazione, una semplice questione di
sonorit morfologica, mentre lAllitterazione si riflette sugli intenti
metaforici o semantici che lautore vuole imprimere.
Nella poesia, la Paronomasia configura il far cominciare la strofa con
lultima parola della strofa precedente, o con una parola contenuta
nellultimo verso della strofa precedente.
La Paronima, con Paronmico, termine composto col gr ONYMA nome,
definisce due o pi parole di diversa estrazione etim (lemmi alieni o
pseudoetim), ma somiglianti nella forma; il Parnimo, viepi, indica un
termine che contiene una lieve modificazione in relazione alla sua storia
etimologica, quale il lat DOCTOR dottore da DOCERE insegnare; in
sintesi, parola simile ad unaltra ma diversa nella forma.
La differenza sostanziale con Paranomasia che la Paronomia non
ricercata ai fini di una retorica, ma coincidentale nel testo quando non duso
obbligato; i luoghi comuni in locuzione quali Chi dice donna dice danno, Il
traduttore sempre un traditore, Onore ed oneri ne sono un esempio.
\ Prefisso *META
META, con i suoi adattamenti, il pref derivante dal gr META, con valore
di con-fra-dopo, nel senso di mutamento, trasposizione, partecipazione,
successione, posterit, donde una nutrita serie di prefissati quali Metbasi
dal gr MATABASIS da un discorso allaltro, Metabiolgia, Metabisi (col
gr BIOSIS metodo di vita), Metbole dal gr inv METABOLE trasferimento,
mutazione (dal gr BOLOS di BALLO io metto) con Metablico,
Metabolsmo, Metablita o Metablito, Metabolizzre con Metabolizznte,

59

cui Ametbolo (col pref A privativo vale che non muta), Emimetbolo
(col pref EMI met vale mezza mutazione) Olometbolo (col pref OLO
dal gr HOLOS intero vale mutazione completa), Paurometbolo (col pref
dal gr PAUROS poco vale mutazione parziale); eppoi
Metacinematogrfico, Metacognitvo con Metacognizine, Metacrilto (vale
acido metacrilico da Acrilico 1) e Metacrlico, Metacrtica, Metacromasa
con Metacromtico e Metacromatsmo, Metacronsmo, Metadnamo,
Metaemoglobna o Metemoglobna,, Metatica, Metafilosofa con
Metafilosfico, Metafse (in Citologia), Metfisi (anatomia, vale tessuto tra
Difisi dal gr DYAPHYSIS crescenza ed Epfisi dal gr EPIPHYSIS sovra
crescenza, questo in relazione con Ipfisi), Metafsica (oltre la fisica) con
Metafisicre e Metafisichera, Metafonsi con Metafontico, i
parapsicologici Metafona e Metafnico, Metafrste (traduttore, col gr
PHRAZO parlo), Metagalssia con Metagalttico, Metagnesi con
Metagentico, Metageometra, Metagiurdico, Metagrmma, Metaldide, il
termine retorico Metalpsi o Metalssi sorta di metonimia 2 dal prefissato
gr METALEPSIS trasposiziome, Metalessicografa, Metaletterrio con
Metaletteratra oltre il tradizionale da appiare a Metalinguggio con
Metalingustica e Metalingustico oltre il linguaggio concreto, eppoi
Metalmnio strato intermedio di un lago col gr LIMNE lago, Metalgica
con Metalgico, Metamatemtica, il biologico Metamera (dal gr MEROS
parte) con Metamrico, Metamersmo, Metamerizzazine e Metmero,
Metamioglobna, Metamttico col gr MIKTOS mescolato, Metamorle,
Metamrfosi trasformazione (col gr MORPHE forma) con Metamorfosre
e Metamorfosto, Metamorfsmo ed Esometamorfsmo (doppio pref dal gr
EKSO fuori) e ancora Metamrfico e Metamorfizzre, Metamotre,
Metanarravo e Metanarrazine, Metanuplio da Nuplio stato larvale
iniziale dal gr Nauplios il nome del figlio di Poseidone, il dio del mare, e
quindi connesso con il gr NAU, riconducibile al gr NAUTES navigante,
Metania, Metanrma, Metaplasa mutazione cellulare verso il tumore
(suff PLASIA) cui Metaplstico, il biologico Metaplsma, il linguistico
Metaplsmo modellato diversamente dal gr METAPLASMOS,
Metapschica,
Metapschico
e
Metapsichsta,
Metaromnzo
e
Metaromanzire, Metascinza, il linguistico Metasema (col gr SEMA
segno) cambiamento di significato, il mineralgico Metasomatsmo o
Metasomatsi (col gr SOMA corpo che qui vale massa rocciosa), il fisico
Metastbile, Metstasi (spostamento della stabilit, la riproduzione di un
processo tumorale, col gr STATIS stabilit) con Metasttico,
Metastatizznte e Metastatizzre, Metastria con Metastoricit e
Metastrico, Metatrico, Metatsto con Metatestule, Metatorce, Metazi
(Sottoregno animale col gr ZOION animale), Metemprico, Metempsicsi
(propriet che avrebbe lanima, gr PSYKHE anima, di passare da un corpo
allaltro), infine Metdo e Metdico (fra la strada, la strada che si percorre,
in senso fig, col gr HODOS strada). Il Metco (plur metci per il Garzanti e
metchi per Marcel Brion) dal gr METOIKOS, dalla composizione METAOIKOS (casa), era nella Grecia Antica il forestiero che, pur stanziatosi nel
comprensorio di una citt, non fruiva di tutti i diritti e doveri spettanti ai

60

cittadini veri e propri, ovvero lomologo extracomunitario doggi,


limmigrato.
1
Dal franc ACRYLE radicale monovalente, lital conta Acrilto, Acrlico con i
composti Acrilammde, Acrilonitrle; sorta di tessuto acrilico il Drlon marchio
registrato in concorenza con Leacrl altro marchio registrato entrambi dal 1961.
2
Il fenomeno retorico della Metalssi accade quando il termine viene traslato non in
un suo immediato ma attraverso una o pi metafore; per esempio, loronimo Monte
Canino arriva attraversando Vetta-Punta-Dente - Dente canino, oppure in una
locuzione quale Siamo ancora ai lamenti in riferimento ad una persona cara
scomparsa.

\ Metafora Allegoria
Metfora, dal gr-lat META-PHORA mutamento-trasferimento-portare oltre
da METAPHERO trasferisco (suff gr PHERO io porto), definisce una figura
retorica in cui il significato esplicito del primo termine traslato, ovvero
semant diverso, in un termine intermedio che accomuna propriet con un
terzo. Insomma, quale esempio, dal primo termine Cima arriviamo al terzo
termine Dente, transitando dal termine intermedio che li accomuna
aguzzo; quindi , il dente della montagna la metaf di Cima grazie al
termine aguzzo.
Unegregia metaf deve sapere doriginalit, che non ricalchi quelle
tradizionali, oramai discreditate in luoghi comuni (simbolismi, similitudini),
nella banlit come Agnello per Innocenza, Fuoco per Passione, Tramonto
per Vecchiaia, Viale per Esistenza o Vita; Viale del Tramonto un film di
successo del 1950, diretto da Billy Wilder, con Gloria Swanson e William
Holden, che percorre gli ultimi fotogrammi di vita di unanziana diva del
muto. In percorso con Metafora, si contano Metaforeggire,
Metaforicamnte, Metafrico, Metaforsmo e Metaforizzre.
Da non equivocare con la Similitudine, una figura retorica che vuole un
paragone mediante avverbi o locuzioni, quale Quel lottatore imponente
come una montagna, una frase che si muta in metafora affermando invece
Quel lottatore una montagna.
Qualora si faccia ricorso a pi metafore in seno ad un unico testo, questo
diviene allegorico. Allegora, dal gr ALLEGORIA (ALLOS-AGOREUEIN)
parlare diversamente (pref ALLOS altro) connesso col gr AGON che in
questo caso assume fig il senso verbale, vale infatti una metafora continuata.
La Divina Commedia 1 unopera allegorica. In percorso, Allegrico,
Allegorsmo (adottato dal 1920) con Allegorsta, Allegorizzre, la locuzione
carnevalesca Carro allegorico.
1
In un tentativo di creare una contrapposizione soggettiva alla Divina Commedia,
Francesco de Santis, battezz il Decamerone di Boccaccio Terrestre Commedia.

\ Deverbale e denominale - Intensivo


Per sostantivo e aggettivo Deverbale, o solo aggettivo Deverbativo,
sintenda il termine ricavato da un verbo, cui Chiacchiera da Chiacchierare e
Vglia, questo un sostantivo devb estratto dalla prima persona sing di
Volere, dal lat volg VOLJO da VOLEO similmente a Doglia dal lat volg
DOLIA da DOLEO. Chiacchierre, cui Chicchiera e Chiacchierta,
Chiacchierto,
Chiacchierccio,
Chiacchierno,
Chiacchiero
e
Chiacchierne, il termine derivato da Chierere per Chiedere, dal lat

61

QUAERERE cercare, ricostruito da una forma onomatopeica CL CR (Ved


Censura in Mago); snm di Chiacchierata Sciarda, con Sciaradsta,
attraverso il prvz CHARRADO chiacchierata.
Ldo, dal lat LAUDUM, termine giuridico apparso per la prima volta in un
documento ad Orvieto nel 1353 e tornato dattualit nel 2000 grazie ad un
evento giudiziario di richiamo nazionale, che sta per decisione arbitrale e
per estensione transazione- compromesso ed il sostantivo devb del verbo
LAUDARE. Lde, ancora connesso con LAUDARE, dal lat LAUS con
genitivo LAUDIS, cui il percorso fedele al lat quali Luda componimento
poetico, Laudbile, Laudatvo, Laudatre, Laudatrio e Lude; il percorso
corrente quali Lodbile, Lodabilit, Lodre, Lodatvo, Lodatre, Lodvole
questo con suff ital di aggettivo verbale attivo EVOLE, eppoi i prefissati
(IN negativo) Illaudbile, Illaudto e Illodbile. Adulre pare connesso con
LAUDARE, anche quale snm, ma in realt deriva dal lat ADULARI detimo
non accertato, cui Adulbile, Adulatre, Adulatrio, Adulazine. Fuori
percorso Adulria (minerale) relativo ad Adula lantico oronimo delle Alpi
Lepontine cui Adularescnza questo modellato come Florescenza; tuttavia si
potrebbe pensare ad una forma intensiva, in connessione o in
sovrapposizione, per esempio, con il verbo URULARE, questo intensivo di
ORARE parlare. Il lemma Alldola o Ldola cui Lodolio sorta di falco o
ancora il poetico Aluda inv dal lat ALAUDA cui Aludidi (la Famiglia),
che pare abbia delle connessioni fig con LAUDARE, merita una maggiore
attenzione: dal lat ALAUDULA, dim di ALAUDA dorigine celt, la A
iniziale era stata considerata come pref AD; c di pi, con laferesi dello
pseudoprefisso A, il termine si muta in LAUDULA e qualcuno poi, nel
volg, lo ha trascritto in LALODOLA e qualcun altro in LA LODOLA, da
questo, infine, lattestazione di Ldola complanare ad Allodola. Agli aludidi
appartiene la Tottavlla sorta dallodola, termine considerato dorigine
onomatopeica, ma si potrebbe pensare ad una composizione volg da in
tutta la villa ovvero uccello diffuso in tutta la campagna.
Per Denominale, viceversa, sintenda un verbo costruito da un nome, cui
Ingabbire da Gbbia questo dal lat volg CAVJA gi CAVEA cui la variante
Gggia dal genovese Gagia, omn di Gagga dal gr AKAKIA cui lital Accia
snm di Mimosa o Robnia questo dedicato al botanico Robina da Linneo,
altrove citato con J. Robin, che ne introdusse i semi in Europa (1601); tra le
Acacee si conta il Catec, con ladattato Cateclo, omologismo dal malese
CACHOU attraverso il franc CATECHU, cui Catechna (suff chimico INA),
il composto Catecolammna o Catecolamna. Nel percorso di Gabbia lital
conta Gabbiio, Gabbita (linsieme di uccelli in gabbia), il termine
marinarsco Gabbire dalla locuzione Vele di gabbia, i dim Gabbitta,
Gabbila e Gabbitto, laccr Gabbine con Gabbionta (opera idraulica);
variante di Gabbia un ant Ciba o Giba (XIII sec).
Gbbia, oltre al significato corrente, assume svariate attestazioni fig o
semant quali vela quadra nella nautica snm di Terzarolo, strumento di
tortura, recinto da lancio in atletica, ostacolo nelle gare dippica, intelaiatura,
museruola, armatura in edilizia, la locuzione fisica Gabbia di Faraday snm
di Schermo elettrostatico a difesa dei fulmini, il foglio in editoria dove

62

compreso (ingabbiato) il contenuto di una pagina, infine la locuzione


anatomica Gabbia toracica.
Il lemma Gabbo, nella terminologia delle saline, detimo non accertato,
vrs connesso con Gabbia da CAVEA.
Cos per Ghbbio gozzo delluccello quale devb dal toscano Ghebbire e
Inghebbire, cui il veneto Ghebo piccolo canale naturale, vrs connesso con
il lat CAVEA cavit.
Viggio il sostantivo diretto discendente dal lat VIATICUM transitato dal
prvz VIATGE, cui il verbo denm Viaggire.
Una diversit, invece, va assegnata a termini quali Prsa (anche in
terminologia elettrica, associato a Spina), Ppres sostantivato e volto al fem
da Prndere, Prso-Prsa, Presme (dal Pp Preso come Rottame da Rotto,
col suff AME per collettivi); Prendere inv dal lat tardo PRENDERE, dal
class prefissato PRAE HENDERE, cui Prendbile, Prenditre, i composti
Prendinta, Prendisle; il lessema da rad GHED afferrare cui Edera-dera
da HEDERA con Ederceo, Ederlla, Ederfero e Ederso; il gr conta lo
specifico KISSOS edera cui Cisside col suff OIDE simileadottato in
geometria. Straordinaria una vrs connessione con lingl KISS bacio,
riflettendo sulla propriet delledera di baciare le pareti o le sedi dove si
arrampica.
\ Un proverbio marchigiano recita che Prendere e mai dare non pu durare per la
vita. \

Ancora col pref PRAE davanti, Prda, Predre, Predatre, Predne, Prnsile
questo dal Pp PRENSUS dal class PRAE HENSUS (svoltosi nel tipo ital
come in Fissile e Pensile) con Prensili, Prensine dal tardo PRENSIO
PRENSIONIS, Prigine o Pregine attraverso il franc PRISON con
Prensilit gi lat PREHENSIONEM con Prigionia, Prigioniro o Prigionire
e, con i pref Apprndere da ADPREHENDERE con Apprendbile,
Apprendimnto, Apprendsta con Apprendistto, il Pp Apprso, eppoi
Apprensbile da ADPREHENSIBILIS con Apprensva, Apprensine e
Apprensvo, Comprndere con Comprensine, Comprensvo, Comprso e
Comprensrio, Comprendnio questo inc lemmatico di Comprendere con
Testimonio dallimmagine di chi fa comprendere i fatti accaduti tramite la
deposizione; Depredre con Depredatre e Depredazine, Disapprndere,
Imprndere con Imprenditre, Imprenditra e Imprsa (pref IN illativo) cui
Impresrio, Intraprndere, Intraprendnte e Intraprso, Rapprndere e
Rapprso col pref RA-D, Reprndere con Reprensine, Reprensbile e
Irreprensbile (doppio pref IN negativo), Riprndere, gi Reprendere, con
Riprendimnto, Riprenditre, Riprnsbile, Riprensine e Riprensre tutti
col pref RI iterativo, Soprapprndere con Soprapprendimnto, Sorprendnte
con Sorprndere e Sorprsa col pref SOR vale prendere da di sopra.
Termine particolare nel percorso di Prendere il prefissato Rappresglia
(pref RA-D) dal medv RAPRESALIA dal prefissato REPRESA presa in
cambio. Il gr conta LAMBANO io prendo donde LEMMA LEMMATOS
riflesso nel lat LEMMA premessa-assunto cui Lmma (adottato dal XVI
sec) con valore di proposizione, titolo o sommario, voce e locuzione
elencati in dizionario, snm di Articolo con Lemmrio, Lemmtico,

63

Lemmatizzre, Lemmatizzazine; il termine Lemma preferito nella


terminologia dellOmologismo.
In alcune composizioni LEMMA vale fig involucro-scorza quale premessa
del contenuto interno.
Per verbo intensivo, invece, ereditato dal lat, sintenda la mutazione dalla
voce normale di un verbo allo scopo di porre in forte rilievo il significato,
cui QUASSARE crollare da QUATERE scuotere svoltosi nellital Scassre
con EX estrattivo (omn di Scassare cancellare e Scassare levare dalla
cassa), ma anche Squassre (Ved Accasciare in Cascina) con Squsso e
Squatarla (snm di Pivieressa); il percorso conta ancora il volg composto
Scassaczzi e Scassaqundici (gioco della morra).
In ital, allora, leffetto intensivo dato dai pref, come Incutere dal lat
CUTERE, Stemperare da Temperare, Stracarico da Carico.
\ Ciarlare Ciaccolare Cianciare Cianfrusaglia
Snm di Chiacchierare (adottato nel XVI sec) Ciarlre (gi dal XIV sec) cui
Cirla, Ciarlatno questo inc di Ciarlare con un Cerretno (da Cerreto di
Spoleto noto nel medioevo per la provenienza dei primi ambulanti),
Ciarliro, Ciarlne, Cialtrne questo inc di Ciarlne con Poltrone. Il borgo
storico di San Severo, nel foggiano, chiamato volg Ciarriere, il quartiere
popolare dove pi si ciarla. Altri snm, Ciaccolre (XVI sec) da Ciccola con
Ciaccolso e il volg veneto Ciacolare con Cicola, di genesi onomatopeica
vrs dal tema di CIA C schiocco; Ciancire (XIV sec) da Cincia con
Cianciamnto, Cianciatre, Cianciso, la variante Ciancicre con
Ciancicne, una seconda variante Cianciuglire con Cianciugline, il
composto Cianciafrscola e Cianciafrscolo cui la variante Cianfruscglia o
il corrente Cianfrusglia meglio Cianfrusglie, con ancora Cianfruglire o
Ciafruglire col devb Cianfrglio o Ciafrglio e Cianfrugline o
Ciafrugline, eppoi Il tutto dovrebbe essere connesso ai temi dalla serie
onomatopeica CIA R e C NC rumore sordo ripetuto.
Infine, c da contare in ital il snm Bgole o Bgole chiacchiere cui
Begolrdo e Begolre o Bergolre, termini attraverso il lat fig BERBECARE
ciarlare da BERBEX pecora.
\ Rapina
Dal rad REP prendere con avidit, il lat aveva coniato RAPERE strappare,
cui Rapce da RAPAX, Rapidzza con Rapidit e Rpido da RAPIDUS cui
RAPDUS e laggettivo e avverbio Rtto veloce con sincope della i e
assimilazione del gruppo td in tt, come Netto da NITIDUS e NITDUS; in
connessaione fig lital conta gli omn-snm sovrapposti al significato di
Veloce cui i sostantivi Rtto rapimento e Rtto grosso topo eppoi
laggettivo Rtto rapito.
Dallaggettivo Ratto veloce s attestato dal XVI sec il fem Rtta quale
elemento architettonico relativo alle colonne.
Dal Pp RAPTUS ltal conta lunv Rptus con valore di impulso
irresistibile adottato in psichquuueeesto con un letterario Rattre, eppoi il
Rapimnto, Rapna cui Rapinre, Rapinatre, Rapinso, Rapre cui Rapto,
Rapitre.
Attraverso il franc SNEL rapido lital conta lomologismo Snllo cui

64

Snellzza, Snellre con Snellnte e Snellimnto, attestatosi nel senso di


sottile-slanciato-elegante-grazia-leggerezza.
\ Longobardi Franchi
I Longobardi, dal ger LANGBART composto con LANG lungo e BART
barba e vale dalla lunga barba, indicano la popolazione germanica che nel
559 dC cal nel Friuli, dilagando nella Pianura Padana sino a Milano. La
Longobardia, oggi ricordata con il coronimo della regione Lombardia 1, ebbe
per capitale Pavia; coronimo storicamente assegnato dai bizantini insediati
un Romagna. Successivamente simpossessarono di territori al centro Ducato di Spoleto - e al sud della penisola - Ducato di Benevento questultimo lembrione del futuro Regno delle Due Sicilie, per cui anche la
Puglia era identificata con Longobardia (capiate Benevento). Si convertirono
al cristianesimo merito della regina Teodolinda, promotrice delleditto di
Rotari. A Monte S. Angelo, sul Gargano, dove ancora resiste una chiesetta
longobarda, dedicata a S. Salvatore, si credeva fosse stato sepolto Rotari nel
quartiere medv Junno, ma risult un errore; comunque, per questantico
monumento non s ancora cancellata del tutto lantica identificazione quale
Tomba di Rotari. La dinastia ebbe termine allavvento dei Franco-normanni
al Sud della penisola, questi successivamente svevizzati da Federico II. Lo
storico ricercatore Paolo Diacono (VIII sec dC) ha contribuito con le sue
opere, la pi nota HISTORIA LANGOBARDORUM (dallant ger
LANGBARDLAND), alla conoscenza delle vicende longobarde dal tempo
della loro emigrazione dalle terre scandinave allinvasione in Italia.
Altrove ed in Europa, i Franchi puri furono guidati da Pipino il Breve e da
suo figlio il futuro Carlomagno. Fondatore della monarchia dei Franchi era
stato Clodoveo (466-511), che conquist la Gallia del Nord con la guerra
contro gli Alemanni. Durante La battaglia decisiva di Tolbiaco, nel 496, fece
voto di convertirsi alla religione cattolica gi professata dalla moglie
Clotilde. Coerente, condusse i Franchi al Cattolicesimo. Dal castello di
WIBELING in Franconia, attribuito agli Svevi, stato coniato il termine
Ghibellno lo storico avversario del Gulfo questo dal ted WELF il
capostipite dei duchi di Baviera.
Dal significato franc di FRANK uomo libero, cui il lat FRANCUM, Franchi
quale poopolo, s avviato quel percorso semant ital sorto da unant metaf di
libert, cui Frnco e i derivati Francre con Affrancre, Francamnto e
Affrancamnto, Francatra con Affrancatra, un Francheggire (rendere
libera la servit), Franchzza, Francha (marinaresco), Franchgia, lesot
Franchising con Franchisee e Franchisor, ancora il prefissato Infranchrsi
(IN illativo) o Rinfrancrsi (doppio prefisso RI iterativo con IN illativo)
questo in percorso con Rinfrancre, Rinfrancro e Rinfrnco, il composto
Francobllo con Francobollre nel senso di bollo che d il via libera alla
spedizione.
Molte citt conservano il toponimo storico di Villafranca o Francavilla nel
senso di paradiso fiscale, insomma dove, per diverse ragioni, le tasse o
erano ridotte o addirittura i cittadini ne erano esenti.
Nellonomastica si contano Francesco e Francesca con gli ipocoristici Cecco
e Cecca; in voce volg, Ccca vale donna chiacchierona gazza e nella

65

locuzione Far cecca sta per fare cilecca. Il composto Ceccofria, poi,
assegnato a chi pretende o mostra troppa fretta nelle cose, in complanare con
Ceccosda ma questo in odore di inconcludenza. Fuori da questo percorso
Ceccna o Ciaccna, questo dallo sp CHACONA sorta di danza.
Nel significato etnico di Francesi, attraverso il franc ant FRANCEIS da
FRANCE cui Francia, anche in riferimento agli ant Franchi, da FRANC,
questo sempre del valore di uomo libero, lital conta Frnco con Francsco e
Francescne da FRANCISCUM dei Franchi, Francsca la scure (dei
Franchi), Francse con Franceseggire, lobsoleto Franzse con
Franzeseggire, Francesera, Francesna, Francessmo con Francessta (col

suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO in omn col suff


ISTA di collegamento ad un mestiere) e Francesstica, Francesizzre
con Francesizzazine, lo spregiativo Francesme, Francheggire, Francino
(un dialetto), Frncico attraverso lant franc FRANCIQUE, Francgeno con
Francgena o Francsca (ant strada medv europea, dal nord dellEuropa sino
alle Puglie), Frncio (elemento chimico, simbolo Fr), un Franciso con il
prefissato Infranciosre o Infrancesre; quale pref FRANCO appare in
composizioni quali Francofila e Francfilo, Francofoba e Francfobo,
Francfono,
Franconormnno,
Francoprovenzle,
Francovneto.
Lonomastica prevede un Franco attraverso il ger FRANCH libero cui
Lanfranco il liberatore della patria (con LAND territorio-paese esteso in
patria) ed un Franco ipocoristico di Francesco proveniente dalla Francia
cui i derivati Francescansimo, Franescno attraverso San Francesco.
Il francofono della Luisiana (USA) indicato con Cajun, corruzione del
franc ACADIAN cui Acadino questo relativo al geologico coronimo
canadese Acadia
Luccello Francolno considerato detimo non accertato, comunque,
essendo un galliforme, dovrebbe pur esserci una connessione fig con
lequivalenza celti-galli-franchi; il suo snm Roncso, anche questo detim
non accertata.
1
In percorso da Lombardia, il glb attraverso lingl Lombard tasso dinteresse,
Lombrda (danza e vento piemontese da nord), Lombardta sistema di passamattoni dal medv Lombrdo muratore appunto perch venivano assunti emigrati
dalla Lombardia, Lombardsimo o Lombardsmo, Lombrdo con Lombardit, un
Lombardi nella cognomastica.
Nel toponomastica esiste un Castello di Lombardia in Sicilia (Enna) a ricordo di una
guarnigione appunto lombarda, e ancora un Guardia Lombardi in Campania (Av) a
ricordo pi antico dei longobardi.

\ Mattanza Tonno
Suffisso ANZA
Mattnza, come g analizzato, termine adattato dallo sp MATANZA,
riferito allo specifico della pesca dei tonni; lo stesso, il termine usato in
disgraziate espressioni, sovente in relazione alle stragi criminali da resa dei
conti. Il lemma Tnno, con Tonnra, Tonnartto e Tonnto con ul glb franc
Tonn (forma corretta tonn), dal volg lat TUNNUS gi THUNNUS e
class THYNNUS dal gr THYNNOS, di estrazione precedente a questa
cultura cui ancora Tnnidi (la Famiglia).

66

Pseudoetim Tonnarllo, meglio Tonnarlli, sorta di spaghetti quale


corruzione volg di Tondarello, Tonneggire con Tonnggio da TONOS
tensione e valgono spostare unimbarcazione tirando i cavi dormeggio.
Lital contiene il proprio suff ANZA dal lat ANTIA, per i sostantivi astratti
ad indicare un modo dessere, quali Adunanza, Temperanza in alcuni
termini rientrati attraverso il franc, il suff ANZA omologato da ANCE,
vedi Alleanza da ALLIANCE.
\ Gioco delle carte
Giochi comuni delle carte sono Canasta, Domino, Ramino e Scopa.
Cansta, con un Canastne, lesot inv dallo sp CANASTA e vale
canestro cos Ramno che dovrebbe essere correlato fig allomn Ramino
che sta per recipiente di rame. Dmino ispirato fig al Domino cappa
con cappuccio dai colori appunto bianco e nero. Scpa, infine, il fig di
Scopa, lattrezzo per ramazzare, e sta per pulizia delle carte dal tavolocui
Scopne.
Ciascuna specie delle carte fig indicata con Seme, quali Bastoni, Coppe,
Denari e Spade o Cuori, Fiori, Picche e Quadri.
Nelle carte da Scopa, famose le Carte napoletane, i Bastoni sottintendono i
contadini, i Denari i commercianti, le Coppe i preti e le Spade i guerrieri.
Il lemma Bagtto sta per carta da gioco di minor valore cui Bagatlla o
Bagattlla con Bagatellre o Bagattellre, attraverso il ted BAGATELL, e il
volg veneto Bagattino monetina di poco conto coniata tra il 1200 e il
1300, che qualche etimologista vorrebbe derivati da BAGATTO lant nome
di Baghdad, cui presumibilmente Bagascia.
Nel 1750, il sacerdote napoletano Marcello Chitarrella ide il cosiddetto
Codice Chitarrella che sancisce le regole per alcuni giochi delle carte quale
lo Scopone.
Nel gioco delle carte ricorrono i termini Sparpagliare e Mischiare.
Il primo, Sparpaglire, il prodotto lemmatico dellinc di Spargere con
Spagliare, questultimo nel significato del tema med traboccare. Sprgere,
con Spargimnto, Sprgolo Sprso o Sprto (omn del botanico Sparto) e il
prefissato Cosprgere con Cosprso, dal lat immutato SPARGERE, dal gr
SPEIRO semino, discendente dalla rad SPHER seminare. Il lat SPARGERE
ha la variante in SPERGERE cui lital Sprgola o Sprgula snm di Renaiola
sorta di pianta delle Cariofillacee.
Il percorso conta ancora Sprecre (adotato dal 1300) con Sprecamnto,
Sprecto, Sprco e Sprecne dal volg DISPERGICARE attraverso il
passaggio DISPARGERE-DISPERGERE (pref DIS intensivo) con normale
passaggio della a in e, cui Disprgere e Dispersine questo assimilato al
significato di Disperdere dal lat DISPERDERE. \ In Italia, previsto nel 2008
uno spreco alimentare di circa 584 per cittadino.\Il percorso continua con
Sprma inv dal gr-lat SPERMA seme, cui Spermtico, con una serie di
composti quali Spermacti semi di cetaceo, Spermatca, Spermatisfora
(col gr EISPHORA contribuzione), il biologico Spermatdio (col suff per
diminutivi IDIO dal gr IDION), Spermatfte (col gr PHYTON pianta) snm
di Fanerogame, e col pref SPERMATO in composizioni quali Spermatocto
(col gr KYTOS cavit con valore di Cellula), Spermatfite (col gr PHYTON

67

pianta) snm di Fanergame, Spermatognesi, Spermatognio (col gr


GONOS generazione), Spermatorra (col suff gr RROIA da RHEO io
scorro), Spermatozo snm di Zoosprmio col gr ZOION animale, cui
Spermatozide, snm di Nemasperma, Spermicda, il prefissato Asperma (A
privativo); vrs una connessione di SPHER con una rad pi ant di SPEUD
sputare nel senso di spargere (sputo). Spaglire, col pref S sottrattivo
togliere la paglia, dal lat PALEA - in volg PALJA - presumibilmente
dalla rad madre di una numerosa discendenza, quali Pglia ci che resta
dalla raccolta di cereali con Pagliccio questo letteralmente che indossa
una veste fatta di tela da pagliericcio snm di Pezzente, cui Pagliaccsco, il
dim Pagliacctto (abito per clown e bambini) e Pagliaccita, Pagliio o
Pagliro, Pagliailo, Paglira, lesot Paglirdo dal franc PAILLARD
pezzente che dorme sulla paglia, Pagliarccia snm di Zigolo muciatto,
Pagliarsco, Pagliarlo (sorta di uccello) e Pagliarla pecora nutrita con
paglia di grano, Paglita, i fig Paglito e Paglierno tonalit di giallo,
Paglccio, Paglierccio questo col doppio suff ARIO collettivo e ICEO di
materia, Paglito, Paglitta con Pagliettto, Paglitto stuoia, Pagliettne
snm di Loglierella, Paglno, Pagliolia (composto con Paglia e Bargiglio),
Paglilo sorta di pavimento per imbarcazioni con Pagliolto, eppoi
Paglica, Paglizza.
Esiste lomn Spaglire traboccare da tema mediterraneo PALIA vrs
connesso con Palta.
Il detto toscano Avere la moglie nella paglia sta a significare moglie incinta,
ereditato dai tempi quando le condizioni economiche imponevano alle
partorienti si sgravarsi al caldo delle stalle, su giacigli di sola paglia.
Pnama un cappello maschile di paglia bianca tipico dellAmerica centrale,
che prende il nome allapertura del Canale di Panama.
Il gr cont KARPHE paglia cui la locuzione fig mer Pecora carfagna ovvero
di lana ruvida (come paglia).
Il percorso conta Plle con Pellgra dalla locuzione Pelle agra il cui snm
Zesmo coniato nel 1957 dal lat ZEA specie di grano gi gr ZEIA.
Da non equivocare con Zeifrmi Ordine di pesci dal lat ZAEUS gi gr
ZAIOS sorta di pesce.
Il percorso continua con Pellio o Pellro (con suff di mestiere AIO con la
variante mer ARO), Pelltica, Pellettera, Pellccia con Impelliccire,
Impelliccito e Impellicciatra passati quali snm di Impiallacciare,
Impiallacciato e Impiallacciatura, Pellicllo, Pellcola dal dim lat
PELLICULA cui Pellicolre e le locuzioni Pellicola fotografica, Pellicola
cinematografica e Pellicola piana; infine Plvi da PELVIS catino poi fig
bacino anatomico cui Plvico e i composti Pelvimetra, Pelviperitonte,
connesso ad un pi ant PELEVIS rivestimento; il rad comune PEL, un rad
che ha assunto diverse attestazioni semantiche, quali PEL (buccia) di Paglia
e Pelle, PEL (grigio) di Pallido, PEL di Pulire. La voce Pelliccia ha uno
specifico tema med paleosardo MASTRUCA pelliccia, vrs connesso col
tema med MAK MAKKA pestare, schiacciare (la lavorazione della pelle),
cui rimane inv Mastrca o Mastrcca gi lat MASTRUCAM attestatosi in
giaccone di pelle. Il termine Ski (marchio nregistrato) indica pelle

68

sintetica adottata per i sedili delle auto, valigeria, divani e poltrone. Dal
tardo lal GUNNA pelle lital ha coniato Gnna col dim Gonnlla; una sorta
di gonnella indossata da ambo i sessi nel medv era chiamata Cippa,
omologismo dal tred SCHOPE. Il percorso conta vrs Gunnllo che in senso
fig una sorta di pesce che pu sopravvivere a secco (pelle disidratata)
attendendo il ritorno delle acque. Snm di Pelle (adottato dal XII sec) Cte
(dal XIV sec) dal lat CUTIS, cui Cotnna da CUTINA (attestazione
romagnola-emiliana), Ctica da CUTICA (attestazione sett) col dim
Cotechno o Coteghno, Cuterbridi (Famiglia dinsetti, con il lat TEREBRA
succhiello), Cuticgna (inc Cotica-Cute con suff aggettivante AGNO),
Cutneo con i prefissati Epicutneo, Intercutneo, Percutneo, Trascutneo o
Transcutneo e Sottocutneo, il composto Muscolocutneo, eppoi Cutcola
dal dim CUTICULA con Cuticolre, Cutna (suff chimico INA), i composti
Cutireattivit, Cutireazine; la duplicatura naturale della cute in alcuni
mammiferi volatori (pipistrelli) o arboricoli, o nel protorace delle farfalle
definita Patgio fig dal lat PATAGIUM orlatura. Il grasso sottocutaneo,
invece, indicato con Lrdo, dal lat LARIDUM poi LARDUM con sincope
della i, privo di connessioni indoeur, cui Lardceo, Lardaiulo, Lardre,
Lardatio, Lardatra, il dim Lardllo (piccola quantit) con Lardellre,
Lardso, il composto Pappalrdo divenuto snm di sciocco-goffo-ipocrita
ma anche bigotto ricalcando il franc PAPELARD quale metaf che indica il
fedele che di nascosto mangia lardo nei giorni proibiti (venerd, Venerd
Santo, Quaresima).
Mischire, col prefissato Frammischire o Inframmischire, con un desueto
Meschire, infine, con Mschia o Mschia, Mischiamnto, Mischita, un Pp
Mschio, Miscglio e il volg Mescuglio (suff collettivo, dal lat ALIAALIAE traducibile in diversi, tanti), perviene dal lat MISCULARE iterativo
di MISCERE cui Mescolre con i prefissati Frammescolre, Rimescolre
con Rimescolamnto, Rimescolnza, Rimescolta con Rimescolto,
Rimescolo e Rimscolo, eppoi Mscola questo snm sia di Mescolanza sia di
Mestola, Mescolbile, Mescolamnto, Mescolnza questo snm di Mescola e
Mestola, Mescolta, Mescolatre con Mescolatrce, Mescolatra,
Mescolazine e Mescolo; attraverso il franc RATATOUILLER mescolare
si conta il glb gastronomico Ratatouille mescolanza di pezzetti di verdura
mista cotti in salsa di pomodoro.
Direttamente da MISCERE si ha Mscere (metaplasmo) con Miscbile,
Miscibilit e Mscita questo in sostituzione di Bar durante il fascismo
quando furono inibiti gli esotismi, literativo Rimscere, il Pp MIXTUS
questo in ital Msto, di rad MEIK-MEIG, col prefissato Frammsto, eppoi
Mistine da MIXTIO MIXTIONIS, Mistra o Mestra, Metccio dal lat
MIXTICUS transitato dallo sp MESTIZO, ancora Miscla, Miscelamnto,
Miscelre, Miscelatre, Miscelatra, Miscelazine, Miscbile con Miscibilit
cui il prefissato Immiscbile con Immiscibilit (IN negativo), il glb ingl
Mustang dallo sp MESTENGO sangue misto. Attraverso lingl MIXER
mescolatore lital conta lomologismo Mixre o Missre con Missbile,
Mixerggio o Missggio con Missatre ma anche i glb Mix, Mixing e
Mixage questo riflesso dal franc; da non equivocare con i composti cui il

69

pref MIXO dal gr MYKSA muco, in connessione rad. Dal lat tardo
MISCELLUS misto di MISCERE, il lat conta il derivato MISCELLANEUS
cui Miscellneo con Miscellnea. Infine, i prefissati Commscere con
Commistine, Commsto e Commistra, Promscuo da un tardo
PROMISCUUS con Promscuit, Smistre con Smistamnto (pref S
sottrattivo) e i composti Mistilngue, Mistilneo... Il franc conta MELER
mescolare cui lesot Melange con lomologismo Melangito. Fuori percorso
Mistforo dal gr MISTHOPHOROS composto con MISTHOS salario e
PHOROS che porta, Mistagoga, Mistaggico e Mistaggo composti col gr
MYSTES iniziato e il suff tratto da AGO conduco. Verbo intensivo volg di
MISCERE MISCITARE, cui Mestre con un obsoleto Mestire,
Mestamnto, Mestatio, Mestatre, Mstola, questo snm di Mescolanza e di
Mescola, con Mestolccia, Mestolta, Mstolo, laccr Mestolne questo
anche fig anatra selvatica e un Mestolre eppoi Tramestre e Tramesto.
\ Il Mestolo di legno una ant unit di misura, che appare nel racconto arabo Ali
Baba e i quaranta ladroni, con il quale contavano le monete doro del bottino.

Attraverso lingl SCOOP (pron scup) mestolata lital conta fig il glb
giornslistico Scoop con un semiomologismo Scoopsmo. Mesticre da
MIXTICARE questo un secondo intensivo volg di MISCERE cui Mstica
con Mestichera (esercizio commerciale ai primi del 900), Mesticnza o
Misticnza, Mesticatre, Mestichno. Il rad MEIK-MEIG, cui il lat MICA
briciola, donde anche i termini omm Mca particella silicata, cui Micceo,
Micante (suff ITE per minerali), Micascsto col gr SKHISTOS roccia
metamorfica, il dim Miclla con Micellre, da non equivocare in percorso
Micelio con Micelico dal gr MYKES fungo, eppoi Mca - ant Mga semant
fedele briciola, questultimo anche avverbio Mca, sovente male usato, e un
dim volg Michetta sorta di pane. Il prvz conta BROLHAR mescolare, cui
lomologismo Broglire con Brogliccio o Broglizzo e Brglio, incluso i
prefissati Sbroglire con Sbrglio (S sottrattivo) e Imbroglire (IN illativo)
con Imbroglita, Imbroglito, Imbrogliatra, Imbrglio e Imbrogline questi
nel senso di frodare-mescolare le cose.
Lomonima rad MEIG sta per battere gli occhi, cui il raro Nittitnte o
Nictitnte membrana oculare, con Nittitazine o Nictitazine, dal lat
NICTITANS dal verbo NICTARE battere le palpebre, in vrs connessione
figurata con Nttare, dal lat NECTAR, questo un prodotto botanico
succhiato dalle api che battono le ali, cui Nettrio. Inoltre, occorre ricordare
che il Nettare un liquido secreto e potrebbe avere la connessione con il rad
MEIK-MEIG di Mescere.
Nel gioco delle carte si contano ancora il glb ingl Poker, detim non
rintracciato, cui i semiomologismi Pokerno e Pokersta con i pieni Pcher,
Pocherno e Pochersta, la variante ital Teresna o Telesna snm di Poker
americano; eppoi lingl Whist, un gioco assai complicato, detim vrs
onomatopeico della serie SSS ST dal profondo silenzio che lo accompagna.
\ Goti Gallia Iberia
Goti erano i popoli germanici di provenienza scandinava, che dopo aver
invaso i territori sino al Mar Nero, e le province romane della Tracia (attuali
Turchia, Grecia e Bulgaria) - cui Trace o Tracio, meglio Traci, o il non

70

comune Tracico con Tracici - Mesia (Basso Danubio), Grecia e Asia Minore
(238 dC), penetrarono nella penisola italica, nella Gallia e nella Spagna,
diramandosi in Visigti (occidentali) ed Ostrogti (orientali). Derivati, Gto
e Gtico con lonomastico Gustavo italianizzato dallo svedese GOTSTAFR
partigiano dei goti (STAFR sostegno) o, il pi nazionalista condottiero dei
goti.
La Gallia, dal nome dei Galli che lavevano invasa, cos chiamti i Celti dai
romani, comprendeva la Gallia Cisalpina (Italia sett ad esclusione della
Liguria e parte del Veneto) e la Gallia Transalpina (ovvero lOltralpe,
attuali Svizzera, Belgio, Francia e parte della Germania). La regione italica,
abitata fin dalla presistoria, fu nel IV aC occupata dai Celti, i quali si
piegarono agli influssi liguri, etruschi e veneti. I Romani spartirono la Gallia
Cisalpina in Cispadana e Transpadana. Dai Galli, al sing Gllo, il percorso
conta Galico e Gallco (lingue) o ancora Goidlico relativo ad un gruppo
linguistico diffusosi in Islanda, in Scozia e nellisola di Man, eppoi Gllego
attraverso il coronimo iberico Galizia, Gallse attraverso il coronimo Galles,
Gallicno con Gallicansimo (della Gallia, per accezione relativo alla Chiesa
di Francia), Gallicsmo (snm di Francessmo) con Gallicizzre con
Gallicizznte, Gllico (omn di Gallico da Galla), i vari composti
Gallammna ammina gallica dalla locuzione Acido gallico, Gallofila con
Gallfilo, Gallofoba con Gallfobo riferiti ai francesi, Galloitlico snm di
Celtlico (coniato da SA per un intervento stampa del 2005, ma riveduto e
corretto da un precedente danni prima), Gallomana con Gallmane
intendendo oggi la Francia (snm quindi di Francofilia e di seguito),
Galloromnzo latino parlato in Gallia. Da includere Portoghse dal
coronimo Portogallo.
Molti termini celto-gallici si sono riversati nellital radicandosi talmente da
risultare complicato riprenderne le origini etim; ad esempio, il lemma
Ggaro, Gcaro o Gchero pianta erbacea velenosa ci viene dal lat
GIGARUM di presunta provenienza gallica, ma in complanare al tema med
GIGARO pianta; snm di Gigaro Aro-ro dal gr ARON col quale dovrebbe
essere connesso o, questo, il suo ipocoristico. Nel qual caso Aro, svoltosi
nel lat ARUM, fosse per davvero lipocoristico di GIGARO pianta, perch
non credere in una correlazione col gr-lat AROMA cui il lat AROMATITES
(relativo alle spezie) e linv ital Arma, questo con Aromatrio, Aromtico
con Aromaticit, Aromatizzre con Aromatizztre, Aromatizzto e
Aromatizzazine, ed il composto Aromaterapa con Aromateraputa.
Termine alieno Aromno questo relativo ad un dialetto romeno diffuso in
Macedonia e nellEpiro.
LIberia lantica regione degli Iberi, che oggi comprende la Spagna e il
Portogallo, cui Ibrico dal lat HIBERICUM gi gr IBERIKOS, con Ibersmo
(esotismo linguistico) e Ibersta (col suff ISTA di collegamento ai sostantivi
in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere). I Celti
stanziatisi in questa regione erano indicati Celtibri cui Celtibrico.
In percorso da Spagna, oltre al relativo Spagnlo o Spagniulo o Spagnlo
anche in cognomastica, con Spagnolsmo, lital conta il botanico Spagnio
dalla locuzione Erba spagna snm di Erba medica, il termine erotico

71

Spagnla, Spagnoleggire, il fig Spagnolsco, Spagnoltta questo anche


Nocciolina americana, il glb ingl Spanil spagnolinoattraverso il franc ant
ESPAGNOL e che indica una razza di cani. Il volg mer conta Spagnare nel
senso di spaventarsi.
\ Romanico Gotico Barocco
Romnico, per accezione lo stile europeo occidentale gi dal sec X con
estensione al XII, dal lat medv ROMANICUS da ROMANUS relativo a
Roma. La citt attraversata dal RUMON, connesso con RHEO scorrere,
fluire, larcaico nome del fiume Tevere, il cui idronimo offuscherebbe
leponimo Romolo. Il fiume avrebbe poi assunto lidronimo di TIBERIS cui
Tiberno e lonomastico Tiberio da TIBERIUS abitante lungo il Tevere; da
aggiungere il toponimo Tivoli attraverso il preromano TRIBUX, in
connessione o sovrapposto a TIBERIS, che, da una metaf, s globalizzato
nellintendere parco divertimenti o teatro, bar, ristorante, cinema...
In percorso, Romncio e Romndo rispettivamente lingua ladina e francprvz in Svizzera, Romico o Romico dal gbz RHOMAIKOS relativo
allImpero Romano dOriente cui lattuale Romagna dal gbz ROMANIA la
regione del Nord Italia rimasta ai bizantini, eppoi Romanamnte, Romansca
e Romansco, Romansmo, Romansta, Romanstica e Romanstico,
Romanit, Romanizzre con Romanizzazine, Romno da ROMANUS,
questo sia nella cognomastica sia nellonomastica con Romano cittadino di
Roma, di fascista memoria, con Romina questo non politicizzato, e Romeo
da Romo dal lat ROMEUS diretto a Roma questo in riferimento ai
pellegrini che percorrevano la transeuropea Francgena altrimenti detta
Roma. Romntico, con Romanticheggire, Romantichera, Romanticsmo,
Romantizzre e Romanticme, transitato dallingl ROMANTIC ma gia franc
ROMANTIQUE, relativo a Romnzo questo sostantivo e aggettivo sempre
tramite il franc ROMANZ cui Romanzamnto, Romanzre, Romanzatre,
Romanzeggire, Romanzsco, Romanztto, Romanzire, Romanzna o
Ramanzna (lunga come un romanzo); Romnza con Romanzro, invece,
tramite lo sp ROMANCE che resta glb Romance, cui Romancero,
Romanceiro. In percorso i composti Romano-barbarico, Romanogermanico. In percorso la regione Romagna cui Romagnlo e Romanlla
componimento poetico romagnolo di quattro endecasillabi variante della
Villotta friulana.
Gtico lo stile europeo fiorito nellarte durante il Rinascimento, dal lat
GHOTICUS in senso dispregiativo, considerato barbarico, cui Goticme, in
contrapposizione a Romanico; eppure il Gotico, questo stile di ricchezza
espressionistica, avrebbe avuto molto fortuna.
\ Lultima grande costruzione italiana in stile got (neogotico) il tempio monumentale
dellAddolorata a Castelpetroso, Isernia, iniziata il 28 settembre del 1890 e completata
nel 1975, quando furono ultimati la facciata, i due campanili, i portali e le porte di
bronzo. Il tempio appare improvvisamente dalla strada, eretto solitario sulle colline, ed
infonde una stupefacente suggestione. Ancora allo stato progettuale, fu premiato a
Torino (1900) e a Liegi (1910). La comunit locale lo volle edificare sul luogo
dellapparizione taumaturgica dellAddolorata. Promotore dei lavori fu il bolognese
Carlo Aquaderni, il cui figlio era stato miracolato da una gravissima malattia. Primo
architetto, Francesco Gualandi di Bologna. Dopo le interruzioni imposte dalle due

72

grandi guerre, e dalle vicissitudini intermedie, il progetto fu ripreso grazie al giovane


architetto Gualandi figlio.\

Il termine Barcco nascerebbe dal ptg BARROCCO perla grezza cui


Barocchegginte, Barocchtto tardo barocco e Barocchsmo.
Lo stile del Barocco, snm di Secentsmo, si svilupp nel 600 a seguito della
Controriforma nei paesi cattolici, la cui peculiarit unintenso
decorativismo, tendente ad emozionare con forme ardite e virtuosistiche; si
espanse dallarcchitettura alla pittura, scultura, poesia, musica. In Italia si
pu ammirare il Barocco leccese a Lecce, o meglio Barocco pugliese questo
patrimonio di tante cittadine e di masserie specialmente salentine.
\ Prefissi STRA CIS TRANS TRAS *TRA PRETER
Suffisso ESI MENTO
Prefissi INTRA INTRO INFRA INTER
STRA
IL pref STRA continua la tradizione del lat EXTRA e vale fuori
estendendosi, in similitudine con Arci, quale eccesso o superlativo. In
passate forme volg va ad indicare oltre. Straordinrio fuori dell'ordinario,
non comune. Stractto (tipica pietanza) cotto in eccesso, fig assai
innamorato. Strapotnte vale il superlativo potentissimo e Strapotre
oltre il potere assegnato.
Strapiantre, invece, contiene il pref S intensivo e vale volg Trapiantre
piantare oltre cui Trapiantamnto, Trapiantto, Trapiantatio,
Trapiantatrce, Trapiantazine, Trapiantna, Trapiantsta. Oggi, Trapiantare
con Trapiantato, Trapiantista e Trapinto, il doppio prefissato Politrapiantre
con Politrapiantto (di pi organi) e il composto Trapiantologa, merito
della chirurgia, sovente associato a Espiantre (dal lat EXPLANTARE)
con Espiantazine (attraverso lingl EXPLANTATION) o Esplantazine
(fedele al lat) e Espinto, questo ha gi conquistato una deviazione semant
tutta sua, nobilitandosi nellasportazione dorgani ed arti umani (animali) per
utilit chirurgiche, prendendo le distanze dal snm Spiantre (pref EX
sottrattivo) svellere, sradicare fig mandare in rovina cui Spiantto gi
in rovina e Spinto crollo economico eppoi Spiantamnto, Spiantatre.
CIS
Continua immutata la tradizione latina, sia semant che grafica, del CIS di
qua da... cui CITER che al di qua donde CITERIOREM e lital Citerire,
da rad KI, comunemente utilizzato in composizioni geografiche: Cispadno
(di qua dal Po), Cismarno (dal mare). Fuori percorso Citllo dal lat
CITELLUM sorta di mammifero detim ignoto, Citera epiteto di
Afrodite e Citero il culto dallisola gr di Citera, dal gr KITHEREIA, lat
CYTHEREA.
\ Racconti cisfantastici, SA Personaledit 1998, narrano di fatti al di qua della fantasia,
ma al di l della realt.\

TRANS ESI MENTO TRAS TRA PRETER


Anche il pref TRANS mantiene fede alla tradizione latina TRANS al di l,
oltre, vrs una forma secondaria del sct TAR oltrepassare, in configurazione
geograficamente dirimpettaia al Cis: Transpadno eppoi Transaharino che
attraversa il deserto del Sahara, Transatlntico questo anche metaf il

73

corridoio di palazzo Montecitorio, e Transocano; ancora nella memoria


collettiva il transatlantico italiano Rex, varato il 1934, orgoglio del regime
fascista, e affondato dagli inglesi nel 44.
Tregnda dal volg TRANSIENDA passaggio il gerundivo lat sostantivato
di TRANS IRE andare attraverso-passare e sta per convegno notturno di
demoni, streghe.per compiere malefici; il termine s ulteriormente semant
in Caos, Confusione. Lintrovabile Tregsi, che sta per riduzione provocata
della popolazione, procurata con armi occulte, sembrerebbe connesso a
Tregenda; invece lesasperazione linguistica del lemma Trgua
sospensione temporanea, dal franc TREWVA patto-trattato, che
ritroviamo nel ted TREUE fedelt, col suff gr ESI che vale mandare-azione,
vedi Anamnesi (che manda a ricordare)... pressoch corrispondente allital
MENTO, che va a trasformare un verbo in un sostantivo devb, quali
Svolgimento (lazione dello svolgere), Movimento (lazione del muovere).
Col pref TRANS sono sorti molteplici lemmi cui Transre con Transto,
Transattvo e Transazine dal lat TRANS-ACTIO da TRANS-ACTUS Pp di
TRANSIGERE cui Transgere da AGERE guidare-spingere con apofonia
della a in i con Transignza e lopposto Intransignza da Intransignte; da
ACTUS si ha Atto-tto (omn di Atto adatto) donde il denm iterativo
Atteggire con Atteggiamnto e Attitdine atteggiamento questo omn di
Attitudine
inclinazione, Attvo dal lat ACTIVUS cui Attivre,
Attivazine, Attivsmo e Attivsta (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere),
Attivit ed Attivizzre, eppoi Attule dal lat ACTUALIS cui Attualit,
Attualsmo e Attualizzazine, Atture dal lat medv ACTUARE cui
Attubile, Attuabilit, Attuamnto, Attuatvo, Attuatre e Attuazine, lesot
Attuarile questo attraverso lingl ACTURIAL nel senso particolare di
scritturale cui Atturio da ACTUARY, Attuso, Azine dal lat ACTIO
ACTIONIS cui Azionle con Azionalit e la locuzione Verbi azionali,
Azionsmo con Azionsta e gli omonimi esot Azine e Azionsta attraverso il
franc ACTION e ancora gli esot franc Attnte da ACTANT e Attanzile da
ACTANCIE e Entracte entro un atto e laltro.
Transnna, questo dovrebbe essere alieno nel persorso TRANS poich
dalletrusco-lat TRASENNA rete per uccelli ma sovrapposto al lat
TRANS ITUS transito. Trnsfuga dal lat FUGERE da rad BHEUG.
Transinte con il Ppres del lat IRE andare.
Transumre, adottato dal 1909, sta per attraverso la terra (HUMUS) su
modello sp TRASHUMER, cui il Ppres Transumnte e da questo
Transumnza ed relativo alla migrazione stagionale di bestiame, greggi,
dalle pianure ai monti e viceversa; Transumanza un neologismo rispetto al
precedente snm Mena dal lat MINARE spingere gi in uso nel XIII secolo.
Lassonante Trasumanre o Transumanre sta per oltre la natura umana
(col suff Umano) cui Transumanazine.
TRANS spazia anche in termini indicanti passaggio, attraversamento,
cambio di condizione... contraendosi in TRAS cui Trasbordre questo
transitato dal franc TRANSBORDER, con il devb Trasbrdo. Trasmigrre
dal lat inv MIGRARE da rad MEIGW, cui Emigrre con Emigrazine,

74

Immigrre con Immigrazine, Migrre con Migratre, Migratrio e


Migrazine. Trasmutazine, Trasmttere... e addirittura con valore negativo
come in TRA di Tradre, o un desueto Tradre, dal lat TRANS DARE dare
al di l, ovvero consegnare, giusto come Giuda consegn Cristo ai romani e
da questo ha avuto origine il significato negativo di Tradimnto, Traditre
rispetto a quello positivo di Tradizine ci che consegnato verbalmente
ai posteri con Tradizionle, Tradizionalsmo, Tradizionalsta,
Tradizionalstico, Tradizionalmnte.
Il Pp TRADITUS pertanto traducibile negativamente nel piano Tradto e
nello sdrucciolo Trdito tramandato.
Il termine Dizine in (Tra)dizione, infatti, dal lat DICERE, cui il nostro
Dire, per cui lo ritroviamo lungo il percorso di Condizine dal pref
CONDITIO CONDITIONIS (CUM associativo) di CONDICERE dire
insieme, convenire, accordarsi cui Condizionle, Condizionre con
Condizionamnto, Condizionatre - cui Condizionatore daria, il cui
prototipo era gi installato nel 1851 brevettato da J. Gorrie, poi ci fu W.
Carrier che lo perfezion in maniera definitiva - Condizionatrce e
Condizionatra, Condizionto con Condizionatamnte.
Eppoi Dizionrio cui Dizionarsta e Dizionarstica; snm di Dizionario
Calepno, termine che designava lo storico dizionario latino stampato agli
inizi del 500 per conto di Ambrogio dei conti di Calepio, poi passato a
indicare tutti i voluminosi dizionari, altres registri e taccuini.
Il lemma Addizione pseudoetim, poich dal lat ADDERE aggiungere
(vedi Edile).
Termine ancora alieno nel percorso prefissatoi TRANS Trastllo cui il
denm Trastullre e i vari Trastlla questo solo al fem e solo fig nella
locuzione Erba trastulla fandonie, Trastullamnto, Trastullatre,
Trastullvole e Trastullne, detimo incerto ma derivante dal lat
TRANSTRUM cui Trsto, la struttura che sosteneva il banco dei rematori; la
semant lo ha reso snm di dilettarsi, a seguito di una consolidata metaf. Il
pref TRA che sta per al di l pu concorrere ad imprimere al vocabolo il
senso della non normalit, quale Traballare da Ballare.
Dal lat PRAETER, composto di PRAE ampliato di comparativo TER, il suff
PRETER sta per al di l, oltre, ma con una sfumatura rispetto al snm
TRANS il quale andrebbe ad indicare una posizione geografica, mentre
PRAETER di pensiero, dazione, dincarico, cui Preterintenzionle con
Preterintenzionalit, Pretermttere col Pp Pretermsso e Pretermissine,
Preternaturle, eppoi Preterre col Pp Preterto dal lat PRAETER IRE chi va
avanti cui Preterizine da PRAETERITIO PRAETERITIONIS, questo
adottato tra le figure retoriche per definire ci che si dichiara di voler tacere
ma che in realt si afferma nello stesso momento Non dico che sia ubriaco
ma in queste condizioni gli fanno il palloncino alcolometrico.
INTRA INTRO INTUS INFRA INTER
Il pref INTRA rimane inv dalla preposizione lat INTRA dentro-tra derivato
da IN introduzione, cui Intradsso (superficie concava), Intrattenre,
Intravedre o Intravvedre... da non equivocare nei termini quali
Intramontabile, Intraducibile... contenenti il pref IN negativo e quindi stanno

75

per Non-tramontbile e Non-traducbile. Tramontre il denm da Tramnto,


questo in composizione con Monte e vale oltre i monti.
INTRO invece inv dall'avveribio lat INTRO dentro complanare di INTUS
cui Intestno questo sia aggettivo da INTESTINUS sia sostantivo da
INTESTINUM tubo anatomico con Intestinle; linfiammazione
allintestino cieco indicata con Tiflte, dal gr TYPHLOS cieco. INTUS
sintetizzato dall'aggettivo INT(ER)US sta anche ad indicare il moto verso
linterno, cui Intussuscezine con il lat SUSCEPTIONEM ricevimento con
valore di invaginazione-accrescimento intermuscolare dei viventi Eppoi,
Introdrre e Introduzine (da DUCERE) con literativo Rintrodrre,
Introflsso, Intrito questo dal lat INTROIRE entrare cui Introiezine e
Introitre. Da non equivocare in termini quale Introvbile, con IN negativo
non trovabile, dal lat TROPARE cui Trovre con Trovatre, il prefissato
Ritrvo, con lenizione p in v.
Snm di Ritrovo (notturno) adottato dal XVII sec, lomologismo franc
Tabarin (in uso dal 1933), che sottintende Ballo di Tabarin questo il nome
di una maschera buffa, attestatosi in locale da ballo; termine ormai
obsoleto a favore dellingl Night Club.
INFRA, infine, giunge inv dal lat INFRA sotto, spesso usato per motivi
eufonici in sostituzione di INTRA-INTRO e quindi diventa fra-allinterno
di. Termini etim corretti quali Infrarsso (al di sotto dello spettro
luminoso), Infrasuni (sotto ludibilit). Termini con sostituzione quali
Inframmttere e Infrasettimanle, da non equivocare con i prefissati come
Infracidare, Infrangere e Infrascare tutti con IN illativo che accompagnano i
lemmi Fracido, Frangere, Frasca.
Il pref lat INTER tra, dalla forma primitiva indoiran ENTER, questa
sopravvissuta nellingl cui il glb Enter nella terminologia dei computer, e da
quella darea ger e osco-umbra NTR, ritrovabili entrambi nel celtico e nel
lat, il legamento dellillativo IN col suff comparativo TER, con significato
spaziale o temporale, ma anche di privazione e di distruzione. Lo ritroviamo
infatti in Interazine con Interazionle e Interazionsmo attraverso il franc
INTERACTION, Interdre con Interdittrio, Interdizine e Interdtto
proibito (Pp del lat DICERE) con valore di bloccato attraverso il franc
INTERDIT, nello sdrucciolo Intrito morte... e in Interto irrigidito (dal
lat INTERIRE da una serie onomatopeica T R, cui Intirizzimnto, Intirizzre
e Intirizzto, con Stirizzre (cambio di pref), Interazzile (da un ant franc
HARAZ allevamento di cavalli, poi semant, previo passaggio fig, in di
uomini), Interinle provvisorio (dal lat INTERIM frattanto) con
Interinalmnte, Interinre attraverso il franc ENTERINER, Interinto e
Interno questo inv dallo sp INTERINO, eppoi Interim-nterim che vale
frattanto-provvisorio a sua volta composto da INTER e IM questo un suff
che vale al singolare con Interimstico; a tutto questo occorre associare
Mntre dal lat DUM INTERIM dal quale deriva ancora Domntre, un fossile
lemmatico il cui pref DUM sta per una forma irrigidita della rad DWA di
Durare; da ricordare che Mentre quale congiunzione avversativa snm di
Invece, pertanto non vanno appaiate cos come Ma e Per.
Il percorso continua con Interafricno, Interagre con Interagnte,

76

Interallaccire, Interalleto, Interamericno, Interrabo, Interrmi,


Interarticolre, Interasitico, Interssssi, Interastrle, Interatmico,
Interatrile (riferito a atrii cardiaci), Interattivit con Interattvo,
Interaziendle, Interbancrio, Interbse, Interbllico, Interbinrio,
Interblcco, Intercmbio con Intercambibile e Intercambiabilit con ancora
Interscmbio con Interscambibile e Interscambiabilit, Intercapillre,
Intercardinle, Intercategorile, Intercervicle, Intercdere (con il lat
CAEDERE tagliare) con Intercso, il glb ferroviario Intercity (con CITY
citt), Interclsse con Interclasssmo, Interclasssta e Interclassstico,
Intercldere con Interclusine e Interclso (con il lat CLUDERE chiudere),
Intercolnnio o Intercolmnio o ancora Intercolnnio (con il lat COLUMNA
colonna),
Intercompartimentle,
Intercomunle,
Intercomunicnte,
Interconfederle,
Interconfessine
con
Interconfessionle,
Interconfessionalsmo
e
Interconfessionalit,
Interconntter
con
Interconnessine, Intercontinentle, il glb ingl Intercooler (con COOLER
raffreddatore), Intercrrere e Intercorrnte, Intercostle, Intercotidle,
Intercromosmico, Intercultule con Interculturalsmo, Interdefinbile,
Interdialettle,
Interdicndo,
Interdigitle,
Interdipendnte
con
Interdipendnza, Interdisciplinre e Indiscipolinarit, Interdistrettule,
Interessnza, Interetnico, Intereuroo, Interfccia o la variante Interfcie con
Interfaccire, Interfaccibile, Interfaccile e Interfacciamnto, Interfaclt,
Interflda, Interfamilire, Interfecndo con Interfecondit, Interfederle,
Interfrro, Interfrtile con Interfertilit, Interfilre, iol verbo Interfoglire o
Interfolire cui Interfogliatra, Interfglio o Interflio con laggettivo
Interfoglire, Interfno con Interfnico, Interfrze, Intergalttico,
Intergenerazionle, Interglacile, Intergovernatvo, Interlaccire con
Interlacciamnto, Interleuchna da Leucocto in versione ingl
LEUKOCYTE, Interlnea con Intelinere questo aggettivo e verbo,
Interlineatra e Interlineazine con ancora Sterlinere e Sterlineatra (con
cambio di pref in S sottrattivo da IN illativo, vale eliminazione delle
interlinee), Interlngua con Interlingustica e Interlingustico con il snm
Interlngua tratto dalla locuzione Lingua internazionale, Interlocle,
Interldio da Preludio con cambio di pref, Interlunre con Interlnio (un snm
di Novilnio), Intermammillre, Intermascellre, Intermttere con
Intermsso e Intermissine eppoi Intermittnte con Intermittnza,
Intermstruo con Intermestrule, Intermetllico, Interminbile con
Interminto, Interministerile, Intermodle, Intermolecolre, Intermontno,
Internuta, Internazionle (dal lat NATIO nazione) con Internaionalsmo,
Internaizionalsta, Internaionalstico, Internazionali, Internazionalizzre,
Internazionalizzazine e lo sportivo Intersta ellittico della locuzione
Internazionale football club, Internebulre, Internegatvo, il glb Internet
dalla locuzione INTERNATIONAL NETWORK rete telematica
internazionale dove NET rete e WORK lavoro, cui lomologismo sostantivo
ed aggettivo Internettino che si ritrova nella locuzione Galateo
Internettiano e in quelle glb Internet caf, Internet point, Internet provider.
Il percorso prefissato continua con Interndio (col suff tratto dal lat NODUS
nodo), Internnzio con Internunziatra, Interocenico, Intersseo,

77

Interparte, Interparietle, Interparlamentre, Interparttico, Interpersonle,


Interpino, Interplanetrio, Interpnte, Interprto con Interportule,
Interprovincile, Interpsicologa, Interradile, la composizione glb ingl
Inter-rail carta ferroviaria con RAIL rotaia nel senso di ferrovia fig dal
sgnificato originale di barra, Interrazzile o un Interrazile attraverso il
franc RACIAL, Interregionle, Interscapolre, Interscula con
Interscolstico,
Intersessule
con
Intersessualit,
Intersindacle,
Intersoggettivit con Intersoggettvo, Interspazile, Interspecfico,
Interspinle, Interstazionle, Interstellre, Intertppa, Intertmpo, Intertsto
con Intertestule con Intertestualit, Intertrgine (con il lat INTERTRIGO da
TERERE sfregare), Intertropicle, Interurbno, Intervllo (dal lat VALLUS
palo e VALLUM palizzata, cui Vallo) con Intervallre, Interventricolre,
Interversine, Intervertebrle, Interva, Intervoclico, Interzne con
Interzonle.
Il percorso conta Interire dal superlativo INTERIOR del lat INTERUS
interno cui Interiorit, Interiorizzre e Interiorizzazine, Interira dal plur lat
INTERIORA di INTERIOR, eppoi la locuzione glb ingl Interior design
progetto (grafico-disegno) per interno.
Infine, Intrno da INTERNUS (dal XIV sec) con il filosofico Internalsmo
su calco ingl INTERNALISM, Internre, Internamnte, Internamnto,
Internto aggettivo e sostantivo dal Pp di Internare e il sostantivo Internto
attraverso il franc INTERNAT, Internsta, Internalsmo dallingl
INTERNAL, il composto Internografre con Internografto, in locuzione glb
ingl Internal auditing e Internal auditor Revisione contabile interna e
Revisore contabile interno; eppoi Entrgna o Entrgno (contrario di
Estraneo), in opposto al percorso del lat EX fuori di cui Estrno da
EXTERNUS di EXTER o EXTERUS che sta fuori - superlativo assoluto di
Esterno Estremo (vedi lemma) - cui il denm Esternre con Esternalsmo,
Esternalit, Esternalizzre, Esternalizzazine, Esternamnte, il Pp Esternto
con il sostantivo Esternto attraverso il franc EXTERNAT, Esternatre ed
Esternazine; eppoi Esterire da EXTERIOR che sta fuori praticamente snm
di Estero-stero cui i composti Esterocettvo ed Esterocettre attraverso
lingl EXTEROCEPTOR con RECEPTOR che riceve gi lat RECEPTOR,
Esterofila, Esterofoba, Estrneo dal lat EXTRANEUS, Lstra lesterno
della casa semant in rifugio cespuglioso del cinghiale fuori tana. Da una
presumibile forma umbra STRAINO, in ital si attestato Strno cui il
percorso Stranzza, Straniamnto, Stranire, Stranito, Straniro o un ant
Stranire, Straniersmo, Stranre con Stranto, il glb ingl Strange (termine
fisico), in complanare a Estraneazine o Estraniazine, Estraneit, Estrneo
o Estrnio o ancora Estrno (omn di Estrano idrocarburo) con laferetico
Strnio, Estraniamnto, Estranire ed Estranito tutti questi col pref
EXTRA italianizzato ESTRA, cui una serie composta da Estracontrattule a
Estravagnte
INTER lo ritroviamo anche nel verbo Interessre, denm dal sostantivo
Intersse stare in mezzo-essere importante composto dal lat INTER-ESSE
essere, cui Interessamnto, Interessnte, Interessatamnte, Interessto.
\ Emigrazione

78

In circa un secolo, dal 1876 al 1973, lesodo emigratorio degli italiani aveva
raggiunto un totale di 25.528.505 unit, di cui 3.037.849 nel solo Veneto,
seguiti dai 2.696.266 della Campania. Lultimo trentennio dellarco
temporale qui esaminato, lemigrazione era stata prevalentemente interna
allEuropa, toccando Belgio, Francia, Germania e Svizzera; gli ultimi dieci
anni, invece, avevano interessato il polo industriale nazionale, Genova,
Milano e Torino.
Le rimesse degli emigrati, che avevano sensibilmente soccorso leconomia
nazionale, e un loro decente benessere esistenziale raggiunto sono stati per
pagati con lo smembramento delle famiglie, labbandono dei figli e la
proliferazione delle cosiddette Vedove bianche, spose rimaste in patria senza
pi notizie delluomo, vittime delle occasioni di sopravvivenza.
In un paese del sud, le vedove bianche votatesi alla prostituzione
esercitavano il loro mestiere di sopravvivenza sotto la foto del loro
matrimonio, in bella vista sul com.
\ Atteggiamenti
Alcuni accurati studi psicologici relativi al significato degli atteggiamenti
assunti inconsciamente da un individuo, risulterebbe che le braccia
incrociate indicano voler frapporre una barriera di superiorit con
linterlocutore, il pugno chiuso, magari percuotente un piano, sta per
imprimere maggiore forza al proprio enunciato, il pollice e lindice uniti a
formare un cerchio o un ovale valgono la ricerca della precisione, il battere i
piedi denota impazienza, reggere il capo tra le mani con i gomiti appoggiati
implica uno stato disolamento, la mano sotto il mento, come volerlo
reggere, segno di esitazione, le mani giunte dimostrano sicurezza, piegare
il capo di lato trasmette desiderio daffetto, toccarsi il naso, infine,
determina che lindividuo sta mentendo.
\ Cotto Crudo
Dal lat COQUERE da una serie onomatopeica C Q-C C, lital conta derivati
e prefissati quali Cucna, dal lat COQUINA svoltosi nel volg COCINA, cui
Cucinre, Cucere con Cuocitre o Cocitre, Cuocitra o Cocitra, Cuco
con gli obsoleti Cco e Quco cui lonorificenza massima per i cuochi
Collegium Cocorum di derivazione lat, eppoi il Pp Ctto con Cottccio,
Cttile e il fig fem Ctta (evidente innamoramento, passione), eppoi
Bisctto (cotto due volte BIS) con Biscottre; sorta di biscotto, in volg
siciliano, Nzuddi al plur da Vincenzuddu dim di Vincenzo, vrs riferito
allomn santo.
Il gr conta MAGEIROKOS che sta per abile nel cucinare donde il
composto Mageirocofoba che indica paura nel cucinare.
Il percorso conta ancora Dectto 1 e Decozine (cotto completamente, pref
DE conclusivo e COQUERE) , Precce (cotto prima, pref PRAE) con
Precocit, Ricucere (pref RI iterativo) con Rictto cotto ancora cui
Rictta e il composto mer Caciorictta con la locuzione Ricotta forte
(piccante), Scottre e il Pp Sctto (con pref EX conclusivo) omn delletnico
Scotto scoto e Scotto tassa, eppoi uno Scottne in macelleria; infine
Culinrio con Culinria attraverso il lat tardo CULINA cucina.
\ Brevetti per Ricette culinarie erano gi rilasciati ai tempi della Magna Grecia\

79

Oltre ad essere il fem fig di Cotto, Ctta, termine alieno in questo percorso,
ha lomn nellomologismo dal franc COTTE tunica, in uso tra i cavalieri
medv, sopravvissuto in ambito liturgico, cui Cotssa e Cotissto. Ancora
pseudoetim Cttidi (Famiglia di pesci) dal lat COTTIDAE gi gr KOTTOS
corrispondente allital Scazzne, termine fig moderno (1931), vrs ispirato al
risvolto volg di Pene cazzo.
\ Levoluzione delluomo iniziata con le prime esperienze di cucina \

Contrario di Cotto Crdo, questo dal lat CRUDUS in origine


sanguinolento, poi non cotto, cui il prefissato Incrudre con Incrudimnto, il
composto Crudvoro; dallastratto CRUDES di CRUDUS, il lat ha coniato
CRUDELIS cui Crudle e Crudelt, in analogia allarticolazione FIDUS
fido-FIDES fede-FIDELIS fedele.
1
Diversamente dallInfuso (immersione dellerba in acqua gi bollente) il Decotto si
ottiene portando allebollizione lacqua e lerba assieme.

\ Essere Avere
Duraturo Avaro
Essere-ssere dal lat volg ESSERE gi class ESSE da rad ES trovarsi
connesso con la rad BHEWE crescere (Ved Futuro in Beneficiato), cui
Sa da ESYE questo composto da ES e suff ottativo YE, cui ancora Fi pi
esplicitamente legato alla rad BHEWE (da ricordare la pron f di bh). Essere
usato quale snm di Stare.
Dal gr ON ONTOS questo Ppres di EIMI io sono, lital utilizza il pref
ONTO ente-esistenza cui Ontofana (su modello di Epifania), Ontognesi
con Ontogentico, Ontologa con Ontolgico, Ontologsmo e Ontologsta,
Ontosofa (dal gr SOPHIA scienza), Ontoteologa.
\ Il verbo Essere lausiliare di se stesso Sono stato, nelle forme passive, nei verbi
impersonali piovuto (usabile lausiliare Avre per indicare continuit Ha piovuto
un intero giorno), in tutte le forme riflessive (proprie, apparenti, reciproche,
pronominali, col Si passivante e Si impersonale); il Si passivante seguito dal verbo
concordante col numero del soggetto Si sentono voci, Vendesi appartamento.Essere
ancora lausiliare dei verbi intransitivi di moto, stato, un fatto quali Sono andato,
Sono seduto, Sono invecchiato, di verbi dazione fisica in relazione ad una meta
Sono corso in casa, volata sul tetto.... \

Duratro, vale ci che va a durare, dal lat DURUS da rad DWA


continuare a essere cui Durre con Durbile e Durabilit, Durta, Duratvo,
Durazine, Durvole con Durevolzza e Durevomnte, Raddurre (doppio
pref RI AD) e Perdurre (pref PER rafforzativo), Durnte questo con
lellittico Dnte e Dante per lonomastica e che vale paziente, Durvole
(suff ital di aggettivo verbale attivo EVOLE), eppoi Dro da DURUM
(coniato associando la durata alla solidit) con Duramnte, i botanici
Duracno o Duracne (per ciliege, pesche, uva) dal lat DURACINUS,
Durme con Duramificazine, eppoi Durstro, Durzza, Drium plastica
sintetica (marchio registrato, per in dischi musicali) termine in via di
archiviazione, Durna sorta di pesca dura indicata anche come Durne
questo per attestatosi in callosit, e i composti Durcine o Durcino
(ACINUS), Durmetro, Duroscpio, lanatomica locuzione Dura madre (dal
XV sec) con il relativo ellittico Durle, cui il prefissato Peridurle (PERI
intorno) attraverso lingl PERIDURAL, ma dalla locuzione lat medv DURA

80

MATER CEREBRI dura madre del cervello su modello ar UMM ADNIMAGH; interessante lanalisi etim del lemma Durlindna, la spada di
Orlando, che vale dOrlendna, inc con Dura resistente. Dal lat DURUS,
lo sp conta ENDURAR resistere cui lesot Endro con Endursta (nel
motociclismo) e lingl conta ENDURANCE termine glb quale gara
automobilistica di lunga durata.
Il termine gr ADROS vale duro-forte, vrs connesso con la rad DWA cui il
lat DURUS, cui il botanico Adrma (suff biologico OMA) snm di Xilema, e
il termine fisico nucleare Adrne su modello di Elettrone, cui la particella
LHC acronimo di LARGE HADRON COLLIDER Grande Collisore di
Adroni.
Durallumnio, invece, del tutto fuori percorso, poich composto di un
pref che sta per DUREN, la citt ted degli stabilimenti dalluminio.
Laltro verbo ausiliare Avre dal lat HABERE ma da rad osco-umbra
GHABH entrare in possesso in connessione indoeur con la rad KAP
prendere. Ai primi del Novecento, erano ancora corrette le forme io ed egli
per Io ho ( ant Io ggio) ed Egli ha quali persone singolari del presente
indicativo del verbo Avere. Da HABERE, aggettivando il verbo, sono
derivati Avido-vido da AVIDUS cui Avidzza ed Avidit, ed Avro da
AVARUS cui Avarzia e la locuzione Crepi lavarizia; da non equivocare
con lo sdrucciolo Avaro-varo realitivo ad una lingua caucasica.
\ Il verbo Avere ausiliare di se stesso Ho avuto, di verbi transitivi o usati tali Ho
vissuto una vita, di verbi intransitivi dazione fisica o morale Ho corso, Ho
trepidato, di alcuni verbi intransitivi di modo Ha bollito, Ha deviato.
E poi di verbi servili privi di infiniti serviti Ho dovuto; ove il verbo servito posto
allinfinito, invece, va posto lausiliare che saccorda con questo Sarei dovuto
andare.\

Da HABERE lital conta ancora i prefissati Prebnda in lat PRAEBENDA


questo futuro passivo di PRAE HABERE offrire-somministrare (dove
PRAE vale priorit) con Probendrio e Probendto, eppoi il lenito
Provnda questo influito dal franc PROVENDE cui Provinda inc con
Vivanda eppoi Profnda razione (per accezione di biada) questo ancora
sovrapposto a Profitto.
HABERE si svolto in HIBERE trattenere donde il percorso prefissato di
Adibre da ADHIBERE (AD allativo), Coibnte (CUM associativo) dal
Ppres COHIBENS con Coibntare, Coibentatre, Coibentazine e Coibnza,
Esibre da EXHIBERE mettere in mostra (EX fuori) con Esibitre,
Esibizine, Esibizionsmo attraverso il franc EXHIBITIONNISME con
Esibizionsta e Esibizionstico gi in uso dal 1894 attestatosi in perversione
sessuale, ma dal 1924 quale volont esasperata di esibirsi alla ricerca di
notoriet; appare evidente che entrambi le manifestazioni ricadono nella
patologia.
\ Lesibizionista chi si esibisce in ogni campo, e insiste a farlo, senza riceverne
apprezzamento, spesso incorrente nella giustizia. Chi invece si esibisce in ogni
campo, perlopi artistico, ricevendone compiacimento, lo si potrebbe definire
Esibitre (questo tradizionalmente il latore di una lettera).\

Il percorso prosegue con Inibre da INHIBERE (IN illativo) cui Inibto,


Inibitre, Inibitrio e Inibizine, lopposto doppio prefissato Disinibre

81

(DIS) con Disinibto, Disibinibitrio e Disinibizine, Proibre da


PROHIBERE avere fuori (PRO con valore di tenere lontano), snm di
Vietare, cui Proibitvo, Proibto, Proibitre, Proibitrio, Proibizine con
Proibizionsmo, Proibizionsta e Proibizionstico.
Il gr conta lo specifico EECHEIN avere cui il prefissato Sinecha o Sinchia
(pref SYN insieme) che vale continuit con Sinecsmo agglomeratoaccentramento1.
1
La moderna storiografia enuncia che Roma non fu fondata con tracciato volontario da Romolo o chi per lui - ma da una graduale agglomerazione di trib sparsi quali
etruschi, latini e sabini e situati sui tradizionali sette colli. Un Sinecismo, questo,
allegoricamente rappresentato nei miti sulla fondazione di Roma e negli avvenimenti
dei sette re di Roma. La data del 753 aC, alla quale si farebbe risalire la fondazione,
insomma alla met dell'VIII secolo aC, avrebbe una conferma dall'abbandono in
quest'epoca delle necropoli tribali e con linizio dellutilizzo della necropoli
dellEsquilino.

\ Osci Celti
Osci-sci, unant popolazione stanziale della Campania, affine agli Opici e
Aurunci o Ausonii (sovente assimilati), sopraffatta dai Sabelli (ramo osco
centromeridionale, poi identificati con il gruppo dei Sanniti) dal V sec aC.
La lingua appartiene al gruppo indoeur Osco-umbro, che include in un vasto
raggio Apuli, Bruzi (Calabria), Equi, Frentani (Abruzzo), Mamertini,
Marrucini (zona dellant Teate oggi Chieti, cui il demotico Teatno), Lucani,
il gruppo dei Peligni, Marrucini, Marsi e Sabini, (Umbria e Sannio), Sanniti,
Sidicini (gruppo sannita), Umbri, Vestini (Abruzzo), con alfabeto derivato
dalletrusco. Gli Umbri ed i Sanniti, infatti, sesprimevano con una lingua,
pur diversa luna dallaltra, discendente del Sabellico e ricorrendo alle lettere
ispirate alletrusco ed al gr-lat. Della lingua umbra rimangono le Tavole
Iguvine datate non pi di due secoli prima del 90 aC dove Iguvino riferito a
Gubbio, lant IGUVIUM umbro e Iguvno o Eugubno (forma medv dal
precedente toponimo EUGUBIUM) il suo abitantie.
Della cultura sannita, nella seconda met del sec scorso, grazie allintuito di
Adriano La Regina (oggi soprintendente archeologico), emerso
miracolosamente un sito che sta a dimostrare come questo popolo fosse gi
di cultura avanzata, con il loro teatro risalente al II sec aC, in cui si
rappresentavano le Atellane, le farse. DallOsco-sannito giunto il termine
Erpice-rpice, dal lat HIRPICEM conneso a HIRPUS lupo, lattrezzo
agricolo che ha denti di ferro simili a quelli del lupo, cui Erpicre con
Erpicamnto, Erpicatio, Erpicatre, Erpicatra, Inerpicre, Ispido-spido;
nel percorso lital conta Arpa-rpa arma dal lat HARPEM gi gr HARPE
falce, Arpese-rpese uncino inv dal veneziano attinto al gbz ARPAGOS,
Arpicre, Arpine questo dal lat volg HARPIGO dal gr HARPAGE uncino
con Arpionre, Arpne attraverso il franc HARPON utensile da caccia,
eppoi le mitologiche Arpe 1.
In connessione fig lomografo Arpa-rpa, lo strumento musicale, dal lat
ARPAM gi ger HARPA, adottato quale emblema irlandese. Col tema
HIRPUS sarebbero connessi i vari Irto-rto, Irsto con Irsutsmo, Irszie da
HIRSUTIA e, ma non certo, Irudini Classe di Anellidi da HIRUDO
sanguisuga, cui Irudinicultra allevamento di sanguisughe. Una certa

82

correlazione dovrebbe anche esserci con Irco-rco caprone e Ircocrvo.


Attraverso il franc PITON arpione, lital conta Pitne (neologismo dal 1976)
omn di Pitone serpente.
I Celti, con Celta questo sing mas e fem, chiamati CELTAE dai lat, KELTOI
dai gr e Galati altrove (dai romani erano chiamati Galli), un popolo che
appartiene alla protostoria e che nel I Millennio aC sera insediato
nell'Europa centrale e nelle isole Britanniche; lital conta nel percorso
Cltico, Celtsmo e Celtsta (col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in
ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere), eppoi Cltio o
Clzio (elemento chimico) analogo allo Zirconio e snm di Afnio (smbolo
Hf) questo dal toponimo Hafnia lantica Copenaghen.
Le trib celtiche, dedite alla pastorizia e allallevamento, erano
fondamentalmente guerresche e basate sulle pratiche sacerdotali. Allinizio
dellattuale millennio, la loro lingua indoeur sopravvive nella Bretagna
armoricana, nel Galles, parzialmente nella Scozia e nellIrlanda, parlata da
cira due milioni dindividui tra irlandesi, gallesi, scozzesi (il gaelico) e
bretoni. La cultura celtica era salvaguardata dal Drida o Drido dal lat
DRUIDAS, cui Drudico e Druidsmo, termine composto con WID
conoscitore e DRU quercia che vale sacerdote il quale utilizzava per le
pratiche religiose il vischio quercino; i Celti, infatti, nutrivano grande
devozione per gli alberi.
1
Una versione considera le tre Arpie le rapaci o pi in estensione le rapitrici,
Aello (o Nicotoe) Ocipete e Celeno, figlie di Taumante e di Elettra; una seconda,
figlie di Tifone (o Tifeo) e Echidna, questi ancora procreatori di mostri quali la
Chimera e lIdra di Lerna.
Da non equivocare etim questo Tifone di genesi gr col Tifone questo omologismo dal
cinese; tuttavia, se riflettiamo sul fatto che il Tifone gr, essere mostruoso figlio minore
di Gaia (Terra) che avrebbe generato col Tartaro (elemento primordiale del mondo
con Caos, Eros e la stessa Gaia), giace nelle viscere dellEtna, dove fu scagliato da
Zeus, e continua a vomitare fiamme, provocare eruzioni, una certa remota
connessione, se non una sovrapposizione pi moderna, ci dovrebbe pur esserci stata
col Tifone cinese ciclone-uragano.

\ Amo Rampino Uncino Gancio


Amo-mo, col dim Amulo-mulo e il prefissato Slamre (pref S sottrattivo
addattato eufonicamente, omn di Slamare da Lama) cui Slamatre, dal lat
HAMUS privo di connessioni; fuori percorso lomologismo Amorro o
Moro, dallar MUHAIJAR stoffa, cui anche il franc MOIRE.
Rmpino e Rampne sono esot dal franc HRAMPON contrarsi, gi gr
RAMPHOS becco ricurvo, cui Ranfstidi Famiglia di uccelli tropicali,
Rnfia snm di Granfia, Rnfio snm di Graffio, Ranfornco rettile del
Giurassico, Ranfotca anatomico animale, Rmpa con un raro snm
Rampro, Rampre con Rampnte cui la locuzione iconografica Cavallino
rampante (in piedi sulle zampe posteriori; tradizionalmente, per, su una
sola zampa posteriore).
\ Secondo una ant simbologia, il personaggio scolpito o ritratto su cavallo rampante
indica scomparso per morte violenta mentre su cavallo a quattro zampe per morte
naturale. \

Il percorso continua con Rampantsmo, Rampta,

83

il dim Rampno con

Rampinre, Rampinta e Rampinsmo, Rampsta, laccr Rampne cui


Ramponre e Ramponire, literativo Rampicre con Rampicnte,
Rampicatre, Rampichno, Rampicne e il prefissato Arrampicre (AD
allativo) con Arrampicatre e la locuzione Arrampicarsi sugli specchi o
Arrampicarsi sui vetri tentare di giustificare se stessi con tesi insostenibili;
il glb franc Grimpeur vale arrampicatore dal verbo GRIMPER vrs in
connessione indoeur con HRAMPON RAMPHOS.
Termine alieno nel percorso lomologismo Rampgna rimprovero dal
franc RAMPOSNE da RAMPOSNER schernine cui Rampognre.
Attraverso lol KLAMP rampino, questo in connessione indoeur col franc
HRAMPON, in area glb adottato il termine Clamp pinza chirurgica cui
lomologismo ital Clampggio attrraverso il franc CLAMPAGE.
Uncno o Oncno dal lat UNCINUS sostantivo di UNCUS arpione, cui gli
obsoleti Uncicchito, Uncinle eppoi Uncinre,Uncinto o Oncinto o
Uncinto e Oncinto, i dim Uncinllo e Uncintto o Oncintto, e Adnco
(AD UNCUS). UNCUS connesso fig col gr ONKOS che vale volume,
massa, attestatosi in tumore, cui Oncsi (suff med OSI) ed il pref ONCO in
termini composti quali Oncocerchisi o Oncocercsi dal termine scientifico
ONCHOCERCA sorta di nematodi col suff OSI, Oncogne con
Oncognesi, Oncgeno, Oncologa con Oncolgico e Onclogo, Oncosfra,
Oncoterapa, Oncotoma, Oncotrfico. LOncosoppressre, meglio gli
Oncosoppressri i quali indicano due geni che gestiscono linvecchiamento
delluomo; uno lo accelera e laltro lo rallenta; la loro manipolazione
potrebbe condurre lumanit ad una esistenza pi serena in tarda et.
Gncio lomologismo dallo sp GANCHIO, cui i prefissati Aggncio, con
Aggancire e Aggancito, Sgancire con Sgancio, Sgancibile,
Sganciamnto, il composto Sganciabmbe, rintracciabile nellingl HOOK in
terminologia pugilistica. Lo sp dovrebbe aver attinto al turco KANCA e
questo al gr KAMPSOS ricurvo di rad KAM curvo. Una certa connessione,
tuttavia, dovrebbe esserci col rad ANG-ANK punta di Angolo.
\ Lupo Volpe Golpe
Il lat conta il termine LUPUS, cui Lpo col fem Lpa, i dim Lupacchitto e
Luptto, Lupia tana con lomn Lupia o Lupria,sorta di erba che si
credeva velenosa per i lupi, Lupanre con un desueto Lupanrio, Lupra
(arma per cacciatori di lupi, tristemente nota), Luprdo, un Lupro, Lupsco
con un desueto Lupicno, Lupicnte snm di Astice per la sua aggressivit,
dal lat volg LUCOPANTE gi gr LYKOPANTHER, eppoi Lupno erba
(delle Papilionacee) preferita dai lupi o perch la pianta uccide con la
propria ombra lerba ad essa intorno, con Lupinio e Lupinsi, Lupinlla o
Lupinllo o ancora in locuzione Erba lupina sorta di erba con Lupinellio,
eppoi Lupno o Lupgno quale fig aggettivo e avverbio, i toponimi
dattestazione locale Lovara, Lovera, i luoghi dove ant erano situate le fosse
quali trappole per lupi. Ancora, la locuzione lat Lupus in fabula ancora
ricorrente, Lupus affezione dermatologica grave cui Lupma
La locuzione Lupo Mannaro dal lat LUPUM HOMINARIUM questo con
valore di sembianze duomo ossia Mannro, aggettivo che pare derivato dal
tema indoeur MAN uomo adottato in ingl e nel ted MANN.

84

Lppolo un erba, con la quale si aromatizza la birra, il cui termine nasce


dal dim LUPULUS di LUPUS, cos come avrebbe fatto intendere Plinio 1,
con una correlazione rimasta oscura, donde Luppolto, Luppolna o
Luppolno, Luppolizzre (la birra) con Luppolizzazine.
LUPUS giunto da una forma primitiva LUKWOS passata al gr LYKOS,
questo sopravvissuto in ital quale pref, cui Licantropa e Licntropo lupo
mannaro (col gr ANTHROPOS uomo), Licane canide dal gr Lykaon
(dal mome di un mitico re mutato in lupo da Zeus), Lcidi Famiglia di
Coleotteri, Licopne carotenoide ellittico dal lat LICOPERSICUM cui il
snm Licoprsico (elemento colorante nel pomodoro, considerato preventivo
dellinfarto), Licoperdcee (Famiglia di funghi, col gr PERDOMAI emetto
peti), Licopdio (col gr POUS PODOS piede) cui Licopodili Ordine di
Pteridofite, vegetale, Licpside (col gr OPSIS occhio nel senso di aspettovisione), Licoressa (col gr OREKSIS appetito), Licsa genere di ragno,
con Licsidi la Famiglia della Tarantola, fig da LYKOS.
Lcio invece un termine alieno nel percorso, dal gr LYKIOS e dal lat
LYCIUM il relativo del coronimo Licia in Asia, cui Lcio Genere di
Solnanacee
I Lupercli erano ant feste del febbraio romano in onore di Zeus Lykaios,
svoltosi nellepiteto di Lupercus, la cui ara sacrificale era allinterno di una
grotta, dove si tramandava fossero stati allevati i gemelli Romolo e Remo
dalla lupa; pertanto, Lupercle laggettivo che vale sacro al dio latino
Luperco (in origine il lupo sacro al dio Marte).
Lupo, in sct era VRHA dalla rad WLKWOS, donde lingl WOLF e il ted
WOLF, da questo lonomastico esplicito Volfango da WOLFGANG
cacciatore di lupi, eppoi Raoul o Raul molto saggio dove il suff WULF da
WOLF utilizzato fig come rafforzativo-intensivo, ed ancora Rodolfo lupo
glorioso con HROD gloria, questo rintracciabile nellonomastico Rodrigo
ricco di gloria (con RIKS ricco), in Rosalinda da HRODLIND protezione
gloriosa (con LIND scudo fig protezione), in Ruggero lancia gloriosa
(con GER lancia). Dal ted WOLF si conta Wolfrmio o Volfrmio (dal
XVIIII sec) attraverso il lat WOLFRAMIUM gi ted WOLFRAM
(composto con RAM sporcizia), elemento chimico cui limmediato snm
Tungstno (simbolo Tu) questo omologismo dallo svedese TUNGSTEN che
sta letteralmente per TUNG pesante e SATEN pietra, con laggettivo
Tngstico nella locuzione Acido tungstico; fuori percorso Tungso questo
relativo al popolo dei Tungusi cui Lingua tungusa della famiglia altaica.
Lar conta LUF lupa (da notare lassonanza con lindoeur WULF) cui
lomologismo lat LUFFA e ltal Lffa Genere di Cucurbitacee e la
locuzione botanica ital Spugna di Luffa.
Per i messapi, inoltre, il lupo era identificato con DAUNUS, cui la Dunia,
questa la regione che include il promontorio del Gargano, e il suo popolo i
Dauni; ed ancora, in sannita HIRPUS valeva lupo, cui il popolo Hirpi e
Irpinia con Irpini.
Per rispettare un binomio, citiamo il lemma Vlpe, questo dal lat VULPES,
cui Volpia, Volpre, il fig Volpeggire, Volpgno, il composto fig Volpca
(volpe-oca) sorta di anatra dal becco rosso altrimenti detta Tadrna questo

85

omologismo dal franc TADORNE cui Tadorna ferruginea detta anche


Casrca. VULPES discende dal gr ALOPEKS, donde Alopeca, o Alopcia
o Alopeza, volpinit, nel senso patologico della perdita di peli nelluomo in
riferimento fig alla muta dellanimale.
Volpra, snm di Argine, appare detimo ignoto, ma potrebbe essere fig
inteso nel senso di tappare le buche delle volpi ovvero le falle, assimilando
queste, appunto, al lavorio delle volpi.
Una curiosa variante di Volpe il termine Glpe, con Golpeggire e
Golpne, termine desueto che sopravvive fig in botanica Glpe sorta di
malattia spelacchiante da funghi cui Golpto, ma che non ha nulla dellesot
sp Golpe, gi lat COLPUS colpo, ellittico della locuzione GOLPE DE
ESTADO Colpo di Stato, cui Golpsmo, Golpsta e Golpstico.
Il gr conta lo specifico BASSARA per Volpe, cui lattributo Bassride,
laggettivo fig Bassrico che vale Bacchico da Bacco, Bassarsco sorta di
mammiferi
Dallo sp ZORILLA lital conta lomologismo Zorlla sorta di mammifero,
quale dim di ZORRA volpe cui vrs lappellativo del leggendario Zorro
(furbo e imprendibile come la volpe).
La cultura romana conta Caio Plinio Secondo il Vecchio (23\79) comandante della
flotta di Miseno e scrittore, morto a Stabia durante leruzione del Vesuvio, che voleva
studiare a distanza ravvicinata, e lomonimo suo nipote e figlio adottivo il Giovane
(61\113) avvocato e scrittore spentosi a Bitinia, cui laggettivo Plinino per entrambi;
erano nati a Como.

\ Prefisso PROTO
Il pref PROTO, dal lat PROTIUM gi gr PROTOS, vale primo, cui derivati
e composti Protanopa (col suff OPIA), Protena con Protesi snm di
Peptidsi, Protico o Protenico, Proteinema (suff EMIA sangue) e
Proteinura (suff URIA urina), Protde e Protdico con valore di Proteina e
Proteico cui Protidogrmma, Prtio o Przio isotopo dellidrogeno dal lat
PROTIUM (pron prozium), Protsta, Protsti (organismi unicellulari) con
Protistologa; eppoi Protontropo o Protntriopo, Protoattnio o Protattnio
(con Attnio), Protobrnchi (Ordine di Lamellibranchi primitivi),
Protocannico, Protococccee (Famiglia di alghe col suff dal gr KOKKOS
granello), Protocordti, Protofllo (con il gr PHYLLON foglia), Protofsico,
Protogermnico, Protgino (col suff GENO), Protoindoeuropo,
Protolngua, Protomastro o Protomstro, Protomrtire, Protomatria,
Protomdico, Protomrfo, Protne (su calco di Elettrone) con Protnico
(questo omn di Protonico da Tonico di Tono), Protnio e il prefissato
Diprtico, eppoi Protonefrdio (PROTO con Nefridio), Protonotio o
Protonotro con Protonotarito, Protooncogne, Protoplsma con
Protoplasmtico, Protoplsto (col gr PLASTOS formato), il curioso
Protoqumquam (col suff dal lat QUAMQUAM sebbene e sta ironicamente
per saccente), Protoromntico, Protoromnzo (lingua in lat parlato che
precede le lingue romanze), Protosemtico (termine linguistico),
Protosincrotne, Protoslvo, Protospatrio o Protospadrio (con il gr
SPATHARIOS guardia del corpo da SPATHE spada), Protssido,
Protostlla (termine astrologico), Protostmi (Gruppo di metazoi, col gr

86

STOMATOS bocca), Protostria con Protostrico, Prototpo (col gr TYPOS


impronta), Protttero (suff TTERO ali), Protovanglo, Protozi (Sottoregno
animale, suff dal gr ZOION animale) con Protozorio e Protozico.
I Decproti erano i dieci membri elettivi della magistratura romana, termine
adottato dal I sec dC.
Fuori percorso Protecee (Famiglia botanica), Proteifrme, Protesmo (dal
XIX sec) tutti dal gr PROTEUS, ital Proteo, la divinit che si dilettava ad
assumere multiformi aspetti, Protorce (termine zoologico) che composto
col pref PRO e Torace.
\ Tipo
Dal gr TYPOS impronta connesso con TYPE lettera (alfabetica), cui il lat
TIPUS, lital conta Tpo esemplare fig persona particolare donde
Tipicit, Tipicizzre, Tpico, Tipizzre, Tipizzazine; termine utilizzato
dalla stampa cui le composizioni Tipocomposizine, Tipografa con
Tipogrfico, Tipgrafo e Tipolitografa; eppoi Tipologa, Tipometra e
Tipmetro, il prefissato Ectipografa dal gr EKTIPOS (pref EK fuori)
impronta in rilievo cui Ectpo-ctipo punzone-sigillo (col pref gr EK
fuori), i suff TIPIA TIPO in Callotipa con Callotpo (col gr KALLOS
bellezza), Caritipo e Cariotpico (col gr KARYON nucleo), Cianotipa con
Ciantipo (con il lat CYANUS azzurro), Controtpo, Dagherrotipa con
Dagherrtpo (da nome dellinventore L. J. Mand Daguerre 1789\1851),
Ecotpo (col gr OIKOS abitazione), Eidotpo (col gr EIDOS aspetto),
Fototpo, Idealtpo attraverso il ted IDEALTYPUS termine scientifico,
Iditipo (col gr IDIOS proprio-distinto-particolare), Isotipa con Istipo (col
gr ISOS uguale), Logotpo (dal gr LOGOS parola e TYPE lettera), Olotpo
(col gr HOLOS tutto intero), Optotpo o Ottotpo (col gr OPTIKOS ottico)
Ootpo (col gr OION uovo), Politpo, snm di Logotipo, attraverso lingl
POLITYPE (col gr POLYS molti), Sottotpo, Steretipo su modello franc
STEREOTYPE cui Stereotipia (disturbo psisomatico) con Stereotipto
questo anche con valore di convenzionale-immutabile dalluso, lomn
Stereotipa (termine tipografico, col pref dal gr STEREOS fermo) cui
Stereotipre e ancora Stereostipto stampato con Stereotipia, Stereotpico
e Stereotipsta; eppoi Stenotipa (ellissi di Stenografia e TIPIA).
In conclusione, Stereotipo vale nella stampa per Stereostipato cui la
locuzione Edizione stereotipa, in psicologia sta per concetto rigido cui la
locuzione Pensare per sterotipi, in linguistica vale successione fissa e
ripetuta di parole insomma snm della locuzione Frase fatta o Luogo
comune.
Il gr TYPE lettera si rintraccia dellingl TYPEWRITER macchina per
scrivere 1.
1
La forma corretta italiana in locuzione Macchina per cucire - Ago per cucire Macchina per scrivere - Penna per scrivere e non da cucire-da scrivere; mentre la
carta (una pagina) correttamente da scrivere e la stoffa da cucire.

Lo stesso dovrebbe valere per Ferro da stiro (da stirare) la cui versione pi
corretta sarebbe Ferro per stirare.
Pertanto, in questi esempi, la preposizione PER intende il mezzo attraverso
il quale mentre DA determina un fine o scopo, una proposizione finale (o

87

consecutiva ma non in questo caso), insomma loggetto da scriverci da


cucire
Nel caso moderno dei computer, la stampante e la tastiera sono strumenti per
scrivere, mentre il monitor rappresenta la pagina Word o la pagina Web da
scrivere.
\ Il Ferro da stiro
Il Ferro da stiro - questa locuzione la forma ellittica di Ferro da stirare pare sia stato ideato tra il 200 e il 400 aC.
Il prototipo risalirebbe, infatti, alla dinastia Han che avrebbe governato la
Cina dal 206 aC al 221 dC.
I nostri avi dellApulia, quindi, usavano quellattrezzo cinese che i greci
gi avevano acquisito e che lo avrebbero importato nelle terre italiche
occupate, la cosiddetta Magna Grecia.
Lutensile dellepoca non era altro che un contenitore di bronzo per brace
con manico di legno; ne sono stati ritrovati di manifattura artistica con
impugnatura di avorio.
I romani, poi, nellestendervi la loro egemonia, avrebbero diffuso la pratica
di una piastra di bronzo, sempre provvista di manico, da scaldare al fuoco
prima delluso sui tessuti; ci non solo comportava il continuo andirivieni
del ferro tra fuoco e stoffa ma questa era facile che si sporcasse di cenere.
Una consuetudine questa, dei carboni esterni, che ha resistito ai tempi sino
allXI secolo, quando iniziarono a elaborare ferri ottenuti con la fusione di
leghe meglio idonee a distribuire il calore e dalle forme pi adatte al loro
uso.
Sino allOttocento non ci furono ancora progressi ma si prosegu a
migliorarne la forma continuando a riscaldarlo sulle braci.
Fu in quel secolo, infine, che ebbe inizio la modernizzazione si fa per dire
poich torn a essere quellattrezzo cinese che inglobava nel suo dentro i
carboni ardenti, serbando il calore necessario.
Merito anche di Isaac Wilkinson, tra gli attori della rivoluzione industriale,
che nel 1737 ne aveva gi ideato uno con un soffietto interno, che
alimentava lincandescenza ottenendo cos un calore pressoch uniforme e
continuo.
Ai giorni nostri, usiamo il ferro da stiro la cui piastra riscaldata
dallenergia elettrica, datato 1891, sempre pi soppiantato dal ferro a vapore
brevettato nel 1926.

CASCINA CASONE CASINO


CASCINA
Originariamente, Cascna semplice casa a forma di cassa, dove si
trovano la stalla ed un artigianale caseificio famigliare, cui
Cascinio; semant, la casa colonica, ovvero il Casolare. Andare
alle cascine ancora oggi un romantico itinerario per gli innamorati
fiorentini. Altra attestazione Cascinle, questo per traducibile nel
collettivo di cascine. Termine alieno Casciolngo questo
omologismo dal franc CACHOLONG sorta di opale dorigine
88

mongola.
Il lemma Cascina il dim dal lat volg CAPSIA, da CAPSA
contenitore, cui Cssa, il fig Csso vuoto, lomn-snm Csso cassa
del carro cui Cassonta zucchero grossolano (direttamente dai
cassoni prima dessere raffinato), Cassne e il fig torace, Cassla
sorta di pietanza lombarda snm di Posciandra, fig da Casserla o
ancora Casserula attraverso il franc CASSEROLE gi prvz CASSA
dal lat CATTIA tazza cui Czza in percorso con la variante
Cazzerla o Cazzerula e Cazzula o Cazzla con Cazzolta, eppoi i
glb franc Chassis e Cassoulet questo gi prvz CASSOLO terrina.
Derivato esplicito dal volg, lital conta Cpsula con la variante
Cssula cui Cpside con Capsmero (termini in virologia),
Capsulre, Capsulatrce, Capsulatra, Capsulsmo, i prefissati
Incapsulre (IN illativo) con Incapsulamnto e Incapsulatre, e
Scapsulre (S sottrattivo); eppoi, dal significato di CAPSA quale
bacca lital conta Cpsido (Genere botanico), Capsum (Genere
chimico) cui la Classe dei Capsaicinidi affini alla Capsaicna o
Capseicna, questi Metaboliti di cui ricco il peperoncino piccante,
utilizzata anche per la produzione dei Gas lacrimogeni, donde in
composti Diidrocapsaicna, Nordiidrocapsaicna, Omocapsaicna e
Omodiidrocapsaicna.
Il percorso continua con i vari Caslla (dim di cassa), Casellrio,
Cassio, Casstta (adottato dal XIV sec) cui fig gli ormai in via di
archiviazione
Audiocasstta,
Cinecasstta,
Fonocasstta,
Microcasstta, Musicasstta e Videocasstta dove Cassetta sta per
caricatore di nastro magnetico, tutti pressoch adottati dagli anni
Settanta, ormai rimpiazzati dai CD (dal 1983) e DVD (dal 1996)
anche questi gi tecnologicamente passibili di sostituzione, eppoi
Casstto snm di Tiretto, eppoi Cassettta, Cassettira, Cassettsta
(di sicurezza o compratore di titoli provvisori col suff ISTA qui
di collegamento ad un significato pi vicino ad un mestiere), laccr
Cassettne con la locuzione architettonica Soffitto a cassettone,
Cassno (cassa della carrozza, fig cavit della spiga dove si forma il
granello) omn di Cassino cancellino, il fig Cassdidi (Famiglia di
molluschi) qui il termine assume il significato di casco dal lat
CASSIS elmo, Cassire, laggettivo Csso dal lat CASSUS vuoto e
fig inutile con il sostantivo anatomico Csso cassa toracica; il
composto Cassaintegrre con Cassintegrazine e Cassintegrto il cui
primo membro Cassa (istituzione di utilit collettiva) in locuzione
storica Cassa Mutua e Cassa per il Mezzogiorno. Con il pref S
estrattivo si ha Scassre levare dalla cassa (omn di Scassare
cancellare e Scassare crollare) con Scssa e Scsso, Scassinre e
89

Scassinatre, Scassettre. Altro derivato il Cassontto, dim di


Cassone, questo il mobile in voga nei secoli XIII^ e XIV^ per riporvi
la biancheria, che la semant ha via via deprezzato in contenitore
generico di merce, piccolo vano murale per contenervi il rullo degli
avvolgibili, recipiente pubblico per la raccolta dei rifiuti. Cassiterte
(suff ITE per minerali) dal gr KASSITEROS stagno vrs connesso
con CAPSA contenitore. Il percorso composto prosegue con
Cassafrma questa una struttura provvisoria nelledilizia, appunto a
forma di cassa, per getti di cemento con un snm in Cassero, eppoi
con Cassafrte, Cassamdia, Cassapnca, Cassavuta.
Fuori percorso Cssio assorbimento aureo cui la locuzione
Porpora di cassio in onore del chimico A. Cassius (XVII sec), il glb
franc Cassis da CASSE cui la locuzione Sciroppo di Cassis, con
lital Cssia ribes nero,
Cascno lo strumento (stampo ligneo - piccola cassa) per fare il
cacio; il lemma nasce dallinc di Cassa con Cscio cacio, questo
dal lat volg class CASJUS gi class CASEUS con suff dim e in
alcune contrade si pron ancora il volg Cascia per indicare la Cassa.
Ccio, infatti, deriva dallant CASCIO, attraverso il volg CASJUS
cui, derivati e composti, Caciia o il volg Caciara (omn del volg
Caciara gazzarra), Caciio, Caciatlla, Cacire, Cacimprio o
Cazzimprio (composto col lat PIPER pepe) snm di Pinzimonio,
Caciofire, Cacitta, Caciottro in complanare con Casro, Casatllo
o Casadllo, il volg napoletano Casatiello, eppoi il class lat CASEUS
donde Caserio, Caseificqzine, Caseifcio, Caseifrme, Casena,
Casenico, Cseo coagulo del latte e Caseso, da qui la locuzione
fig Vernice caseosa rivestimento del feto verso il termine della
gravidanza.
Il percorso prosegue in Cassta (sovrapposto a Cassa) con Cassatlla
e la locuzione gastronomica Cassata siciliana (con ricotta), tutti
fedeli al class CASEUS cui ancora un volg mer Caso e il glb ingl
Cheese con il composto Cheeseburger questo composto con
Hamburger. Il Caciocavllo, meglio Caciocavallo silano, il tipico
formaggio prodotto sul Gargano e sulla Sila, in estensione nella
Basilicata, Campania e Molise, con latte di mucche (cosiddette
podoliche) ovvero pascolate nel periodo a cavallo tra primavera ed
estate. Vrs, la definizione viene fig dalla pratica di far stagionare le
tondeggianti forme a due a due, legate con una fune e penzolanti a
cavallo di una trave.
Termine alieno Caccco o Cacco capo indigeno, omologismo
attraverso lo sp CACIQUE ma da KACIK di genesi arawak.
Lingl cnnta CASH che vale fig contanti (come del resto anche in
90

ital) connesso in area indoeur col significato di Cassa cui la


locuzione glb ingl Cash flow flusso (differenza) di cassa con lingl
FLOW flusso.
I latini contrassero CAPSA in CASA, dal tema med KASA capanna,
in connessione col gr OIKOS, giunto immutato in Csa cui i prefissati
Accasre e Rincasre, i suoi derivati espliciti quali Casta stirpe e
Caserccio, eppoi Casalna tessuto in casa, Casle questo con suff
ALE vale agglomeramento di case o casa isolata in campagna
con Casalno, Casalse o Casalsco (dal toponimo Casale, questi
tuttavia in riferimento etim a agglomeramento), Casamnto,
Casolre, il toponimo campano Casoria, eppoi Casalnga con
Casalngo (doppio suff, ALE di derivazione aggettivale e INGO) e,
Casalingto e Casalinghitdine, che rispettivamente esprimono
soggetto, lavoro e condizione; i composti Casa base questo termine
sportivo nel gioco ingl BASEBALL, Casamtta (nel senso di casa
finta), Casambile snm di Roulotte. Il termine Casamcciola vale
caos, disordine, tafferuglioi attestatosi dopo il sisma che distrusse
Casamicciola nel1883, toponimo nellisola dIschia, vrs da un
Casame (suff AME per collettivi e quindi agglomerato) con
suffissi alterativi ICCIO e OLO. Casanva vale avventuriero
attestatosi dalla cognomastica Casanova del celebre personaggio
veneziano Giacomo Casanova (1725/1798); il termine da
considerare nel percorso poich Casanova sta in veneziano per
casata di nuova nobilt. G. Casanova passato alla storia per le sue
avvenure amorose, in realt stato un fine studioso; infatti suo il
trattato Dimostrazione geometrica della duplicazione del cubo.
Dalla locuzione ingl PUBLIC HOUSE casa pubblica dove HOUSE
vale casa snm di HOME, nato il noto ellittico Pub,
I greci, per, avevano KOAS pelle, donde, vrs, partito il percorso
lemmatico; la pelle danimale, infatti, stata una prima protezione
delluomo, dopo aver scoperto che la propria non bastava pi e poi
cerano le lumache e le tartarughe alle quali fare riferimento.
Altra forma lemmatica per Cassa Castne parte incavata anche in
anatomia, attraverso il franc KASTO - in ted KASTEN - dalla quale
discendono Incastonre inserire con Incastonatre, Incastonatra e
Sctola questo il dim lat con metatesi da CAST a SCAT, cui
Scatolio, Scatolme (suff AME per collettivi), Scatolre questo
verbo e aggettivo, Scatolta e il Pp aggettivato Scatolto, il dim
Scatoltta, il composto Scatolifcio ed Inscatolre con
Inscatolamnto, Inscatolatre e Inscatolatrce. In connessione
indoeur si ha lingl TO CAST scritturare-assegnare un personaggio,
una parte fig incastonare cui i glb Cast il complesso degli
91

addetti e Casting distribuziuone delle parti.


Csto, invece, illibato-puro, dal lat CASTUS, arriva dall'inc tra le
due rad KAS istruire e KAS mancare cui Castimnia (suff
MONIUM, Ved Lemmi e locuzioni maschilistici in Pena) con
Castimonile, Castit, il negativo Incsto non casto, anche
Carnte con Carnza, Carenzto e Carenzile da CARERE mancare;
eppoi Caresta con Carestso attraverso il gr AKHARISTIA. Il
termine, nel genere fem Csta, ricopiato dal ptg CASTA, sta per
(etnia) pura-non mescolata, cui Castle; termine pseudoetim
Castlio o Castlide dal lat CASTALIUM relativo alla fonte
Castalia, questa ad uso delle Muse e quindi il termine esteso quale
attinente alla poesia.
Connesso con CASTUS, il lat ha coniato CASTIGARE correggere
(vedi Fatigare da FATIS), poi mutatosi semant in punire, cui
Castigre con la variante volg Gastigare, Castigbile, Castigatzza,
Castigto con Castigatamnte, Castigatre, Castigazine dal lat
CASTIGATIO CASTIGATIONIS, Castgo o il volg Gastigo e il
composto Castigamtti, questo il fortunatamente desueto bastone dei
manicomi per colpire i matti durante le crisi, oggi attestatosi in
risvolto fig.
In connessione col rad KAS mancare esiste il termine lat CASSUS
vuoto, cui Cassre con Cassamnto, Cassatra, Cassazine
annullamento-revoca per accezione il tribunale altrimenti detto
Corte suprema cui Cassazionsta, questi sovrapposti a CAEDERE
tagliare e Scassre cancellare-rendere vuoto col pref S intensivo
(snm di Scassare crollare e Scassare levare dalla cassa), il glb
franc Casse alterazione del vino in senso di rottura, Csso
nullo e Cassno, questo il devb da Cassare, snm di Cancellino, ed
omn del Cassino della carrozza.
Fuori percorso lomn Cassazine, lomologismo dal ted GASSEN
gironzolare che vale sorta di serenata; il termine Cassinse o
Cassinnse relativi al toiponimo Cassino.
Dalla rad gr KISTE, che vrs ha comune sorgente con KASTO,
pervenuto Csta attraverso il lat CISTA e al mas Csto con il denm
Cestre ed il prefissato Accestre (AD allativo); in percorso Cestio,
Cestlla, Cestllo, Cestera, Cestinio, Cestinre, Cestinera, Cestno,
Cestsmo con Ceststa (in Pallacanestro), Cstola, Cestne e Cestso.
Omn-snm di Cesto lital conta in connessione Cesto sorta di pianta
a cespuglio, Csto dal lat CAESTUS guanto da combattimento.
Lital conta ancora un Chstera con valore di cesta di genesi basca
ma attraverso lo sp CHISTERAS.
E chiss se non c stata una remotissima associazione tra il mancare
92

di Casto e la cassa di Castone fig vuota.


Dal long ZAINJA cesto lital conta lomologismo Zino con
Zaintto; termine omn Zino, vrs in connessione fig, attraverso lo sp
ZAINO mantello di un unico colore per cavalli
Dallar QUFFA cesta, lital ha adottato Cffa piattaforma per
vedette posta sullalbero della nave rintracciabile nel volg mer
quale corbello da cavapietre o muratore e fig gobba, vrs la voce
ancora volg mer Scoffolato rovinato al suolo; tuttavia letim lo fa
risalire al lat COPHINUS cesto gi gr KOPHINOS, donde Cfano o
il desueto Cfino, Cfana, Cofanio, Cofantto e Cofansta.
Il lat volg conta CORBA cesto di vimini gi class CORBIS, cui
Crba, lesot dal franc Corbeille cestino di fiori gi dim lat
CORBICULA, Corbellta contenuto del corbello e il dim
Corbllo, utilizzato nel volg quale snm di Testicolo-Coglione, cui
Corbellgine, Corbellta o Corbellera, Corbellatre, Corbellne con
Corbellonggine e il prefissato Scorbellto. Dal significato di
recipiente vale scafosnm di Costa o Ossatura, ed una ant misura
bolognese di capacit (78,644 m3). In percorso ancora un Chirba,
attraverso il dim lat CORBULAM, attestatosi in Toscana con valore
di testa-capo.
Lomn Crba (dal XIII sec) in termini di veterinaria dal franc
COURBE curva.
Detimo ignoto, lital conta Brga cesto di vimini, in accezione per
contenere pesce, ma che sta anche per gabbione colmo di materiale
pietroso da sistemare a difesa dellerosione fluviale; non facile
ammettervi una connessione fig da parte del termine volg romagnolo
Sburgida che sta per ragazza disinibita.
Rzza (omn di Razza, un pesce), curiosamente, lomologismo dal
franc HARAZ e in origine stava ad indicare allevamento di cavalli,
comunque dal lat RATIO cui Razzatre relativo allanimale scelto
per la riproduzione della razza, successivamente svoltosi in Specie
(umana), cui Razzile o Razile attraverso il franc RACIAL,
Razzsmo, Razzsta, Razzstico, Razzizzazine, Razzumglia o
Razzamglia (sovrapposto a Marmaglia); curiosa pure la sua
attestazione lemmatica in ital, che da una forma mas Larazz s
svolta nel fem La Razza (umana) con aferesi della vocale iniziale A
(che gi aveva perso lh) e che va a comporre larticolo fem
logicamente non eliso. In percorso, il glb franc Rac (corretto Rac)
da RACE razza e non non pu essere solo una coincidenza lomn
con lingl RACE corsa da TO RACE correre, in origine riferito ai
cavalli (allevati per la corsa), cui il glb Racer corridore e la
locuzione glb Racing team squadra da corsa, oggi in accezione
93

automobilistica.
Termine assonante con Arzzo, lomologismo derivato invece dalla
citt franc di Arras.
Dal tema med KORBA cesto di vimini svoltosi nel lat CORBIS cui il
volg CORBA, lital ha ricalcato Crba didentica traduzione, donde
il dim Corbllo questo fig testicolo e Corbzzo, dal lat volg
CORBITJUS, col dim Corbzzolo questi inc col tema med
ARBITUS specie darbusto sempreverde, infatti, il suo snm
Albatro-lbatro dal lat ARBUTUM col dim Albatrllo; da non
equivocare con lomn Albatro-lbatro sorta di uccello dei
Diomedeidi omologismo dallar AL QATTAS attraverso lo sp
ALCATRAZ e il franc ALBATROS.
LAlbatro urlatore una variet che nel 2012 considerata in
estinzione.
Il lat, ancora, aveva un proprio termine in FISCUS, che valeva
Cesto-Canestro, cui gli italianissimi Fscina, Fisclla, Fiscna e
Fscolo tutti dim, eppoi Fsco e Fiscle, questi ultimi due certamente
per la tradizione di dare quel che di Cesare levandola e
porgendola dai cesti, cui la locuzione Leva fiscale. Il volg pugliese
contiene un Fiskulo piccolo cesto per le formette di ricotta.
Il Fisco assieme allErario erano custoditi nel tempio di Saturno.
Termine alieno Fschio-Fischire con Fischitto, Fischine (anatra
selvatica che emette un fischio, volando, snm di Capirosso, Chiurlo,
Fratino e di Morigiana) ed il fig Infischirsi, dal lat FISTULARE
denm da FISTULA zampogna, cui Fstola. Curiosit nella mappa
indoeur il termine ingl FISH pesce vrs dal passaggio di un PHISH
(PH pron f), che inevitabilmente farebbe pensare ad una connessione
etim tra il cesto FISCUS ed il suo tradizionale contenuto di FISH
pesce. Larea indoeur ha portato nel ted il termine FISCH pesce e
nellital Psce dal lat PISCEM, vrs dal passaggio di un PHISH (da
ricordare che il gruppo PH vale f) eliminando la h e di conseguenza
la pron f, adottando cos la pron p, cui Pescre ed il devb Psca
(psca) omn di Pesca (psca) frutto, eppoi, incluso il segno
zodiacale al plur Pesci, Pescagine, Pescia argine fluviale,
Pesctico, Pescatre, Pescatrio, i dim Pesctto, Pescno (per
accezione, piccola imbarcazione per palude), Pesciolno e
Pescherccio, Peschera (suff sostantivante ERIA con valore di
vendita di (pesce)), i composti Pescatursmo (dal XXI sec) questo
in associazione con Ittiturismo, Pescecne, Pesciaila o Pescira e
Pesciailo, Pescicoltra, Pescivndolo (suff VENDOLO), in
complanare con il percorso pi esplicito al lat, cui Psca vaso per
pesci e i metaf Pischlla, Pischllo riferiti a ragazzo e ragazza,
94

Pisctico e Piscatrio (varianti dei primi), Piscna inv dal lat


PISCINA, i composti Piscicoltra (variante del primo), Pisccolo,
Piscicoltre, Piscifrme, Piscvoro. In percorso prefissato si conta
literativo Ripescre con Ripescggio fig recupero questo
neologismo attraverso il franc REPECHAGE adottato dal 1978.
Un tipo di pesca con la Scibica, sorta di rete a strascico che, in
metonimia,
d il nome anche alla relativa imbarcazione,
omologismo dallar SABAKA, cui Sciabicre.
Caratteristica naturale del pesce la Squma o Squmma, meglio al
plur Squme, dal lat inv SQUAMA cui Squamre, Squamti (Ordine
di Rettili Lepidosauri), Squamto, Squamso: e pare sia connesso
alla rad di Squlo dal lat SQUALUS, cui SQUALERE varrebbe
essere squamoso, da qui il chimico Squalne (idrocarburo contenuto
nel fegato), Squlidi (Famiglia di Selaci), Squalifrmi (Ordine di
Elasmobranchi), pertanto il percorso conta fig Squllido squamoso
da SQUALIDUS di SQUALERE questo con valore fig di essere
aspro, con Squallnte, Squallidzza e Squallre.
Lo Squalo toro una variet che nel 2012 considerata in
estinzione.
\ Lintensa edificazione turistica in coste tradizionalmente allo stato naturale e il
conseguente incremento delle attivit di pesca in loco hanno indotto gli squali alla
ricerca disperata di cibo pur attaccando luomo come non avevano mai fatto; la colpa
pertanto ricade sempre su questultimo e in riferimento ancora alle costruzioni
abitative sotto i crateri, lungo le golene dei fiumi, a valle di pareti sedi di frane o
valanghe, in aree particolarmente telluriche prive di adeguate precauzioni.\

La piscina il luogo ideale per il tuffo sia esso sportivo sia per
diletto; Tffo lomologismo dal long TAUFFJAN immergere,
dorigine onomatopeica, svoltosi nel ted TAUFEN battezzare, cui
lital Tuff e Tffete, Tuffamnto, Tuffre e Tuffrsi, Tuffta,
Tuffatre, Tuffatra, Tffolo. Dallinc di Tuffo col ted STAMPFE
pestello, questo connesso col franc STAMPON pestare, lital ha
composto lomologismo Stantffo.
Il gr conta KOLYMBOS tuffatore cui Colmbo (Genere di uccelli)
con Colimbifrmi (lOrdine).
\ Razza umana
Il termine Razza, neologismo coniato nel XV sec finito per scalzare
Specie, questo adottato dal XII sec, in riferimento alluomo, pertanto si ha
la locuzione Razza umana sostitutiva di Specie umana; ma c dellaltro,
adottato in Gruppo razziale per selezionare gli uomini in base ai caratteri
somatici, genetici ed ereditari, come il colore della pelle, sostituendosi
allappropriato Gruppo etnico, toccando lassurdit della Razza pura. Il
lemma, con i suoi derivati, peraltro nato in un contesto equino, avendo
assunto un significato discriminatorio e persecutorio dunque da cancellare
dalla terminologia umana, viepi in locuzione Conflitto razziale, Lotta

95

razziale, Distinzione di razza


Alla pari di quelle voci create dallarroganza maschilistica (Ved Pena...),
occorre una rivisitazione correttiva o eliminatoria per queste legate al
concetto di una razza dominante, padrona, come Schiavesco, Negriero,
Aguzzino, Galera, Servo, di razza migliore o pura, come laggettivo Chiaro
dipartitisi lungo un percorso semantico che lo avrebbe elevato al valore di
schietto, onesto, comprensibile, illustre, in contrapposizione a Nero che,
vieppi, vale peccatore in Anima nera e ladro in Manonra o Mano nera; in
complanare con Bianco e Nero, le puntualizzazioni in locuzione Razza
bianca e Razza nera, solo per distinguere la superiorit della prima rispetto
allaltra, invece delle appropriate Etnia bianca ed Etnia nera.
\ Pisside Bussola Pece Catrame
Dal gr PYKSOS arbusto-legno di bosso dal tema med BUKSO-PUKSO
pianta (del bosso?), cui PIKSIS scatola (di bosso?) per riporvi gioielli, e il
lat PYXIS con BUXIS scatoletta di bosso, sono pervenuti i termini quali
Psside, Bsso dal lat BUXUS cui Bosscee o Buxcee (Famiglia di piante),
Bssola (snm di Brusca spazzola e misura di liquidi questo attestatosi in
Veneto), il dim Bssolo, una variante Bssolo, con Bossoltto o, pi
ricorrente, Bussoltto, eppoi Bssolo (di un proiettile, nel senso di
contenitore della carica) e Bssola nel senso di scatoletta la cui propriet
di orientamento basata sul magnetismo terrestre; la Bussola era conosciuta
dai navigatori cinesi e europei gi del XII sec. cui un doppio prefissato
Scombussolre con Scombussolamnto, Scombussolo e Scombussolto (S
sottrattivo e CON associativo col valore fig senza essere con la bussola).
Il percorso prosegue con Bussolnte trasportatore della portantina
(cassetta), Bsta con Bustarlla, il prefissato Imbustre e il composto
Autobustnte, transitato dal franc ant BOISTE, pertanto del tutto estraneo
alletim di Busto. In vrs connessione il celt BOSTA cui lant franc
BOISSIEL o BOISSEL svoltosi nel glb ingl BUSHEL unit (anglosassone)
di misura per capacit corrispondente a 32/36 litri.
In ingl BOX Scatola ed anche fig spazio-vano-recinto termine vrs
connesso con la rad indoeur cui il lat BUXIS scatoletta di bosso di tema
med, che composto con JUKE sala da ballo, anche questo connesso con il
lat IOCUS scherzo, forma il glb Jukebox, ovvero scatola (musicale) per
sale da ballo; il termine nel ignificato di scatola riappare glb dallingl in
Boxer quale terminologia motoristica, relativo ai cilindri e nella locuzione
Box office ufficio cassa. Il risvolto dellingl Box in colpo cui il glb
Boxer pugilato nasce fig dal significato di recinto o quadrato ove si
svolge un incontro di pugilato, indicato nel glb Ring circolo; da qui
lomologismo Boxre tirare di boxe cui Boxstico, eppoi, ancora in ambito
glb, il franc Boxeur pugile, il ted Boxer lottatore esteso ad una razza di
cane simile al Bulldog, lingl Boxer calzoncino per associazione al tipico
indumento del pugile.
Il passo fig da BOX allingl BOOK libro breve considerando questo una
scatola, un contenitore di parole , cui i glb Bookmaker Allibratorecon
MAKER artefice e Bookmark segnalibro con MARK segno.
Dal lat volg BUXIDA svoltosi da BUXIS, il franc conta BOITE (pron buat )

96

scatola e fig piccolo locale notturno cui lesot Botta o Butta scatola di
latta attestatosi in voce mer. Il franc conta ancora BOIS legno cui gli esot
Boiserie rivestimento in legno, Oboe-boe strumento musicale della
famiglie dei Legni con Obosta (col suff ISTA di collegamento ad un
mestiere in omn col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO), dal
franc HAUTBOIS composto con HAUT alto e quindi strumento di legno
dal suono alto; HAUT lo si ritrova fig nellonomastico celt Mafalda da
MAHAUT che sta per forte in battaglia in concorrenza col ger Matilde.
La rad indoeur PIK vale pece, cui il gr PITTA e donde, attraverso il lat PIX
PICEM, lital conta Pce con Pectta, Peciso, Pceo, Petaccila dal gr
PITTAKION (tavoletta) impeciata snm di Piantaggine, il prefissato
Impecire con Impeciamnto e Impeciatra, il composto glb ted Pechblenda
(con BLENDE blenda) snm di Uranite, e perch non pensare ad una
primitiva relazione con PYKSIS di Scatola, giusto questa sigillata ed isolata
con la pece. Dallaggettivo lat PICEUS di pece, sono stati coniati Appiccire
(pref A allativo) dal volg ADPICJARE attaccare (con la pece) col devb
Pccia, Appiccicre con Appiccicatccio, Appiccicatra, Appiccocso,
Appiccicme (suff collettivo), Appiccicso eppoi lintensivo Spiccicre con
Spiccicto (pref S intensivo).
Nel volg mer Appicciare vale accendere il fuoco (con pece infiammata o
con torcia di pece accesa), una sovrapposizione lemmatica che vale anche
fig istigazione e provocazione. Dallar QATRAN pece liquida, lital conta
Catrme cui Catramre, Catramto, Catramatre e Catamatrce, Catramtra,
Catramazine, Catramna (suff chimico INA), Catramsta, Catramso, il
prefissato Incatramre.
Il lat DISPEDICARE (pref DIS) slacciare da un PEDICA dal valore di
laccio, il franc ant lo aveva svolto semant in DESPEECHIER sbarazzare,
cui lital Impedicre gi lat IMPEDICARE (pref IN) impedire-allacciare,
Spiccire in percorso con Compiccire, questo, con cambio di pref, su calco
di Impiccire cui Impiccito, Impccio e Impiccine, dal franc
EMPEECHER, che si ritrova nel glb ingl Impeachment con valore esteso di
stato daccusa. I suddetti verbi lat prefissati sono diventati DESPACHAR
e EMPACHAR nel prvz, donde il percorso italiano Dispaccire da
DESPACHAR, Impaccire da EMPACHAR cui Impccio e Impaccito,
eppoi Spaccire smerciare ancora dal prvz ESPACHAR cui Spccio,
Spacciatamnte, Spaccito Spacciatre con Antispccio operazione contro
gli spacciatori. Infine Dispccio dallo sp DESPHAO missiva di disbrigo.
\ Ittico Acciuga Seppia
Il gr conta IKHTHYS per Pesce, cui Ikhthyfoba semitalianizzato
Ichthyofoba Avversione psicologica per i pesci, laggettivo Ittico-ttico,
Ittilo pesce fossile, il patologico Ittisi e il pref ITTIO in composti quali
Ittioclla, Ittiocoltra, Ittiofaga e Ittifago, Ittiofuna, Ittifilo, Ittiofrmio,
Ittiognico, Ittiologa, Ittilogo e Ittiolgico, Ittiosuro o Ictiosuro, il
neologismo del XXI sec Ittitursmo (col pref adattato vale turismo tra i
pescatori) in pratica snm di Pescaturismo.
Il mediterraneo conta un proprio tema APYU per pesce, cui il gr APHYE
piccolo pesce svoltosi nel lat APIUVA e nellital Acciga il cui snm Alce

97

dal (genitivo) lat HALLEX ALLICIS e sta per salsa di acciuga (di pesce),
termine connesso con il gr HALS sale (ma che appare talvolta in estensione
fig nel senso di mare); Alice pertanto il termine di ricetta attestatosi ad
indicare lAcciuga al di fuori delletimo naturale APYU, cos come Fegato
dalla ricetta FICATUM farcito di fichi, attestatosi ad indicare lorgano
ghiandolare al di fuori delletimo IECUR. Il gr conta ENGRAULIS sorta
dacciuga cui Engfrauldi (la Famiglia).
Coesiste ancora il tema RAIA pesce cui inv il lat RAIA e lital Ria con la
variante Rzza attestatasi da fonetica sett e omn di Razza etnia) cui il fig
peggiorativo Razzamglia o Razzumglia, i composti Ridi (la Famglia)
con Raifrmi (lOrdine) Pesci che per via di logica, data letim locale,
gremivano il Mediterraneo; come la Sppia gi Spia, cui Spidi la
Famiglia, eppoi Seppire, i fig Seppito colore e Sepiolte sorta di
minerale questo snm di Schiuma o Spuma, dal gr SEPIA e dal lat volg
SEPJA gi class SEPIAM, che pare abbia addirittura impresso nel toponimo
allantica SIPONTUM nellattuale golfo di Manfredonia, ancora oggi
cittadina (la nuova Siponto) rinomata, fra laltro, per la bont e la quantit
delle seppie e non solo; pare che qui, da sempre, si siano gustate le Triglie di
scoglio. Trglia, con Trglidi (la Famiglia), dal lat TRIGLA inv dal gr
TRIGLA o TRIGLE.
Il gr conta TEUTHIS TEUTHIDOS sorta di seppia cui Architutidi (la
Famiglia, pref ARCHI) altrimenti dette Piovre.
\ Accasciare
Diversa da Cascio lanamnesi per il lemma Accascire, derivato dal lat
volg AD-QUASSARE crollare, intensivo di QUATERE sbattere, cui
Squassre col pref S durativo e Sconquassre con Sconqusso (doppio pref
CUM). Eppoi, col pref EX intensivo EXCUTERE scuotere, Esctere (XVIII
sec) interrogare un teste - porre un debitore sotto azione legale citarecon
Escussine (XVI sec) e il Pp Escsso (XV sec), ancora Scutere o
Escutere e Sctere, con Scuotimnto o Scotimnto o ancora Scoto,
Scuotitio o Scotitio, Scuotitre o Scotitre, che giungono composti da EX
conclusivo e da QUATERE, con il normale passaggio di ua in u in sillaba
interna, quindi CUTERE, donde ancora il fig Disctere con Discussine e
Discsso (DIS dispersivo), con successiva attestatzione della u in o;
Scotolre, ancora, da EXCUTOLARE iterativo di EXCUTERE cui il devb
Sctola e Scotolatra. Lital conta ancora il composto Scuotipglia. Il Pp di
EXCUTERE EXCUSSUS, cui Scsso del XIV sec e Scssa con Scossre,
Scossne; il genere al fem si spiega perch il lemma stato inc con Mossa.
Scsso anche il cavallo del Palio di Siena che arriva senza fantino. Fuori
percorso Scossle e Scossalna indumento femminile a grembiule
omologismo dal long SKAUZ grembo. Il gr conta lo specifico ENOSIS
scossa cui Enosigoscotitore della terra epiteto di Nettuno. Ancora,
lindoeur conta SEIEIN scuotere cui il gr SEISTRON, il lat SISTRUM
strumento di culto egizio e lital Sstro.
Nel proseguire il percorso prefissato,con IN intensivo nato Inctere col Pp
Incsso; col pref CUM i termini Concussine, Concsso in percorso COM
QUATERE-CONCUTERE, questo nome dazione del primo; il verbo

98

Concussre gi lat CONCUSSARE intensivo di CONCUTERE obsoleto e


sostituito da Squassre.
Col pref PER Percutere o Perctere con Percotimnto, Percuotitre o
Percotitre, Percssa con Percsse e Percsso, i desueti Percossra o
Percussra, ancora Percussine o Percossine con Percussionsta e il doppio
prefissato Ripercussine, eppoi Percussvo e Percussre. Col pref RI
Riscssa, Riscossine e Riscutere. Snm di Percossa Srba, con Srbola e
lesclamazione Srbole! fig da Srba frutto del Srbo dal lat SORBUM
albero delle Rosacee, cui Sorbre, Srbico (pref chimico ICO) cui Acido
sorbico, Sorbte, Sorbitlo. Dal lat RE CUTERE scuotere lo sp aveva tratto
RECUDIR ricorrere svoltosi in ACUDIR assistere cui lital Accudre.
\ Castro Castrare
Il lat conta cos CASTRUM fortezza donde lital Cstro con Castrnse,
eppoi, un Cstro che avrebbe identificato quel centro abitato di dignit
inferore a Civitas (Ved Dalla citt ai Mendri in Trivio); Castro sopravvive
nella toponomastica locale quali Castro, Castro dei Volsci... in memoria
dantiche fortificazioni, accampamenti militari; nel medioevo.
Da CASTRUM fortezza il lat conta il dim CASTELLUM cui Castllo con il
sostantivo e aggettivo Castellno, il sostantivo Castellre, il fig Castellatra
rinforzo, il dim Castelltto, Castellire abitato preistorico su alture,
Castellna snm di Catasta, Castellologa, il prefissato Incastellre con
Incastellamnto e, in complanare con Castro, alcuni toponimi in cui appare
Castello e i vari Castellnza, Castellanta, Castelmgno cui lomn
formaggio, Citt di Castello (demotico Tifernte dal lat TIFERNUM, o
Castellno), Villacastlli dai quali ricorre il demotico Castellno;
attraverso il coronimo sp Castiglia, conneso con CASTILLO castello, si ha
lomologismo relativo Castiglino, questo anche la lingua cui la locuzione
Lingua castigliana.
Snm di Castello Maniro o Manire dal lat MANIER podere agricolo, o
MANEO, svoltosi da MANERE dimorare-restare-sostare, omn di Maniero
maneggevole.
Il termine Cssero, gi in uso nel 1300 vale struttura navale cui Cassertto,
recinzione fluviale impermeabile, mura di cinta ed discenderebbe dallar
QASR, influenzato dal gbz KASTRON e dal lat CASTELLUM. Cassero
ancora snm di Cassafrma
Castrre, infine, inv dal lat CASTRARE, arriverebbe dalla rad KES tagliare,
che avrebbe prodotto un omn CASTRUM rintracciabile nel sct con
CASTRAM strumento da taglio; nel percorso si contano derivati e composti
quali Castracni, Castramentazine, Castrnte, Castraprci, Castrto,
Castratio, Castratre, Castratrio, Castratra, Castrazine, Castrno
laddetto alla castrazione e per estensione lapposito coltello, Castrne
questo agnello o puledro castrato e fig persona sciocca cui
Castronggine, Castronta e Castronera. Incastrre, allora, col pref IN
illativo, indicherebbe letteralmente inserire in unintagliatura, metaf
mettere alle strette; anche per questo termine, lecito supporre
unassimilazione con Castro di cittadella-fortificazione, che avrebbe reso
il prefissato Incastrto (IN illativo) snm di Assediato; in persorso

99

Incastratrce, Incastratra, il devb Incstro. La rad KES di Castrare trova


snm nella SEK di Secare-Segare (Ved Sasso) e nel lat CAEDERE. In ogni
caso, tutte dovrebbero essere partite da una rad comune, che si sarebbe
mutata, scissa e diramata in SEK KES KE CAE CE.
\ Merlo
Mrlo, elemento decorativo del castello ma con funzione di riparo, cui
Merlre con Merlto, Merlatra e Merlne, in campo di ricamo tessile
Smrlo con Smerlre, Smerlto e Smerlatra, il dim Merltto 1 cui
Smerlettre.
Il termine, fig da Mrlo (uccello dei Turdidi), dal lat volg MERULUM gi
MERULA, cui Mrla (femmina del merlo), Merlngo o Merlno (fig pescemerlo dei Gadidi, attraverso il franc MERLAN), Merlt (fig un vitigno delle
Tre Venezie) e Merltto attraverso il franc MERLE merlo, Merlzzo, snm di
Nasello, dal prvz MERLUS gi lat MERLE col dim MERULA fig pesce
merlo dei Gadidi, con Merluzztto. La locuzione I giorni della merla indica
nella tradizione popolare gli ultimi tre di gennaio, considerati i pi freddi
dellanno.
Il termine Gdidi (la Famiglia) dal gr GADOS, questo specifico per
Merluzzo, cui Gadifrmi; a tale Famiglia appartiene lOrdine dei Telestei
cui la Mnola dal lat MAENA, Mlva omologismo dal bretone, la Motlla
dal franc MOTELLE fig dal lat MUSTELA donnola, eppoi lOrdine dei
Zeifrmi questo col gr ZAIOS sorta di figura e FORMIS a forma di cui il
Sampietro.
Ai Gadiformi appartiene ancora lEglefno, sorta di pesce osseo,
omologismo attraverso il franc AIGLEFIN da un precedente ESCLEVIS con
sovrapposizione di AIGLE aquila, questo un termine che, in armonia al
patrimonio indoeur, risuona nellingl EAGLE aquila; il termine ESCLEVIS
un omologismo franc dallol SCHELVISCH una composizione di VISCH
pesce con SCHELLE scaglia.
Da notare ancora la risonanza indoeur con lital PESCE, lingl FISCH e lol
VISCH.
Pseudoetim nel percorso GADOS, Gadolnio (elemento chimico) con
Gadolinte relativo al chimico J. Gadolin (1760/1852).
Ancora, dal merlo del castello sono derivati fig Merltto con Merlettia,
Merlettre, Merlettatra.
Il nome Merlino, del famoso mago medv, azzeccato in un contesto di
castelli e merlatture; in ogni caso, non dovrebbe essere estraneo allol
MEERLING o MARLING da MARREN legare cui il franc MERLIN e lital
Merlno termine marinaresco per sottile cavo di canapa, in vrs connessione
rad con le legature-ricami dei merli.
Esiste il termine glb franc Mirliton che indica una sorta di rozzo strumento
musicale (adottato dal 1942) diffuso in Asia, Africa, e nel folclore sardo ed
aragonese, il cui etim non certo sia connesso col verso del Merlo.
1
Sorta di merletto tipico di Genova il Macram, omologismo dallar qui col
significato di fazzoletto.

\ Radicale TEM
Suffisso IZZARE EGGIARE

100

Ancora, esiste nellimmenso contenitore indoeur la rad TEM tagliare cui il


gr TEMNEIN tagliare, che, oltre al sostantivo metrico Tmsi (scissione,
ossia taglio di una parola in due parti tra un verso e laltro) snm di
Dicope; Tmesi anche la divisione di una parola in due nparti separate da
una seconda parola, quale Infollicubo (Follia in Incubo), questo neologismo
SA da Quella notte fatta di sogni e di mistero Edizioni Rebellato 1989.
Il rad avrebbe ispirato i vari TOMO e TOMIA che appaiono come pref e
suff
in composizioni quali Micrtomo, Tomgrafo, Anatoma cui
Anatomicit, Anatmico, Anatomsta, Anatomizzre con i composti
Anatomopatolgico e Anatomopatlogo (pref ANA), in complanare con con
Notoma, Notomizzre, Notomsta (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere),
Notomstico e Notomizzre. Il percorso continua con Tndere, o lobsoleto
Tondre (omn di Tondare di Tondo) dal lat inv TONDERE tosare, tagliare
interamente, cui il Pp TONSUS che ha condotto a Tonsra, cui leccl Rito
della tonsura e un Tonstrna (barberia), Tosre con Tsa, Tosto, questi
svoltosi in veneto nel senso fig di Ragazzo e Ragazza (capelli rasati, come
era nelluso), e il prefissato Intnso (IN negativo) non tosato e fig libro
non letto questo dal fatto che le pagine non avevano ancora le piegature
tipografiche tagliate.
Lingl conta il verbo TO SHEAR tosare, cui in area glb il termine Shearling
giaccone di lana rovesciata. Lingl SHEAR vale ancora azione-spinta e
non pu essere solo un caso di parallelismo incidentale se con la rad TEM
tagliare svoltasi in TONDERE tosare lital conta in connessione il termine
Tempellre percuotere (spingere) con Tempellamnto, Tempellta,
Templlo, Tempellne, in sovrapposizione alla base onomatopeica di TEMP
battere, percuotere.
Nel percorso rad, lital conta Tmpo dal lat TEMPUS (sia fisico che meteo,
sintesi da frazionamento del tempo) cui laccr Tempccio e il dim
Tempscolo, Temprio, il prefissato Attempto (pref AD allativo vale
fornito di tempo-anni), Temprre o Temperre questo inv da
TEMPERARE denm da TEMPUS (tagliare al fine di mescolare e
armonizzare, moderare) con Temprto o Temperto, lastratto Temprie e
Intemprie (IN negativo), Temperno col suff INO di strumento, i composti
Temperalpis o Temperamatte o ancora Temperamne, il composto
Frattmpo da utilizzare in locuzione avverbiali quale Nel frattempo; ancora,
Tempernza o9 Temprnza da TEMPERANTIA con Temperatre e
lopposto Intempernza e Intempernte, eppoi Temperatra, Tempsta
(astratto di TEMPUS con suff peggiorativo) cui il relativo Tempestso e
Tempestvo, questo non ancora in senso peggiorativo, cui Tempestivit,
eppoi Tempesto, Tempsmo e Tempsta (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere)
cui Tempstica e Termpstico, Tempne quali accr di Tempo nel senso fig di
Allegria con la locuzione Far tempone, Tmpora direttamente dal plur lat
TEMPORA tempi in senso liturgico con un plur ital nella locuzione Pro
tempore, Temporneo o Temporrio con Temporaneamnte, Temporaneit,
Temporeggire con Temporeggiamnto, Temporeggiatre, Temporizzre

101

con Temporizzatre, la locuzione dal lat Temporibus illus quei tempi, un


Tmpura piatto tipico giapponese dal lat TEMPORA attraverso il
portoghese (piatto abituale dei missionari durante il periodo delle tempora), i
prefissati Estemporneo con Estemporaneit (col pref EX fuori); il prefissato
Contemporneo,
cui
Contemporle,
Contemporaneamnte,
Contemporanesta, Contemporaneit, ha il proprio snm in Simultneo dal lat
SIMUL stesso tempo cui Simultanre, Simultaneamnte, Simultanesmo,
Simultanesta e Simultaneit.
Laggettivo Temporle da TEMPUS (omn di Temporale da Tempie) con
Temporalsmo e Temporalit, eppoi il suffissato Atemporle e Atemporalit
(pref A privativo), il dim Tempscolo, col snm-omn Temporle da
TEMPORALIS fenomeno atmosferico temporale cui Temporalsco;
dallingl TIME tempo, il glb Timing. Il Tmpio, o Tmplo, la parte di
spazio (terra-cielo) tagliato dal sacerdote-ugure ed a lui riservato, cui
Tempire o ancora Templre e Templrio, il dim Tempitto, Tempificre, la
locuzione Ordine dei templari e Cavalieri templari 1, il glb ingl Temple
block sorta di strumento musicale ligneo a percussione fig dalla cupola
del tempio. Il percorso prosegue con il composto Contemplre con
Contemplazine. Pi metaf, connessi alla rad omonima TEM spregiare, i
vari Contumce, Contumlia, Contemnndo o, grazie alla mutazione del
gruppo lat mn in nn, Contennndo dal gerundivo lat CONTEMNENDO da
CONTEMNERE disprezzare, tutti con pref associativo COM. Nel percorso
di Temperare, lital conta ancora Tmpera, la variante Temprre con
Tmpra, Temperamnto con Temperamentle, e prefissati quali
Contemperre o Contemprre con Contemperamnto Contempernza (pref
COM associativo), Intempernte (IN negativo) non moderato,
Ottemperre o Obtemperre (OB al cospetto) adeguarsi al cospetto delle
istruzioni cui Ottemperte o Obtempernte e Ottempernza, Stemperre o
Stemprre (S intensivo) pi che tagliare, sciogliere cui Stemperamento o
Stemperatra, Stemperto... Temperre vale anche fare la punta con il suo
contrario Stemperre togliere la punta, spuntare con Stemperto. Tmpia
(anatomia) da TEMPORA (plur) tempie, il suo aggettivo Temporle (omn di
Temporale da Tempo) svoltosi in pref TEMPORO o TEMPOR nei composti
quali Temporomandibolre e Tempororbitrio, deriverebbero metaf dal lat
TEMPLUM trave di sostegno, omn di TEMPLUM tempio, donde Tempile
relativo alla trave. Dal lat ASYLUM, dal gr ASYLON tempio perveuto
Aslo, termine composto dal pref A privativo e da SYLE che vale senza
diritto di cattura, ovvero lextraterritorilit della casa degli dei, omologata
nelle nostre chiese, santuari, monasteri, case protette per linfanzia e nella
qualifica di protezione per i rifugiati; lopposto di Asilo Eslio conn le ant
varianti in Esglio, Essglio o Esslio, cui Esilire e Esilito, in complanare
con Spatriare, dal prefissato lat EXSILIUM di EXSULE fuori della proprio
suolo cui Esule-sule, Esulre questo anche fig. Il suff verbale IZZARE,
omologato nel volg EGGIARE, in verbi denm o tratti da aggettivi, si ritrova
in molteplici termini italiani e sta ad indicare attuazione, trasformazione,
riduzione, dal gr IZEIN agire in un modo, cui Democratizzare (con
aggettivo Democratico) dal gr DEMOKRATIZEIN, Organizzare dal

102

sostantivo Organo; da qui poi si passato alla forma sostantivata


Democratizzazione e Organizzazione. Il suff volg conta termini quali
Amoreggiare, Ondeggiare e le forme sostantivate Amoreggiamento e
Ondeggiamento.
1

LOrdine dei Cavalieri templari aveva un rigida etichetta; era proibito dalla regola
abbigliarsi di collane, andare a letto scalzi, baciare una donna anche se madre o
sorella, indossare tuniche colorate o disegnate, intraprendere viaggi da soli,
mangiare abitualmente carne, parlare ad alta voce in refettorio, ridere in qualsiasi
occasione\

\ Augurio Auspicio Sacerdote


* Nome di strumento
LAugure-ugure, dal lat AUGUR gi AUGUS promotore, annunciatore di
buone nuove astratto del verbo AUGERE dalla rad AWEG prosperare, era il
sacerdote nel tempio che prediceva il futuro, traendolo sia dal volo degli
uccelli, dai sogni e da altro, sia dalle condizioni atmosferiche, ovvero dal
Tempo e dal suo ruolo di preannunciatore delle buone cose, c pervenuto
Augrio con Augurle e Augurso, Augurre-Inaugurre in opposizione
Sciagra e Sciagurto col pref EX sottrattivo, cui le varianti poetiche Sciara
e Sciaurto. La rad di Augurio sindividua nel sct AJAS forza, cui i derivati
Augsto consacrato (agg. e nome proprio di persona), Augustle
(sacerdote), Augusto (relativo all'imperatore Augusto o al suo tempo);
lonomastico Agostino da AUGUSTINUS valeva di Augusto. Da contare il
toponimo insulare, oggi croato, Lgosta attraverso il lat AUGUSTA
INSULA gi gr LADESTANOS, svoltosi nellillirico LADEST, nel croato
LASTOVO.
Il lat conta lo specifico STRENUUS di buon augurio dant origine sabina,
cui il sostantivo STRENA svoltosi nellital Strnna, col quale, vrs connesso
STRENUUS coraggioso, donde Strnuo svoltosi nel snm di Tenace. Pi
tardi, il lat avrebbe coniato ENCAENIARE inaugurare dal gr ENKAINIA
inaugurazione da KAINOS nuovo, cui Incignre e Incgno questi dal poetico
valore di INCIPIT, da non equivocare con Incignere questo una variante di
Incingere.
Curioso il verbo toscano Incincignre, un inc tra Incignare e Cencio, che
starebbe per sgualcire, ridurre ad un cencio, ma altra fonte lo vorrebbe
incignare un cencio (un abito).
\ Proviamo a formulare tre testi augurali per una coppia di sposi: Gli auguri pi
splendidi non basterebbero ancora a colmare la felicit che proviamo nel vedervi sposi
e felici per la vita - Lamore vi tinga ogni cosa del colore pi bello, quello tutto vostro
e che vi apparterr per sempre - Quando una coppia bella come voi si sposa,
lumanit tutta si rinnova di un bocciolo; il vostro ha gi le corolle dincanto.\

Dalle facolt divinatorie, grazie alla lettura delle viscere sorto il termine
Estispcio o Extispcio dalla composizione EXTA visceri con la rad SPEK
osservare; dal volo degli uccelli, nato il termine Auspice-uspice da
AUSPEX con il denm Auspicre con i vari Auspicbile e Auspicabilit,
Auspicle, Auspcio o Auspzio, dalla composizione lat di AVI uccello con
la rad SPEK osservare; in associazione il termine Oscni Sottordine di
Passeriformi dal lat OSCEN OSCENIS dal cui canto si traevano gli auspici,
donde il fig OSCITARE sbadigliare con lital Oscitazine sbadiglio

103

continuato e il risvolto Oscitnte cui Oscitnza nel senso di negligente e


negligenza; in opposizione al valore di auspicio il lat conta il prefissato
OBSCENUS (OB contro) di malaugurio cui lital Oscno con Oscenit.
La rad SPEK, cui il lat SPECERE guardare, labbrivo del percorso lat-ital
SPECULUM cui Spcchio con Spcchia (manufatto preistorico),
Specchiio, Specchiatra, Specchira, Specchitto, eppoi, dal dim
SPECILLUM, Specllo con Specillre Spcimen inv da SPECIMEN saggio;
del percorso di SPECULA osservatorio cui Spcola o Spcula, Speculre o
Specolre, linv Spculum, ancora Speculre con Speculbile, Specularit,
Speculatva, Speculatvo, Speculatre, Speculatrio e Speculazine in senso
filosofico cui lattestazione corrente. Il composto Frontespzio o Frontispzio
con il lat FRONS FRONTIS e SPICIUM dal tema di SPECERE.
Da SPECIES di SPECERE lital conta Spcie questo la categoria di
individui capaci di accoppiarsi e fecondare, cui Specie umana; in caso di
organismi asessuati identifica linsieme morfologico. In chimica sta per
linsieme di propriet distinte, filosoficamente indica quella forme
intermediaria tra oggetti con i quali hanno rapporti di somiglianza umana cui
Specie intellegibile. Eppoi, snm di Aspetto, Qualit, Sorta e nel senso
dapparenza nella locuzione Sotto specie di Infine, indica una sorpresa
biasimevole nella locuzione Fare specie.
Il percorso prosegue con il glb ingl Special, Specile con la variante Spezile
(omn di Speziale da Spezie) e lavverbio Specialmnte o lellittico Spcie,
Specialsta (col suff ISTA di collegamento ad un mestiere in omn col suff
ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO), Specialstico, Specialit o la
variante Spezialit, Specializzre attraverso il franc SPECIALISER con
Specializzazine, Speciazine, Specificre con Specfica, Specificatvo,
Specificazine, Specfico cui il prefissato Aspecfico (A privativo), il
composto biologico Specie-specfico, Speciso da SPECIOSUS cui
Speciosit e, con la lenizione, il solo plur Spzie (vale specie, un termine
medv per mercanzie, droghe) con Spezile (questo omn di Speziale variantre
di Speciale), Spezire e Speziera, Spezito. Curioso il glb ingl Spam che
tratto dalla locuzione SPICED HAM carne speziata (di maiale) e che si
attestato in invadente messaggio in Internet cui Spammer e Spamming, vrs
dalla massiccia pubblicit per questo prodotto poco gradito dai consumatori..
Il ted SPECK non appartiene a questa rad, vale lardo svoltosi nel significato
di prosciutto affumicato.
Didentica rad SPEK invece il got SPEHA osservazione, cui Spire con
Spa, Spiamnto, Spionstico, laccr Spine, i dim Spioncllo sorta di
uccello dei Motacillidi, simile allallodola e Spioncno, Il verbo il lat
SPECTARE guardare, intensivo di SPECERE esaminare, cui i prefissati
Introsptto da INTROSPICERE guardare dentro con Introspettvo,
Introspezine e Introispezionsmo, Prospettre (PRO SPECTARE) con
Prospettva con lobsoleto snm Perspettva, Prosptto dal Pp PROSPECTUS,
Prospettre, Prospezine attraverso lingl PROPSPECTOR da PRO
SPICERE (con normale passaggio della e in i) con il Ppres PRO SPICIENS
cui Prospicinte.
Il percorso SPEK prosegue con Spettcolo dal dim lat SPECTACULUM con

104

Spettacolre, cui Spettacolarit, Spettacolarizzre o Spettacolizzre con


Spettacolarizzazine e Spettacolso, Spettbile da SPECTABILIS
ragguardevole, Spettre da SPECTARE guardare svoltosi nelle
competenze-essere dovuto con Spettnza, Spettatre da SPECTATOR, il
nome di strumento* Spttro sia fantasma (adottato dal XVI sec) sia fig
fascio luminoso cui Spettrle e una nutrita serie di composizioni quali
Spettrobolmetro (col gr BOLE raggio), Spettrochmica con Spettrochmico,
Spettrocolormetro
(con
Colore
e
Metro
misurazione),
Spettrocomparatre, Spettroeliogrfico con Spettroeligrafo (col gr HELIOS
sole) eppoi Spettroeliogrmma da Spettrogrmma, Spettroeliscpio con
Spettroelioscpico da Spettroscpio con Spettroscpico e Spettroscopa,
Spettrofotometra con Spettrofotomtrico e Spettrofotmetro, Spettrografa
con Spettrogrfico e Spettrgrafo, Spettrometra con spettromtrico e
Spettrmetro.
\ Nel 1517, papa Leone X colse al balzo la notizia che a Bergamo era apparso un
esercito di spettri, interpretando il fenomeno quale segno di una imminente guerra tra
cristiani e turchi musulmani, insomma una ennesima crociata \

Il *Nome di strumento un termine tratto dal verbo e rimodellato perch


indichi il conseguimento di uno scopo, la raffigurazione di un oggetto, di
unidentit, di unastrazione... quali Rastrello dal verbo lat RADERE,
Simulacro dal verb lar SIMULARE, Enigma dal verbo gr AINISSOMAI
vedo oscuro.
Il percorso prefissato conta Aspettre (AD SPECTARE) cui il devb Asptto
attesa e Asptto modo di presentarsi, Aspettatva, Aspettazine,
Aspettule attraverso lingl ASPECTUAL, in obsoleto complanare con
Espettre cui Espettamnto, Espettatva e Espettazine, eppoi Cosptto o
Consptto (CUM SPECTUS), Cospcuo o Conspcuo da CONSPICUUS e
Cospicuit (CUM SPECERE), Dispettre (DE SPECTARE) e Disptto o
Desptto, Ispettvo (IN SPECERE) con Ispettre, Ispezionre e Ispezine,
Perspicce da PERSPICAX con Perspicacemnte, Perspiccia con lobsoleto
Perspicacit, Perspcuo cui Perspicuit con gli obsoleti Perspicuitde o
Perspicuitte (PER SPICERE) cui ancora un Perspettva snm di Prospettiva
dal Ppass, Rispettre (RE SPECTARE) con Risptto o Resptto (RE
SPECTUS) in poesia il Rispetto e snm di Strambotto - e ancora Risptto
attraverso il franc ant RESPIT, Rispettvo e Corrispettvo con Corrispettivit
(doppio pref CUM), Sospettre (SUB SPECTARE), Sosptto questo sia Pp
sia sostantivo, Sospettbile e Sospettto con gli opposti Insospettbile e
Insospettto, Sospettso e Sospettosit, eppoi Insospettre (IN illativo) con
Insospettto, infine Suspicine da SUSPICIO (da SUB SPECERE) con la
variante Sospezine o Suspezine o Suspizine; attraverso il prvz
SOSPECHAR, lital contava dal XII sec, oggi obsoleto, Sospeccire
sospettare con Sospeccine sospetto e Sospecciso sospettoso.
La locuzione Foglio di rispetto o Pagina di rispetto indica la pagina bianca
posta tra il frontespizio e la copertina di un libro.
Dalle facolt divinatorie, grazie alle interiora degli animali, sorto il termine
composto Estispcio o Extispcio con il lat EXTA visceri (il suff SPICIO
dal rad SPEK di SPECERE-SPICERE) snm di Arspice cui Aruspicle,

105

Aruspicre o Aruspicire, Aruspicna la tecnica e Aruspcio, componendo


la rad SPEK col sct HIRA vena, con questo una vrs connessione del lat IRA,
cui Ira, dal fatto che in una persona irata si gonfiano a vista alcune vene.
Il lemma ital Vna invece inv dal lat VENA privo di connessioni, vrs dal
sct HIRA vena, che, oltre in anatomia, assume fig il significato botanico di
nervo e geologico di canale o filone di minerale cui Venre, Vento,
Venatra; da non equivocare col termine volg Vena questo aferesi di Avna
dal lat inv AVENA. Dal lat SAPHENA gi ar SAFIN, lital conta Safna
(ciascuna delle due vene sottocutanee degli arti inferiori) con Safno (anche
riferito al vicino nervo) e il composto Safenoctoma.
Il termine Sacerdte il derivato di una composizione lat SACER sacro e
DOS, questo da rad DHE porre. Sacerdote, pertanto, pu essere tradotto in
Colui che ha in dote ( posta in lui) la sacralit. Il convegno di Sacerdoti,
Vescovi, Prelati detto Snodo, dal gr SYN insieme e HODOS via-strada,
cui Sinodle e Sindico. Da SACER, oltre a Sacerdte, sono derivati tutti
quei termini, derivati e composti, in percorso con Scro ol superlativo
assoluto Sacrrimo, Sacrle, Sacralit, Sacralizzre con Sacralizzaine,
Sacramnto da SACRAMENTUM con Sacramentle, Sacramentre,
Sacramentrio e Sacramentto, Sacrre, Sacrrio, Sacrto sacro e Sacrto
dalla locuzione Luogo sagrato, Sacresta o Sacrista con Sacrestno,
Sacrificre (SACER FACERE fare) con Sacrificbile, Sacrifcio
o
Sacrifzio, Sacrificle, Sacrificto e Sacrificatre, Sacrlego con Sacrilgio
(Ved Lega), Sacrsta sacrestano (col suff ISTA di collegamento ad

un mestiere in omn col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in


ISMO), il composto Sacrosnto e, con i pref, Consacrre o Consegrre con
Consacrbile, Consacramnto, Consacrndo, Consacratre, Consacrazine e
Sconsacrre con Sconsacrazine, Dissacrre con Dissacrnte, Dissacratre,
Dissacratrio e Dissacrazine Esecrre con Esecrbile e Esecrabilit,
Esecrndo, Esecrto, Esecratre, Esecratrio, Esecrazine, Ossecrre con
Ossecrazine (pref OB verso, vale pregare rivolto a (un dio, un santo);
termini alieni, lomn Scro o Sgro, una sorta di falco, omologismo dallar
SAQR falcone, Sacripnte uomo grande e fiero in riferimento al
personaggio Sacripante delle opere Orlando innamorato e Orlando
furioso rispettivamente di M. M. Boiardo e dellAriosto.
Lital conta ancora Sacrle con Sacralga (col gr ALGOS dolore) e
Sacralizzazine, in riferimento allosso sacro dalla locuzione lat OS
SACRUM su calco delleufemismo gr HIERON OSTEON.
Dal dim lat di SACER pervenuto Sacllo piccola cappella. SACER di
rad SAK, la quale indica stare lontani da ci che considerato da venerare;
una specie dellOFF LIMITS ingl. Dalla rad sono pervenuti in percorso
semantico Sancre rendere intoccabile inv da SANCIRE, donde il nome
dazione Sanzine da SANCTIO attraverso il franc SANCTION col denm
Sanzionre cui Sanzionbile, Sanzionatrio, Sanzionsmo, Sanzionsta e
Sanzionstico.
Con lenizione della c in g, lital conta ancora, in complanare, Sgra festa,
celebrazione sacra, Sagramnto con Sagramentle e Sagramentre, Sagrre,
Sagrto questo attestatosi quale blasfemo e Sagrto snm di Sacrato luogo

106

sagrato, Sagresta con Sagrestno, Sgro (Sacro con la lenizione). In coppia


col sagrestano ci sarebbe la Perptua, la donna addetta alla cucina e alla
pulizia della casa del parroco, termine sorto dal nome del personaggio nei I
Promessi sposi di A. Manzoni.
Segrto o Secrto e Segrta o Secrta, lesot franc Secrtaire (pron secreter),
Segretamnte, Segretre, Segretarile, Segretarisco, Segretrio e Segretera
con Segretarito, Segretazine, Segretzza, Segretme, attestatosi con
lenizione sett cr\gr, dal lat SECRETUS vale ci che sacro, ovvero da
serbare con cura. Sarebbe pleonastico, quindi, dire un sacro segreto,
conservare un segreto come una cosa sacra, segretare un reperto sacro e
cos via. La locuzione Segreto di Pulcinella indica una confidenza diffusa a
largo raggio ovvero di pubblica conoscenza.
Il Libro dei segreti risultanti dai pensieri un trattato in arabo dellXI sec
scritto da Ibn Khalaf al-Muradi (amanuense) e che descrive il funzionamento
di orologi e macchinari; lunica copia catalogata nella Biblioteca Medicea
Laurenziana di Firenze.
La rad SAK propria daree italica, ittita e ger, corre in complanare alla rad
TYEG sacrifico allontanante il male-sacro darea gr e ind cui il gr SEBO io
venero.
Da non equivocare con Secrto, questo Pp di Secernere, inv dal lat
SECRETUS (omn del primo ci che sacro) di SECERNERE separare;
in ogni caso, una snm tra i due secreti esisterebbe, nulla vieta infatti credere
ad un unico significato di partenza, dal fatto che un segreto non altro ci
che si secerne (viene secreto) dalla cose divulgabili.
\ Chi ha timore di confidare i propri segreti colui che appena raccoglie unaltrui
confidenza la diffonde immediatamente. SA\

Consacrare ha il suo snm nel lat VOTARE intensivo di VOVERE


consacrare, da rad WEGWH, cui Vto e Votre, con le varianti desuete di
Botre e Bto; con i pref, lital conta Devto, Devozine con Devozuinle
dal lat DE VOVERE, eppoi una locuzione inv dal lat Ex voto (pref
estrattivo) che sta per offerto (estratto) dalla devozione. Il lemma Voto,
quindi, passato da una semant di devozione religiosa a quella per la
politica.
Il sacerdote indssa la Tnica, dal lat inv TUNICA, termine dorigine
semitica adottato in area di tema med KHITON, cos inv nel gr quale veste,
in ital Tnaca con normale passaggio della della i in a, come accaduto in
Monica-Monaca, oppure volg Tonica e il dim Toniclla. Attraverso il lat, in
via fig, lital conta Tunicto, o meglio Tunicti (sottotipo di cordati marini),
il prefissato Stonacrsi (S sottrattivo vale come spretarsi).
In senso fig si ha il pref Intnaco (IN illativo) rivestimento della parete cui
Intonacre o Intonicre (IN illativo) cui Intonacamnto, Intonacto,
Intonacatre o Intonachsta (col suff ISTA di collegamento ad un mestiere in
omn col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO), Intonicatrce,
Intonacatra eppoi Rintonacre (doppio pref RI iterativo) con Rintonacatra
e Stonacre (S sottrattivo) con Stonacre.
Dal gr KHITON KHITONOS tunica, lital conta Chitne tunica cui
Chitonomanza e Chitonomnte divinizzare dal modo di vestire.

107

Il gr conta ancora CHEIRYDOTOS che da CHEIRIS guanto-manica vale


fornito di maniche cui Chiridta tunica fornita di maniche.
Dal gr KYTOS vaso e fig corazza, attraverso il franc CHITINE, lital conta
Chitna rivestimento per Invertebrati cui Chitinso.
Chitosno, infine, (doppio suff OSIO carboidrato e ANO idrocarburo)
tra i termini chimici,.
\ Let della Prospettiva
I primi empirismi prospettici apparvero nelle tombe egizie in cui il senso
della profondit era impartito dallordine delle figure e poi in un trattato
cinese intorno al IV sec aC, dove ci si affidava alla dimensione delle ombre.
Giotto (1267/1337), nel suo affresco di Assisi gi impresse il senso della
profondit prospettica, tale da poter esserne considerato il vero inventore;
senza di lui, forse non avremmo avuto cos presto un Brunelleschi e il
leonardesco.
Fu Brunelleschi (1377/1446), infatti, a ideare decisamente la Prospettiva
artificiale utilizzando macchine calcolatrici delle dimensioni, delle
distanze e profondit, che Leon Battista Alberti (1404/1472) marc nel suo
codice De pictura.
ll Rinascimento (1400/1500) fiss una sorta di Prospettiva sociale
raffigurando i personaggi con dimensioni via via maggiori in relazione alla
loro importanza
Al richiamo di queste novit, simpegnarono i Fiamminghi (dal XV al XVI
sec) decisi cos a superare la loro tecnica di Prospettiva naturale
(declinazioni di brillantezza e lucidit cromatiche) e luso di una particolare
Scatola ottica, antesignana della Macchina fotografica.
Il tedesco Albrecht Durer (1471/1528), addirittura, corse in Italia per
imparare e qui ebbe lidea del suo Prospettgrafo, col quale la profondit
calcolata mediante una tensione dei fili.
Leonardo da Vinci (1452/1519) con la sua Prospettiva aerea e Galileo
Galilei (1564/1642) con il cannocchiale, apportarono qualit scientifiche alla
prospettiva.
Il vedutista veneziano Canaletto (1697/1768) utilizz a sua volta una sorta di
Camera oscura la cui immagine esterna si proiettava su un vetro, che il
pittore ritraeva realisticamente.
\ Aumento Ausilio
Dalla rad AWEG prosperare (crescere) il lat conta il verbo AUGERE cui il
nome AUGMENTUM attestatosi nellital Aumnto ed Aumentre; sempre
dalla stessa rad e dallo stesso verbo derivato il termine lat AUXLILIO, da
un pi ant AUXULUS (che permette la prosperit, la crescita), svoltosi
nellital Auslio con Ausilire, Ausilirio, Ausiliatre, la locuzione Verbo
ausiliare quali Avere, Essere, Venre, dausilio ai verbi principali nella
composizione dei tempi.
\ Cencio Cecio Centone
Cncio straccio, dal lat CINCIUS, cui Cenciia, Cenciio, Cencailo o
Cencaiulo, Cencime o Cencime (suff AME UME per collettivo),
Cencita e Cenciso; lital ha adottato il glb franc Chiffon (pron sciffn) con
valore di seta trasparente svoltosi nel XIX sec dal significato originale di

108

cencio-straccio, con i derivati Chiffonnier e il semiomologismo


Chiffonnire
Cencio sarebbe nato dallinc di Centone con CINCINNUS riccio di capelli
cui Cincinnto dal lat CINCINNATUS ricciuto, donde lallora cognome del
noto senatore romano Lucio Quinzio Cincinnato, corrispondente al terzo
nome, oggi omologato nel soprannome, similmente a Caio Giulio Cesare
(100-44 aC - nato da taglio allutero, Ved Egemonia in Folla) e a M.
Tullio Cicerone perch aveva un vistoso neo a forma di un Cce, questo in
lat CICER, cui la variante toscana Ccio e il mer fedele al lat Cicero cui
Cicirata tipico piatto a base di palline di pasta fritte fig ceci; il dim lat
CICERCULA s svolto nellital Cicrchia con Cicerchita dolce
meridionale e Cicerchine pianta erbacea. Quali snm di Cicerchia, si ha
Veggila dal lat VILIA, Mco o Mchi dorigine prelatina. Il cognome lat
del personaggio Cicerone, cui Ciceronino con Ciceroniansmo o
Ciceroniansimo, s svolto metaf nel termine Cicerne snm di Eloquente,
ma anche di Guida turistica quale forzatura in senso spiritoso, e infine di
sapientone-arrogante. Centimolo in volg garganico il mulino, vrs dalla
farina ottenuta da diverse specie di grano ammassate.
Cicene fuori percorso, di etim greco, una bevanda rituale associato

ai misteri eleusini dellant Grecia, importata dai romani; per


Eleusno, cui Misteri eleusini (riti religiosi in onore di Demetra e
Persefone) sintende relativo al toponimo Eleusi in Attica
Cecno fuori percorso poich, omologismo dal russo CHECHENETS gi
CHECHEN, letnonimo relativo alla Cecenia.
Centne panno di vari pezzi cuciti insieme dal lat CENTO CENTONIS
coperta cucita con vari pezzi, attestatosi fig in componimento letterario
di tanti brani dautori diversi (fig cento), snm di Antologia, cui Centonrio.
Centone ha il proprio snm nel lemma lat ancora corrente Qudlibet o
Qulibet ci che piace cui laggettivo Quodlibetle; altri snm adottati nel
gergo musicale, Fantasia, il glb franc Pot-pourri e Pasticcio.
Il numero cardinale Cnto dal lat CENTUM, invece, da rad KNT, infatti la
sua prima pron era kentum, gi gr HEKATON, rintracciabile nel ted
HUNDERT e nellingl HUNDRED. In percorso, Centarlo maiale di cento
libbre, Centvo dal ptg SENTAUVU, una moneta divisionale, Centna dal
lat CENTENUM a cento a cento, Centenrio, Centnnio, lordinale
Centsimo da CENTESIMUS, Centsimo o Centsmo moneta divisionale
cui Centsima o Centsma e Centesimle, Centle ellittico di Percentle,
Centinio, un Centlla sorta di erba odorosa, Centllo nel senso di
centesima parte col dim Centellno o Ciantellno o Cintellno cui
Centellre con Centellinre, eppoi la romana Centria unit base del
Comizio centuriato con Centurire, Centurito, Centuriazine,
Centurionto, Centurine e Capocentria; eppoi le composizioni Centennle
e Centnnio di cento anni, Centrbe, Centofglie, Centogmbe, latletico
Centometrsta o Centsta (col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in
ISMO, qui da un sottinteso Centometrismo o Centsmo non linguistico),
Centnchio o Centcchi o ancora Centcchio da CENTUCULUM specie di

109

pianta dim lat di CENTO CENTONIS, Centonrvia pianta erbacea, fig di


cento nervi, Centonovlle, Centoplle o Centoplle il pref CENTI in
composizioni quali Centira, Centgrado, Centigrmma e Centigrmmo,
Centlitro, Centilquio opera letteraria in cento parti con il lat LOQUI
parlare, il mitologico Centmano dalle cento mani, Centindia questo
ellissi della locuzione lat HERBA CENTINODIA composta con NODUS
nodo, pertanto fig erba dai cento nodi.
Centuro dal lat CENTAURUM gia gr KENTAUROS cui Centurea o
Centaura e Centurico, il mitico mostro met cavallo e met uomo, il cui
elemento lemmatico TAURUM toro sta ad indicare la sua forza taurina
centuplicata.
Centuriazine dal lat CANTURIATIO CENTURIATIONIS era la
suddivisione del territorio in cento parti tramite linee incrociate dei cardini
(nord-sud) e dei decumani (est-ovest) a beneficio dei cittadini romani nelle
nuove colonie; in omologismo militare, i long assegnavano il FARA quale
corpo di spedizione prima e terreno a loro assegnato dopo, cui lital inv Fra
e i toponimi quale Fara S. Martino.
Dal gr HEKATON cento, lital conta Ettaro-ttaro (simbolo convenzionale
Ha) attraverso il franc ECTARE pari a 10.000 mq cui Etterggio o Etterto,
il pref ETTO per composizioni quali Ettogrmmo cui lellittico Etto-tto,
Ettlitro, Ettmetro, Ettowatt-ttowatt questo dal glb Watt unit
internazionale di potenza in onore di J. Watt (1736/1819) cui gli
omologismi Wattto, Wttmetro o Wattmetro, Wattra (con Ora) cui
Wattormetro, Wattsecndo.
Dallavestico SATEM cento, nel 1933 fu coniata la locuzione Lingue satem
per indicare lArea delle lingue idoeur centro-orientali in cui si pronunciano
in maniera sibilante le consonanti gutturali ricorrenti nelle lingue indoeur
occidentali e nord-orientali, pertanto, il gutturale gr HEKATON cento
diventa SIMTAS cento in lit (Area satem).
\ Cronologia secolare
In riferimento ai secoli dC, dal I Millennio, si ha una cronologia numerica,
ossia il I sec sino al 99, il II sec dallanno 100, il III sec dal 200, il IV sec dal
300, il V sec dal 400, il VI sec dal 500, il VII sec dal 600, lVIII sec dal 700,
il IX sec dall800, il X sec dal 900 al 999; dopo il Mille, questo il Millsimo
dC, si ha il II Millennio con lXI sec dallanno 1000, il XII sec dallanno
1100. Dal 1100 si pu elidere il 1000 ottenendo 100, 200, 300
Eppoi, dal 1200, ha inizio una cronologia comunemente in lettere, rendendo
implicito il Mille, ossia il Duecnto (XIII sec) e il derivato Duecentsco con
Duecentsta e Duecentstico con le varianti letterarie Ducentsco o
Dugentsco, Ducentsta e Dugentsta e Ducentstico o Dugentstico, cos via
dal Trecnto (XIV sec) il Trecentsco con Trecentsta e Trecentstico, dal
Quattrocnto (XV sec) il Quattrocentsco con Quattrocentsta e
Quattrocentstico con un Quattrocentno (dal 1933) snm di Incunabolo (gi
dal 1688), dal Cinquecnto (XVI sec) il Cinquecentsco con Cinquecentsta,
Cinquecentstico e un Cinquecentno relativo ad una edizione depoca, dal
Seicnto (XVII sec) il Seicentsco e Seicentsmo con le varianti artisticoletteraria Secnto cui Secentsco, Secentsimo, Secentsmo e Secentstico,

110

dal Settecnto (XVIII sec) con Settecentsco e Settecentsta, dallOttocnto


(XIX sec) lOttocentsco con Ottocentsta, dal Novecnto (XX sec) il
Novecentsco con Novecentsmo, Novecentsta e Novecentstico.
Nel III Millennio, segue il XXI sec dallanno 2000 al 2099, il XXII sec dal
2100 al 2199; pi complicato elidere il 2000 dopo il 2100 per ottenere 100,
200 come nel secondo millennio, preferendo forse un doppio segno
grafico cui 100, 200, 300 eppoi, si dovrebbe ripetere la cronologia in
lettere con Duecentsco (XXIII sec), Trecentsco (XXIV)
accompagnandolo, chiss, da un prefisso, ad esempio, Biduecentsco,
Bitrecentsco o Diduecentsco, Ditrecentsco (pref BI dal lat BIS o DI dal
gr DIS valgono due volte).
\ Santo Sanculotto
Dal Pp SANCTUS del lat SANCIRE rendere intoccabile, ci viene Snto cui
il troncamento San che accompagna (innanzi a consonante semplice, z,
connessione muta-liquida, s impura, semiconsonante) il nome maschile dei
santi ed alcuni composti quali Sanfedsta (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere)
ipocoristico di Santa Fedista (partigiano dei Borboni cui il relativo
Borbnico), Sangiovse ipocoristico di Sangiovannese (nome un vino), cui
ancora lelisione Sant innanzi a vocali come in SantAntonio; in percorso
con Santificre, Santno, Santit, Santne, Sntolo padrino attraverso il
veneto dal dim lat SANCTULUS, Santorle dalla locuzione Periodo
santorale, Santorggia (sorta derba aromatica, snm di Barbaforte) dal lat
SATUREIA sovrapposto con Santo, Santurio e Santuarile, Santimnia e
Santimonile da SANCTIMONIA col pref MONIUM ci che compete sta
per vita apparentemente santa ovvero lagire con atti di competenza di chi
vive come un santo. Lonomastica, dal lat SANCTUS, conta Sante, Santo e
un nomignolo siciliano Santuzza (Santuccia) reso celebre da Mascagni
attraverso lopera La cavalleria rusticana.
Esiste ancora il termine SantUbrto razza di cane inglese dalla locuzione
Cane di SantUberto corrispondente allingl BLOODHOUND segugio.
\ La norma ecclesiastica contenuta nel Canone 1230 cita: Col nome di Santuario si
intendono la chiesa o altro luogo sacro ove i fedeli, per un peculiare motivo di piet, si
recano numerosi in pellegrinaggio con lapprovazione dellOrdinario del luogo.
Sevince che Santuario in stretta relazione con Pellegrinaggio; pertanto, senza di
questo evento smarrisce la propria qualifica.
Il numero dei Santi non certamente corrispondente di massima ai giorni dellanno,
poich una quantit cristianamente infinita. \

In versione scandinava, Santa tradotta in HELGI cui il russo OLGA che


riappare inv nellonomastica in Olga.
Snm di Santone Marabtto omologismo dallar MARABIT svoltosi in
estensione quale snm di Mausolo, questo dal gr MAUSOLEION che in
origine indicava iul sepolcro del satrapo Mausolo (377/353 aC) ad
Alicarnasso, una delle Sette meraviglie. Strapo (il termine la
composizione Regno-Proteggere), dal lat SATAPRES inv dal gr, gi iran
XSATHRA PA governatore dellimpero persiano, poi passato a monarca.
Fuori percorso del tema SANCTUS-SANCIRE, Santnico questo sintesi
della locuzione lat HERBA SANTONICA derivata da una popolazione

111

gallica dei Santones, cui ancora Santolna o Santolno suffritice snm di


Abrotano, Santonna (suff chimico INA). Sancultto questo il popolano
rivoluzionario francese che sta per SANS CULOTTE senza calzoni corti.
Infine, lomologismo Sangicco con Sanciaccto dal turco SANGIAQ
bandiera, e Santppe questo in riferimento a Santippe la petulante compagna
di Socrate.
Una particolarit: in ingl Sand sabbia, renella, in senso lato terriccio,
pertanto si potrebbe pensare ad una remota connessione rad con
SANDALON, la calzatura ideata in paesi dalle superfici prevalentemente
arenose, per affrontare comodamente il cammino a piedi.
\ Nuova unit di misura del tempo: Swatch Beat
Pare che il sistema fin qui adottato universalmente per contare il tempo
abbia fatto appunto il suo tempo; i ricercatori della nuova generazione
propongono questa novit: 1 swatch beat = 1 minuto 26,4 secondi.
Formula SB = h x 1m 26s 4d
ore 21 = 893
Il termine ingl sta per (unit di ) battito campione.
\ Specchie
Nella penisola salentina possono essere ancora visitate le Spcchie, da
SPECULA plur di SPECULUM specchio semant in riferimento al rad SPEK
osservare; preistorici manufatti cumuliformi, costruiti pietra su pietra,
sovente a forma semiconica, vrs utilizzati come punti dosservazione
(torrette), pur considerati monumenti sepolcrali; alla loro memoria, alcuni
comuni e loocalit al sud della Puglia ne portano il toponimo.

CASONE
Alle alterazioni di Casa, la semant ha assegnato significati
particolari, cui Casne Casa rustica, tipica del Veneto. In Emilia, il
termine adottato nel significato di Caseifcio. Castto il capanno
per ricovero, la cabina da spiaggia... Casire il custode della casa.
Casermne, grande caseggito popolare che ricorda gli edifici delle
camerate militari, termine coniato dallinc di Casone con Caserma.
Casrma ci giunto attraverso il franc CASERNE, dal prvz
CAZERNA gi inc con il lat quaterna; originariamente, infatti,
indicava il casotto per quattro soldati.
Il termine Casimro, ritrovabile tra i cognomi, insieme a Casimra e
Casimrra non hanno nulla del percorso di Casa, essi sono
litalianizzazione adattata di CACHEMIRE dallingl KASMIR.
\ Domenico Casimiro Promis (To 1804-74) raccolse in Svizzera e Francia documenti,
sigilli e monete riguardanti i Savoia e la storia dei loro territori. Diresse la biblioteca e
il medagliere del re. Suo fratello Carlo (1808-72) lasci opere di storia
dellarchitettura.\

CASINO
Dim di Casa Casna; al mas, invece, Casno ha assunto il
significato di casa da gioco attraverso il glb franc Casin cui il
Casin di Venezia, casa per raduni di caccia (XV sec), seconda casa
112

per incontri particolari (Venezia), casa di prostituzione (ital


volg).Questultima casa, dopo la chiusura per legge, stata
rimodernata clandestinamente in Casa-squillo, assimilando il termine
di ragazza squillo (dal clacson delle auto di richiamo alle donne di
strada), o in Casa dappuntamento, diversificandosi dal vecchio
lemma volg ormai questo tradotto in iperbole a via vai-confusionefracasso... per cui Casinaro, Casinista, il prefissato Incasinre...
Casllo, dim al mas di Casa, sta per cantoniera (manutenzione
stradale) o autostradale (per il pedaggio). Caspola Casa inc con
Cupola, Caspola invece tra Casupola e Casina, insomma, un
intreccio lemmatico.
\ In Italia, i Casini, Case chiuse o Case di tolleranza, furono semanticamente aboliti
nel 1958 grazie allapprovazione della Legge Merlin. Al tempo della chiusura, si
contavano 700 casini con 3000 prostitute; dopo mezzo secolo se ne contano da 50 a
70mila delle quali il 30% sono straniere.

\ Sanscrito Avestico Vedico


Il Snscrito lant lingua indoeur dei popoli indoiran, scomparsa come il
nostro lat, attestatasi in India fin dal X sec aC, ppartenente allidentico
gruppo linguistico del Celtico, Germanico, Greco, Latino e Persiano.
Il suo periodo class risale al V sec aC, diversificandosi cos dalla lingua
corrente e dialettale (anche il lat class era distante dal volg, ma quest'ultimo
sarebbe stato assunto a lingua ufficiale, litaliano); il termine deriva dal sct
SASKRTA elaborato (con perfezione). Il Sanscrito era in concreto simile
allAvstico, idioma ufficiale della religione Avsta (Zoroastrismo) termine
questo connesso con il persiano medv APASTAK testo fondamentale, e si
sostitu al pi ant Vdico quale lingua di cultura. Il Vdico la lingua dei
Veda, inv dal sct VEDA scienza, i pi ant testi sacri (quattro) dellIndia,
fondamentali della sua cultura, risalenti al 1500 aC, cui Vednta scuola
induista con un suff sct ANTA e Vedsmo.
\ Ayurvedica indica una ant pratica culinaria indiana in cui il cibo assume forme
terapeutiche, da qui le seguenti corrispondenze: laglio influisce sulla coagulazione
del sangue, le carote sulla gravidanza, il formaggio sulla circolazione, il sale sulla
digestione, eppoi, le banane purificano dalle tossine epidermiche, le lenticchie
purificano il sangue, il miele aiuta la puerpuera a produrre latte, i ravanelli riducono i
grassi e gli spinaci tonificano il fegato. \

\ Ittiti
Gli Ittiti, dallebr HITTI, popoli di lingua indoeur, provenienti dal Caucaso,
apparvero in Anatolia - regione della Turchia in Asia occidentale - nel II
Millennio aC. Il loro impero, con capitale Hattusa, dur fino al XI sec aC,
quando furono soverchiati da invasori provenienti dal mare. Alcuni regni di
dinastia ittita continuarono la loro esistenza in Siria, Cilicia 1, Cappadocia,
sino al VII sec aC. I loro testi sono in scrittura con alfabeto cuneiforme
sillabico. Merito del loro successo espansionistico, fu la scoperta
dellutilizzo del ferro per la forgia delle armi e per la costruzione di
embrionali carri armati. Lital conta Ittta e Ittitsta (col suff ISTA di
collegamento ai sostantivi in ISMO, qui da un sottinteso Ittitismo non
linguistico), espliciti derivati da HITTI.

113

Dal gr KILIKION proprio della Cilicia, attraverso il lat CILICIUM, Cilcio o Cilzio
indica una sorta di cintura penitenziale, fig tormento e stoffa grezza per i soldati
romani
1

GLI AGLIO GANGLIO


\ Uno straniero si chiede perch mai pronunciamo larticolo o il pronome GLI in
maniera dolce, mentre per altri lemmi, come glicine, preferiamo la pron gutturale. Il
motivo naturalmente esiste ed dorigine etim; una diversit linguistica che rende
complicato il nostro idioma.\

GLI
Larticolo plur *Gli, ed il suo omofono pronome con i composti
Gli(e)la-le-li-lo-ne, sono i discendenti del lat volg (I)LLI questo plur
di ILLE egli, attraverso una progressione di posizione antevocalica
Illi amici poi Ljamici, infine Gli amici.
In forma arcaica Li si ritrova a precedere le date in documenti
ufficiali, in via di estinzione.
Sempre da ILLI deriva larticolo *Il, con un obsoleto El oggi nel
volg, e dallaccusativo ILLUM deriva invece larticolo *LO questo
determinativo per lemmi che iniziano con i gruppi Gn, Pn, Ps o Sp,
con le consonanti Z e X, con le semivocali J e W e con H aspirata di
parole straniere.
Il pronome Egli-gli 1 con la forma atona (o con aferesi) Gli dal lat
class ILLE con valore di quello; Gli ancora la forma toscana che
vale pronome Li plur di Lo sempre da ILLE. Ella-lla da ILLAM.
Esso-sso, Essa-ssa, Essi-ssi ed Esse-sse, invece, rispettivamente
da IPSUM stesso, IPSAM stessa, IPSI stessi, IPSAE stesse.
Ancora dal volg ILLI, svoltosi in ILLUI, deriva il pronome Li
(questo raramente svolto in IL accusativo); pertanto, da ILLAE fem
di ILLI, cui ILLAEI, pervenuto il pronome Li.
I pronomi Coli e Coli col plur Colro sono la composizione lat di
ILLUI e ILLAE e ILLORUM con ECCUM Ecco-cco, questo da un
precedente ECCE ampliato da un ant dimostrativo EK, rintracciabile
nel pref gr EK col significato di fuori; nota lesclamazione
dimostrativa lat ECCE HOMO Ecco luomo! cui Eccemo! vrs nel
senso di Luomo qui fuori!
Dalle composizioni di ECCUM lital conta Eccolo-ccolo da
ECCUMILLUM (con ILLUM) con valore corrente di Qullo; lant
ital contava Kello per Quello donde i mer ancora correnti Chillo e
Chello. Codsto o Cotsto vicino a chi ascolta da ECCUM TIBI
ISTUM ecco a te questo. Cost da ECCUM ISTIC in codesto luogo e
Cost da ECCUM ISTAC in codesto luogo (ma meno circonscritto)
cui Costass e Costaggi, in complanare con Qua e Qui. Col da
ECCUM ILLAC ecco l, in complanare con L (non esiste il Col
complanare di L). Costi da ECCUM ISTUI e Costi da ECCUM
114

ISTEI, (forma di dativo) col plur Costro da ECCUM ISTORUM


(genitivo pl) tutti in declinazione con ISTUM questo.
Cotnto da ECCUM TANTUM proprio cos grande. Da ECCUM
INDE ecco da qui, lital conta Qundi, mentre Dnque, gi Dnque,
dal tardo lat DUNC gi DUMQUE.
Da ECCUM con HAC o HIC sono pervenuti *Qua in questo luogo
cui lavverbio Quass o Quassso dalla locuzione Qua in alto, in
percorso con Qua da QUIA perch, il fatto che , *Qui vicino a chi
parla, attraverso lant ital Ki che sopravvive nel mer (meglio
precisato rispetto a Qua) o Quci o ancora lobsoleto Qune con
lavverbio Quinavlle o Quindavlle laggi in fondo fig composto
con Valle; eppoi Qunci dalla locuzione ECCUM HINCE ecco da
qui con Quincntro dalla locuzione Quincentro qui dentro.
HIC e HAC sono connessi al percorso di HODIE- HO DIE in questo
giorno (oggi) e discendono da un ant HEICE il cui suff CE ha poi
sviluppato la congiunzione desiderativa ital *Se gi lat SI e inc con
Che, con un ant eufonica Sd; la *Se condizionale, invece, dal lat
SI da un ant SEI.
Il Se non accompagna in maniera assoluta il congiuntivo, come nellesempio della
seguente proposizione di valore dubitativo Non sapeva se avrebbe finito in tempo;
laccoppiamento col congiuntivoo accade nelle proposizioni ipotetiche Se vincessi
una buona somma al gratta e vinci mi canbierei finalmente la vecchia auto.

115

Ancora, i pronomi riflessivi *S (corretto *S) e *Si discendono da


un lat atono SE o SIBI; infatti, il S ital perde laccento, ovvero torna
ad essere atono, ove, ad esempio, in locuzione seguito da stesso,
leggasi Se stesso, dal momento che laccento ricade sulla vocale e di
stesso, un particolare importante in composizione ritmico-poetica. In
composizione, si ha Sco da SECUM in correlazione con Mco da
MECUM e Tco da TECUM, che stanno per le forme in locuzione
Con me, Con te, Con s.
Correlativi di Qua e Qui lital conta gli avverbi *L luogo lontano
da chi parla e da chi ascolta dal lat ILLIC e *L da ILLAC in quel
luogo, entrambi da ILLE rafforzato con c.
Dal tema indoeur KWI-KWO-KWA discendono invece i vari
pronomi *Chi da QUI, *Ci inv dal lat CUI cui la locuzione esot Di
cui attraverso la traduzione del franc DONT linguaggio borsistico,
eppoi Qule dal lat QUALEM, da questo il percorso Qualit con
Qualitatvo, i composti Qulche, Qualificre con Qualificatvo e
Qualificazine, Qualsasi, Qualnque (con CUMQUE) cui il sociopolitico Qualunqusmo, laggettivo Qualsivglia dalla locuzione
Quale si voglia, il sostantivo Qualunqusmo con Qualunqusta e
Qualunqustico, la congiunzione Qualvlta dalla locuzione Quale
volta.
Da ricordare che Qualche errato usarlo in enunciati negativi e
pertanto da sostituire con Alcuno o Nessuno, Qualunque in
coerenza con le costruzioni di Chiunque e Dovunque, altrimenti
dovr essere sostituito con Qualsiasi.
Lital conta ancora un obsoleto Chnte, aggettivo che vale di quale
specie, il cui suff ricalcato da MENTE degli avverbi. *Che
congiunzione da QUIA e QUAM secondo i casi cui le
congiunzioni Dacch (corretto Dacch) dalla locuzione Da che,
Giacch (corretto Giacch) dalla locuzione Gi che; il Che
congiunzione non va posto come correlativo di Sia e non va posto
dopo Appena pertanto, ad esempio, si ha A colazione non bevo sia
caff sia latte, Appena giunse mi apostrof, Per quanto facile sia non
ho voglia di farlo Eppoi il *Ch da QUOD quale aferesi del
composto saldato *Perch (accento corretto Perch - Ch ) avverbio
e congiunzione) da QUIA perch dalla locuzione Per che, ancora il
*Che quale pronome interrogativo e relativo da QUID che cosa.
Lital ant contava un Ko del valore di congiunzione dichiarativa
che, perch. Il lat QUID sta quindi per che cosa cui il percorso ital
Quid stesso significato, Quidm inv da QUIDAM un certo, un tale,
Quiddit con Quidditte qualche cosa con Quidditatvo o Quidit
con Quiditte e Quiditatvo. La locuzione Qui pro quo o Quiproqu
116

equivoco da QUID PRO QUO dove QUO sta per ci che cui
ancora Qundam. un tempo-una volta.
Ancora, dal lat QUID QUID lital conta Checch dalla locuzione
Che Che con valore di qualunque cosa cui Checchessa qualsiasi
cosa (in frasi negative vale nulla-niente) dalla locuzione Checch
sia gi Che che sia; da non equivocare con il pronome Chicchessa o
Chicchesa dalla locuzione Chi che sia con valore di chiunque
qualunque qualsivoglia (persona) mentre in frasi negative sta per
nessuno.
Didentico tema si ha Qundo e Qunto; il primo dal lat QUANDO
composto dalla congiunzone QUAM con un suff DO derivato
dallant tema di direzione DE-DO rintracciabile nel gr OIKONDE
verso casa, nel lat DE UNDE di dove cui Dnde e Onde-nde
(corretta accentazione nde) quale avverbio di luogo col composto
(L con Onde) Lande (corretta accentazione lande); Onde-nde,
quale congiunzione finale, deve essere sempre seguita dal
congiuntivo, ad esempio Ti scrivo onde tu possa venire.
Nel percorso di Quando, si hanno le composizioni Quandnche e
Quandnque.
Da DE UNDE Il franc ha coniato il pronome relativo DONT, questo
glb quale contratto di borsa che in ital vale aggettivo
corrispondente alla locuzione Di cui.
Il secondo, Qunto, dal lat QUANTUM (avverbio) e QUANTUS
(aggettivo), usato anche come sostantivo, ancora derivato dalla
congiunzione QUAM ma con suff TO, cui Quantle, Quantit con
Quantitatvo, Quantizzre, Quantoch, linv Quantm entit i
composti Quantificre con Quantificatre e Quantificazine,
Quantomi, Quantomno, Quantnque.
In fisica, Qunto o linv Quantm (coniato nel 1900) la misura di
un valore minimo o particella elementare cui Quntico,
Quantstica
e
Quantstico,
Quantizzre,
il
composto
Quantomeccnico, Quantmetro; eppoi Quantosma (botanica),
Quantodinmica e Quantocromodinmica (fisica). Il sostantivo
Incnto con Incantre (omn di Incanto e Incantare da Incantare
ammaliare) dal lat medv IN QUANTUM? a quanto ( venduto?).
Lavverbio Qusi inv dal lat QUASI, sovente sostituito da Mezzo
come nel caso di bicchiere quasi (mezzo) pieno.
1
Altri pronomi personali, tutti dal latino: Io-o dal volg EO gi class EGO, *Tu inv
da TU, Ni gi Ni da NOS, cosi Vi gi V da VOS, cui un dantesco Vsco quale
ipocoristico della locuzione Con voi dal lat VOSCUM gi class VOBISCUM; infine,
Lro (ustato anche come aggettivo e pronome) da ILLORUM quale genitivo plur di
ILLE egli.
A questi sino legate le particelle *Me e *Mi rispettivamente da ME e MIHI, cui
linteriezione Ahim! o Ahim! o Aim!, eppoi *Te, *Ti da TE e TIBI; il pronome Me

117

transitato da un ant forma rafforzativa Mve (corretta accentazione mve). Eppoi


*La da ILLAM, *Lo da ILLUM, *Le da ILLAE, *Li da ILLI, *Ne quale pronome ed
avverbio da INDE da dove, nel senso desueto del pronome Ci da NOS, quale
preposizione nelle forme articolate, vedi Nello, da IN.

AGLIO
Dal lat ALLIUM (ant ALUM) sono pervenuti Aglio-glio con
Agliceo, Agliio, Aglita.
\ Il cosiddetto Aglio nero di origine orientale, ottenuto con una speciale fermentazione,
evita il fastidioso odore che emana il consumatore di questa pianta delle Liliacee.
LAglio, considerato antibiotico naturale, per giunta afrodisiaco, gi nei tempi ant era
ritenuto dal popolo un rimedio contro i malanni.
La locuzione lat ALLIUM OLERE che odora daglio era indirizzata ai ceti bassi
(popolo e soldati) per la loro abitudine alimentare di consumare aglio per scopi sia
teraputici sia di prevenzione; anzi, lo stato forniva regolarmente ai militi dotazioni
daglio.
Al tempo di C. Colombo, al marinaio che aveva mangiato aglio era interdetto
avvicinarsi alla bussola poich il suo alito si credeva potesse influenzarne lago. \

Cos come dal lat FOLIA e FOLIUM questi dal gr PHYLLON


foglia, lital conta Fglia con Fogliceo, Foglime, Foglire,
Foglito, Fogliazine o Foliazine questo fedele al lat, Foglfero,
Fogliso, Foglito, il fig Foilo foglioso attraverso il milanese
Fojo che vale trippa detta Centoplle, il pi fedele al lat Flico
utilizzato in chimica con Folto ossia Acido folico (ossia Vitamina M
e Bc presenti negli spinaci, germi di grano e nel fegato), la locuzione
Mangiare la foglia, i prefissati Disfoglire, Esfoliazine (fedele al
prefissato lat EXFOLIARE) con Esfolinte, Esfolirsi, ed
Esfoliatvo, eppoi Sfglia (S intensivo) con Sfoglire, Sfoglita,
Sfglia con Sfoglire, Sfoglita, Sfogliatrce, Sfogliatra privare
delle foglie da EX FOLIARE cui il composto Sfogliasgranatrce;
infine Fglio con Foglitto, i prefissati Affogliamnto, gli omonimi
(da Foglia) Sfglia (con S intensivo), Sfoglire e Sfoglita, infine
Sfoglizzo e Sfglio. La locuzione In folio (inv dal lat IN FOLIO) o
In foglio sta per stampa su foglio, dove il pref lat IN vale su.
Infine si ha la locuzione fig Pasta sfoglia snm di Sfoglitta quale
impasto di farina ridotto in strato sottile (come le foglie) donde il
termine Sfoglna gi assegnato alle casalinghe che la stendono con
lapposito mattarello.
Sfglia anche un snm fig della Sogliola.
Come accaduto per altre attestazioni, mantenendo il gruppo letterale
gr PH di PHYLLON foglia e attestandolo nella pron p , pervenuto
il lat SPOLIA collettivo di vesti dal sing SPOLIUM voltosi in
involucro, salma, ma anche foglie riavvicinandosi cos alle
origini etim, con la S iniziale che pare prefisso intensivo, cui
Spglia. Da SPOLIA ma con la S iniziale che assume il ruolo di
prefisso sottrattivo, da un ipotetico EX SPOLIA lital conta
118

Spoglire cui Spogliarellsta, Spogliarllo, Spoglito, Spogliatio,


Spogliatre, Spogliatra, Spogliazine o Spoliazine e il polisemico
Spglio privo di rivestimento quale Pp sostantivato ed ellittico di
Spogliato, quale sostantivo Spglio operazione di raccolta, infine
Spglio dal lat SPOLIUM capo dabbigliamento dismesso. Un
snm di Spogliatoio Apoditrio questo dal lat APODYTERIUM gi
gr APODYTERION da APODYO mi spoglio, adottato nelle terme
ed anche con valore di Sagrestia.
Spogliare, pertanto, non che unattestazione di Sfogliare (privare
delle foglie, ossia dellabito primordiale) attestatosi nelloggetto di
vestizione.
Dallo specifico gr SKHEDE foglio (nel senso originale di scritto
estemporaneo-improvvisazione), cui il lat SCHEDA con il dim
SCHEDULA, lital conta Schda (adottato dal XVIII sec), Schedre,
Schedrio, Schedarsta col suff ISTA di collegamento ad un
mestiere), Schedto, Schedatre, Schedatra, Schedna, laccr
Schedne, Schedulre, questo fedele al lat, rintracciabile nel glb ingl
Scheduler attraverso TO SCHEDULE programmare e un inaspettato
Scda che sta per scherno-smorfia associato ad una
improvvisazione di comportamento; il termine Cdola con
Cedolre la mutazione ital del lat SCHEDULA nel XIII sec.
Reperito in ambito intellettuale e artistico-culturale il termine
Autoschedsmo lo schedare se stesso da uno Schedsmo traducibile
in
ricorrente uso iudeologico, proprio o improprio, della
schedatura.
Storicamente noto Il processo delle schedature instradato nella
seconda met del XX sec in Veneto.
Ed ancora, dal lat CORDOLIUM composto da COR cuore e
DOLIUM (relativo al dolore) su calco del gr KORDIALGIA, da
FAMILJA (lat class FAMILIA), da LOLIUM, da MULIER (ant
MULIES), da PALEA (volg PALJA), e da STIVILJA (lat medv),
sono rispettivamente pervenuti Cordoglio, Famiglia, Loglio
(graminacea), Moglie, Paglia, Stoviglia.
Lglio, dal lat LOLIUM, cui Loglierlla (snm di Pagliettone) o
Loglierllo, Logliso, il dim Loitto, Lolsmo intossicazione da
loglio) e il prefissato Alloglito (AD allativo), ha il snm in Zizznia
dal lat ZIZANIA gi gr ZIZANION e che vale fig discordia, Il
termine Lia sporcizia untuosa sugli abiti attestatosi in Emilia,
deriverebbe da Loglio.
Fuori percorso Loiolsco, questo riferito a Ignazio di Loyola
(1491/1556) fondatore dei Gesuiti, donde un risvolto fig spregevole
quale snm di Ipocrita cui Loioloscamnte.
119

\ Prefisso Suffisso FILLO


I termini Fllade sorta di roccia, Fillo sorta dinsetto, Fillira sorta di
pianta sono tutti composti con PHYLLON foglia.
Da PHYLLON, lital conta il pref FILLO per composizioni quali
Fillochinne (ossia la Vitamina K, questa contrastante la riduzione della
coaguilit del sangue, presente nei pinoli, kiwi e in genere nei frutti di
bosco), Fillocldio (col gr KLADOS ramo, snm di Cladofllo), Filloda con
Fillodneo e Filldio (col gr OEIDES simile a), Fillfago, Fillma 1 (suff
medico OMA affezione omologato nelle piante), Fillomana, Fillpodi
(Ordine di crostacei, col suff dal gr PODOS piede) con Fillopdio, Filloptsi
(col gr PTOSIS caduta), Fillosma, Filssera o Fillssera e Filossrico (col
gr KSEROS secco), Fillostictsi (con Fillostcta genere di funghi dannosi
alle foglie e suff OSI di malattia), Fillostomatdi (Famiglia di mammiferi,
col gr STOMATOS bocca); eppoi, il suff FILLO per prefissati e composti
quali Acifllo (col gr AKIS punta), Afllo (pref A privativo), Antofllo (col
gr ANTHOS fiore), Catafllo (col gr KATA in gi), Cladofllo (col gr
KLADOS ramo, snm di Fillocladio), Difllo (col pref dal gr DIS duedoppio), Epifllo (pref EPI), Eterofllo, Ipofllo, Mesofllo (con il gr
MESOS medio), Microfllo, Monofllo, Nomofllo (col gr NOMOS regola),
Pastafllo dalla locuzione Pasta fillo, Pentafllo, Polifllo, Profllo, Sarcofllo
(col gr SARKS SARKOS carne), Sporofllo (col gr SPORA seme).
Termine alieno nel percorso la Fillipste o Phillipste, un minerale dele
zeoliti, cos denominato in onore dello studioso W. Phillips (1775/1828) 2
con suff ITE per minerali.
1
Relativo al Filloma e al suo margine lital conta il termine Crento con Crenatra dal
lat volg CRENA tacca.
2
Fra tanti altri minerali cha assumono il nome dei loro scopritori, si ha Domeytkite
rame minerale arseniuro dal mineralogista Ignacy Dometrko (1802/18889 e
Koninckite vitreo trasparente daol geologo LG Koninck (1809/1887).

\ Frasca Fronda
Connesso a Foglia, il lat ha coniato VIRASCA verdeggiante (dal lat
VIRIDIS verde), donde FRONS frasca, da un BRASSICA di tema med
BRASKE adottato dal gr e che, dal significato originale di cavolo, s svolto
in Frsca cui Frascme, il toponimo Frascati, Frascto, Fraschggio,
Frascheggire, Frasconia, Frascme; eppoi, Infrascre questo tra le
frasche con Infrsco sostegno per rampicanti. Invece, dal long
HRAUSTA fascio di frasche, lital conta Rsta questo fig anche
serramento cui il prefissato Arrostre (AD allativo) con valore di
dimenare o ripararsi.
Da FRONS, il genitivo FRONDIS stato adottato dal lat cristiano in
FRONDIA piccola foglia, cui Frnda, Frondfero, Frondso, attestatisi in
Frnza, Frnzolo e Fronzto cui il prefissato iterativo Rifronzre questo da
Fronda inc con Fronzolo. Frnda dal franc FRONDE fig un movimento
dopposizione politica, cos battezzato in Francia nel XVII sec contro
lassolutismo di Anna e del cardinale Mazzarino.

GANGLIO
Pare che dai latini lital abbia ereditato la pron pi fluida e moderna;
120

a ritroso nei tempi, attingendo direttamente ai progenitori greci, pare


invece che ltal si conti ancora le tracce di un gutturalismo
primordiale i cui termini qui si riportano.
Gnglio parente a GANGLION tumoretto. Glinnio o Glicneo il
nome di un verso ottonario che ci viene dal poeta Glykon
italianizzato Glicone. Connessi con la rad GLYK dolce lital conta
Glicema con Glicmico, Gliceraldide, Glicerto, Glicrico,
Glicride con Triglicride meglio Triglicridi lipidi nelle analisi
del sangue, Glicerna o Glicerlo (suff INA e OLO chimici); la
Glicerina fu una scoperta casuale di C. Scheele che nel 1783 mise
involontariamente assieme Ossido di piombo con Olio doliva.
Il percorso prosegue con il suff GLICERO per composti quali
Glicerofosfto e Glicerofosfrico, eppoi il suff GLICO o GLUCO
cui Glicde o Glucde con Glicdico o Glucdico, Glicmetro, Glicna
o Glucna (suff chimico INA), Glcine, Gliclico o Gluclico cui
Acido glicolico, il glb Glcol attraverso lingl GLYCOL, Glicolto,
Glicsio o Glucsio o Glucso attraverso il franc GLYCOSE del
quale lital ha tratto il suff OSIO o talvolta OSO con valore di
carboidrato (omn del suff *OSO aggettivante), Glucnio snm di
Berillio, i composti Glucagne (ormone con il lat AGERE agire),
Glucoammna, Glucmetro, Gluconeognesi o Gliconeognesi,
Glucurnico (con Uronico), Glicosde o Glucosde e Glicosdico con
Glicosidsi e Aglicne (ellittico di Glicoside con pref A privativo e
suff ONE), Glicso, il pref-suff GLICO per composizioni quali
Glicoclla snm di Glicina, Glicforo, Glicognesi con Glicogenolsi
e Glicgeno, Gliclido, Glicolpide, Glicolsi, Glicometra,
Gliconeognesi, Glicopptide, Glicoprotena con Glicoprotico e
Glicoprotide, Glicoregolazine, Glicoraccha (col suff dal gr
RHAKHIS colonna vertebrale), Glicosaminoglicno (composto da
Glicosio, Amino e suff GLICO), Glicosilazine (col suff ILE e suff
sostantivante), Glicosria o Glucusura (con suff URIA che vale
urina) dal gr GLYKYS cui GLEUKOS mosto e lital Gleucmetro
snm di Mostimetro; la rad GLYK pare si sia assimilata con DLYK,
cui il lat DULCU e DULCIS. Un miscela tossica di Glicosidi con
Agliconi di Alcaloidi indicata con Solanna dal lat SOLANUM con
suff chimico INA cui Solancee (patate, peperoni, pomodori, tabacco)
dal lat SOLANUM pianta del sole. Da GLYPHE intaglio, incisione,
lital conta Glfo scanalatura (dallo scolpire) cui Glttica o Glptica
con Glttico o Glptico, e i termini prefissati quali Anglifo o
Anaglpto piccolo bassorilievo-cesellato con Anaglptico o
Anaglttico e Anaglttica, Dglifo doppiamente scanalato con pref
DI che sta per BIS, Trglifo, il pref GLITTO o GLIPTO in
121

composizioni quali Glittografa, Gliptognesi, Glittotca o


Gliptotca. Ieroglfo o Geroglfo cui Ieroglfico o Geroglfico o
ancora Geroglptico la composizione col gr HIEROS sacro dalla
locuzione HIEROGLYPHIKA GRAMMATA lettere sacre incise,
con apofonia del gruppo HIE in GE; donde il calco Arboglfico
scrittura incisa sulla corteccia degli alberi con il lat ARBOR
albero; il geroglifico indicante gambe e piedi sarebbe stato il
primo segno pi che avrebbe ispirato il corrente + di genesi tedesca.
Ancora, Glma buccia dei cereali snm di Brttea o Ipsofllo, dal lat
GLUBERE sbucciare cui Glumele,Glumlla o Glumtta, Glumifre
(con FLOS FLORIS fiore, Ordine botanico), eppoi Glteo dal gr
GLOUTOS natica il quale, comunque, in anatomia non snm di
Natica, poich i glutei sono i tre muscoli che costituiscono la natica
(piccolo, grande e medio). Infine, Glaucma foneticamente inv dal gr
GLAUKOMA dal GLAUKOS cilestrino cui Gluco ceruleo
tendente al verde, Glaucfane (col suff dal gr PHAINEIN
apparire), Glaucmio (col suff da MYS topo), Glauconte (col suff
ITE per minerali), Glaucpide (col suff da OPS sguardo)
\ Esiste a Milano una via dedicata al musicista tedesco Christoph Gluck vissuto nel
1700; linteresse per questo personaggio divampato a seguito del successo di una
canzone di Adriano Celentano. \

Una particolarit nel termine non gutturale Glimmero intrigo, cos


metaf dal lat GLOMUS viluppo-intreccio (svoltosi nel significato di
gomitolo); Gliommero anche una particolare elaborazione poetica
in napoletano. Letim incerta, tuttavia, vrs un termine addolcito
dai latini attingendo ad un primitivo gutturale Glima tumore,
didentico percorso col gr GANGLION. Altra particolarit nel
lemma gutturale Glissre, che pare derivi dal lat GLACIARE
scivolare; il termine sarebbe transitato dal franc GLISSER,
ritornandoci come francesismo, mantenendone il gutturalismo
obbligato, ovvero del gruppo letterale lat GL(ACIARE), cui
Glissndo (sostantivo).
Il lemma Ghro, con Ghirtto e un non comune fig Ghirsco (relativo
al suo mitico sonno), permane coerente con la pron gutturale dal lat
GLIRUM gi class GLIS GLIRIS, cui Glridi (la Famiglia); questo
termine era vrs destinato a smarrire la propria pron gutturale se fosse
rimasto fedele allorigine italianizzandosi Gliro; il gr conta ELEIOS
ghiro cui Elimio roditore dei Gliridi con MYS topo, altrimenti
detto fig Quercino,
Altro suono gutturale addolcitosi Grlo cavo da Ghrlo di
Gherlno attraverso il franc ant GUERLIN, vrs connesso con Gerla
devb del lat GERERE portare e quindi rientrato alle origini.
122

\ La lingua italiana, quindi, contiene il gruppo trilitterale GLI


indivisibile ed omografo, da solo o inserito nei lemmi, ma bi-fono a
seconda delle sue radici. Non sarebbero quindi in Omonimia (parole
uguali), perch questa definizione include sia lOmografia (parole
scritte uguali) sia lOmofonia (parole uguali nel suono) ma con
significati diversi.\
\ Natica Scalmo
Il termine Ntica, meglio Ntiche, dal lat tardo inv NATICA, questo dal
class NATIS natica, vrs connesso con Ntola apertura della scalmiera.
Scalmira il derivato da Sclmo, questo dal lat SCALMUS gi gr
SKALMOS remo, cui Intersclmio o Intersclmo, connesso con SKALLO
scavo; da non equivocare con il percorso di Scalmanarsi (Ved Caldo
Freddo in Sala).
\ Prefissi OMO OMEO
Il gr conta HOMALOS uguale, cui il pref HOMOS italianizzato OMO in
composizioni quali Omocli Ordine di Poriferi (col gr KOILOS cavit),
Omocrco dal gr KERKOS appendice codale, Omocclico, Omocintico,
Omocroma con Omocromtico, Omodnte stessi denti con Omodonta
dal gr ODONTOS dente, Omoertico con Omoerotsmo o Omosessualit,
Omofila con Omfilo, Omofona identit fonica tra elementi con
Omofnico e Omfono, Omografa con Omogrfico e Omgrafo identica
grafia, Omogama dal gr GAMOS matrimonio con Omogamtico, da
Omogeneo (analizzato altrove) si conta Omogento o Omogeneizzto con
Omogeneit, Omogeneizzatre e Omogeneizzazine, con Omogenizzre,
Omogentstico, Omogrmma, Omolaterle, Omnimo con Omonima e
Omonmico, Omomorfsi o Omomrfosi, Omorgnico, Omoritma,
Omosfra, Omoteta con Omottico (col gr THETOS collocato), Omotipa
con Omotpico, Omotona con Omotnico, Omotopa con Omotpico,
Omtteri (Sottordine di Insetti Emitteri, col gr PTERON ala), Omozigte.
Homofoba indica avversione psicologica per l'uguaglianza e pertanto
dell'omosessualit.
Termine alieno Omoplta omn di Scapola con il gr OMOS spalla e
PLATYS largo.
Col pref AN privativo si ha Anomala dal gr ANOMALIA con Anomalsta
(col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO, qui da un sottinteso
Anomalismo non linguistico) e Anomalstico, Anmalo da ANOMALOS.
Omousa dal gr HOMOUSIA con USIA sostanza-essenza e, come sancito
dal Concilio di Nicea, sta per consustanzialit del Figlio col Padre e con lo
Spirito Santo, cui Omousino.
Omofaga con Omfago, invece, vale il mangiare carni crude, col gr
OMOS che si potrebbe intendere il mangiare uguale sostanza, di cui si
fatti, ponendo in connessione i due pref. Il termine prefissato Esmide
sorta di tunica greca composto col gr EKSO fuori e OMOS che qui vale
carne nuda poich lasciava scoperta la parte destra del torace.
Omozigte o Omozigto con Omozozigsi e Omozigtico vale con geni di
origine paterna e materna, termine biologico con il gr ZYGOTOS

123

aggiogato.
Un secondo pref OMEO dal gr HOMOIOS simile, in connessione col primo,
va a comporre termini quali Omeomera (col gr MEROS parte),
Omeomorfsmo e Omeomrfo, Omeopata con Omepata o Omeopta,
Omeoptico e Omeopatsta (col suff ISTA di collegamento ad un mestiere in
omn col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO), il chimico
Omeopolre o Omopolre snm di Covalente, Omeortmo, Omesi con
Ometico, Omeosmtico (da Osmosi), Omeosmo (col gr SOMA corpo),
Omeostsi o Omestasi (col gr STATIS stabilit) con Omeosttico e
Omestato o Omeosrto Omeoteluto o Omeoteluto o addirittura
Omoioteluto (col gr TELEUTE fine, compimento) sta per contrassegnato
da identit di desinenza e quale figura retorica indica una successione di
termini con identiche sillabe finali omofone, praticamente come se fossero
rime; ancora Omeotermle con Omeoterma, Omeotrmico e Omeotrmo,
Omeotnico
\ Suffisso ONIMIA Suffisso Prefisso ONIMO
Antonimia
Derivano dal gr ONYMA variante volg di ONOMA nome da rad NOMN,
cui Nme che nella Roma lat era di natura gentilizia preceduto dal Prenme
e seguito dal Cognome, Nomre, Noma, Nomgnolo (dim), Nmina,
Nominalsmo, Nominnza, Nominre, Nominatvo sia aggettivo sia
sostantivo e nella declinazione dalla locuzione lat NOMINATIVUS
CASUS, Nominto, Nominazine, il composto Nomatofoba avversione
per i nomi da non equivocare con Nomofobia.
Nomenclatre composto con CLATOR che chiama in origine stava per
lo schiavo che chiama per strada i clienti con Nomenclatra, sostantivo
questo coniato col Pf.
Eppoi Onomstica con Onomstico cui Deonomstica e Deonomstico (pref
DE sottrattivo) vocabolo tratto da un nome proprio, cognome, etnicodemotico o toponimo quali Biedermeier stile darredamento semplificato
dal cosiddetto Impero tratto da un personaggio letterario del XIX sec,
Rodomnte con Rodomontsco tratto dallomn personaggio ideato da L.
Ariosto (1474/1533) cui Ariostsco e nellOrlando Furioso da M. M.
Boiardo (1441(1494) nellOrlando Innamorato, lomologismo Chippendle
stile per mobilio da Th. Chippendale (1718)1779), Sibarta persona
raffinata cui Sibartico dallant colonia gr Sibari nellattuale Calabria,
Sinopa tinta rossastra da Sinope sul Mar Nero.
Con i pref, il percorso conta Annimo privo di nome da ANONYMUS
(pref A privativo) cui il sostantivo Annima, Anonimto, Anonima e un
Inannimo non anonimo, Annominazine da ADNOMINATIO (pref AD
allativo), Antonima con Antnimo e Antonmico (contrapposizione retorica
tra due termini) col pref ANTI, Denominre (pref DE conclusivo) o
Dinominre cui Denominle o Denominatvo, Denominatre e
Denominazine, Eteronima (con HETEROS diverso) con Eternimo,
Etnnimo (sostantivo o nome etnico), Nuncupre e Nuncupatvo prendere il
nome con CAPS di CAPERE, Onomanza (aplologico da Onomamanza,
vale divinazione attraverso le lettere del nome), Onomasiologa con

124

Onomasiolgico, eppoi Sunnominre con Sunnominto.


Eteronimia, cui Eteronimo, vale parole naturalmente appaiate, ma di etimo
diverso (Moglie e Marito - Fratello e sorella) il contrario di Omonimia, e
Zonimo nome di animale soggetto a studi, Onomanzia larte divinatoria
attraverso i nomi delle persone. Onomasiologia la disciplina che studia le
diverse espressioni lessicali di una medesima idea o immagine in seno ad
una o pi lingue.
In complanare al generico Onomastica, ma adottato per accezione nello
studio dei nomi propri di persona, gli antroponimi, lecito, a parere
dellautore di queste pagine, utilizzare il termine Cognomstica e
Cognomstico, relativo, nello specifico, allo studio dei cognomi. Eppoi
Rinomre (pref RI frequentativo) cui Rinomnza, Rinomto attraverso il
franc RENOMME famoso (corretta accentazione e pron renomm), infine
Rinominre (RI iterativo).
Il termine prefissato Pronme vale al posto del nome su calco del gr
ANTONIMOS cui Pronominle, Pronominalizzre, Pronominalizzazine; la
grammatica italiana conta Pronomi dimostrativi, Pronomi interrogativi,
Prionomi personali, Pronomi possessivi e Pronomi relativi.
\ Nomignoli damore
In tutto il mondo, tra innamorati esiste una certa consuetudine di rivolgersi
adottanto un nomignolo. Ci che segue un piccolo campionario.
Pistacchio mio in Turchia
Miele in Inghilterra
Liquirizia in Olanda,
Paperetta di gomma in Germania
Beb damore in Francia
Forbicetta in Ungheria
Regina dei miei sogni in Armenia
Amarena in Russia
\ Suffissi NOMIA NOMO - Prefisso NOMO
Antinomia
NOMIA, dal gr NOMOS, di tema NEMO io amministro, quale suff vale
legge-norma-amministrazione, cui, col pref ANTI, Antinma con
Antinmico (contrapposizione logica tra due proposizioni), eppoi
Agronoma, Anoma con Anmico assenza della legge col pref A
privativo, Eunoma col pref EU buono vale Buon governo, Eteronoma
questo il contrario di Autonoma e vale dipendenza da volont estranea alla
sua (per esempio, alle leggi), Foronoma termine per progetti idraulici (col
gr PHOREO trasporto), eppoi Tassonoma o Tassinoma classificazione,
cui Tassinomsta, nella linguistica, pedagogia e nelle scienze naturali dove
appare snm di Sistematica, Tassonmico e Tassonomsta (col suff ISTA di
collegamento ai sostantivi in ISMO, qui da un sottinteso Tassonomismo non
linguistico), questi dal gr TASSEIN classificare, ordinare.
NOMO, quale suff, vale la designazione personale relativa alle attivit
elencate col suff NOMIA, cui Agrnomo, Eternomo, Autnomo, e Zono
(esperto dallevamento). Quale primo membro lemmatico, NOMO vale
ancora legge, regola, cui Nomografa leggi scritte, Nomotta (col gr

125

THETES da TITHEMI porre) colui che stabiliscei


\ Prefisso ETERO
Composizioni lemmatiche col pref ETERO derivante dal gr HETEROS
diverso, ci vengono i vari Eterotomo, Eterocrpo con Eterocarpa e
Eterocrpico, Eterocntrico con Eterocentrsmo, Eterocrco sorta di coda
ittica ( col gr KERKOS coda), Eterocclico (da Cclo), Eteroclto con
Eteroclisa (da Clsma), Eteroclmide con Eteroclamidto, Eterocroma con
Eterocromosma e Eterocromostico, Eterocrona con Etercrono (col gr
KHRONOS tempo) snm di Artmico in campo medico, Eterodna (col suff
dal gr DYNAMIS potenza) con Supereterodna, il sociologico Eterodirtto
influenzato e condizionato dallesterno, dai suoi persuasori occulti e non
(preda del Super io), lo zoologico Eterodnte (mammifero dai denti di
diverso aspetto, con ODUS dente), Eterodossa con Eterodsso (contrario di
Ortodosso - pref ORTO Ved Ruota), Eteroeducazine affidata del tutto
ad un estraneo, il botanico Eterofilla con Eterofllo (col gr PHYLLON
foglia), il mucicale Eterofona con Eterofnico, Eterogamte con
Eterogamtico e Eterogama con Etergamo, Eterogneo con Eterogeneit,
Eterognesi, Eterogona, Eteroinnsto o Eterotrapinto, Eterointegrazine,
Eterolala (col gr LALIA loquacit), Eterolsi con Eteroltico (col gr LYSIS
scioglimento) in opposizione a Omolsi con Omoltico (col gr HOMOS
uguale), Eterolgico con Eterlogo, il botanico Etermero (col gr MEROS
parte), Eterometbolo (col gr METABOLO io trasformo), Etermidi
(Famiglia di Roditori, col gr MYS topo), il botanico Eteromorfsmo con
Eteromrfo e il biologico Eteromorfsi, Eteroptico, il patologico
Eteroplasa col chirurgico Eteroplstica, il chimico Eteropolre snm di
Ionico, Eteroplio (ellittico con Monopolio), Eteropsnio (col gr
OPSONION provvista di alimenti), Eteroscopa facolt paranormale che
permetterebbe di scrutare con i soli occhi linterno dei corpi, Eterosessule
cui lellittico Etero-tero con Eterosessualit attrazione naturale per laltro
sesso opposto a Omosessualit, Eterosfra (ellittico con Atmosfera), il
linguistico Eterosillbico vocale o consonante che non appartiene etim alla
sillaba esaminata, lo zoologico Eterosmo (col gr SOMA corpo),
Eterosuggestine nei riguardi di una persona estreanea, Eterotssi o
Eterotassa (col grc TAKSIS ordine), Eteroterma con Eterotrmo,
Eterotopa con Eterotpico (col gr TOPOS luogo), Eterotrofa con
Eterotrfico e Etertrofo, Etertteri (Sottordine di insetti, col gr PTRON ala,
che include la Pulce), infine il genetico Eterozigsi con Eterozigte o
Eterozigto.
Heterofoba indica avversione per il sesso opposto.
Uno scrittore pu raccontare una storia in cui la sua persona assente; il
caso di un rapporto Eterodiegtico. Ove invece narri un avvenimento che lo
vede fantasticamente, virtualmente o realmente, protagonista, il rapporto
diventa Omodiegtico (pref OMO uguale). Diegtico e Diegsi sono dal gr
DIEGESIS racconto, composto col pref DIA attraverso e il lessema
HEGEISTHAI condurre, guidare, in correlazione con Esegta o Esegte,
Esegtica, Esegtico ed Esegsi da EKSEGESIS narrazione o
interpretazione (da parte dello studente, ricercatore, critico) col pref EX

126

fuori, il doppio prefissato Epesegsi con Epesegtico narrazione aggiunta


da EPEKSEGESIS (col pref EPI sopra-di nuovo).
Il termine Lessma, unit lessicale, dal gr LEKSIS parola, cui Lessa,
Lessicle, Lessicalizzre, Lessicalizzazine, Lssico questo dal gr
LEKSIKON libro delle parole snm di BIBLION, i composti Lessicografa
con Lessicogrfico e Lessicgrafo, Lessicologa con Lessicolgico e
Lessiclogo, Lessicometra, Lessicostatstica con Lessicostatstico, i
prefissati Alessa afasia sensoriale col pref A privativo cui Alessifrmaco,
Dislessa col pref DIS male. Corrispondente al Lessema lital conta
Semma quale unit di tratti semantici (suff gr EMA di Fonema, Grafema,
Lessema, Morfema)
\ Prefisso Suffisso DOSSO
Con DOSSO, dal gr DOKSA opinione, lode, sono stati coniati i termini
Dossstico, Dssico, composti quali Dossografa con Dossogrfico e
Dossgrafo raccoglitore di opinioni, Dossaloga o Dossologa oppure
Demodossaloga (col gr DEMOS popolo) eppoi Dossologa brano
glorificatore cui Dossolgico, infine Ortodsso e Eterodsso rispettivamente
chi ha e chi non ha lopinione ufficiale relativa alla dottrina riconosciuta.
Il suo omn, il sostantivo Dsso, invece dal lat volg DOSSUM, a sua volta
dal lat class DORSUM dorso, inc con il last class OS osso, questo
successivamente svoltosi nel volg OSSUM; cui Dossle, i prefissati
Addossre (AD allativo) con Addossbile, Addossamnto, Addossto e
Addsso dalla locuzione A dosso, Indossre (IN illativo) con Indossatre,
Indossatrce e Indsso dalla locuzione In dosso eppoi Sdossre (pref S
sottrattivo). In percorso il prefissato fig Paradsso trave principale omn di
Paradosso strano, cui la locuzione Sonno paradosso snm di Sonno REM,
fase del sonno in cui simuovono rapidamente i globi oculari, acronimo della
locuzione ingl RAPID EYE MOVEMENT movimento rapido degli occhi.
La locuzione ital Pronto dessere indossato, riferita a un capo
dabbigliamento, stata accantonata adottando il glb franc Pret porter.
\ Le misure ideali per una indossatrice degli anni Trenta, secondo lEnte della Moda
indicava mt 1,60 di altezza con 60 kg di peso.\

\ *Et Evo Epoca


Et, con la variante Ette o Etde, dal lat AETAS, nel significato di durata
della vita, per estensione termine adottato nella preistoria e nella geologia,
il lemma astratto da AEVUM tempo cui Evo-vo.
Il gr conta AION ONOS et-evo cui direttamente in ital Ene essere
intermediario tra Dio e gli uomini secondo la dottrina gnostica e che non
proprio alcuna Paremtela con lomologismo Eonsmo snm di Travestitismo,
ispirato nal diplomatico francese Ch. DEon, e con Eonstica arte arte
basata sullornitomanzia dal gr OIONISTIKE da OIONOS uccello.
Da Et, cui il prefissato Coetneo (CUM associativo), ci viene laggettivo
Etrno con Eternit, Eternamnte, Eternre o Eternizzre con Eternbile e
Eternatre, Eternle, Eternalmnte, Eternsmo (filosofico), il prefissato
Coetrno; Sempitrno questo col pref SEMPI tratto dal lat SEMPER cui
Smpre, il prefissato Insemprrsi e il composto Semprevvo. Le forme in
locuzione Et virile, Et adulta Il termine Eternt o Eternit-ternit un

127

marchio registrato nel 1940 per un discusso prodotto edile.


Lingl conta AGE et cui il diffusissimo glb Teenager adolescente per
accezione tra i 13 e 19 anni, composto con TEEN che il derivato di TEN
dieci; il termine AGE si ripete in franc con lidentica traduzione, nel pref ital
GERO svoltosi in vecchiaia, tutti in connessione indoeur con il rad AG
condurre-portare e pertanto vale conduzione degli anni.
Luomo del 2008 ha unet media di 87 anni, nello specifico 85 per il
maschio e 89 per la femmina, con una rispettiva attesa di 89 e 93 nel 2030.
Evo storicamente composto con Medio, cui Covo contemporaneo
(CUM associativo), Medioevle o Medievle, Medioevalsmo o
Medievalsmo, Medioevalsta (col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in
ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere che qui si
sovrappongono) o Medievalsta, Medioevalstico o Medievalstico,
Medioevstica; ma ancora gli ipocoristici Medievsta con Medievstica.
La differenza tra Evo ed Era che il primo riguarda la civilt e la cultura, in
esso contenute, cui la locuzione Evo moderno; il secondo parte da
avvenimenti rilevanti quale Era cristiana o Era volgare (dalla Nascita di
Cristo), Era geologica; il snm Epoca, questo per in tempi pi contenuti
quale Epoca delle crociate, pertanto Epoca pu essere considerata parte di
Era.
Il lemma Epoca-poca, infatti, dal gr EPOKHE sospensione, cui Epocle
e il termine filosofico Epoch che vale sospensione dellassenso o del
giudizio essenziale al saggio perch si tuteli latarassia.
Il lemma Era vale numero di anni (Ved Rame Bronzo Stagno nella terzina
seguente Mitra)
\ Gli storici hanno suddiviso le vicende della Terra in Preistoria (antecedente alla
scrittura), Storia antica o Evo antico sino alla caduta dellimpero romano), Storia
medievale o Medio Evo o Medioevo o Et di mezzo (sino alla Scoperta dellAmerica
nel 1494), Storia moderna o Evo moderno (sino al Congresso di Vienna nel 1815) e
Storia contemporanea o Evo contemporaneo.
In particolare, la Preistoria (Et della pietra, Et del bronzo e Et del ferro) inizia con
la comparsa delluomo e cessa con la nascita delle civilt che vengono a costituirsi;
nel IV millennio aC in Egitto e Mesopoitania, secolo VII-VII aC nella penisola italica,
secolo VII-IX dC nellEuropa settentrionale. Basso Impero Romano o Tardo Impero
Romano storicamente compreso tra la presa di potere di Diocleziano nel 284 dC e la
Caduta dellImpero Romano nel 476 dC mentre Basso Medioevo o Alto Medioevo lo
tra lanno 1000 e la Scoperta dellAmerica.
Si presume che la Storia moderna possa essere estesa e abbia termine con lesplosione
sperimentale della prima Bomba atomica sullatollo di Bikini o con il piede di N.
Armstrong posatosi dalla scaletta del LEM sulla superficie lunare o con la Caduta del
Muro di Berlino: pertanto occorre un rifacimento della suddivisione per adeguare la
Storia contemporanea alle nuove generazioni.
In seguito, poi, nei secoli a venire, per lo scivolamento delle date racchiudenti, il
Medioevo cos conme racchiuso oggi non potr pi rappresentare lEt di mezzo \

MITRA MITRA MITRALE


MITRA
Mtra al mas lipocoristico di Mitrglia, traslitterato dal franc
MITRAILLE insieme di monetine, con rad franc ant MITE monetina
128

di rame; nel suo genere mas, la semant lo ha voluto insieme di


proiettili, insomma, unarma a rapida successione di colpi.
Il Mitridatsmo, fuori percorso, lassuefazione al veleno, a scanso
di attentati, ingerito metodicamente a piccole dosi, che secondo i
tramandamenti, sarebbe stata escogitata da Mitridate VI Eupatore, re
del Ponto, la storica regione dell'Asia Minore sul Mar Nero.
\ Rame Bronzo Stagno
Rme, elemento conosciuto sin dallantichit, ha naturalmente una
primordiale rad, il cui termine da AYES che stava per Rame e poi anche
Bronzo. Dalla rad pervenuto Eneo-neo, cui il composto Eneoltico, dal lat
AENEUS rame, sul calco di FERREUS ferro e AUREUS oro; e, ancora,
Era-ra, che sta per numero (di anni), dal lat AERA cifra-numero plur fig di
AES AERIS denaro, questo svoltosi in bronzo da AYES rame, donde
Estimre con Estimatva ed Estinmazine e gli aferetici Stimatva e
Stimazine, Estimo-stimo con lobsoleto Stmo, Stma con lobsoleto Stmo
devb da Stimre dal lat AESTIMUS superlativo di AES, cui Stimbile,
Stimatre i prefissati Autostma e Disistma; termine alieno Stimatizzare
questo da Stigma.
I Verbi estimativi, in forma passiva, sono quelli che appaiono in
concomitanza con il Complemento predicativo (essere considerato, essere
valutato)
Il Rme, quale minerale (simbolo chimico Cu) presente negli alimenti
quali il pollame, i legumi, frutti di mare, nelle ciliege e nei cereali. Nel
percorso ital di Rame, troviamo Ramio, Ramaiolta o la variante
Romaiolta, Ramailo o Ramaiulo o la variante Romailo, Ramre,
Ramta con Ramto e Ramatra (omonimi di Ramata, Ramato e Ramatura
da Rame), e vrs Ramrro associando il termine a verde ramecui la variante
volg Rgano o Rcano e Ragnlla; eppoi Ramico, Rameso, Ramfero
(omn di Ramifero da Rame), Ramna, vrs Raminta recinto, Ramno
recipiente di rame vrs connesso con lomn gioco del Ramno.
Il termine Rame connesso con il sct TAMRAM rame donde TAMRAH
color rame rintracciabile nel malese TAMBAGA e svoltosi nel franc
TOMBAC cui lital Tombcco, una sorta di ottone di lega rame-zinco dal
colore che pare oro e quindi utilizzato in bigiotteria.
Dallo specifico lat CUPRUM rame, lital conta Cuprto, Cuprne (suff
chimico ENE), Cpreo questo aggettivo da CUPREUS, Cprico, Cuprfero
(dal lat FERRE portare), Cuprsmo, Cuprte (suff ITE per minerale), il pref
CUPRO per composizioni quali Cuprallumnio, Crupammnio, Cuprolga.
Il gr conta lo specifico KHALKOS rame cui il pref CALCO (da non
equivocare con Calco dal verbo Calcare) per composizioni quali Calcocte
(con Calcte dalla quale sestrae il rame), Calcfora sorta di coleottero (col
gr PHER io porto), Calcografa con Calcogrfico e Calcgrafo in
correlazione con i vari Calcolitografa, Calcosiderografa (col gr SIDEROS
ferro), Calcosilografa (col gr KSYLON legno) dove il pref CALCO rame
permane assimilandosi a Calco impronta-stampa. Eppoi Calcoido simile
al rame (col suff EIDES somiglianza), Calcolte (suff ITE per minerali),

129

Calcoltico, Calcopirte, Calcotipa. Per le diverse etim, dalla locuzione


storica Et del Rame si ha Calcoltco, let tra quella della pietra e del rame;
dallEt del Bronzo si ha Eneoltco.
Attraverso lingl si conta il glb Shaffield (neologismo del XX sec) che sta
per lastra di rame (placcato) inv dallomn toponimo.
Il rivolgimento semantico di Rame in Bronzo stato certamente ispirato
dalla fusione con lo stagno; Brnzo, dal lat BRUNDUM, infatti, vale brace
accesa, cui Brnza, Bronzre, Bronzto, Bronzatre, Bronzatrce,
Bronzatra, Brnzeo, Bronztto, Bronzna, Bronzsta (col suff ISTA di
collegamento ad un mestiere in omn col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO), il prefissato Abbronzatra,
Stgno, dal lat STAGNUM o STANNUM, omn di Stagno acquitrino, un
termine moderno, di probabile origine celt, cui Stgna recipiente di
stagno, Stagnre (omn di Stagnare di acque), cui Ristagnre), con
Stagnio o Stagnro, Stagnta, Stagnto, Stagnatre e Stagnatrce,
Stagnatra e Stagnno questo snm di Magnano e Calderaio, eppoi Stagnna e
Stagnla; da includere i lemmi complanari fedeli al lat STANNUM cui
Stnno, Stannfero, con Stnnico, Stannte e Stannso utilizzati in chimica.
\ Le Ere e le Et
Era antica include tutto laC, lavanti Cristo.
Era volgare parte dalla nascita di Cristo, attraversa i nostri giorni e corre nel
futuro
I periodi principali, accantonando la presistoria, sono :
Antichit comprende la storia dalla comparsa della civilt egizia e sumera
fino alla caduta dell' Impero romano d' occidente il 476 d. C.) . Un periodo
di circa 4mila anni.
Medioevo (Et di mezzo) 11 secoli dal 476 dC alla scoperta dellAmerica
nel 1492 .
Et moderna 3 secoli buoni dal 1492 al 1815; alcuni storici, per, la segnano
sino allalba della Rivoluzione Francese, il 1789 data della convocazione
degli Stati Generali.
Et contemporanea dal 1815, data del Congresso di Vienna, ai nostri giorni.

MITRA
Mtra al fem (ma anche MITRIA), ci viene dal gr MITRA, assunto
poi immutato dal lat (MITRIA) ed la contrazione di Mtera - con
epentesi della vocale e - originario dal persiano MITHRA la tiara
dei sovrani. Oggi il copricapo vescovile e di alti dignitari della
chiesa, i Mitrti, ovvero degni di indossare la Mitra. Il verbo d'azione
Mitrre, che vale coronare con Mitra o insignire di carica
vescovile.
S. Biagio infatti indicato Il Mitrato perch raffigurato con la
mitra.
\ ...e se, in un passato, il copricapo dignitario MITHRA non fosse stato altro che una
corona di penduli metallici MITE (rame, argento, oro...), per diversificarlo dalla
corona di olivo, di pino, dalloro, o daltro, per atleti, artisti.\

Il snm Tira di origine persiana, svoltosi in gr-lat in TIARA,


130

giuntoci immutato. Lattinenza di questo termine alle pratiche


religiose-rituali, farebbe pensare ad unarcaica rad comune con Tade
baccante dal gr THYAS, con Taso sodalizio di fede dal gr
THIASOS, e con il pref TEO, che oggi vale il nostro Dio, dal gr
THEOS, nato nelle contrade che videro le civilt storiche
dellumanit, Tesmo, Testa (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un
mestiere), Testico, che appaiono anche in composizioni quali
Monotesmo con Monotesta e Monotestico fede per un solo Dio
con Enotesmo (col gr HEN uno, vale nei Veda adorazione per una
sola divinit tra le altre riconosciute ed la premessa per il
Monoteismo , Ditesmo credenza nelle due divinit del bene e del
male ( pref DI due) e Politesmo con Politesta e Politestico (per
pi Dei), col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO; e gli
onomastici Teo, Tecla dal gr THEOKLAIA di considerazione
divina, Timoteo dal gr TIMOTEOS stimato da Dio.
Da non equivocare con Ditelsmo credenza della duplice natura di
Cristo, lumana e la divina questo composto col pref DI due e col gr
THELESIS volont cui ancora Monotelsmo, Monotelsta e
Monoteltico col pref MONO uno, solo credenza nellunicit della
natura di Cristo.
\ Ci si chiede se lumanit, nel momemto in cui ha inteso il bisogno di fede religiosa,
sia stata monoteista o politeista. In proiezione preistorica, ladorazione per il Sole, che
rappresenta la vita e la luce, certamente Monoteismo. Lavvento di nuovi idoli, uno
o due (Bene e Male) per ogni trib - lidolo benefico del vincitore, quello malefico
dello sconfitto - avrebbe condotto, in tempi dincessanti conquiste ed egemonie, via
via alladozione di una collettivit divina, tale da svolgersi in politeismo. Inoltre, se
lidolo rappresentava il protettore della principale attivit (artigianato, pesca, caccia,
guerra) in seno alla trib, vrs che la collettivizzazione pagana abbia acceso
lincipit per quella moltitudine di Dei greci e romani, che sarebbero stati omologati nei
santi protettori istituiti dal Cristianesimo.\

\ Prefisso divino TEO


Ambrosia Ambra
Il pref divino TEO dal gr THEOS rintracciabile in molte composizioni
lemmatiche dal gr quali Teobromna inv da THEOBROMA questo con
BROMA nutrimento, Teoclli casa del dio omologismo di genesi azteca
per accezione tempio a piramide, Teocntrico e Teocentrsmo cui
Teocentrsta con KENTRON centro relativo a Dio in contarpposizione
con Antropocentrismo, Teocrasa con KERANNIMI miscelo (vale fusione di
Dei), Teocraza con KRATIA signoria, Teoda con OIDO canto, Teodica
con DIKE giustizia, Teofaga con PHAGOS mangiare (vale mangiare la
vittima sacrificale), Teofana manifestazine divina (di Dio nel
cristianesimo) con PHAINEIN manifestarsi, Teofillna questo un inc tra
THEOBROMA e PHYLLON foglia con suff INA, Teforo o Teofrico dal
gr PHOROS porto vale colui che porta il nome di un dio (vedi Apollonio da
Apollo e, in era cristiana, potrebbe essere chi, ad esempio, chiamato

131

Crocifsso, Nazareno), Teogona cui Teognico, con GONOS generazione


vale lorigine degli Dei 1, Teologa con Teologle cui la locuzione Virt
teologali (Fede, Speranza e Carit), Teologre, Teologsmo e Telogo tutti
con LOGOS studio; ancora, Teosofa e Tesofo con SOPHIA scienza,
Teomrfo con MORPHE forma. Il lemma Entusismo dal gr
ENTHUSIASMOS da EN THEOS (pref EN dentro) e sta per che ha Dio in
s cui Entusiasmre, Entusista, Entusistico; lingl conta TO FLIP
entusiasmarsi, ma anche agitarsi cui lomologismo Flippre con Flippto, e
il glb Flipper.
Teobrma pianta del cacao sta per cibo degli dei, in complanare con
Ambrsia e laggettivo Ambrsio dal gr-lat inv AMBROSIA ci che
appartiene agli immortali e quindi cibo agli Dei in binomio con Nettare
la bevanda degli dei; fuori percorso Ambrosino, questo derivato da S.
Ambrogio, onomastico che vale immortale fig ispirato allAmbrosia.
Il termine Ambra-mbra, dallar ANBAR ambra grigia, tradotto in lat medv
AMBAR, pare sia stato connesso ad Ambrsia che appartiene agli
immortali, ovvero agli dei, per la sua miracolosa propriet magnetica se
strofinata; fuori percorso Ambrogtta mattonella di terraglia smaltata
sovrapposto al franc LAMBRIS rivestimento a piastrelle.
\ La mitologia narra che Giove colp con una saetta il dio Fetonte, figlio di Elio (Sole)
o di Eos (Aurora), facendolo precipitare nel fiume Eridano, lant idronimo del Po,
poich, guidando sprovvedutamente il carro solare consegnatogli dal padre, si era
avvicinato troppo alla terra rischiando di distruggerla. Le lacrime delle sorelle
straziate dal dolore, esse poi tramutate in pioppi, divennero gocce di ambra cos da
comporre tra gli uomini un perenne ricordo del dolore.
La propriet elettro-magnetica di questo minerale fa pensare che il mito, come tanti
altri, non altro che la descrizione di un fenomeno scientifico cos da essere compreso
nei canoni culturali di allora. Lutilizzo dellambra era gi noto tra gli antichi, i quali
addirittura avrebbero costruito primordiali pile elettriche che producevano un
voltaggio impercettibile ma utile per scopi artigianali come la doratura di metalli.
Il fiume Eridano, altra tesi vuole che sia il Rodano, percorso dagli Argonauti,
mitologicamente nato dallaccoppiamento delle divinit Teti e Oceano. Letim
dovrebbe essere connesso con il gr ERIDAINO io lotto-combatto, certamente in
riferimento alle esondazioni. Infine, c da includere Eridio, laltro limnomino del
Lago dIdro, questo forse da una composizione gr di ERIDAINO e HYDOR.

Il lat conta il proprio SUCCINUM per Ambra, cui Succno, Succnico,


Succinte (suff ITE pe minerali).
Tornando al pref divino TEO, questo non da considerare in composizioni
quali Teorma, Teoremtico, Teorsi in opposizione alla Prassi, Teorta,
Teortica, Teora, Terico queste dal gr THEORIA ci che si spiega con
la mente- meditazione da THEOREO vedo-osservo, anche se lassociazione
con Dio non appare casuale. Fuori percorso ancora Teocrito bucolico da
Teocrito, il poeta gr (IV-III sec aC), Teodolte dallingl THEODOLITE
strumento a cannocchiale, Teodosino relativo allimperatore dOriente
Teodosio II (401-450).
Geova, che sta per Dio, litalianizzazione, ovvero un omologismo, dellebr
YAHWEH con le varianti in IEHOUA, IEHOUAH, IEHOVA e IEHOVAH,
cui Geovsta.
Pare in una certa connessione che si sperde nella notte delle rad, il termine

132

cinese TAO col gr THEOS, che dal significato di via-strada s attestato nel
significato ideologico-teologico di Legge dellUniverso, cui Taosmo,
Taosta e Taostico; un pocome le forme ital moralistiche e
comportamentali in locuzione Strada giusta e Strada maestra.
1
Il gr Evemero, vissuto nel IV-III sec aC, asseriva che lorigine degli dei era di natura
umana, poich considerava questi personaggi straordinari che si erano conferiti natura
divina; donde la dottrina Evemersmo, una sorta di Arianesimo ante litteram, che
avrebbe negato la Consustanzialit di Cristo.

MITRALE
Mitrle la valvola cardiaca fig simile alla Mitra, cui laggettivo
Mitrlico, ma, riflettendo, potrebbe ricordare il Mitra per la
successione dei battiti.
Vlvola il dim di Valva guscio (Ved Lacuna) con la variante
Vlvula dal lat VALVULA, cui, nei risvolti tecnici, anatomici e
musicali, Valvolme, Valvolre, Valvolopata o Valvulopata,
Valvulte, Valvuloplstica. Le Valvole, fin troppo note ai tempi dei
primi apparecchi radio e televisivi, erano una sorta di ingombranti
gusci a camera stagna, contenenti Dodo (pref DIS due volte),
Trodo1, Pntodo (pref dal gr PENTE cinque), con suff DO estratto
da Elettrodo, ovvero, a due, tre e cinque elettrodi, via via
rimpicciolite e poi sostituite dai Transistor, questo brevettato il 1950
da J. Bardeen e W. H. Brattain. Transstor, voce ingl adottata nel
linguaggio glb, lipocoristico di TRANSFER RESISTOR ovvero
trasferimento di un segnale elettrico attraverso una resistenza; ma se
analizziamo letim scopriamo, se ce fosse ancora bisogno,
lappartenneza indoeur riversatasi nel lat: il primo termine della
locuzione ci viene quindi dalla composizione lat TRANSFERRE
donde TRANS attraverso-FERRE portare e il secondo dalla
composizione RESISTERE donde RE indietro-SISTERE fermare,
cui, nel primo percorso, linv Trnsfer, Transfersi (suff medico
ASI), Trasferre (in concorrenza con Traslare) con il glb ingl
Trnsfer, Transfersi (suff medico ASI), Trasferllo, Trasferbile con
Trasferibilit, il glb franc Transfert (in psicoanalisi), Trasferimnto
portare da una sede ad unaltra, Trasfrta questo attestatosi in
trasferimento provvisorio con Trasfertsta, il glb franc Trnsfert e,
nel secondo percorso, Resistnte, Resistnza, Resistenzile,
Resistivit, Resstere, Resistre.
Lunit di misura della Resistenza elettrica Ohm dal nome dello
scienziato G. S. Ohm (1787/1854).
Attraverso lingl TO SWITCH trasferire, si conta il glb Switch in
terminologia borsistica e tecnica e Switching in quella
dellinformatica e degli allenamenti muscolari.
1
Dallacronimo dellingl LIGHT EMITTING DIODE nato il moderno termine
elettronico Led.

133

\ Ipocoristico
Ipocorstico (col gr pref HYPO e KORIZESTAHI vezzeggiare, il suff
aggettivale ISTICO) vale per abbreviazione lemmatica di un termine o di
una locuzione, come Auto-uto per Automobile, Sub per Subcqueo, il Prof
per Professore.
Professre con Professorle, Professorto, Professorno, Professrio e
Professorne, dal lat PROFESSOR composto da PRO davanti e FATERI
confessare, riconoscere di FARI parlare, raccontare cui Professre con
Professnte, Professto, Professatre, Professine, Professionle,
Professionalmnte,
Professionalit,
Professionalizzre,
Professionalizzazione, Professionsmo, Professionsta, Professionstico, e
uno spregiativo Professorme (suff AME poer collettivi); da notare che,
grazie al suff PRO, loriginaria semantica di Professare dichiarare
apertamente, pubblicamente qualcosa, confessare un sentimento, si
attestata in esercitare un mestiere pubblico.
In ipocoristico onomastico, poi, si ha Franco per Francesco, Matsa per
Matusalemme... comunque, mai nel senso appuntato (Spett. per Spettabile),
di sigla o dim (Nino da Gaetanino di Gaetano). Pu essere assimilato ad
unellissi o viceversa nel senso di sintesi.
\ Epentesi Anaptissi Protesi Metatesi Sintesi
Melotesia
Epntesi, con laggettivo Epenttico, vale Inserzione, dal lat EPENTHESIS
inserzione, immutato dal gr, con due pref EPI sopra EN in al nome dazione
THESIS da TITHEMI porre, cui Tsi asserzione filosofica (omn-snm di
Tesi quale termine ritmico opposto ad Arsi) con i derivati Tesna e Ttico; in
connessione si ha il letterario Atetsi da ATHETOS (pref A privativo) fuori
posto cui Atetizzre, il patologico Atetsi (suff patologico OSI) con
Atetsico cui la locuzione Movimenti atetosici. In campo linguistico, per
Epentesi sintenda linserimento di un suono alieno (non etim) nei corpi
lemmatici, vedi Inverno la cui prima n non appare nelletim lat HIBERNUS;
lo scopo di addolcirne la fonetica.
Anaptssi-Anaptttico, dal gr PTYSSEIN piegare connesso a PTERON di
Ala, viepi, il fenomeno poetico-linguistico per cui viene inserita una
vocale, a differenza dellEpentesi, solo in un gruppo consonantico, per
agevolarne la pron, quali Asima per Asma, Fantasima per Fantasma.
Da non scambiare, per, con Prtesi, dal gr PRO-THESIS da PROTITHEMI
porgo avanti (in cui PRO vale avanti), che laggiunta di un suono alieno
allinizio del lemma, per fini fonetici (Istrada per Strada, Ischerzo per
Scherzo) cui Prottico; con il snm Prosttico pi che altro attestatosi in
medicina da Prstesi dal gr PROS-THEMI aggiungo,applico (in cui PROS
vale verso). In questo percorso si pu includere la locuzione inv dal gr
Hysteron proteron (con HYSTERON posteriore) lultimo che posto in
avanti (per primo) che, in qualit di figura retorica, indica linversione
temporale degli avvenimenti o delle azioni, allo scopo di infondere una
maggiore espressivit o un aggiustamento metrico nella poesia; il fenomeno
assume la definizione di Isterologa questo per omn di Isterologia col pref
ISTERO utero.

134

LEpentesi, lAnaptissi, la Protesi e LEpitesi (Ved Tema) sono molto


amate dai poeti classici, per la possibilit che offrono di modificare la ritma
metrica del verso per meglio armonizzarlo nella strofa. il fantsma del
castllo, infatti, avrebbe lictus (accento tonico principale, dal lat ICTUS
gettato quale Pp di IACERE) sulla 3^ e 7^ sillaba, mentre la fantsima del
castllo lo avrebbe sulla 3^ e 8^. Andr in strda (a) mendicre avrebbe
lictus sulla 2^, 4^ e 8^ e andr in istrda (a) mendicre lavrebbe sulla 2^,
5^ e 9^.
La Mettesi, cui Metattico, dal gr META THESIS, infine, lo spostamento
di una lettera (fonema) allinterno delle parole, come Strpo e Stpro,
entrambi corretti, anche se il primo tende decisamente ad archiviarsi; lerrore
ricorrente unificare i due termini in Strupro.
Stpro-Strpo dal lat STUPRUM, Stupre da STUPERE con Stupre da
STUPOR e Stupto, Stupefre da STUPEFACERE con Stupefacnte o
Stupefacinte, Stupeftto e Stupefazine, eppoi Stupndo dal gerundivo
STUPENDUS e Stpido da STUPIDUS derivano tutti etim dalla rad
ST(R)UP battere. Il percorso conta il prefissato Ostupscere con OB quale
rafforzativo e lincoativo lat STUPESCERE di STUPERE.
Direttamente dal gr, rispecchiando le definizioni scientifiche,
Metathesiofoba indica la paura dei cambiamenti.
\ Limperatore svevo Federico II, per antonomasia, era Stupor mundi; a suo ricordo,
oltre a Federico, lonomastica conta Sveva in onore della patria dei suoi avi, la
Svevia.\

Anttesi, in retorica, con laggettivo Antittico, logicamente in opposizione


a Tesi, ognuna vale ci che autonomamente situato, sostenuto, dimostrato
e, nellinsieme, costituiscono lAntinomia, poich non compatibili; qualora,
per, si raggiunga un soddisfacente compromesso, meglio, un terzo
momento, sottiene la Sntesi; larticolazione tesi-antitesi-sintesi costituisce
il Ritmo dialettico.
Sntesi dal da SYNTHETIS (pref SYN insieme e TITHENAI porre) con
Sintetsi, Sinteticit, Sinttico cui Fibra sintetica, Sintetizzre (da non
equivocare con Sndesi e derivati).
Il termine Melotesa, col gr MELOS membro e THESIS vale in astronomia
lassegnazione delle varie parrti del corpo umano allinflusso dei corpi
celesti.
\ Idiota Zotico Scemo Stolto
Quali snm o consimili di Stupido troviamo Idiota, Scemo e Stolto. Idita
(attestatosi largamente dal XIII sec), con la variante Idito, un esito metaf
dal lat IDIOTA gi gr IDIOTES cittadino escluso da ogni carica pubblica,
connesso con il pref gr IDIO particolarit, cui Idiotggine, il relativo
Iditico questo dal lat volg IDJOTICUS gi gr IDIOTIKOS, eppoi Idiotsmo
quale termine medico-patologico e sopravvissuto col valore di espressione
linguistica fuori delle regole fig dal gr IDIOTOSMOS vita da privato da
IDIOTES, infine Idiotizzre questo sia rendere idiota e sia far largo uso
di idiotismi linguistici 1; il trattamento della dj del lat IDJOTICUS in z ha
prodotto Ztico 2 (dal XIV sec) cui Zoticggine, Zotichzza e Zoticne.
Il sostantivo Scmo (adottato dal XIII sec) dal Pp lat volg EXSEMARE

135

prendere la met sottraendola allintero quale denm da SEMUS mezzo,


met col pref EX sottrattivo, cui Scemre e Scemamnto questo in
riferimento alla Luna calante; Scemo, allora, passato dalloriginale
significato generico di a met allo specifico corrente fig cervello a met
cui il Pp aggettivato Scmo (sempre dal XIII sec) con Scemta, Scemnza e
Scemenzio, la variante Scimunto attestatasi successivamente nel XIV sec
cui Scimunitggine.
La locuzione Arco scemo indica in architettura un arco a sesto ribassato.
Stlto, dal lat STULTUM chi s pacato, Pp di STOLERE con rad STEL
essere tranquillo cui Stoltzza e la variante Stoltzia entrambe da
STULTITIA, e il composto Stoltilquio (con il lat LOQUI parlare); il snm
Stlido da STOLIDUS uninvettiva che pu rivelarsi meno litigiosa di
Stolto. Il rad lo ritroviamo nel ted STILL tranquillo.
1

Esempio di Idiotismo la costruzione in lingua italiana utilizzando espressioni


dialettali
2
Il lemma Zotico, da una recente ricerca linguistica, posto in testa ad una classifica
di termini da salvare seguito da Uggioso e via via, in ordine alfabetico, da Abominio,
Accozzaglia, Becero, Bislacco, Ciarpame, Nefando, Oblio.

\ Prefissi Suffissi *EPI *IMO *IPO *IPER


EPI
Epi, primo membro di parole composte, dal gr EPI (EPHI) che sta per sopra,
in, di nuovo e, pi in generale, davanti, aggiunta, ripetizione,
sovrapposizione, successione, con una numerosa serie di prefissati da
Epiblsto (col gr BLASTOS germe), Epibola sovrapposizione in
correlazione con Embolia, il patologico Epicnto col gr KANTHOS angolo
(dellocchio), Epicrdio e Epicardte correlativi di Pericardio e Percardite.
Eppoi Epicrpo che lo strato esterno (superiore) del frutto, snm Esocrpo
col gr EXO fuori composto con KARPOS che vale anche giuntura dal che il
frutto tuttuno col (aggiunto al) ramo, cui Carpa e Crpico utilizzati
relativi al suff CARPO, Crpo giuntura della mano, il polso, cui lavverbio
Carpni o Carpne e Metacrpo con Metacarple. Epicno col gr KOINON
genere comune vale promiscuo,
Epicntro col gr KENTRON vale nel centro per accezione riferibile ai
terremoti, cui Epicentrle. Epignesi tecnica embriologica con Epigentica
che vale modulazione dellespressione del gene ed Epigentico; eppoi
Epigena processo di fossilizzazione. Epigo dal gr EPIGEIOS composto
con GE terra (termine botanico e geologico), Epigno col gr GYNE donna
(termine botanico). Epgrafe col gr GRAPHO vale scrivo sopra cui
Epigrafa, Epigraficamnte, Epigrfico ed Epigrafsta, cui ancora
Epigrmma, Epigrammtica dalla locuzione EPIGRAMMATIKE TEKHNE
arte-tecnica degli epigrammi con Epigrammaticamnte, Epigrammtico,
Epigrammsta e Epigrammstico. Epilmina (con Lamina) cui Epilamnico,
Epilmma premessa. Epilessa (col gr LEPSIS presa- attacco) con
Epilttico cui Epilettifrmne in forma di epilettico, Epilettgeno che
genera crisi epilettiche ed Epilettide (suff OIDE simile) sintomo simile a
quello epilettico. Epilmnio col suff dal gr LIMNE lago. Epllio col gr
EPOS racconto (epico). Epilbio sorta di pianta dalla locuzione gr EPI

136

LOBU ION viola su un baccello. Eplogo col gr LOGOS vale dire di


nuovo, aggiunta cui Epilogre con literativo Riepilogre, Epigolatra,
Epigolazine o Rieplogo, in correlazione con Prologo. Epimco sorta di
uccello col gr MAKHE competizione vale fig alleato. Il botanico
Epimdium altrimenti detto Erba della capra in calore. Epimorfsi (col gr
MORPHOSIS conformazione), Epinefrna con NEFRO e suff chimico INA
snm di Adrenalina, cui Norepinefrna snm di Noradrenalna col pref chimico
NOR. Epincio col suff dal gr NIKE vittoria vale canto sulla vittoria.
Lanatomico Epploon col suff tratto dal gr PLEKSIA piega cui Epiplico e
Epiplote, il composto chirurgico Epiploplstica. Il letterario Epirrma
(correlativo di Parbasi) inv dal gr EPIRREMA aggiunta conneso con il
lat ARARE di rad ERE tirare-solcare con valore di tracciare, pertanto
vale aggiunta a ci che gi tracciato. Il patologico Episclerte col gr
SKLEROS duro e suff medico ITE. Episcpio strumento ottico (omn-snm
di Episcopio di Vescovo) cui Episcopa, Episcpico e il derivato
Epidiascpio, col suff dal gr SKOPEO osservo; in complanare con Epscopo
col gr SKEPTOMAI ispettore che vale osservo da sopra cui il lat
EPISCOPUS lenito in EVISCOPUS per attestarsi in Vscovo, donde
Episcople Episcopalino o Episcopalsta con Episcopalsmo, Episcopto,
Episcpio (omn-snm di Episcopio apparecchio ottico), in complanare con
e Vescovle, Vescovdo o Vescovto, Vescovle.
A Cipro, un feudo aggiudicato alla famiglia Cornaro da Pietro I di
Lusignano, re dellisola, era indicato con Episkopi donde il predicato della
Piscopia, che appare oggi tra i non comunui cognomi.
Il numismatico Episma col gr SEMA segno. Episdio dal gr EPEISODION
con EISODOS ingresso, questo a sua volta composto da EIS verso e
HODOS via, vale azione collegata alla principale cui Episodire,
Episdico con Episodicamnte ed Episodicit. Il patololgico Epispada col
gr SPADIZO ritiro, relativo alla pelle del pene.
Il percorso prefissato prosegue con Episprma, Epstasi (col gr STASIS che
si ferma) che in biologia indica prevalenza di un carattere sullaltro,
Epistssi (colgr STAZEIN che gocciola) sangue dal naso cui Epistttico
e Epistaxiofoba che indica paura del sangue dal naso, eppoi Epstate

(col gr STASIS che si ferma) che indica lant funzionario ateniese


insignito di massime funzioni, Eptoco con Epitocha o Epitoca col gr
TOKOS che genera, in biologia vale fase sessualmente matura; ancora,
Eptopo (col gr TOPOS luogo) vale antigenico, Eptrito col gr TRITOS
terzo piede poetico di tre sillabe lunghe, Eptrope inv dal gr EPITROPE
decisione, Eptropo dal gr EPITROPOS funzionario, Epizo (col gr ZOION
animale) vale che si mette sopra altri animali ma non parassita, Epizoota
o Epizooza con Epizotico attraverso il franc EPIZOOTIE vale epidemia
animale.
Il significato del pref EPI pu contenere il valore di importanza retorica,
come in Epifonma ci che detto di nuovo, dopo uno scritto o un
pronunciamento, in espressione enfatica di morale o di sentenza, dal gr EPIPHONEMA esclamazione. Epifana dovrebbe entrare nella retorica, quale
apparizione della divinit, dal gr EPI-PHAINES visibile, appariscente; il

137

termine, con lenizione sett della p in b ed aferesi della E finito per mutarsi
nel popolaresco Befana con la personificazione nel fem Befna.
\ Nel Veneto, per accezione nel veneziano, la Befana chiamata Marntega, dal lat
MATER ANTIQUA madre antica; infatti, secondo una tradizione nordica sarebbe
una dea primordiale \

LEpnimo (EPI ONYMA, questa variante dorica per ONOMA nome) il


personaggio da cui prende nome una localit, un periodo storico, cui
Eponima.
Il chirurgico Episiotoma composto con EPISEION regione pubica e il suff
TOMIA dal gr TEMNO taglio varrebbe operare chirurgicamente al di
sopra della zona anatomica che viene scossa (atto sessuale) dal gr SEIO
scuoto, questo in percorso con Sisma dal gr SEISMOS scossa.
Il termine Epoch direttamente dal gr EPOCHE arresto composto col pref
EPI e ECHEIN tenere-avere, sta per sospensione del giudizio (tenere
sopra).
Da non equivocare nel percorso prefissato EPI termini quali Epilazine (pref
EX estrattivo) cui Epilatre ed Epilatrio dal lat EPILARE da PILUS pelo,
snm di Depilazione da Depilare (DE privativo), Epiornitifrmi Ordine di
uccelli Ratiti col pref dal gr AIPYS alto e ORNIS ORNITHOS uccello e
FORMIS forma.
IMO
Imo-mo un termine a s, dal lat IMUS che sta nel luogo pi basso,
profondo usato anche come pref o suff adattati. Imoscpo diametro della
base di una colonna dalla locuzione Imo scapo. Brma, lat inv BRUMA,
dalla locuzione BREV-IMA DIES il giorno pi breve, ovvero il solstizio
dinverno, cui Brumio attraverso il franc BRUMAIRE il mese del
calendario rivoluzionario dal 22 ottobre al 21 novembre, Brumle, Brumso
svoltosi in nebbioso; termine alieno, lomn Brma mollusco bivalve dal
gr BROMA cibo cui Brumggio attraverso il genovese Brumesu esca. Col
percorso lat BRUMA vrs connesso Brno scuro lucente. con
lonomastico Bruno anche in cognomastica, attraverso il franc BRUN cui
Brunstro (suff ASTRO), Brunllo, Brunccio, Brunimnto, Brunre,
Brunto, Brunitio, Brunitre, Brunitra, il prefissato Rabbrunre (pref
RAD); termine alieno Brunce dal lat PRUNA brace sovrapposto a Cinice.
Smmo o Smma o ancora un Smmo fedele al lat, cui Sommit, o
Sommitte, e Sommitle, dal lat SUMMUS, dalla composizione SUB IMUS,
che infine risulta il pi (alto) dal basso, dopo un macchinoso ragionamento,
con il composto Sommoscpo e vrs il volg toscano Sommmolo frittella di
pasta lievitata questo fig pugno in riferimento alla tumefazione che
provoca; in altre aree linguistiche, in parallelo a questo termine, il
corrispondente superlativo IMUS viene dopo una base di partenza pi chiara
UP (ingl), AUF (ted) che valgono per sopra (ingl UPPER il pi alto). In
percorso Sommsta o Summsta.
Lomologismo Sciumbsci il pi elevato di grado nella truppa
dallamarico SUMBASI composto con il turco SUM capo, che pare
connesso con il lat SUMMUS.
Fuori percorso invece lomologismo Sumo di voce giapponese che sta per un

138

tipo di lotta orientale.


Con UP lital conta, in area glb, i pugilistici Uppercut snm di Montante e
Undercut colpo basso (alle costole) con TO CUT tagliare (qui colpire di
taglio) cui Cutting linsieme di frammenti rocciosi, il cinematografico
Final cut taglio finale, Upgrade miglioramento e Upgrading salire al
livello superiore con GRADE grado.
Lingl Under vale sotto opposto di UP sopra cui i glb Underground
sotterraneo svoltosi in campo artistico quale definizione da contestazione,
Underscore sottolineatura da TO SCORE segnare, Understatement
(sotto) mezza asserzione co STATEMENT affermazione-asserzione,
Underwear biabcheria intima con TO WEAR indossare.
IPO
Primo membro di parole composte, IPO, dal gr HYPO, sta per sotto, stato
inferiore, quali Ipocondro, con Ipocndrico, dal gr HIPOCHONDRION
cartilagine sotto le costole, dove si ipotizzava avesse origine la malinconia
(secondo Ippocrate, infatti, la milza era la sua sede) pertanto Ipocondra e
Ipocondraco. Ipocntro (col gr KENTRON centro) per accezione riferibile
ai terremoti. Ipocrisa o Ipocresa con Ipcrita da HYPO KRISIS vale il
giudicare sotto (lapparenza) ovvero simulazione; snm di Ipocrita
(adottato dal XIII sec) Fariso (dal 1300), cui Farisesmo (XIX sec),
dallaramaico PERISHAYYA separati appartenenti ad una setta giudaica
prescristiana tradotto in gr PHARISAIOS e in lat PHARISAEUS donde il
lemma ital.
Ipfisi dal gr HYPOPHYSIS escrescenza endocrina attestatosi in
ghiandola. con PHYSIS natura, cui Ipofisrio, in relazione con Epfisi. Il
sostantivo ed aggettivo Ipogo col gr GE terra sta per sotterraneocatacomba cui il doppio prefissato Semipogico (SEMI-IPO) col suff
aggettivante ICO, da qui la locuzione geologica Cripta semipogeica.
\ A Trinitapoli, nella foggiana capitanata, nel pieno del Tavoliere delle Puglie, stato
scoperto nel primo decennio del nuovo millennio, un Ipogeo risalente al 2004 aC,
ossia datato quattromila anni; leccezionalit del ritrovamento che racchiude un
osservatorio astronomico puntato verso la costellazione Alfacentauro. \

Il percorso prefissato continua con Iprico sotto lerica - altrimenti detto


Scacciadivoli per la propriet antidepressiva - dal gr HYPO EREIKE cui
Ipericcee snm di Guttifere, Ipogeusa (col gr GEUSIS gusto). Il fig Ipgino
col gr GYNE donna, vale fiore con ricettacolo al di sotto dellovario.
Ipolmnio col gr LIMNE lago, vale il punto pi profondo di un lago.
Ipmero con il lat MEROS parte, termine dellembriologia. Iponima e
Ipnimo che in linguistica vale vocabolo specifico diversamente da
Iperonimia e Iperonimo. Ippio o Ippion con gr PYON pus. Iporchma col
gr ORKHEOMAI io danzo vale sorta di coro cretese termine connesso con
Orchestra. Iposcnio col gr SKENE scena, termine teatrale. Iposma col gr
OSME odorato vale affievolimento olfattivo. Ipostsi, con Iposttico, vale
stare sotto ovvero sedimento, anche termine filosofico per sostanza e
figura retorica che indica un concetto astratto reso concretizzato o
personificato. Ipostena e Ipostnico col gr STHENOS forza vale di forza
debole in correlazione con Astenia. Ipstilo col gr STYLOS colonna vale

139

colonnto sotto il tetto.


Ipotssi con Ipotttico da HYPO TAKSIS vale proposizione subordinata
ovvero dipendenza, in opposizione a Paratssi con Paratttico (pref gr
PARA) donde il termine Paraipotssi procedimento sintattico con
Paraipotttico. Ipotensa, lat HYPOTENUSA dalla locuzione gr
HYPOTEINUSA GRAMME linea che si tende al di sotto. Ipotipsi dal gr
HYPOTYPOSIS abbozzo (con TYPOUN plasmare) e in qualit di figura
retorica indica una descrizione plasmata in maniera vivace; ed ancora
termini quali Ipotona, Ipotrofa, Ipovarsmo (con Ovario), Ipovednte, il
patologico Ipovolema con Volume e il gr HAIMA sangue vale caduta
volumetrica del sangue.

Iponatrema (composto con Natrema) vale diminuzione della


concentrazione di sali minerali nell'organismo causata dal fatto che
i reni non riescono a filtrare i liquidi eccedenti.
Termini alieni Ipoma Genere di piante dal lat IPOMEA dalla
composizione gr IPS IPOS verme e HOMOIOS simile,
IPER
Dal gr HYPER sopra, oltre cui HYPATE superiore donde Ipate-pate corda
superiore della cetra, opposto a HYPO sotto con questo connesso rad, pu
essere considerato complanare se non snm del lat SUPER, cui Ipersmo
adottato in linguaggio artistico. Lital conta un nutrito percorso prefissato,
cui Iperacidit, Iperacusa (col gr AKUSIS audizione), Iperacto,
Iperaffaticamnto, Iperalgesa (col gr ALGESIS dolore), Iperalimentazine,
Iperattivit con Iperattvo, Iperazotema, Iperazturia o Iperazotura,
Iperbrico, Iprbato e Iprbole 1 con Iperboleggire, Iperbolo, Iperbolicit,
Iperblico, Iperbolifrme, Iperbolide, eppoi Iperbilirubinema, Iperbreo
meglio Iperbrei (col gr BOREAS settentrione, un leggendario popolo che
abitava lestremo nord di l del vento del nord; come in ogni leggenda, un
fondo di verit ci dovrebbe pur essere e il pensiero va agli eschimesi.),
Ipercalrico, Ipercapna (col gr KAPNOS fumo), Ipercrica, Ipercatalttico o
Ipercataltto, Ipercheratsi, Iperchila, Ipercinsi o Ipercnesi con Ipercinesa
e Ipercintico, Ipercloridra, Iperclorria o Iperclorura, Ipercolesterolema,
Ipercola (col gr KHOLE bile), Ipercorrettsmo (col lat CORRIGERE
correggere) che in linguistica indica il fenomeno per cui un termine regolare
viene considerato sbagliato; pertanto sattesta erroneamente corretto, cui
Zabagline invece di Zabaine. Eppoi Ipercorrtto e Ipercorrezine
sostituzione di un termine che a torto si ritiene errato.
Il percorso prefissato IPER prosegue con Ipercrtica, Ipercriticsmo e
Ipercrtico con eccessiva severit, Iperdattila, Iperdosggio, Ipereccitbile
con Ipereccitabilit, Iperemsi (col gr EMESIS vomito), Iperema (col gr
HAIMA sangue) con Ipermico e Iperemizznte, Iperemotivit con
Iperemotvo, Ipererga (col gr ERGON forza-azione), Iperestensine,
Iperstesa (col gr AISTHESIS sensibilit), Iperfalanga (malformazione alle
falangi della mano o del piede), Iperfocle (termine fotografico), Iperfonsi,
Iperfosforema, Iperfunziuonnte, Ipoerfunzine, Ipergeusa (col gr GEUSIS
gusto), Iperglicema con Iperglicmico, Iperglicdico, Iperglobula, Iperglo
(tripla composizione con ERGON e suff chimico OLO, vale combustibile

140

ad alto potenziale), Iperidrsi sudorazione eccessiva, patologica (col gr


HIDROS che vale sudore), Iperinflazine, Iperleucocitsi, Iperlipema o
Iperlipidema con Iperlipdico, Ipermarket meglio Ipermercto,
Ipermenorra, Ipermetra con Iprmetro, Ipermetropa con Ipermtrope (colo
gr METRON misura e OPOS occhio), Ipermnesa (aumento della capacit
menmnica), Ipernefrma, Ipernutrre con Ipernturizine, Iperne (particella
fisica con suff ONE come in Elettrone); eppoi il linguistico Iperonima con
Ipernimo vocabolo di significato esteso diversamente dallIponima con
Ipnimo e quale esempio vale una frase quale Il cavallo un animale in cui
Animale liperonimo mentre Cavallo liponimo.
Iperosma (col gr OSME odore), Iperossa (questo con un suff OSSIA per
Ossigeno), Iperossigenazine, Iperostsi (col gr OSTEON osso),
Iperparassitsmo, Iperpiressa con Iperpirtico, Iperpituitarsmo, Iperplasa
con Iperplstico o Iperplsico, Iperpna (col gr PNOE respiro), Iperprotico
o Iperprotdico, Iperprotettivit con Iperprotettvo, Iperrealsmo movimento
pittorico con Iperrealsta e Iperrealstico, Iperreattivit, Iperrecettivit,
Iperretroattvo con Iperretroattivit, Ipersecrezine, Ipersensbile con
Ipersensibilit, Ipersoma (col gr SOMA corpo), Ipersostentre con
Ipersostentatre e Ipersostentazine, Iperspzio, Ipersttico, Iperstena (col
gr STHENOS forza), Ipersuno, Ipertela (col gr TELOS sviluppo) e lomn
Ipertela (col gr THELOS capezzolo), Ipertmpra, Ipertermle, Ipertsto con
Ipertestule, Ipertona con Ipertnico, Ipertricsi (crescita abnorme di
peluria su tutto il corpo), Iperurnio di l del cielo (col gr OURANIOS
celeste-cielo), Iperurbansimo col snm Iperurbansmo,
Iperursi snm di Poliuria, Iperuricema, Iperventilazine, Ipervitamnico,
Ipervolema questo con Volema che vale volume del sangue dalla
composizione Vol(ume)-Emia, laggettivo Iptro col gr AITHRA etra (voce
poetica per Etere) vale edificio privo di tetto ovvero allaria.
Vrs connesso con un ant rad dorigine, laggettivo Ipetrle o Iptro dal gr
HYPAITHROS a cielo scoperto-privo di tetto.
1
Iperbto e Iprbole (in questo caso IPER vale oltre) sono due figure retoriche.
Iperbato, normalmente poetico, dal gr HYPERBATON spostamento, per cui, a
scopo ritmico o stilistico, viene mutato lordine logico di una proposizione: \...\ sopita
nel mio dentro la speranza \...\ (SA dai versi Diomedea in Letteratura Italiana
Contemporanea di N. Bonifazi e R. Tommasi-Ed Helicon).
Iprbole, cui Iperboleggire, Iperbolicit, dal gr HYPERBOLE eccesso per cui la
norma quantitativa, a scopi metaforici, viene condotta in maniera esagerata sia in
eccesso sia in difetto: una vita che non vado a trovarlo-mangio solo un boccone e
poi di corsa al lavoro.

\ Brina Pezza Attrezzo Sarto


Dal lemma Bruma, inc con il lat PRUIN rugiada gelata cui Pruna con
Pruinso, sorto Brna con Brinso e, metaf, Brizzolto, questo attraverso il
denm Pezzre dal celt PETTIA macchia, inv nel lat, cui Pzza, Pezzme,
Pezzto, Pezztto, Pzzo, Pezzla o Pezzula, Pezztto, i prefissati quali
Rappezzre (dal XIV sec) - snm di Rattoppare (gi nel 1556) - con
Rapperzzamnto, Rappezzatre, Rappezzatra e Rappzzo, Spezzamnto,
Spezzre con Spezzne, Spezzettre, Spezzatno, Spezzatra; il termine
Pezznte alieno, ovvero pseudoetim, poich dal lat PETERE chiedere e

141

quindi sta per chi chiede (lelemosina); dallingl PATCH pezza, toppa,
Lital conta il glb Patch con il composto Patchwork lavoro di cucito.
Pezznte ancora fig una sorta di insaccato di carni povere.
Dallinc di Pezzo con un ant franc ATTRAITS, gi lat ATTRACTUS questo
Pp di TRAHERE, cui Attrzzo, sorto invece il termine Attrzzo con
Attrezzre e Attrezzggio, Attrezzamnto, Attrezzatra, Attrezzera,
Attrezzsta (col suff ISTA di collegamento ad un mestiere in omn col suff
ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO), Attrezzstica.
Il lat conta lo specifico SARCIRE per rappezzare-riparare donde Srcina, il
pref Risarcre con Risarcbile e Risarcibilit, Risarcimnto, Risarcitrio, il
derivato SARTOR SARTORIS cui lital Srto o Sartre tratto dal
nominativo e Sartrio tratto dal genitivo (postura tipica del sarto) cui la
locuzione anatomica Muscolo sartorio, il composto Sartotcnica, eppoi
Sartora, Sartorile e Sartorialit.
Nel passato recente, Caterintta stava per sarta giovane a ricordo di S.
Caterina dAlessandria dEgitto.
\ Antonomasia Circonlocuzione Perifrasi
Antonomsia la sostituzione di un nome proprio con un attributo,
unapposizione, una locuzione o con un secondo nome proprio famoso, per
indicarne le qualit, inv dal gr ANTONOMASIA parola al posto di... o
meglio contro denominazione col pref ANTI al lemma ONYMA nome, cui
laggettivo Antonomstico. Per esempio, Dama Bianca per la compagna del
campione Coppi, Giullare per lartista affabulatore Dario Fo, Regina (della
canzone italiana) per la cantante Nilla Pizzi, Segretario fiorentino per N.
Machiavelli.
Perfrasi praticamente snm di Circonlocuzione, quel giro di parole che va
oltre una locuzione, allo scopo di definire qualcosa senza esprimersi
direttamente, dal gr PERIPHRASE, composto da PERI intorno e
PHRAZEIN parlare, cui Perifrasre con Perifrstica e Perifrstico su calco
di Transfrastico (questo col pref TRANS) e di Olofrastico (questo col pref
OLO). Perifrastico, in riferimento ai verbi, cui le locuzioni Coniugazione
perifrastica, Forma perifrastica, vale la combinazione di un verbo con
lausiliare
La Perifrasi normalmente lodevole, pur talvolta adottata per ipocrisia,
mentre la Cinconlocuzione pu essere offensiva e provocatrice. Beve
parecchio succo duva per non dire direttamente che beve vino con
smoderatezza.

VANO INVANO VANAGLORIA


VANO
Vno laggettivo che sta ad indicare non serve a nulla-inefficace,
cui Vanificre rendere vano, inutile, Vnto col denm Vantre ma
che semant ha assunto il significato di spazio vuoto-il vuoto
dellaria; lonomastico Vanessa non pare di questo percorso,
utilizzato storicamente da J. Swift (XVIII sec) in un suo poemetto, a
meno che non labbia coniato col pensiero al lat VANUS.
142

Vano lo ritroviamo erroneamente attestatosi in stanza; Vano,


allora, un locale o parte desso, ma vuoto. Arriva dal lat VANUS e
questo modernizzato dallant VASNOS con rad WA ampliata di S
attestata nellarea celt-ger. lidentica rad WA che ha condotto a
Vsto, che i latini pronunciavano VASTUS intendendo reso vuoto
(devastato), cui VASTARE svoltosi nellital Vastre con Vastazine,
Vastzza e Vastit, il prefissato Devastre con Devastnte,
Devastatre e Devastazine (pref DE sottrattivo); il passaggio dal
long WOSTI deserto ha prodotto la mutazione della prima sillaba va
in gua, cui Guastre con Gusto questo sia Pp aggettivato sia devb
sostantivo, eppoi Guastamnte, Guastatre, Guastatra, i composti
Guastafste, Guastamestiri, Guastastmachi, similmente a Gudo
con Guadre, Guadbile con Inguadbile (pref IN negativo) dal lat
VADUM di VADERE andare passando dal franc WAD cui un Vdo
con Vadre e Vadso. Per associazione, non difficile correlare
devastato a svuotato o vuoto, quindi, ecco il rivolgimento in
Vcuo dal lat VACUUM da VACERE gi class VACARE essere
libero, cui Vacre con Vacbile, Vacnte non occupato con un ant
Vacantle e un Vacantera, Vacnza privo dimpegni importanti
cui Vacanzre con Vacanzire o Vacanziro, inv dal lat Vactio
(pron vacazio) con la locuzione Vactio legis e Vacazine, il termine
Controvacnza di recente conio (XX sec). Il percorso prosegue con
Vacure e Vacuazine, Vacusta (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un
mestiere) e Vacuit, Vaculo con Vacuolre e Vacuolizzazine,
Vacuma con i composti Vacumetro, Vacuoscpio, Vacustato,
Vacuumterapa; ma anche in Vuto con Vuotre con Vuotggine,
Vuotamnto, Vuotta, Vuotatre, Vuotatra, Vuotzza, i composti
Vuotacssi, Vuotamle, Vuotapzzi, Vuotazucchne o Vuotazucchni
e, col pref EX estrattivo, Evacure con Evacuamnto, Evacunte,
Evacuatvo, Evacuto, Evacuatre ed Evacuazine svuotamento,
Svuotre con Svuotamnto. In complanare si conta Votre snm di
Svuotare cui Votggine, Votamnto, Votta, Votatre, Votatra,
Votzza questo inc con Gottza, Votzza; alieno il termine Votico
questo relativo ai Votichi, popolazione finnica cui Lingua votiaca.
Dallaramaico REQA vuotezza, lital conta lomologismo Rca che
non ha nulla di Rcano questo una mutazione da Rgano di
Raganlla.
In giapponese, Vuoto si traduce KARA cui, attraverso lingl, la
composizione glb Karaoke con lipocoristico di OKE(SUTORA)
orchestra, che pertanto vale canto vuoto ovvero senza
accompagnamento musicale dal vivo.
143

Esistono i termini Vagnte errante e Vgo incerto, che si rifanno


fig al lat VAGUS desideroso, cui, nel senso di errante, Vgo
(medicina) con Vagle, Vagoltico, Vagotoma, Vagotona e
Vagotnico, Vgile termine della biologia questo in opposizione a
Sssile, Vagre dal lat VAGARI cui Vagabndo 1 con
Vagabondggine, Vagabondggio e Vagabondre, eppoi Vagolre
con Vagolnte (verbo iterativo di VAGARI) e i prefissati Divagre
con Divagazine da DIS VAGARI, Svagre da EVAGARI (S
intensivo) cui Svagamnto, Svagatggine, Svagatzza, Svagto,
Svgo e lintensivo Svagolre con Svagolamnto, eppoi il fig
Stravagnte gi Estravagnte cui Stravagnza dal lat
EXTRAVAGANS EXTRAVAGANTIS; il termine Vgone, sebbene
sia stato tratto dallingl WAGON, derivato dal lat VAGUS nel
senso di errante, viaggiante, e lo si ritrova nel franc WAGON. Nel
senso di incerto, Vagheggire con Vagheggiamnto,
Vagheggiatre, Vagheggno, Vaghzza. Nel senso di desideroso,
Invaghre da IN illativo e VAGUS cui Invaghimnto e Invaghto.
Sia vagare sia essere incerto e desiderare sono associabili
allidea del vuoto spaziale e mentale, pertanto vrs che abbiano
assunto la lenizione di c in g dal lat VACARE essere libero; nel volg
mer, infatti, Vacanta sta per signorina-zitella (vacante di marito)
da Vacantva lenito in Vagantva e il termine ha il proprio mas per
celibe . Vagantvo ancora un termine usato nella pastorizia e
nella pesca.
Furibondo, Vagabondo come Moribondo, contengono un suff particolare BONDO
coniato e adattato su modello del Pf passivo lat MORIUNDUS del verbo MORI
morire. Si potrebbe pensare ad una connessione del suff con il verbo lat
ABUNDARE, o ad una sovrapposizione, pertanto varrebbe Furibondo abbondante di
furia , Vagabondo abbondantemente vagante, Moribondo abbondantemente
vicino alla morte, e cos via.
In ital, il Pf lat in forma passiva dato dal suff ANDO in termini sostantivati ed
aggettivati quali Battezzndo e Cresimndo, Diplomndo, Giudicndo, Monacndo,
Operndo, Perizindo, Permutndo,.il matematico Radicndo, Specializzndo; da non
includere i termini verbali al gerundio sostantivati qualu Celebrndo, Commiserndo,
Lusingndo, Miserndo, Probndo (dal lat PROBARE provare),Venerndo,
Notificndo, comunque differenziati da una sfumatura.
1

\ Sfarzo Pompa Sontuosit


Il significato di Vanto inutile o bugiardo implicito nel termine
napoletano Sfarzo, questo devb da Sfarzare ostentare, attinto allo sp
DISFRAZAR trasvestire, cui ladozione ital di Sfrzo, Sfarzosit, Sfarzso.
Sfarzo ha il snm in Pmpa, questo inv dal lat POMPA, dal gr PEMPO
mando-porto-accompagno; pertanto, Pompa prevede un accompagnamento,
una processione, un corteo, un portare in trionfo, cui Pompeggire,
Pomposit, Pompso, il termine, in eccessivo metaplasmo, Fnfano, di
attestazione veneta, detto anche Pesce pilota (che porta) dei Carangidi, eppoi
la locuzione Pompe funebri snm di Onoranze funebri.

144

Esiste tuttavia lomn termine Pmpa col verbo Pompre, dallol POMPE
considerato di presumibile rad onomatopeica che vale trarre, cui
Pompggio, Pompta ma il significato di mandare, portare, adottato dai
greci in PEMPO fa supporre unorigine comune. LArcangelo Michele
invocato Psicopmpo, colui che porta le anime al giudizio divino.
Inoltre, nel volg sabino in contemporanea al lat, il termine POMPE indicava
il numerale Cinque (5), cui lonomastico Pompeo il quinto nato dei figli,
corrispondente a Quinto dal lat QUINTUS; lonomastico Quintino, ancora,
non il dim del lat Quinto ma lomologismo in onomastica del celt
QUENTIN agile.
Pontino una regione del Lazio dal lat POMPTINUS vrs connesso con il
numerale, in una suddivisione territoriale, e Pompei lo storico toponimo
campano, che piace relativo a citt lussuosa, ricordando i suoi trascorsi
cancellati dalleruzione vesuviana.
Altro onomastico dorigine preromana Tito da TITIES che difende
attraverso il lat TITUS, vrs connesso con la gens romana TITIA (pron tizia)
cui Tizio, Tiziano della gens TITIA. Tizi (TITIES) il demotico di una
delle tre trib, che da fonti storiche pare fossero etrusche, che costituivano la
Roma di Romolo, assienme ai Luceri (LUCERES) e ai Ramni (RAMNES).
Altre fonti indicano invece i Luceri di stirpe etrusca (da un loro titolo
onorifico), i Ramni di stirpe latina (coniato da Romolo) e i Tizi di stirpe
sabina (dal loro re Tito Tazio).
Tzio si ritrova nella locuzione Un Tizio a indicare una persona
indeterminata ed associato nella pi estesa espressione Tizio Caio e
Sempronio (persone indeterminate).
Sontuosit, o Suntuosit, snm di Sfarzo e Pompa quale sfarzo, dal lat
SUMPTUOSITAS, cui Sontuso o Suntuso dispendio, fig dal Pp
SUMPTUS da SUMERE prendere, cui Smere con Snto, Sunteggiare e
Sunturio con la locuzione rinascimentale Leggi suntuarie contro
lostentazione del lusso ma anche Arti suntuarie relative agli oggetti di
lusso; con i pref, Assmere prendere (AD allativo) con Assuntvo,
Assnto fatto proprio-tesi-incarico, Assuntre con Assuntora ed
Assunzine con Assunzionsta (col suff ISTA di collegamento ad un
mestiere in omn col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO) (nel
Cristianesimo Assunta con Assunzione sono in riferimento alla Vergine
Maria presa dal cielo) e con literativo (RI) Riassmere cui Riassuntvo,
Riassnto e Riassunzine. Consumre (CUM associativo) con Consumbile,
Consumnte, il Pp Consumto, Consumatre cui il glb ingl Consumer
svoltosi in contrapposizione a Professionale in campo dellInformatica, la
locuzione Consumer benefit beneficio per il consumatore, eppoi
Consumatorsmo, Consumazine e Consmo cui Consumsmo, Consumsta
e Consumstico, eppoi i glb franc Consomm (corretto Consomm) brodo
ristretto (consumato dallevaporazione da cottura) cui il sostantivo ital
Consumto, lingl Consumer con la locuzione Consumer benefit benefici
per i consumatori e ladattamento ital Consumersmo con Consumerstico,
in complanare con Consmere, Consnto e Consunzine, eppoi Consuntvo
con Consuntivre attraverso il franc COMSOMPTIF. Desmere (DE

145

conclusivo), Desumbile e Desnto. Presmere (PRAE prima), con il


desueto Pressmere, Presumbile, Presuntvo, Presnto, Presuntuso con
Presuntuosggine, Presuntuosit, Presunzine e la variante Prosmere (PRO
avanti)) con Prosuntuso e Prosunzine. Sussmere (SUB sotto) con
Sussuntvo e Sussunzine. Transnto quale Pp del lat TRANSSUMERE cui
un obsoleto Transuntre, da non associare a Transumare composto invece da
TRANS e HUMUS terra (Ved Pref STRA in Bastonare). Il gr conta
MARASMOS consunzione, cui Marsma o Marsmo attraverso il franc
MARASME, Marntico dal gr MARANTIKOS logorante, Marsmio (sorta
di fungo); termine alieno Marantcee (Famiglia di piante) dal nome dello
studioso B. Maranta (1500/1571).
\ Onomastica ebraica
Con Michele dallebr MI KHA EL chi come Dio?, assieme a Micaela e
Micol, lonomastica conta alcuni omologismi dallebr composti con il
termine EL ipocoristico di ELOHIM che vale Dio, sovente posto in finale,
cui Daniele da DANI EL Dio mio giudice con Danilo, Ela da EL YAH
Dio Dio poich il secondo termine lipocoristico di YAHVE (Yahv) che
vale ancora Dio, Elisa ed Eliseo da EL ISH Dio salvezza ma anche
ipocoristico di Elisabetta questo da EL SEBHA Dio ha giurato e da questo
vrs la variante Isabella (questo, per altre fonti dal fenicio EZBEL amante),
Elvira da ELBIRAH tempio di Dio (oggi, chiesa), Emanuele da
IMMANUEL Dio in noi con Manuela e Manuele, Gabriele con Gabriella
da GABAR EL Dio forte, Lazzaro da ELEAZAR assistito da Dio,
Raffaele con Raffaello (Raffaela e Raffaella) da RAPHA EL Dio sana,
Samuele Dio ascolta.
YAHVE Dio rintracciabile in Geremia da YERMEYAH esaltazione di
Dio, donde il termine Gerema annunciatore di sciagure con Geremade
lamentela attraverso il franc JEREMIADE; eppoi in in Gessica o Jessica
da ISKAH Dio vede, in Giacobbe con Giacomo (cui il dim Mina dal fem
Giacomina) e Jacopo, da JAAKOB seguace di Dio, in Gioacchino da
YOHAQUIM Dio rende forte, in Gionata o Jonathan inv da JONATHAN
Dio lha donato (con MATHT dono, in Giosu da YEOSHUA Dio
salvezza in complanare con Elisa ed Eliseo, Giovanni col dim fem Vanna,
lipocoristico Gianni e il suo dim Nino da Johaman dono di Dio con la
versione russa Ivan, Giuda da JEHUDAH sotenitore di Dio, Giuditta da
JEHUDITH loder Dio, Giuseppe con i dim Pino, Pippo da YOSEPHYAH
Dio mi mandi altri figli, Isacco da YI ZAHAQ Dio gli sorride, Matteo col
suo ipocoristico Teo e Mattia da MATATH dono e YAH quale ipocoristico
di YAHWEH pertanto dono di Dio in complanare sia con Gionata e
Giovanni sia con laramaico Taddeo da THADDAY dono di Dio e con
lonomastica gr Dorotea, Teodoro e Fedora; infine, Tobia da TOBIJAH
gradito a Dio e litalianizzazione Zaccaria che in ebr vale Dio s ricordato.
Fuori percorso divino, invece, lital conta gli omologismi Betsabea settima
figlia o figlia del giuramento, Davide da DAWIDH diletto, Debora da
DEBORAH ape e fig conduttrice, Efrem da EPHRAJIM fruttuoso, Ester
attraverso lassiro-babilonese ISH TAR stella svoltosi metaf in dea
(straordinaria la connessione di questo termine mesopotamico con il

146

percorso indoeur, quali il ted R(STERN, lingl STAR, che sta anche fig per
divo o diva cui Starlet giovane divo o diva con lomologismo Starltta e la
locuzione pubblicitaria glb Star system, corrispondenti al gr (A)STER al latital Stella e con Astro), Giordano da JOR DAN svoltosi nel lat JORDANUS
ispirato allomn idronimo del fiume cui anche un Giordano in
cognomastica, Ilenia pianta in concorrenza col gr Ilenia, Leila che vale
notturna o fig scura dallar attraverso il persiano, Lia da LE AH
laboriosa, Maddalena donna di Magdala questa un toponimo sul lago
Tiberiade, Mara con Marella da MARAH amareggiata (straordinaria
lassonanza con lindeur Amaro), Maria con Marino e Mariologa riferiti
alla Madonna, e Marilena (sovrapposto a Maddalena) con Marisa (Maria e
Luisa) incluso Miriam tutti da MARYAM o MYRIAM composto di MAR
goccia con YAM mare e vale goccia di mare connesso con legiziano
MYRHIAM svoltosi metaf in principessa.
\ Maria Antonietta principessa dAustria, futura regina di Francia, ebbe come
pretendente Mozart, ancora entrambi in tenera et.

Lonomastica conta ancora Melchiorre da MELKI OR il mio re luce in


comune al fenicio MELK re rintracciabile nel cartaginese Amilcare, Mos
da MASCIAH salvato dalle acque, No da NOAH quiete, vrs sovrapposto
con la rad di NOESIS intelletto, per la sua veneranda et (acquietata ma
fervida di consigli) e che nel suo mondo era considerata fonte di intelligenza
(esperienza), cui Nochide o meglio Nochidi i suoi discendenti, il
relativo Notico omn di Noetico relativo allintelletto; lonomastica
ebraica prosegue con Noemi da NOAM gioia, Pasquale da PESAH
passaggio (per accezione attraverso il Mar Rosso) cui il lat PASCHA e lital
Psqua con Pasqure e Pasqutta, Pasquinta satira ci viene attraverso il
nome Pasquino dato dai romani rinascimentali al gruppo marmoreo posto a
ridosso di palazzo Braschi, dove solevano affiggere satire contro il governo
del papa; Pasqunse infine relativo allisola di Pasqua in sp Isla de
Pascua e in lingua indigena Rapa Nui grande roccia - cui le locuzioni
Mitologia pasquense e Statue pasquensi dette Moai (noti monoliti scolpiti
giganteschi menhir antropomorfi, 638 di numero secondo larcheologo K. P.
Emory) 1. Eppoi Rachele da RACHEL pecorella (di Dio?), Rebecca da
RIBHQAB CH legame (affettivo?), Ruben da REUBEN figlio della
Provvidenza, Rut o Ruth da RUTH amica, Sabrina da SABRA che indicava
gli ebrei che non erano emigrati dalla Palestina al tempo della diaspora del
70 dC, in concorrenza con un Sabrina di genesi celt; eppoi Samantha
ascoltatrice influenzato dallingl, Serafino da SERAPH ardente (plur
SERAFIM) o dallattestazione lat-cristiana SERAPHIN (angelologa) cui
Serafino o Serafo, Serfico e Seraficit e, infine, lonomastica conta e
termina con Sara da SARAH principessa (azzardato credere in una
connessione rad con lind SARHI o SARI veste indiana drappeggiata),
Susanna da SHUSHAN giglio, Tamara da TAMAR palma.
1
Sembra pi verosimile che lIsola di Pasqua, di origine vulcanica, sia stata
storicamente abitata tra il 500 e l800 dC da unetnia qui approdata dalla Polinesia,
piuttosto che dal continente americano (costa meridionale del Pacifico); lo proverebbe
unindagine genetica. Fu l'olandese Jakob Roggeveen a incamminarsi per la prima
volta sull'isola, il giorno di Pasqua del 1722 e da questo fu cos battezzata.

147

Le gigantesche statue furono scolpite utilizzando lantico materiale vulcanico e


innalzate mediante sistemi meccanici utilizzando tronchi la cui produzione avrebbe
comportato un disboscamento fatale allequilibrio ambientale e alla stessa vita. Nel
1870, infatti, gli indigeni erano gi ridotti a 200 individui.\

Camera Stanza
Cmera, inv dal lat CAMERA, per accezione semant la volta della stanza,
vale a dire la stanza coperta, protetta dal soffitto; in percorso, lesot sp
Camarlla camera del re con Camersta attraverso CAMARISTA,
Camerle, Cameralsmo e Cameralsta, Camerrio (per accezione custode
della camera del tesoro), Camerta attraverso lo sp CAMERADA
dormitorio questo anche nel senso di compagno con Cameratera,
Cameratsco e Cameratsmo, i dim Camerlla con Camertta, Camerire e
Camerira, il teatrale Camerno con Cameritsta, Cameritstico (da Musica
da Camera), laccr Camerne, Camertto attraverso il veneziano Cameroto
attendente in Marina.
Termine alieno Camerpe sorta di palma composto con i gr KHAMAI in
basso e RHOPS cespuglio, questo vrs connesso con RHOPALON estesosi
semant in mazza-clava cui Roplico verso poetico dove le parole crescono
via via di una sillaba (fig dallimmagine della clava che cresce in grossezza),
e Ropalceri Superfamiglia dinsetti questo composto con KERAS corno.
Nel XII sec, per camera sindicava il corredo di arazzi, stoffe e tessuti
ricamati, che personalizzavano lambiente e che di norma seguivano i
proprietari in viaggio. Oggi, comunemente, per camera sintende la stanza
dove si dorme e, per estensione, i mobili che larredano. Il verbo Incamerre
(col pref illativo IN) sta letteralmente per deporre in camera: nel percorso
semantico ha assunto via via il valore di trattenere a s, imprigionarsi,
appropriarsi, rendere di patrimonio pubblico (erario, demanio...). I percorsi
semantici hanno peraltro condotto il lemma Camera a rappresentare
assemblee, enti, spazio per utilizzi della fisica e tutto per quel particolare
aggiuntivo della volta, che la rende protetta e sicura. Camera anche fig la
macchina per le riprese cinematografiche e televisive, significato per
sottratto allingl CAMERA cui il glb Cameramen loperatore che ha
generato le trovate da Candid camera questo il sofisticato spioncino
(televisivo) con Cameracar cinepresa mobile su carro, Camcorder
telecamera e registratore. In albergo si chiede una Camera, nel cercare un
appartamento vuoto si pensa al numero dei Vani, per un ammobiliato a
quello delle Stanze; in ristorante, si pu domandare una Saletta appartata. In
ambito indoeur si ritrova il termine nel ted KAMMER camera con
KAMARADE camerata cui il famigerato omologismo Kap questo ellittico
di KAMARADE POLIZEI, lagente di polizia nominato tra i prigionieri per
lordine nelle baracche dei lager. Sempre dal ted, lital conta lomologismo
Chellerna o Kellerna da KELLNERIN cameriera, nello specifico di bar e
birrerie. Ancora, attraverso lingl CHAMBER camera, si conta il glb
Chamberless fucile privo di camera, ossia ad anima liscia (con LESS
senza) il cui suffisso si ritrova nellancora glb Hammerless fucile a cani
interni dove HAMMER vale martrelletto (del fucile); ed infine, attraverso
il franc il glb Chambr (corretto Chambr) che sta per a temperatura

148

ambienteda CHAMBRER.
Nella societ araba Cameriera sta per ODALIK derivato da ODA camera,
cui lomologismo Odalsca transitato dal franc ODALISQUE.
Stnza, invece, lastratto dal lat STANS STANTIS Ppres di STARE,
ovvero la co-esistenza di cose ivi concluse, quindi non usabile nel senso di
vano-locale vuoto; il termine raggiunge lapice semantico con
lespressione stanza dei bottoni, dove possono coesistere i diversi destini
delle genti. In una struttura poetica definita Canzone, la Stanza la strofa
poetica che conchiude armonicamente metrica, ritmo, rima... Essere di
stanza a... per un militare, vale essere (stante) di servizio in un luogo. Per
uno zingaro, invece, essere diventato Stanzile vuol dire che ha finito di
girovagare (non pi nomade). Stanzire, da una variante STANZIA, sta per
destinare un finanziamento, ovvero stante il denaro. Stanto che ha perso
freschezza vale per ci che sta per troppo tempo; questo lemma ha perso
la consonante intervocaliva v, poich dovrebbe essere scritto e pronunciato
Stantvo, ma non il solo, vedi Bacivo, Solativo e Restivo, tutti oramai in
Baco, Solatio e Restio. Con i pref, linfinito Stare, il Ppres Stnte ed il suo
astratto Stanza assumono molteplici sviluppi semantici: Astnte e Astantera
con AD allativo, Instre da INSTARE con IN illativo cui Instnte
imminente con un raro Istnte, Instantaneamnte, Istantneo, la locuzione
glb ingl Istant film o Istant movie e lomn-snm Istnte dal lat INSTARE lo
stare sopra con Istnza o Instnzia o ancora Istnzia con IN con valore di
su-sopra. Distre, Distnte, Distnza o Distnzia cui Distanzile,
Distanziamnto, Distanzire, Distanziatre, con DIS separativo cui i
composti Distanzimetro cuiu Distanziomtrico, Equidistnza con
Equidistnte. Prestnte, Prestnza con PRE di superiorit. In percorso ancora
laggerttivo anatomico Distle attraverso lingl DISTAL
Prestre, Prestatre con il composto Prestanme, Prestazine garanzia,
Prstito (questo inc con Debito) con PRE anticipativo, Prsto pegno (omn
di Presto a portata di mano) ed il prefissato Imprestre. Constre, Costre
con Costnte, cui il prefissato in opposizione Incostnte, e Costnza con
Incostnza (anche in onomastica inv Costante e Costanza con Costantino),
svoltisi dal lat CON STARE, possiedono il CUM associativo italianizzato
CON ora nel senso di consistere (anche relativo al prezzo) ora in quello di
star fermo. LIncostante stato lepiteto assegnato allo spagnolo
Ferdinando I (1345/1383).
Constatre tratto straordinariamente dalla terza persona lat CONSTAT
(pres indicativo di CONSTARE) su suggerimento franc CONSTATER.
Ssta e Sostre da SUBSTARE, Sostantvo da SUBSTANTIVUS che pu
stare a s, Sostnza con Sostanzile da SUBSTANTIA, tutti con il SUB
italianizzato SO oppositivo al movimento. Da Sostanza, infine, i prefissati
Consustanzile, questo su calco del gr HOMOUSIOS (con HOMOS uguale
e USIA sostanza), Consustanzialit e Consustanziazine che con doppio pref
CON SUB valgono della stessa sostanza, per accezione riferiti alla SS
Trinit. Transubstanzirsi con Transubstanziazine o, meglio,
Transustanzirsi con Transustanziazine mutare di sostanza col pref
TRANS adattato foneticamente. Prstata con PRO danteriorit cui

149

Prosttico, Prostatsmo, Prostatte, il composto Prostatectoma. Restre,


variante Ristre, con Restnte, Rsto residuo, Restccia meglio Restcce
ci che rimane nei campi dopo il raccolto, destinato ad essere bruciato in
loco e un Restne (cane) tutti con RE reiterativo, ed ancora i prefissati
Antistre con Antistnte, Retrostnte con Retrostnza, lavverbio composto
Nonostnte con Ciononostnte e la variante Cionnonostnte dalla locuzione
Ci nonostante, il composto Benestnte dalla locuzione Bene stante e il

sostantivo Benestre, questo non solo snm di Benessere ma anche


con valore di autorizzazione-consenso cui Benestarsta; da ricordare
che Nonostante non sostituibile da Malgrado se riferito a persone.
Csto il devb da Costare e pu essere caro, ma non la locuzione glb ingl
Low cost basso costo con LOW gi-basso. Cro dal lat CARUS, cui
Carzza con Carezzre e il prefissato Accarezzre (pref AD allativo), che,
con rad estesa KA-RO, s semant in due aspetti, quello affettivo il mio
caro bambino e quello economico e metaf a caro prezzo cui Rincarre e
Rincro (doppio pref Ri iterativo e IN illativo); termini alieni, lomologismo
Carla dal franc CAROLE danza connesso allonomastico Carla come
Carolno questo relativo a Carlomagno. Il termine prefissato Discro (DIS
sottrattivo) vale sgradito esteso in dannoso.
Accarezzre (adottato dal 1532), il snm di Mlcere (gi dal XIV sec) dal
lat MULCERE carezzare dal sct MRC-ATI tocca con le varianti Mlcere
questo fedele al lat, Molcre, Mulcre.
Una forma di momentaneit ha duplicato STARE in SISTERE fermarsi,
simile al meccanismo SEDERE SIDERE, quindi, con i rispettivi pref,
Assstere, Assistnza e Assistenzile col pref AD vale stare accanto, cui
lesot glb sportivo ingl Assist passaggio di palla al compagno di squadra.
Consstere, Consistnte e Consistnza col pref COM associativo stare
insieme; Concistrio o Concistro il fedele Consistrio o Consistrio da
COM SISTORIUM questo in origine sala daspetto cui Concistorile o
Consistorile sia aggettivo sia sostantivo tratto dalla locuzione
Congregazione concistoriale. Desistnza e Desstere con DE ablativoestrattivo. Esstere con EX fuori cui Esistnte con Esistentvo ed Esistnza
questo con Esistenzile, Esistenzialsmo, Esistenzialsta ed Esistenzialstico.
Insstere con IN di moto verso il basso cui Insistnza. Persstere dal lat
PERSISTERE col pref PER intensivo cui Persistnza. Resstere questi con
RE indietro cui Resistnza e Resto ellittico dal lat RESISTIVUS, quindi nel
senso di fermarsi indietro- contro. Subsidnte (dal Ppres del lat SIDERE)
cui Subsidnza (geologia,abbassamento di un bacino) o Sussidnza da
SUBSIDENTIA sedimentazione eppoi Sussstere o Subsstere dal lat
SUBSISTERE resistere-tener saldo col pref SUB cui Sussistnte,
Sussistnza con lopposto Insussistnte e Insussistnza (pref IN negativo).
Particolare il verbo Destre, col Pp Destto svoltosi nellellittico Dsto, che
sembrerebbe partecipe nello stesso percorso semantico di STARE, invece,
discende dalla composizione lat CITARE venire, mettere in movimento con
ben due pref DE-EX-CITARE.
\ Prestito linguistico
Tradizionalmente, lOmologismo, definizione assunta in queste pagine,

150

chiamato Prestito; il prendere cio in prestito quei lemmi estranei alla lingua
ital e adattarli o assumerli integralmente, quali Tatuaggio dal franc
TATOUAGE e Karakul razza di pecore invariato dal toponimo
dellUzbekistan.
\ Bacio Briciola Camicia
Da non equivocare Bcio, con Baco. Il primo, Bcio, sdrucciolo, dal lat
BACIUM da BASCIARE, poi attestatosi in BACIARE cui Bacire,
Baciamnto, Bacita sorta di ballo, Bacitico e Baciatre, literativo
Baciucchire con Baciucchiamnto e Baciuccho incluso in complanare il
prefissato Sbaciucchire (S intensivo) con Sbaciucchiamnto, Sbaciuccho e
Sbaciucchine, eppoi composti Baciamno e Baciaple attraverso la forma
BASIARE Tirabci un termine composto, in voga prima del secondo
conflitto mondiale, e identificava un ricciolo sulla fronte, spettacolare quello
dellattore Macario. La locuzione Bacio del pane indica quella piccola parte
dove il pane risulta meno cotto, per la troppa vicinanza luno allaltro in
forno.
Il celt conta POG con valore di baciare e senza meno una mera
coincidenza lavcvicinamento con il lat PODJARE poggiare-posare (le
labbra?).
\ Una curiosa analisi psicologica vuole che il bacio ad occhi chiusi identifichi il
romantico, se accompagnato da carezze idenifica il tenerone, eppoi quello in lento
crescendo per il cauto sensuale, in pubblico lesibizionista, dopo aver succhiato una
caramella ligienista, alla francese il disinibito, ad occhi aperti il non rilassato, infine
se accompagnato da parole indica una inibizione.
Il doppio bacio amichevole sulle guance, secondo il galateo dovrebbe incominciare da
sinistra\

Il secondo, Baco, infine, una sorta di ipocoristico dal lat OPACIVUS


opaco, con lenizione della p in b.
Il fenomeno della mutazione di BASIARE in Baciare accaduto con
BRISIARE cui Briciola, BRUSIARE-Bruciare, con CASEUS-Cacio e con
CAMISIA-Camicia.
Brciola il derivato dal lat BRISIARE rompere dorigine celt, svoltosi nel
tardo BRISARE, cui Brcia, Brciola, Brciolo, Brsa, il prefissati Sbricire
con Sbriciolre, Sbriciolamnto, Sbriciolatra, Sbriciolna variet di
Finocchiona e il volg veneto-lombardo Sbrisolona; il lat BRISARE si
ritrova nel franc BRISER cui il glb Brise.
Camcia (plur cie) 1 dal lat tardo CAMISIA con probabile rad celt, infatti in
franc CHEMISE, cui Cmice, questo incrociando Camicia col gr
KAMASOS tunica, Camicera, Camicito con Scamicito, i dim Camictta,
Camiciio, i fig Camicita sudata, Camicito proiettile rivestito, i dim
Camicila e Camicitto, il prefissato Scamicirsi con Scamicito, le
locuzioni Camcia di forza, Camicia di Meo (di origine toscana per una
faccenda che appare infinita), Camicia di Nesso (di detto centauro, origine
mitologica per una faccenda insopportabile); col percorso pare connesso il
lat CAMILLUS fanciullo assistente dei sacerdoti dalla camiciola che
indossavano, omologati negli attuali chierichetti, cui lonomastico Camillo e
il derivato Camillino o Camillno dallOrdine di S. Camillo. In Argentina, il
DESCAMISADO lo scamiciato era il sostenitore di J. Domingo Peron.

151

In ingl, SHIRT vale camicia cui la locuzione TEE SHIRT glb T-shirt
maglietta, fig a forma della lettera T (grafia tee e pron ti).
1
Il lemma con il gruppo letterale finale cia o gia va al plurale in cie e gie (mantenendo
la vocale i) se preceduto da vocale quali camicia-camicie, aquilegia-aquilegie,
altrimenti va in ge e ce quali mancia-mance, pioggia-piogge; ove laccento cada sulla i
va mantenuta la vocale, quali farmacia-farmacie, magia-magie.
Purtroppo lital conta tante eccezioni e, nello svolgere in plur, abbiamo in complanare
termini quali battigia-battige e battigie, ciliegia-ciliege e ciliegie, mogia-moge e
mogie, ragia-rage o ragie, valigia-valige e valigie;, pertanto occorre consultare un
buon dizionario. A parere dellautore di queste pagine si dovrebbe rispettare in ogni
caso la norma, almeno allo scopo di evitare errori con altri plurali.

\ Carit Speranza
Il termine Carit, da un desueto Caritte, sembrerebbe connesso al rad KARO, dal lat CARITAS amore per il prossimo, connesso col gr KHARIS
KHARITOS grazia, cui Caritatvole questo con suff ital di aggettivo verbale
attivo EVOLE, il glb franc Charity beneficenza. La locuzione Carit
pelosa indica unazione caritatevole per egoistici interessi.
Carit la terza delle Virt teologali insieme a Fede e Speranza. Spernza
dal lat tardo SPERANTIA astratto di SPERARE, cui Sperre, denm dal lat
class SPES per Speranza cui il snm Spme coniato dallaccusativo SPEM.
\ Svegliare Dormire
Sveglire dal lat EXVIGILARE (pref EX sottrattivo italianizzato S)
transitato dal prvz ESVELHAR; in percorso troviamo il devb Svglia,
Svglio estratto da Sveglito, eppoi Vglia, Veglire con la variante
Vegghire cui i prefissati Disveglire (col pref DIS, da assimilare a
Svegliare), Sorveglire con Sorveglinte, Sorveglinza e Sorveglito (pref
SOR).
Direttamente dal lat VIGILARE troviamo Vigilnte dal Ppres VIGILANS,
Vigilnza, Vigilre, Vigilto, Vigilatre, Vigilazine, Viglia con Viglire.
(Per il lemma Vgile Ved terzina pref OCE). Eppoi Villtta canto (poesia)
popolare di veglia di quattro endecasillabi attraverso il veneto-friulano Vila
dal lat VIGILIA, in Romagna chiamata Romanlla; altre ricerche lo
farebbero derivare da Villa campagna quindi varrebbe canto popolare dei
campi; una sua variante romagnola indicata con Romanella.
In associazione, Dormre inv dal lat DORMIRE da rad DER ampliata in
DER-M, cui un Drmi, Dormicchire, il Ppres Dormnte (valore verbale) e
Dorminte (valore aggettivato o sostantivato), Dorminza, Dormiglire con
Dormigline, Dormta, Dormitna, Dormitrio, leccl Dormizine, il
prefissato Addormentre, le composizioni Dorminpidi, Dormivglia, il glb
franc Dormeuse sorta di plotrona.
Il gr conta KOIMAO faccio addormentare cui KOIMETERION luogo dove
si dorme, da qui il lat CIMITERIUM e lital Cimitro o Cemetrio con
Cimiterile o Cemeterile, il composto Coimetrofoba che indica

lavversione

pere

cimiteri.

\ Solstizio Equinozio
Solstzio il termine derivato dal lat SOLSTITIUM, composto di SOL sole e
del tema STITIUM della famiglia STARE-SISTERE fermarsi,cui Solstizio
dinverno e Solstizio destate; sia nel primo caso (la notte pi lunga) che nel

152

secondo (il giorno pi lungo), traducibile fig in sole fermato (oltre


lorizzonte-di qua dellorizzonte).
Nella tradizione popolare di ant genesi babilonese, il Solstizio destate indica
lincontro annuale del sole con la luna.
Laforisma A Santa Lucia la notte pi lunga che ci sia di antico conio e
aveva un veritiero riscontro; prima della riforma del calendario corrente
(gregoriano), infatti, la notte si S. Lucia coincideva con il solstizio
dinverno.
Nel percorso lat di STITIUM cui STIZIO lital conta il prefissato Interstzio
con Interstizile quale spazio intermedio; vrs in connessione rad con il gr
STYPHO restringo cui Stpsi con Sttico e Stitichzza dal lat STYPTICUS
nel senso di fermarsi.
Equinzio, invece, (dautunno-di primavera) dal lat AEQUINOCTIUM,
composto di AEQUUS uguale e NOX notte, traducibile letteralmente in
notte uguale (al giorno), in riferimento alla durata.
Il lemma Autnno dal lat AUTUMNUS, participio passivo di AUTERE
rinfrescare, rintracciabile nellingl AUTUMN e nel franc AUTOMNE.
\ Il Capodanno babilonese, la prima ricorrenza storica risalente a 4000 anni addietro,
coincideva con lequinozio primaverile.\

INVANO
Invno il lemma Vano col pref IN illativo per indicare dentro (nel
vuoto). Invano, che vale snm di Vano, quindi una forzatura
linguistica, con un inutile pref IN negativo (meglio definirlo
iterativo) che non distingue unantitesi come, ad esempio, CapaceIncapace e pare giunga dalla Bibbia, dallant formula NON
ASSUMES NOMEN DOMINI IN VANO ripresa poi nel tardo lat IN
VANUM, diventando la locuzione ital In vano per attestarsi Invano.
Altro snm di Invano Inutile, che andiamo ad esaminare. Lastratto
Uso-so del verbo Usre (lat inv USARE) discende dalla rad OIT,
adottata nel lat USUS astratto del verbo UTI usare, cui Usnza,
Usto e il prefissato Disusre con Disusnza, Disusatamnte,
Disusto e Disso; un rad non rintracciabile in connessioni indoeur
fuori della nostra penisola, ma vrs in relazione con OSUS (Ved Suff
USO OSO in Lampo) Nel percorso USUS-UTI lital conta
Usitre, Utilizzre ed i vari prefissati e composti quali Abusre (non
coniugabile al riflessivo) con Abusvo ed Abso, Usitto e Inusitto,
Usule e Inusule, Usurio, Usucapre e Usucapine (inc di USUS
con CAPERE prendere), Usra con un obsoleto Osra, Usurio e
Usurrio; il lat tardo conta FENUS usura cui iul relativo bFeneratcio
da FENERATICIUS. Il percorso prosegue con Usurpre (inc del lat
USUS con un RAPARE forma durativa di RAPERE rapire) cui
Usurpatvo, Usurpatre e Usurpazine, eppoi lo sdrucciolo Utnsile
(aggettivo dal lat UTENSILIS) e il piano Utensle (sostantivo dal
plur UTENSILIA svoltosi nel mas), Utnte (dal Ppres UTENS di
153

UTI) e Utnza, infine Utile-tile (lat UTILIS) con Utilsta, Utilit o


Utilitde o ancora Utilitte, Utilitria per accezione unauto
economica - e Utilitrio, Utilitarsmo e Utilitarsta con Utilitarstico,
il glb ingl Utility, Utilizzbile con Utilizzabilit, Utilizzre (suff
AZZARE), Utilizzatre, Utilizzazine e Utilzzo, con gli opposti
prefissati Intile, Inutilit, Inutilizzbile, Inutilizzre, Inutilizzto, e
Inutilizzazine (pref IN negativo), eppoi il prefissato Distile (lat
DIS dispersivo dopposizione) con Disutilccio, Disutilit.
SUV lacronimo glb della locuzione ingl SPORT UTILITY
VEHICLE Veicolo utilitario sportivo.
\ Stoviglia
Il lat medv aveva USITIVILJA, un inc lemmatico tra USIVILIA e
USITILIA, questo svoltosi dal class UTILIA. Successivamente, per
salvaguardarne lunit sillabica delle due vocali, stata inserita la
consonante v, sintetizzando e svolgendo il termine in STIVILJASTOVILIA in Stovglia, meglio Stovglie, con Stovigliio e Stovigliera.

VANAGLORIA
Ogni lemma costruito o composto con Vano inefficace, che non
serve a nulla, vuoto indica vuotezza di.... Vanaglria vano
orgoglio per vuotezza di meriti, Vaneggiamnto il dire o pensare
per vuotezza di logica o daltro, Vansio il rendersi ridicolo e
sciocco nel voler ostentare qualit inesistenti, Vanre perdere la
coscienza di s, Vanzza vale Vanit, ovvero vuotezza, cui
Vanitso; eppoi Vanescnte col prefissato Evanescnte cui
Evanescnza da EVANESCERE che si disperde nel vuoto questo
dallicoativo denm VANESCERE da VANUS, ancora Vanre con
Svanre (pref S intensivo), Svannte, Svanimnto e Svanto tutti nel
significato di lasciare il vuoto.
Snm di Vanitoso Narcso, dal nome del mitologico Narcisio (mor
affogato nella fonte dove era solito specchiarsi per ammirare la
propria bellezza) cui Narcissmo, Narcisstico o Narcssico e
Narcissta (col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO).
Narcso o Narcsso, cui Narciso poetico, anche un fiore, dal gr
NARKISSOS, vrs connesso col gr NARKE sopore cui NARKOSIS
azione dellassopire.
\ Vandali Briganti
Vndalo con Vandalsmo sono termini discendenti dalletnonimo Vandali di
rad ger WANDEL vagare, popolazione germanica che saccheggi Roma nel
455 dC e che, successivamente, convertitisi al cristianesimo dal
convincimento latino, si ritirarono in Pannonia, lattuale Ungheria 1. A loro
ricordo, lonomastica conta Wanda e litalianizzata Vanda. Nulla vieta di
credere ragionevolmente che il nome fosse gi stato assegnato, ispirato al
VANUS vuoto di distruzione che seguiva al loro passaggio; uneleborazione
semant del tipo Skand- Skandsla-Scndalo (Ved Sala...).

154

Meglio, come accadde per la trib celtica dei Briganti (lat Brigantes), che
occuparono larcipelago britannico, il cui nome avrebbe ispirato Brignte
con i ricorrenti Brigantggio, Briganteggire, Brigantsco, Brigantssa,
Brigantno o Bregantno. Lidenticit del primo elemento lemmatico BRI di
Briganti con i preesistenti Britanni non sarebbe casuale: perch gli indigeni
praticavano lusanza del BRYTHON tatuaggio; oppure, da altre ricerche,
perch abitavano di l dallo stretto PHRET (della Manica). Pare fossero stati
gli stessi celti a battezzarli Britanni e quando una loro stirpe si stanzi da
invasori in una parte della BRItannia, avrebbero assunto il toponimo di
BRIganti. I Britanni non erano troppo diversi dai Celti-Briganti e, scacciati
dagli Anglosassoni, furono costretti ad emigrare in quella regione
dellattuale Francia, che ancora conserva il toponimo Bretagna. I BritanniBriganti fondarono come loro capitale Eburacum, oggi York, ma finirono
per essere sottomessi a Roma con limperatore Vespasiano.
Esiste il tema celt-gallico BRIG alto, potente cui BRIGA che stava per
forza, svoltosi in seguito come prepotenza, vrs a causa del comportamento
dei Celti-Briganti. Il tema celt BRIG BRIGA, allora, ha portato Brigta con
Brigatre, Brigatsmo, Brigatsta e Brigatre, eppoi Brigadire attraverso il
franc BRIGADE brigata cui, in associazione a forza, Brga, Brigre,
Brigara, e Brgo-Brigso relativi a prepotenza, rissa, lonomastico Brigida
e Brigitta alta-eccelsa cui il dolcetto Brigidno ideato dalle suore di Santa
Brigida; Bro vivacit (omn di Brio muschio), con Briso, infatti, inv
dallo sp BRIO unattestazione fig di Brigo attraverso il prvz BRIU, cui
Briosit. Il termine Briga, in aggiunta, oggi semant in molestia, faccenda
preoccupante, ma anche imbroglio cui i prefissati Disbrigre con il devb
Disbrgo (DIS dispersivo), Sbrigre con Sbrigatvo e Sbrigativit (S
sottrattivo), il lemma Brighlla intrigante attraverso la maschera Brighella.
Furono i francesi, calati nel Meridione d'Italia nel 1799, a chiamare
BRIGANT coloro che non volevano sottomettersi a loro, i nuovi padroni. Il
termine sarebbe passato poi ad identificare i partigiani borbonici e, infine, si
sarebbe consolidato ingiustamente quale snm di Bandito nel parallelismo
Banda Bandito - Briga Brigante.
Il got conta BEGA in connessione col ted BAGA contesa, entrambi derivati
da una comune rad con il celt BRIG; in questo percorso lital conta Bga o
Bga litigio-faccenda fastidiosa con un raro Begre; fuori percorso Begrdo
dal franc BEGARD e questo da BEGUIN cui Beghno, eppoi Beghna,
Beghinggio, Beghinsmo, tutti riferiti a un movimento riformatore cattolico
del XIII sec sorto in Olanda, svoltisi di massima quali snm di Bigotto e
Bigottismo.
Unghera il toponimo nazionale da Ungari-ngari, il popolo che occup queste
terre intorno allanno mille, chiamate Pannonia dai romani; in percorso, Ungrico, il
desueto Ungaro-ngaro anche Ongaro-ngaro o Unghero-nghero, il corrente
Ungherse e la composizione storico-imperiale Austro-Ungarico.
1

\ Tatuaggio
Tatuggio lomologismo attraverso il franc TATOUAGE da TATOUER,
cui Tature, Tatuatre, da una voce dorigine polinesiana TATOO (pron
tatu), da non equivocare con Tat sorta di mammifero questo dal franc

155

TATOU (pron tat) di genesi americana (meridionale).


\ Brigate Rosse
Le BR - Brigate Rosse - caratterizzarono tragicamente gli anni settanta a
poco pi di due decenni dalla fine del Millennio; per il tramite di una
strategia terroristica auspicavano una riforma rivoluzionaria in seno alle
istituzioni dello stato italiano. La rivoluzione fall, ma le istituzioni,
impresso nei nuovi politici, navrebbero portato il segno.
\ E non era nemmeno clandestino, a Torino, Angelo Basone, un nostro compagno
che lavorava alle presse della FIAT, iscritto al PCI, delegato sindacale, nel quale i
compagni di lavoro riponevano grande fiducia. Era uno dei quadri migliori che il PCI
avesse in FIAT e un giorno, alla riunione della sezione di fabbrica, and Giuliano
Ferrara 1, in quegli anni responsabile per il PCI delle fabbriche torinesi. Doveva essere
eletto il nuovo segretario e fu Ferrara, che conosceva Angelo da tempo e sapeva la
stima di cui godeva presso gli operai, a proporre la sua candidatura da Mara
Renato ed io di Alberto Franceschini, Pier Vittorio Buffa e Franco Giustolisi Mondadori Editore 1989.
1
Giuliano Ferrara, ex responsabile delle fabbriche torinesi per il PCI, ex segretario
del comitato cittadino, ex consigliere comunale di Torino sempre nel PCI, poi
passato nelle file del PSI. notista del Corriere della Sera (Nota degli Autori).
Dopo la presenza nel primo e breve Esecutivo Berlusconi, Ferrara predilige la
direzione giornalistica. Oggi, anno 2006, dirige Il Foglio e cura una trasmissione
televisiva fuori RAI. Nel 2008, ancora direttore del Foglio, si riposizionato per
rivedere la Legge 194 relativa allaborto, provocando un risentimento sociale
femminile che ha aizzato unaffollata contestazione nelle piazze (SA).
Margherita Cagol (Mara) stata la moglie di Curcio e, insieme a lui e Franceschini,
fondatrice delle BR. uccisa nel 1975 durante un conflitto a fuoco con i carabinieri,
che avevano individuato il casolare dove i BR tenevano sequestrato lindustriale
Vallariano Gancia.
Renato Curcio, fondatore, insieme a Mara Cagol e Alberto Franceschini, delle BR.
Arrestato insieme a Franceschini nel 1974, evade dal carcere di Casale Monferrato
dopo pochi mesi. Viene di nuovo arrestato a Milano, dopo meno di un anno di
latitanza. Deve scontare una condanna a 30 anni di reclusione (Nota degli Autori).
Renato Curcio tornato in libert. Alberto Franceschini, studente in Ingegneria,
arrestato il 1974 per costituzione di banda armata. Alla pubblicazione del libro,
Franceschini collaborava in semilibert con la redazione della rivista ARCI Ora
daria, Pier Vittorio Buffa era il capo dei servizi interni del settimanale Espresso e
Franco Giustalisi giornalista dello stesso.(SA)\

Anno 2007, tornano le BR e torna la paura. Uno dei vecchi militanti, Sergio
DElia, oggi parlamentare per la Non violenza, alla domanda del giornalista
Giovanni Fasanella, il quale chiede se si potr un giorno chiudere davvero
questa pagina della storia italiana, risponde ... purch la radice della violenza
venga estirpata del tutto dalla cultura di questo Paese. E che venga soddisfatta la sete
di verit sullintera stagione degli anni di piombo, da Piazza Fontana in poi. Finora,
conclude, abbiamo avuto soltanto una verit di regime.

\ Suffissi *ACE *OCE *ACEO *Verit


ACE
Dal lat ACEM dorgine indoeur il suff ACE sta ad indicare facolt,
attitudini, tendenze, ed posto in aggettivi esclusivamenbte derivanti dal lat.
In ital esiste una copiosa serie lemmatica, quali Fallce, cui Fallcia, con il
lat FALLERE gi FALDERE da rad PHEL ingannare, cui Fglia frattura
rocciosa con Faglire o Sfaglire e Fglio o Sfglio, dove per Sfagliare e

156

Sfaglio sono adottati fig nel gioco delle carte e nella caccia; eppoi Flla
(attestatosi dal 1612) termine questo, reale e fig, devb dal lat tardo
FALLARE - class FALLERE - da rad PHEL ingannare-sbagliare cui
Difflta (DE conclusivo) o Diflta attraverso il franc ant DEFAUTE, eppoi
Fallnza attraverso il prvz FALHANSA, Fallre, Fallto e Fallatra
difettoso, un Fllere dal lat class FALLERE sbagliarecui Fallnte e
Fallnza, eppoi Fllo errore (omn di Fallo pene) con il glb ingl Fault
nello sport e Default in informatica, Fallccio, Fallso e Fallosit, Fallre
dal lat tardo FALLIRE con Fallbile, Fallibilsmo e Fallibilit, i prefissati in
opposizione (IN) Infallibile, Infallibilit e Infallibilmnte, ancora
Fallimnto, Fallimentre con Fallimentarsta; il percforso conta Flso dal Pp
FALSUS gi FALDTUS con Falsre dallinv FALSARE, Falsrio da
FALSARIUS o Falsatre e Falsadre da FALSATOR, Falsto ,lavverbio
Falsamnte, Falsamnto, Falsatra, Falseggire quale continuativo di
Falsare, Falstto con Falsettsta, Falsificre (con il lat FACERE fare) con
Falsificbile, Falsificabilit, Falsificamnto, Falsificto, Falsificatre,
Falsificazine, Falsificazionsmo, Falsit dal lat tardo FALSITAS
FALSITATIS; un pref FALSO per composizioni quali Falsabrca attraverso
il franc FAUSSE-BRAIE sorta di fortificazione, Falsachglia attraverso il
franc FAUSSEQUILLE snm di Controchiglia, Falsamonte con i snm
Falsario e Falsatore, Falsobrdo ricalcando il franc FAUXBORD,
Falsobordne dalla locuzione Falso bordone (terminologia medv per voci
nella musica), Falsobrccio, Falsopino, Falsoscpo gi locuzione Falso
scopo e Falsotglio da Falso taglio.
Fallire vale la locuzione Far cilecca, termine omologismo, Cilcca, dal ted
bavarese SCHLECK! quale intierezione di scherno.
Il gr conta PSEUDES menzognero cui il pref ital PSEUDO falso in
composizioni quali Pseudoconctto, Pseudocultra, Pseudoetimolgico
(dicesi di lemma che pare corradicale di un secondo, ma che invece alieno
nel percorso, leggi Apolide da A-polide e Apofonia da Apo-fonia),
Pseudnimo nome falso-posticcio snm di Criptonimo, in concorrenza con
Allnimo (pref gr ALLOS altro) che indica (per uno scrittore) luso di un
nome diverso, insomma di un prestanome.
Tra gli pseudonimi artistici si contano Il Botticelli per Sandro Filipepi, Il
Correggio per Antonio Allegri, Il Ghirlandaio per Domenico Bigordi, Il
Giorgione per Giovanni Barbarelli (verosimile), Il Guercino per Giovanni
Barbieri, Il Parmigianino per Francesco Mazzola, Il Perugino per Pietro
Vannucci e il Pinturicchio per Bernardino Betti o di Betto. Il regista
cinematografico Sergio Leone, autore di indimenticabili Spaghetti western
aveva scelto inizialmente lo pseudonimo di Bob Robertson.
A proposito di Spaghetti western, nella cinematografia internazionale ne
sono omologhi i Camembert western, Hamburger western, Kartoffell
western, Paella western, Roast Beef western
Tornando alla serie lemmatica col suff ACE, lital conta Audce, gi Aldce,
cui Audcia gi Aldcia, con il lat AUDERE cui Osre (non coniugabile al
riflessivo), Auso-uso ardito e Austro.
Bibce con il lat BIBERE cui Bre o Bvere, Berilo gi Beverulo, Bbita

157

con Bibitio o Bibitro, Biberon, con il risvolto infantile Bombre bere


(omn di Bombare arrotondare e tuonare) con literativo Bombettre e un
Bmbo bevanda (omn di Bombo rimbombo); il percorso continua con
Bva e Bevnda (ricalcando Vivanda), Bevce snm di Bibace con Bevacit,
Bevazzre e Sbevazzamnto, Beverggio o Beverglia o Beverne, Beverre
da BEVERARE iterativo della mutazione BEVERE da BIBERE (Ved
Edile) cui il prefissato Imbeverre, Beveratio, Beverccio (sul modello di
Mengereccio), Beverllo o Beverno o ancora Beverlo o Bevirlo, Bevera,
Bvero o Bvero o ancora Bvaro dal lat BIBER castoro vrs in connesione
per la sua particolarit di vivere in zone ricche dacqua, Bevbile,
Bevicchire o Bevucchire con lintensivo Sbevicchire o Sbevucchire,
Bevimnto, Bevitre, Bevitra, Bevigine o Bevizine, Bevne o Bene,
Bevta con un Buta (recipiente di vetro per usi chimici, altrimenti detto
Matraccio), Bevto e, con i pref,
Abbeverre con Abbeverggio,
Abbeverta e Abbeveratio, Imbibre gi Imbbere con Imbibnte, Imbibto
e Imbibizine, eppoi Imbevbile, Imbvimnto e Imbevto da un obsoleto
Imbvere, Sbevazzre, il composto Bevilacqua astemio dalla locuzione
Bevi lacqua.
La locuzione Qui si beve, destinata a tramutarsi in un'unica parola
Quisibve, fu adottata in sostituzione di Bar durante il fascismo quando
erano inibiti gli esotismi; da qui la bizzarra denominazione di Qui si sana
per la clinica.
Il gr conta Pincrna snm di Coppiere dal lat PINCERNA gi gr
PINKERNES questo composto con PINO io bevo e KERANNYMI io
mescolo, io verso; per accezione, il mitico Pincerna era Ganimede, il
coppiere personale di Giove.
Termini alieni Bevatrne (macchina acceleratrice di protoni), questo
composto da una specifica sigla BEV (BILLION ELECTRON VOLTS un
bilione di elettronvolt) con Ciclotrone, Bvola o Bola roccia metamorfica
relativo al toponimo Beola in Val dOssola, Beta con Betico relativi al
toponimo gr Beozia. Il percorso BEVERE dovrebbe invece includere Bttola
questo snm di Taverna (XIII sec), di Osteria (gi nel XIV sec) e di Gagno
(XV sec), un dim fig da Btta piccola nave (entrambi frequentati da
marinai), in genovese Bettoa, comunque in connessione con Bevttola dim
di Bevtta luogo dove si beve ispirato al franc BUVETTE.
Bettola anche un toponimo piacentino, localit dove anticamente
sincontravano per affari conmmnerciati liguri e emiliani.
Lar conta SARUP che vale bibita cui lomologismo Scirppo o Sirppo o
Scilppo, con Sciroppre, Sciroppto, Sciropposit, Sciroppso, attestatosi
per nel senso di bibita zuccherata.
Dallar GULAB o GULEB questo dalla composizione persiana GUL rosa e
AB acqua e quindi acqua di rose, si ha lomologismo Giulb, o Giulbbe o
Giulbbo, con Giulebbre cuocere in sciroppo di zucchero e Giulebbto;
attraverso il lat GILEPPUS si ha ancora un Gilppo o Giulppe con la
locuzione Gileppo aromatico.
\ Una riflessione sul radicale AB del valore di padre in aramaico e quale preposizione
indicante provenienza per i latini: non assurdo immaginare una remotissima

158

connessione con AB acqua, dato che questa ha dato origine alluomo.\

Verce, con Veracit, che da credere, ancora, dal lat VERUS vero, in
percorso indoeur con WERO, cui Vro 1 in percorso con Vra fede-fiducia
(in slavo WERA) cui lonomastico di genesi russa Vera in concorrenza con
il ger Vera da WAR difesa di rad WEG che, in area comune indoeur, oltre
allo slavo WERA, connette il franc ant WARDON stare in guardia, il got
WARD guardia, lingl WAR guerra cui Garnna attraverso il franc
GARENNE dal lat WARENNA riserva di caccia o di pesca di genesi ger, e
Gurra attraverso WERRA dei Franchi (analizzato altrove). Dal termine ingl
WAR guerra si conta la locuzione glb War game gioco di guerra. Il
percorso VERUS continua con Verva, lavverbio Veramnte, Versmo,
Verstico, Veritiro, Verit con Veritde o Veritte, Veritatvo, Veritiro, i
composti Verdtto (col Pp DICTUM detto) e Veridicit con Verdico (con
DICERE-Dire), Vericda (con pref CIDA da CADERE) bugiardo, che
uccide la verit, Verfica con Verificre, Verificatre e Verificazionsmo
(con FACERE-Fare), Verosimiglinte o Verisimiglintene, Verosimiglinza,
o Verisimiglinza con Verosmile o Verismile e Verosimilitdine (con i
derivati da SIMILIS simile), Verosimilmnte o Verisimilmnte, le locuzioni
La bocca della verit, questa anche in riferimento al reperto romano che in
origine era un tombino per la cloaca massima, eppoi La nuda verit e La
verit nuda e cruda, donde una statua di donna nuda che era posta in
Vaticano sino al XVII sec. Altra verit quella rappresentata dallartista
Gustav Klimt nel 1899 con la sua opera di Art nouveau, un nudo di donna.
In lat si ritrova in VERECUNDUS aggettivo coniato col Pp passivo di
VERERI aver rispetto (fede) onorare cui Verecndia e Verecndo (come
Facondo e simili), Riverre, Rivernte, Rivernza, Reverndo. Il gr conta
ALETHES vero, cui lital Altico, termine della Logica che indica valore di
verit in un enunciato. Snm di Verismo, con Veristico, lomologismo
Trusmo con Trustico dallingl TRUE vero.
Esiste un secondo suff ACEE, dal lat ACEAE, plur fem di ACEUS,
utilizzato in botanica per indicare le famiglie, cui Fagcee alle quali
appartiene il Faggio.
Infine, lital conta il suff aggettivante ACEO dal lat ACEUM ad indicare la
qualit o la somiglianza, come in Coriaceo, Cartaceo; tale suffisso per
aggettivi esclusivamente derivati dal lat.
1
Il termine Averrosmo, cui Averrosta e Averrostico, indica quel pensiero filosifico
della ricerca del Vero, di l della religione e dellintelligenza; il termine pare derivato
appunto da Vero, in realt relativo al filosofo arabo Averro (XII sec)

OCE
I termini come Veloce, Feroce e Atroce sono in composizione con la rad OX
(OKW-S occhio) e con i rispettivi VEGSLO vigoroso, FERUS fiero e ATER
nero.
Al tema VEGSLO di Velce, appartiene il percorso ital Vlite (dal lat
VELOX MILES milite veloce armato alla leggera), Velocsta (col suff
ISTA di collegamento ad un mestiere in omn col suff ISTA di collegamento
ai sostantivi in ISMO), Velocit con Velocitre e Velocizzre, il pref VELO
per composizioni quali Velocfero, Velocmetro, il semiomologismo

159

Velocrss, Veldromo, Velocpede (lant bicicletta); da non equivocare con


Velocrspo (tessuto), Velopndulo fig palato molle, Velours villoso
attraverso il prvz.
Al tema VEGSLO appartiene ancora il percorso lat VEGERE-VIGERE
animare-aver vigore, lital conta Vgere (essere in vigore), Vgeto da
VEGETUS cui Vegetre da VEGETARE vivificare con Vegetbile o
Vegetvole e Vegetabilit, Vegetle, Vegetalino, Vegetalsmo e Vegetalsta
(col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA
di collegamento ad un mestiere), Vegetnte, Vegetarino attraverso lingl
VEGETARIAN con Vegetariansmo o Vegetarsmo, Vegetativo,
Vegetazine con Vegetazionle da VEGETATIO VEGETATIONIS, il
composto Vegetominerle; eppoi Vgile da VIGIL VIGILIS (questo
sovrapposto al senso del lat VIGILARE vegliare) cui il prefissato Pervgile
dal lat PERVIGIL il cui suff PER vale per superlativo, lonomastico Vigilio,
ed infine Vigre da VIGOR VIGORIS con Vigoreggire, Vigora, Vigorso
con Vigorosit, i prefissati Invigorre con Invigorimnto (pref IN illativo),
Rinvigorre con Rinvigorimnto e Rinvigorto (doppio pref IN illativo RI
intensivo), Svigorre con Svigorimnto (pref S sottrattivo). Da includere nel
percorso ital il glb ingl Vgan, un ellettico da VEGETABLE vegetale col
suff AN, cui il corrispondente omologismo Vegno con Vegansmo e la
locuzione Cucina Vegana.
Dal tema FERUS di Ferce, con Fercia e Ferocit, lital conta ancora nel
percorso Fira (omn di Fiera giorno festivo), Firo, Fierzza e i prefissati
Efferto da EFFERARE rendere selvaggio, Infierre da IN FERUS.
Fierezza ha il snm in Orgglio, questo omologismo dal prvz ORGOLH cui
lital Orgogliso con Orgogliosamnte e il prefissato Inorgoglre (IN
illativo), eppoi Rigglo sviluppo botanico dal franc URGOLI gi con
valore di orgoglio cui Rigogliosamnte e Rigogliso con Rigogliosit che
col pref italianizzato RI vale spinta.
Nel percorso del tema lat ATER di Atrce con Atrocit, oltre ad Atro-tro,
con la variante poetica Adro-dro dal gr HADROS forte-duro, che la metaf
del nero, cui il botanico Adrma, la particella fisica Adrlne (su modello di
Elettrone) cui Adroterapa e il preistorico Adrosuro, esisterebbe Ttro col
suo superlativo Tetrrimo e Tetrggine, praticamente snm, da un TAETER
vrs originato da ATER, sebbene lo si faccia derivare da un TAEDET di
valore disgusto, cos come Pgro dal lat PIGER che dovrebbe derivare da un
PIGET agire controvoglia, cui Pigrzza, Pigrzia, il prefissato Sprigrre. Il
long conta LUNZ pigro, che appare inc con termini quale Lattonzolo. Esiste
ancora il snm Mrcido pigro-ignavo-poltrone dal lat MURCIDUS vrs
relativo al nome di una divinit.
\ Vera
La Vra, quale concreta fede nuziale, era in origine un braccialetto, dal lat
VIRIA di presunta origine celt, che per la sua forma circolare ricorda la
sponda del pozzo, cui il termine Verne; nel percorso, non dovrebbe esserci
Vernda, questo dallindostano VARANDA altalena, transitato dal ptg
VERANDA, ma la connessione col rad indoeur WERO e col termine celt-lat
VIRIA non sembra poi cos perduta. Il rad WERO in concorrenza col rad

160

snm BHEIDH fidarsi (Ved Lega) cui Fede, Fiducia. Con i pref, si sono
ancora ottenuti Avverre, Davvro con un ant Daddovro (dalla locuzione
Da di vero), Invro, Ovvro; eppoi Sevro con un ellittico Svo (omn di
Sevo sego), con Severit, questo senza fede-fiducia (da prestargli),
composto con il pref separativo SE(D) cui Asseverre, Asseveramnto,
Asseveratvo e Asseverazine col doppio pref AD dal lat inv
ASSEVERARE affermare con severit. Vertro dal tema med VERATRO
cui il lat VERATRUM con Veratrna alcaloide (suff chimico INA),
Vernica, questo dal gr BERENIKION connesso con il toponimo e
onomastico Berenice, sono piante erbacee,
La Veronica cristiana infatti il nome gr Beronike o Bernike, attestatosi nel
sudario in cui rimasto impresso il volto di Ges; Vernica, ispirata al
sudario esteso con due mani, ancora la figura della cappa aperta nelle
corride.
Verismo, Verista, Vero e Verit valgono Realsmo, Realsta, Rele (omn di
Reale e Realista da REX re) e Realt o Realit, questi dal lat RES cosa,
quindi tangibile, da rad REI ricchezza, in connessione nel significato di
sgorgare con il lat RIVUS gi gr RHEIN scorrere, cui ancora Realstico,
Realizzre, Realizzatre, Realzzo e Realizzazine col prefissato
Derealizzazine o Deresmo (psicologia).

VELLO SVELLERE VELLEITARIO


VELLO
Tra i lemmi che ci giungono da remote origini, appare Vllo, snm di
Lana, materia unica per paleovestiari, attendamenti, stuoie, coperte...
da una variante popolare si ha Vllo pelo cui Villso e Villosit, il
patologico Villocntesi (col gr KENTESIS puntura).
Dalla rad WELE-D, cui il lat VELLUS, dal precedente VEL-NOS
corrispondente in area arm, lital ha ereditato Vllo pelliccia,
pelame, Vellso pieno di peli in complanare con Villoso, Vellto;
in ingl, il termine s attestato in Velvet donde Black velvet una
bevanda a base di birra nera e champagne, dove BLACK vale nero.
Vlcro un marchio commerciale coniato nel 1960, indica uno
strumento tessile il cui termine lipocoristico (o acronimo che si
voglia) della composizione franc VELOURS-CROCHET vellutouncino.
La rad WELE-D ebbe unevoluzione in WNA, attestatasi nelle aree
indoiran, slava, bal, lituana (VLNA), ger (WOLLE), ingl (WOOL),
cui (W)LaNA-Lna - in aree indoeur e latina e i derivati Langgio
attraverso il franc LAINAGE, Lanailo o Lanaiulo, il fig Lanrio
(sorta di falco), Lanta e Lanto, Lanccio, Lanire, Laniro, il dim
Lanna o Lantta, Lanizzre, Lanolna (doppio suff chimico OLO e
INA), Lanosit, Lanso o Lanto, Langine con Lanuginso da
LANUGO LANUGIS, i composti Lanmetro, Lanfero, Lanifcio,
161

Langero (suff GERO che porta, indossa), Lanitl - termine


commerciale per lana italiana, tessuto ricavato dalla caseina (latte)
in regime autarchico (fascista), il raro suff LANO rintracciabile in
Battilno, la curiosa locuzione fig Questione di lana caprina perch
essendo di cattiva qualit viene assimilata ad argomenti di basso
valore.
Il colore naturale della Lana indicato con il glb franc Beige, detim
non trovato, ma straordinaria lassociazione con il verso della
pecora, produttrice della lana, tale da far pensare ad una origine
onomatopeica.
In celt-gallese Lana GWLAN cui il volg garganico Gualano
guardiano di pecore ereditato attraverso le dominazioni dal Nord
Europa.
In area glb si conta dallingl Shetland, una sorta di tessuto di lana
prodotta dalle pecore delle omn isole Shetland, e la locuzione
Lambs Wool (dal 1965) cui il termine composto Lambswool che
vale sorta di lana morbida con LAMB agnello.
Una particolare razza di pecore detta Merno, cui la pregiata
locuzione Lana merino, gi sp MERINO di presunta etim connessa
con la trib africana dei Benimerines, termine diffuso dagli inizi del
XIX sec.
Sul Gargano, antichissima terra di pastori, esiste lo storico toponimo
Merinum fondato dai colonizzatori della Magna Grecia; cos indicato
si potrebbe affermare, poich era un centro dallevamento di questa
razza da essi importata, che lindicazione di Merino sia un
ripescaggio. Ancora, la locuzione (Pecora) merinizzata italiana.
Attraverso il gr KROKYS fiocco di lana, lital conta il termine
psico- patologico Crocidsmo e Crocidolte (suff ITE per minerali).
Unarmatura tessile per stoffe di lana definita Batvia, un
omologismo ol ispirato alla capitale di Giava oggi Djakarta.
Dal lat VELUM, gi in ant WEKSLOM, ci giunge Vlo 1 della stessa
rad indoeur WES vestire e non difficile afferrarne la connessione,
cui, praticamente in omonimia, Disvelre con Disvelatzza,
Disvelto e un Disvelatra col pref DIS di separazione vale
manifestarsi del tutto, Rivelre, con Rivelatre e Rivelazine col
pref RE dinversione sta fig per chiarire e Svelre che col pref S
sottrattivo vale semant togliere il velo per, nella nostra lingua,
Disvelare vale il togliere materialmente il velo (copertura) come lo
scoprire un monumeno per inaugurarlo mentre Svelare assume il
significato fig di Palesare, Rendere manifesto (esempio Svelare il
nome della propria ragazza)
In ar, Velo MIZAR cui gli omologismi ital Msere o Msero.
162

semant curioso che nel semplificare una consonante sottenga


parimenti una ridotta consistenza materiale: Vello-Velo. Derivati,
Vla, Velme, Velre, Velrio, Velatno, Velto (fig anche
offuscato), Velatra, Veleggire con Veleggiamnto, Veleggito,
Veleggiatre e Velggio, Veltta, questo capo dabbigliamento delle
donne europee adottato negli anni Quaranta del XX sec (in
concorrenza con il velo delle arabe), Vlico, Veliro, Velno,
Velsmo, Velsta (col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in
ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere),
Velstico, Velvolo (in origine Nave a vela, semant anche Aeroplano)
dallaggettivo lat VELIVOLUS. Una particolare manovra nautica per
tirare la vela indicata con lingl Cunningham in area glb, vrs dalla
cognomastica.
Si conta che lidea della Vela sia nata con luso della Canapa
nell8000 aC in Mesopotamia, per arrendersi nel XX sec al Nylon.
Eppoi Velna con Velinre, Velinrio e Velinro, questultimo
termine starebbe per chi riproduce copie dei comunicati del potere
da cui dipende (una specie di portaborse del portavoce); metaf,
per, potrebbe stare per chi informa tempestivamente lopinione
pubblica di risoluzioni non ancora ratificate e che pertanto potrebbe
vanificarle (talpa).
Il gr conta ERION lana in connessione fig con il lat class ERICUS
riccio dal gr KHER, cui Erinsi e il pref ERIO per composizioni
quali Eriocalcte o Erioclco, Eriodinammetro, Erifilo, Eriforo,
Erimetro, Eriosma afide (col gr SOMA corpo); da non
equivocare con il termine Ersamo o Ersimo sorta di pianta
erbacea questo dal gr ERYSTHAI difendere-proteggere cui ancora
Erstica ed Erstico.
1
Vlo anche termine anatomico con valore di Membrana, quale Velo virginale o
Imene, Velo palatino altrimenti detto Palato molle, Velo pendulo o Velopendulo, con
laggettivo Velre, svoltosi nella fonetica cui Velarizzto e Velarizzazine. Il suono
velare, cui la consonante g, sottiene fronteggiando o lambendo il velo palatino con il
dorso della lingua.

\ Radicale WELE Valere Vulnerabile Vaglio


Dalla radice iniziale WELE amministrare e dal lat VALERE ci pervenuto
Valre essere valido, cui Vglia assegno (che vale) da VALEAT (3
persona sing del congiuntivo) con Vglia pregio devb da VALERE,
Valnte dal Ppres VALENS (appare sovente nella cognomastica) cui
Covalnte e Covalnza (pref CUM associativo), con Valenta e Valnza,
Valvole questo con suff ital di aggettivo verbale attivo EVOLE, Validit,
Vlido da VALIDUS, Valre da VALOR astratto di VALERE con
Valorile, Valorizzre, Valorizzatre, Valorizzazine, Valorosit e
Valorso, eppoi il Pp Vlso cui Valsnte (formati dal passato remoto Vlsi),
lant Pp Valto cui il corrente sostantivo Valta donde Valutre con

163

Valutbile, Valutrio, Valutatvo, Valutazine e Valutstico; lacromimo


scolastico INVALSI vale Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema
dellIstruzione, donde la locuzione Prove Invalsi.
Ancora, i prefissati Svalorizzre, Svalutre con Svalutatvo e Svalutazine
(S sottrattivo), eppoi il saluto romano VALE, che stava per sta bene, gli
onomastici Valerio da VALERIUS di valore attraverso il verbo VALEO
valgo con Valeriano figlio di Valerio e Valentino da VALENTINUS che
vale attraverso il Ppres VALENS, i prefissati Avvalrsi da AD VALERE cui
Avvalnte, Convalescnte dallincoativo CUM VALESCERE riprendere
forza cui Convalescnza e Convalescenzirio, Convlidare da
CONVALIDARE di CUM VALIDUS cui Convlida, Convalidamnto e
Convalidazine. Col pref ESA (dal pref gr EKSA da EKS sei), Esavalnte
con Esavalnza. Col pref IN negativo, Invalre cui Invlso, Invlido Ida
INVALIDUS cui Invalidre, Invalidbile con Invalidabilit, Invalidamnto,
Invalidnte e Invalidazine.
Dal coronimoValeria, ant regione della Pannonia, si ha Valriana (pianta
erbacea medicinale) cui Valeriancee (Famiglia alla quale appartengono le
Dicotiledoni), Valerianto (Sale o Estere suff chimico ATO), Valerianlla
(snm di Dolcetta) e Valerinico.
Prevalre con Prevalnte che vale prima, Prevalentemente, Prevalnza e
Prevlso da PRAE VALERE. Dalliterativo Rivalre si conta Rivalrsi cui
Rivlsa dal Pp Rivlso eppoi Rivalutre con Rivalutatvo e Rivalutazine. Il
percorso prefissato conta infine Equivalre con Equivalnte, Equivalnza
(con AEQUUS uguale).
Il ger conta un ERNUST valoroso cui lonomastico Ernesto.
Connessi alla rad WELE, le voci Valetdine salute da VALETUDO
VALETUDINIS
e
Valetudinrio
cagionevole
dal
lat
VALETUDINARIUS, questo con presumibile aferesi del pref IN negativo in
un INVALITUDO INVALITUDINIS con suff aggettivante IO.
Il verbo Vaglire col devb Vglio, snm di Cribro, invece, non ha nulla del
Vaglia, bens, deriva dal lat volg VALLIARE, questo denm da VALLUS
quale dim di VANNUS setaccio, cui lagricolo Ravaglire (pref RAD) con
Ravagliatre e Ravagliatra.
Dallampliamento di un omn rad WELE ferire nel lat VULNUS ferita,
questo ancora utilizzato inv Vlnus nel giuridico, sono pervenuti
Vulnerbile con lopposto Invulnerbile (pref IN negativo), il denm
Vulnerre ferire da VULNUS
cui Vulnerbile e Vulnerabilit,
Vulnernte, Vulnerria questa sorta di pianta delle Papilionacee dazione
astringente per ferite, Vulnerrio cicatriizzante.
\ Cotone Lino Rascia Seta
Cotne lomologismo dallar AL-QUTN, probabile remota connessione
med con il lat CUTIS pelle, cui Cotonceo, Cotonre, Cotonria, Cotonta e
Cotonto, Cotonatra, Cotonlla, Cotonera, Cotonire, Cotoniro, Cotonna,
Cotonizzre e Cotonizzazine, Cotonso, la locuzione Cotone idrofilo snm
di Ovatta, i composti Cotonicoltre con Cotonicoltra, Cotonifcio. La
locuzione Filo di Scozia vale di cotone. Stato del cotone cos indicato lo
stato americano dellAlabama.

164

Il termine medv Gambesne giacca imbottita sotto larmatura per cavalieri


litalianizzazione della composizione del ted ant WAMBA stomaco con
lar AL QUTN cotone questo attraverso il franc AKETON gi ant
ALCOTTONEM. Snm di Gambesone sono Gambesn, Aketon o Zuppa
darme dove il termine Zuppa varrebbe morbido.
Un particolare tessuto di colone indicato con Flpa (adottato dal 1598),
omologismo dal franc ant FELPE, cui Felpre, Felpto e Felpatra; altro
particolare tessuto di cotone il Mak o lomologismo Mac dal toponimo
egiziano Mako accentato alla franc, adottato dal 1918.
Bambgia cascame di cotone dal lat volg BAMBACIA gi class
BAMBAX dal gr BAMBIKS baco da seta, cui un Ba e gli espliciti
Bambagito, Bambagna e Bambagno questo con le corruzioni in Basno o
Basno attraverso il franc BOMBASIN, il fig Bambagina o Bambagine, il
prefissato Imbambagire, un implicito Basno attraverso il franc
BAMBASIN bambagina e un Bombaccee (Famiglia botanica) da
BOMBAX metaplasmo di BAMBAX; termini vrs composti, poich,
escludendo o meno il gruppo BAM, se ne estrae, attraverso un macchinoso
percorso, Bigtto baco da seta fig dal lat volg (BOM)BICEM gi class
(BOM)BYX insetto ronzante cui Bigattia, Bigattira e Bigattire, Bgio
colore grigio spento dal lat volg BICJUS gi class (BOM)BYCEUS cui
Bigllo questo panno fig per il colore grigio e Bigignolo (su calco di
Azzurrognolo), eppoi Bgia e Bigiarlla passeriforme, fig dal scolore delle
penne, il fig Bigno libretto con le traduzioni dal latino o greco o
manuale didattico riassuntivo per il colore depoca della veste tipografica.
ancora Bgaro o Bghero e Bigherno merletto attraverso un sett Bigo da
un (BOM)BICE.
Attraverso lol KAPOK bambagia lital conta il glb Kapok o gli omologismi
Capok o Capc.
Il lombardo Bigire snm della locuzione di Marinare la scuola dovrebbe
derivare fig da Bigio quale oscurare le lezioni-renderle di colore grigio.
Il veneto Bgolo, meglio Bgoli sorta di pasta alimentare a forma di
vermicelli, dovrebbe anche questo derivare fig da Bigio per il suo colore
prodotto con amalgama di sarde (ricetta tradizionale), cui laccr Bigolne ed
il risvolto Bacchillne, questo incrociando Baccello con Bigolone, donde
lidronimo Bacchiglione nel padovano; c da aggiungere per che Bgolo,
sempre in veneziano, il bastone ritorto portato sulle spalle dallAcquaiuola
- Bigolnte - dalle cui estremit pendevano due secchi dacqua, pertanto da
bastone ritorto a spaghettone o vermicello, il passo fig breve.
Fuori percorso Bigncia-Bigncio (corretta accentazione bigncia-bigncio)
dal lat BI CONCIUS doppia misura (di liquidi), Bigtta (marmitta) questo
inc di Bigoncio col sett Bauta o Bautta, e Bigtto, col fem Bigtta,
omologismo dal franc BIGOT che vale per Dio (in nome di Dio), attribuito
ai normanni, cui Bigottera, Bigottsmo e ancora il prefissato Sbigottre con
Sbigottto e Sbogottimnto (S intensivo) che si sarebbe svolto nel senso
corrente dalloriginale preso dallestasi.
La locuzione Occhio di bigotta indica fig il foro per il passaggio di un cavo.
Lno pianta e tessuto dal quali si ricava dal lat LINUM dal gr LINON di

165

eredit indoeur in occidente, rintracciabile infatti nelle aree slava e gr, vrs in
connessione con il gr SINDON inv in lat SINDON tela di lino, il sudario
col quale gli ebrei avvolgevano i cadaveri, cui Sndone, termine questo per
accezione il drappo che aveva avvolto il corpo di Cristo nel sepolcro, sul
quale, secondo la tradizione, restata impressa limmagine. In percorso,
Lincee (la Famiglia botanica), Linio sorta di rete per pescare, Linaila
quale snm di Linaria, Linailo (il mestiere) e Linria sorta di pianta erbacea
snm di Linaiola, eppoi i composti Camelna o Camellna (col gr KHAMAI a
terra e LINON), lesot Gridollno dalla locuzione franc GRIS DE LIN
grigio di lino, il composto Crinolno cui Crinolona, Linto dal latr
LINTEUS tunica di lino bianca sotto larmatura cui Linteta la cavalleria
sannita, Linolena (con il lat OLEUM olio) con Linolico o Linlico,
Linoleografa, eppoi Linleum, il glb franc Linon esito di unant
composizione LINOMPLE (con OMPLE unito) con ladattamento ital
Linne, Linsa attraverso il franc LINUISE seme di linoe vrs il toponimo
di Linosa (isola di), la terza delle Pelagie, in senso fig piccola come un
seme cui Linoste minerale di Linosa, Linotipa fotoriproduzione su tela
di lino con Linotpico e Linotipsta (col suff ISTA di collegamento ad

un mestiere in omn col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in


ISMO), la locuzione Panno lino, il glb Linotype. Il composto
Linonofoba indica lavversione per i legacci (ant fatti di lino).
Eppoi, Lnza con Lenzre dal volg LENTEA e Lenzulo o Lenzlo, o
ancora Lenzl, da LINTEOLUM dim di LINTEUM, sono i derivati
dallaggettivo lat LINTEUS di lino. Attraverso il franc LINGE lino, cui un
desueto Lngio dal lat LINTEUS, lital conta Lingerie inv da LINGERIE con
ladattamento Lingera, Lingersta. Il lemma Lenta, un esot attraverso lo sp
LANTIA imbracatura, appare vrs in connessione. Lino ha assunto attraverso
il gr la semant di rete, cui lonomastico Lino.
Tra i tessuti, la Rscia di provenienza serbocroata, il cui nome legato alla
citt di Rascia e del regno RASCKA. NellOttocento, la Rasctta era
preferita dai poveri montanari, ovvero uno spinato di lana rozza. Una
connessione rad, in risvolto fig, dovrebbe esserci col lat medv RASCETA
palma della mano-mano, che avrebbe portato a Racchtta; la racchetta da
neve indicata con Cispola, detimo non ritrovato, ma supposta
connessione rad con il gr KYATHOS coppa.
Sta sostanza naturale dal lat SAETA crine (per la sua somiglianza), dal
tema med SAITA peli grossi cui cui Stola, Setolre, Setolinre, Setolno,
Setolso o Setso, Setolso; da SAETA, lital conta Setaila, Setailo,
Setle, Setera, Setso (questo omn di Setoso o da Setola o da Sete), i
composti Seticoltra, Setificto, Setifcio; coesiste il termine Srico dal lat
SERICUS (omn di Serico da Siero) relativo a Seta attraverso il gr SERIKON
seta, derivato dal popolo dei Seres, cos chiamati dai greci, vrs Cinesi,
produttori della seta, cui Serceo, Sericgeno, Sericna cui Serna e Sericte
(pref chimici INA e ITE), Serittrio (col suff da Batterio), i composti
Sercolo (dal lat COLERE coltivare) con Sericoltre o Sericultre,
Sericoltra o Sericultra, Serigrafa (da non equivocare con Seriografia) snm

166

di Crivellografia, con Serigrfico, Sermetro; eppoi Srgia attraverso il lat


volg SARICA gi SERICA fem di SERICUS. Il termine Damsco tessuto
di seta con motivi floreali con lomm Damsco acciaio speciale prendono
il nome dalla citt di Damasco. Un tessuto di seta con fili poco pregiati
indicato in area glb con Shantung cui lomologismo Scintung, relativo al
coronimo cinese Shantumg.
Setccio o Stccio, questo con sincope della e (da dittongo lat ae), dal lat
volg SAETACJUM connesso con il lat SAETA crine, cui Setaccire,
Setaccita, Setacciatra e, in complanare, Staccire, Stacciio, Staccita,
Stacciatre, Stacciatra, i dim Staccno e Staccilo o Stacciulo. La
connessione con SAETA dovuta allutilizzo del crine per comporre la
retina dello staccio.

SVELLERE
Lazione di Vllere strappare, di eguale rad con il sostantivo
VELLUS, starebbe ad indicare che anticamente la lana (il vello) non
si tosava, ma si strappava, cui il prefissato Disvllere (DIS di
separazione) snm di Sradicare. Altres, Vellicamnto, Vellicazine,
Vellicho, Vellicre pizzicare per strappare il vello semant mutatisi
in solleticare. Il lat VELLERE vale schiantare e dal suo Pp
VULSUS fiacco lital conta la corruzione in Blso flaccido cui
Bolsggine o Bolsdine.
Con i pref, lital ha ottenuto Avllere dal lat AVELLERE (pref A)
cui Avulsine con Avulsvo e il Pp Avlso strappato, Convlso
con Convulsine, Convulsvo e Covlso col pref CUM
dintensificazione ed il Pp VULSUS (che ricorda il movimento
frenetico delle mani che strappano la lana), Revulsine o Rivulsine,
con Revulsvo o Rivulsvo, da REVULSUS Pp di REVELLERE
(pref RE di movimento inverso), Svllere e Svellimnto col pref S
privativo dal lat EXVELLERE togliere-strappare con forza il vello
cui la variante Evllere eppoi il Pp Svlto, con Sveltzza e Sveltre,
che semant indica azione a strappo, ovvero rapidamente; snm di
Svelto il lemma Lsto di etim ignota (si configurerebbe una
composizione del lessema con il sct HASTA mano nel senso di
veloce di mano in connessione, quasi un snm, con Presto a
portata di mano-in breve tempo), cui Lestzza, la composizione fig
Lestofnte ragazzo troppo abile (in senso negativo) e il prefissato
Allestre con Allestitre e Allestimnto (pref AD).
Esiste lomn Svlto sciolto da SUELTO ereditato dai tempi
delloccupazione spagnola. Altro verbo Divllere (pref DIS
estrattivo), col Pp Divlto, che starebbe ad indicare strappare in
snm con Svllere, ma del vello non c pi traccia, quindi sta per il
pi generico strappare con forza; nel percorso si ha ancora
Divulsine, ilsecondo Pp Divlso e Divulsre. Archimede (III sec
167

aC) invent uno strumento per curare le slogature, problemi alle


articolazioni, e lo battezz Divulsle.
Da rad PEK-T strappare di area gr e bal, derivato Pcora
(lanimale da svellere), la cui vita media di 15 anni, con derivati e
fig Pecorggine, Pecorio o Pecorro (suff di mestiere AIO col
corrispondente mer ARO), Pecorme, Pecorre, Pecorccio, il dim
Pecorlla, Pecorsco, Pecorle, Pecorno (formaggio) cui i rinomati
Pecorino romano e Pecorino sardo, Pcoro, Pecorne, Pecorso,
Pecorme, il prefissato fig Impecorre e il composto Cartapcora con
Incartapecorta; il verso Belre, con Belamnto, Belnte, Belo,
Belta, Belto, Blo e il fig Belne, dorigine onomatopeica,
rintracciabile nel franc BELIER montone.
Pecora inv dal lat PECORA che inizialmente era il plur di PECUS
bestiame-gregge forma collettiva di PECU, cui il dim PECULIUM
piccola parte del gregge, svoltosi in ital Peclio che sta per
patrimonio in riferimento ad animali dallevamento; questo il
termine che ha avviato il percorso anche fig di Peculto, Peculire,
Peculiarit, Pecnia, Pecunirio. La definizione astronomica Stella
peculiare indica la stella fuori della norma.
Una grassa pecora asiatica-cinese indicata con lomologismo
Argli direttamente dal persiano ARGALI pecora selvatica,
altrimenti detta Pecora di Marco Polo poich la descrisse
storicamente.
Il piccolo meno di un anno, nato dalla Pecora, indicato con
Agnllo o poeticamente Agno-gno e al fem Agna-gna. Agnllo
dal lat AGNELLUM dim forzato di AGNUS questo gi con valore di
agnello gi gr AREN ARNIOS, cui Agnellio o Agnellro,
Agnellatra, il sostantivo dim e aggettivo Agnellno, Agnellne,
laggettivo Agnno.
Arnoglssa dal gr ARNOGLOSSON lingua dagnello sorta di
pianta con foglie simili alla lingua dagnello.
Ancora dal gr si ha Arnomanza con Arnomnte che larte di
divinizzare attraverso le viscere dagnello.
Agnello la metafora della purezza, dellinnocenza, della castit
dalla locuzione lat AGNUS CASTUS agnello casto, donde pur
perdendo laggettivo CASTUS ne assume ogni significato, infatto in
gr HAGNUS vale casto. Fuori percorso, lital conta un Agnoltto
involucro di pasta di derivazione dal toscano Agnelltto, cui il torinese
Agnulot; non chiaro, anche in senso fig, il riferimento ad Agno-Agnello,
oppure ad Angelo-Agnolo, a meno che, dalla sua bont, non sintendesse in
origine cibo per gli angeli; comunque altre ricerche lo farebbero derivare
dal lat volg ANELUM anello.

La pecora selvatica in ambito sardo il Muflne, o Muffine o


168

Mufine, attraverso il lat MUFRO MUFRONIS gi MUSRON di


genesi paleosarda.
Il maschio della Pecora Arite (questo anche il nome di unant
macchina militare terrestre da urto e sfondamento e segno
zodiacale) dal lat ARIES ARIETIS svoltosi nel franc HRUT cui
lispirazione per il prvz URTAR e il semiomologismo ital Urtre cui
il devb Urto-rto o Urta-rta, Urtamnto, Urtnte fig indisponente,
Urtta e Urtatra; lo sp conta invece CARAMBOLA urto, cui lesot
Carmbola utilizzato nel gioco del biliardo con la variante Carolna
quale libero adattamento del dim Carambolna.
Il gr conta lo specifico KRIOS ariete cui Cricera sorta di
coleottero con il gr KERAS corno.
Una pregiata razza di pecore il Carcul o Caracl o inv Karkul
omologismo dal toponimo KARAKUL in Uzbekistan.
Il termine Strappre dal franc STRAPPON, cui Strppo, vrs
connesso al lemma long Trppa laccio, cui Trppola, Intrappolre,
Rattrappre con le varianti Rattrappre cui Rattrappimnto (denm da
Trappa col doppio pref RI AD), eredi del rad PEK-T. Il termine
Rattrappnte, invece, adottato dal 1993, attraverso ill franc
RATTRAPANT Ppres di RATTRAPPER riprendere.
Dalla zona da pettinare prende nome il termine lat PECTUS,
rintracciabile vagamente in aree tocaria e celt, cui Ptto con Pettta,
Pettna e Pettno, Pettira, Pettorle sia sostantivo sia aggettivo,
Pettoreggire (urtarsi con il petto, fig confrontarsi), Pettorna,
Pettorto e il prefissato Impettre o Impettrsi con Impettto, questo
con un snm in Desptto o Disptto attraverso il franc ant DESPIT e
con un secondo snm in Spcchia cui Spocchine e Spocchiso
detim non trovato, il prefissato Espettorre con Espettornte,
Espettoratvo, Espettorto, Espettorazine,
eppoi i composti
Battiptto, Controptto, Doppioptto con Monoptto, Guardaptto,
Rimptto e Dirimptto (pref DI RI), Soprapptto, Pettazzrro e
Pettirsso sorta di uccelli, il glb ingl Petting lasciarsi ad effusioni
erotiche, snm del volg Pomiciare da TO PET accarezzare. Il
percorso continua con Pttine-Pettinre, attraverso il gr ant PKT-EN
cui Ctenfori (Tipo di invertebrati, col gr PHOROS portatore),
termini questi per indicare vrs la pratica di pulizia dellanimale dai
rimasugli lanosi dopo lo svellimento. Dal nome di strumento Pettine
dal lat PECTEN, discendono Pettignne (ant pube), Pettinre,
Pettinabilit, Pettinta, Pettinto sia capelli in ordine sia lo
scientifico simile ad un pettine, Pettinatre, Pettinatrce,
Pettinatra, Pettinlla, Pettnidi o Pectnidi (Famiglia di molluschi),
Pettinira, i dim Pettinna e Pettinno la locuzione anatomica
169

Muscolo pettineo dal lemma Pettneo attraverso lingl PECTINEUS;


attraverso il franc RIPLIN pettine di ferro, lital conta lomologismo
Rbbio con Rebbire, Rebbita e Rebbsta. Rebbio ognuna delle
punte di una forca, forchetta e diapason; i rebbi della fiocina e del
tridente hanno in pi lardiglione.
\ Una forchetta a quattro rebbi fu ideata a Napoli, in epoca borbonica, per meglio
avvolgere gli spaghetti per portarli in bocca. \

Dallo specifico gr STETHOS petto, lital conta i composti


Stetoscpio con Stetoscopa e Stetoscpico; strumento di
competenza medica inventato da R. T. H. Laennec nel 1816.
\ Feudo e Vassalli
Fudo dal lat medv FEUDUM, gi franc FEHOD propriet di bestiame
identico a PECUS bestiame-gregge, cui FIEU e lital Fo, questi nella
locuzione Pagare il fio valeva Pagare il feudo ovvero il balzello,
successivamente svoltosi fig in Pagare il fio di una colpa, ossia Pagarne
le conseguenze. Da Feudo, i derivati Feudle, Feudalsimo e Feudatrio.
Il Feudo era organizzato in Vassalli, Valvassori e Valvassini. Vassllo dal
lat medv VASSALLUS da VASSUS servo gi celt KWAS, Valvassre dal
prvz VALVASSOR da VASSORIUM vassus dei vassalli, Valvassno questo
dim di VALVASSOR e sta per vassus del valvassore e , in gerarchia, anche
del vassallo; in percorso Valltto e Valltta attraverso il prvz VALET dal lat
VASSALLUS.
In omologismo storico-medv e linguistico, il termine Samuri inv dal
giapponese SAMURAI vale membro della casta militare da SAMURARU
essere al servizio di il cui codice donore il BUSHIDO.
In associazione si ha Omggio con Omaggire, dal franc HOMMAGE
derivato da HOMME uomo nel senso di vassallo, pertanto sta per atto di
sottomossione al suo signore; il lat medv aveva HOMINATICUM
omaggio, col suff medv ATICUM, di pari elaborazione con il termine
Formaggio dal franc FORMAGE e dal lat medv FORMATICUM.
Dal franc, lital conta il glb Cotillon omaggio a sorpresa svoltosi da
COTILLON gonnella dal nome di unant danza.

VELLEITARIO
Da ben diversa rad ci arriva invece il termine Velleitrio con i
sostantivi Velleit o Velleitarmo. Nella sua accezione di volitivo
lastratto lat di VELLE volere, che linfinito class di VOLO voglio,
rad WEL volere diversificatasi dallomonima rad WEL volgere, ma
che spesso appaiono assimilate. Da VOLO voglio pervenuto pi
esplicitamente il volg VOLERE, cui Volre con Volnte, Volentiri,
Volenterso, Volitvo, Volont, Volontrio con Volontariamnte,
Volontarito, Volontariet, Volontarsmo e Volontarstico; eppoi
Vglia e Vogliso dal volg VOLJO, i prefissati laggettivo Invto da
INVITUS contro voglia (omn del sostantivo Invito) e Involontrio
privo di voglia, i composti Benvolre e Malvolre, Disvolre,
literativo Rivolre, Stravolre bramare, un opposto Svolre (S
170

sottrattivo).
Dalle locuzioni lat QUAM VELLES quanto tu voglia e QUOD
VELLES quel che vorresti lital ha tratto rispettivamente Cavlle e
Covlle qualche cosa nonnulla cui Noncovlle con valore di
nulla.
Ma il voglio di Velleitario semant bizzarro, capriccioso, estroso,
fantasioso... senza efficacia. Occorre contare nel percorso il termine
Nolnte, sempre in binomio nella locuzione Volente o nolente, che
dal Ppres lat NOLENS, lellittico risultante da una mutazione
progressiva del composto NE VOLO non voglio successivamente
NOVOLO per attestarsi nellinfinito NOLLE e in NOLO non voglio,
cui ancora Nolont su modello di Volont, eppoi la locuzione divina,
inv dalla traduzione lat, pronunciata da Ges Noli me tangere Non
mi tocccare (non voglio che mi tocchi) nei riguardi di Maddalena,
locuzione che indica in botanica una sorta di piante altrimenti dette
Impatinte e Sensitva. La rad indour WEL volere riappare nellingl
WILL e nel ger WILL volont cui lonomastico Guglielmo, con i
suoi dim fem Mina e Wilma da Guglielmina, italianizzazione di
WILLIHELM protettore della volont composto con HELM elmo
fig protezione.
Linc della radice WEL volere con laggettivo lat VOLUPIS tratto
dal nome della dea del piacere Volpia, ha prodotto il lat VOLUPTAS
VOLUPTADIS cui Volutt o il fedele al lat Voluptde, Voluttario,
Voluttuoso con Voluttuosit.
\ Tocario
Il Tocrio o Tocrico o Tochrio lant lingua indoeur parlata nella parte
orientale del Turchestan; i greci chiamavano quel popolo TOCHAROI.

VEZZO VESSARE VESSILLO


VEZZO
Il parlar doggi e la sua naturale omologazione nello scrivere sono il
risultato di svariati influssi linguistici da strutture precedenti,
scomparse o semant sopravvissute altrove. L'ital uno scrigno
straordinario ed una lingua che non pu che essere calzata
comodamente da un popolo che, negli aspetti e nelle manifestazioni,
racchiude unantica ed immensa cultura eterologa. Poniamo ad
esempio Vezzo e Vezzato, per cui potr apparire logica la
correlazione del secondo col primo lemma, come nel caso di VizioViziato.
Vzzo (dal XIV sec) da lat VITIUM cui Vezzatamnte, Vezzto,
Vezzeggire con Vezzeggiamnto, Vezzeggiatvo e Vezzso con
Vezzosit stanno per abitudine spesso non bella, oppure per
carezza, moina, smanceria e monile (senso lato); in percorso
171

prefissato si ha Avvzzo condotto ad unabitudine, aggettivo


estratto o sostantivo devb da Avvzzare (pref aggiuntivo AD
allativo) cui Avvezzamnto e Avvezzto con Disavvezzre (doppio
DIS dispersivo) far perdere unabitudine cui il Pp Disavezzto
aggettivato in Disavvzzo, Disvezzre e Disvezzto, eppoi ancora
Divezzre snm di Slattare (cambio di pref da AD a DI ) cui
Divezzamnto e il Pp Divezzto aggettivato in Divzzo. Svezzre
(pref sottrattivo S) sottrarre ad unabitudine cui Svezzamnto,
Quasi snm il termine Vzio (sempre dal XIV sec) sempre dal lat
VITIUM cui Vizire, Vizito, Viziatra, Vizitto, Viziso con
Viziosit, la locuzione eccl Vizi capitaliincluso il prefissato
Stravzio (STRA superlativo) cui il denm Stravizire.
Vezzo lestratto di un presunto VIRE, che verbo denm lat di VIS
violenza, cui i derivati Violre con Violbile, Violto, Violatre e
Violazine, Violnto o Violnte con Violentre, Violentatre e
Violnza 1, Vitre ed Evitre.
Vezzto nel senso di scaltro-accorto viene invece in eredit dal
prvz VEZAT derivato questultimo da VEZAR avvezzare;
provenienti da VITIUM e dal presunto VIRE latini, semant mutati in
quelle contrade francesi.
Certo, il lemma Abitudine-Vitium lo immaginiamo remoto da
Scaltrezza-Vezar, talvolta in opposizione (abitudine-vizio snm di
riflesso condizionato, ovvero azione priva di raziocinio), ma se
entrambi - Vizio Vezzo - arrivano da VIRE - che ci porta semant ad
evitare - possiamo dedurne che il prvz abbia assimilato lazione di
evitare con propriet di scaltrezza.
1
La personificazione mitologica gr-lat del male fisico era rappresentata dalle Erinni in
gr ERINNYS, da non mettere in connessione col termine composto Erinnofila questo
omologismo ellittico dalla locuzione ted ERINNE RUNGSMARKE e vale
collezionismo di bolli non postali cui Erinnfilo.

\ Convito Convitto
Il termine Evitre e dal lat inv EVITARE composto di EX intensivo e
VITARE, questo denm da VITUS di sua volont legato a VIS tu vuoi, tutti
discendenti dalla rad WEI desiderare spontaneamente, cui il lat INVITARE
far venire, e lital Invitre col pref IN intensivo (omn di Invitare avvitare)
cui il devb Invto (omn di Invito contro voglia), eppoi Convitre col COM
associativo cui Convitto e Convto pranzo.
Lassonante Convtto istituto con Convittre invece dal lat
CONVICTUS astratto da CONVIVERE convivere COM VIVERE (Ved
Morto), cui Convva, Convvere, Convivnte, Convivnza; i termini
Convvio e Convivile appaiono con entrambi gli etimi VITARE e VIVERE
sovrapposti. In composizione prefissata si ha ancora Sopravvvere con
Sopravvivnza; dallingl SURVIVAL sopravvivere, lital conta infine gli
omologismi Survivalsmo con Survivalsta (col suff ISTA di collegamento ai

172

sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere che


qui si sovrappongono ove si intenda istruttore) e Survivalstico.

VESSARE
Diversa analisi merita lassonante Vessre-Vessazine, Vessatrio,
Vessatre opprimere, maltrattare moralmente, dal lat VEXARE
agitare, tormentare. La rad ci riporterebbe ad un presunto
progenitore WEG vigile, vigoroso, cui WEGH sino al lat VEHERE
trasportare, corrispondenti al ger WAGE bilancia e al gr WOKKOS
scuotitore. Dal Ppres VEHEMENS del lat VEHERE nato
Veemnte il cui opposto Clemnte col derivato Clementno dal
Ppres lat CLEMENS docile fig dalla rad KLEI piegare, cui
lonomastico Clemente e la sua versione slava in Milen al fem
Milena; eppoi Clemnza dal lat CLEMENTIA e Clementna, snm di
Mandarancio, questo attraverso il franc CLEMENTINE il noto
agrume ibrido dal nome del missionario Clemente che ne contribu
limportazione dallAlgeria nel XX sec.
evidente che il nostro Vessare abbia cominciato a prendere forma
dal gr scuotere, per poi passare dal lat tormentare, prima di
formalizzarsi nel significato di schiavizzare, opprimere. Continua
a succedere per molteplici lemmi, per i quali la semant appare senza
soluzione di continuit, quindi nulla pu accertarci che Vessre non
subir altre mutazioni.
VESSILLO
Il lemma Vessllo dal lat VEXILLUM, quale dim di Velo questo
per risalente ad un ant WEKSLOM, ci giunge dalle identiche rad
WEGH (VEXARE), ossia che si scuote, che trasportato, quindi
scosso, trasportato, tormentato dal vento. Da Vessillo, si sono
ricavati Vessillrio, Vessilfero, ma anche Vessillologa e
Vessillogo, questi due la materia e lo studioso - o collezionista - di
bandiere, estensibile ad armi ed uniformi, in competizione semant
con Oplologia, Oplologo.
Nel percorso si conta il prefissato Convsso con Convessit dal lat
CONVEXUS ricurvo, immaginando la forma che assume un vessillo
(o una vela) gonfiato dal vento, in opposizione a Concavo con
Concavit.
Vessllo anche Bandira dal prvz BAND(I)ERA, nel senso di
insegna-ci che simboleggia la banda, cui Banderio, Banderse,
Banderglia o lesot sp Banderlla con Banderillro, Bandierbile,
Bandierio, Bandierre, il dim Bandierna.
\ La bandiera dei pirati, quella col teschio e le ossa incrociate, era chiamata glb
JOLLY ROGERS \

Bnda un termine polisemico; sta per parte se attinto al prvz


Bandre, e Banditre da BANDWJAN dare il segnale, Bandta,
173

Bandto incriminato tramite bando-intimazione, in estensione vale


allontanamento. esiliato con Banditsco, Banditsmo, lesot sp
Bandolro da BANDOLERO, le composizioni Imbandre (da
convitare tramite bando s attestato nel significato corrente),
Contrabbndo (contro il bando); dal franc medv BAN bando cui
BANAL proclama per tutti, lital ha assunto lomologismo Banle,
Banalizzre, eppoi cui il carolingio Eribnno bando del re dal lat
HERIBANNUM omologismo dal ted HERIBAN.
Nel volg centro-mer sopravvive Banna per Banda banda musicale
o parte e Banno per bando.
Attraverso il lat BANDERIUM membro di una banda il serbocroato
conta PANDUR cui litalianizzato Pandro miliziano con un fig Pandro
persona rozza e violenta.

Bandiera o Vessillo o ancora Striscione tradotto in ingl con


BANNER, termine questo glb Banner dalluso del computer, dove
vale quale striscia che riporta il nome del sito, cui Web banner o
Banner ad che vale quale pubblicit attraverso un banner. Si deduce
che il lemma ingl BANNER connessa in dimensione indoeur con il
lat BANDUM insegna, vicino al franc BAN e al volg ital Banno.
Il termine Abbandonre, cui il devb Abbandno, che sembrerebbe
voler significare mettere da parte (banda) in realt
litalianizzazione, ovvero lomologismo dalla locuzione franc A
BAN DONNER dare al bando ossia porre a disposizione
dognuno-lasciare del tutto libero, cui Abbandonto, Abbandnico,
Abbandonsmo e il prefissato Riabbandonare (RI iterativo), in
connessione con Adonre dal franc SADONNER abbandonarsi il
cui verbo DONNER connesso con il lat DARE-DONUM.
Banda un termine polisemico e pertanto non semplice
rintracciarne lorigine rad, tuttavia si pu immaginare una
connessione con BHA parlare in riferimento ai bandi con valore
dannunzio e davviso, con BHAS autorizzare in relazione alle
bandiere, alle insegne di comando, al dare il segnale, con BHAD
fasti in relazione alle festose banderuole; in ogni caso con base
unificante BH.
Dallar KHRUMIR contrabbandiere il franc aveva tratto KROUMIR
cui lomologismo fig ital Crumro.
Il termine Bandna dal hindi BADHNU attraverso il ptg, ma vrs
sovrapposto a Banda striscia.
Fuori percorso, ancora, Bandonen, uno strumento musicale, simile
ad una piccola fisarmonica, dal nome del suo primo venditore ted H.
Band, Bandra o Mandra strumento musicale a tre corde con
Bandurra strumento musicale a sei paia di corde, dal gr-lat
174

PANDURA, lesot svedese Bandy antesignano dellhockey.


\ Indiani
Hindi la lingua ufficiale dellIndia-ndia, termini derivati da un rad
comune, come Italiano e Italia; in percorso, Indina, Indiansmo, Indiansta
(col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA
di collegamento ad un mestiere), Indino con Indo-ndo dal gr INDOS;
Indio-ndio invece labitante delle Indie Occidentali, America, dalo sp
INDIOS. Indio-ndio k,elemento chimico con simbolo In.
Eppoi Indaco-ndaco, termine dal lat INDICUM che vale indiano, per
accezione luno dei sette colori dello spettro solare, intermedio tra azzurro e
violetto, e quale sostanza colorante la si pu ricavare dallAnle, una pianta,
il cui termine dal sct NILA, transitato dallar AN NILA ed infine nello sp
ANIL, donde Anilde e Anilna. Da Indaco si conta un Indlo composto
organico che vale lellittico di Indaco col suff chimico OLO.
Il percorso conta ancora il pref INDO per composizioni quali Indorio
lingua indoeuropea diffusasi in India, Indocinse, Indoeuropo o
Indeuropo col desueto snm di Indogermanico (entrambi dal 1842) con un
Anrio (pref AN privativo) che vale non indoeuropeo, Indogangtico
relativo agli idronimi Indo e Gange (Gangtico), Indoirnico, Indostno
questo della regione Indostan tra lIndo e il Gange. Il suff (I)STAN di
Indostan un derivato di una ant rad che sta per regione-paese-nazione
dei ossia il paese dove si sta rintracciabile in Afghanistan (degli Afghani),
Kurdistan (dei Kurdi), eppoi in Daghestan (una cui lingua caucasica il
Lsghi), Pakistan, Tagikistan, Turkmenistan ed altro, snm delloccidentale
Landa-Landia cui Irlanda, Finlandia; pare che STAN sia connesso con una
ant rad che avrebbe condotto al lat STANS cui lital Stanzile e che vuol
dire popolo che ha finito di girovagare (non pi nomade).
Dal sct KRSNA, indicata in spazio glb Krishna il salvatore luna delle
dieci incarnazioni induiste (Avatara) di Vishnu onnipervadente, questa luna
delle tre grandi divinit indiane Shiva e Brahama, cui la locuzione Hare
Krishna dalloriginale vocativo HARE KRSNA signore Krishna.
Staordinaria lassonanza con il Cristo il Salvatore-lUnto.
Le altre nove incarnazioni, secondo la dottrina maggioritaria, sarebbero
Matsya il pesce, Kurma la tartaruga, Varaha il cinghiale, Narasimha luomo
leone, Vamana il nano, eppoi Rama con Parashurama (Rama con lascia),
Buddha e Kalki questa lincarnazione futura.
LIndusmo la religione tradizionale ed ortodossa praticata da oltre
700milioni di indiani, cui Industa, Industico derivata da Ind cui
Induizzto. Da Visn, omologismo di VISHNU, si ha il Visnusmo, questo
ad nindicare una delle sette ortodosse dellInduismo, cui Visnuta e
Visnutico. Visn con Brahama e Siva costituiscono la Trimrti dal sct
MURTH corpi solidi prefissato TRI tre (questo risuonante in ambito
indoeur), la Teofania omologabile nel cristianesimo con la Trinit (Padre,
Figlio e Spirito Santo).
\ Truppa Drappello
Il prvz TROPEL dovrebbe essere connesso con il franc TROUPE gi
THROP branco-mucchio cui il glb Troupe (pron trup), lomologismo

175

Trppa con i prefissati Attruppre, Intruppre (omn di Intruppare variante di


Intoppare) cui Intruppto, e lavverbio Trppo attraverso il lat medv
TROPPUS.
Drappllo dal prvz TROPEL inc con Drppo stoffa di pregio, questo
esteso in palio o vessillo e ancora fig aurora boreale dal lat tardo
DRAPPUS dorigine gallica, cui Drappeggire, Drappeggiamnto,
Drappggio, Drappire e Drappera, il composto prefissato Smandrappto
che vale la locuzione Mal drappato (con S intensivo). Il termine Drappllo
adottato militarmente vale pertanto per accezione pattuglia insignita
(contrassegnata) con un vessillo indicante che dalla parte di...,
metaforizzato in complesso di suonatori e addirittura in masnada di
malviventi.
\ Insegna Stendardo Gagliardetto Labaro
Insgna dal lat INSIGNIA plur neutro di INSIGNE segno, composto di IN
illativo e SIGNUM intaglio-incisione (quale indicazione, tacca) connesso
con SECARE tagliare di rad SEK, cui il fig Insegnre imprimere il segno
(della conoscenza) con Insegnamnto, Insegnnte, Insegnatvo,
Insegnatre, eppoi Insgne, Insignre. Da SIGNUM deriva Sgno con
Sgnico (linguistica) e Segncolo o Signculo, Segnle da SIGNALE gi
SIGNALIS con Segnalamnto, Segnalre, Segnalto, Segnalatre,
Segnalazine e Segnaltica, Segnre da SIGNARE, cui Segnatrio,
Segnatio, Segnatre, Segnatra o Signatra e il glb ingl Signature firma,
la locuzione Segni dello zodiaco o Segni zodiacali (dodici); negli anni
settanta del XX sec fu captata dagli spazi una frequenza elettromagnetica di
un segnale alieno, che fu classificato in (Segnale) Wow.
Il percorso prosegue con i prefissati Assegnre con Assegnatrio,
Assegnazine e Assgno (pref AD) cui la locuzione Assegno circolare,
Consegnre con Consgna e Consegnatrio (pref CON da COM), il percorso
ideale Designre (pref DE durativo) con Designbile, Designto,
Designatre e Designazine in complanare con il percorso concreto
Disegnre (pref DI da DE) con Disegnatre, Disegnatra e Disgno, il glb
ingl Design disegno.progetto con Designer progettatore da TO DESIGN
disegnare, Contrassegnre con il sostantivo Contrassgno notaindizio
(pref CONTRA) e lavverbio Contrassgno modalit (pref CONTRO gi
locuzione avverbiale Contro assegno eppoi Controassgno), Insignificnte
con Insignificnza (pref IN negativo), Rassegnre o Rassignre dal lat RE
SIGNARE togliere il segno che in origine valeva dissuggellare (pref RAD
adattato RA), con Rassgna, Rassegnamnto, Rassegnatamnte, Rassegnto,
Rassegnatre e Rassegnazine
infine i composti Crocesgno con
Crocesegnre o Crocesignre, Segnacrte, Segnacso, Segnaccnto,
Segnalbro, Segnalmite, Segnalnee, Segnapssi, Segnapsto, Segnaprzzo,
Segnapnti, Segnasb, Segnatsse, Segnatmpo, Segnavnto, Segnava,
Signfero (con il suff FERO dal lat FER che porta) che ha un suo snm in
Aquilfero che porta linsegna di Roma (Aquila) da AQUILIFERUM, eppoi
Significre (con il lat tardo FICARE da FACERE fare) con Significnte e
Significnza, Significativit, Significatvo, Significto e Significazine con i
prefissati Autosignificnte, Insignificnte e Insignificnza (pref IN

176

negativo), Soprassegnre ed ancora Sgla dal lat tardo SIGLA ellittico di


SINGULA abbreviazione dim di SIGNA, cui Siglre, Siglrio e Siglatra.
Dim di SIGNUM intaglio ancora SIGILLUM cui lital Sigllo, Sigillnte,
Sigillatra, Sigillre e i prefissati Controsigllo, Disigillre o Dissigillre
(pref DIS) che, col cambio di pref in SUB si muta in Suggllo e Suggellre
con Disuggellre (doppio pref DIS), i composti Guardasiglli questo snm di
Ministro della Giustizia, Sigillografa, questo snm di Sfragistica.
Snm di Sigillare anche Otturre, questo col pref OB e il lat TURARE, cui
Otturamnto, Otturto, Otturatre, Otturatrio e Otturazine; da TURARE si
ha il dim Turcciolo da Turccio, un devb al quale stato posto il suff
ACCIO, Turamnto, i composti Turaflle e Turapri, e, col pref S negativo,
Sturre. Il gr conta SPHRAGIS per sigillo cui la latinizzazione nel 1745
nella locuzione ARS SPHRAGISTICA, donde il franc SPHRAGISTIQUE e
il calco ital Sfragstica (snm di Sigillografia) con Sfragstico.
Snm di Insegna, Blasone, Fregio e Stemma. Blasne dal franc ant BLASON
scudo, cui gli omologismi Blasonre, Blasonrio, Blasonta, Blasnico,
Blasonsta (col suff ISTA di collegamento ad un mestiere in omn col suff
ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO) Frgio o Frgio (corretto sia
laccento acuto sia grave) dalla locuzione lat PHRYGIUM OPUS (opera)
lavoro frigio, relativo alle decorazioni dei tessuti importanti dalla Frigia, cui
Fregire con un archiviato Fresre, Fregiatra e il prefissato Sfrgio con
Sfregire, Sfregito, Sfregiatre (pref S sottrativo), svoltosi nella semant
corrente (offesa). Fregio ha una variante in Frso svoltosi nella terminologia
marinaresca snm di Cinta o Soglia relativo al fasciame.
Stmma inv dal gr-lat STEMMA corona, cui Stemmto e Stemmrio.
Stendrdo snm di Ostendale, cui Stendardire, lesot che sarebbe rincasato
dal franc ant ESTANDART gi STANDHARD stabile, vrs un derivato dal
lat EXTENDERE stendere.
Gagliardtto, lomologismo che gi indicava la bandiera principale della
nave, il dim di Gaglirdo dal prvz GALHART forte-vigoroso, cui
Gaglirda, Gagliardzza, Gagliarda.
Ed infine Lbaro, dal lat LABARUM stendardo che considerato di ignota
etim, ma non unassurdit ricercare una connessione rad che accomuni
Labaro e Alabarda, questo gi Labarda, daltronde associati da un contesto
militare.
\ Slavina Labirinto Valanga Dedalo
I latini avevano LABES caduta e LABARE scivolare gi LABI scorrere, di
rad LAB, cui Lbile che cade, cui Labilit, e vrs Lbe snm di Macchia dal
lat LABEM, eppoi Lsso da LAPSUS scorrimento cui il sempre corrente
lemma Lapsus errore involontario e le locuzioni ancora in auge Lapsus
freudiano questo attraverso il franc FREUDIEN relativo allo psicanalista
storico S. Freud (1856/1939) cui Freudsmo - con le lat Lapsus calami
errore nello scrivere con CALAMUS canna-penna per scrivere e Lapsus
linguae errore nel parlare. Il termine Relsso o Relpso, poi, per accezione
con valore di ricaduto nel peccato dal lat RELAPSUM Ppass di
RELABI ricadere col pref reiuteratuivo RE.
In percorso, Lva per accezione massa magmatica che scivola-cade dal

177

cratere e che poi si pietrifica da unattestazione napoletana, con Lvico,


eppoi Lavna che scivola per accezione in riferimento alla neve e Slavna
con pref S durativo; il termine Lavgna, deriva dal toponimo Lavagna, in
Liguria, una composizione con letnonimo LAEVI e il suff collettivo
AGNA, vrs connesso con LABES per le cave della particolare pietra
metamorfica qui esistenti, cui Lavagnno e Lavagnso, questi ormai obsoleti.
In questo contesto, difficile assicurare lorigine allonomastico Lavinia, di
accertata genesi lat. Slavina (questo adottato dal 1934) snm di Valnga (gi
in uso dal 1803) un termine ristretto e lenito dal franc AVALANCHE,
corrispondente allalpino prelatino VALANCA, il quale altro non che la
metatesi di LAVANCA ossia LAVA col suff med ANCA. (Ved Cubo...) gi
lat LABINA; la coincidenza vuole che Valanga da LAB(ES) caduta di
partenza prelatina ed il secondo da LAB(YRINTHOS) labirinto di partenza
preellenica (analizzato pi avanti), non dissolve certamente la percezione di
un abbrivo comune.
Nel percorso di LABES LABARE si conta sorprendentemente Lavro con
Lavorre (LABOR-LABORARE), che in origine vale sacrifcio, fatica
(LABOR), cui il duplice percorso, luno fedele allital cui Lavorbile con
Lavorabilit, i frequentativi Lavoracchire, Lavoricchire e Lavorucchire, il
Ppres sostantivato Lavornte, Lavorta, Lavoratvo, Lavorto, Lavoratre,
Lavoratrio snm di Laboratorio, Lavoratra, Lavorazine, Lavortto,
Lavoriro, Lavoro, il giuridico Lavorsta, e il fedele al lat con Laboratrio
snm di Lavoratorio, Laboriso, Labursmo, Labursta (dal partito dei
lavoratori inglesi LABOUR PARTY e col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere).
Un eccessivo entusiasmo per il lavoro indicato con Stacanovsmo cui
Stacanovsta e Stacanovstico in complanare con Stachanovsmo,
Stachanovsta e Stachanovstico; omologismi coniati dal nome del minatore
russo A. Grigorevic Stachanov che nel 1935 raggiunse il primato per aver
estratto da solo ben 102 tonnellate di carbone. Stachanovismo poi fu il
movimento che nellUnione Sovietica nacque quale stimolo per una
crescente produzione.
\ La Festa del 1 maggio o Festa del Lavoro non affatto prerogativa della sinistra
lavoratrice; il nazismo laveva adottata organizzando delle solenni parate.\

I prefissati Collaborre (CUM associativo) cui Collaborativo, Collaboratre,


Collaborazine questo con Collaboraionsmo e Collaborazionsta, lellittico
Clf che vale collaboratrice familiare, Elaborre (EX fuori) cui
Elaboratre, Elaborazine nel senso di prima del lavoro, insomma al di
fuori della realizzazione pratica, con literativo Rielaborre cui
Rielaborazine. Il termine Lavoro sovente in locuzione con Cttimo,
Lavoro a cottimo, dal lat medv COTTIMUS quale? gi class QUOTUMUS
svoltosi in sostantivo con valore quantitativo, cui Cottimle e Cottimsta (col
suff ISTA di collegamento ad un mestiere in omn col suff ISTA di
collegamento ai sostantivi in ISMO). Dallar DAR SINAA casa del lavoro,
il genovese ha tratto il calco Drsena e il veneziano Arsenle, termini
adottati in ital, cui Arsenaltto. Lingl conta WORK lavoro cui i glb
Workaholic maniaco del lavoro col suff AHOLIC che si traduce nellital

178

MANE di Mania, Workshop, Worksong da Work song, Workstation


postazione di lavoro con STATION postazione, Working poor lavoratore
a competenze basse con POOR povero, Work in progress lavoro in corsoin progressione, Work music
Labirnto, con la variante Labernto, discende invece da un preellenico
LABYRINTHOS, da tema med LABUR, praticamente rimasto indenne
durante i passaggi gr-lat-ital, cui Labirntici Ordine di pesci telestei,
Labirntico, Labirintifrme, Labirintte con i patologici Labirintopata o
Labirintsi (relativo al Labirinto organico in sede dellorecchio), ma appare
vrs una relazione etim tra il tema med LABUR di Labirinto e la rad LAB di
Lavoro, associando il termine alla fatica per uscirne; tesi avvalorata
dallassociare il termine LABUR a un etim che significherebbe ascia,
questo strumento di lavoro (LAB). Il perch di tale associazione deriverebbe
dalla decorazioni parietali a forma dascia allinterno del labirinto storico.
Snm di Labirinto Ddalo, termine che ricorda Ddalo, il costruttore di un
mitologico labirinto. Pertanto esistono in complanare gli aggettivi
Labirnteo e Dedleo.
\ Ddalo, insieme al figlioletto Icaro, riusc ad evadere dallinestricabile labirinto di
Creta, ivi rinchiuso dal committente re Minosse, perch non ne costruisse di simili.
Dedalo anche ricordato come il primo aviatore dellumanit, per essere riuscito a
decollare dal labirinto con ali di cera da lui stesso ideate. Icaro, entusiasta
dellavventura, si avvicin troppo al sole, nonostante gli avvertimenti paterni, e
precipit con le ali liquefatte. La metaf del progresso degli uomini, che si consolida
col sacrificio dei primi. Dedalo, per, era un inventore senza troppi scrupoli:
accontent la regina Paifae follemente innamorata di un toro e le costru una sagoma
di similvacca con la quale lei si camuff per sedurre lanimale; dallamplesso nacque
il terrificante Minotauro, divoratore di fanciulli, che fin ucciso dalleroico Teseo.
Lallegoria della lussuria e della corruzione in cui si ritrovano tutti i regimi alla loro
decadenza.
Nel 1961, lo storico astronauta sovietico Yuri Gagarin fu soprannominato Icaro
redivivo, appunto perch, diversamente dal personaggio mitologico, torn sano e salvo
sulla terra dopo essersi avvicinato al sole. \\

\ Cultura eterogenea sinonimo ditalianit


Entro i confini nazionali sussistono minoranze alloglotte per lo pi bilingui,
in competizione con la lingua ufficiale italiana. La Costituzione italiana,
allarticolo 6 recita che la Repubblica tutela con apposite norme le
minoranze linguistiche. La Legge 482 del 1999 elenca le minoranze
linguistiche degne di tutela.
Lingua tedesca la lingua da Salorno al Brennero, di Luserna e dei Mcheni
1
nel Trentino, di Val Canale, Sauris e Timau (Udine), di Sappada (Belluno),
di Gressoney, Issime e Gabi (Aosta), di Alagna, Rima San Giuseppe e
Rimella (Vercelli), di Macugnaga e della Val Formazza (Novara). Nella
valle di Gressoney - a Gressoney-la-Trinit, Saint-Jean e a Issime sopravvive la particolare parlata alto-tedesca, irrigidita dal 1200, propria di
popolazioni vallesane (walser), che serano stanziate a sud del gruppo del
Monte Rosa in epoca tardo-medievale, tradizionalmente dediti alla pastorizia
ed artigianato. C da sottolineare una specifica lingua-dialetto, quelle dei
Cimbri, dal lat CIMBRUM, dorigine germanica dello Jutland, parlata da
alcune comunit nelle valli del Trentino, nellaltopiano di Asiago, tra i

179

Monti Lessini e nel Veronese.


Lingua francese I dialetti locali sono di natura franc-prvz, e si parlano anche
in Val Soana e nella Valle di Lanzo. I dialetti valdostani sono simili ai
dialetti transalpini della Savoia, del Delfinato, della regione di Lione e della
Svizzera romanda con i quali costituiscono appunto il raggruppamento
franc-prvz. Dialetti o parlate prvz, che ritroviamo in Val Pellice ed in altre
localit italiane - piemontesi - che transigono con quelle francesi. La lingua
di cultura per i Valdostani per il francese, che il loro statuto autonomo ha
parificato alla lingua italiana. A Faeto e a Celle San Vito (Foggia) si parla
tuttora un dialetto di tipo franc-prvz, derivato da un nucleo di circa 200
soldati stanziatosi al tempo di Carlo I dAngi; alcune tracce sopravvivono
nel circondario, ad Ariano Irpino, Montaguto, Monteleone di Puglia, a sud e
a Castelluccio Valmaggiore, San Bartolomeo in Galdo, Volturara ppula. a
nord.
Lingua slovena e serbo-croata Sopravvive in Val di Resia (Udine), nellAlto
Isonzo e nel Goriziano. Una contenuta comunit di lingua serbo-croata si
trova nel Molisano.
Lingua albanese detta Arbresh Abruzzo, Molise, Calabria (Spezzano
Albanese, Piana degli Albanesi) e Sicilia; tracce sopravvivono nel nord della
Capitanata e sui monti della Daunia; alcune colonie si trovano nel tarantino
nei comuni di Faggiano, Roccaforzata, Monteparano, San Giorgio Ionico e
San Marzano.
Lingua greca detta Grca Nel Salento da I Comuni dellUnione della Grecia
Salentina quali Calimera, Carpignano, Castrignano, Corigliano, Cutrofiano,
Martano, Martignano, Melpignano, Soleto, Sternatia, Zollino, eppoi in
alcuni comuni in provincia di Reggio di Calabria.
Lingua catalana Alghero in Sardegna.
Al Sud vivono 100mila Albanesi fin dal '500, cosiddetti Arbsh. In
Sardegna, ad Alghero, 18mila Catalani dal 1354. Tra Aosta e Torino, 90mila
Franco-provenzali, la cui lingua discende da quella francese, ufficiale dei
Savoia; gli Occitani (gli eredi della lingua dOc) tra le valli del Piemonte ai
confini con la Francia e la Liguria, sono 180mila e questi ultimi due dal
Medioevo. Sui confini con lEx Jugoslavia, circa 80mila Sloveni, in
emigrazione fin dal VII sec. Nel Molise, 2600 Croati, dal '400 a seguito
dellinvasione turca. In Puglia e Calabria, 20mila Grecanici, che
sesprimono in grico e in romaico, i quali hanno addirittura fondato alcuni
paesi (Sternatia, Calimera...), giunti 2600 anni addietro. Nella Carnia,
39mila tra Carnici e Carinziani. Fra Trentino e Veneto 55mila Ladini, i
diretti discendenti di Roma fin dal 15 aC. E poi, 1000 carinziani nel Friuli,
2230 cimbri sullaltopiano dAsiago e nel veronese dal XII sec, 10mila corsi
alla Maddalena, 15mila ebrei a Roma dal 70 dC, 526mila i friulani tra
Udine, Gorizia e Pordenone il cui idioma incominci ad attestarsi con la
dominazione romana da XVI sec; in alcuni centri siciliani e della Basilicata
sincontrano i gallo-italici mentre in Puglia e in Calabria 340 gli occitani del
gruppo gallo-romanzo; ancora, 1900 mcheni (tedesco medioevale) in
Trentino, 8500 tabarchini in Sardegna (parlata ligure ereditata dalla lingua
di Nueva Tabarca in Spagna), 287mila tirolesi nellAlto Adige, 2000 walser

180

in Val dAosta e Piemonte dal XII sec, infine, manush, turchi, armeni...
tendenze artistiche e culturali, comportamenti tradizionali, abitudini sociali,
ereditati dai greci, dagli albanesi, dagli arabi, spagnoli, francesi, austriaci, e
non finita.
Oltre a questi popoli stanziatisi storicamente, il fenomeno di un biblico
esodo di gente extracomunitaria (fuori della comunit europea), rifugiatasi
nella penisola per fame, per rivoluzioni intestine, per guerra, ha incrementato
notevolmente la presenza straniera. Nell'ultimo anno del II Millennio, si
contano ancora Albanesi che vanno dagli 11728 in Puglia ai 465 del Molise,
Marocchini dai 27033 della Lombardia ai 275 del Molise, Tunisini dai
15306 della Sicilia ai 194 della Basilicata, 1441 Egiziani in Lombardia, 8760
Cinesi della Repubblica Popolare in Toscana, 10757 cittadini della
Jugoslavia nel Veneto e 5734 nel Friuli, dove ancora sono insediati 4547
Croati, 1559 Macedoni nelle Marche, tutti in aggiunta ai vari Polacchi,
Filippini, Nigeriani, Indiani... Dati indicativi storici in costante evoluzione e
che non tengono conto di tantissimi soggiornanti stranieri, i quali, da una
elaborazione Caritas, a tutto il 2001 risulterebbero 1.362.630, in calo rispetto
allanno precedente \1.388.153\ cos distribuiti: [I dati del 2004, comunque,
farebbero risalire la presenza dei soggiornanti intorno ai due milioni] Nord
761.298 - Centro 422.483 - Sud 143.121 - Isole 61.251 e che vanno dai
158.094 marocchini ai 16.895 iraniani, passando dai 46.494 tunisini, non
considerando i clandestini. Gli sbarcati dagli USA, anche questi
extracomunitari, ammonterebbero a 43.650, pi di pakistani e nigeriani
messi insieme, ma nessuno si pone il problema dellemigrazione americana
che sottrae lavoro agli italiani, visto come un libero scambio con i nostri
espatriati oltreoceano.
All1 gennaio 2009 il dato ufficiale degli stranieri residenti in Italia di
3.891.295, il 13% in pi rispetto al 2008 e 860mila sono i minori alla fine
del 2009. La statistica resa nota in aprile 2012, esito del censimento, segna
invece 3.769.518 stranieri residenti, i quali occupano lEmilia Romagna con
il 12,4 % della popolazione e la Lombardia con l11,8 seguiti dal Veneto.
Da una statistica stilata dalla coalizione al governo, la mappa dei clandestini
segna 20.455 presenze nel 2007 con un decremento del 7% rispetto allanno
prima, 36.951 nel 2008 con un incremento dell81%, 9.573 nel 2009 con un
calo del 74%. Nel biennio 2008-209 sono stati rimpatriati 42.595 clandestini.
1

Mcheni deriva dal ted MACHEN fare, poich il termine pare sia stato storicamente
assegnato a coloni, lavoratori. radunati dai feudatari di Pergine nel XIII secolo, per
popolare e rendere produttiva una regione scarsamente antropizzata.

\ Illiri
Illiri, popolazione di lingua indeuropea stanziatasi nel versante adriatico
della penisola balcanica, cui Illiria, introdottasi in Grecia e in Italia. Nel
contesto, Adritico dal lat HADRIATICUS della citt di Adria, cui
Adraco, Adrino, lonomastico Adriano.
Secondo fonti mitologiche, fu Dauno che, alla guida di un esercito illirico,
assieme ai fratelli Iapige e Peucezio, sbarc sulle coste garganiche, invase
lattuale Puglia, toponimo regionale da APULIA il territorio degli Apulipuli, e la divise in tre regni, Daunia, Messapia (popolazione preesistente e

181

in subordine) e Peucezia, ribattezzando il territorio Paese degli Iapigi, in


memoria o al merito di Iapigio, il quarto fratello che aveva gi toccato
queste terre. Dauno considerato il padre di quel Turno che sarebbe accorso
in appoggio al re Latino aggredito dal brigantaggio dei troiani capeggiati da
Enea; insomma unennesima allegoria della colonizzazione e delle tappe di
una genesi linguistica indoeur.
Stando a fonti meno fantasiose, i Messapi, il popolo che occupava la
penisola salentina protesa nel mare Ionio, avrebbero imposto
(indipendentemente dallorigine dei suoi abitanti) il nome di Peucezia, da
una rad indoeur PEUKOS pino o abete, al territorio cisofantino, vale a dire
che, dai confini nord-occidentali delle loro contrade, si estendeva sino a
specchiarsi sulla destra Ofanto (AUFIDUS), il cui corso discende dagli
Appennini per sfociare in Adriatico tra le attuali cittadine di Margherita di
Savoia e Barletta, transitando in agro Canosa. Margherita, con le sue saline,
lomologa moderna dellantica Salapia (Salpi), di ceppo illirico SAL APA
acqua salsa (per rad AP, Ved Acqua Vino in Obiettivo). Alla piana
transofantina sormontata dal Gargano, avevano altres assegnato il nome di
Daunia, omologandolo dallant lemma messapico DAUNUS lupo, vrs dalla
presenza di questi animali sul promontorio. La Daunia e la Peucezia
costituivano lApulia, oggi Pglia ma che si sarebbe estesa sino a
comprendere tutto il territorio degli antichi messapi, la penisola salentina.
La verit storica, come sempre, sta nel bel mezzo delle versioni.
\ Guardare Vedere
Dal progenitore rad WEG, cui il franc ant WARDON stare in guardia, lital
ha coniato una serie di omologismi, quali Guardre dal significato originale
ancora semant attuale stare attento a cui Gurdia o Gurda, Guardbile,
Guardamnto, Guardta e Guardatra sguardo, Guardatre o Guardino
dal got WARDIAN accr di WARD cui ancora Guardianto, Guardana,
Guardna dalla locuzione Posto di guardia, Guardila casotto per le
guardie, Guardngo 1, Gurdo sguardo, Guardlo termine da calzatura,
il pervertito Guardn; i composti, talvolta in complanare con GUARDA e
GUARDIA quali Guardabarrire, Guardabschi con Guardia campestre e
Guardaprco o Guardiaprco eppoi Guardacste con Guardapsca e
Guardaprto (anche galleggiante) tutti indicati con lipocoristico Gurdia,
Guardabui, Guardacccia o Guardiacccia, il termine meccanico
Guardacnapo, Guardacvo, Guardacnere, Guardacirma, Guardacrpo,
Guardadghe, Guardafli, Guardafuco, il navale Guardalto, Guardalnee o
Guardalnee, Guardamcchine, il termine meccanico Guardamno,
Guardando o Guardandio snm di Nidindolo e Endice, la manopola
Guardaplma, i protettivi Guardaptto e Guardarni questo parte
dellarmatura, Guardapnna sorta di crostaceo dei Decapodi, Guardaprta
con Guardaportne, i cuscinetti nautici Guardareggitri, Guardarba con
Guradarobire, Guardasla, il ferroviario Guardascmbi, Guardasiglli gi
snm di Cancelliere ed oggi dellital Ministro di Grazia e Giustizia,
Guardiasplle snm di Guardia del corpo o fig Gorilla, Guardaspiggia, il
marinaresco Guardastva, Guardatsta sorta di rete, Guardatrma nel
telaio, Guardava barriera di sicurezza nelle strade in costruzione, eppoi

182

Guardiamarna (il primo grado gerarchico della Marina Militare), il termine


da calzolaio Gurdolo un particolare a protezione delle suole, la locuzione
glb ingl Guard rail protezione ai bordi delle strade con RAIL barra, il
limnonimo Lago di Garda cui il relativo Gardesno (da WARDA
sbarramento di guardia connesso con il franc GARDO luogo chiuso)
questo indicato con Lago Benaco in tempi latini cui il relativo Benacnse da
BENACUS gi BENNACUS ricco di promontori di genesi celtica; il lat
BENNAM, infatti, indica una carretta a quattro ruote del tipo gallico,
utilizzata su strade montuose cui il termine Bnna diffuso oggi in Toscana.
Il percorso prosegue con i prefissati Ragguardre (pref RAD) con
Ragguardamnto, Riguardre (pref RI iterativo) con Riguardamnto,
Riguardnte, Riguardta, Riguardto, Riguardatre, Ragguardvole e
Ragguardevolzza, Rigurdo, Riguardso con Riguardosit, Salvaguardre,
Sguardre con Sguardta e il corrente Sgurdo con Risguardre
(sovrapposizione di Riguardare e Sguardo) con Risguardvole e Risgurdo,
Sogguardre (pref SOB da SUB), Traguardre con Tragurdo (pref TRA
attraverso). Traguardo sportivamente il limite, questo in ingl GOAL cui
lomologismo adattato Gl; dallo sp GOL si contano Goleda o Goleta,
Golere e il glb Goleador su calco di Toreador, snm di Cannoniere e
Marcatore.
Nulla a che vedere con Gollsta o Gaullsta, questo con riferimento al
generale francese Ch. De Gaulle (1890/1970) primo presidente della Quinta
Repubblica.
Ancora in percorso, il lemma Guarnre, col prefissato in negativo Sguarnre
o Sguernre, attestatosi fig nel generico preparare dal franc WARNJAN
avvertire il pericolo e tenersi pronti, con Guarncca e Guarnllo (questo un
inc Guarnacca-Gonnella, era lindumento cinquecentesco della donna
incinta) attraverso il prvz GUARNACHA, Guarnitre, Guarnitra,
Guarnigine e Guarnizine. In connessione si ha infine Guarre, o un
desueto Guerre, questo dal long-franc WARJAN tenere lontano- mettere
riparo-difendere, in got WARJA difesa, cui Guaribilit, Guarigine, i
desueti Guerigine con Guarimnto e Guerimnto, ancora Guaritre e,
nellonomastica, Alvaro che col pref got ALA del tutto e WARJA sta per
che si difende da tutti (i nemici).
Snm di Guarnire, lital conta lomologismo prefissato Addobbre con
Addbbo e Raddobbre con Raddbbo in senso fig e sempre dal franc
ADOBER armare questo svoltosi da un ant DUBBAN colpire sulla spalla
(quale investitura).
Dal rad WEID, cui il gr IDEIN vedere e il lat VIDERE, lital conta Vedre
con Vednte, Vedtta luogo eminente-in risalto poi estesosi nellindividuo
posto in vedetta, questo inc col ptg VELETA, il glb franc Vedette nel senso
di messo in risalto, Veditre spettatore, Vedta con Vedutsmo e
Vedutsta (relativo allarte pittorica di edifici e paesaggi), il Pp aggettivato
Vedto con un ant Vso, il percorso dellastratto VISUS aspetto da VIDERE
cui Vso faccia con i dim Vistto e Visccio, eppoi Visvo, Visbile e
Invisbile (IN privativo) da VISIBILIS un aggettivato dal passivo di
VIDERE, Visiblio questo dal lat eccl VISIBILIUM OMNIUM ET

183

INVISIBILIUM tutte le cose visibili ed invisibili, Visira questo esot dal


franc VISIERE da VIS viso, Visine osservazione accurata dal nome
dazione VISIO derivato dal Pp VISUS cui Visionre, Visionariet e
Visionrio, Visre con il composto Retrovisre, Visule, il glb ingl
Visualizer visualizzatore, Visualizzre con Visualizzbile, Visualizzatre
e Visualizzazine, Visra e linv dal lat Vsus (termine medico); da
VISITARE iterativo di VISERE, a sua volta desiderativo di VIDERE, lital
conta Vsita, Visitre, Visitatre, Visitazine. Il percorso continua con Vsta
col Pp e sostantivo Vsto (omn di Visto da Vivere) cui Vistre, il glb ingl
Vistavsion tecnica cinematografica, Vistso dal Pp volg VISITUS con
Vistosamnte e Vistosit, e Svsta (S sottrattivo) che nella locuzione
Prendere una svista sta per avere frainteso linformazione. Nella verit
semant, spesso erroneamente tradotto quale snm di Guardare, Vedere sta per
avere imparato da, insomma indica unimmagine dalla quale si trae
uninformazione: ho visto uno spettacolo straordinario; il non vedente,
pertanto, colui che non pu trarre informazioni mediante il senso della
vista. Il percorso continua con i prefissati quali Avvedre e Avvedto (pref
AD), Evidnte con Evidnza o Evidnzia, Evidenzire con Evidenzibile,
Evidenziatre (pref EX), Improvvso da IMPROVISUM (IN privativo e Pp
PROVISUS di VIDERE) col denm Improvvisre cui Improvvista fem di
Improvvisto, Improvvisatre, Improvvisazine o Improvvisamnto,
Improvvisamnte, Intervsta ed Intervistre e Intervistatre su calco del franc
ENTREVUE cui lingl INTERVIEW colloquio dal vivo (nel vedersi),
Intravedre con Intravsto. Invid-nvido, cui Invdia (Ved Gelo),
Invidiso e Invso dal lat INVISUS odioso (IN illativo). Prevedre (PRAE
prima VIDERE) con Prevedbile, Previsine, Prevsto ed Imprevsto (IN
privativo). Provedre o meglio Provvedre (PRO a favore VIDERE) con
Provvedigine, Provvedimnto o Provedimnto, Provveditre o Proveditre
con Provveditorto, Provveditora, Provvedto o Provedto, Provvidnte o
Providnte (Pp PROVIDENS) con Provvidnza o Provednza con
Providnza, Providnzia, Provvednza e Provvidnzia con Provvidenzile,
Provvidenzialsmo con Provvidenzialsta e Provvidenzialit, eppoi Prvvido
o Prvido da PROVIDUS e Imprvvido, Provvigine o Provigine
Provisine o ancora Provvisine con Provvisionle da PRIVISIO
PROVISIONIS, Provvisre o Provisre, Provvisrio dal medv
PROVISORIUS con Provvisorita svoltosi in provigione temporanea,
infine Provvsta e Provvsto con un Improvvsto (IN negativo) snm di
Sprovveduto, Sprovvedere (S sottrattivo) con Sprovvedto. Prudnte questo
dalla contrazione del Ppres PROVIDENS in PRUDENS 2 cui PRUDENTIA
tradotto in Prudnza, con Prudenzile e il prefissato in opposizioone (IN
negativo) Imprudnte con Imprudnza, da non equivocare con il percorso di
Prudere da PRURIRE; dalla composizione franc PREUDEFEMME donna
prudente, ltal adotta il glb Prude puritano con Pruderie in connessione
con Prode. Ravvedre e Ravvedimnto (RI moto inverso e Avvedere).
Revisine con Revisionre, Revisionsmo, Revisionsta, Revisionstico e
Revisre, eppoi Rivedre con Rivedbile e Rivedibilit, Rivedta e
Rivedto, Rivsto e Rivsta (RE RI iterativo). Revisione e Riveduta,

184

Revisionare e Rivedere, sono etim snm, ma il primo sottintende nello


specifico tornare a controllare-esaminare-visitare ai fini di una efficienza e
di un giusto procedimento, a scanso di errori, per un buon adattamento il
secondo genericamente tornare a vedere.
Col pref TRANS adattato, infine, Travisamnto e Travisre con un intensivo
Stravisre, Travedre con Intravedere o Intravvedre, Stravedre (STRA
superlativo).Travisare, composto con Viso faccia-capo, vale alterare il
viso pertanto pu essere considerata una forzatura, una non purezza
linguistica, ove utilizzato col valore di travestirsi; il termine per ha
assunto via via il valore di vista, sguardo, aspetto
Vidimre, infine, tratto dalla formula verbale VIDIMUS abbiamo visto,
unannotazione di cancelleria sui documenti gi esaminati, donde
Vidimazine. La locuzione DEJA VU lesot dal franc che vale Gi visto,
ma in dimensione psicologica ove non addirittura parapsicologica.
Eppoi Antivedre (pref ANTI prima), Divedre (prefisso DI intensivo)
esclusivamente nella locuzione Dare a divedere, la composizione Belvedre
con Controbelvedre.
Attraverso il franc VOIR vedere, connesso alla rad indoeur WEID, si conta
il glb (morboso) Voyeur con gli omologismi Voyeursmo da
VOYEURISME e Voyeurstico.
Da IDEIN vedere, sempre di rad WEID, il gr conta EIDOS quadro-aspetto
nel senso di ampia composizione (a tutto campo), donde EIDYLLION, il lat
IDILLIUM e lital Idllio con Idillaco o Idllico, connesso con EIDOLON
simulacro in ital Idolo-dolo.
Dal tema IDEIN vedere, il gr conta ancora IDEA svoltosi inv in ital Ida cui
il denm Idere con Idele cui Idealit, Idealsmo, Idealeggire, Idealsta,
Idealstico, Idealizzre cui Idealizzazine, Idealmnte, il composto di
terminologia sociologica Idealtpo attraverso il ted IDEALTYPUS, eppoi
Ideatvo, Ideatrio, Ideatre, Ideatrio, Ideazine; il pref IDEO per
composizioni quali Ideocraza con Ideocratsmo, Ideforo, Ideografa con
Ideogrfico, Ideogrmma (scrittura che non ha valore di fonemi, ma di idee,
dimmagini) cui Ideogrammtico, Ideologa con Ideolgico, Ideologsmo,
Ideologsta, Ideologizzre, Ideologizzto, Ideologizzazine e Idelogo.Fuori
percorso Ido questo relativo alloronimo Ida a Creta. Ideofoba indica paura
delle idee (altrui).
Dalla rad WEID vedere connessa pi anticamente con la rad SEK cui il lat
SECERE-SECARE tagliare nel senso di distinguere (Ved Roncare in
Inciso), il passaggio allinterpretazione di sapere e conoscere non pu
essere stato affatto macchinoso, donde il lat SCIRE sapere svoltosi nel
percorso ital Scre sapere con Scbile da SCIBILIS, Scinte dal sostantivo
SCIENS SCIENTIS, Scientfico, Scinza e Scienzito da SCIENTIA; eppoi
Scitamnee (Ordine botanico) attraverso il lat SCITAMENTA leccornie.
la locuzione glb ing WFS vale lacronimo di WORLD FEDERATION OF
SCIENTISTS Federazione mondiale degli scienziati nel cui convegno del
24 agosto 2008 a Erice in Sicilia, di 120 scienziati, presieduto dal fisico ital
Antonino Zichichi (Trapani 1929), sono stati trattati la crisi energetica, le
malattie climatiche, la climatologia e il controllo del pianeta.

185

Il percorso prosegue con i prefissati Ascitzio da AD SCITICIUS tratto da


ADSCITUM Pp di ADSCISCERE, questo incoativo del prefissato
ADSCIRE adottare da SCIRE sapere con pref SCI intensivo; ancora
Inscinte con Inscinza da INSCIENS e Inscio-nscio da INSCIUS che col
pref IN negativo valgono non sapere, cos come Nsci e Nscio tratto
dalla terza persona sing del presente indicativo lat NESCIT del verbo
NESCIRE non sapere letteralmente NE non SCIRE sapere, cui Nescinte
dal Ppres con Nescinza, infine Prescre da PRAESCIRE cui Prescinza da
PRAESCIENTIA. Il percorso prefissato conta ancora Metascinza (suff gr
META dopo), Neuroscinza (col gr NEURON nervo) relativo al sistema
nervoso, Pseudoscinza (col gr PSEUDES falso) con Pseudoscientfico. Il
lemma Scientologa ricerca o studio della conoscenza dallingl
SCIENTOLOGY il quale termine s ormai glb, sostituendosi al primo, e
indica un movimento religioso fondato negli anni 40 da L. Ron Hubbard,
scrittore di fantascinza.
Da non equivocare con lomn Gardngo dignitario di corte omologismo adattato da
voce franc GARDO luogo chiuso in connessione con Giardino.
Il suff aggettivante INGO dorigine long, come in Solngo da Solo, questo dal lat
SOLUS termine aggettivato dal pref separativo SE svoltosi in SO. Lital conta un
secondo, omn, suff INGO aggettivante per sostantivi, vrs tratto dal primo, per termini
quale Ramingo da Ramo, ma anche sostantivante per aggettivi come Casalingo da un
Casalino di casa.
Il termine numero-articolo Uno-no, con il tronco *Un, dal lat UNUM, della
locuzione Uno solo, invece, ha una propria rad in OINO, cui Nino con la variante
Ignno e laferetico Gnno dal lat NE UNUS, *No da *NON gi lat NOENUM da NE
OINOM non uno. Uno lo si ritrova in composizioni quali Alcno dal lat ALICUNUM
gi ALIQUIS UNUS dove ALIQUIS nasce da ALIUS altro, questo gi gr ALLOS
altro, e in composizione Alcunch; Alcuno quale pronome solo variabile nel genere
al plur Alcuni venneroAlcune andarono, al sing sostituito da Qualcuno
Qualcuno venne Qualcuno and) e nelle frasi negative da sostituire con
Nessuno Non venne nessuno.
Ancora, in Certno con Certo dal lat CERTUS, Ciaschedno o lellittico Ciascno dal
lat volg CISQUE (class QUISQUE) UNUS, Cadano o lellittico Catno col pref
rafforzativo CA da CATA (gr KATA), Nessno o Nissno ellittico dal lat NE IPSE
UNO neppure uno, il quale (cos come Niente e Nulla) dovr essere preceduto dalla
negazione Non se segue il verbo, ad esempio Non amo nessuno, ove invece lo
preceda non occorre la negazione come in Nessuno mi vuole. Eppoi Qualchedno o
lellittico Qualcno da Quale che (sia) uno.
In connessione indoeur rintracciamo la rad OINO nellingl ONE, franc UN, ted
EINER; in area glb, dallingl, si ha in locuzione One man band banda con un solo
musicista ossia solista a pi strumenti e One man show spettacolo con un solo
artista..
2
Frase tipo Il provvidente deve essere prudente pertanto etim pleonastico, se non
scorretto, ma lattestazione semantica lha resa del tutto regolare; anzi, Provvidente e
Prudente si ritroverebbero in odore denantiosemia.
1

OBLIO OBLITERARE OBLIQUO


OBLIO
Oblo o Obblo il devb da Oblire o Obblire (ob-liare), attraverso
il franc OBLIER, dorigine lat volg OBLITARE gi class
186

OBLIVISCI dimenticare cui il Pp OBLITUS, prefissato OB (pref


OB Ved Obiettivo...), cui Oblibile e Oblinza. La traduzione
originaria allora raschiare via, pertanto, semant dimenticare
(raschiare via dalla memoria). Laggettivo Obliso o Obbliso,
poeticamente Oblto, e le forme Oblivine o Obblivine e Obliviso
o Obbliviso.
Il progenitore di -liare la rad LEI fregare che ricompare nel lat in
LEVIS liscio, metaf Live, con un desueto Lve donde Levzza e
Levit, da LEVEM, cui Linimnto lungere da LINIMEN unguento
e Levigre inv dal lat LEVIGARE con Levigatzza, Levigatre,
Levigatra, Levigazine; il percorso prosegue col prefissato
Allevire cui Alleviamnto e Alleviatre, inv dal lat ALLEVIARE
con una variante in Allibre dal lat tardo ALIBIARE cui Allbo
questo con laferetico Lbo snm di Alleggio cui Libre omn di Libare
versare.
Fuori percorso Leviatn italianizzato Leviatno, dal lat
LEVIATHAN gi ebr LIWYATHAN animale sinuoso, il cui termine
ital vale fig macchina per sgrassare la lana.
Snm di Levigare (adottato dal XVIII sec) Smeriglire (gi dal XVI
sec) con Smerigliatra ispirato al termine Smerglio minerale
granulare dal gbz SMERILION gi class SMIRYS. Termini
omonimi, Smerglio dal franc ant ESMERIL un falco e Smerglio dal
gr SMARIS uno squalo; vrs intreccio di connessioni fig.
Levigare ancora un snm di Raspre (questo ancora prima, dal XIV
sec) denm di Rspa attrezzo (omn di Raspa ballo) omologismo
dal long RASPON con Raspatio, Raspatra, Raspno, Raspo il
relativo rumore, Raspso ruvido, il fig Rspo (grappolo privo di
acini) con Raspllo, Raspollamnto, Raspollre e Raspollatra,
lancora fig Rasperlla (botanica) snm di Equiseto. Raspo ha un snm
in Rppa sempre da RASPON ma attraverso il franc RAPE in
riferimento per a cime di finocchio, rosmarino e altre piante. Rappa,
infine ha un desueto omn Rappa inv dal got RAPPA con valore di
Ruga, cui un Rapplla.
Tornando alle composizioni di OB verso, con LATUS (Pp lat di
FERRE portare) nato Oblto (Pp di Offrire), semant assunto in
seno alla chiesa quale uomo che si offre, che dedica la sua vita a Dio
cui i derivati Oblatvo, Oblto, Oblatre (chi fa unofferta),
Oblatrio, Oblazine (lofferta) con Oblazionre, Oblazionbile,
Oblazionrio.
Obolo-bolo, dal lat OBULUS - attinto al gr OBOLOS moneta
ateniese - oggi unofferta quasi dovuta in denaro, per lo pi sempre
formale o simbolica.
187

Termini fuori percorso Obl, che lomologismo dal franc riscritto


assonante alla loro pron di HUBLOT questo fig da un precedente
HUVELOT di HUVE berretto (tondo come un basco); eppoi
Oblomovsmo, termine antropologico adottato dal 1931 che indica
una istintiva tendenza dellindividuo alla remissivit dopo secoli di
schiavit della gleba, relativo al nome del protagonista Oblomov
dellomn romanzo del russo I. A. Goncarov (1812/1891). Il termine
indica anche tutti quegli scrittori russi della seconda met
dellOttocento, che nutrivano sentimenti indolenti verso la piccola
borghesia
\ Un certo Oblomovismo antropologico di casa italiana pu essere identificato tra i
veneti attraverso il loro comandi!, che riemerge da un passato di estrema miseria
dedito al servizio di padroni, oggi in via destinzione merito di unencomiabile
riconquista della dignit sociale, culturale ed economica, attraverso le sofferenze
emigratorie. /

OBLITERARE
Obliterre, dal lat OBLITERARE, composto con OB e LITTERA,
pertanto togliere la lettera. Oggi, invece di togliere, tramite lo
sforacchiare o lo strappare per annullare la validit, si aggiungono
altre lettere (data) mediante il marchingegno automatico ed un
esempio di come un lemma, pur mantenendo la propria etim, si sia
svolto in contrapposizione al significato originale (fenomeno
dellEnantiosema). Obliterare vale semant annullare o cancellare,
suoi derivati Obliternte, Obliteratre e Obliteratrce, Obliterazine.
\ Allitterazione Cancellazione
Allitterre con Allitterazine, col pref AD dal lat AD LITTERAM lettera
aggiunta, se non fosse oggi semant un termine linguistico-musicale, sarebbe
forse il pi appropriato a sostituire il desueto Obliterare con Obliterazione.
LAllitterazione retorica accade quando gli stessi fonemi si ripetono
allinizio o in seno a due o pi parole non essenzialmente affiancate, ma per
sottolineandone il rapporto, talvolta ai fini di unarmonia imitativa dei suoni
naturali \...\ sibilante e passata la saetta \...\ (SA)
Cancellre o il volg Scancellre cui Cacellbile e Scancellbile, Cancellera
o Cancellara, Cancellamnto, Cancellatre, Cancellatra, Cancellazine, il
dim Cancellno snm di Cassno, dal lat CANCELLARE, intendeva
effettivamente coprire con una graticciata; la metaforizzazione poi si
attestata semant, cui Cancellire o Cancellrio (che era il custode dei
cancelli) con Cancellierto e i relativi Cancellersca e Cancellersco, eppoi
Cancellta e Cancelltto da Cancllo, quest'ultimo dal lat CANCELLI (solo
plur) dim di CANCRI graticci assimilato a CANCER granchio-cancro, cui
la forma CARCER pigione in origine le sbarre del circo, cui Crcere col
denm Carcerre, Carcerrio, Carcerazine, Carcerire, il fig chimico
Carcernte, i prefissati Incarcerre (IN illativo), Decarcerre che col pref DE
di negazione s svolto imporre una pena alternativa, Scarcerre (S
sottrattivo) con Scarceramnto e Scarcerazine.

188

Snm di Cancellare Abolre dal lat ABOLERE cui Abolitvo, Abolitre,


Abolizine con Abolizionsmo, Abolizionsta e Abolizionstico, vrs
connesso con la rad BELO(M) forza nel significato di valenza.

OBLIQUO
Dal lat OBLIQUUS indiretto, il termine Oblquo (gi Obblquo) la
composizione OB-LIQ, presumibilmente, questultimo, da
LINQUERE tralasciare, con rad LEIK lasciare cui il gr LEIPO io
lascio. Pochi i derivati: Obliqure, Obliquamnte, Obliquit.
Letteralmente, allora, contro lasciare ovvero obliquare. Altro
derivato Bico, snm di Torvo, una sorta dellittico da OBLIQUUS,
cui il pref Sbico (S intensivo) con Sbiecre e la locuzione Di sbieco
o Per sbieco. Il lat conta uno specifico LIMULUM obliquo cui
Limlo questo un artropode marino dei Merostomi.
Attraverso il franc BIAIS obliquo, dalla locuzione TAILLER EN
BISEAU tagliare in obliquo, lital conta un desueto omologismo
Bezili occhiali per strabici.
Il verbo LINQUERE lorigine del termine Lmpido lasciato
sedimentare, questo inc con un indoeur LUMPA acqua, cui il lat
LYMPHA svoltosi nellital Lnfa con Linftico, Linfma, il
composto Linfondo.
Il lat tardo aveva tratto SCLIMBUS obliquo dal got SLIMBS,
svoltosi nellital Sghmbo con Sghimbscio, questo un inc con
Sghembo e Rovescio.
Tornando al percorso LINQUERE, lital conta Dereltto, Derelizine
(doppio pref DE sottrattivo e RE dinversione con LINQUERE) e
Reltto Pp di RE LINQUERE. Il Mar Caspio fig indicato con Lago
Relitto. Con il pref DE sottrattivo, ci ha portato Delinqunza,
Delinquenzile, Delnquere, Delinqunte che si sottrae al dovere,
alle leggi, Deltto questo dal Pp DELICTUM, Delquio e
DELIQUIUM SOLIS ovvero Eclisse.
\ Nel 2007, in Italia, i delitti sono aumentati dell8% pari a 2.933.000, incudendo
estorsioni, sequestri di persona, truffe e frodi informatiche, cristallizzando lentit
degli omicidi e dei suicidi.\

Una connessione dovrebbe esserci col gr LOXOS obliquo, cui


Lossrtro, Lossodroma o Lossdromia (linea che collega due punti
terrestri tagliando i meridiani con lo stesso angolo, pratica utilizzata
nelle rotte aeree e navali), Lossopsa.
Esiste la forma verbale poetica Relnquere tralasciare, abbandonare
adottata da Dante, gi lat RELINQUERE col pref RE senso inverso,
stesso significato, cui Relquia.
\ ROMA RELINQUENDA EST Roma da abbandonare stato il patetico pianto di
Ovidio Nasone Publio, nato a Sulmona il 43 aC, costretto in esilio a Tomi (Costanza)
sul Mar Nero, dove sarebbe deceduto (data incerta dall8 al 17 dC) mentre i suoi libri
erano mandati al rogo come immorali. Sposato per tre volte, conduceva vita mondana

189

alla corte di Augusto, ma ebbe il tempo di scrivere opere rimaste immortali: Arte
Amatoria, Metamorfosi, Fasti...
Sodale del circolo letterario di Messalla Corvino, in breve tempo primeggi negli
ambienti intellettuali e si conquist una fama popolare, pi che altro per un
espressionismo erotico. La ragione del suo irreversibile esilio, o meglio la natura dello
scandalo di corte (di regime), rimasta ignota. Ovidio un esempio universale di
poeta, artista in senso esteso, osannato dalla critica e dal pubblico contemporanei,
grazie ad una divinizzazione sponsorizzata, ieri dal mecenatismo di corte, oggi da
una fazione politica o consumistica. Sono rari questi artisti che riemergono nei posteri,
esclusivamente perch ancora considerati di valore; altrimenti, ove accada, perch
riesumati per meri interessi di parte. Ovidio insegna che il mecenatismo, il partitismo,
il consumismo, come innalzerebbero un artista alle glorie, cos lo trascinerebbero
alloblo (esilio metaforico). Durante il viaggio per Tomi, dolorosamente nel salpare
da Brindisi, il capolinea della via consolare Appia, avrebbe composto i TRISTIA,
cinque libri con cinquanta elegie, dove appare limmortale lamento daddio a Roma ed
alla costa italica \...\ Roma relinquenda est: utraque iusta mora est \...\

Dal gr ELLEIPO, composto da EN e il verbo LEIPO io lascio, lital


conta il termine geometrico Ellsse, quello grammaticale Ellssi, cui
il relativo Ellttico, che vale anche sintesi, e i composti quali
Elissgrafo, Elissoidle, Elisside, tutti dal lat ELLIPSIS gi gr
ELLEIPSIS mancanza. Col cambio del pref gr EK, si ha infine EK
LEIPO abbandono cui Eclsse o Eclssi con Eclttica 1, Eclitticle e
Eclttico, le locuzioni Eclisse solare, Eclisse lunare, entrambi Eclisse
parziale e Eclisse totale, la forma antiquata Ecclsse o Ecclssi con
Ecclttica ed Ecclttico.
1
LEclittica, dalla locuzione gr KYKLOS EKLEIPTKOS cerchio delleclissi indica in
origine la traettoria circolare compiuta dal sole intorno alla terra; logicamente
puramente virtuale, dant eredit quando si credeva che fosse il sole a ruotare intorno
al nostro pianeta. Oggi il termine Eclittica, giusto il piano dove avvengono le eclissi,
omologato nel definire correttamente il piano dellorbita terrestre intorno al sole.

\ Radicale LEIK
Dalla rad LEIK s avviato un secondo percorso in LIQUERE-LIQUARE,
cui Prolissit e Prolsso da PROLIQUERE colare avanti, tutti dal Pp
LIXUS, eppoi Liqume (suff AME per collettivi) col composto
Spandiliqume, Liqure, Liquefazine, Liquidre, Liquidit, Lquido,
lanatomico Lquor con Liquorle, Liqure o il poetico Licre dal lat
LIQUOR con Liquorera, Liquoriro, Liquorno, Liquorsta, Liquorstica e
Liquorso, la cui rad LEIK s svolta in LYK-LIQ, e, con i pref, Colliqure
e Colliquazine (Cum associativo), Dilegure e Dilguo con lenizione della
q in g da DE LIQUARE.
Liquirzia, dellOrdine delle Leguminose, con le varianti Liquerzia o
Liquorzia, dal gr GLYKYRRYHIZA composto da KLYKYS dolce e
RHIZA radice, svoltosi nel lat LIQUIRITIA questo sovrapposto a
LIQUOR; considerata afrodisiaca.
Lisciva e Liscvia dal lat LIXIVA o LIXIVIA da LIXA acqua bollita (per il
bucato) con la variante Lascvia, cui Lascivnza, Lascivzza, Lascivire,
Lascvio o meglio Lascvo, Lasciviso, Lascivre con lopposto prefissato
Illascivre (IN illativo), Lascivit, per attestatosi fig in atto impudico,

190

nel percorso di Lessre da ELIXARE con Lessta, Lessatra e Lsso da


ELIXUS (pref EX), Liscire conl prefissato Alliscire (AD allativo) cui
Allisciatio e Lscio, questo anche fig sorta di ballo, cui la locuzione Ballo
liscio (per lo strusciare dei piedi), dal lat LIXIARE levigare gi gr LISSOS
liscio connesso co LEIKSAI aoristo di LEIKHO lambisco-lecco, cui Leccre
con Leccrda e Leccrdo goloso (suff ARDO), Leccta snm di Linguata,
Leccatra, Lcco, Leccne e Lecconera, Leccorna questo un inc col tal
volg GUTTURNIA, la locuzione Lecca lecca, i composti fig Leccapitti e
Leccapidi; eppoi, il lat LICHEN LICHENIS lichene, gi gr LEIKHEN
LEIKHENOS da LEILHO lambisco, e il percorso ital Lichne cui Lchen
alterazione citanea, Lichni, Lichenificazine, Lichenna, Lichenografa,
Lichenide (suff OIDE simile), Lichenologa, Lichenso. In associazione
rad appare Lecanra (col gr HORA grazia) sorta di Lichene cui
Lecanorcee (la Famiglia botanica) connessi con il gr LEKANE bacinocatino cui il dim LEKANION tradotto nellital Lecnio donde i composti
Lecanomanza con Lecanomnte divinizzare osservando il fondo del catino
contenente acqua ed olio con alcuni piccoli oggetti preziosi considerati
magici.
Sorta di Licheni Oricllo dal lat URCEOLARIS inc con il lat AURUM
oro.
Direttamente dal gr LISSOS liscio lital conta Lssa (omn di Lissa
muggine e del termine medico Lssa rabbia dal gr LYSSA rabbia) e il
pref LISSO per composizioni quali Lissencfalo sorta di mammifero.Con
un suff italianizzato LEIO liscio lital conta il composto Leiomiosarcma col
gr MYS MYOS muscolo e Sarcoma.
Connesso con il rad LEIK, attraverso il franc ALIS liscio, lital conta gli
omologismi Alesggio, Alesre, Alesatio, Alesatre, Alesatra e il
composto Alesmetro.
Fuori percorso i termini Leibniziansimo e Leibnizino relativi al filosofo
GF. W Leibniz (1646/1716), Leishmana protozoo parassita tropicale cui
la patologia Leishmanisi (suff medico OSI).
\ Suffisso IERE
Det carolingia (Franchi), il suff IERE indicante il mestiere si ritrova in
molti termini, quali Armire, Carrettire, Cocchiere, Mulattire, Panettire
(franc PANETIER).

ROSA ROSA ROSARIO


ROSA
Nel suo genere fem, Rsa il nome di un fiore, ereditato immutato
dal lat ROSA dorigine preindoeur; lemma dunque darea med,
risalente al tema WRODYA stabilizzatasi nellarea gr WRHODON, RHODON, RHODEA - e iran, dilagando in Armenia.
RHODEA isola greca e Rodi cittadina garganica, la prima abitata dai
Rodisi, la seconda dai Rodini. Dal tema ROSA, derivati, Roscee
(la Famiglia) alla quale appartiene il Nspolo con il frutto Nspola
dal lat MESPILUS cui il volg NESOPILUS gi gr MESPILLON;
191

eppoi Roscea e Rosceo, Roscee (la Famiglia), Rosio, Rosto


(corretta accentazione rosto), la locuzione Acqua di rose, i fig Rsa
cerchia ristretta cui la locuzione, una tra tante, Rosa dei vincitori,
eppoi i marinareschi Rosa della bussola, Rosa dei venti, Rosolccio
(papavero), Rosne che indica la monofora circolare e radiale,
visibile sulle facciate di chiese in stile romanico o got, e Rostta che
pu indicare un gioiello, un panino, una rondella, una disposizione
figurativa. Infine lonomastico fem Rosa con Rosanna questo in
composizione con Anna, che nulla ha del suo assonate Rossana,
questo un onomastico tratto dal persiano ROSHEN lucente
occidentalizzato tramite il lat ROXANES cui anche Rossella.
Il conflitto tra le due famiglie York e Lancaster passato nella storia
come Guerra delle due rose, poich entrambi avevano questo fiore
quale marchio.
Fuori percorso Rosolre, questo dal long ROSA crosta, cui Rosolta,
Rosolatra, Rsolo; dal franc SAUTER saltare nel senso di rosolare,
lital ha adottato lesot Saut (corretto Saut) con Sauternes.
Dal tema rad RHODEA, sono derivati Rdio (composto chimico che
assume colore rosa) cui Rodire e Rodiatra, Rodte (insetto dei
rosai), e le composizioni col gr RHODON rosa adattato
foneticamente quali Rodofice (Classe di alghe, col gr PHYKOS
alga), Rododndro (con il gr DENDRON albero), Rodopsna (col gr
OPSIS vista e il suff chimico INA), Rodotmno (composto con il lat
TAMNUS vite selvatica).
Nel suo genere mas, invece, Rsa il nome di un colore, che per la
sua omocromia col fiore n divenuto lomografo. Fuori percorso
loronimo Monte Rosa poich in questo caso non il colore naturale
della roccia o la tonalit che essa assume al crepuscolo, ma un esito
di ant voce indigena che sta per schiacciato.
Tornando al colore Rosa, particolare straordinario che
raddoppiando il fonema S, se ne accentua il colore (Rosa rosa - Rosa
rossa). Nella gamma del colore rosso, si conta il lemma Rossokni,
che dovrebbe indicare un Bikni, o lomologismo Bichni, di color
rosso, il costume da mare a due pezzi coniato negli anni 40, metaf
esplosivo dallomn toponimo dellatollo del Pacifico, dove fu
sperimentata la Bomba atomica 1, una stravagante composizione
italo-esotica, cui Monokni ad un solo pezzo e Trikni a tre pezzi;
termini di composizione forzata poich la prima sillaba BI del
modello di partenza volutamente intesa quale pref BI due
correlativo di MONO uno e di TRI tre.
Derivati del Rosa, Rosatllo, Rosto, il glb Ros (accento corretto )
per la locuzione Vino ros, Rosola (lesione cutanea), Rosola con la
192

variante Rosala, il prefissato Arrosre, il composto sportivo


Rosanro dalla forma Rosa-nero dalla maglia della squadra di
calcio, Rosanilna (con Anilina), e un Enrosadra, che, atrraverso il
Ladino, indica il colore rosa sfuggevole verso il viola, delle Dolomiti
al tramonto.
Dal gr DENDRON albero, lital conta Dendrte (suff ITE in
biologia) con Dendrtico, lomn-snm Dendrte (in anatomia, col suff
medico ITE), Dendride (suff gr EIDOS a forma), il pref DENDRO
per composizioni quali Dendrmero (col suff del tema gr MERO
parte), Dendroclimatologa studio del clima attraverso gli alberi,
Dendrocronologa studio di passati fenomeni meteorologici
attraverso la crescita degli alberi fossili o secolari in relazione a
fattori climatici, Dendrofoba avversione pergli alberi, il rituale
Dendrforo che porta un ramoscello o pi in origine che porta un
albero sulle acque del fiume per il trasporto a valle (col suff del
tema gr PHERO io porto), Dendrografa, Dendrologa con
Dendrolgico, Dendrometra con Dendromtrico, Dendromorfsmo,
Nella nostra epoca, lesperimento nucleare sullatollo di Bikini ha ispirato
Bikinizzre distruggere con bombardamento atomico e sarebbe pertanto un
pleonastico luso dell'espressione bikinizzare con un lancio nucleare. Il percorso
semantico di questo lemma era apparso veloce, tant che sarebbe stato richiamato per
evidenziare formose bellezze femminili (le atomiche degli anni 50).
1

\ Garofano Geranio Giglio Viola


Garfano, con un desueto Gherfano, dal gr KARYOPHYLLON, dalla
composizione KARYON frutto e PHYLEN foglia, pertanto sta per frutto
con involucro, cui una variante in Gherfano e i derivati Cariofillcee,
Cariofillta e i leniti Garofonia, Garofonto. La locuzione Chiodi di
garofano, con le varianti Bottoni di garofano o Teste di garofano, indica i
boccioli di una pianta delle Mirtacee usate come spezie.
Gernio o Girnio dal lar GERANIUM, dal gr GERANION, connesso fig a
GERANOS gru (zoologia) per lassociazione becco simile a quello della
gru, cui la Famiglia Geranicee, lOrdine Geranili, i chimici suffissati
Gernico, Geranle, Geranile (snm di Citrale) e Geranilo, il composto
divinatorio Geranomanza, il toponimo Gerano. Esiste un ricorrente errore di
mutare Geranio e il proprio plur Gerani in Geraneo e Geranei forse
modellando su Roseo da Rosa.
Gglio, dal tema med LILIO, svoltosi nel volg JILJUM gi LILIUM,
dorigine onomatopeica L L con dissimilazione in G L, cui Lilicee
(Famiglia botanica) che include il Dente di cane, Liliceo, Lilile,
lonomastico Liliana con le varianti Liana e Lilia, la variet Giglio marino
altrimenti detto Fiore di Pancrazio. Lonomastico Liana appare per in
concorrenza con Lina ispirato a LIANE dorigine franc delle Antille vrs dal
lat LIGAMEN legamento, cui laggettivo Lianso, grazie ai film su Tarzan,
che indica una pianta sarmentosa il cui fusto sattorciglia o pende come funi,
tra le quali si muoveva atleticamente leroe della Giungla emanando il suo
grido di presenza. In franc Giglio LIS cui la locuzione FLEUR DE LIS

193

fiore di giglio, tradotto in ital Fiordalso.


Una particolare Liana brasiliana delle Sapindacee detta Guarna, attraverso
lo sp GUARANA (guaran) di genesi tupi WARANA (waran), da cui si
ricava lomn droga.
Fuori persorso Lilangeni, unit monetaria dello Swaziland, di voce locale
siswati il cui plur EMALANGENI; popolazione Swazi di ceppo linguistico
Nguni appartenenti al Bantu.
Vila, cui Violceo, termine med VIOLA, svoltosi nel gr WION e nel lat
VIOLA, questo tradotto inv in ital, cui Violcee (la famiglia), laggettivo
Violceo con il sostantivo Violtto (per accezione il colore delle radiazioni
elettromagnetiche di lunghezza compresa tra 455 e 395 nm), il composto
Violaccicca o Violaccicco o ancora Violacicca (con il lat CLOCCA
campana) lonomastico Viola e Violetta. In gr ION vale viola cui IODES
violaceo, pertanto il percorso ital del minerale Idio (simbolo chimico I) o
Ido per il colore del suo vapore cui Iodto, Idico, Ioddrico, Iodsmo,
Iodso, Iodro (suff chimico URO) con Iodurre e Iodurazine, le
composizioni Iodfero, Iodobenzne, Idofrmio, Iodometra, Iodoterapa. Lo
Idio rintracciabile nel pesce, nei frutti di mare, nelle uova e nei vegetali.
Lonomastico Iolanda, con il suo ipocoristico Iole, vale color di viola dal
lat YOLANTIS attraverso il franc ant YOLANT, ma in concorrenza con
Iolanda dal ger JODHLINT giovane guerriera composto da JODH ragazza e
LINT scudo.

ROSA
Rsa (corretta accentazione rsa, ben diversa n lorigine, quale Pp
Rso e Pr Rsi (corretta accentazione rso - rsi) al fem di Rdere
(rdere), questo immutato dal lat class RODERE, trae le sue rad da
una remota onomatopea R D, attestatasi nel sct RADATI gratta e nel
lat RADERE radere, cui i prefissati Erdere con Erosine ed Erso,
Corrdere con Corrosine e Corrso, il primo col pref EX estrattivo
(asportazione di parti dovuta al rodimento) ed il secondo con il pref
COM che potrebbe essere tradotto sia associativo (partecipare al
rodimento) sia intensificativo (pi che rodere).
Il termine prefissato Corrasine dal lat CORRASUS Pp di
CORRADERE radere via.
Per cui, tramite i percorsi semantici, sono giunti Rdere, cui Raditra
e Rdula (adottato in zoologia) questo inv dal lat RADULA
raschiatoio, eppoi Rlla questo dal lat RALLUM strumento per
nettare il vomero omn di Ralla morchia, Rodre con Rodggio,
Rodatre, Rodatra, Rodenticda (vale Topicida dal Ppres Rodente),
Rodimnto questo utilizzabile metaf quale tormento, Rodo,
Roditre, Roditri (lOrdine), Roditrce, Rosicre immutato dal lat
volg ROSICARE da RODERE con Rosicnti (altro nome per
lOrdine dei Roditori), Rosicatra, Rosicchire (con suff verbale
dim-spregiativo da ACCHIO) con Rosicchiamnto e Rosicho o
194

Roscchiolo, eppoi Rstro, nome di strumento da RODERE, cui


Rostrle e Rostrto dal lat ROSTRUM, che sta per becco, cui
Recurvirstridi la Famiglia di uccelli, con il lat RECURVUS ricurvo
quindi dal becco ricurvo, alla quale appartiene lAvoctta questo
detimo non rintracciato altrimenti detta Recurvirostra avosetta;
Rstro, fig la tribuna, il podio, donde un politico presiede un
comizio. La definizione nasce dal fatto che a Roma si usava
arringare il popolo dallalto di una tribuna ornata di rostri, i trofei di
guerra strappati alle galere catturate. Il Rostro era un congegno
metallico, prorompente, situato avanti in prora per speronare (rodere)
le navi nemiche;
sarebbe stato soricamente adottato da Temistocle durante la guerra
con i Persiani (Serse).
Sovente confuso con il fig Crvo, che invece consisteva di un
ponte dabbordaggio ed era uninnovazione romana nelle battaglie
navali. I Romani, con i Corvi, trasferirono sul mare la loro vincente
perizia di guerrieri di terra.
Da RASTRUM, invece, nome di strumento da RADERE, cui il volg
RASTRELLUM lital ha coniato Rastrllo e Rstro. Il lemma lat
RADERE s svolto nel suo intensivo volg RASARE, cui Rasre
questo sia tagliare sia rendere regolare-liscio, con Rasamnto, il
Pp aggettivato Rasto e il sostantivo Rasto sorta di tessuto con
Rasatllo, Rasatre, Rasatrce, Rasatra, Rasnte questo con Radente
sovrapposto a Raso cui Rasentre, Rasira sorta di attrezzo per
rasare o levigare con Rasierre attraverso il franc RASIER, il Pp
aggettivato Rso spianato-liscio ma anche col valore di rasente
cui Rasra cancellatura e il sostantivo Rso armatura tessile,
Rasio (quello elettrico datato 1928) con Rasoita, il composto
Rasotrra dalla locuzione Raso terra sfiorando la superficie.
\ Lenunciato filosofico inutile fare con pi ci che si pu fare con meno
definito Rasoio di Ockham con riferimento a Guglielmo di Ockham (1280/1349),
poich questi affermava che ogni ipotesi su cui fondare la filosofia dovr essere
eliminata (rasata) se non suffragata da esperienze.\

Il lat conta in connessione RALLUS rasato cui Rllidi (Famiglia


duccelli Gruiformi) e Rllo snm di Porciglione.
RADERE s infine svolto in RASCULARE denm da RASCULUM
strumento per radere, cui Raschire con Raschibile, Raschiamnto,
Raschita, Raschiatio, Raschiatre, Raschiatra, i dim Raschitto e
Raschno utensili con Raschiettre, il sostantivo Rschio che sta
per raschiamento e fig per rumore o fastidio alla gola, il
composto Raschialio ed il lemma Raschra sorta di formaggio
prodotto nel cuneese, attraverso il prvz RASCAR raschiare.
ROSARIO
195

Rosrio, dal lat ROSARIUM rosaio, nel 200 entr nella simbologia
mistica (la metaf della corona di rose quali preghiere per la
Madonna) e non pi abbandonato. N derivato, fatto salvo Rosa dal
fiore e dal colore, lonomastico sia al fem sia al mas, Rosaria e
Rosario, questo con lipocoristico Saro, Rosalia attraverso il prvz
ROCELIN fatto di rose.
In Spagna, Rosario appartiene allonomasticab femminile.
\ Madonna Signora
Madnna il risultato ellittico di Mia Donna senza accento sulla i del
possessivo, cui Madonnro, artista di strada (on the road) come Bruno
Fabriani, e la bruttissima espressione Madsca! simile a Perdo! con le pi
mascherate Pedina! e Perdnci! questa estesa in Perdindirindna, che stanno
per Dio, tanto per non voler peccare di bestemmiare apertamente Madonna
e Dio.
Dallipoicoristico del lat volg MEA DONNA Mia donna, pervenuto
Mnna (da MEADONNA) che sta per signora e, con la caduta di una
consonante n, il fig volg alterato Montta con il risvolto mas Montto
attraverso il lombardo Monatt, i dim Monlla con Monllo cui Monellta,
Monellera e Monellsco, vrs il volg veneto Mona, lonomastico Monaca in
concorrenza con Monica da MONOS; tuttavia, lepiteto veneto Mona
potrebbe essere connesso, o sovrapposto, con il lat volg MONACULA
cornacchia o addirittura con lo sp MONA che sta per scimmia. Fuori
percorso Monl, questo lega di nichel-rame in onore di A. Monell
presidente storico della societ produttrice nel 1917.
Signra, col dim-vezzeggiativo Signorna o Segnorna (deformazione
attestatasi attraverso le truppe americane doccupazione), il fem di
Signre, questo con la variante Segnre ; attraverso lingl si conta il glb
Lady signora cui la locuzione politico-diplomatica First lady, quale fem di
GENTLEMAN gentile uomo corrispondente allital Gentiluomo, cui First
gentleman (ove la moglie la titolare) con i vari Gentleman driver autista
dove DRIVER si traduce in guidatore (pron draiver), utilizzato in
terminologia informatica cui Key driver (con KEY chiave), Gentleman rider
fantino con TO RIDE cavalcare, (pron raid) cui i glb Rendigote abito
maschile per cavalcare e Rider in terminologia sportiva per surf e
snowboard, Gentlemans agreement patto fra signori dove AGREEMENT
sta per accordo e la s finale saldata al nome da una sorta di virgoletta vale
genitivo (sassone) corrispondente alla preposizione ital di, eppoi
lomologismo Gentrificazine dallingl GENTRIFICATION dal verbo TO
GENTRIFY rendere signorile in riferimnento alla ristrutturazione
qualificata di quartieri popolari. Ancora, attraverso lellittico ingl MISS
signora non sposata (corrispondente allital Signorina questo in via di
desuefazione) di MISTRESS signora, gi franc ant MAISTRESSE e
corrente MAITRESSE, lital conta Miss utilizzato in concorsi femminili.
Signore dal lat SENIOR comparativo di SENEX vecchio, cui Sento col
composto Senatoconslto, Senatorto, Senatorile, Senatrio, il botanico
Sencio o Senecine (fig per la peluria, snm di Calderugia o Sollecciola),

196

Senescnte con Senescnza, Senle, Senilsmo, Senilit, Senire, gli obsoleti


Sne snm di Vecchio, Sentta con Senettte o Senett o ancora Senettdine
snm di Vecchiaia; Sinisclco o Senisclco, questo un lemma composto
attraverso il franc SINISKALK servo anziano il franc SKALK inv dal
got SKALK servo cui lomologismo ital Sclco con il fig Scalcre e
Scalchera. Da SENIOR il franc ant ha tratto Sre quale appellativo regale,
cosi adottato in ital attestandosi via via in unappellativo di autorit pi
estesa, incluso il padre.
In persorso si ha, ricorrenti e desueti, Signorggio, Signornza dal prvz
SENHORANZA da SENHOR signore (da evitare a causa di una voluta
sovrapposizione dironia con il termine Ignoranza), Signoreggire,
Signoreggiamnto, Signoreggitre, Signorsco con Signorescamnte,
Signorvole o Signorvile con Signorevolmnte, Signora con il prefissato di
riverenza Vossignora questo ipocoristico della locuzione Vostra signoria e
ancora ridotto volg in Vossa, in complanare con Voscnza questo in volg
siciliano dalla locuzione Vostra eccellenza ricalcato dallo sp VUECENCIA
ipocoristico della locuzione VUESTRA EXCELENCIA.
Signorle con Signorilmnte, Signorilit, Signorno, Signorn o Signrno o
laferetico Gnorn dalla locuzione Signor no o in aferetico Gnor no,
Signors con laferetico Gnors dalla locuzione militaresca Signor s,
Signorne, Signortto, Signrso suo signore (enclitico dal lat SUUM suo)
con Signrto tuo signore (enclitico dal lat TUUM tuo), la variante Segnre
cui Segnornza, Segnoreggire, Segnora, Segnrso suo signore.
Signoria vale Potere ed entrambi hanno il snm in Dinasta dal gr
DYNASTEIA, cui Dinsta signore e il relativo Dinstico; in percorso
ancora Dinastni (Sottofamiglia di Coleotteri Scarabeidi) dal lat scientifico
Dynastinai termine introdotto nell prima met del XX sec.
In ind, SAHIB vale signore, per accezione rivolto alleuropeo, termine di
genesi ar. Dal turco AGA signore, lital conta lomologismo Aga-ga o
Agha-gha.
Larea mediterranea prelatina contava il tema PRUTAN-PURSTAN che
valeva signore, presunta origine etrusca, sopravvissuto nellital Pritno dal
lat PRYTANEUM dal gr PRYTANIS signore, che pare si rispecchi
nellonomastica relativo al mitico Porsenna, con i derivati Pritna periodo
di tempo e Pritneo edificio in cui si custodiva il fuoco sacro e questo
potrebbe far pensare ad una connessione o sovrapposizione con PYR fuoco.
Ancora, in aramaico, la lingua di Ges, MARTA sta per signora, cui
lonomastico Marta e un disusato Mrta per signora. Marta possiede il suo
dim in Martina, cui vrs il risvolto mas Martino, da questo il percorso di
derivazione con Martinccio, Martinlla (da S. Martino, una campana
fiorentina del palazzo comunale), Martinllo o Martintto il piviere dorato,
lomn Martintto un snm di Cric o Crcco (entrambi dal XVI sec), e
Martincca (in meccanica), il milanese Martintt nome dato agli orfani
dellistituto S. Martino, lo zoologico Martin pescatore sorta di uccello degli
Alcedinidi)
Fuori percorso, gli omologismi Martingla, questo calco del franc
MARTINGALE dal toponimo Martigue in Provenza (i cui abitanti eran noti

197

per un abbigliamento risibile, cos visto dalla presunzione di abitante della


citt), e Martagne calco dello sp MARTAGON e questo dal turco
MARTAGAN una specie di turbante; ancora, Mrtora dal lat volg inv
MARTORA attinto al ted MARTHR gi got MARTHUS.
\ Felino Gatto
Il lat conta lo specifico FELES per Martora gatto selvatico, cui Felno e
Flidi. Felino deccezione, gi divinizzato nellantichit, il Gtto, la cui
vita media di 17 anni, dal lat CATTUM rintracciabile nellingl CAT,
donde una nutrita teoria di lemmi espliciti e composti, in percorso reale e fig,
quali Gattabia che vale gattaia buia, Gattia, Gattaila con Sgattaiolre,
Gattamrta, Gatteggiamnto con Gattegginte e Gatteggire dal suo sguardo
iridescente, Gattllo questo un sostegno o mensola a forma di gatto,
Gattsco, Gttice snm di Albogatto, Gattfilo, Gattomammne, Gattonre
col pref Aggattonre, Gattni questo un avverbio, Gattoprdo (con il lat
PARDUS gi gr PARDOS pantera) che svoltosi nel franc GUEPARD
ritornato in ital con Gheprdo (conterrebbe un prefisso che indicherebbe
vespa fig per il suo colore), Gattccio questo sia uno squalo col snm fig
Gattoprdo sia una specie di sega, eppoi Pescegtto che i giapponesi
chiamano NAMAZU poich nei loro miti provoca i terremoti.
Pare che lantenato del Gatto sia nato 130mila anni fa nella regione oggi Iraq
e che sia diventato un casalingo circa 10mila anni fa.
Il Gatto nero tradizionale apportatore di disgrazie invece un portafortuna
nel mondo giapponese.

Felinofoba lavversione per i gatti, per i felini in genere.


Tra i gatti si contano, oltre al Gatto dAngora che appare altrove nel testo, le
locuzioni, Gatto Persiano e Gatto Siberiano questo lunico a non provocare
allergie alluomo, grazie a una particolare proteina della sua saliva.
Fuori percorso lomologismo Gat o il brutto Gatt ricalcati sul franc
GATEAU 1, plur GATEAUX, focaccia, torta farcita gi ant WASTIL.
Dal verso del Gatto si ha un percorso onomatopeico con Mcio cui Micine e
Mictto, Miagolre e Miagolo con Miagolamnto, Miagolta e Migolo, le
voci imitative Mio e Mo, della serie M UL cui il lat MIAULARE e allo
stesso percorso appartiene il termine Mona meglio Mone; termini alieni
Mana questo omologismo dallar MAUN vaso svoltosi fig in
galleggiante-galeazza e lomn Mana snm o variante di Magona dallar
MAUNA appoggio-aiuto per sorreggere vrs in connessione rad col primo;
infine, Mania sorta di arbusto il termine in onore dello studioso
botanico B. Mac Mahon (1775/1816). Miao s svolto nellonomatopeico
Gno o Gnu cui un fig Gnaulre con Gnaulne snm di Lamentarsi e
Lamentone.
La struttura di Miagolare con Miagolio analoga a quella di Pigolre con
Pigolo, questi dalla serie P UL cui il lat PIULARE, con Pigolamnto e
Pigolne.
Pigolare ha il suo snm in Pipilre inv dal lat PIPILARE svoltosi nel volg
PIPIRE dalla serie onomatopeica PI O PI O cui Pippine dal lat PIPIO
svoltosi nel volg PIPJO cui Piccine con il fig Piccionia, il dim
Piccioncno, la locuzione Piccione viaggiatore; il verso del Picionne

198

lonomatopeico Grugre dalla serie GRU GRU.


Pigolre, ancora, ha il snm in Pipire cui il fig Pipinra o Pipinro gruppo
di ragazzi rumorosi; in percorso ancora da PIPIRE il lat PIPA cui Pva snm
di Cornamusa, Pivtta il fig Pivllo con Pivellno, la locuzione Tornare con
le pive nel sacco ovvero a mani vuote . Da non equivocare con Pipno o
Pippno questo relativo al Partito Popolare di Don Sturzo (1919).
\ Per tradizione araba, il gatto casca sempre ammortizzandosi sulle quattro zampe,
salvandosi la vita, per grazia che riceve da Maometto.\

Tra i Felidi c la Lnce dal lat LYNX LYNCIS gi gr LYNKS LYNKOS


cui Lnceo o Linco, Lnza attraverso il volg LUNCJA; dal gr
KARAKULAK orecchio nero, lital conta lomologismo Caracl o Carcal,
sorta di lince africana e asiatica.
Lomn Lnza dal lat LUMBEA aggettivo di LUMBUS attraverso il franc
LONGE, cui Lmbo che sta per massa muscolare con Lombggine,
Lombre, Lombta con Lombatna, i composti Lombosacrle in riferimento
allosso sacro, Lombalga, il prefissato fig Allombto animale domestico
ben pasciuto. Esiste un Lnzo che sta metaf per snervato.
C ancora il Pma omologismo di voce quechua detto anche Coguro
omologismo dal franc COUGUAR a sua volta dal portoghese
CUCUARANA che aveva corrotto la grafia dal guarin SUSUARANA.
1
Dalla cucina francese lital ha ancora adottato lomologismo Rag (dal XVII sec),
cui Ragutira, da RAGOUT di RAGOUTER provocare-stuzzicare appettito e Suppl
(dal 1846) attraverso SURPRISE sorpresa poich questo contiene tradizionalmente un
ripieno a piacere.
Sart (1959) sformato di riso riccamente farcito, della cucina napoletana, che
sembrerebbe franc, vrs un derivato dal lat SATUR saturo, e se cos fosse sarebbe un
risvolto metatetico.

LACUNA LAGUNA LACRIMA


LACUNA
Lacna dal lat LACUNA mancanza derivato da LACUS, cui
Lacule, Lacunre, Lacunosit, Lacunso, Lacstre. Esiste, inoltre,
in lat tardo LACCUS fossa, cisterna - cui Lcco avvallamento del
terreno ma anche Lcca con Laccolte - che con il gr LAKKOS
fossa, da tema med LAKKA forma di terreno, si richiamano al rad
LAK, che avrebbe viepi condotto al tema med LAMA piano
paludoso cui inv il lat LAMA e lital Lma pantano con Allamre
impantanare cui Allamto, Slamresmottare omn di Slamare da
Amo; da includere il toponimo Lecco.
Il toponimo dolomitico Antelao vale davanti al lago dal lat
ANTELACUM.
Evidente la connessione tra LACUS lacuna e LACCUS fossa.
Lacna fig Assnza, questo dal lat AB ESSE essere lontano... cui
Assentre, meglio Assentrsi da ABSENTARE, Assnte dal Pp
ABSENS con Assentesmo, Assentesta, Assentestico e la
congiunzione-preposizione Snza o il desueto Snza, con i composti
199

Senzacsa, Senzado, Senzalavro, Senzapartto, Senzaptria,


Senzattto privo di casa-barbone, sostantivati da precedenti
locuzioni.
Tornando alla rad LAK, questa ha prodotto una discendenza
straordinaria, cui lomn Lcca tumore alle gambe delle bestie da tiro,
vrs svoltosi nel senso fig da Lacca relativo al terreno, ancora,
Lacerre-Lcero da LACER stracciato con Lacerbile cui
Lacerabilit, eppoi Laceramnto, Lacernte, Laceratre e
Lacerazine, Lacrna inv da LACERNA mantello a cappuccio (nel
cappuccio c il vuoto, fig fossa), Lacrto da LACERTUS
brandello, frammento, anche fig muscolo cui Lacertso e un pesce
questo con la variante sett Lanzrdo, Lucrtola da LACERTULA
con Lucrtolo, Lucertolre e Lucertilne, le cui misure possono
raggiungere i due metri; LUCERTOLA il dim lat di LACERTA
mancante di vertebre ovvero muscolo cui Lacertidi (Famiglia),
Lacertifrme, eppoi Lacnia inv da LACINIA brandello, Lacinito
questo sta per ridurre carta, stoffa... in lacinie. Il termine Lancinre,
col Ppres Lancinnte, da una variante LANCINARE attestatasi per
Lacerare.
Lacnico sobrio, mancante di retorica fuori percorso poich dal
gr LAKONIKOS da LAKOS spartano-della Laconia, fig per il suo
modo spartano di condurre la propria esistenza; un suo snm
infatti Spartno, con Spartanamnte, da Sparta, la citt greca, rivale
di Atene, dove fin da giovani si veniva educato allausterit, alla
severit ed alla sobriet.
Lital conta ancora lom Lcca gomma cui il composto Laccfero, dal
lat medv LACCA con rad indostana LAKH e, infine, vrs in
connessione con questo, un ulteriore omn Lcca omologismo dallar
LAKK di genesi sct LAKSA col valore di migliaia, cui il colorante
vegetale Lcca con Laccre, Laccatre e Laccatra, il composto
Laccamffa; il riferimento fig poich la sostanza viene prodotta da
migliaia di insetti. Il termine si rintraccia nel ted LAKMUS, nellol
LAKMOES.
Riappare sempre il rad LAK; se ne pu dedurre che al primo contatto
della lacca, gli uomini labbiano immediatamente identificata
inconsistente-mancante di solidit, e chiss se la fonte ispiratoria per
il percorso semantico LAK-LAKH-LACCUS non sia stata giusto
questimmediata sensazione.
Termine collaterale a LACCUS, dal lat FOVEA fossa, tana, in
connessione col gr PHOLAS, lital conta Fggia col snm-omn
Fggia svoltosi in aspetto con Foggire, Foggiatra, e Sfoggire e
Sfggio (pref S intensivo), Folde che sta in tana (mollusco) con
200

Foldidi (la Famiglia), il toponimo della citt di Foggia; dal verbo


FODERE scavare, sono giunti il friulano Fiba da FOVEA, Fssa da
FOSSA e Fsso da FOSSUS con Fossto e Fossre (questo vale
Becchino o Beccamorto), i prefissati Effossrio dal Pp lat EFFOSUS
scavato fuori (EX destrazione) cui la locuzione Macchina effossoria
snm di Scavatrice, Rifsso (con RI iterativo vale fosso di rinforzo al
fosso di difesa) eppoi Fssile dal lat FOSSILIS che si recupera
scavando con Fossilizzre, Fossilizzazine, la locuzione Fossa del
grano, il composto Fossilfero e, con i pref, Affossre-Infossre, tutti
in connessione rad con il lemma Fogna.
In persorso anora il termine Fisso la parte stretta della scarpa tra il
tacco e la pianta da FIOSSUM derivato da Fossa.
Fosse papiriane lantico coronimo della Versilia, cos indicata
nellant Roma per lambiente paludoso e dal nome del governatore
Papirio incaricato alla sua bonifica ma che non fu attuata.
Dal gr BOTHROS fossa, sono giunti, inoltre, lespicito Btro e
Borrna (questo omn di Borrana pianta erbacea), Brro e Burrne
questo accr del primo col snm Burrato omn di Burrato imburrato.
Dal tema med GAVA fossato, lital ha coniato Gavne, Gavnchio
pesciolino dei fossati e vrs le connessionifig con Gavtta e
Gavitllo.
Nel termine Gavile, dal lat GAVIALIS coccodrillo e dal franc
GAVIAL, si potrebbe alludere ad una connessione col tema med
GAVA, poich questo grosso rettile vive nei fossi, ma letim lo vuole
derivato dallindostano GHARIYAL; nulla toglie, tuttavia, ad
unipotetica parentela darea indoeur.
\ Fossa del grano
Nel bacino mediterraneo, sin dallantichit, era in uso la pratica delle
Fosse del grano, ossia degli appositi granai sotterranei per la
conservazione del grano, cereali in genere.
Queste erano scavate comunemente per otto metri, di forma ovoidale o a
campana, e le pareti erano rese impermeabili con un sistema il cui materiale
primo era la paglia.
Le imboccature, a livello del suolo, erano sigillate con ammasso di terra su
copertura di tavole, al centro della quale era praticato il foro dove si
conficcava un cono sempre di paglia e che fungeva da tappo.
La scelta delle fosse, anzich i silos innalzati sui campi, garantiva la
sicurezza dai cedimenti delle pareti e dalle possibili autocombustioni proprie
delle granaglie.
Vi erano quindi custodite le quantit derivanti dalle raccolte di avena, fave,
grano e orzo.
Intorno alle istituzioni delle fosse operavano i sensali governativi e locali,
questultimi con lo strascico degli acquirenti, e poi gli immancabili caporali,
questi conduttori della forza-lavoro quali facchini, carrettieri e mulattieri, e

201

infine gli addetti alle registrazioni cartacee, tutti ben vigilati dai massari.
Gli esperti incaricati al recupero delle granaglie sarebbero stati chiamati
Carlentini a partire dal medioevo, almeno nel foggiano; il loro ruolo era di
misuratori e sfossatori.
Un termine, carlentino, che si attestato grazie allinflusso linguistico delle
genie nordeuropee, poich pare un omologismo etimologico connesso con il
nordico KERLING abitacolo (figurativamente considerato quale incavo) e
che avrebbe dato alla nostra lingua anche Carlinga nel XX secolo con
lavvento dellaviazione.
Insomma, per carlentino leggasi laddetto al kerling.
Per dovere di chiarezza etimologica, il toponimo siciliano Carlentini non ha
nulla di quanto detto; la cittadina fondata nel XVI secolo in prossimit di
Lentini, vale invece in ipocoristico la Lentini di Carlo V.
Sulle fosse, durante le carestie, si accalcavano frotte di affamati alla
ricerca di una manciata e le cronache descrivono cadaveri ammucchiati di
gente dogni et, morti di fame o trucidati dalle milizie incaricate alla
vigilanza.
Fosse del grano, oggi monumenti storici, sono ancora visibili in un popoloso
quartiere di Foggia, gi antica area, appunto identificata con Piano delle
fosse.
Una coincidenza vuole la citt di Foggia e Fossa del grano legate da una
radice comune.
Il percorso dal latino FOVEA cavit-buca, infatti, litaliano conta Fossa,
Fossre (becchino), il toponimo Foggia e altri derivati.
\ Regno delle Due Sicilie 1818.
A che cosa sarebbe servito il contenuto delle fosse, se non ad alleviare la fame del
popolo in tempi di carestia, almeno per anziani, mamme e bimbi.
I signori, per, erano pi preoccupati per i loro stomaci.
- Signora mia bella interloqu un carbonaro alla donna che aveva innanzi, aspirante
giardiniera (carbonara) il popolo muore affamato sulla pietra che chiude i granai
sotterranei
Una metafora, oggi, 2012, dei caveau\

\ Galassia Latte Caff T Cioccolata


Il termine lat LAC dorigine indoeur sta per Ltte, questo coniato dal
genitivo LACTIS; la forma arcaica pare fosse stata GLAC GLACTIS, donde
il gr GALA GALAKTOS latte ed il pref ital GALA o GALATTO per Latte,
cui Galalte pietra latte (col suff ITE per minerali), Galssia latteit (fig
termine astronomico), Galattaggo (Lattagogo) questo termine medico, col
suff gr AGOGOS che conduce, Galattno, Galttico, Galattte, Galattfago,
Galattforo, Galattgeno, Galattmetro, Galattopoisi (col gr POIESIS
formazione), Galattorra (suff dal gr RHEO scorro), Galattosde composto
con Lattosio col suff chimico IDE, questo, con il plur IDI, adottato in
chimica ad indicare composti organici e, meno frequente, inorganici; in
antropologia a designare lappartenenza ad un ceppo, omologato
storicamente per evidenziare una discendenza dinastica. Il percorso continua
con Galattsio (Lattosio), Galattournico (suff dal gr URON urina) e il
prefissato Agalassa o Agalatta (A privativo) vale privo di secrezione
lattea; termine alieno Galnga rizoma inv dal lat GALANGA ma gi ar

202

KHALANGAN.
Galga, snm di Capraggine, sorta derba delle Leguminose, la
composizione ellittica del gr GALA latte con AIGOS capra (genitivo di
AIX)
Dalla forma pi moderna lat, si contano termini, sovente in complanare,
quali Lattaggo (Galattagogo) o Lactaggo, Lattio, Lattailo, Lattnte,
Lattnza, Lattre con Allattre e Slattre, Lattarna con Lattarno o Latterno,
Lattrio, Lattta e Lattto, Lattatrce, Lattazine, Lttea e Ltteo da
LACTEUS cui una variazione in Lzzo sapore acidulo del latte e fig
stridulo (omn di Lazzo da Laccio), Latteggire, Lattera (suff sostantivante
ERIA che qui vale vendita di (latte), Lattescnte con Lattescnza
dallincoativo LACTESCERE diventar latte, eppoi Lttice o Lattccio dal lat
LATEX LATICIS liquido-succo lattiginoso, sovrapposto a Latte; nel
percorso di LATEX lital conta Ltice e Laticfero. Il percoso ital dal lat
LACTIS latte continua con Latticno o il corrente Latticni, Lttico cui
Acido lattico , Lattme velo del latte con una fig locuzione Crosta lattea
(dei bambini) cui ancora un fig Lattme seme di tonno, il fiug Lattmo
vetro bianco, Lttide (Lattico con suff chimico IDE), Lattira con Lattiro,
Lattzio, Lattne, Lattnzo e Lattnzolo (inc con Lonzo), Lattsio
(Galattosio), Lattso, Lattga o Lattca dal lat LACTUCA (per lumore
lattiginoso) con Lattughlla e Lattugne dallaggettivo LACTUCUS cui
Lattucrio da LACTUCARIUM pi esplicito rispetto al lat; la Lattuga
selvatica anche chiamata Erba bussola per la caratteristica delle foglie di
orientarsi verso il sole. Eppoi, lital conta i composti Lattalbumna o
Lattoalbumna, Lattme o Lattammde (con Ammide), Lattemile,
Latticema (col gr HAIMA sangue), Lattivndolo (suff VENDOLO),
Lattfero, Lattfugo, Lattgeno con Lattiginso o Latticinso, Lattobacllo
con Lattobacillcee, Lattodensmetro (con Densit e Metro vale misuratore
della densit), Lattodtto, Lattofermentatre, Lattoflavna, Lattognesi con
Lattogentico e Lattgeno, Lattoscpio, Lattsio (suff chimico OSIO che
indica carboidrato) cui Lattsi (suff chimico ASI), la locuzione fig
astronomica Via lattea. Il termine Pluriverso, al tempo di Kant, era riferibile
allinsieme delle galassie, dato che fu questi ad intuirne lesistenza di altre
di l della Via lattea.
Il Latte di cavalla era una diffusa bevanda tra in tartari nel V sec.
In associazione a Latte, si elencano Caff, T e Cioccolata.
Caff lomologismo dallar QAHWA cui il turco KAHVE svoltosi nellital
Caff, cui il fig Caffeno vomito dal colore di caff, gli aggettivi Cafferio
e Caffico, ladattamento Caffeus dal ted KAFFEEHAUS rivendita del
caff, Caffena (suff chimico INA), Caffesmo, Caffettera, Caffettira e
Caffettire su ricalco del franc CAFETIERE e CAFETIER, i composti il fig
Ammazzacaff amaro digestivo, Caffecolo, Caffefero, Caffeologa o
Caffeomanza (suff MANZIA divinazione) con Caffedomanza che che sta
pe esame dei fondi di caff Caffettire e i composti Caffeltte o Caffellte,
Cafrzo (caff ed orzo) questo coniato dai futuristi, Dosacaff, Macinacaff,
Tostacaff, il prefissato Decaffeinre attraverso il franc DECAFEINER (pref
DE sottrattivo e che vale togliere la caffeina) con Decaffeinto il cui

203

ellittico

Decaff,
eppoi
Decaffinazine,
Decaffeinizzre,
Decaffeinizzazine.Il termine ricorrente Nescaf tratto dalla locuzione
NESTLE CAFE (Nestl caf) dove il primo termine un noto marchio
registrato svizzero e il secondo in franc. Fuori percorso lomologismo
Caffetno o Caffettno o ancora Caftn e Caftno, ricalcato dallar
QAFTAN gi persiano KHAFTAN. Il Caff il primo prodotto
desportazione mondiale dopo il petrolio.
\ Quale prova della genuinit del caff in polvere, controllare se una discreta
quantit (il contenuto di un cucchiaino) resta a galla in una tazza o bicchiere dacqua;
se tutta o in parte affonda certezza di misture.\

T, un omologismo, dal cinese TE transitato dal franc THE connesso


allingl TEA, cui Ta (variet delle rose colorate come il t), Tecee (la
Famiglia), Teira, Teicoltra, Tena (alcaloide chimicamente caffeina) cui
il prefissato Deteinre con Deteinto (DE sottrattivo); fuori percorso il
lemma Teatno, questo identifica labitante di Chieti, appunto lantica Teate.
Alla Famiglie delle Teacee appartiene la Camlia, nome imposto dedicato al
suo importatore dal Giappone J. Kamel (1661\1706), da non associare a
Camelina (Ved Lino da LINON). La pianta dalla quale si ricava il T
indicata con il lat scientifico CAMELIA SINENSIS Camelia cinese.
Il Mte o Mat, invece, indicato anche come T del Parguay, una bevanda
ottenuta con foglie dellomonima pianta delle Celastracee, detim peruviana.
\ Un antico proverbio cinese recita che se vuoi essere felice tutta vita coltiva le
camelie.\

Dal franc CABARET servizio da t, sorto fig il termine CABARET per


locale non proprio signorile, questo meglio attestatosi, cui lol CABRET, il
piccardo CAMBRETTE piccola camera, lomologismo ital Cabar, che
vale luno o per laltro, cui Cabarettsta (col suff ISTA di collegamento ad
un mestiere in omn col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO),
Cabarettstico.
Cioccolta un omologismo dallazteco CHOCOLATL transitato dallo sp
CHOCOLATE, cui Cioccolto, Cioccolatra. Gli Aztechi occupavano
lattuale Messico al tempo dellinvasione spagnola, ma essi si chiamavano
MEXICA cui lattuale toponimo nazionale Mssico con Messicno e quello
della capitale Citt del Messico.
Nelle Filippine, loronimo Colline di cioccolato hanno la loro leggenda:
sarebbero sorte dalle lacrime di un gigante, triste per la perdita della sua
compagna.
Durante il fascismo, lautarchia suggeriva di consumare Carcad, Zabaione,
Chinotto, Idromele. Carcad lomologismo dalleritreo KARKAD, una
bevanda acidula di colore rosso ottenuta con linfuso di petali e sepali di una
pianta delle Malvacee. Lo Zabaine, o Zabagline (attestazione errata),
ovvero il tuorlo duovo sbattuto, dal lat SABAIA specie di bevanda che
per il suo colore ricorda la birra, termine dorigine illirica. Il termine
Chintto da China 1, questo lantico nome della Cina erroneamente
pronunciato, la bibita aromatizzata con un estratto dallomonima pianta
delle Rutacee. Idromle, infine, dal lat HYDROMELI, inv dal gr, la
composizione di HYDOR acqua e MELI miele.

204

Cna prende il nome dal suo imperatore storico Qin Shi Huangdi, ideatore della
Grande Muraglia Cinese e sepolto in un imponente mausoleo, circondato
dallEsercito di terracotta. Il nome pervenuto in occidente attraverso il ptg CHINA
(pron scina) gi lat SINAE dal gr SINAI cui Chna (inchiostro di Cina), Chinse e
Cinse; Chinesera e Cinesera dal franc CHINOISERIE, da tardo 1800, il termine
che va ad indicare ninnoli e suppellettili di costruzione o dimitazione cinese; ma
sfociato ad indicare tutta una banale oggettistica (kitsch). Eppoi, Cinesno,
Cinesizzre, il glb composto ingl Chinatown quartiere cinese con TOWN citt, i glb
franc Chin striato e Chinois passino a forma di cappellino cinese capovolto, il
pref SINO per composizioni quali Sinologa con Sinolgico e Sinlogo, Sinotibetno
che indica il cinese del Tibet e da questo Tibetno. Tra le lingue parlate in Cina si
distinguono il Tibetano, il Mancese e il Mongolo. Per Mancse sintende la lingua dei
Manci, popolazione di etnia tungusa (di ceppo mongolo, gruppo appartenente alla
famiglia altaica) oggi in parte stanziatasi nella Manciuria, da qui il relativo
Manciurino.
In associazione a Tibet si ha Sherpa quale glb dal tibetano SHAR PA uomo dellest
ossia appartenente agli SHARPA, questa la trib himalaiana che vive lungo le pendici

meridionali dellEverest (gi Picco XV); i cui uomini, gli Sherpa, sono noti per essere utilizzati
come guide e portatori sulle loro montagne.

Tornando ai derivati cinesi, il lessico politico si appropriato di Cineseria, Cinse,


Cinessmo, Cinesizznte, per intendere, metaf o effettivamente, atteggiamenti e
comportamenti speculari della Cina comunista. Fedele al gr-lat si conta il lemma
Sinntropo (lat SINA e gr ANTHROPOS) che indica lominide fossile scoperto nei
pressi di Pechino corrispondente allHomo erectus.
Nel 2008, da un recente censimento, la popolazione cinese sarebbe di 1 miliardo e 300
milioni.
Il pi noto dei cinesi contemporanei Mao Tse tung (1893/1976) cui gli omologismi
Maosmo e Maostico.
Dalla capitale Pechino, cui il demotico Pechinese, lital conta Pechinse quale razza di
cane snm di Spaniel.

\ Caffettiera napoletana
La Caffettiera napoletana, detta Cuccumella in volg napoletano, ideata da
Morize nel 1819, francese a Napoli, ebbe da quellanno una straordinaria
diffusione in tutte le case italiane. Ci sarebbero poi state le Caffettiere per
bollitura, ovvero alla turca, quelle a infusione generalmente corredate di
filtro e che rivaleggiava con la Caffettiera a filtro per il caff alla
americana, ancora, la Caffettiera a stantuffo degli anni Trenta. In tempi pi
moderni, apparve la macchina per il caff espresso presentata nel 1884
allEsposizione Generale di Torino da Angelo Moriondo e via via
perfezionata da Luigi Bezzera nel 900 e da Achille Gaggia nel 47,
utilizzata esclusivamente dai bar e simili. Merito di Alfonso Bialetti, infine,
con la sua invenzione della Moka, che lespresso pot entrare nelle case per
gustare nellintimit la nera bevanda resa gustosamente cremosa.

LAGUNA
Lagna il lat LACUNA con lenizione veneziana di c in g. Sono i
discendenti del ramo g i termini Lgo, Lagne, un composto
Lagostgno, Lagunggio e Lagunre (questultimo per accezione
della laguna a Venezia. Il Lago Garibaldi, diversamente da quanto
si possa credere, geograficamente posto in Canada.
\ Il MOSE (semi)acronimo di Modulo Sperimentale Elettromeccanico linvenzione

205

che dovrebbe risolvere sensibilmente il drammatico fenomeno dellacqua alta a


Venezia. Alcuni di questi marchingegni dovrebbero essere posti di fronte alla
millenaria citt, barattando una relativa tranquillit dalle maree con la definitiva
deturpazione ambientale. Da unindagine giornalistica proposta da due quotidiani
veneziani, al dicembre del 1998, lorientamento popolare pare orientato
favorevolmente alla sua istallazione: per Nuova Venezia, il 43% di S contro il 32% di
No ed il 25% dastenuti; per il Gazzettino, sono 942 i favorevoli tra 982 intervistati.\

Esiste un pref LAGO che non ha nulla di questo percorso, poich


dal gr LAGOS lepre cui Lagoceflidi (col gr KEPHALE testa,
Famiglia di pesci), Lagoftlmo (col gr OFTALMO vale
malformazione palpebrale ovvero Occhio di lepre), Lagomrfi
(Ordine di mammiferi), Lagstoma (col gr STOMA bocca altrimenti
detto Labbro leporino).
Lagtrice o Lagtriche dal lat LAGOTHRIX (col gr THRIX
TRICHOS pelo) un Genere di scimmie, altrimenti dette Scimmie
lanose, fig per il pelo che ricorda quello delle lepri, suddivise in
LAGOTHRICHA questa dal grigio-giallastro al marrone-nero, in
FLAVICAUDO questa di colore mogano, con il lat FLAVERE
colore oro e CAUDA coda poich l maschio ha un ciuffo di peli
gialli sui genitali.
Il pendio di un lago montano detto Pentma, termine introvabile da
inv tema med PENTIMA; azzardata connessione col termine
Pentlico dal gr PENTELIKOS monte, marmo bianco greco.
Sinomini di Lago si contano Gra, da un tema med GAURA dal lat
medv GAURUS canale (per accezione che porta acqua al mulino),
e Bacle con Bacno, Bacinlla, dal gallo-romanzo BACCINUM dal
lat BACA cosa gonfia e quindi anche Bcca, questo gi dal tema
med BAKKA frutto cui Bgola dal dim lat BACULA con Bagolro
albero delle Ulmacee e fig Bgola con Bagolne questi snm di
Chiacchiera e Chiacchierone, i composti Baccfero, Baccifrne e vrs
Bccara (sorta di pianta, adottato dal XVI sec) dal lat BACCAR gi
gr BAKKARIS snm di Asaro-saro (gi dal XIV sec) questo dal lat
ASAUM gi gr ASARON, con il dim Baccarna o Baccherna (sorta
di pianta erbacea) snm di Conza questo dal gr-lat CONYZA, da non
includere Conizzazione questo da Cono. Bacintto fig elmo
dovuto al transito dal franc ant BACINET, moderno BASSINET da
BACIN cui vrs Bassna recipiente di rame con Bassinatre,
sovrapposto al termine Basso. Cinlli un termine antiquato che sta
per piatti, abbreviazione di (Ba)cinelli. Lital conterebbe ancora in
questo percorso un Bacisca, che vale piletta di rame (per lavre i
bicchieri) nelle cantine e taverne.
Bacno, snm di Pelvi dal lat PELVIS catino, anche anatomico ed il
gr conta lo specifico PYELOS cui Pielografa, Pielogrmma e
Pielonefrte questo composto col gr NEPHROS rene (adottati dal
206

XX sec). Il gr conta ancora EILEOS osso del bacino, porzione


dellintestino, arresto intestinale cui il lat ILIA fianchi e lital Ileoleo o Ilio-lio con gli aggettivi Ilele e Ilaco (questo omn di Iliaco
dal toponimo Ilio altrimenti Troia), il patologico Ilete (suff medico
ITE) o Ileopata, ancora i composti Ileocecle (da intestino cieco),
Ileostoma (suff dal gr STOMA bocca), la locuzione anatomica
Fossa iliaca; termine alieno Ilidi-lidi (Famiglia di Anfibi Anuri) dal
gr YLAO abbaiare connesso col tema med LA lamento.
Stgno, omn del metallo, dal lat STAGNUM palude, come il primo
forse dorigine celt, rintracciabile infatti nel franc ETANG, cui
Stagnamnto, Stagnnte, Stagnre (omn di Stagnare rivestire di
stagno), Stagncola, Stagnicoltra, e fig Ristgno, Stagnrsi,
Stagnazine, cui ancora il prefissato Ristagnre con Ristgno; per,
vrs il termine Stagno acquitrino pu essere stato ispirato fig allo
stagnamento dello stagno metallo allo stato liquido. Nel percorso,
lomologismo ellittico Stagflazine, in ambito deconomia,
attraverso lingl STAGNATION stagnazione e INFLATION
inflazione.
Altri termini, talvolta resi snm, Pzza, Pozztta e Pozztto, Pzzo,
cui un prefissato Contrappzzo e la locuzione Pozzo di luce, dal lat
volg PUTJUS erede del class PUTEUS, cui Putele, Puteolno
(demotico di Pozzuoli), Pozzolna con Pozzolnico dalla locuzione
lat PUTEOLANUM POLVEREM sorta di tufo, Pozznghera,
questo adattato da un sett POCCIANGHERA o POCIACHERA inc
con Fango, Soppozzre questo col pref SUB, da SUBPUTJARE,
vale immergersi nel pozzo svoltosi nel napoletano Sommozzre cui
lital Sommozzatre; Pzza o Spzza (pref S intensivo) e Pzzo dal
lat volg PUTJUM, connesso con PUTJUS di Pozzo in associazione
allodore sprigionato, cui Puzzre o Spuzzre da PUTERE puzzare,
con Puzzachire o Puzzichire (suff attenuativo ICCHIARE),
Pzzola (mammifero dei Mustelidi) cui Formica puzzola (sorta di
formica che emana odore sgradevole), Puzzolnte o Puzzolnto con
Puzzolentemnte, Puzzonta da Puzzne, Puzzre e Puzzso, il
prefissato Appuzzre (pref AD) anche fig corrompere.
\ La Grande puzza quel periodo londinese del 1858 quando cal una straordinaria
ondata di caldo umido che provoc il ristagnamento dogni odore, specialmente nel
Tamigi. \

Dal tema med DRAUSIA-TRAUSIA, sovrapposto al long


TRAUSAN precipitare, pervenuto Trscia (adottato dalla seconda
met del XIII sec), con il snm Pozzanghera questo gi ricorrente nel
1306.
Lar conta AL GIUBB pozzo tradotto nello sp ALJIVE, cui la
locuzione BOVEDA DE ALJIVE arco di cisterna, passato fig nel
207

franc OGIVE e da questo lital ha tratto lomologismo Ogva arco


acuto con Ogivle, termini utilizzati nellarchitettura gotica.
\ Secchia
Nel pozzo si cala la Scchia o il Scchio, con Secchiio, Secchita,
Secchillo e il fig Secchine sgobbone, dal lat SITULA-SITULUS, con
normale caduta della vocale u e normale passaggio del gruppo tl in cl,
attestatosi via via in SITLA, SICLIA, SICCHIA, SECCHIA. Stula il
sopravvissuto termine archeologico per ricordare i secchi artigianali di
alcuni popoli antichi, quali i veneti, meglio venetici, questi attestatisi dal
VIII sec aC nella regione compresa tra il lago di Garda, il fiume
Tagliamento, i monti del Cadore e il Po, e che contavano Este e Padova tra i
loro centri principali ; furono romanizzati tra il II ed il I sec aC. Lorigine
etim potrebbe essere connesso, almeno per inerenza, con la rad GWHYTIS
siccit, che avrebbe portato al lat SITIS e allital Sete (Ved Fame Sete in
Noto). Il termine fig Secchione sgobbone ha un suo snm glb dall ingl
in Geek questo per relativo alluso dellInternet.
Dal normanno ant BIDHA secchio, il franc conta BIDON cui lomologismo
Bidne 1 con i derivati e fig quali Bid, o il glb Bidet, dal dim franc BIDET,
Bidonre, Bidonro, Bidonta, Bidonatre, Bidonsta (col suff ISTA di
collegamento ai sostantivi in ISMO, qui un Bidonismo sottinteso non
linguistico). Il composto inv dal franc Bidonville questo agglomerato di
baracche utilizzate come abitazioni, fig bidoni.
1
Bidne vale anche quale Truffa o Imbroglio, vrs dal fatto che dopo lincauto
acquisto, lacquirente lo scopre completamentre vuoto del contenuto pattuito; pertanto
ne ricava unicamente un bidone.

\ Fonte Pollone
Fnte (omn di Fonte fusione), con i derivati Fontle, Fontna, Fontanzzo,
Fontanlla, Fontanire, Fontanile, Fintanne, Fontcolo, dallaccusativo lat
FONS FONTIS connesso al sct DHANAYATI scorre; Plla (vena dacqua
sorgiva) con laccr Pollne germoglio cui Pollonto vivaio, meritano
una particolare descrizione: termine devb da un raro Pollre dal lat
PULLARE germogliare, questo denm da PULLUS piccolo nato cui Pllo in
percorso con Pollio, Pollailo, Pollme (suff AME per collettivi), Pollstra
e Pollstro (suff ASTRO) e Pollera; Pollo comprende sia il gallo sia la
gallina ma il termine s attestato nellindicare lanimale maschio.
In ingl CHICKEN vale pollo cui la locuzione glb Chick lit lettaratura adatta
per le ragazze (pollastrelle).
Il percorso conta ancora Pollna lo sterco, laggettivo Pollno da
PULLINUS, eppoi Poina dal volg PULLIANA col snm Bozzgo o
Buzzgo e Bozzgro o Buzzgro attraverso il prvz BUSAC dal lat BUTEO
BUTEONIS specifico per poiana; da BUTEO con il pref SUB (con valore di
simile) si ha il termine Subbteo gioco del calcio da tavolo nome imposto
dallornitologo P. Adolph nel 1947, ispiratosi al Falco subbuteo snm di
Falco lodolaio che caccia le allodole.
Il percorso conta ancora Pollnca dal napoletano Pullanca, eppoi Puldro o
Poldro o ancora Polldro da PULLETRUM, Pulcno da PULLICINUM cui
il fiabesco Pollicino, Pullulre mettere al mondo dei piccoli, termine questo

208

semant in essere gremito cui Pullulamnto, Pullulazine, e i vari personaggi


quali Pollicino, Pulcinella questo dal napoletano Polecenella dim di Polecino
(Pulcino) vrs ispirati o sovrapposti al lat PULICELLAM pulzella. In
percorso il prefissato Appoiallrsi con Appollaito, i composti Pollicultra o
Polliciltra con Pollicultre o Pollicoltre, Pollivndolo. Dalla locuzione lat
RAMI PULLUM pollone del ramo nato il termine Rampllo, questo
attestatosi fig nel valore di diretto discendente di una famiglia, cui
Rampollre, Rampollamnto e Rampollto.
Sorta di grosso pollo, uccello sudamericano, lital conta lomologismo
Caimchi di voce caribica.
DallOttocento, s attestato il snm Clne attraverso il gr KLON rampollogermoglio cui Clonre con Clonggio, Clonle e Clonazine; ma anche
Clno, cui Clona e Clnico, attraverso KLONOS agitazione, in connessione
col primo (simmagini lagitazione di una polla dacqua).
Pollino, oltre al relativo di Pollo da PULLUS, sta per scuro, nero, questa
volta dallomn PULLUS connesso col verbo PALLERE apparire di colore
grigio, cui un obsoleto Pp Pallnte (gi nel XIV sec) snm di Pllido (gi nel
XIII sec), Pallidstro, Pallidzza col snm Pallre (gi nel XIII sec),
Pallidccio, Pallidit, Pallidre, Pallidme col prefissato Impallidre,
loronimo Pollino, Plline con Pollinsi (suff medico OSI), e il prefissato
Impollinre e Impollinazine; infine, da rad POL variante di PEL pulire cui
il lat PULVIS polvere, il percorso ital Polnta o Polnda o ancora Pulnda
dal lat inv POLENTA, che stava per farina dorzo poich il mais
conosciuto dalla scoperta dellAmerica, cui Polentio, Polentira e
Polentna.
In Valtellina comune la locuzione Polenta taragna dove Taragna
lapposito bastone per mescolarla, un termine questo che appare dorigine
onomatopeica da affiancare al composto Tarabsto sorta di ant cannone a
canna corta.
Mis lomologismo dallo sp MAIZ ricopiato da MAHIZ di genesi arawak,
cui Maizena farina di mais e poi Maiscoltra o Maiscultra con
Maiscoltre o Maiscultre, ma anche Madico, Maidcolo e Maidsmo dal lat
scientifico MAYS MAYDIS ricordando che il mais non era conosciuto dai
latini e pertanto tale declinazione una modernizzazione del XX sec. Il gr,
per, da una rad indoeur, conta MAZA pasta d'orzo e lassonanza appare
straordinaria, tale da confermare storicamente il mito che i progenitori di
questo gruppo linguistico dellAmerica centromeridionale, assieme al Tupi e
il Guaran, abbiano attraversato lo Stretto di Bering (dallEuropa
allAmerica) 50mila anni fa, ancora remoti i tempi rispetto allinvasione
Kurgan in Europa (4400 anno fa) foriera della lingua, della cultura
indoeuropea, rispetto alle escursioni vichinghe nel nuovo continente e alla di
questo riscoperta colombiana.
Fuori percorso il termine ippico Maiden, un glb ingl che sta per vergine in
riferimento fig ad un cavallo che scende in pista per la prima volta o che non
ha mai vinto.
Dal tema rad PEL POL lital conta ancora Pla (dal XIV sec), cui Spulre e
Spulatra (pref S sottrattivo), dinv tema med PULA pulviscolo- cascame di

209

trebbiatura, snm di Crusca o Lolla. Dal gergo franc POULE pula, lital ha
adottato lesot volg Pla per polizia. Il percorso prosegue con Plta o Plte
dal lat PULS PULTIS, cui Poltglia, con Poltigliso, transitato dal franc
POLTILLE, Plvere cui Polverccio o Polverme, Polverio, Polverre,
Polveratrce e la locuzione Polvere cosmica, eppoi Polverira e Polverifcio
associati alla locuzione Polvere da sparo o Polvere esplosiva, detta polvere
scoperta dagli alchimisti cinesi nel 900 dC, accostando per caso alle fiamme
una miscela di Carbone di legna, Salnitro e Zolfo.
Polverna (farmaceutica) snm di Droga, Polverno (sabbia o carbone),
Polvero, Polverizzre con Polverizzbile, Polverizzamnto, Poloverizzto,
Polverizzatre e Polverizzazine, Polverne, Polverso con Polverosit,
Polverulnto o Pulverulnto, Polvglio, questo un esot poich transitato dallo
sp POLVILLO dim di POLVO, e il dim Polvscolo o Pulvscolo.
Nel percorso prefissato e composto si contano Antiplvere, Aspiraplvere,
Baciaplvere, Battiplvere, Battisplvere o Battisplvero, Depolverizzre
con Depolverizzatre e Depolverizzazine, Impolverre, Spolverre con
Spolverta, Spolveratra e Rispolverre, Spolverno piumino o soprabito,
il sostantivo Splvero.
Linglesismo Pullman non ha nulla della rad, bens tratto dal suo inventore
G. M. Pullman (1831-1897), termine coniato come Battista (tela), Bachelite,
Dolomite, Sax e Spinetta (vedi) e come Ghigliottna, dal suo inventore il
medico J. Guilotin (1738 1814).
\ Lutilizzo storico della Ghlgliottina in Francia datato 25 aprile 1792 mentre
lultima esecuzione risale al 10 settembre 1977 \

Dallar RAHG AL-GHAR polvere di caverna e attraverso il franc


REALGAR, lital conta lomologismo Realogr minerale di solfuro di
arsenico e monoclino di colore rosso, cui il prefissato Pararealgr.
\ Polentone e Terrone
Diversamente da Terrone, il termine Polentne o Pulendne era gi in uso
alla fine del 600, nel significato di persona lenta e pigra. La spiegazione
storica e viene dal fatto che la sintomatologia della pellagra, la terribile
malattia propria di quelle regioni dove il mais era lalimento pi unico che
principale, sinnescava appunto con tali prodromi. La semantica lha
trasformato nellepiteto popolare mangiatore di polenta, in risposta
alloffensivo Terrne, mangiatore di terra, coniata dallarroganza di gente
che ha dimenticato i propri trascorsi di peggior miseria e mali. (da La
pulzella delle specchie SA Piazza Editore 2001)
\ Poltrona
Da un ampliamento di PULLUS piccolo nato in PULLITRUS passato nel
volg PULLITER, stato coniato, oltre a Puledro (PULLETRUS), il termine
Pltro puledro; da Poltro, quale animale da trasporto, il termine passato
fig al significato di stare comodo, quindi a letto, cui Poltrre, Poltrna, il fig
Poltrne pigro con il prefissato Impoltronre.
\ Cipria Talco
Cpria vale Polvere dellisola di Cipro, cui il prefissato Inciprire con
Inciprito (IN illativo), un parasnm di Cpreo che per vale Rame poich
lellittico di AES CUPRIUM Rame di Cipro, cui Copparsa o Cupersa

210

solfato metallico quale mutazione dal lat CUPRI ROSA grazie al


passaggio dal franc COUPEROSE rosa di rame questo da GOUTTE ROSE
goccia rosa cui lesot Couperose maccdhie rossastre della pelle. Nel
percorso di Cipria, si ha Ciprira, termine che per da distinguere rispetto
allo specifico percorso di Cipro che conta Ciprgno con Inciprignre (IN
illativo) in riferimento fig allaspro vino locale, Cprio di Cipro ma anche
piede metrico classico e Ciprita. Eppoi il distinto percorso divino con
Cpride (attributo della dea Venere-Afrodite nata a Cipro) dal lat CYPRIS
gi gr KYPRIS cui Cipra, il fig Cipripdio (il piede di Venere col suff
PEDIS) che sta per sorta di pianta delle Orchidee.

Le composizioni Cypridofoba o Cyprifoba e Cyprianofoba o


Cyprinofoba indicano avversione psicologica per le prostitute e
delle malattie veneree.
Un snm di Cipria (questo in corso dal 1802 nel senso di Polvere cipria)
Borotlco (dal 1941) questo omologismo composto con Bro estratto da
Borce dallar BURAQ dorigine persiana, in percorso con Borto, Brico,
Acido brico e Tlco (adottato dal sec XVI sec) questo ancora dallar
TALQ, cui Talcoscsto, Talcsi e Talcso.

LACRIMA
Lcrima, dal lat LACRIMA, dallant LACRUMA, un lemma
ampliato da LACRU della famiglia rad di DAKRU. Corrispondenza
nel gr DAKRY-DAKRION lacrima e nel ted TRANE. Dal gr
utilizziamo il pref DACRIO in termini medici quali Dacrioadente
(col gr ADEN ghiandola e suff ITE per malatta acuta) e Dacriocsti,
Dacrilito, Dacrima. La mutazione di D(Dakru) in L(Lacru) si
imposta per lacquisizione del modello sabino tra i latini. Ritorna il
progenitore comune LAK di lacuna-laguna che semant ci ha
condotto a Lcrima piccolissima cisterna dacqua ovvero una
goccia dallimo (dal profondo intimo).
Lacrima lequivalente di Lgrima con lenizione di c in g, com
accaduto per Lacuna-Laguna, cui il percorso complanare
Lacrimbile e Lagrimbile con lopposto prefissato Illacrimbile e
Illacrimto (pref IN negativo), Lacrimle e Lagrimle, Lacrimre e
Lagrimre col prefissato Collacrimre (CUM associativo), Lacrimto
e Lagrimto, Lacrimatio e Lacrimatrio con Lagrimatio o
Lagrimatrio, Lacrimazine e Lagrimazine, Lacrimvole e
Lagrimvole questi con suff ital di aggettivo verbale attivo EVOLE,
Lacrimgeno e Lagrimgeno, Lacrimso e Lagrimso.
Gccia, devb da Goccire e questo dal lat GUTTIARE denm da
GUTTA goccia cui il dim Gcciola o Gccio o Goccilo e
Gocciolre con Goccioltti, vrs il lemma Guttrnio sorta di vino; il
termine sembra attestatosi dal toscano Gocciare dopo aver
attraversato il sett Gozzre.
Da Gtta, sono sopravvissuti i termini Gottre togliere acqua dalla
211

barca con Sgottre (pref S intensivo) e Gottzza o Gotzza snm di


Sassola che lo strumento per farlo, Guttazine, i composti
Guttifercee o Guttfere (Famiglia botanica, con il lat FERRE
portare) snm di Ipericacee; alle Guttiferacee appartiene la Garcinia
Mangostana (Genere di piante dal nome del botanico L. Garcin). Nel
Veneto diffuso il termine Gotto per indicare fig (in metonimia) un
bicchiere o un po-una goccia - (di vino). Zinzno, infine, che vale
sorsetto la composizione lemmatica di un onomatopeico Z NZ,
quale fonosimbolismo per piccolo, ancora diminuito con Zinzolno.
Dal gr STALAGMA goccia, deriva Stalagmte (suff ITE per
minerali) o, raro, Stalammte goccia sorgiva donde Stalagmtico
con Stalagmometra con Stalagmmetro, e da STALAZO gcciolo
STALAKTOS cui Stalattte goccia pendente con Stalatttico. La
forza di una goccia insistente tramandata dal detto poipolare La
goccia scava la roccia
\ Nelle Grotte di Castellana, in Puglia, ritrovate nel 1948, si possono ammirare
suggestivi spettacoli di stalattiti e stalagmiti. In esse il ricercatore Franco Anelli scopr
un singolare minerale di fosfato acido, che in suo onore indicato con Francoanellte;
lo scienziato apparve in RAITV per una lunga intervista nel 1960. \

Nulla in comune col ted STALAG campo base, questo un


ipocoristico di STAMMLAGER, semant attestatosi quale Campo di
prigionia o Campo di concentramento o Campo di correzione.
Termine alieno ancora il termine Stalinino, snm di Intransigente,
cui Stalinsmo, Stalinsta e Stalinizzre, relativo allo statista
sovietico J. V. Dugavili, noto con lo pseudonimo di Stalin Il piccolo
padre del popolo russo, ma la coincidenza vuole che abbia fatto
grande uso dei campi di concentramento per i suoi avversari politici,
indicati con il glb Glag questo acronimo del russo GLAVNOE
UPRAVLENIE
ISPRAVITELNO-TRUDOVYCH
LAGEREJ
Direzione generale dei campi di lavoro di correzione.
Dal long ZAHHAR liquido gocciolante, ancora, lital conta
lomologismo Zcchera o Zccaro con Zaccherne, Zaccherso e il
prefissato Inzaccherre con Inzaccherto.
\ In agosto del 2008, in una dacia fuori Misca, s spento a 89 anni lo scrittore
dissidente russo A. Solgenitsin, condannato nel 1945 dal regime staliniano ad 8 anni
di Lager pi 3 di confino. Fu rilasciato nel 1956 e successivamente riabilitato merito
della mutata situazione politica. Autore del capolavoro Arcipelago Giulag e Premio
Nobel per la letteratura nel 1970; eppure, alla caduta dello stato sovietico, avrebbe
detto La Russia ha smarrito la propria anima con loccidentalizzazione e la
globalizzazione (parafrasi di SA) /

\ Emanare Stranguria
Di derivazione celt, il lat aveva adottato MANARE per gocciolare, cui il
percorso Emanre, Emanazine, Promanre.
Dal gr STRANX goccia, genitivo STRANGOS, lital conta Strangria o
Strangura gi lat STRANGURIAM, questo dal gr STRANGOURIA in

212

composizione col suff OURIA (ital URIA) dal gr AUREIN orinare.


\ Valle Volt Ampere Fascino
La Valle di lacrime la metaf che sta per Terra, Mondo, in cui la sofferenza
comune. Lidea della valle viene dallimmagine della terra in subordine
alle montagne (il cielo).
Il termine Vlle dal lat VALLIS, dappartenenza a VOLVERE da rad in
WEL volgere, cui Vallta, Valligino (in correlazione con Alpigiano e
Pianigiano, il composto Vallicoltra o Vallicultra, i coronimi composti
quali Valsesino da Valsesia, Valpolicella
Vllo da VALLUM semantizzatosi costruzione a difesa snm di Baluardo
cui Vallre (aggettivo e verbo), la locuzione storica romana Vallo di Adriano
(tra la Britannia e la Caledonia) e Vallo atlantico durante il secondo conflitto
mondiale, eppoi Vallvo, Vallne questro omn Vallne proprio della
popolazione belga di lingua franc Valloni.
Il percorso prosegue con Vlva questo dal lat VALVAE battenti, imposte
con Valvre; dallinc di VALVAE con lant VULBA utero il lat ha coniato
VULVA inv in ital Vlva (dal XIV sec), con un snm in Potta (gi dal XIII
sec), il composto Vulvavaginle con il patologico Vulvavaginte, Vulvte
(suff medico ITE per infiammazione), con la variante botanica Vlva cui
Volvre, Volvria (sorta di pianta delle Cheniopodiacee), Volvavaricee
(Famiglia di funghi)
Termine alieno Vallona o Valona oppora Vallona o Valna e addirittura
in metaplasmo Gallona sorta di quercia dal gr BALANOS ghianda.
Il percorso WEL prosegue con Vilcchio da VOLUCUM (botanica) cui
Vilcchio fusto rampicante con Vilucchine delle Convolvulacee, Vilppo
questo attraverso il franc ENVELOPER intrecciare inc col tema med
FALOPPA paglia cui Lppa scoria, Vlgere con Volgbile e Volgimnto,
Vlgolo, Vlta dal volg VOLVITA (anche soffitto curvato attestatosi
genericamente in soffitto semplice, eppoi sorta di danza e periodo
metrico di una strofa petrarchesca) con Voltre, Volteggio e Volteggire,
Vlto, Voltolre e il devb Voltolno (uccello), Voltra, Volbile con
Volubilit. Il termine Vlta indica ancora momento temporale cui
Univoltno e Univoltinsmo insetto a un'unica generazione annuale)n snm
di Monovoltno, la locuzione Cera una volta, la locuzione avverbiale
Questa volta o lipocoristico Stavlta; termine che dal volg VOLVITA ha
seguito levoluzione differenziandosi nel volg mer VICATA attraverso un
VICIS che il franc aveva adottato creando il proprio ant omologismo FIEE
(corretta accentazione fie) rientrando in Fita diffondendosi nel meridione
dItalia dal Duecento con larrivo degli angioini. Attraverso lo sp, si conta il
glb Vuelta che sta per giro in termini sportivi (ciclismo), pertanto La
vuelta a Espaa ha i suoi omologhi nel Tour de France e nel Giro dItalia
questo storicamente dal 1905 seguito nel 1909 dal Giro di Lombardia.
Il gr conta TREPEIN volgere cui il termine composto Treponma (col gr
NEMA filo) sorta di organismo unicellulare cui la locuzione Treponema
pallido agente della sifilide col snm Spirocheta pallida.
Il persorso WEL continua con Volme dal lat VOLUMEN rotolo con il
desueto Vilme (suff UME collettivizzante, nel senso di libro tante pagine

213

da voltare) cui Volmico, Voluminso con Voluminosit, e i composti


Volumenmetro, Volumetra e Volumtrico, Voluminizzre e
Voluminizaine; eppoi Volta, Volutbro o Voluttbro pantano in cui si
rivoltano i maiali, Vlvere, Volvoccee (Famiglia di alghe), Vlvolo
(termine medico), il termine composto Voltagabbna (1918) con
Voltagabbansmo, questo neologismo del XXI sec, dalla locuzione fig Voltar
(o Mutar) gabbana con lomologismo Gabbna o Gabbno sorta di
mantello dallar QABA tunica attraverso il franc CABAN cui il dim
Gabbanlla; Lmia (adottato dal XIV sec) inv dal tardo gr TA LAMIA e
vale copertura a volta (profonda) peculiare delle abitazioni rustiche del
meridione italiano dove Lamia partecipa al dialetto, fig connesso con lomn
Lmia o Lmmia mostro femminile mitologicodal gr LAMYROS vorace,
talvolta snm di Strega o Megera e addirittura di benefica Ninfa; vrs dal fatto
che una costruzione col soffitto a volta molto pi capiente (vorace) di
quelle a soffitto piano.
Il percorso WEL conta i prefissati Avvallre e Avvllo, Avviluppre,
Avvlgere con Avvolgimnto, Avvlto e Avvoltolre, eppoi Avvoltio con i
desueti Avoltio e Avoltre da VULTURIUM con il snm Vlture o Vultre
da VULTUR VULTURIS attraverso la divint etrusca Vul della stessa rad,
loronimo Vulture e lidronimo Volturno; ancora, Coinvlgere con
Coinvolgnte, Coinvolgimnto e Coinvlto, Convlgere con Convlto e
Convolto, Convlvolo e Convolvulcee (Famiglia di piante) alla quale
appartiene la Gialppa - o Scialppa o Sciarppa sorta di radice cos
indicata dal toponimo messicano Jalapa (Xalapa) e vale RAIZ DE JALAPA
radice di Jalapa.
Devlvere con il glb ingl Devolution, Devolutvo e Devoluzine, Disvlgere
e Disvlto, Evlvere con Evolvnte ed Evolto cui Evoluzine con Evolure
attraverso il franc EVOLUER con Evolutvo da EVOLUTIF, Evoluzionrio,
Evoluzionsmo, Evoluzionsta ed Evoluzionstico, Inviluppre con
Inviluppamnto, Inviluppto e Invilppo, Invlgere con Involgimnto,
Involtre con Involtta, Involtatra, Involtno ed Invlto, Involtra,
Invlucro (connesso col lat VOLUCRA rampicante da VOLVERE),
Invlvere con Involto, Involutvo, Involutrio e Involuzine, Rivolgre con
Rivolgimnto, Rivolgitre, Rivlta, Rivlto, Rivoltso, Rivoltamnto,
Rivoltnte, Rivoltre, Rivoltta, Rivoltto, Rivoltatra, literativo
Rivoltolre, Rivoltolamnto, Rivoltolo,
Rivoltra, Rivoluzine,
Rivoluzionre, Rivoluzionamnto, Rivoluzionrio, Rivoluzionarsmo e
Rivlvere. Il percorso conta i composti Voltafccia, Voltafino.
\ A parte la Rivoluzione industriale questa a carattere sociale, tra le pi recenti
rivoluzioni sovvertitrici dellordine costituito, in ordine cronologico si contano la
Rivoluzione americana (seconda met del 700) seguita dalla Rivoluzione francese
(fine 700), eppoi la Rivoluzione Russa o Rivoluzione bolscevica 1 agli inizi del XX
sec, che ha generato la Rivoluzione cinese e la Rivoluzione cubana; questa alla fine
degli anni 50, il cui promotore Fidel Castro, Lider maximo, ha lasciato il potere a suo
fratello Raul per motivi di salute solo nel XXI sec (2007/2008), ad onta di vari
tentativi esterni politici e militari dopposizione. Negli anni sessanta, infatti, la Crisi
cubana port il mondo sullorlo di un terzo conflitto, rientrata grazie al buon senso
delle due potenze egemoniche. Raul Castro, in un suo pronunciamento nel luglio del

214

2008, ha promesso di instaurare a Cuba un sorta di Socialismo realistico rispetto alla


politica di Socialismo reale del fratello, ossia di sostenere lacquisizione dei redditi
pi alti.
Da includere la Rivoluzione del Sessantotto (1968), per opera di studenti ed operai, via
via implicando (o aizzata da) la borghesia e i ceti medio-alti, comunemente indicata
con Sessanttto, cui Sessantottno, Sessantottsco, Sessantottsmo, Sessantottsta in
correlazione storica con il 1848 cui Quarantottta, Quarantottsco e la locuzione Fare
un quarantotto.
Da includere Il movimento democratico delle Forze Armate negli anni Settanta del XX
sec, che avrebbe condotto a una democratizzazione nelle caserme e alla stesura
parlamentare di una Legge dei Principi, la carta costituzionale per i militari sino allora
in balia delle norme stilate dalle gerarchie e non dallassemblea legislativa. Da qui il
Movimento degli uomini radar che accompagn la categoria alla smilitarizzazione del
Servizio di controllo del traffico aereo in Italia nel 1979, questo ancora gestito
dallAeronautica Militare, lunico in Europa.
1
Bolscvico o Bolscevco conj Bolscevsmo, Bolscevizzre, Bolscevizzazine e
Bolshefoba paura dei bolscevichi dal russo BOL SEVIK uno della maggioranza.

Il percorso continua con Sconvlgere (da Convolgere e il doppio pref S


intensivo) con Sconvolgimnto, Sconvolgitre e Sconvlto, Svlgere con un
poetico Svlvere, Svolgimnto, Svlta, Svoltamnto, Svoltre (S sottrattivo
vale disfare un avvolgimento), Svoltre effettuare una svolta, Svoltta,
Svoltatra, Svoltsta, Svlto con Risvlto (RI ripetitivo) e literativo
Svoltolre, Sviluppre da un Viluppare di Viluppo con S sottrattivo,
Sviluppto, Sviluppatre, Sviluppatrce e Svilppo, Travlgere con un
poetico Travlvere, Travolgnte, Travolgimnto e Travlto.
Il gr conta ELYTRON involucro, cui la voce dotta Elitra-litra, utilizzato in
zoologia, da non equivocare col termine Elitrasportre questo composto con
lellittico di Elicottero ed il verbo Trasportare perrtanto sta per trasportare
via elicottero.
Dal volg ital Ammallopp inviluppare sorto Mallppo (adottato dal XIX
sec), in snm con Bottino (gi dal XIV sec) e con lomologismo Rifif, che
appare in desuetudine, a seguito di un noto film francese Rififi del 1955 e
della sua colonna sonora Le rififi cantata da Magali Nel, il cui termine
vrs connesso con il long HRAFFON strappare via di Arraffare. Malloppo e
Rififi sono in concorrenza con un secondo omologismo franc Grisbi
(adottato dal 1963) questo vrs fig da GRIS grigio, il colore della moneta.
Il termine alieno Vlta lunit di misura di tensione elettrica, meglio Vlt,
cui Voltggio, Voltico col composto Fotovoltico, Voltasmo e Voltmetro
o Voltmetro o Vltmetro, dal nome dello scienziato A. Volta (1745 \ 1827);
simile allassociata misura di corrente elettrica Ampre dal contemporaneo
M. Ampere (1775 \ 1836), cui Amperggio, Amperometra con
Amperomtrico e Ampermetro, Amperra e Ampersecndo rispettivamente
composti con Ora e Secondo e valgono quantit di ampere in unora \ in un
secondo cui lo strumento Amperormetro, Amperspra (energia generata da
una spira percorsa da corrente). Ampersecondo vale anche Coulmb, questo
da Ch. A, de Coulomb (1736\1806) cui Coulombomtro.
Tornando nel percorso WEL, Vlico, invece, pur presumibilmente connesso
con la rad di Valle, il devb dal lat VARICARE allargare le gambe, cui
Valicre con il prefissato Travalicre con un ant Travarcre - cui

215

Travalicamnto, Varcre, Vrco, Varicre con il prefissato Divaricre (pref


DIS) cui Divaricbile, Divaricamnto, Divaricta, Divaricto, Divaricatre,
Divaricaine, eppoi Varre con Vro (termine marinaresco e fig mettere in
opera) dal lat inv VARARE, questo il denm da VARA, il primitivo
congegno per avviare in mare le imbarcazioni, cui Varamnto, Varta,
Varatio.
Vlgo dal lat VALGUS storto in fuori, attestatosi in riferimento a
qualsiasi arto o parte desso spostato patologicamente dal proprio asse, cui
Valgsmo angolo ottuso formato da due segmenti ossei aperto allesterno e
pertanto il termine pare composto con un ellittico suff GONON angoloarticolazione; il contrario Varsmo dal lat VARUS storto in dentro cui
Vro questo nel tema di VARA sostegno biforcuto da VARARE, cui il fig
Vro in senso marinaresco con Varre.
Esiste una seconda rad, WERT, che avrebbe condotto al lat class VERTERE
volgere, cui Vrtere, Vertnte, il fig Vertnza con Vertenzile e
Vertenzialit, Vertbile da un Vertre, eppoi Vertcchio da VERTICULUM e
la variante Bertccio, che si sarebbe semant consolidato nellindicare
volgersi verso lalto cui Verticle, Verticalsmo, Verticalizzre con
Verticalizzazine, Verticalmnte, Vrtice, Verticllo con Verticillto,
Verticsmo con Verticsta e Verticstico, subendo una enantiosema
nellinvertirsi in volgersi verso il basso con Vrtice e Vorticso,
nellincludere addirittura tutto attorno con Vertgine e Vertiginso; eppoi
Bertullo o Bertovllo rete illegale da pesca o caccia quale corruzione del
dim lat VERTIBELLUM (nome di strumento).
Il ted conta STRUDEL per vortice, cui il corrispondente omologismo in ital
con la locuzione gastronomica Strudel trentino il cui ingrediente principale
la Mela renetta. Il percorso ital prefissato prosegue con i pref, Avvertnza,
Avvertimnto, Avvertre. Convertre e Convertbile con Convertibilit,
Conversine, Convrso o Convertto cui il fem Convrsa suora laica con
un omn-snm Convrsa raccolta delle acque, Convertsta, Convertitre e
Convertitrce.
Diversine, Divrso o Devrso, Divertcolo, Diversine. Divertimnto e
Divertre. Divorzire e Divrzio che meritano un breve esame: dal lat
DIVORTIUM di un arcaico lat DIVORTERE che vale biforcare le strade
(bilaterale), diverso da REPUDIUM ripudio che vale in senso unilaterale (da
parte del marito), cui Divorzsta (avvocato).
\ Stando alle statistiche, in Italia nel 2007 i divorzi sono aumentati del 2,3% pari a
50.669.\

Introvertre (pref lat INTRO dentro) o Introvrtere con Introvertto,


Introversine, Introvrso correlativo di Estrovrtere ( pref lat EXTRA fuori)
con Estrovertto, Estroversine ed Estrovrso; da aggiungere il neologismo
Ambivrso. Invertre (col pref RE di movimento inverso) con Invertre,
Invertbile e Invertibilit, Invertto, Invertitre, Inversine, Invrso, la
locuzione glb ingl Inverted coaster Ottovolante appeso (non sul binario).
In linguistica, la Figura dinversione indica una frase in cui le parole sono
invertite dalla corretta logica: Prendere due fave con un piccione invece di
due piccioni con una fava.

216

Pervertre (pref PER con valore di superlativo eccessivo) con


Pervertimnto, il Pp Pervertto, Pervertitre, Pervrso dal Pp lat
PERVERSUS di PERVERTERE cui Perversine, Perversit e il composto
Imperversre (doppio pref IN illativo). Sovvertre da SUBVERTERE cui
Sovversine con Sovversvo questo transitato dal franc SUBVERSIF.
Lintensivo di VERTERE VERSARE, passato poi nel volg VERSIARE,
attestatosi anche in VERSARI trovarsi, cui Versre con Versamnto,
Versnte, Verstile con Versatilit, Versto, Verscolo con unattestazione
dal sett Verzcola, Versto da VERSUTUS con valore di svelto, un
marinaresco Vrta parte di rete dal lat AVERTA con valore fig di
bisaccia, eppoi Vrso questo sia sostantivo da VERSUS rigo con
laggettivo Vrso unicamente nella locuzione Pollice verso sia ancora
preposizione Vrso da VERSUM poeticamente Ver o Ver col fedele al lat
Vrsus attraverso lingl, tutti dal Pp di VERTERE, donde i poetico-letterari
Verseggire con Verseggiatre e Verseggiatra, i composti Versificre con
Versificatre e un Versailo, i dim Verstto e Verscolo, Versine, un accr
di scherno Versccio, Versolibersta dalla locuzione Verso libero; eppoi
Versio (parte dellaratro), Versre (termine matematico-fisico), i prefissati
Avversre da ADVERSARI quale frequentativo di ADVERTERE (AD
allativo) volgere verso, con Avversrio, Avversatvo, Avversine,
Avversit, laggettivo Avvrso da ADVERSUS posto al cospetto con la
preposizione Avvrso da ADVERSUM contro, eppoi un curioso Versira
moglie del diavolo gi Avversira. Conversre (COM associativo)
trovarsi insieme con Conversazine. Infine i composti Versicolre che
muta (volge) colore, Versiplle che muta pelle. Termine alieno Vrsta
omologismo inv dal russo VERSTA misura di lunghezza in et imperiale
pari a 1066,781 mt.
Attraverso lingl TO CHAT (pron ciat) chiacchierare-conversare, vrs di
genesi onomatopeica dal tema di CIA C cui lital Ciarlare, lital ha adottato
nel linguaggio glb dei computer (Internet) i glb Chat conversazione e
Chatter utente con le licuzioni Chat-line in linea con pi computer, Chat
room conversazione ristretta fig con ROOM stanza-camera dal verbo TO
ROOM alloggiare, e lomologismo Chattre (pron ciattre); il termine ingl
ROOM si rintraccia in ambito glb nei termini composti Tearoom, Showroom
questo dalla locuzione Show room sala desposizione con SHOW mostra
dal verbo TO SHOW mostrare-presentare, ancora in locuzione glb Dark
room stanza in penombra con DARK buio per particolari incontri in locali
notturni, Dealing room che nella finanza vale locale per compra-vendita
con DEALING negoziazione cui Dealer negoziatore dal verbo TO DEAL
dare svoltosi in negoziare-amministrare con il glb New Deal nuova
amministrazione (di storica memoria il new deal di J. F. Kennedy) e
rintracciabile nel borsistico NASDAQ acronimo di NATIONAL
ASSOCIATION
OF
SECURITIES
DEALERS
AUTOMATED
QUOTATION Associazione nazionale operatori (dealers) titoli a quotazioni
automatizzate, ovvero un sistema telematico per contrattazioni ed Indice di
borsa. Il percoso glb ROOM continua con Living room soggiorno o
lellittico Living dal verbo TO LIVE vivere, eppoi Rooming in questo in

217

riferimento ospedaliero per i neonati che sono sistemati in camera con la


madre e non nellapposito Nido, lalberghiera Room service servizio in
camera.
Il percorso ital dal lat VERSARE prosegue con i prefissati Riversre con
Rivrso, Rovescire variato dal precedente Rivescire dal volg
REVERSIARE o REVERSARE riversare cui Rovescita, Rovescito,
Rovescna o Reversna la parte del lenzuolo piegata sulla coperta,
Rivescno o Reversno (termine da sarto), Rovscio e Rovescine (anche in
rif alla pioggia), lavverbio Rovescini cui la locuzione Cadere rovescioni
(supino), e con i correlativi di un doppio prefissato Arrovescire, lingl
REVERSE rovescio cui il semiomologismo Autoreverse. Sversre con
Sversamnto e Sversto o Svrso (S intensivo). Traversre (pref TRANS)
con Traversamnto Traversta, Travrsa cui Traversna e Traversne,
Travrso cui Traversle o Trasversle, Traversa sorta di vento e
Traversno attraverso il franc TRAVERSIN, e Attravrso dalla locuzione A
traverso, eppoi Attraversre (doppio pref AD allativo) con Attraversamnto,
Attraversnte, Attraversta, Attravrso dalla locuzione A traverso.
Intraversre dalla locuzione In traverso. Malversre attraverso il franc
MALVERSER dalla locuzione lat dalla locuzione MALE VERSARI, il
composto Traversgno che sta per due pezzi di legno posti di traverso, a
croce.
La traversa della nave indicata con Btta un omnologismo dallo scandinavo
BITI attraverso il franc BITTE cui Bittre, laccr Bittne, Bittatra e il
prefissato Abbittre. Btto, invece, un tipico formaggio della Valtellina.
La rad WERT ancora il capostipite di Vrtebra e Vertebrle, Vertebrti
(Sottotipo di Cordati), Vertebrto, il composto Vrtebro-basilare, con i
prefissati Devertebrre con Devertebrazine, Invertebrti (tutti i non
appartenenti ai Vertebrati), Invertebrto; dal gr KYPHOSIS curvatura,
lanomalia della Colonna vertebrale, che nei casi pi gravi definita Gobba,
indicata con Cifsi cui Ciftico, i composti Cifoscolisi questo con
Scolisi (suff patologico OSI) dal gr SKOLIOS storto cui ancora Scolitico,
eppoi Cifoplstica intervento alle vertebre e Kyphofoba paura di
abbassarsi.
Il Pp VERSUS di VERTERE, in composizione con il pref UNI unico questo logicamente da UNUS uno, ha dato Univrso con Universle e
Universalit o Universalitde e Universalitte, Universalizzre o
Universaleggire, Universalizzazine,
Universalsmo, Universalsta,
Universalstico, Universalisticamnte, Universit con Iniversade (col suff
IADE che vale olimpiade e Universitrio; da C.U.S. Da Centro
Universitario Sportivo nato il termine Cussno studente appartenente a
tale centro sportivo.
\ Tra le prime universit al mondo si ricorda lAccademia fondata da Platone nel 385
aC; tra le pi antiche sopravvissute si contano quella italiana di Bologna, la
marocchina Qarawiyn di Fes e legiziana Al-Azhar del Cairo. \

Termine particolare Giso cui la variante corrente *Gi, dal lat volg
DJUSUM gi DEOSUM dal class DEORSUM, una forma irrigidita da
VERSUM rovescio col pref DE di DE VERTERE; in percorso Colaggi

218

dala locuzione Col gi, Ingi da In gi, , Laggi da L gi e Quaggi da


Qua gi, Suppergi dalla locuzione Su per gi.
Avvolgere anche Fascire, questo dal lat FASCIS involto, cui i derivati e
prefissati Fscia, Fascile, Fascime, Fascinte, Fascita, Fascito,
Fasciatio, Fasciatre, Fasciatra, Fasccolo con Fascicolre, Fascicolto,
Fascicolatre, Fascicolatrce, Fascicolazine, Fascna con Fascinia,
Fascinme, Fascinre, Fascinta con Affascinare fare, raccogliere fascine
o. Il percorso conta ancora Fscio, Fascine, Fascte (pref ITE, termine
medico), Fascitllo dal dim Fascitllo di Fascio, Fascila dal dim
FASCIOLA cui Fasciolridi Famiglia di molluschi e Fascilidi Famiglia
di Platelminti, i prefissati Affascire con Affasciatra, Sfascire (S
sottrattivo) questo sia da Fascia togliere la fascia cui Sfasciato e
Sfasciatra con i composti Fasciacda e Fasciapide sia da Fascio rompere
cui Sfascito, Sfasciamnto, Sfscio, Sfascsmo con Sfascsta e Sfascime e
i composti Sfasciacarrzze e Sfasciavetrne.
Certamente in connessione con FASCIS involto-avvolto sarticola il
percorso fig di FASCINUM amuleto (che avvolge di tentazione) ma anche
maleficio, vrs contaminato dal gr BASKANOS ammnaliatore, cui Fscino
con i derivati Fascinre, Fascinatre, Fascinatrio, Fascinazine, Fascinso,
il prefissato Affascinre cui Affascinamnto e Affascinnte; Affascinare e
Fascinare, infatti, li ritroviamo in omn in entrambi i percorsi, semant e fig.
FASCINUM per i lat era anche fig membro virile cui Riti fescennini e Versi
fescennini.
Il termine Sfaclo, fuori percorso, dal gr SPHAKELOS cancrena.
Il celt conta KEN fascino inv nellonomastica con Ken; azzardato credere in
una connesione fig col gr KHEN oca cui Chensco da KHENISKOS
ornamento navale (a forma di oca), Chnopo sorta di mollusco (col gr
POUS PODOS piede) con Chenopdio (svoltosi in botanica quale genere di
piante erbacee o arbustive) e Cheniopodicee (la Famiglia).
Dal gr KILINDO avvolgo, il lat ha tratto CYLINDRUS, cui Cilndro e i vari
derivati quali Cilindraia, Cilindrre, Cilindrta, Cilindratio, Cilindratra,
Cilndrico, Cilindride, il composto scientifico Cilindrsse (snm di Assone o
Neurite).
La fascia ad armacollo definita Cirpa, omologismo dal franc ECHARPE
gi SKERPA bisaccia a bandoliera (gi paniere di giunco), cui Ciarpme o
Ciarpme con Ciarpre, e i prefissati Acciarpre (AD allativo) questo
attestatosi nel snm di Abborracciare, con Acciarpamnto, Acciarpatre,
Acciarpatra, Acciarpo e Acciarpne questo snm di Abborraccione, eppoi
ancora Scirpa con Sciarpta. Esiste il termine Ciarmtta che vale barcone
da carico vrs una corruzione volg connesso fig col significato di bisaccia.
\ Tropo Ridda
Dal gr TROPOS direzione-volgimento (verso direzione diversa) cui TROPE
io volgo, derivato il termine Trpo snm di Traslato, svolto nel lat TROPUS
da TROPARE questo poi lenito in Trovare. In percorso, Tropa vento
turbinoso fig ubriacatura dal lat volg TROPAEA dalla locuzione gr
TROPAIA PNOE vento che si volge dal mare alla terra; eppoi Trpico
circolo di rivolgimento, Trpico e Tropicle, Tropsmo questo utilizzato

219

anche in suff TROPISMO con TROPIA TROPIO nelle composizioni quali


Idrotropsmo, Enantiotropa passaggio reversibile di una sostanza cristallina
ad unaltra forma, Zootrpio sorta di giocattolo ottico del XIX sec);
eppoi il pref TROPO nelle composizioni quali Tropologa (linguaggio
metaforico, figurato) con Tropolgico, Troposfra con Troposfrico col grlat SPHAERA-SPHAIRA sfera e Tropopusa questo col gr PAUSIS
cessazione da PAUSAI fermati! questo aoristo di PAUO mi fermo cui il lat
PAUSARE e lital Pusa con Pausre, Pausto, il glb ingl Pause tasto di
pausa, svoltosi in Posre con mutazione del gruppo vocalico au in o cui
Psa, Posta con Posatera, Posto con Posatzza, Posatio, Posatre,
Posatra, il prefissato Riposre cui Riposnte, Riposnza, Riposta,
Riposto, Riposno, Ripso, il composto Posatbi.
In chimica si conta Tropne quale composto organico aromatico cui il
derivato Tropolne.
Il long contava WRIDAN per svolgere-voltare, cui lomologismo ital
Rddre e il suo devb Rdda antico ballo fig confusione..
\ Fascismo Nazismo Comunismo
Dal lat FASCIS nato il politico Fscio e Fascsmo (vocabolo apparso
storicamente nel 1932 nelle enciclopedie italiane) questo fig forze fasciate
per un unico fine (collettivo) cui Fascsta, Fascstico, Fascistizzre,
Fascistizzazine, Fascistide. Il logo del fascismo stato del tutto
omologato dalla simbologia etrusca.
Nazsmo, questo per accezione il regime di Hitler, in complanare con
Fascismo, lipocoristico di Nazionalsocialsta, con Nazsta, Nazstico,
eppoi ancora un breve Nzi cui Nazificre, la composizione unificatrice
quale Nazifascsmo con Nazifascsta, la composizione glb Naziskn con
laltrettanto glb Skinhaed pelle visibile in testa nel senso di rapato con SKIN
pelle e HAED testa. Straordinaria la disgraziata coincidenza lemmatica col
termine ebr NAZIR separato cui Naziro consacrato a Dio e Nazireto
consacrazione a Dio attraverso il gr NAZIRAIOS; vrs la connessione rad
col termine ar NAZIR questo attestatosi nel senso di opposto. Nel 1941
nacque un personaggio dei fumetti Capitan America, il quale combatteva
contro Hitler.
In contrapposizione politica al Nazifascismo, dal tema rad MOI-N-MOI-R
autorit, si conta Comunsmo dal lat CUM MUNIS sottoposti insieme ad
unica autorit (vedi il percorso rad in suff GLIA-GLIE in Camino),
transitato dal franc COMMUNISME da COMMUNE cui Comunrdo da
COMMUNARD (principi giacobini), per con la mutata semantica del
termine base dellaggettivo Comune svoltosi nel sostantivo dal valore di
bene di tutti (e repubblica), cui Comunsta. Il termine Vietcong diffuso dal
1973 durante la Guerra del Viet Nnam, lellittico della composizione VIET
NAM CONG SAN comunisti del Viet Nam.
\ Fascisti e Comunisti, dunque, affratellati semanticamente, anche socialmente poich
entrambi gli attori raffigurano la borghesia della nazione, ma tra i quali la differenza,
manifestatasi in maniera cruenta, unicamente in relazione ad una egoistica presa del
potere e quindi interesse di ceto.
Nel senso di unico fine per il bene collettivo, fascismo e comunismo sarebbero
sinonimi, ma purtroppo sia delluna che dellaltra parte lo spirito tragicamente

220

tradito. C da aggiungere, tuttavia, che il comunismo e, pi in l, i movimenti


partigiani, con i loro eccessi, non sarebbero sorti se non fosse stato imposto un
egoistico e minaccioso capitalismo, in aggiunta al colonialismo esclusivamente a
beneficio di questo, e sovente protetto da un delittuoso fascismo.\

\ Suffisso GINE
Il suff GINE virtuale, perch i termini sono stati coniati con il loro genitivo
lat CALIGINIS, FERRUGINIS, FULIGINIS, LANUGINIS, ORIGINIS,
AERUGINIS. Esiste una grande variet di lemmi terminanti in GINE,
qualcuno attestatosi con la doppia G, cui Calgine, Caliginre con Caliginso
e i desueti Calgo, Caligrecon Caligamnto1, eppoi Calgine - questo
dallinc di Caligine con Langine (da Lana) - tutti dal lat CALUS scuro, che
avrebbe condotto anche a Calnnia, cui Calunniso. Calunnia, dal lat
CALUMNIA, con pref S intensivo si svolge nella corruzione Scalgna
malasorte; il suo omn Scalgna, meglio Scalgno (vegetale), sintesi
della locuzione ASCALONIA CEPA ovvero la cipolla di Ascalonia
(Palestina). Dal franc ant CHALENGE calunniare dal lat CALUMNIA,
svoltosi nellingl TO CHALLENGE sfidare s attestato il glb ingl
Challenge gara sportiva cui Challenger sfidante.
Fulggine o Filggine con Fuligginso da rad DHULI polvere la cui variante
DHUMO vale fumo- spirito. Rggine con il fig Rugginna (sorta di felce),
Rugginre o Ruginre, Rugginso e Rugginosit, con i prefissati Arrugginre
con Arrugginimnto e Arrugginto (AD allativo), Irrugginre (IN illativo),
Srugginre (S sottrattivo), dal lat AERUGO ricavato dal lat AES AERIS
denaro di rad AYES rame-bronzo cui Errio moneta-tesoro (pubblico) dal
lat AERARIUM con Erariale e Suberto moneta di poco valore. Lerario
era custodito nel tempio di Saturno assieme al Fisco.
1
In vrs connessione fig Calga inv dal lat CALIGA sorta di sandalo del soldato
romano cui Caligiocalzolaio poich la calzatura copriva (oscurava) il piede; ma
altra ipotesi lo farebbe derivare da un vocabolo barbaro non identificato. Da qui il
soprannome Caligola assegnato allImperatore Caio Giulio Cesare Germanico poich
indossava una simile piccola calzatura.

\ Aferesi
Caduta di una vocale o di una sillaba allinizio della parola, come Rabsco e
Rabescre con Rabescatra
invece di Arabsco e Arabescre con
Arabescatra. Afresi, che vale sottrazione, dal lat tardo APHAERESIS,
gi gr APHAIRESIS, composto di APO da e HAIREIN prendere cui
laggettivo Afertico sottoposto allaferesi. Come in in esercizio
linguistico, prendendo ad esempio il termine Inverno, il fenomeno
dellaferesi si ottiene sottraendone la sillaba iniziale In riducendolo al
poetico Vrno; ma se al termine puramente etim lat HIBERNUS vi
inseriamo dopo la vocale I la consonante n si ha Inverno, ossia il fenomeno
della Epentesi.
\ Prefisso *APO
APO
il pref ricopiato immutato dal gr APO da, che vale separazioneallontanamento-differenziazione- esaltazione... cui Apogo (col gr GEION
da GE terra) il punto orbitale pi lontano dalla Terra, fig il culmine della
notoriet, della fama, con il snm Auge-uge questo omologismo dallar

221

AUG altezza, da non equivocare con Augte (suff ITE per minerali) questo
dal gr AUGE luce in vrs connessione con ARG brillare.
Il percorso prefissato APO prosegue con Apocalsse o Apocalssi cui il
sostantivo Apocalttica categoria di testi ebraici e laggettivo Apocalttico,
dal gr APOKALYPSIS nome dazione del verbo APOKALYPTO io svelo,
passato nel significato biblico di catastrofe finale del mondo.
La visione descritta dallapostolo Giovanni ricordata come I cavalieri
dellApocalisse lallegoria di Peste, Guerra, Fame e Morte.
Eppoi, Apocno che allontana i cani perch nocivo (sorta di pianta, col gr
KYON cane) con Apocincee (Famiglia e Classe delle Dicotildoni, cui
Pervica e Oleandro). Il botanico Apoczio (col gr KYTOS cibo). Apcrifo
col gr KRYPHOS occulto, segreto non contemporaneo dellautore cui
attribuito, falso, eretico quindi, allontanato e tenuto nascosto. Apofntico
assertivo (vero o falso) col gr da PHAINO io mostro. Lanatomico Apfisi
dal gr APOPHYSIS escrescenza col gr PHYSIS natura, cui Apofisirio,
adottato anche in geologia e astronomia quale corpo minore. Il botanico
Apfita pianta spontanea (col gr PHYTON pianta). Apgrafo col gr
GRAPHO scrivo trascrizione, copia. Apomrfo che in biologia sta per
carettere differenziatosi. Apotropico col gr TREPO volgo-allontano che
allontana il malocchio relativo agli scongiuri. Individuato il significato di
APO, risulta comprensibile il percorso semantico di termini quali Apstolo
col gr APOSTOLOS da STELLO spedisco-mando che sallontana per
diffondere un credo; nel percorso di STELLO lital conta Stulo dal lat
STOLUM gi gr STOLOS spedizione militare.
Il percorso prefissato APO prosegue in Apostasa, Apstata e Apostatre col
gr STASIS stabilit chi si allontana differenziandosi dal credo, Apotesi
con Apotetico col gr THEOS Dio varrebbe deificazione attestatosi fig in
esaltazione, glorificazione, celebrazione. La retorica ricca di termini
composti con APO: Apcope con Apocopre (snm di Troncamento) col gr
KOPE taglio la caduta di uno o pi fonemi in coda ad una parola \ al cuor
mio \ Apdosi con DOSIS conseguenza, in un periodo ipotetico la
proposizione principale conseguente ad una Prtasi (questa col gr TEINEIN
tendere prefissato mPRO) \ se nevica (protasi) vado a sciare (apodosi). Apologa
con LOGIA parlare in difesa con esaltazione, cui Apologta, Apologtico,
Aplogo. Apoplessa con Apoplttico da APOPLEKSIA abbattimento col gr
PLEKSIA il piegarsi. Apoptsi frammentazione cellulare-morte cellullare
col gr PTOSIS caduta. Aporma sillogismo dubitativo dal gr APOREO
sono incerto, con Aportica e Aportico, in connessione col gr RHEIN
scorrere nel senso del pensiero che scorre per rendere di uguale dignit due
tesi in contrapposizione. Apstrofe e Apostrofre con STROPHE mi rivolgo,
che in retorica vale il rivolgere con eccitazione la parola ad una persona o
cosa personificata.
Termine alieno nel percorso APO Aplide senza cittadinanza, che pu
favorire un equivoco etim; in realt, composto dal pref A (ALFA)
privativo e da gr POLIS citt. Cos per il termine Apice-pice, il quale un
derivato del lat APERE attaccare da rad EP attestata in aree itt e ind, cui
Apicle e Apicectoma (odontoiatria). Il termine Apice, il cui contrario

222

Pedice, pervenuto seguendo un percorso simile a quello di Vrtice derivato


dal lat VERTERE.
\ Gnosticismo Eresia
Un vangelo apocrifo considerato gnostico o eretico. Gli Gnostici erano gli
adepti dello Gnosticismo (per etim Ved Folla), filosofia alla quale
appartenevano quei gruppi che, pur riconoscendo il cristianesimo,
consideravano lo spirito quale manifestazione positiva, rispetto al corpo
drasticamente del tutto in negativa. Il termine Eretico merita una buona
analisi etim. Eresa dal gr-lat HAERESIS scelta (dottrinale), che il
cristianesimo ha voluto attestare in scelta ostile, cui Eresirca capo eretico,
Eresiologa con Eresilogo, ed il relativo Ertico cui Ereticle, Ereticre,
Ereticazine; in percorso la locuzione Eresia monofisita (unica natura divina
in Cristo), Eresia cristologica, Eresia trinitaria (degli ariani), Eresia
monotelitica (una sola volont in Cristo, ovvero natura divina e umana)
Esistono tuttavia i termini Eretsmo ed Eretstico dal gr ERETHEIN con
valore di eccitare, irritare, il primo sta per crisi dirritabilit, sovente con
valore di eccitazione in riferimento alla sessualit, ed il secondo il suo
relativo, quindi entrambi fuori percorso da Eresia, ma ricorrente fonte
dequivoco semantico.
\ Rete Rito Rata
Lital ha ereditato Irretre, con IN illativo, che sta per condurre nella rete,
dal lat RETE RETIS, questo presunto discendente della rad ERE separare,
cui Rro dal lat RARUS separato dai molti e il percorso esplicito Rte
questo snm di Gol in terminologia sportiva, il dim Reticlla, laccr Retccia
con Retzza o Redzza (voce padana), i composti Retifrme e il fig
Maxiretta (termine di polizia), i dim Reticlla e Retcolo con Reticolre
questo aggettivo e verbo cui Reticolto, Reticolatra, Reticolazine, il
biologico composto Reticolocta o Reticolocto eppoi Reticoloendotlio con
Reticoloendotelile, loculare Rtina cui Retnico, Retinte, i composti
Retinogrmma, Retinopata, Retinoscopa, eppoi Retna, Retno con
Retinre, Retinto e Retinatra, Retinlo (derivato da Retina col suff
chimico OLO, forma attiva della Vitamina A individuabile nel fegato, uova,
verdure gialle e verdi) cui Retinle o Retinne e Retinide, Retre, tutti con
valore di separazione. Fuori percorso Aretno, questo il demotico di Arezzo
gi lat Arretium.
Dal plur RETIA reti lital conta infine Rzza, Rezzglio o Rizzgio e
Rezirio da RETIARIUS questo il gladiatore fornito di rete. Eppoi il lemma
Raro, cui Raramnte, Rarzza o Rarit da RARITAS, i composti Rarefre o
Rarificre (con il lat FACERE fare) con Rarefbile, Rarefacimnto,
Rareftto con Rarefattbile, Rarefattvo e Rarefazine, la locuzione inv dal
lat Rara avis che dal significato letterale uccello raro passata fig a
indicare persona rara-eccezionale; lemma questo Raro che s svolto in
Rdo con dissimilazione della seconda r in d, vrs per una preferenza locale,
cui Radzza o Radme, Radit, Radra, il prefissato Diradre con
Diradamnto e Diradatrce. Il Ritrcine sorta di rete gi Rotcine, un
lemma inc con il lat ROTA.In vrs connessione il prefissato moderno Epira
(dal 1892) sorta di grosso ragno con un lessema gr del valore di intreccio-

223

rete col pref EPI. Il gr conta lo specifico DYKTION rete, cui lo scientifico
Dictiosma o Dittiosma.
Lital ha viepi ereditato Irritre cui Irritabilit e Irritamnto che, con IN
negativo, vale contro i riti, dal lat RITUS, gi sct vedico RTA, cui Rto e
Ritule, da rad ARE adattare donde ARITHMOS numero che ha dato
Aritmtica con Aritmtico e Arithmofoba paura dei numeri; eppoi
Logartmo, con Logartmico, questo fig composto con LOGOS discorso.
Matemtica, con Matemtico e Matematsmo, invece lellissi dalla
locuzione lat MATHEMATICA ARS arte gi gr MATHEMATIKE
TEKHNE tecnica e vale (arte) tecnica dinsegnamento dal gr
MANTHANANEIN imparare, cui Matsi da MATHESIS apprendimento e
Mattico attraverso lingl MATHETIC.
\ Il sct conta RITA, da RTA, che vale concatenamento ovvero lordine cosmico,
termine che pare in connessione rad con Rete e Rito, nel significato di unimmane
rete addattata ovvero un ordine reticolare concatenato.\

Infine, come se non bastasse, lital conta Irrito-rrito, che non nel percorso
di Irritare (omn della prima persona sing presente indicativo irrito), poich
dal lat IRRITUS che conta, composto col pref IN illativo e RATUS, questo
Pp di RERI contare dalla rad RE, cui Ragine da RATIO con Ragionre,
Rta dalla locuzione RATA PARS parte stabilita (contata) cui Ratele e la
locuzione Pagamento a rate o Pagamento rateale coin gli acronimi associati
TAN Tasso Annuale Nominale e TAEG Tasso Annuo Effettivo Globale.
Ancora, Rto ratificato e Raziocinre, Raziocinatvo, Raziocnio,
Razionle, Razionalit, Razine.

RUOTA ROTTA ROTTAME


RUOTA
La Ruota appare storicamente in un pittogramma del 3500 aC in
Mesopotamia.
Ruta, con un letterario Rta, dal lat ROTA con epentesi della u,
nome dazione di uno sperduto RETERE, cui RETUNDUM e lital
Rotnda, Rotondre dal lat ROTUNDARE con Rotndo,
Rotondeggire e Rotondegginte, il dim Rotondtto, Rotondzza e
Rotondit, Rotne (fisica, sovrapposto a Fotone), il glb ingl
Rotooffset macchina di stampa (con OFFSET 1 riporto), Rotre
con Rotrico, lestratto Tndo con Tondre (omn di Tondare
tosare), Tondeggire con Tondeggiamnto e Tondegginte,
Tondllo, Tondzza, Tondno e Tondne; i prefissati Arrotondre
con Arrotondamnto e Arrotondto, Stondre (S intensivo). La
locuzione Tondo di Paestum indica una sorta di carciofo prodotto in
quellagro.
I derivati di ROTA-Ruota, che appare implicitamente connesso con
il gr TROKHOS ruota, sono molteplici, con e senza epentesi,
derivati e composti: un volg fig Rta di recente conio crisi di
astinenza, Rotia, Rotle questo relativo alla Sacra Rota ossia al
224

Tribunale della Sacra Romana Rota, Rotre e Ruotre con Rotbile,


Rotatva con Rotativsta, Rotatvo, il Pp Rotto, Rotatria, Rotatre,
Rotatrio, Rotamnto o Rotazine con Rotazionle e il prefissato
Irrotazionle (fisica, pref IN negativo), Rotere questo denm da
ROTEUS aggettivo di ROTA ma anche Roteggire con il devb
Rotggio, Rotlla con Rotellsta, Rotno o Ruotno con Rotsmo o
Ruotsmo, Rotide e Rotoidle (suff OIDE simile) il sostantivo
Ruto, i composti Rotmetro, Rotavrus, Rotferi sorta di
invertebrati,
Rotoblla,
Rotoclco
con
Rotocalcografa,
Rotocalcogrfico e Rotocalcgrafo, Rotocompressre, i prefissati
Arrotre (AD allativo) con Arrotamnto, Arrotto, Arrotatrce,
Arrotatra, Arrotno (suff INO di mestiere), Arrotolre con
Arrotolamnto, Arrotolatre, Arrotolatrce, e Srotolre (S
sottrattivo).
Dal lat volg ROTOJOLARE e dal parlato ROTEOLARE, da
ROTEUM di ruota, sono derivati Rzzola, Ruzzolre, e da questo un
Druzzolre con pref rafforzativo DI simile allobsoleto Drusciolre
snm di Sdrucciolare, eppoi Ruzzolni (avverbio), Ruzzolne, inc con
Ruzznte, Ruzzre e Rzza o Rzzo dalla serie onomatopeica R Z.
Nel volg emiliano si conta Rozel e Ruzel gioco infantile. Nel volg
mer sopravvive il termine Rozzla per Ruota e, in ital, se e per
quanto ancora, il gioco infantile della Rzzola.
La Ruzzola, in verit, un ant gioco competitivo per i grandi, gi
conosciuto tra gli etruschi, in cui si fa rotolare ruzzolare una
forma di cacio a mo di ruota, indicato nel folclore di alcune localit
quale Gioco della Ruzzica.
La locuzione Avere la ruzza idea che frulla, ruota nel cervello, in
semant volg, sovente adottata nella vita quotidiana dalla romanesca
attrice manierista Anna Magnani, sta per sentire una voglia
improvvisa di giocare, divertirsi in ossequio alla locuzione lat
SEMEL IN ANNO LICET INSANIRE una volta allanno lecito
far pazzie (divertirsi).
In toscano Smel o Smelle sta per panino attraverso il ted
SEMMEL gi lat SIMILA semola cui Semellio fornaio.
\ Il gioco passatempo Yo-yo o lomologismo I-i, costituito da una rotellina
intorno alla quale savvolge un filo di genesi cinese, diffuso dal 1929.Una variante
costituita da pallotta ed elastico. In Inghilterra era indicato con Bandilor quale
corruzione di un termine orientale \

Ancora, Rtolo o un ant Rutolo con Rotolre, Rotolamnto,


Rotolta, Rotolno, Rotolo, Rotolne e lavverbio Rotolni, Rtula
con Rotleo, Ruotsmo. Rtan o Rtang sorta di palme
arrampicanti lomologismo attraverso il franc ROTANG ma di
genesi malese, ma non pu sfuggire una ipotetica connessione con
225

lindoeur RETERE-ROTA immaginando larrampicarsi ruotando.


Termine del tutto alieno nel percorso invece Rotenne (suff
chimico ONE) composto chimico, omologismo dal giapponese
RHOTEN.
Eppoi, tornando al percorso i glb, sovente in omologismo, quali
Roll attrraverso il franc ROULER cui Roultte, Roultte coin
Roulottsta e Roulottpoli, Rund, Routne con Routinrio e
Routiniro attraverso ROUTE strada, eppoi Router e Routier
attraverso lngl TO ROUTE instradare; lesot Rodo esot dallo sp
RODEAR ruotare. In tutti i casi, ogni derivato non ha mai tradito la
propria origine RETUNDA. I termini Sdrcciolo e Sdrucciolre sono
i derivati della composizione lat volg EXDEROTJOLARE gi
EXDEROTEOLARE dallaggettivo ROTEUS, cui ancora
Sdrucciolamnto, Sdrucciolvole questo con suff ital di aggettivo
verbale
attivo
EVOLE,
Sdrucciolevolzza,
Sdrucciolo,
Sdrucciolne, lavverbio Sdrucciolni, Sdrucciolso.
\ Il Rtolo appartiene alle solennit del passato, poich era la maniera pi ovvia e
protettiva per conservare i documenti, incluse le leggi del dio. LArca del Tempio di
Gerusalemme custodiva i Rotoli dei Comandamenti ricevuti da Mos. Nelle grotte di
Qumran sono stati ritrovati, tra il 1947 ed il 1956 alcuni manoscritti, immediatamente
chiamati Rotoli del Mar Morto (Palestina), che riportano frammenti dellAntico
Testamento e la vita di una comunit religiosa collegata alla setta ebraica degli Esseni,
che certamente ne sono gli autori. La descrizione bruscamente interrotta, vrs a causa
della repressione romana perpetrata contro di loro nel 70 dC. I Rotoli del Mar Morto,
manoscritti religiosi scoperti nel XX sec, pare siano contemporanei dei Vangeli.\

La genesi di ROTA dal sct RATHAS, riportata in area indoiran con


rad AT ruotare-svolgere e in quella bal con RUOTA (sing) e
CARRO (plur) (in verit, il carro ha pi di una ruota ) cui il fig
Carrira, con Carriersmo, Carriersta e Carrierstico, tratto dalla
locuzione Via Carraria gi lat tardo VIA CARRAIA donde Carria
con la locuzione Ponte alla Carraia (Firenze) e Carrio questo
aggettivo con la locuzione Passo carraio o Passo carrabile e
sostantivo Carrio carradore; ancora, Crica cui lant Carcre, e
Crico (sostantivo e aggettivo) con la variante Crco, dal lat volg
CARRICARE lavorare col carro con la variente CARCARE cui
Carcre, Caricatra nel senso fig di gravare i tratti per deformarli; i
prefissati Discaricre (DIS sottrattivo) con Discrico, Incaricre (pref
IN illativo) con Incrico, Reincaricre (doppio pref Ri iterativo) con
Reincrico, Ricaricre (RI iterativo) con Ricrica, Ricaricbile,
Ricaricamnto, Ricrica e Ricrico e un glb ingl Refill ricarica da
TO FILL riempire, eppoi Scaricre (pref S sottrattivo) con Scrica e
Scrico inclusa la vaiante Scrco, Scaricbile, Scaricamnto,
Scaricatio, Scaricatre, Scaricatra, i composti fig Scaricabarle o
Scaricabarli e Scaricalsino dalla locuzione Scarica lasino infine
226

Sopraccaricre con Sopraccrico o Sovraccaricre con Sovraccrico.


Attraverso lingl TO DUMP scaricare, lital conta i glb Dumper
camion a cassone ribaltabile e Dumping esportazione di
materiale.
Il percorso prosegue con Crro dal lat CARRUS, diversificato da
CURRUS cocchio, cui Carrarmto dalla locuzione Carro armato con
il glb Tank e Carrsta; lidea di un veicolo bellico corazzato risale al
XVIII sec e du R. Edgewoirth che nel 1770 costru il primo cingolato
nel 1770 che chiam fig Trattore catepillar in cui lingl
CATERPILLAR sta per bruco o nellital Trattore bruco. Nel 1899
apparve il Motor war car veicolo da guerra a motore progettato da
F. Simms. Snm di Carro Plastro dal lat PLAUSTRUM carro
romano, che stava a indicare anche la costellazione dellOrsa
maggiore; letim considerato sconosciuto ma qui lo si considera in
probabile connessione fig con PLAUTUS largo.
Il percorso continua in Carrta quantit contenuta in un carro con
Carratllo o Caratllo piccola botte per il vin santo, che era portato
su carri, e i dim Carrllo con Carrellbile, Carrellre, Carrellta,
Carrellto e Carrellsta, Carrtta (questo anche in senso spregiativo
come carretta del mare) e Carrtto con Carrettio, Carrettta,
Carrettlla e Carrettire, Carrettno con Carrettinsta, laccr
Carrettne con Carrettonio, Carrettonta e il prefissato Accarratra
(voce adottata nel mer); ancora, Carrila o Carila con Carriolnte o
Cariolnte e i prefissati Scarriolre o Scariolre con Scarriolnte,
ancora Carrcola e Carrucolre con i prefissati Scarrucolre,
Scarrucolamnto e Scarrucolo, la locuzione glb ingl Car sharing
parco
organizzato
dautovetture
(con
SHARING
compartecipazione) infine, Carrbile, Carradre o Carratre con
ilo volg veneto Carador, Carrarccia e Carrarccio, Carreggire con
Carreggibile, Carreggiamnto, Carreggita e Carrggio, Carriggio
o Cariaggio esot attraverso il franc CHARIAGE, eppoi Carrccia
con Carroccire, Scarroccire e Scarrccio, Carrccio dal lat
CARRUCA cui lattestazione toscana Carrzza, col dim Carrozztta,
e da questo Carrozzbile con Scarrozzre, Scarrozzta e Scarrozzo,
lesot Garrccio attraverso lo sp GARRUCHA carrucola; termini
alieni lomologismo Carrsco sorta di macchia delle savane inv dal
ptg CARRASCO arbusto e il glb Carrageen alga delle Rodoficee
con lomologismo Carragenna (suff chimico INA) dal toponimo
irlandese Carragheen.
La modernit ha portato i termini composti Motocarrllo,
Motocarrila, Motocrro e Motocarrsta, Motocarrozztta tutti col
pref MOTO abbreviaziomne di Motore; eppoi Autocrro attraverso il
227

franc AUTOCAR, attestatosi nellomologismo glb dal franc Cmion


con gli italianizzati Camionbile o Camionle, Camionta,
Camioncno, Camiontta, Camionsta e Camionstico; Camionetta
a sua volta snm dellomologismo glb dallingl Jeep che sta per la
pron dellacronimo GP di GENERAL PURPOSE uso generico.
Dalla locuzione franc CAROSSE COUPE carrozza tagliata, sorto
il termine glb Coup, da COUPER tagliare, riferito alle auto a due
sportelli e quattro posti, in percorso con Cupne omologismo dal
franc glb Coupon cedola (tagliata) con lingl Couponing; sempre
da voce franc, si ha il glb Cabriolet o Cabriol auto decapottabile
da CABRIOLER fare capriole, cui gli esot Cabrre, Cabrta in
terminologia daviazione, fig dal franc SE CABRER rizzarsi come le
capre, connesso con il lat CAPER capro.
Carrgio o Cargio e Carggio vicolo attraverso il genovese e
Carrbio quadrivio attraverso il lombardo, derivano dal lat
QUADRUVIUM quadrvio, termini vrs inc fig con la rumorosit dei
carri in transito.
Dal lat CARPENTUM carro dorigine celt, il prvz ha tratto
CARPENTIER ricalcato dallital in Carpentire con Carpentera;
lital mantiene esplicito dal celt-lat il lemma storico Carpnto
carro o in metonimia il suo carico.
In corrispondenza ai nostri Ruota e Carro il rad indoeur AT ruotare
ha generato il lat ANNUM Anno-nno, ossia la ruota del tempo, cui
Anniversrio (composto col suff dal verbo lat VERTERE vale che
ritorna (riguarda) annualmente), Annle, meglio Annli con
Annalsta, questo snm di Cronografo, Annalstica e Annalstico,
Annso con Annosit, Annule con un snm Annovle e Annualit,
lavverbio Annualmnte, Annurio, la locuzione avverbiale
Questanno, la locuzione di misura astronomica Anno luce, (simbolo
a.l.) gi adottata nel 1955, che vale 9460,5 miliardi di chilometri
percorsi in un anno dalle radiazioni luminose o elettromagnetiche
nello spazio, la locuzione avverbiale glb Dantan tempo passato
attraverso il franc, ma dal prefissato lat ANTANNUM anno
precedente (con ANTE prima).
Particolare il termine Annonrio da Annna, questo inv dal lat
ANNONA che era la dea delle biade annuali, indirettamente per
derivato da ANNUS come le dee Pomona da POMUS e Bellona da
BELLUM.
Altro lemma particolare Avanntto sorta di pesce giovane
ndacqua dolce quale dim di Avnno questo attraverso il lat volg
AB ANNO di questanno di contro alla forma regolare Ugunno o
Ungunno dal lat HOC ANNO.
228

Infine, c da contare il termine Anntolo bufalo o bovino dai


tredici mesi a due-tre anni anche in genere fem.
Il gr conta AION vita terrena assunto dal cristianesimo in
contrapposizione alla Vita eterna che lha tradotto in lat adottando
SAECULUM con esito di Cento anni via via transitando dal
significato di generazione e lungo spazio temporale; il percoso
ital conta Scolo (dal XIII sec) con Secolre questo aggettivo sia
riferito alla durata di cento anni sia (da parte della Chiesa)
allappartenenza allo stato laico o civile contrapposto a Ecclesiastico
e Religioso, ossia sacerdoti non formalmente conventuali come il
Clero regolare, cui Secolarizzre, Secolarizzatre, Secolarizzazine
e Secolarmnte; il percorso semant dei cento anni conta
Secolarsco e Secolarit, il prefissato fig Trasecolre uscire fuori
senno (dal XV sec).
Nellarea ger, AT-RATHAS riappare in RAD e dilaga in quelle celt
e lat. Il lat RETUNDUS, infatti, dopo aver attraversato lEuropa,
ritorna negli esot Rnda, Rondre, Rondlla e Rondllo dallo sp
RONDA-RONDAR e dal franc RONDE-RONDEL cui i glb
Rondeau (pron rond) italianizzato Rond e Randonne (pron
randonn); Rondsmo e Rondsta sono indirettamente nel percorso,
poich derivati dalla rivista letteraria La Ronda (Roma dal 1919 al
1923).
Il termine Rndine, con Rondcchio, Rondintta, Rondinlla,
Rondinno, Rondne e Irundnidi (la Famiglia), dal lat
HIRUNDINEM, farebbe pensare in connessione col verbo Rondare,
invece lipocoristico del lat HIRUNDO discendente dalla serie
onomatopeica GH R, come il lat HIRRIRE da il latrare del cane.
Prgne il nome poetico di Rondine, ispirato al gr Prokne, il mitico
personaggio tramutato in tale volatile, Salangna lomologismo
snm di Rondone, di genesi malese SARANG nido attraverso il franc
SALANGANE. I verso generico della rondine il Garrire, ma
definibile anche Zinzilulre inv dal lat ZINZILURARE cinguettare
di origine onomatopeica ossia imitativa. Sorta di rondinella il
Topno, cos fig indicato.
\ Nel Medioevo era diffusa la credenza che le rondini, dinverno, andassero in letargo
nel fondo degli stagni.\

Il gr conta LOBOS rotondeggiante cui Lobre, Lobti, Lobto con il


prefissato Polilobto, Lbo, Lobte, Lobodnte, Lobopdio, Lobsi,
Lobotoma con Lobotomozzre, il dim Lbulo con Lobulre e
Lobulto; fuori percorso i termini botanici Loblia con Lobelicee e
Lobelna (lalcoloide ricavato) dal nome dello studioso M. Lobelio
del XVI sec.
In ambito glb si conta lingl Slob o Slobbing per zoticone vrs un
229

prefissato peggiorativo fig dal gr LOBOS cui lital Lobo quale parte
minore architettonica che partecipa allarmonia complesiva.
Contndere e Contundnte non hanno nulla di tondo, bens, dal
significato di non tagliente, discendono dalla rad TEUD battere, cui
il lat TUDES martello e il prefissato CUM TUNDERE percuotere,
contundere. In percorso, lital enumera Ottndere con Ottundimnto,
Ottso (smussato, ovvero punta percossa per renderla meno
appuntita, col fig stupido), ed ancora i prefissati Contusine e
Contso (CON dintensificazione), Rintuzzre, cui Rintuzzamnto,
dalla forma lat intensiva TUDITIARE col doppio pref RI di
movimento inverso e IN illativo, Stuzzicre, con Stuzzicamnto,
Stuzzicnte, Stuzzicatre, Stuzzichno, il composto Stuzzicadnti,
dalla forma TUDITARE denm da TUDES sovrapposto al long
STUZZJAN troncare, mozzare cui Stzzo tronco-maglio, eppoi
Tozzre rompere (inc di Toccare con Mozzare) con Stozzre,
Stozzatre, Stozzatrce e Stozzatra, eppoi Tzzo questo sia
ammaccato (relativo al percuotere) e fig goffo, sia pezzo
(relativo a mozzato) cui la locuzione Tozzo di pane che in franc vale
BIRBE, donde lomologismo Brba o Brbo con i derivati Birbta,
Birbera, Birbsco, laccr Birbne con Birbonggine, Birbonia,
Birbonio, Birbonta, Birboneggire, Birbonera, Birbonsco, infine
Birbnte con Birbantggine, Birbantre, Birbanteggire, Birbantera,
Birbantsco. Il percorso prosegue ancora nel fig Tsse o il desueto
Tssa, con Tossicre, Tossicchire e Tossre, eppoi Tossicolso e
Tossilggine, che non deriva, come si pu credere, dal percorso di
Tossina, la sostanza batteriologica, ma dal lat TUSSIS nome
dazione di TUNDERE percuotere, cui ancora Pertsse col pref
IPER (aferesi della I) e Tossfugo. Lo specifico termine gr per Tosse
BECHOS, dal gr BECHIKOS svoltosi nel lat BECHICUM rimedio
per la tosse cui Bchico (adottato dal XVI sec). Dallingl CROUP
tosse canina lital conta Crup o Grup o lomologismo Grppe cui il
relativo Cruple o Crupple.
Snm di Ruotare Girre dal lat GYRARE, gi gr GYROS cui Gro,
con Girta, Giratrio, Girto, Giratre, Giratrio, Girazine, Girlla
con Girellre (col suff verbale ELLARE per diminutivi) , Girello e
Girllo, Girellne con Girellonre, la locuzione av verbile A
girellni, Girtto, Girvole, Girnidi (Famiglia di coleotteri), Girno
da GYRINUS (larva di anfibi), Giro con literativo Rigiro, laccr
Girne con le locuzioni la dantesca Girone infernale e le sportive
Girone di andata e Girone di ritorno, eppoi Gironzre con literativo
Gironzolre da un Girnzolo, Girtta strumento indicatore della
direzione eolica attraverso il franc GIROUETTE Gta quale Pp fem
230

con Gitnte, i prefissati Aggirre (pref AD allativo) con


Aggiramnto, Aggirta e Aggiratre, Raggirre (doppio pref RI
iterativo) con Raggiratre e Raggro.
Da Girare il pref GIRA-GIRO usato in composizione come in
Giradschi, Giramndo, Girandolre o Girondolre (col verbo
Andare e col suff iterativo OLARE adattato) con Girndola,
Girarrsto snm di Menarrosto, il fiore Girasle snm di Mirasole,
Giratbi, Girautensli, Giravte, Giravlta o Giravltola con
Giravoltre, Giriggolo con Girigogolre (con Arzigogolo),
Girobssola, Girocllo, Girocnto, Girodirezionle, Giromagntico,
Giromnica, Giromtra (Genere di funghi, col gr MITRA benda),
Giropilta, Giroplstica, Girorizznte, Giroscpio con Giroscpico,
Girostabilizzatore (con Giroscopio), Girstato con Girosttico,
Girotndo con Girotondno o Girotondsta (questo, grazie al regista
Moretti, lideatore, vale chi partecipa d un girotondo di protesta
politica, col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO, qui
da un sottinteso Girotondismo non linguistico), Girvago con
Girovagre, Girovta, Destrogro, Sinistrogro o Levogro questo dal
lat LAEVUS gi gr LAIWOS sinistro; altro snm Prillre con il suo
complanare Brillre ruotare intorno a se stesso (omn di Brillare
emanare luce), come la ruota della macina, da un onomatopeico R
LL, cui Prllo e vrs Birllo.
Ghirnda linc di Giro con Rotonda cui successivamente Girnda
da Ghironda inc con Girare; pseudoetim Girondno dal franc
GIRONDIN relativo al dipartimento della Gironda.
Il lat aveva ROTULARE che, espatriato in Francia, ivi diventato
ROLE-ROULER comunque dallonomatopeico FR, ritornato in
forma desot in Rulo dal franc ROLE gi lat ROTULUS, con
Ruolno, Ruolizzre, Ruolizzto e Ruolizzazine, il prefissato
Arruolre o il desueto Arrolre - con Arruolamnto da ENROLER
con cambio di pref da EN (dal lat IN illativo) in AD allativo; eppoi i
glb Roulette e Roulotte questo con gli omologismi Roulottsta (col
suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO, qui da un
sottinteso Roulottismo non linguistico), Roulottpoli (fig col gr
POLIS citt) e Autoroultte snm di Camper, ed ancora in Rollre,
Rollta, Rollatrce, Rollatra, Roll, Rllo (questo snm di Tombolo
nella filatura) con Rulltta, Rulltto, Rullno o Rollno, Rullre con
Rullggio, Rullamnto, Rullnte e Rullo, la composizione
Rullmetro; eppoi, attraverso lingl, lital conta i glb Round giro,
turno, Router con Routier instradare e corridore, i glb ingl il
composto Rollerblade sorta di pattino con TO ROLL rotolare e
BLADE lamina e in locuzione Roll ball palla rotolante, Roll bar
231

barra tubolare, Roll on e Roll off rotolare su e rotolare fuori.


Dal franc RAIL rotaia (rintracciabile in ingl RAIL barra e fig
binario) cui il denm DERAILLER, lital ha ottenuto lomologismo
Deraglire con Deragliamnto e Deragliatre; ancora dal franc
CONTROLE gi CONTRE ROLE contro ruolo nel valore di
doppio registro per verificare la correttezza del primo, lital conta
lomologismo Contrllo cui Controllre, Controllto, il glb ingl
Controller, Controllera e Controllre. Lingl conta TO HOLD
tenere-attendere, cui HOLD presa, svoltosi fig e metaf in
controllare cui la locuzione glb Holding company Societ
finanziaria di (che tiene il) controllo. Sembrerebbe in connessione il
glb ingl Holter, lapparecchio portatile che si tiene addosso per la
misurazione del ritmo cardiaco e delle pressione arteriosa, invece
questo termine, adottato dal 1961, in onore del suo inventore N. J.
Holter.
\ I Controllori del Traffico Aereo - giornalisticamente Uomini Radar - sono passati
dallimmaginare geometricamente il traffico aereo in volo, e quindi le rotte ed i livelli
occorrenti, immaginare le esecuzioni dei loro ordini da parte dei piloti, ad unesplicita
visualizzazione del movimento tramite i radar computerizzati. I controllori operano
sulle Torri Controllo per il traffico aeroportuale, negli Avvicinamenti per il traffico in
movimento intorno ad uno o pi aeroporti importanti, relativamente vicini, nei Centri
di Controllo Regionale per il traffico in rotta lungo le Aerovie o determinati vettori.
Nell'affacciarsi nel terzo millennio, lo Spazio aereo italiano ancora suddiviso, ai fini
del Controllo, in quattro Regioni - Milano (NW), Padova (NE), Roma (Centro),
Brindisi (Sud) - ognuno direttamente collegato con i Centri esteri confinanti. Una
vecchia suddivisione (ne basterebbero due, se non una distribuita in settori) ereditata
dall'Aeronautica Militare all'inizio degli anni ottanta, quando ai controllori,
tradizionalmente tutti in uniforme militare, fu concessa, il 19 ottobre 1979, la
smilitarizzazione, dietro unenergica richiesta della categoria, le cui ragioni furono
avallate dallintervento decisivo dellallora Presidente della Repubblica, Sandro
Pertini. (estratto dal saggio Stellette e Radar SA, Ed Matteo 1983).
Per completare largomento, il termine Rdar tratto dalla locuzione ingl RADIO
DETECTING AND RANGING radio rivelazione e misurazione della distanza, cui
Radarbile, Radarstica con Radarstica e Radrstico, i composti da Radaraltmetro a
Radartopografa con Radartopogrfico. Il Radar apparve storicamente in Inghlterra nel
1935 merito di R. Watson-Watt che ne aveva iniziato gli studi e gli esperimenti dal
1915. Da aggiungere il glb ingl Radome, struttura in vetroresina per la protezione del
radar e che permette il passaggio delle onde radar.
Il Geordar lo strumento capace di rilevare cose interrate o murate allinterno di
manufatti; utile alle ricerche di persone fatte sparire dalla criminalit\

Rccio mammifero insettivoro dal lat volg RICJUS gi ERICIUM


dal class ER ERIS riccio, dal gr KHER, cui EKHINOS riccio, ma
anche Rccio di mare; direttamente dal gr giungono i lemmi
composti Echmidi (Famiglia di roditori) con MYS topo, eppoi
Echinto spinoso, Echno riccio marino (ma dal gr ECHIS
serpente) e un pref ECHINO per composizioni quali il botanico
Echinocctus, Echinocrdio (il Genere), Echinoccco (parassita
232

intestinale, col gr KOKKOS granello) cui Echinococcsi, eppoi


Echinodrmi con Echinodermti (Tipo in tassonomia animale, col gr
DERMA DERMATOS pelle), Echinidi o Echinodi (gr OIDE
somiglianza), Echinoprcto sorta di roditore degli Eretizontidi (col
gr PROCTOS ano), Echinulto di spore con Echnulo quale dim di
Echino. Echincee, infine una Famiglia botanica.
Simile al Riccio terrestre il Tanrec o Tanreck o Tenrec di genesi
malgascia (Madagascar) cui lomologismo Tenrcidi (la Famiglia).
Il percorso conta poi il fig Rccio della castagna cui Ricciia,
oppure Rccio sorta di ant ordigno irto di aculei di ferro, ancora fig
Rccio di capelli cui i dim Ricciolna e Ricciolno, Rcciolo (suff
alterativo OLO) con Ricciolto, con la variante Riccito, e
Ricciolatra, Riccitto e Ricciutzza, eppoi i fig Ricciarllo (sorta di
dolce), Ricciolna (lattuga riccia), Ricci e Riccio nella cognomastica
svoltosi in Rizzi e Rizzo con i derivati, i prefissati quali Arriccire
con Arricciamnto, Arriccito, Arricciatra e Arrccio cui il volg
Arrizzare e derivati, Arricciolre (da Ricciolo) con Arricciolamnto,
Diriccire (col pref DI dal lat DE privativo) e Sdiriccire con
Sdiricciatra (doppio pref S intensivo); le composizioni
Arricciabffi, Arricciabrro, Arricciacaplli, la locuzione romantica
Ricciolo tirabaci. Il termine Eretizntidi (Famiglia di Roditori,
comunemente Porcospno americano) dal gr ERETHIZO io eccito,
ERETHEIN con valore di irritare, verbo in connessione fig dalla
sensazione che si prova nel trovarsi in contatto con gli aculei del
riccio.
Grccio la sovrapposizione di Riccio con Graticcio; lomn Grccio
capriccio-brivido - al pl Grcci con valore di solletico - invece
la sovrapposizione di Capriccio con Grido, cui Griccire,
Aggriccire.
Il lat conta ancora ERINACEUS con valore di arricciato cui
Erinacidi, Famiglia di mammiferi che savvolgono a palla, come il
Riccio termine in connessione fig col percorso gr di ERION lana.
Vrs tramite un fenomeno di metatesi, RICJUS diventato CIRRUS
ricciolo, cui Cirrto, Cirrso e i composti Cirrifrme, Cirrpedi,
Cirro nube a riccio (Ved Nubi Nuvole in Nube).
Snm gr di Ricciolo BOSTRYKHOS, cui Bstrico e Bostrchidi
(Famiglia di coleotteri) attraverso il lat BOSTRYCHIDAE, termini
in connessione fig con BOTHRION piccola fossa (solco a
serpentina) e con BOTRYS grappolo cui Botrchio (Genere di
felci), Botrido o Btrio fossetta, il suff BOTRIO per composizioni
quali Botrioceflidi con Botriocfalo e Botriocefalsi (col gr
KEPHALE testa), Botriomicsi (gr MYKES fungo), Botrioterapa
233

questo snm di Ampeloterapia, Botrte (Genere di funghi), Btro


fossa.
Il termine Crspo dal lat CRISPUM arricciato cui Crspa,
Crespgno snm di Cicrbita questo da tema med KIKIRBITA
KUKURBITA, il denm Crespre con Cresplla e il prefissato
Increspre e Increspatra; il lat CRISPUM da un ant CRIPSUS cui
i glb franc Crepe e Crepon con le locuzioni Crepe de Chine, Crepe
giorgette e Crepe satin, gli omologismi Creplla, Crepera.
Lingl OFF indica allontanamento, lo si ritrova in locuzione glb ingl quali il
militaresco Off limits (tenersi) fuori, lontano dal limite, Off line (pron lain) fuori
linea, Off shore (pron scior) fuori costa, Off side (pron said) fuori posto, e
perch non rinvenire queste ed altre nelle corrispondenti locuzioni in lingua italiana.
1

\ Carrozze
Snm di Carrozza (dal XVI sec), lital conta degli omologismi quali Calsse
(dal XVII sec), con Calessna, un termine europeo, dal franc CALECHE
rintracciabile nel ted KALESSHE, nel ceco KOLESA e nel polacco
KOLASKA e potrebbe essere una forzatura voler trovare letim nel verbo lat
CALERE essere inquieto, andando nel passato allimmagine dei viaggiatori
sobbalzanti nel calesse, mezzo veloce di trasporto su strade pietrose, eppoi
Ccchio (dal 1546) con Cocchire dal boemo KOCI (ungherese KOCSI)
vettura a nicchia, Berlna (in omn a Berlina-gogna) in richiamo alla carrozze
berlinesi del XVII sec, Land (XVIII sec) dal franc LANDAU ma derivato
dalla cittadina bavarese Landau donde si diffusero tali vetture, ancora Fiacre
(dal 1766) dal franc FIACRE originato dal che i vetturini sostavano nella
piazza intorno allimmagine di San Fiacre cui ladattamento ital Ficchiere
con Fiaccherio dal toscano, ed infine Brum carrozza chiusa a quattro
ruote, apparsa in Inghilterra nel 1830, omologismo dallingl BROUGHAM
in onore di lord H. P. Brougham (1778\1868).
Birccio (dal 1700) dal lat BIROTIUM gi BIROTUS ovvero carro a due
(pref BIS) ruote, e che ha subito la variante in Barccio o Barrccio
mutando il pref come accaduto con Bardosso e Baruffa.
Altra carrozza a due ruote e due posti lingl Tilbury (1931), nome in onore
del suo costruttore storico
Dal gr Phaeton, il nome del mitologico figlio del sole che scorrazzava nei
cieli, si conta il Fhaton (accento corretto phaton), attraverso il franc, la
leggera carrozza scoperta a quattro ruote, di moda nel XIX sec.
In ingl Carrozza COACH, termine indoeur conneso con lital Cuccia, con
il franc COUCHER; da qui in risvolto metaf il glb Coach che vale
allenatore sportivo.
\ Botola Bozza
Inc con Rotolare, lital ha coniato Btola, forse sovrapposto a BALTA di
Ribaltamento, con la variante Bdola dal ligure Bodo fossato o fossa
occultata dal tema med BODO fossato, cui il lat BODIUS questo svoltosi
nellital Bzzo con un accr Bozzone e BODINCUS questo il nome ligure
del fiume Po; il tema pare connesso al nome PADUS dorigine lepontina (da
Leponzio), in vrs connessione con il tema indoeur PO potabile, cui Padno e

234

Padnia cari alla Lega Nord. Singolare il termine Padmetro, monumentale


indicatore pubblico in piazza a Ferrara delle massime piene del Po.
\ Il Po, con la sua Pianura padana e gli affluenti, si sarebbero conformati grazie al
Golfo padano, una profonda rientranza dellAdriatico verso ovest; lo scorrere
millenario del fiume avrebbe lasciato via via i detriti sino a comporre la pianura.\

Lomn Bzzo, riferito alla prima lavorazione di una pietra, il mas di Bzza
che sta per Bugna forma sett di Boccia pietra sporgente da un muro, fig
dalla testa dopo un colpo, cui Bozzto ed ancora il fig botanico Bozzcchio
o Borzcchio susina gonfia e vuota con Bozzacchine e il prefissato
Imbozzacchre con Sbozzacchre; termine alieno Borzacchno stivaletto
omologismo attraverso lo sp BORCEGUL. Bozza, in associazione fig a
Bozzo passato ad indicare la prima lavorazione di un documento cui
Bozztto con Bozzettsmo, Bozzettsta, Bozzettstico e ancora un Bozzne,
con i prefissati Abbozzre (D allativo) con Abbozzamento, Abbozzta,
Abbozzatre e Abbzzo, Imbozzre con Imbozzatra, eppoi Sbozzre (S
sottrattivo) con Sbozzto, Sbozzatre, Sbozzatra e il devb Sbzzo.
Giornalisticamente, il Bozzone definitivo di una pubblicazione indicata
con Menab, da una scherzosa espressione volg lombarda Conduci a buon
fine connesso al verbo Menare portare.
\ La bozza del famoso romanzo di Umberto Eco Il nome della rosa aveva titolo
provvisorio in Labbazia del delitto./

Lancora omn Bzza, termine marinaresco, dal franc BOSSE attraverso lo


sp BOZA fune con un grosso nodo cui fig fiasca, con Bozzllo questo sia
finito per indicare la carrucola e il cordone (della fiasca); eppoi il
prefissato marinaresco Imbozzre (IN illativo) con Imbozzatra.
Infine, Bzza unant misura veneziana di capacit (2,682 lt) dal significato
di Fiasco attraverso la forma Boccia.
Da includere i relativi,
Bozzne vale agnello castrato vrs per il fatto che tende ad ingrassare fig
come un fiasco dopo loperazione. Fuori percorso Bzzima, dal gr-lat
APOZEMA decotto cui, derivati e fig, Imbozzimre (IN illativo),
Imbozzimatre, Imbozzimatrce, Imbozzimatra.
\ Leponzi
I Lepnzi, antica trib celtica, dunque di tradizione indeuropea e la cui
lingua, il Lepnzio, era affine al Gallico, stanziatasi in una porzione delle
Alpi, donde loronimo Alpi Lepontine. Discesero nella valle del Ticino,
ancora detta Lepontina, e nella Val dOssola, documentato da tracce
epigrafiche. Successivamente attraversarono la Pianura Padana e, in epoca
antecedente ai Galli, si riversarono tra lAppennino Ligure-Emiliano
lasciandovi significative memorie linguistiche, anche se indirette.
\ Radicale MEU
Lesponente nato dallinvenzione della ruota, una delle pi grandiose in seno
allumanit - abbiamo dovuto aspettare la propulsione aerea e spaziale per
avere una corrispondenza - ha naturalmente indotto ad una straordinaria
proliferazione lemmatica, che ancora prosegue. Lassimilazione della figura
geometrica della ruota, allimmagine elioteistica (il dio Sole), ha contribuito
ad infondere nelle generazioni lidea della ruota quale il gran dono del dio.

235

La ruota era il simbolo della propriet divina di spostarsi in ogni luogo,


pertanto non potevano mancare nel rad verbale le lettere U-M del suono
primordiale AUM, a rappresentare M la persona e U il tramite per conoscere
il dio. Nacque cos spontaneamente la rad MEU spostare, muovere, il
causativo lat MOVERE cui Muvere e, in percorso, Momnto da
MOMEMTUM minimo movimento con Momentneo.
Il medio persiano conta ZUNVAN momento-tempo cui il termine
filosofico Zurvansmo o Zervansmo.
Il percorso prosegue con Movda attraverso lo sp MOVIDO movimentato
connesso con il lat MOVITA (Pp volg di MOVERE), il glb ingl Movie
film dalla locuzione MOVING PICTURES figure movimentate cui
lomologismo Movila con Moviolare e Moviolsta (col suff ISTA di
collegamento ad un mestiere in omn col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO), Movbile con Movibilit eppoi i prefissati Amovbile
con Amovibilit (pref AB da), Removbile o Rimovbile con Rimozine o
Remozine (pref RI iterativo) e lopposto Irremovbile con Irremovibilit
(doppio prefiso IN negativo), Movire; il lemma Movl il marchio
registrato per un filato ricavato dalla polimerizzazione del clorulo di
polivinile.
Movimnto
con
Movimentre,
Movimentto,
Movimentazine,
Movimentsmo con Movimentsta (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere) e
Movimentstico, Mssa e Msso (tratto dal pass remoto Mossi), Mto fatto
fisico dal lat MOTUS con Motilit, Motre dal genitivo MOTORIS di
MOTOR cui Motorfoba avversione per le automobili, la locuzione da
Motore a vapore questo brevettato da J. Watt nel 1769 a seguito di
esperimenti avviati gi dal XVII sec da D. Papin, T. Savey, T. Newcomen, J.
Calley; ancora, cronologicamente le locuzioni Motore a combustione interna
o Motore a scoppio questo storicamente brevettato nel 1794 da R. Street,
Motore elettrico, questo a corrente continua, costruito da M. Faraday nel
1831, mentre quello a corrente alternata da N. Tesla nel 1887, Motore Diesel
brevettato da R. Dieselo nel 1892.
Da Motore si ha il percorso di Motricit, Motrio dal nominativo MOTOR,
il prefissato Trimotre (a tre motori, in genere riferito ad un aereo), i
composti Motoprprio o Motuprprio inv dalla locuzione lat MOTU
PROPRIO e che vale di propria iniziativa, i prefissati Promotre,
Promuvere con Promsso e Promozine, il glb franc Remuage, Rimsso
con Rimuvere dal prefissato REMOVERE ed ancora Rimozine questo dal
lat REMOTIO REMOTIONIS (RE di movimento inverso) col snm
Amozine dal prefissato lat AMOVERE (A privativo); eppoi Smuvere o
Smvere con Smsso dal lat EXMOVERE (pref EX con valore da),
Sommuvere o Sommvere con Sommssa, Sommsso, Sommovimnto,
Sommovitre e Sommozine da SUBMOVERE (pref SUB sotto), cui un glb
ted Putsch sommossa armata di genesi onomatopeica cui il
semiomologismo Putschsta, adottati nel XX sec.
Ancora, Mbile (aggettivo e sostantivo) con Moblia o Mobglia o ancora
Moblio e Mobglio cui Mobiliatra, Immobilire, questo esteso per altri

236

bene mobili, Mobilire e Mobilifcio, il composto Soprammbile snm di un


glb franc Bibelot di genesi onomatopeica; eppoi Immbile e Immobilsmo,
Mobilit e Immobilit, Mobilitre e Mobilitazine, Mobilizzre e
Mobilizzazine, la locuzione glb ingl Mobility manager professionista per
la mobilit del personale. Termine alieno Moblidi (Famiglia di pesci) dal
lat scientifico MOBULIDAE di genesi caribica.
Motre quale fatto meccanico col fem Motrce attraverso la locuzione
Macchina motrice, eppoi i dim veicolari Motortta e Motorno, il glb
ellittico ingl Motl che vale Hotel per viaggiatori in veicoli a motore,
Motorsmo, Motorsta con Motorstica e Motorstico, Motorizzre con
Motorizzto e Motorizzazine, i composti con un pref MOTO meccanico o
veicolare cui Motoalinte, Motoalpinsmo, Motoaratrce cui Motoaratra,
Motocampstre,
Motocampstre,
Motocannonire,
Motocarrllo,
Motocarrila, Motocrro, Motocarrozztta, Motocarrozzno, Motocclo con
Motocicltta con lipocoristico Mto con un Ciclomotre il cui snm
Motorno e un Motoleggra, Motociclsmo, Motociclsta, Motociclstico,
Motocingolto,
Motocistrna,
Motocolnna
(rif
alle
truppe),
Motocoltivatre, Motocompressre, Motocorazzto, Motocrss o
lipocoristico Crss con gli omologismi Motocrosssmo e Motocrosssta,
Motdromo, Motolica, Motoflce con Motofalciatrce , Motofurgne,
Motogeneratre, Motolncia, Motonutica e Motonutico con Motonuta,
Motonve, Motoneurne snm della locuzione Neurone motore,
Motopescherccio, Motoplo gioco del Polo motorizzato, Motopmpa,
Motopropulsre, Motoradno con Motoradinsta, Motorcravan su modello
di Autocaravan, Motoreattre, Motothome sorta di roulotte (con lingl
HOME casa), Motoriduttre, Motorno (diverso da Motociclo) nel senso di
piccolo motore per svariati usi quale il Motorino davviamento, i glb ingl
Motosailer dove SAILER vale barca a vela, connesso con SAILOR
marinaio derivati da SEA mare, Motorscooter (gli storici Vespa della
Piaggio (1950) con Vespsta e Vespstico, e Lambretta della Innocenti di
Lambrate, marchio registrati) o lomologismo Motoscter con
Motoscutersmo e Motoscutersta dove SCOOTER vale monopattino dal
verbo TO SCOOT guizzare via, Moto-sidecar motocarrozzetta dove
SIDECAR vale carrozzetta a lato (SIDE) della moto, Motoscfo con
Motoscafsta, Motosga, Motoseminatrce, Motosilurnte, Motosltta,
Mototpo piccola imbarcazione veneziana fig da Topo, Mototorpedinira,
Mototrazine, Mototursmo, Motovedtta, Motovecolo, Motoveliro,
Motoveldromo, Motovettra, Motozppa, Motozttera; ancora il patologico
Motulso (fedele al lat MOTU e col Pp di Ledere).
Il percorso continua con Motivre, Motivbile, Motivto, Motivatre,
Motivazine e Motivazionle, Motivtto, e Motvo quale sostantivo cui
Motvico, Motvo quale aggettivo dal lat tardo MOTIVUS capace di far
muovere da MOTUS Pp di MOVERE, la locuzione glb ted Leitmotiv
motivo (filo) conduttore, i prefissati con Demotivre e Demotivto,
Remto o Rimto dal lat REMOTUS Pp di REMOVERE rimuovere. Il
lemma Motore diventa pref MOTO per innumerevoli composizioni da
Motocicltta a Motozttera. Termine fig Mvil questo un marchio

237

registrato nel XX sec per una sorta di filato.


In composizione, lital conta ancora Autombile con il gr AUTOS s-stesso
cui il dim Automobilna, Automobilsmo con Automobilstico,
Automobililsta con uno spregiativo Automobilstro, Autobus-utobus,
questo in composizione Automobile con il lat OMNIBUS per tutti cui
Autobussstico, lerede del vecchio Omnibus-mnibus trainato dai cavalli.
Lautomobile storica a vapore, inventata nel 1771. Il genere femminile di
Automobile stato storicamente assegnato da G. DAnnunzio. Lautobobile
moderna arriva a seguito delle invenzioni di H. Ford dal 1893.
LAutomobile elettrica era gi stata costruita agli inizi del XX sec.
Oggi si diffonde il neologismo Elettrombile per indicare un automobile a
trazione elettrica.
Il percorso continua con Autntica, il patologico Autsmo con Autsta (suff
ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO) e Autstico, lomn Autsta (da
Automobile col suff ISTA di collegamento ad un mestiere), Autma, ed una
lunga serie di composti col pref AUTO sia per autoveicolo sia per sstesso, da Autarcha (autogestione) con Autrchico ad Autocravan,
Automzzo, Automotrce, Automunto, Autovecolo e Autovlox (questo
con il VELOX veloce) che in ted definito radar trappola.
Lital conta ancora lomologismo Furgne questo per accezione
autoveicolo chiuso per merci o funebre attraverso il franc FOURGON, cui
Furgonto, il dim Furgoncno, Furgonsta.
Con il lat LOCUS luogo si ha Locomotre, Locomotva, Locomozine; sono
tutti termini sorti nel percorso semantico di muovere da un luogo allaltro.
La locomotiva nasce da unidea di R. Trevithick, il quale si era appoggiato
allinvenzione di Watt del motore a vapore brevettato nel 1769; si narra che
questi ne fu talmente contrariato da augurargli di morire impiccato. La
locomotiva moderna, per, opera di G. Stephenson indicato per
antonomasia Padre delle ferrovie da quando nel 1922 fu inaugurata la sua
locomotiva che viaggiava a circa 40 km lora. Rochet un esemplare di
locomotiva creata nel 1819.
Questa rad, MEU, che entrata con lecita prepotenza nel dentro degli
uomini, nel loro spirito, nel loro cerebrale, ha cos generato i vari
Commozine, Commuvere e Commsso dal lat COMMUOVERE agitare,
Emotvo attraverso il franc EMOTIF emozione con Emotivit, Mozine dal
lat MOTIO MOTIONIS dal Pp MOTUS di MOVERE con Emozine,
Emozionre e Emozionto attraverso il franc EMOTION, la locuzione glb
ingl per computer Motion capture.
Ammutinre merita unanalisi particolare: dal lat MOVERE, il Pp volg
MOVITA stato tradotto in franc prima in MEUET eppoi in MUTIN
svoltosi nello sp MOTIN sedizione con AMOTINAR cui lomologismo ital
Ammutinare con Ammutinamnto, Ammutinto.
\ Autore
Il lat conta AUCTORARE ingaggiare con AUCTOR per promotore, cui
Autre con un prefissato Coautre (CUM insieme), Autorvole con
Autorevolzza, Autorile con Autorialit, Autorit (lat AUCTORITAS) con
Autoritatvo, il glb ingl Authority; Autoritario, questo attrverso il franc

238

AUTORITAIRE cui Autoritariet e Autoritarsmo, come Autorizzazione


attraverso AUTORISATION dal verbo AUTORISER cui Autorizzre,
Autorizzto. Termine prefissato Esautorre togliere lincarico d autorit
da EXAUCTORARE (pref EX fuori) cui Esautorto eppoi Esautoramnto o
Esautorazine.
\ Lautorit la salute sociale, da difendere; lautoritarismo, invece, ne la patologia,
da combattere. (SA)\

\ Destro Sinistro
Dstro dal lat DEXTER da rad DEKS normale, conveniente, poi attestatosi
in abile, la cui rad sera ampliata da DEK di Degno; in percorso con Dstra,
Destriro o Destrire cavallo da battaglia(due singolari e il solo plurale
Destrieri) attraverso il franc ant DESTRIER da DESTRE destra, Destrna,
Destrsmo, Destrrso, Destrsio, Destrzza; prefissati e composti,
Addestrre (pref AD con Destra) accompagnare il cavallo tenendolo a
destra con Addestrre (prefrd AD con Destro) esercitare per imparare ad
essere destro cui Addestrbile, Addestramnto e Addestratre, eppoi i
composti Destrmano, Destrocarda o la variante Dessiocarda, Destrochrio
(gr CHEIR mano), Destrogro, il composto Dextrofoba che indica
avversione per gli oggetti alla destra del corpo. Da non equivocare con
termini quali Destruente o Destrutturato composti col pref DE (DeSTRUERE e De-strutturare).
Sinstro, dal lat SINISTER, cui Sinstra, da avverbio SINIS a differenza di da una vecchia preposizione SINE, pi ant SENI che trova corrispondenza in
area celt - con suff di comparazione TER. Sinistro sta allora per ci che
diverso dal normale, attestatosi poi in funesto e disgrazia. Snm di
Sinistro il lat LAEVUS, usato in composizione con LEVO, cui Levogro.
In percorso complanare, ovvero in eteronimia a Destro, Sinistrre, Sinistrto,
Sinistrse, Sinistrsmo, Sinistrochrio (gr CHEIR mano), Sinistrogro,
Sinistride, Sinistrrso, Sinistrosit.
In franc GAUCHE (pron gosc) vale sinistra, attestatosi in versione politica
cui lomologismo Goscsmo da GAUCHISME e Goscsta da GAUCHISTE.
Niente a che vedere con un glb GAUCHO (pron gaucio) mandriano a
cavalloi da voce indigena WAHCHA povero.

ROTTA
Rtta vale lattestazione di itinerario dal lat RUPTA strada aperta
dagli ostacoli (rotta di ostacoli), cui Dirottamnto, Dirottre. vrs
che si arrivati dopo aver attraversato lo sp ROTA nel lessico della
navigazione. Possiamo ragionevolmente credere che Rotta non sia
stato altro che litinerario del rotare, ossia salpare per approdarvi
dopo aver circumnavigato. Rotta, quale percorso, stata traslata nel
linguaggio aereo, storicamente calcolata da un esperto ufficiale, oggi
demandata al sistema computerizzato e, come basso e alto,
indissolubilmente legata alla geoformazione: al di fuori del pianeta
non esistono poli geografici o magnetici. La semant, per, ha
uninfinita risorsa e per non disperderne la storia, avr la capacit,
239

mai negata, di adeguare la definizione dei termini alla configurazione


cosmica. Essere in rotta equivale tradizionalmente - sulla Terra - ad
orientarsi, in altre parole a spostarsi, muoversi, tenendo sempre
presente il punto geografico donde sorge il sole, loriente. Dal franc,
lital conta il glb Routine da ROUTE strada (pron rut) cui Routier
corridore ciclista su strada in correlazione con Pistard, il
semiomologismo Routinrio o Routiniro o lomologismo Rutinrio
e dallingl TO ROUTE instradare fig linformatico Router (pron
rauter) dispositivo di collegamento per pi reti.
Orinte e Orientrsi, dal lat ORIENS Ppres di ORIRI il sorgere del
sole, viene dal tema primitivo OR, attestatosi nel lat ORTUS (Pp),
nellitt e nel gr ORTO, e nell'ind RTA, lettere che compaiono nel
lemma Rotta. Orto-rto (omn di Orto-giardino), termine che indica il
sorgere del sole o degli astri, sopravvive poeticamente dal lat
ORTUS Pp sostantivato di ORIRI e cui Ortvo (omn di Ortivo da
Orto-giardino); i due lemmi tuttavia sono sovrapposti poich lOrtogiardino tradizionalmente coltivato al sole, sin dal suo sorgere.
Per Abortre, cui Abortsta, Abortvo e Abrto, dal lat AB ORTUS la
traduzione sarebbe fig allontanare il sorgere ovvero nascita a vuoto.
Dalla rad OR derivato Orgine composto con GENUS nascita, cui
Originle, Orindo da ORIUNDUS questo gerundivo di ORIRI e, da
un successivo ampliamento rad gr HOROS confine - HORIZO
separo - HORIZON delimitante, il termine Orizznte dalla locuzione
gr HORYZONTOS KYKLOS cerchio limitante, con lant Orizznta
e lellittico poetico Orizzn, cui Orizzontamnte, Orizzontre e
Orizzontamnto, con i geometrici Orizzontle, Orizzontalit e
Orizzontalmnte.
Il lemma Origine pu ancora far pensare alla composizione fig di OS
ORIS bocca e GENUS nascita, pertanto si costruirebbe il termine
nato alla bocca (sorgente-fonte) ovvero agli inizi del corso.
Da HORIZO, col suff APO con valore da, il gr ha composto
APHORISMOS definizione cui il lat APHORISMUS e il percorso
ital Aforsma o Aforsmo e Aforstico. Il gr, infatti, conta ancora
lampliamento rad in ORIZEIN determinato, cui lital Aorsto non
determinato con il relatiuvo Aorstico, derivato dalla composizione
col pref A privativo. Aoristo dunque lerede del tempo AORISTOS
della coniugazione greca, che sta per azione compiuta in un tempo
non determinato, ossia non passato, presente e futuro.
Col pref DE s composto lesot Derapre deviare di lato
bruscamente comunemente in terminologia aeronautica, con
Derapggio e Derapta attraverso il franc DE-RAPER e DERAPAGE gi prvz RAPAR dal ger RAPON.
240

Idealmente, Rotta-Sconfitta associabile a Rotta-Itinerario, ove le


truppe siano in fuga lungo una strada sguarnita (Storica la Rotta di
Caporetto), ove lacqua, rompendo gli argini, trovi la strada sgombra
(Le rotte del Po).
\ Rumore Silenzio
Il rad REUP rompere della serie di RE-U ampliatosi, tra le altre estensioni,
in REUM rumore, cui Rumre o un desueto Romre con Rumoreggire cui
Rumoreggiamnto, Rumoregginte e Rumereggiatre, Rumoro, Rumorsta
(col suff ISTA di collegamento ad un mestiere in omn col suff ISTA di
collegamento ai sostantivi in ISMO), Rumoro o il desueto Romoro,
Rumorista, Rumorso o Romorso con Rumorosit, il glb ingl Rumor
diceria variante americana del gi ROMOUR, eppoi Ruma cui
Reumtico, Reumatsmo, Reumatide, i composti Reumatst, Reumatologa
con Reumatolgico e Reumatlogo, fig dal dolore rumoroso delle
articolazioni, pur se, da qualificati studi, fatti derivare dal gr RHEUMA
flusso da RHEO scorro (del sangue), ma nulla osta che i termini siano
sovrapposti o inc. Dal franc STORM rumore cui STURMJAN tempestare,
in long STURM rumore, battaglia, lital s ispirato per lomologismo
Strmo e Stormre addolcendone per il termine, questo tradotto in ital nel
significato poetico del frusciare delle foglie, eppoi Stormeggire e
Stormeggita.
Lopposto Silnzio, invece, dal lat SILENTIUM da SILENS, cui Silnte,
Silenziamnto, Silenzire con Silenzito, Silenzirio, Silenziatre,
Silenzionre, Silenziosit, Silenziso, in locuzione quali Silenzio assenso, Il
silenzio oro (in correlazione con La parola argento), Silenzio rifiuto,
Silenzio rigetto, Gioco del silenzio. Silenzio di rad SWEI tacere,
rintracciabile nel ted SCHWEIGEN, dalla serie onomatopeica SS T, cui
Ztto (forma toscana). Pseudoetim il toscano Zitta da Citta ragazza cui il
vezzeggiativo Zitella con lenizione totale di una t; occorre aggiungere, per,
che il persiano conta ZITA ragazza vergine cui lonomastico Zita e da
questo si sarebbe fatto derivare Zitlla al quale si sarebbe sovrapposto il
toscano Zitella. Nel Meridione dItalia, Zito e Zita valgono fidanzati.
Tacre, infine, col prefissato Sottacre, inv dal lat TACERE, anche questo
connesso a termini in area germanica, cui Tacitre, Tcito, Tacitrno, questo
con un suff su calco di Notturno, ancora Reticnte e Reticnza, lat
RETICERE da RE TACERE col pref intensivo.
Tra le figure retoriche, la Reticenza indica il silenzio a conclusione di un
enunciato, di una poesia, lasciando al fruitore la conclusione o i conati
emotivi; pu essere assimilata allAutocensura o alla Sospensione e allo
Spazio bianco in musica.
\...\ compose a versi camera che ardeva
colui che dal gozzo
tranciata fu la vita.
Moloise lhanno impiccato
...
...
...

241

da Alla cornice SA

\ Nord Sud - Prefisso WES - Ovest Est


Dal norvegese NORRON settentrionale viene il termine Norrno, relativo
alla cultura norvegese, cui anche Norte, una particolare roccia locale.
Edda una silloge di canti norreno del XI/XII sec, cui il termine Eddicoddico.
Rna ant carattere grafico dei popoli nordici tra segno alfabetico e magico,
dal got RUNA mistero, ted RUNE, gi norreno RUNAR cui Rnico. Per i
romani il Norico era la regione abitata dai celti compresa tra il Danubio, la
Rezia (donde il demotico Rtico, il dialetto Retoromnzo e loronimo Alpi
Retiche), la Pannonia (Ungheria) e le Alpi Carniche, oggi corrisponde
allAustria cui Austraco con Austriacnte e lo storico Austroungrico dove
AUSTRO omn di AUSTRO meridionale; e chiamavano Vindobna la
loro citt oggi Vienna, cui limologismo demotico Vindobonnse. Lant rad
NOR si ritrova nel franc NORD, nello sp NORTE, nel ger NORTH e
nellital Nrd. Forse per un gioco radicale, la lettera N di NOR starebbe per
spostamento di novanta gradi verso lalto dalla rad OR di Oriente.
Sd dallingl SOUTH (ant SUTH) o dal franc SUD. I latini avevano SUB
per Sotto, vrs connesso con unantica rad che avrebbe condotto a Sud verso
il basso. Esiste, tuttavia, il tema SWOIDO darea indoiran, che riappare nel
lat SUDOR, cui Sudre con Sudacchire, Sudrio, Sudta, Sudatccio,
Sudto, Sudatrio, Sudorle, questo attraverso lingl SUDORAL,
Sudorazine e Sudre, Sudorna questo versione volg di Sudamna
(patologia tra le Dermatosi) dal lat SUDAMEN SUDAMENIS, il prefissato
Essudre (pref EX fuori) cui Essudto con Essudatvo e Essudatzio,
Essudazine,i composti Sudorfero (suff FERO che porta), Sudorfico (suff
FICO dal lat FACERE), Sudorparo (suff PARO che produce), i prefissati
Essudazine, Trasudre, che farebbe supporre una connessione con Sud
laddove si suda.
Il gr conta lo specifico EPHIDROSIS (pref EPHI e HIDROS) essudazione
cui il patologico Efidrsi.
Dalla rad indoeur WES, destrazione sanscrita nel valore di abitare, sono
pervenuti Vste o Vsta, cui il composto Sopravvste; il gr conta
EPENDYMA sopravveste cui il fig Epndima con Ependimle membrana
anatomica con un lessema gr del valore di copertura e con due pref EPI
sopra EN in. Il percorso WES prosegue con Vestglia, Vestirio, Vestiarsta
(col suff ISTA di collegamento ad un mestiere in omn col suff ISTA di
collegamento ai sostantivi in ISMO), Vestibilit, Vestbolo questo composto
con il lat STABULUM deposito (delle vesti) cui Vestibolre e connesso col
pref gr BOLOS che vale mettere, Vestgio dal lat VESTIGIUM impronta
delluomo (e quindi la sua abitazione) con il plur Vestgia, Vestigile e il
prefissato Investigre con Investigazine, eppoi Vestimnto, Vestitra,
Vestre, Vestto dal lat VESTITUS (sostantivo e Pp di Vestire), Vestizine,
il composto Primavra (PRIMO VERE prima vestizione (rinascita) della
natura) dal lat VER VERIS, che in realt gi sta per la stagione primaverile,
cui Primaverle; la Primavera la prima delle quattro nel conteggio
astronomico; la locuzione fig Primavera di Praga indica un breve periodo

242

storico (1968) in cui la nazione sera riscattata (rinascita) dal comunismo


sovietico. Eppoi i vari prefissati Investre (IN illativo) con Investimnto,
Investitra (in senso anche dal significato originale di indossare un vestito,
fig una carica), Disinvestre (pref DIS separativo)con Disinvestimnto,
Rivestre con Rivestimentsta, Rivestimnto, Rivestto e Rivestitra dal lat
REVESTIRE (pref RE iterativo) cui Rinvestre (doppio prefisso RI iterativo
e IN ittativo) con Rinvestimento e Rinvestitra anche fig, Sovrainvestimnto
squilibrio per eccesso, Travestre con il glb franc Travesti (pron travest)
da TRAVESTIR, Travestimnto, Travestto cui Travestitsmo , il cui pref
TRA indica un cambiamento. Il ted ant, giusto per confermare il patrimonio
indoeur, conta WERJAN vestire cui GIWERI e il moderno GEWERE
termine del diritto germanico.
Il composto Esterovestizine un neologismo e si traduce in travestito da
straniero singolo o azienza allo scopo di evadere lo fisco italiano
Il termine lat VER si rintraccia nellingl TO WEAR portare-indossarevestire cui i glb Sportswear abbigliamento sportivo, in locuzione quali
Urban wear abbigliamento cittadino (urbano) che identifica fig una
categoria, Wash and wear lava e indossa. La Vestle, lat VESTALIS, era
laustera sacerdotessa romana di Vesta, dea che personificava il focolare
della casa-patria, dal gr HESTIA focolare; non impensabile credere ad una
identica genesi rad, dal fatto che WES coincida con abitazione e focolare.
Unadattamento fonetico della lettera W di WES, avrebbe condotto al pref
lat EXUERE spogliare cui Esvia o Exsvia strato della pelle che il rettile
muta periodicamente cui Esuviazine e si potrebbe pensare ad una
connessione fig di Vesuvio col tema WES-EXSUERE-EXSUVIA-Esuvia;
eppoi ai prefissati INDUERE vestire (IN illativo) cui Indumnto,
REDUERE rivestire (RE ripetitivo) cui Redvidi (Famiglia dinsetti).
La locuzione Battaglia del Vesuvio indica un episodio nella storia di Roma,
durante la rivolta degli schiavi guidata da Spartaco (73 aC).
Tornando ai punti cardinali, lindicazione di Ovest-vest da WES, e
ricalcato sullingl WEST, nasce vrs dal fenomeno dei grandi spostamenti
umani verso le nuove terre da abitare; ricordiamoci del flusso emigratorio
dei popoli Indi verso loccidente, portatori della lingua indoeur, quindi
Vspro con le varianti Vspero, Espero-spero o lobsoleto Espro-spro
(dove tramonta il sole) dal lat VESPER in accusativo VESPERUM gi gr
HESPERA sera; per un ulteriore gioco radicale, da WES WEST, togliendo
la W, sarebbe divenuto Est-st, ossia la parte opposta, dallingl EAST o dal
franc EST. Nel percorso di Vespro o Vespero, troviamo Vesperle,
Vesperre, Vesperne Vespertno e Vespertllo questo dal lat
VESPERTILIO, il quale, da un percorso complanare, sovrapponendosi alla
serie onomatopeica PI PIS fruscio passato nellital Vispistrllo, per poi
diventare il corrente Pipistrllo.
\ Alcuni regioni al mondo, contese tra spinte autonomiste e logiche di egemonia
politico-economica, sono state divise in Nord e Sud, quali Corea del Nord e Corea del
Sud, Irlanda del Nord (coronimo Ulster) rispetto alla Repubblica dIrlanda
indipendente dal 1949 (gi coronimo celtico Eire dal 1937 al 49), Ossezia del Nord
(indipendente) e Ossezia del Sud (Provincia autonoma della Georgia), oltre ai gi
Yemen del Nord e Yemen del Sud unificati nel 1990 e Vietnam del Nord e Vietnam

243

del Sud unificati nel 1976.


Una questione sempre foriera di guerra e che aveva coinvolto grandi nazioni come gli
odierni USA nati dal conflitto intestino nord-sud del XIX sec. Una questione che
riaffiora in Italia con le pretese di una sedicente Padania (Italia del Nord), questa
combattuta tra fini secessionistici e federalistici.
Nellestate del 2008, in Georgia (gi repubblica URSS, proclamatasi indipendente il
1991), il palazzo sudosseta di Tskhinvali, ovvero dellOssezia del Sud, separatista e
filorussa, dichiarando unilateralmente lindipendenza dalla capitale Tbilisi, ha
provocato una crisi internazionale rimettendo in pericolosa contrapposizione russi e
americani, i primi intervenendo con lappoggio delle armi agli indipendentisti e i
secondi col sostegno politico-diplomatico alla Georgia,. la quale appare chiaramente
in via di occidentalizzazione. Il rischio, che pareva dissoltosi, che ritorni la strategia
pre Cuba della dislocazione di batterie missilistiche in paesi amici; infatti si parla del
ripristino dei missili russi a Cuba e linstallazione storica di testate americane in
Polonia e in Georgia. Nellultima settimana dellagosto 2008, il parlamento russo
sancisce lindipendenza dellOssezia del Sud e dellAbkhazia, definita un disastro
dalla Georgia, versosimilmente una peicolosa premessa per un grave conflitto. /

\ Abitare
Abitre, con Abitbile e Abitabilit, Abitnte, Abitatvo, Abitto, Abitatre,
Abitre quale sostantivo snm di Abitazine, dal lat HABITARE, intensivo
(o frequentativo) di HABERE avere, cui il prefissato Coabitre e
Coabitazine col pref COM associativo, eppoi Abitcolo dal dim
HABITACULUM; labitacolo specifico per un aereo Carlnga, un
omologismo dal franc CARLINGUE gi nordico KERLING e scandivano
HERLING. Il percorso conta ancora Abitro da HABITURIUM configurato
Tugrio questo dal lat medv TUGURIUM, in presumibile connessione con
Tga struttura navale di passaggio-casotto e con TEGULA tegola; il
termine ha conservato la vocale u diversamente da Promontorio questo da
PRO-MUNTURIUM. Entrambi posseggono il raro suff URIUM
sostantivante. Dal lat TEGULA nel senso fig di coperchio, lital conta
Tglia, una mutazione fonetica simile al processo lemmatico da Macchia a
Maglia, e un Tgghia incluso lant Tilla che sopravvive volg, anche in
riferimento al contenuto.
Da HABERE HABITARE lital conta Abitule con Abitualit da HABITUS
contegno, Abitualmnte, Abiture dal tardo HABITUARE con Abituto,
Abitdine con Abitudinrio da HABITUTO HABITUDINIS cui
Abitudinariet.
Nel percorso si trova ancora Abito-bito questo dal lat HABITUS aspettocontegno, infatti, indossare un abito equivale ad avere un aspetto
contegnoso cui il dim Abitno questo anche fig una sorta di collare quale
segno di devozione religiosa, eppoi il prefissato Soprbito; dallinc del
franc HABILLER preparare, sorto lital Abbiglire e Abbigliamnto con

Disabbiglire (pref DIS di separazione) e il composto


Dishabiliofoba che indica chi prova panico a spogliarsi al cospetto
di qualcuno.
Il lat conta anche COLERE per abitare, relativo al contesto agricolo (Ved
Coltura e Cultura in Collo), da tema rad KWEL-KWER, vrs estratto dal
sct WES vestire, abitare, cui il gr OIKOS casa donde lital Economa dalla

244

composizione gr OIKONOMIA amministrazione (della casa) con NOMIA


da tema NEMO amministro, Econmico da EKONOMOKOS con
Economicit, Economicsmo, Economicstico, Economsmo, Economsta,
Economstico ed Economicamnte, Economizzre su calco franc
ECONOMISER con Economizzatre, eppoi Ecnomo con Economle e
Economto, il composto Econometra con Economtrico, Econometrsta ed
Econmetro, la locuzione esot Economy class Classe economica, per navi
e aerei; Ecumne dal gr OIKUMENE GE terra abitata quindi universalit,
con Ecumnico, Ecumenit, Ecumnico e il prefissato Subecumne cui
Subecumnico area non abitabile se non occasionalmente. Inquilinto e
Inquilno (INQUILINUS da un arcaico INQUELA di INCOLA da
COLERE) e Cortna, questo inv dal lat CORTINA, da rad KWER, termine
che, attraverso il lat AULLA o AULA gi gr AULAIA e inc con il lat volg
OLLA, passato dal significato di recipiente a quello di tenda cui
Cortinggio e Cortinio; Cortna era anche il Tripode del dio Apollo, fig
loracolo.
In percorso il termine composto Ocio (col gr OION uovo) che sta per
nicchia incubatrice dei Briozoi.
Il termine gr OIKOS casa ancora lorigine del percorso gr DIOIKETES
amministrare prefissato DIA attraverso, cui Dicesi con Diocesno in
riferimento cattolico alla Casa del Signore che di tutti; la coincidenza
lemmatica Dio-Diocesi casuale, diversamente da quanto si possa pensare.
Nello stesso percorso prefissato di OIKOS, lital conta cui Diecta ant
amministratore greco, Diico con Dioicsmo dal gr DIOIKISMOS che vale
il frazionamento di una comunit in pi agglomerati (di case) indipendenti,
termine utilizzato anche in botanica (fiori mas e fem della stessa pianta ma
in dimore separate), in opposizione a Sinecismo.
Riprendendo il percorso gr-lat AULAIA-AUYLLA-OLLA, questo, oltre
allital Olla-lla con laggettivo Ollre cui Pietra ollare (piastra per cuocere)
e la pietra Ollte (suff ITE per minerali) utile per la fabbicazione di
particolari pentole, conta lo sp OLLA pentola cui la locuzione glb Olla
podrida sorta di zuppa a base di legumi (fig putrida) e vrs, quale ambito
indoeur, lingl HOLE; il percorso discende da un AUK-SLA pentola da rad
AUKW-UKW, col quale pare curiosamente connesso il termine lat
CACCABUM pentola, cui il volg CACCAVO, che ricompare nel volg
napoletano Caccavella, il folcloristico strumento musicale (praticamente
snm dellonomatopeico Putip), omn fig da Caccavlla pentola di
terracotta.
Lingl HOLE sta per buca-buco (fig la bocca di una piccola olla), per
accezione quella del Golf, cui la locuzione glb Hole in one buca al primo
colpo.
\ Pare che lantenato del Golf sia nato in Cina nel XI sec chiamato CHUIWAN
colpisci la palla. \

\ Nudo
Avverso a Vestito Ndo, dal lat NUDUS contratto dalla forma NOVIDUS,
da rad NEG-NOG, Nudre Nudit, Nudsmo, il composto patologico
Nudofoba avversione per la nudit e, col pref, Denudre; eppoi un Igndo

245

(dal toscano) con laferetico Gndo o, giusto come la storiella delluovo o


della gallina, dal toscano Gndo il protetico Igndo.
Dal gr GYMNOS nudo, dal fatto di esercitare nudi, si sono attestati
Ginnsio, questo svoltosi nellodierno Liceo, Ginnsta, Ginnastrio snm di
Palestra ginnica, Ginnstca, Gnnico, eppoi il pref GIMNO per
composizioni quali Gimnocrpo, Gimnodttilo, Gymnofoba avversione
per la nudit, Gimnosofsta nudo con saggezza, Gimnosprme seme
nudo (col gr-lat SPERMA seme), Gimntidi a dorso nudo (Famiglia di
pesci, col gr NOTOS dorso) con Gimnto pesce dulcacquicolo. Particolare
il lemma Gincna, omologismo dallhindi GENDKHANA palestra per il
gioco della palla, che sovrapposto al pref gr atletico GIMNO s svolto in
Gimcna; la composizione Gimnambe Ordine di protozoi con
AMOIBE cambiamento e da questo Amba sorta di Protozoo con
Ambico e Amebide (suff OIDE somiglianza), Amebo canto alternato,
Amebasi (patologia, suff IASI dal gr IASIS).
Dal long BLAUS nudo, ci pervenuto Biscia che sta per brodo o neve
molle, cui Brscia-Sbrscia (con pref S intensivo) che vale disadorna e
Abbiosciamnto con Abbioscirsi; Broscia snm di Borlnda o Burlnda
brodaglia fig attraverso il milanese Borlare rotolare (vrs nel significato di
mescolare). Nel senso specifico di rotolare, lital conta Brlo rullo
con Borlne dispositivo cilindrico cui Borlonatra, Borlonio e Borltto
meglio Borltti variet di grossi fagioli rotondeggianti questo attraverso
laccr milanese Borlot.
Il termine ital Brdo, dal franc BRODH vrs connesso in questo percorso
long, poich Brodo una pietanza che appare nuda, disadorna rispetto alle
altre in cui gli elementi soddisfano la vista, donde Brda, Brodglia,
Brodetto zuppa di pesce con Brodettto e la locuzione culinaria Agnello
brodettato (con uova), Brodolne, Brodso, i prefissati Sbrodolre e
Abbrodrsi questo nel gergo giovanile adottato nel nuovo millennio.
Nel gergo degli allevatori Brodro sta per il vitello che ha perso la madre
durante il parto; il termine indica fig il fatto che lanimale obbligato ad
alimentarsi col una brodaglia preparata in sostituzione del latte materno.
Si potrebbe azzardare che il lemma Briscia abbia una certa connessione con
Bioscia-Broscia, per la sua consistenza molle e comunemente disadorna,
comunque, questo deriva dal franc BRIOCHE risalente al normanno BRIER
impastare che vrs ha condotto a Brie dal franc BRI sorta di formaggio a
pasta molle connesso con letim della regione di Brie dove prodotto.

ROTTAME
Rottme dal Pp RUPTUS del lat RUMPERE rompere cui lital
Rmpere con il Pp Rtto con Rottamggio, Rottamio, Rottamre,
Rottamazine, eppoi Rttile o Rptile e Ruttre, che in ordine alla
derivazione sorreggono rigida fede alle origini; lastratto Rottra,
invece, gi tracimato fig nel lessico politico quando sta ad indicare
uninterruzione di alleanze, se non addirittura scioperi, scissioni e
rivoluzioni.
In forma onomatopeica, Trac vale rottura con un Trchete (dal XX
246

sec), che pare una sovrapposizione con Stracciare, diverso dal glb
franc Trac che vale panico nellaffrontare il pubblico, specie la
prima volta.
Rtta sconfitta la forma sostantivata al fem del Pp Rotto da
Rompere. RUMPERE viene dalla rad REUP - variante di REUB attestata nel lat RUPES, cui Rpe, Rupstre, Rupcola, Rupcolo il
prefissato Dirupre con Dirupamnto, Dirupto e Dirpo (suff DI di
DE intensivo con valore di discesa), e nellarea ger col significato
di rompere, strappare; in area ind ritroviamo, nel dialetto,
LUMPATI rompe, con la mutazione di R in L, RUMP(ERE)
LUMP(AT).
Il percorso dal termine ital conta Rompimnto, Rompitre e
Rompitra, i composti fig Rompiblle con lellittico Rmpi,
Rompicpo e Rompicllo, i volg Rompiczzo, Rompicoglini o
Rompiplle coi snm Rompisctole e Rompitsche, i realistici
Rompifimma, Rompigtto, Rompighiccio,
Termini alieni lo sdrucciolo Rpia cui Rupofoba dal gr RYPOS
sporcizia, questo snm di Misofobia; eppoi Rupa dallind RUPIA
argento attraverso lingl RUPEE unit monetaria indiana.
\ Il conumismo ci ha convinti che le cose rotte sono sinonimo di immondizia, quindi
da buttare via, insieme ai vecchi mestieri quali ombrellaio, calzolaio, affilatore,
rammendatrice... la consuetudine sorta dal fatto che la riparazione di un oggetto ,
generalmente, pi dispendiosa di un nuovo acquisto sostitutivo. Le discariche sono
infatti colme di prodotti riparabili, ma resi inservibili da una latenza riparatrice. Il
consumismo, poi, complice di una rinnovata igienicit, anche una macchina
produttrice di rifiuti; non esiste pi un alimento che non abbia la propria confezione,
la quale viene buttata appena utilizzato il contenuto. Un semplice bidone col sacchetto
per il travaso nei cassonetti non pi sufficiente; la nostra civilt pretende lo
smaltimento differenziato dei rifiuti, il composter per orti e giardini (la vecchia
concimaia allaperto), le discariche controllate, i forni di incenerimento, il
riciclaggio...\

Rottame anche Catorcio, Rudere.


Catrcio linc di Ctro, questo forma lemmatica per cancello,
direttamente dal dorico KLAITRA, con il vedrbo Torcere, quindi fig
cancello contorto; in percorso la variante Catrzo o Catrzolo e
Catrchio per accezione stralcio della vite, con Catorzolto e il
prefissato Incatorzolre.
Rdere o Rdero, infine, con Ruderle, dal lat RUDUS calcinacci,
da RUERE precipitare da rad RU di Rovina, cui linv verbo Rere,
il prefissato Dirto, con Diruttre, dal Pp DIRUTUS di DIRUERE
rovinare col pref DI di DIS che vale del tutto, snm del corrente
Distruttore. In connessione con RUDUS, il lat conta RUDIS rozzo
cui Rde con Rudzza e Rudste (Famiglia di molluschi), Rudit, il
fig Rudimnto, meglio Rudimnti primi insegnamenti (rozzi), con
Rudimentle, Rudimentazine, il prefissato Erudre che, col pref E di
247

EX sottrattivo, vale sottrarre al rozzume cui Erudbile,


Erudimnto, Erudto con Eruditsmo, Erudizine, il prefissato in
opposizione Inerudto da INERUDITUS (IN negativo) con
Inerudizine da INERUDITIO INERUDITIONIS; eppoi Rzzo dal
lat RUDIUS, questo comparativo di RUDIS, con Rozzzza,
Rozzme (questo col suff UME collettivizzante, quindi tante cose
rozze), un Rozzre, il prefissato Dirozzre con Dirozzamnto e
Dirozzatre col pref DI di DE intensivo. Questo percorso appare
talvolta in sovrapposizione fig con quello di Ruga, vrs da una
associazione temporale delle rad RU rovinare e REUG incidere di
Ruga.
Lo scandinavo CLOWN rozzo lat COLONUM e ingl KHLON
colono - contadino rozzo - un termine glb in pagliaccio da circo;
in percorso, il glb Clownwrie attraverso il franc, lomologismo
Clownsco, Clownterapa terapia con il far ridere, in ingl
CLOWNTHERAPY, termine assimilato o snm di Gelototerapa,
questo col prefisso dal gr con valore di Riso o Risata cui Gelotologa
lo studio degli effetti terapeutici dal far ridere e Catagelofoba
paura di essere ridicolizzati (doppio pref CATA); ci sarebbe
ancora la Clownfoba, la repulsione per la figura del clown. La
connessione col tema RU RUERE RUDUS continuerebbe ancora
con Rudnte elemento decorativo, cui Rudentto, dal lat RUDENS
svoltosi fig e poeticamente in fune (quale decorazione grossolana,
rozza, a forma semplice di fune).
Rimane il fascino misterioso della rad comune REUP con
RUMPERE rompere e con RUPES rupe, roccia. Si potrebbe
affermare, se riflettiamo, per associazione, che ai primordi litici
dellumanit un buon pezzo di roccia era un ricercato utensile per
rompere o era un frammento rotto, caduto dal grande masso, dalla
montagna. Con il pref dintensificazione CO di CUM ed il verbo
RUMPERE (CUM RUMPERE), sono stati coniati Corrmpere,
Corrompimnto, Corrompitre, laggettivo Corrtto (dal Pp lat CUM
RUPTUM), i pi fedeli al lat Corruttla da CORRUPTELA,
Corruttbile da CORRUPTIBILIS cui Corruttibilit, Corruttvo dal
tardo CORRUPTIVUS, Corruttre da CORRUOPTOR e Corruzine
da CORRUPTIO 1. Esiste lomn sostantivo Corrtto che vale cuore
rotto da COR RUPTUM cui Corruccire e Corrccio e Crccio
questo devb da una forma volg Cruccire in percorso con Cruccito e
Crucciso, eppoi Scorrccio e Scorruccirsi col pref S intensivo.
Con altri pref, il verbo RUMPERE rompere si trasfigura in
Dirmpere da DIRUMPERE col pref DI di DIS dispersivo cui
Dirompnte, Dirompnza, Dirompimnto e Diruttre dal Pp
248

DIRUPTUS. Ermpere da ERUMPERE con Ertto, Eruttvo ed


Eruzine (pref E di EX fuori) cui le locuzione Eruzione vulcanica ed
Eruzione cutanea questo con un glb ingl Rash, eppoi Interrmpere
con Interrompimnto, Interrtto (dal Pp lat RUPTUM), Interruttvo,
Interruttre cui le locuzioni Interruttore crepuscolare (accende
lilluminazione al calare della luce naturale), Interruttore elettrico e
Interruzine (pref INTER), il doppio prefissato Ininterrtto con
Ininterrottamnte (IN negativo), infine Irrmpere ed Irruzine col
pref IN illativo.
Il primo interruttore elettrico del 1829 e si deve allinvenzione del
Rel elettrico di J. Henry; il suo perfezionamento sar dato dal
Fusibile di J. Joule.
1
In linguistica, Corruzine vale un vocabolo attestatosi dopo aver subito
contaminazioni e disfacimenti rispetto al modello etimologico, quale Marmotta dalla
locuzione lat MUS MONTANUS, cos ritornato in italiano attraverso un percorso in
lingua francese. Altro esempio di corruzione, questa volta volg garganica, relativa
allonomastica Scandoneje che sta per Francesco Antonio saldati in
Francescantonio eppoi in ipocoristico Scantonio-Scandoneje.
\ ...In merito alla sconfitta militare - che il generale Luigi Cadorna, vergognosamente
coprendo linefficienza propria e del Comando Supremo, attribu alla vilt dei soldati la storiografia ha ormai accertato di l di ogni dubbio che le responsabilit furono dei
massimi ufficiali, i quali prima avevano sottoposto i soldati a fatiche massacranti, a
disagi mortali \...\ con la minaccia, spesso attuata, delle fucilazioni \...\ da Corrotti e
Corruttori - dallUnit dItalia alla P2 di Sergio Turone, Ed. Laterza 1984 \

\ Prefisso *ORTO
Dal gr ORTHOS dritto, cui Ortesi-rtesi apparecchio medico su modello
di Protesi, il minerale Ortte (suff scientifico ITE), esiste il pref ORTO
talvolta adattato, che sta per esatto, giusto, corretto, talvolta appare snm
del pre gr EU bene, per composizioni quali Orticon-rticon ellittico della
composizione Orticonoscpio (col gr EIKON immagine e SKOPEO vedo),
Ortocntro con Ortocntrico, Ortoclsio o Ortse (riferito alla roccia, dal gr
KLASIS frattura), Ortoclinoscpio (con KLINO piego) Ortocromtico
questo snm di Isocromtico, Ortoderma, Ortodonta o Ortodonza ellittico di
Ortognatodnza (col gr GNATHOS mascella e ODUS dente) cui
Ortodntico e Ortodontsta, eppoi Ortognti (Raggruppamento di Araneidi),
Ortognatsmo o Ortognaza (dal gr GNATHOS mascella), Ortognaza; il
percorso composto prosegue con Ortodossa e Ortodsso, dal gr ORTHOSDOXA dopinione giusta, Ortoepa (col gr EPOS parola) cui Ortopico,
Ortofona con Ortofnico e Ortofonsta, Ortofotografa, Ortofrena e
Ortofrnico (dal gr PHREN mente), Ortognesi con Ortogentico, Ortognis
o Ortogniss dal ted GNEIS o GNEIST scintilla che vale quarzo o mica e
simili cui lomologismo Gnis o Gniss o ancora Gnis, Ortogonle
angolo retto con Ortogonalit, Ortografa con il relativo Ortogrfico ed
ancora Ortogrfico quale ellittico di Ortogonale-grafico, Ortogrmma,
Ortlogo con valore biologico di Omologo, Ortonttidi (Classe di Mesozoi,
col gr NEKTES nuotatore), Ortopeda e Ortopdico col gr PAIDEIA
educazione su modello franc ORTHOPEDIE, Ortopna opposto a Dispna

249

(dal gr PNEIN respirare), Ortoressa (dal gr OREKSIS appetito) il


mangiare corretto con Ortorssico in contrasto con Anoressa (pref AN
privativo) mancanza patologica dappetito cui Anoressnte o
Anoressizznte, Anoressgeno e Anorssico, ed al suo opposto Bulima, con
Bulmico (in concorrenza con Sitomania e Sitomane), dal gr BULIMIA fame
da bue composto da BUS bue e LIMOS fame. Ed ancora Ortormbico,
Ortoscopa e Ortoscpio (col gr SKOPEO vedo), lanatomico
Ortosimptico, Ortosttico con Ortostatsmo (dal gr HISTEMI sto),
Ortstico (dal gr STIKHOS verso fig bene in riga come un verso poetico),
Orttomo (sorta di uccello, dal gr TEMNO taglio), Orttono (riferito al tono
muscolare), Ortotpico (dal gr TOPOS luogo), Orttteri (Ordine di insetti
dei Pterigoti, col gr PTERON ala e vale dalle ali dritte), Ortttica con
Ortttico e Ortottsta. In ambito retorico si conta Epanortsi (pref gr EPI
sopra) che indica la ripetizione di unespressione sia per attenuarne il
concetto sia per correggerlo.
Lequivoco con ORTO oriente potrebbe sorgere dal termine Ortodroma cui
Ortodrmico, (ORTHOS-DROMOS), che letteralmente sta ad indicare
larco congiungente due punti della rotondit terrestre, e quindi il percorso
pi dritto. Nella navigazione navale ed aerea, in binomio con Lossodromia
(Ved Oblio), lOrtodromia una rotta cui la locuzione Rotta Ortodromica,
per cui i due termini ORTUS-ORTHOS Orientarsi e Dritto vengono ad
assimilarsi.
Altro omn il lemma Orto-rto, dal lat HORTUM giardino, derivato dal
tema GHORTO darea osco-umbra e celt, rintracciabile nel ted e nell'ingl
GARDEN, nel franc JARDIN gi GARDO luogo chiuso, cui gli omologismi
Giardno con Giardinggio, Giardinio, Giardintta (fig vecchio tipo di
arrozzeria dauto), Giardintto, Giardinira e Giardinire. Gardnia o
Cardnia il nome del fiore dedicato al botanico A. Garden (1728\1791) la
cui traduzione onomastica sta per giardino cui il toponimo Val Gardena e
il relativo Gardense (demotico di Ortisei). Eppoi, i glb ingl Garden center
vivaio, Gardening giardinaggio, Garden party ricevimento in
giardino.
Levoluzione linguistica ital ha condotto ad adottare il lemma Orto, col
significato corrente, trascurando loriginario semantica di giardino in
madrelingua e adottare invece Giardino attingendo alle lingue estere, pur
indoeur.
Orto-Giardino ha il snm adottato nel veneto in Brlo col dim Broltto dal lat
medv BROGILUS questo per gi omologismo dal celt BROGA campo;
Brolo, poeticamente, pu definire un bosco, una ghirlanda o corona di fiori;
Brlio un vino tipico del Chianti e non da escludere che letim sia
comune considerando il vino tratto da un campo di viti.
Il termine Ortcolo sul modello di Agricolo cui i composti Orticoltre o
Orticultre e Orticoltra, Ortomercto ellittico della locuzione Mercato
ortofrutticolo, Ortovivasmo con Ortovivasta; altri derivati, Ortggio,
Ortglia, Ortolno, Ortnse, lonomastico Ortensio dal lat HORTENSIUS
accolto tra la gens romana; Ortnsia larbusto che prende il nome da
Hortense Lepaute coniuge del botanico Commerson (1727\1773). I composti

250

Ortofloricoltra con Ortoflorofrutticoltra e Ortoflorofrutticolo, Ortofrtta


con Ortofruttcolo, Ortofrutticoltre e Ortofrutticoltra. Probabilmente esiste
un nesso rad tra HORTUS giardino ed ORTUS il sorgere del sole, dal
semplice fatto che ogni giardino avrebbe unesposizione solare; comunque,
il termine Ortvo sta ad indicare sia un terreno coltivato ad orto, omn di
Ortivo questo da Orto il punto dell'orizzonte dove sorge un astro. Nel
percorso semantico troviamo il lat COHORS spazio che comprende lorto ed
altro - recinto, cui Crte, Corto e Cortere, lamoroso Cortggio o
Corteggiamnto con Corteggire e Corteggiatre questo snm di Spasimante,
Cortegino con il corrente Cortigino, il glb sp Cortes corti, Curtnse
relativo alla corte fedele al lat medv CURTENSIS da CURTIS corte 1, e
Cortse, questo sia sostantivo che aggettivo attraverso il prvz CORTES, con
Cortesa modo da corte cui Corteseggire e Cortesemnte, Corte
accampamento, recinto militare che discende direttamente da COHORS
recinto, questo attestatosi poi nel reparto accampato; si potrebbe ancora
leggere i lemmi Corte e Coorte considerandoli in sovrapposizione col gr
ORTHOS dritto prefissato CUM associativo con valore quindi di un
insieme disciplinato e regolamentato come lo erano le coorti storiche degli
eserciti e le corti regali.
Con il suff ILE troviamo Cortle, che vale per spazio limitato, chiuso. Il lat
conta lo specifico AEMILIUS cortese in connessione con la storica gens
romana, riversatosi nellonomastica in Emilio e Amelia; lassonante Amalia,
invece, considerata di genesi ostrogota.
Ortca, invece, termine alieno, dal lat class URTICA, che ha subito la
trasformazione della U in O, come Ubbidire in Obbedire; si ha cos, in
percorso complanare, Urtca, Urticcee (la Famiglia botanica), Orticio e
Urticio, Orticnte e Urticnte, Orticria e Urticria con Orticrico,
Urticariide (suff OIDE simile), il fig Ortichto abbandonato alle ortiche.
LOrtica, stando alla tradizione popolare, preserva dai malefici.
Alieno anche Esortre, il cui pref EX in composizione con il lat
HORTARI, da rad indoeur GHER desiderare, donde Esortamnto,
Esortatvo, Esortatre, Esortatrio, Esortazine.
Il gr conta lo specifico AULE corte, cui Aula-ula, Aulico-ulico da
AULIKOS e un prefissato Diulo da AULOS (con DI da DIS due sta per
gara a doppio percorso) dove AULOS vale Stadio quale estensione
spaziale di Aula.
In vrs connessione il lemma omn AULOS flauto, lant strumento il cui
suono accompagnava i pranzi o altro, a corte, cui linv Auls con Diulo
doppio flauto, (omn di Diaulo doppio percorso atletico) eppoi Aulta o
Aulte da AULETES, Aultica dalla composizione AULETIKE TEKHNE
tecnica (arte) di suonare il flauto, Aultico attraverso il passaggio dal lat
AULETICUS, Aultride da AULETRIS AULETRIDOS, il patologico
Aulofoba (per il flauto).
1
Per accezione medievale, in una pianificazione giuridica, Economia curtense o
Sistema curtense vale produzione e consumo in proprio, ovvero allinterno delle
corti e dei monasteri, omologato nellAutarchia fascista.

\ Suffisso ELA

251

*Tutto
Il suff lo si ritrova dal lat in termini quali Lamentla dal lat LAMENTARE.
Loqula dal lat inv, astratto di LOQUI parlare. Querla. dal lat inv, astratto
di QUERI lamentarsi, il suff ELA sta dunque ad indicare un astratto e tale
era in origine il termine Candela, che intendeva la condizione dello
splendere, mutatosi in un sostantivo concreto, pur restando lo storico suff
dastrazione quale unit di misura dellilluminazione di una lampada.
Si ritrova nel termine Tutla, cui Tutelre, inv dal lat TUTELA, astratto di
TUTUS integro, con valore fig perfettamente maturo (non guasto) cui Tto
sicuro da TUTARE di rad TEWE gonfiarsi che aveva prodotto il class
TUERE proteggere-difendere e, in senso fig e meno, Ttolo asse della
pannocchia del granturco (adottato nel sec IX con la diffusione del
granturco) da TUTULUS ornamento del capo cui Ttulo, eppoi Tutre dal
lat TUTOR (nome dagente) con Tutrio, i glb ingl Tutor, Tutorial e
Tutoring, eppoi Tutorggio e Tutorto. Eppoi il prefissato Attutre da
TUTARE con AD allativo cui le varianti in metaplasmo Attutre, Atture e il
sostantivo Attutimnto.
In percorso fig si conterebbe il volg mer Astutari o Stutare con pref
sottrattivo dal significato di spegnere.
Infine, in connessione fig con la rad TEWE il lat ha inoltre coniato, col IN
pref illativo, INTUERI guardare dentro cui Inture, Intito, Intuizine.
Il termine Ttto pertanto dal lat volg TUTTUM attraverso TUTUS integro,
gi class TOTUS con lablativo TOTO, cui anche Tto usato in locuzione
corrente gi lat In toto e Toto corde di tutto cuore nelle composizioni
Totoclcio con lellittico Tto, Totogl, Totonro scommesse clandestine.
Tutto, al sing conferisce valore superlativo Ascolt la telefonata tutto
contento, Part tutto solo mentre al plur, nellassumere una forma
numerale, dovr essere seguito dalla congiunzione Tutti e cinque i posti
furono occupati Tutti e due, marito e moglie, se ne andarono.
Il termine appare in composizioni quali Tuttafita dalla locuzione Tutta fiata
(con Fiata volta) e o Tuttavlta da Tutta volta, Tuttla (sorta di velivolo,
con Ala), Tuttasnta, Tuttava o Tuttavlta, Tuttoch (corretto Tuttoch),
Tuttod, Tuttofre,Tuttologa con Tuttlogo, Tuttopnte, Tuttra da Tutta
ora, Tuttotndo, lant aggettivo rafforzativo Tuttto che vale Tutto tutto,
nella locuzione Tuttal pi, eppoi nel glb franc Atout a tutto nelle carte di
briscola, in Anzittto, Dapperttto, Dopottto o Posttto (pref POST), nella
locuzione Fuori tutto, Mangiattto, Mettittto, Oltrettto, Passattto,
Pigliattto, Sopratttto, Tritattto.
Il termine Tta, con Tutna, dovrebbe essere ispirato alle lettere del nome
originale del modello (1920) ma altra ricerca lo fa derivare dalla sintesi dal
franc TOUT DE MEME, ossia tutto (cucito) della stessa (stoffa), cui il franc
TUTU (pron tut). e lital Tut questo talvolta assimilato allonomatopeico
Tut sederino in complanare con Tot o Tott sederino ed anche
busse sul sederino.
Tutnia una lega metallica di numerosi elementi, utilizzata per la
produzione di posate, termine adottato dal 1895, vrs nel senso retorico
diperbole tutti gli elementi assieme.

252

\ Suffisso *ILE *ICO *IACO


ILE
Il suffiso aggettivante ILE appare in termini quale Scurrle con Scurrilit dal
lat SCURRA buffone cui Scrra, Senle dal lat SENILIS relativo alla
vecchiaia, ed ancora Vescovle da EVISCOPUS, e pu essere ritrovato
semant trasformato in suff sostantivante come Canle dal lat CANIS cane,
Monle dal lat MONILE da MONIS collo, nuca e con la variante Manle cui
Monlia con Monilili (Ordine di funghi, fig per la conformazione in
catenella) e Monilasi (suff patologico IASI dal gr IASIS), Porcle con
Porcilia da PORCUS maiale, Ovle dal lat OVIS pecora gi gr OIS OIOS
cui laggettivo e sostantivo Ovno, lonomastico Ovidio dal lat OVIDIUS
proprietario di ovini e, in linea gr, Esipo-sipo grasso di lana greggia
Col suff ILE, oltre a Missile (Ved Razzo Missile in Obiettivo), lital conta
ancora termini tratti da verbi quali Fssile (da FODERE scavare), Fssile (da
FINDERE fendere) con Fissilit, eppoi termini come Agile-gile cui Agilit
e lopposto Ingile (IN negativo-AGILIS) da AGERE guidare, spingere,
Abile-bile cui Abilitre con Abilitnte, Abilit, Abilitatvo, Abilitto,
Abilitazine e Disbile (DIS dopposizione - ABILIS) cui Disabilit,
Disabilitre e Disabilitto, da HABERE avere; i termini aggettivati sono
coniati dal tema di tempo presente. Abilit si ritrova nellingl ABILITY ma
con valore di possibilit.
Esiste un ulteriore suff ILE, di competenza chimica e sta ad indicare rad
organici monovalenti o inorganici, cui Metle, con Metlico, ellittico di
Metilne questo composto col gr METHY bevanda inebriante e HYLE
legno-materia con un altro suff chimico ENE rintracciabile in Etne o
Etilne (da Etile) e Propilne questo da Propno con Propanne, Prople e
Proplico, tutti dal gr PION PIONOS grasso col pref PRO prima cui
Propinico, cui Isoprne (composto ellittico con Propile) con
Isopropilammna (con Ammina), Isoprople (con Propano) cui Isoproplico
(tutti col suff gr ISOS uguale). Metedrna lomologismo dallingl
METHEDRINE composto chimico metilico (marchio registrato) Il
percorso conta ancora Metadne, questo ellittico della composizione Metile
con Ammina, Fenile e suff ONE, cui Metadnico, eppoi Trimetilamna (pref
TRI con Ammna) questa sostanza contenuta nel pesce, uova, cavolfiori e
piselli.
Methyfoba indica una forte avversione per l'alcol.
Dal gr AMETHYO non sono ubriaco, col pref A privativo, sorto il termine
AMETHYSTOS cui il lat AMETHYSTUM e lital Ametsta, una pietra di
quarzo dal colore violetto, paragonata ad una gemma e che era considerata
un rimedio contro le ubriacature, cui Ametistno. La lega oro-alluminio,
risultante di color viola, chiamata Oro ametista.
Qurzo, infine, lomologismo dal ted QUARZ, detimo ignoto, cui il
composto Quarzfero (con il lat FER che porta), il suffissato Quarzte (suff
ITE per minerali) e Quarzso (suff OSO aggettivale),
ICO IACO
Altro suff aggettivante ICO, adottato anche in chimica, dal gr IKOS (lat
ICUM), cui Mistrico dal lat MISTERIUM dal gr MISTIKOS relativo ai

253

misteri pagani; Frentico dal lat PHRENETICUS dal gr PHREN mente o


diaframma, cui i termini composti con FRENO e FRENIA quali Frenastena,
Frenesa, Frenitra con Feniatra, Frenocmio, Frenologa col snm
Craniomanza divinazione attraverso la forma del cranio, Frenopata e
Infrenesre con IN illativo, Oligofrena questo col gr OLIGOS poco. Il
lemma Farntico sempre da PHRENETICUS cos attestatosi da una
metatesi volg di fre in far, pertanto, lital conta complanare Farneticamnto e
Freneticamnto, Farneticnte, Farneticre e Freneticre, Farneticazine,
Farntico e Frenetico.
Lomn Frno invece dal lat FRENUM derivato da FRENDERE stridere i
denti, da rad GWRENDH stridere, cui Frenre, Frenggio, Frenta,
Frenatra, Frenllo con un Frenellre e Sfrenellre (pref S sottrattivo), il dim
Frnulo dal dim FRENULUM (il nervetto frenante della ligua snm di
Filetto) e, con i pref, Infrenre (IN illativo) che vale Frenare cui Infrenbile,
Sfrenre (S privativo) con Sfrenamnto, Sfrenatggine
o meglio
Sfrenatzza, eppoi Sfrento.
Il suff IACO forma aggettivi esclusivamente derivanti dal lat, quale
Afrodisiaco da APHRODISIACUS.
\ Badile Ribadire Badare Sbadigliare Beare
Non apparterrebbe al percorso suffissato dallaggettivante ILE, Badle,
strutturato direttamente dal lat volg BATILE, derivato da BATILLUM, di
tema med BATA-PATA vaso di larga apertura (bocca), come lo fig il
Badile (pala larga), cui Badilnte, Badilta e Badilne; tra questi derivati si
conterebbe Ribadre fig insistere a colpi di badile (pref RI reiterativo) con
Ribadibilit, Ribadimnto, Ribadno snm di Ribattino da Battere, Ribaditio,
Ribaditrce e Ribaditra, per, una seconda analisi lo vuole dal lat RIPA
riva-bordo e quindi col valore di ribattere i chiodi sul bordo cui Sbadre
estrarre i chiodi della ribaditura.
Ancora, ma con sovrapposizione della serie onomatopeica BA BAT, Badre
sorvegliare col desueto Abbadre fig dal lat volg BATARE aprire la
bocca pronto ad intervenire, con lenizione della t in b, cui Bda con un vrs
Badalne e Badalcco dal lat BADALUCMUM strumento per catturare i
coturnici (per badare alla loto cattura) con Badaluccre, il ricorrente lemma
Badnte, Badatre, Badatra, Badera, vrs Badrna treccia di canapa o di
cotone utilizzata sulle navi a proteggere (quindi strumento per badare) da
sfregamenti ed urti o di fuoriuscite di pressione, dal prvz BADERNO
attraverso il franc BADERNE; eppoi Sbadiglire da BATARE lenito e
prefissato S intensivo spalancare la bocca come un recipiente di grande
apertura cui Sbadigliamnto, Sbadigliarlla, Sbadglio dal lat BADIGLIO
con Sbadigliso, ed anche lesclamzione Bah! Pandiculazine, invece, dal
lat PANDICULATIO vale lo sbadiglio con lo stirarsi ovvero linsieme
delle contrazioni muscolari, con pref PAN tutto dal lat PANDERE aprire.
Risalente al lat volg BATARE stare a bocca aperta, cui Badare come
succitato, il percorso conta Benza attraverso il franc BEANCE apertura
con Bente da BEANT spalancato che omn-snm di Beante da Beare.
Beto, dal lat BEATUS che gode, appare infatto connesso col tema
BATA-PATA ina connessione fig beato-a bocca aperta, cui Beatamnte,

254

Bere godere, Bente (omn-snm di Beante aperto), Beatnza, Beatzza,


Beatrce, Beatglia sorta di mussolina per abito da suora questo attraverso
lo sp BEATILLA in metonimia da Beata nel senso di suora, Beatitdine,
Beatre e Beatrce con lonomastico Beatrice dal lat BEATRIX che fa felice,
eppoi il termine eccl Beto assunto agli altari con Beatificre,
Beatificbile, Beatificazine e Betafico.
Il termine, in area indoeur, connesso con il franc BEAUTE (corretta
accentazione beaut) e con lingl BEAUTY bellezza cui la locuzione glb
Beauty case borsetta con prodotti di bellezza, dove CASE connesso con
il lat CAPSA contenitore, o semplcemente Beauty. Beauty, ancora,
adottato in fisica come particella snm di Bottom, Eppoi, in locuzione
Beauty center centro-istituto di bellezza e Beauty farm stabilimento per la
terapia fisica di bellezza con FARM fattoria. Da non includere il termine
glb franc Beaujolais sorta di vino relativo allomn coronimo regionale.
\ Bocca Labbra Voce
Il gr conta MASTAX MASTAKOS bocca in connessione col tema med
MAK MAKKA pestare, schiacciare, cui MASTIKHAO svoltosi nel lat
MASTICARE e il percorso ital Massetre muscolo masticatoio dalla
locuzione MYS MASETER, Masticre, Masticamnto, Masticatccio,
Masticto,
Masticatio,
Masticatre,
Masticatrio,
Masticatra,
Masticazine, il prefissato Rimasticre e derivati con un sostantivo
Rimstico, il composto fig Masticabrdo.

Il termine gr MASTIKA una sorta di acquavite diffusa in Grecia e


Cipro; vrs una sua connessione rad (pestare i frutti dai quali si ricava
gustarla con la bocca).
Col tema med MAK MAKKA pestare, vrs connesso il gr MAKTRA
madia da MASSEIN impastare, cui lital Mstra (madia per la lavorazione
del pane, omn di Mastra maestra) con un snm improprio in Focone (vrs
dal fatto che limpasto poi posto al fuoco).
In connessione rad, lital conta ancora Mstica acquavite dellEgeo dal gr
MASTIKHA gi MASTIKHE gomma di lentisco cui Mstice con
Masticgna attraverso il lat MASTICE gi MASTIX; da aggiungere infine il
gr MASTIKS che vale frusta (associazione masticazione e macerazione).
Bcca, dal lat BUCCA, inizialmente guancia, poi attestatosi semant nel
significato doggi, un termine dorigine celt, cui laggettivo Boccle, con
la locuzione anatomica Apparato boccale, e il sostantivo Boccle questo un
inc lemmatico tra il lat tardo BAUCALE dal class BAUCALIS brocca gi gr
BAUKALIS e BUCCA bocca, Bcca angolo di fazzoletto-cocca omn (vrs
in connessione) di un Bcca dallo sp BECA sciarpa, il derivato Bcco con
Beccccia e Beccaccno sorta di uccello (adottato dal XVI sec) della
Famiglia degli Scolopcidi questo dal gr SKOLOPAKS beccaccia, snm di
Accggia dal lat ACCEIA gi corrente nel 1449 e ancora snm di
Pizzaccherno o Pizzacherno connesso con Pizzo nel senso di becco;
Beccaccno anche fig sorta dimbarcazione a vela corrispondente al glb
ingl Snipe (pron snaip). Eppoi Beccofrosne o Beccofrusne sorta di
uccello dei Bombicillidi. Dalla locuzione franc BEC DANE becco danatra
si conta lomologismo Bedno fresa con Bedanatrce e Bedanatra. In igl,

255

poi, Beccaccia si traduce nel composto WOODCOCK dove WOOD bosco e


COCK gallo gallo dei boschi donde il glb Cocker questo una razza di cani
specializzati per la caccia alle beccacce.
Il percorso conta la locuzione Becco di Bunsen quale sorta di bruciatore a
gas.
Il percorso prosegue con Beccre (anche snm fig di Acchiappare), Beccta e
Beccatlla (fig Inezia), Beccatllo mensoletta, Beccto con Beccatura sia
semant preso col becco sia fig acchiappato, Beccheggire fig
ondeggiare (dal movimento del becco degli uccelli) con Beccheggita e
Becchggio; dal franc TANGAGE questo da TANGUER beccheggiare,
lital conta lomologismo Tanghggio col denm Tangheggire.
Il persorso conta ancora lintensivo Becchettre con Becchetto, il fig
Becchtto, Becchme con Beccatio, eppoi Beccstro con Beccastrno
attrezzo agricolo, Beccucchire o Beccuzzre, il dim Beccccio anche fig
della brocca, Beccto. Il percorso conta ancora un Bezzicre quale
sovrapposizione di Beccare e Pizzicare, cui Bezzicta e Bezzicatra; termine
alieno Bzzo ant moneta di Venezia, omologismo dal ted BATZEN
moneta svizzera di Berna.
Beccare, come gi visto, anche fig prendere, cui Becchno chi prende
(per eccellenza) adottato dal XIV sec e il pi esplicito Beccamrti o
Beccamrto (stesso sec) snm di un burocratico Fossore questo ricorrente dal
1869. Il percorso conta ancora i composti Beccamshe, Beccamoschno,
Beccapsci, Becchincrce sorta duccello dalla locuzione Becco in croce
snm di Crociere. Il termine Stambcco lomologismo dal ted STEINBOCK
caprone, termine questo inc con lital Becco.
Fuori percorso il lemma Princisbcco lega di rame, stagno e zinco dal
nome del suo inventore Ch Pinchbeck (1670/1732) corrotto dal volg.
Il percorso prosegue negli espliciti bocca cui Boccccia, Boccglio,
Boccme, Boccheggire, Bocchtta questo fig chiusa di legno, Boccne
cui Boccontto sorta di dolce, lavverbio Boccne o Boccni, Bocchno,
eppoi Bca da BUCA variante di BUCCA bocca (assimilazione ) cui Bucre
con Bucacchire, Bucto, Bco, Bucatni pasta alimentare snm di Foratini
e, con i pref, Abboccre con Abboccamnto, Imboccre con Imboccatra e
Imbcco, Rimboccre con Rimboccatra e Rimbcco, Sboccre con
Sboccatggine, Sboccatra e Sbcco.
Boccatrta stato lepiteto del polacco Boleslao III (1086/1138).
Omn di Bucato da Buca, ltal conta Bucto lavatura che lomologismo
dal franc BUKON immergere.
Pseudoetim Boccaccsco e Boccaccino, relativi a G. Boccaccio
(1313/1375).
Il volg Vummile corrisponderebbe allital Boccle; infatti, la rad volg VUM
si ritrova italianizzata in VOM da rad WOG vomere e WEME vomitare cui
il lat VOMERE e il percorso ital Vmica, Vomicre o Bomicre o Vmere,
Vomicatre, Vomicazine, Vomichvole, Vmico, Vomitamnto, Vomitre
con le varianti Vmre o ancora Gomre, Vomitatccio, Vomitatvo,
Vomitatre, Vomitatrio, Vomitvole, Vomitvo, Vmito, Vomitrio sia
aggettivo sia sostantivo, Vomiturazine, Vomizine.

256

In gergo marinaresco, Raccre sta per Vomitare, da unorigine


onomatopeica. Lazione del vomito associata al termine Conto
comunemente al plur Conti, dal lat CONATUS da CONARI sforzarsi.
Lomn Vmere o Vmero da VOMEREM, cui una variante in Bmbero
(omn di Bombero sciocco), la lama dellaratro usata dal contadino, appare
in connessione poich serve appunto per far vomitare la terra, cui
Vomeria, Vomerle; il lemma Vombto, sorta di marsupiale dei
Fascolomidi, omologismo dallingl WOMBAT, appare ancora rad connesso.
Il Vomere ha il snm in Cltro, dal lat CULTER, cui Cltro e Coltllo dal
dim CULTELLUM. Vrs la connessione del termine Vulcno con il tema rad
WOG-VUM, dal lat VULCANUS o VOLCANUS anche se questo tratto
dallomonima divinit romana Vulcano, dio del fuoco, cui Vulcansimo o
Vulcansmo, Vulcante (roccia eruttiva, col suff ITE per minerali),
Vulcnico, Vulcanizzre transitato dallingl TO VULCANIZE con
Vulcanizznte, Vulcanizzto, Vulcanizzatre e Vulcanizzazine, il composto
Vulcanologa con Vulcanolgico e Vulcanlogo.
\ Il vulcano storicamente pi esplosivo il Tambora la cui eruzione avvenuta nel
1815 \

In Puglia, il termine volg Vummile identifica un recipiente panciuto di


terracotta, dalla boccatura stretta e dal collo lungo, con due comode anse
dimpugnatura. Utilizzato dai lavoratori allaperto, destate, per la provata
conservazione dellacqua fresca, la quale sorseggiata direttamente dal
recipiente, sovente A garganella, lemma questo della serie onomatopeica
GR GR cui una rad GAR inghiottire eppoi il lat GARGALA trachea e il
percorso Gargaglire, Gargme Garganlla, Garganllo (un uccello),
Gargarsmo o Garghersmo, Gargarizzre, Gargarzzo o un Gargalzzo (suff
alterativo OZZO), Garga, eppoi Gargoilsmo tramite il franc GARGOYLE
gi GARGOULE gola cos come Garglla dal franc GARGOUILLE, lesot
inv dal franc Gargouille (figura architettonica), Gargtta ancora attraverso il
franc GARGOTER mangiare avido, Garrre (oltre al verso delle rondini, in
senso fig sta per lo sventolare della bandiera) con Garrimnto (fig
rimprovero), Garrto, Garritre e Grrulo, lesot Garrta o Garrtta
transitato dallo sp GARROTE con Garrottamnto e Garrottre. Garga o
Garrga dal franc GARRIGUE quercia, in estensione boscaglia, gi termine
med antecedente allindoeur, vrs connesso allonomatopeico Garrire degli
uccelli che vi hanno sede. Il percorso includerebbe ancora Gargantua, il
personaggio di F. Rabelais (1493/1553).
Il becco dun vaso chiamato Pppio dal lat medv PIPIUM cui Impippre
con IN illativo; assonante di Impipre, meglio Impiparsi, che una
sovrapposizione di Pipa con Infischiare. Pppio anche fig un giovane
piccione cui Pippine persona sciooca.
Dal gr SKYPHEIOS simile ad un boccale (vaso per bere) il lat conta
COFEA cancellando la s, cui lital Cffia a forma di vaso il quale la
recupera poi in Scffia questo anche fig sbornia e cotta; il verbo
Scuffire, per, sembra pseudoetim poich considerato dorigine
onomatopeica della serie SC FL, il quale sarebbe stato inc con il lat
SCOFINA raspa (complanare di SCOBINA) per coniare Scuffna con

257

Scuffinre.
Cffia fig la buca del suggeritore a teatro.
Tornando a BUCCA, da questo, ancora, deriva il termine ormai desueto
Buccellto pane con un omn Bucellto sorta di dolce, da BUCCELLA
boccone. La Bocca rotonda ed allora vrs la connessione con termini
derivanti dal tema med BOKKO corpo rotondo, cui Bccia, Boccno,
Bccio e il dim Boccilo, eppoi il dim Bocctta e laccr Boccine, Bcco e
Bccolo con la variante Bicco e Biccolo con Bioccolto e Bioccso dal lat
BUCCULUM ricciolo, i composti Boccidromo, Boccifilo. Snm di
Boccetta Leczio dal gr LEKYTHION con LEKYTHOS vaso per
unguenti, a collo lungo, in uso nelle cerimonie; il termine gr LEKYTHOS,
tuttavia, sarebbe in riferimento al contenuto, dunque una metonimia, poich
connesso con LEKITHOS tuorlo, cui Lecte, snm di Tuorlo, con Lectico,
Lecitna (suff chimico INA) e Lcito questo snm di Lecito legittimo.
Leczio anche un verso della metrica classica
Boccilo ha la variante in Bzzolo cui Bozzolccio, Bozzolia, Bozzolio,
Bozzolre, il fig Bozzolna sorta derba, Bozzolso, Bozzolto e i
prefissati Abbozzolrsi (AD allativo), Imbozzolre (IN illativo) e Sbozzolre
con Sbozzolatra (S sottrattivo).
Da Boccia discende il termine Boccire, con Bocciatra, nel senso di
respingere ricalcando una locuzione ingl che sta per Dare palla nera;
deriva ancora Sboccire con il devb Sbccio, ma in tal caso, il lemma di
derivazione Bccia sta poeticamente per Bocciolo cui il fig triveneto Boccia
giovane. Il percorso tematico med continua con Bcine rete (a forma di
conchiglia), Buccno conchiglia (a forma di tromba) dal lat BUCINUM
(specie di) conchiglia dalla composizione BOS bue e CANO canto, il cui
termine connesso con BUCINA tromba, cui Buccna o Bucna (corno di
bue quale tromba) con Buccinre o Bucinre e Sbuccinre suonare o fig
insinuare con Buccinatre o Bucinatre cui Muscolo buccinatore, tutti
termini, questi, vrs sovrapposti o inc con Bucca-Bocca. Una confusione
sarebbe sorta con i termini Bce e Bocire, snm di Voce e Vociare, la cui
origine pu essere stata prodotta dallassociazione Bocca-Rotondit. La
confusione non ha tregua: leredit di un omn di BOKKO corpo rotondo,
quale secondo tema med paleoeuropeo BORRA corpo tondo, ha condotto a
Brra ceppo dalbero dattestazione alpina e, ancora, omn di Burlare da
Burla, coesiste il volg Burlre darea padana che sta per rotolare, svoltosi
quale denm dal tema BORRA cui Burre denm da Bra o Bre timone
dellaratro. Coesiste ancora lomn Brra dal lat BURRA cascame, lana
grezza cui Borracna o Borraccna e Borgine, Borracinso o Borraccinso,
Borrccio, Borrggio e Borrre con il prefissato fig Abborraccire, snm di
Raffazzonare, con Abborraccito, Abborracciatre, Abborracciatra e
Abborraccine. BORRA, allora, un lemma polisemico. Borrgine o
Borrggine con Borragincee o Boragincee (Famiglia boitanica delle
Tubiflorali) e Borrna (questo omn di Borrana fossa), infine, dal lat
BORRAGO pianta erbacea, di presumibile connessione fig con Borra
ceppo.
Alle Borraginacee appartiene la Miostide o Miosta o ancora Mioste fig

258

dalla composizione gr MYS topo, OTUS orecchio altrimenti detta


Nopntiscordardim o Occhio della madonna.
Dal lat LABRA plur di LABRUM o LABIUM, di originre onomatopeica,
lital conta Labellto, il dim Labllo, Labile con Bilabile, Labiodentle,
Labializzre, Labializzto e Labializzazine (linguistica fonetica), Labite
questo nella Classe delle Dicotildoni alla quale appartiene la Bettnica o
Betnica dal lat VETTONICA relativo al popolo dei VETTONES, i Vettoni
della Lusitania, lant Portogallo, appartengono le Flacourticee (dal nome di
E. de Flacourt 1607/1660), la Famiglia della Chaulmoogra questo esot di
genesi bengali CAULMUGRA attraverso lingl. Ltal conta lomologismo
Tembta di genesi tupi, che indica un ornamento labiale che nelle trib G
(Brasile) indicato con il glb Botoco disco di legno nelle labbra inferiori
che in lingua locale vale Pipa
Il percorso continua con Lbbra e Lbbro e laggettivo botanico Labito,
transitando dal volg LABJA, cui Lbbia, il prefissato Slabbrre (S
sottrattivo) con Slabbrto e Slabbratra, eppoi il pref LABIO cui
Labiodentte, Labiodorsle, Labiolettra, Labionasle, Labiopalatle,
Labiovelre. Incrociando il termine LABRA con il lat LEPRA lebbra s
ottenuto Lbbra ed il snm Lpra, cui Lebbrso con Leprma (suff patologico
OMA), Leprso e ilcomposto Leprofoba o Leprafoba paura di contrarre la
lebbra. Al ted LEFFUR lital ha attinto Lrfia labbro sporgente
omologismo cui un metaplasmo Berlffo con i ricorrenti Sberlffo e
Sberleffre (S intensivo). Il gr conta KHEILOS labbro cui i patologici
Cheilte (suff ITE infiammazione) e il prefissato Achela (patologia, A
privativo), Prochlio da PROKHEILOS labbra in fuori (PRO avanti) e
Aprochlio con A privativo, eppoi il pref CHEILO o CHILO (omn del pref
Chilo mille e del sostantivo Chilo intestinale) per composizioni quali
Cheilodiresi o Cheiloschsi (col gr SKHISIS fenditura), Cheiloplstica, i
voraci Chilgnati (Sottordine di Miriapodi quale il Millepiedi, col gr
GNATHOS mascella), Chilpodi (Classe di Antropodi quale il Centopiedi
(col gr POUS PODOS piede).
Vce, dal lat VOX VOCIS con VOCARE chiamare, di rad WEK, cui
Vocbolo con Vocabolsta o Vocabulsta, Vocabolrio con Vocabolarisco,
Vocabolarsta, Vocabolarstico, Vocabolarizzre e Vocabolarizzazine,
laggettivo Vocle da VOCALIS di VOCIS con il sostantivo Vocle 1 dalla
locuzione LITTERA VOCALIS lettera vocale, Voclico, Vocalsmo, il glb
ingl Vocalist interprete cui ladattamento ital Vocalsta, Vocalit,
Vocalizzre con Vocalizzazine e Vocalzzo, lesplicito dal lat Vocre,
laggettivo Vocatvo dal lat VOCATIVUS del chiamare e nella declinazione
dal lat VOCATIVUS CASUS, Vocazine chiamata con Vocazionle,
Vcero nenia attraverso il corso, Vociansimo con Vocino (relativi alla
corrente letteraria La Voce), Vocire, Vociferre con Vociferatre e
Vociferazine, Voco, laccr Vocine, il glb ing Vocder (con VOICE voce
e ENCODER codificatore), Vocide (suff OIDE) attraverso lingl VOCOID
e, con i pref, Avocre inv dal lat AVOCARE distogliere (per assumere su di
s e quindi AD allativo) cui Avocatrio e Avocazine, Avvocto da
ADVOCATUS da ADVOCARE chiamare a s cui Avvocatera,

259

Avvocatsco, Avvocatcchio, Avvocatre o Avogadre o ancora


Avvogadre, e Avvocatra; eppoi Convocre (CUM associativo) con
Convocamnto, Convocto, Convocatre e Convocazine, Evocre (EX
fuori) con Evocatvo, Evocazine, Evocatre, Evocatrio ed Evocazine,
Invocre (IN illativo) con Invocbile, Invocatvo, Invocatre, Invocatrio ed
Invocazine, Provocre (lat PRO davanti-fuori) con Provocbile,
Provocnte, Provocatvo, Provocatre con un ipocoristico Prvo attraverso il
franc PROVOCATOR (omn di Provo vicino), Provocatrio e
Provocazine, Revocre (pref RE dinversione) con Rvoca, Revocbile,
Revocabilit, Revocamnto, Revocatvo, Revocatre, Revocatrio e
Revocazine.
I termini Vga con Vogre e Vogta sono in complanare nel percorso di
Vocare, con lenizione della c in g, in riferimento ai relativi comandi vocali.
Da un ant VOCERARE variato in BECERARE, sorto il termine Bcero
(suff ERO) con Becerggine, Becerta, Becersco, Becerme (suff UME per
collettivi).
Il termine Precne banditore, ma pur vero che tale rad WEK potrebbe
avere avuto nei primordi la rad comune WE con WEME di Vomitare,
contiene una composizione complicata: PRAE-(W)EK-ONIS, con pref PRE
prima e suff ONE di caratterizzazione, vale colui che chiama avanti, cui
Preconizzre; da non equivocare con Sprecone da Sprecare.
Dal russo GLAS voce lital adotta il glb Glsnost inv dal russo con
significato di informazione.
1
La Vocale, suono di autonomia sillabica, partendo dal suono fondamentale A pu
essere definita Anteriore ove sarticoli da a verso e ed i, esempio Aizzare, Posteriore
ove sarticoli da a verso o ed u, esempio Automobile; Miste (insieme Anteriore e
Posteriore) quali ed , esempio Aula-ula. Vocali aperte sono quelle pi vicine ad a,
le Vocali chiuse quelle pi lontane e quando la distanza massima assumono laspetto
delle consonanti.
Nei gruppi vocali ia ed ua, addirittura, sia la i sia la u perdono del tutto lautonomia
sillabica per essere considerati consonanti, esempio Pianra, tenendo in mente che
questo termine dal lat PLANUS.

\ Stomaco Gastrite
Dallo specifico gr STOMA bocca, cui lital Stma, e il suo ampliamento in
STOMAKHOS orifizio, il lat ha ricalcato STOMACUS riversatosi nellital
Stmaco (adottato dal XIII sec) con Stomacle, Stomacnte, Stomacre,
Stomachvole, Stomchico, Stomacso, eppoi Stomtico, Stomatte,
Stomizzre con Stomizzto, i composti Stomocrda (termine zoologico,
ellittico di Stoma-Notocorda, col lat CHORDATA corda dorsale) con
Stomacordti o Stomacrdi; eppoi il pref STOMATO per composizioni quali
Stomatologa con Stomatolgico e Stomatlogo, Stomatpodi (Ordine di
crostacei, col gr PODOS piede), il suff STOMIA per Cistostoma (col gr
KYSTIS vescica), Colostoma (con Colon), Enterostomia (col gr ENTERO
intestino), Esofagostoma, Gastrodigiunostoma, Gastroenterostroma,
Gastrostoma, Macrostoma, Neostoma.
Lomologa ingl della locuzione ital Bruciore di stomaco Bruciore di cuore,
poich il disagio avvertito sino allesofago, questo pi vicino al cuore.
Il gr conta ancora il proprio GASTER per stomaco, ventre cui il percorso ital

260

Gastrle, Gstrica e Gstrico, Gastrna ormone, Gastrte, Gstro sorta di


addome, relativo agli insetti, Gastrsi, i composti col pref adattato
GASTRO o GASTERO quali Gastralga, Gastrlgico, Gastrectasa,
Gastrectoma, Gastrocle, Gastrocnmio (col gr KENEME gamba),
Gastrodigiunoscopa, Gastroduodenle con Gastroduodente, Gastroenterte
con
Gastroentrico,
Gastroenterocolte,
Grastroenterologa
con
Gastroenterlogo e Gastroenterostoma, Gastroeptico con Gastroepatte,
Gastroesofagte,
Gastrointestinle,
Gastrologa,
Gastromicti
o
Gasteromicti (Ordine di Funghi), Gastropata con Gastroptico, Gastrpodi
o Gasterpodi (con PODOS piede, Classe di molluschi con il Sottordine
Nudibrnchi, questo con il lat NUDUS nudo e il gr BRANKHION branchia)
cui il Genere Cleoptra dal nome della nota regina dEgitto,
Gastroprotezine con Gastroprottto, Gastroptsi (col gr PTOSIS caduta cui
il suff itall PTOSI), Gastroresezine, Gastrorraga, Gastrorra, Gastroscopa
con Gastroscpio, Gastrospsmo, Gastrostidi o Gasterostidi e
Gastrosteifrmi (col gr OSTEON osso, Ordine di pesci ossei), Gastrostensi,
Gastrostoma, Gastrozide (col gr ZOION animale), i prefissati Epigstrio
con Epigstrico, Ipogstrio con Ipogstrico, Mesogstrio con Mesogstrico,
tutti termini medici. Gastronoma, col gr NOMOS norma sta quindi per
regolazione dello stomaco cui Gastronmico e Gastrnomo.
Il gr GASTRA vale fig recipiente inv nel lat GASTRA (stomaco e recipiente
sono in correlazione) cui Gstrula con Gastrulazine, dal dim lat
GASTRULA, lo stadio successivo a Blastula nellevoluzione cellulare dei
Metazoi.
Il volg mer (area Magna Grecia) conta Grasta o Crasta per vaso (di fiori)
in metatesi dal gr GASTRA. Lital ant conta Guastda caraffa, una
corruzione del lat volg GASTRATA gi GASTRUM vaso panciuto, vrs
identica corruzione per Guastlla pagnottina attraverso il franc ant
GASTEL.
Attraverso il prv ENGRESTARA dal gr GASTRA lital conta Anguistra
caraffa di vetro con le varianti Enghestra, Engrestra, Ingastda,
Ingastra, Inghestda e Inguistra, tutti desueti.
Omnto dal lat OMENTUM (anatomico relativo allo stomaco) connesso
con il lat OMASUM trippa di bue di presunta origine celtica cui Omso o
Omaso-maso e il prefissato Abomso o Abmaso (pref AB). Omento,
infatti, in ar TARB, donde in ital lomologismo Trppa riflesso dal
percorso lemmatico ptg cui TRIPEIROS mangiatori di trippa, cui il
Trippio, Trippailo, Trippto, Trippera e Trippne, i prefissati cui il volg
ital Destrippre che sta per aprire il ventre, Strippre con Strippta (S
intensivo) fig mangiare a saziet (non solo trippa) ma anche drogarsi.
\ Arista Resta
Dal tema med ARISTA ovino sopravvive nellital il calco Arista-rista
macchinosamente svoltosi in schiena di maiale, da non equivocare col
termine daccentazione piana Arsta o Rsta inv dal lat ARISTA filamenti di
graminacee cui Aristto; da non equivocare con i termini relativi ad
ARISTOS ottimo. In percorso il composto Aristolchia (Ved Apparire)
Termini alieni Aristofano o Aristofano e Aristofansco, relativi ad

261

Aristofane (445/385 aC).


Se un primo termine omn Rsta, che vale filza, dal lat RESTIS fune,
pertanto chiaramente connesso col tema di Arista-Resta filamenti, un
secondo Rsta, che vale appoggio, attestatosi nello specifico della lancia,
lalieno devb di Restare cui Arrestre lancia in resta omn di Arrestare
fermare.
\ Bricco
Lomn Bcco (di Becco da Bocca) deriva dallancora omn lat BECCUS di
tema med IBEK capro selvatico - da questo Beccio macellaio con
Becchera, il fig Bcco con Beccaccine cornuto, cui Brcco montone.
Ci troviamo in seno ad un intreccio di omonimie e assonanze, infatti, lital
conta lomologismo Brcco dal turco IBRIK che vale Brocca ( per il caff
alla turca) e un Brcco dal lat volg BURRICUM cavallino con Burcchio e
Burcco asino, vrs connesso con Brcco cavallo di poco pregio e Brccolo
da unattestazione fig (omn del Broccolo vegetale, vrs in sovrapposizione),
riconducibili allant tema med BRIKKO asino africano, omn del BRIKKO
roccia-sasso e da questo il ger BRIQUE cui ancora un omn Brcco
mattone con Brccola palo nellacqua-macchina dassedio per lanciare
sassi e lennesimo omn Brcco con valore di sentiero scosceso - cima
aguzza. Ancora, attraverso il franc BRICOLER lavorare a intervalli cui il
fig BRICOLE macchina militare-catapulta lital conta lesot Briclla
questo attestatosi in cesta o carico per contrabbandieri e il glb Bricolage.
Lital conta infine laccr Briccne con Bricconggine o Bricconera,
Bricconta, Bricconeggire, Bricconsco e il composto Combrccola (pref
CUM associativo), cui Incombriccolrsi, da un metaf Brcco furfante
connesso con un Brccola masnada questo vrs coniato da un soprannome
o pi vrs da un ant franc BRIC stolto, cui ancora in estensione Brccola (omn
di Briccola palo nellacqua-macchina dassedio) che sarebbe il dim di un
Brcca banda di furfanti il cui senso negativo si modera con uno scherzoso
Birichno attraverso il passaggio emiliano dal valore di piccolo briccone
donde Birichinta, Birichinera e Birichinsco.
Snm di Combriccola Gnga, cui Ganghsta, omologismo dallingl glb
Gang dal verbo ant GANGAN incedere insieme- andare insieme daccordo,
con le varianti Ghnga e Ghga; dal corrispondente ted GANG cammino
lital conta il fig Gnga filone minerario.
In assonanza il lemma Gngamo o Gngano o ancora Angamo-ngamo dal
gr GANGAMON connesso con GENTO coglie, cui Gngama rete da pesca
per le ostriche con la variante Gngava rete da pesca per le spugne.
Ancora in assonanza Ghgo, omologismo dallalbanese GEGE gruppo
linguistico dialettale del nord
\ Vocabolario Dizionario
Vocabolario (adottato dal XVI sec) considerato snm di Dizionario
(adozione contemporanea). Vocabolario, da Vocabolo, dal lat VOCARE, da
VOX, sta per raccolta di vocaboli; Dizionrio , a sua volta, da Dizine,
dal lat DICERE, sta per libro di dizioni, ossia detti abituali. La
sfumatura che il primo elenca gli esponenti, cio i lemmi, ed il loro
significato; il secondo ordina gli esponenti marcandovi innanzitutto la

262

dovuta pron con i segni convenzionali. I due termini, oggi, si sono


praticamente assimilati ed un peccato linguistico. In questa corretta
interpretazione, il Vocabolario elenca cinque vocali, il dizionario, invece, ne
elencherebbe sette - ovvero sette Suoni vocalici - poich considera le vocali
e ed o rispettivamente aperte e chiuse: - vocali aperte (accento grave)
vedi Cure, vocali chiuse (accento acuto) vedi Vdovo. Si ricorda che,
per una sicura ricerca, i lemmi analizzati in queste pagine possiedono tutti
laccento grafico, o segnaccento, corrispondente al grave, e che linteressato
pu verificarne la corretta accentazione consultando un dizionario.
\ Suffisso ERO
Il suff ERO peggiorativo, oltre a Becero e Canchero con Tanghero, si ritrova
in Mnchero da un volg Menco in ellissi da un Domenico vrs scemo del
villaggio-popolano goffo dal quale ancora tratto un Meco cui il toscano
Beco. Linsistenza del suff in termini quali Cappero, un ant Ccero o Ccino
questo dal lat volg CYCINUM gi class CYGNUS dal gr KIKNOS cui
Cgno, con Cigno reale. ed ancora lomologismo Pffero dal ted PIFER
fischiatore cui il fig Spifferre (S durativo-intensivo) e il devb Spffero cui
Paraspfferi, fa assumere alle voci un senso dironia popolaresca rispetto ad
un tema originale.
Cicgna, il cui verso Glottolre (dal gr GLOTTA lingua), con Cicognno,
Ciconifrmi (Ordine di uccelli) e la variet Cicogna nera, non ha nulla di
connessione con il percorso di Cigno, poich dal lat CICONIA vrs
connesso con un precedente CONEA di origine prenestina. AllOrdine dei
Ciconiformi appartiene la Famiglia dei Treschiorntidi questo composto col
plur gr THRESKIA pratiche religiose con ORNIS ORNITHOS uccello;
appare vrs una remota connessione rad del lemma Trescre cui Trsca,
Trescne e il prefissato Intrescre (IN illativo) col gr THRESKIA, attraverso
il got THRISKAN pestare, se si pensi alle danze (pratiche) religiose. Il
temma Trescare ha assunto fig il senso di danzare nei campi, ordire intrighi,
trascorrere il tempo in orge.
Il gr conta lo specifico PELARGOS cicogna cui fig Pelargnio Genere di
piante delle Geraniacee con il derivato (estratto chimico) Pelargnico nella
locuzione Acido pelargonico.

OBIETTIVO OBIETTO OBIETTARE


OBIETTIVO
Obiettvo imparziale dal lat medv OB-IECTIVUM, verbo Obiettre
composto dal pref OB e il verbo volg IECTARE, gi class
IACTARE scagliare intensivo di EIECERE gettare, cui Gtto,
questo anche germoglio, con Gettre, il prefissato Rigtto con
Rigettre da RE-IECTARE con aferesi di E, quindi leggasi gettare
contro, opporre, donde il nostro Eiaculre che non ha mai voluto
arrendersi allaferesi. Nel percorso, lital conta Gettne, con
Gettonre e Gettonira, transitato dal franc JETON; ancora un Gtto,
transitato dallingl JET snm di Reattore quale suff di Aviogtto e
rintracciabile come pref in Gettopropulsine, Gettosostentamnto,
263

Gettosostentazine e la locuzione Motore a getto disegnato e


brevettato da F. Whittle nel 1930.
Obiettvo, oltre che imparziale (non favorire gli uni o gli altri,
rigettare...) il fine - astratto o concreto - dellazione andarci
contro. Per cui, al mondo coesistono obiettivi di ricerca per una
decisa terapia avversa, ad esempio, al cancro, allaids e obiettivi da
bombardamento su popolazioni inermi. Il termine OB IECTIVUM
pertanto tra i pi impregnati di schizofrenia linguistica.
Da IECTARE questo intensivo di EICERE lital conta ancora Iettre
attestatosi nel significato di malocchio, cui Iettto, Iettatre,
Iettatrio, Iettatra. Iattra, invece, da IACTURA nel significato di
danno, rovina dalla consuetudine di gettare in mare la merce in
caso di emergenza. Iattnza con Iattazine nel significato fig di
vantarsi ovvero arroganza, il gettare in faccia al prossimo i propri
meriti presunti o reali. Infine, da EXIECTARE (pref EX fuori)
deriva Eiettre con Eiettbile (come il seggiolino del pilota fornito di
paracadute), Eiettvo, Eiettre (aspira e scarica i fluidi) ed Eiezine,
da INIECTARE (pref IN che vale dentro) deriva Iniettre con
Iniettbile, Iniettto, Iniettvo e Iniezine questo per da IN EICERE
gettare dentro, eppoi il termine psicologico Introiettre con
Introittto e Introiezine, Reitto da REIECTUS questo Pp di RE
EICERE respingere e Reiezine da REIECTIO REIECTIONIS col
pref RE di moto inverso; con il pref PRO avanti e IECERE
derivato il Ppres aggettivato e sostantivato Proicinte che imprime
un moto, e con IECTARE ha prodotto Proiezine questa
cinematografica cui Proiezionsta, grafica, psicologica... Proiettre
dal lat PROIECTARE, Proiettto, Proittile cui Proiettifcio,
Proiettivit, Proiettvo, Proitto, Proiettre, Proiettra, Progtto e
Progettre questi rincasati dal franc PROJECT gi lat PROICERE
gettare avanti (pref PRO avanti) cui un desueto Proicinte. Il gr
conta BOLIS BOLIDOS oggetto lanciato-proiettile dal verbo
BALLEIN lanciare cui lital Blide.
Ghtto dal veneziano Gheto, significherebbe il luogo ove a Venezia
dal 1500 venivano gettati gli ebrei e, qui, con la stessa morfologia,
nato il termine composto Traghtto con Traghettre - veneziano
Traghetar e Traghettire o Traghettatre attraverso il lat volg
prefissato TRAIECTARE gettare oltre (trasportare), sfumandosi da
Tragittre, con Tragtto o ant Tragettre con Tragtto, dopo una
precedente sinonimia. Lassonante Ghtta, meglio Ghtte,
lomologismo dal franc GUETRE gi ant WRIST collo del piede.
In connessione con EICERE anche il lemma Prsa, questo dalla
locuzione lat PROSA ORATIO discorso che scorre in linea retta
264

(fino alla fine della riga), svoltosi in antitesi a Poesia, dove PROSA
il fem di PROSUS gi PRORSUS che va dritto cui Prosico con
Prosaicsmo, Prosre, Prosstico con Prosasticit e Prosasticamnte,
Prosatre, Proseggire, dal lat volg PROCE da PROIEX devb di
PROICERE, eppoi un ironico Prosne presuntuoso o testo
ampolloso.
Prsa vale in origine scavo nel terreno quale omn-snm di Porca
solco a comprovare una semantica svoltasi da una radicata cultura
agricola, includendo Pagina gi piantagione, Scrivere da tema
tagliare-grattare-incidere (arare).
Dal termine SIPARE, connesso al sct KSIPATI getta risalente alla
rad KYEIP gettare, variato in SUPARE gettare e col pref EX
dispersivo tradicibile nella preposizione ital Da, il lat ha ottenuto
EXSIPARE (con il lessema variato) che sta per da gettare, abortire,
cui lital Scipre, meglio Sciupre con Sciupacchire, Sciupto
(anche fig segnato nel volto dalla stanchezza, da una malattia),
Sciupatre (fig rivolto al donnaiolo), il toscano Sciupinre,
Sciupino, Sciupo, il devb Scipo, Sciupne, questi col pref EX
svoltosi in SCI, ed ancora Dissipre e Discipre questi col pref DIS
di dispersione, oltre ad un pref SCIUPO con valore di spreco in
composizioni quale il fig Sciupafmmine.
\ Razzo Missile
Rzzo, con un raro fem Rzza (termine meccanico), pervenuto attraverso il
lat volg RADJUS, dal class RADIUS, connesso col gr RHAGE eruzione, cui
Razzre raggiare-disegnare a raggi-legare con un cavo il raggio della ruota
a m di freno (omm di Razzare grattare) con Razzta e Razzto,
Razznte e Razzeggire, Razzto, Razzira, la locuzione Razzo spaziale.
Julies Verne a parte con il suo romanzo fantascientifico Dalla Terra alla
Luna, la paternit del Razzo spaziale spetterebbe a R. H. Goddard, che ne
inizi studi ed esperimenti dal 1911, edotto dagli studi di K. Tsiolkovsky; il
razzo per scopi bellici sarebbe stato poi adottato dalla Germania nazista
ideato da Wernher von Braun (1912/1977) grazie alla scuola di Goddard,
indicato con V-2, in precedenza cera stata la Bomba volante V-1 che
sganciata da un velivolo-madre, volava in autonomia. Alla fine della guerra,
W. von Braun si rec negli USA dove dette lavvio allavventura spaziale.
Dello stesso percorso semantico, lital conta Rggio da RADIUS cui
Raggire con Raggito (snm di Radiato), il fig Ragginte, il composto
Irraggire con Irraggiamnto, eppoi il percorso esplicito Rdio raggiocon
gli omn-snm Rdio osso fig da RADIUS raggio poich ha la forma di un
raggio di ruota, Rdio o Rdium sostanza chimica radioattiva (simbolo
Ra) donde Rdon o Rdo (simbolo Rn) snm di Radioemanazione, Radire
(omn di Radiare cancellare) con Radiatre questo su modello franc
RADIATEUR cui Radiatorsta, Radiazine (omn di Radiazione
cancellazione), Radiatvo proprio di una radiazione da non equivocare
con Radioattvo (conduttore di radioattivit) cui Radioindicatre ellittico

265

della locuzione Indicatore radioattivo. Radioattivre con Radioattivazine e


Radioattivit, il matematico Radile cui Radialmnte e il relativo Radile (al
Radio), il poetico Ri raggi cui Raire raggiare, il Ppres aggettivato
Radinte cui Radinza con il sostantivato Radinte e lancora sostantivato
Radinte quale unit di misura degli angoli (modellato su Quadrante) meglio
indicata con Rad, il biologico Radito snm di Raggito, Radiatra, il fig
Radiolri (Sottoclasse di protozoi), Radiolarte (suff ITE per minerali) sorta
di roccia, Radiso con Radiosit. Lunit di misura di una sostanza
radioattiva e che conta un milione di disintegrazione al secondo, definita
glb Rutherford dal nome del fisico E. Rutherford di Nelson (1871/1937) cui
il Rutherfrdio questo elemento chimico con simbolo Rt, altrimenti detto
Curciatvio o Kurciatvio (simbolo Ku), semiomologismo relativo al fisico
I. Kurcatov (1903/1960).
Ancora lom-snm Rdio quale ipocoristico di Radiofonia e utlizzato in
composizioni, assimilabile al suff RADIO in riferimento a radiazioni di
diversa origine, cui Radioaltmetro (aeronautica), Radioastronoma con
Radioastronmico e Radioastrnomo, Radiobiologa, Radiobssola,
Radiocarbnio con Radiocarbnico, Radiochmica, Radiochirurga,
Radiocoblto, Radiocomndo con Radiocomandre e Radiocomandto,
Radiocontaminazine, Radiocorna (del sole), Radiodermatte o
Radiodermte con Radioepidermte, Radiodignosi con Radiodiagnstica e
Radiodiagnstico, Radiodistrbo, Radioco con Radioecologa, il chimico
Radioelemnto, Radioelttrico con Radioelettricit, Radioemanazine snm
di Rdon o Rado, Radiofrmaco, Radiofro con Radiofaro fisso o ancora
Radioindicatre (omn di Radioindicatre di Radioattivit), Radiogalssia,
Radigeno,
Radiogrmma,
Radioguida
con
Radioguidre,
Radioimmunologa
con
Radioimmunolgico,
Radiointerfermetro,
Radioidico, Radioistopo o Radionuclde, Radiolesine, Radiolocalizzre
con Radiolocalizzatre e Radiolocalizzazine, Radiologa, Radiolgico e
Radilogo, Radioluminescnza, Radiometallografa, Radiometeorologa,
Radiometra con Radiomtrico e Radimetro eppoi Radiomicrmetro,
Radiotelemetra e Radiotelmetro,
Radiomisra, Radionavigazine,
Radinda (elettromagnetica o hertzina), Radiopco (opaco ai Raggi X),
Radiopatologa, Radiopolarmetro, Radioprotettre con Radioprotezine,
Radiorel questo con lomologismo Rel dal franc RELAIS commutatore
dal verbo RELAYER dare il cambio, Radioriflettnte, Radiorilevamnto,
Radioscandglio, Radioscintillazine, Radioscopa con Radioscpico e
Radiotelescpio, Radioscrivnte con Radiotelescrivnte, Radiosegnle con
Radiosegnalatre, Radiosensbile con Radiosensibilit, Radiosentiro
(aeronautico),
Radiosnda
con
Radiosondggio,
Radiosorgnte,
Radiospttro con Radiospettrgrafo, Radiospoltta, Radiostlla snm di
Radiosorgente discreta con Radiostellre, Radiotelecomndo con
Radiotelecomandre, Radioterapa o Radiumterapa con Radioteraputico,
Radioterpico e Radioterapsta, Radiotrasparnte, Radioulnre, il
meteorologico Radiovnto, in locuzione Raggi Alfa, Raggi Beta, Raggi
Delta, Raggi Gamma, Raggi Attinici, Raggi infrarossi, Raggi X o Raggi
Rontgen, Raggi ultravioletti, Raggi Verdi.

266

Eppoi, come gi citato, Rdio questo apparecchio di ricezione ipocoristico


di Radiofona donde Radiolna e il relativo percorso composto con
Radiofnico, Radiofonicamnte e Radiofonsta con Radiotelefona,
Radiotelfnico e Radiotelfono, Radioabbonato, Radioamatre con
Radioamatorile, Radioascoltatre con Radioasclto, Radioassistnza con
Radioassstere,
Radioauditre
con
Radioaudizine,
Radiocanle,
Radiocntro, Radiocollre, Radiocollegre con Radiocollegamnto,
Radiocommdia e Radiodrmma (questo storicamente trasmesso in Italia il
1927),
Radiocomunicazine,
Radiocrnaca
con
Radiocronsta,
Radiodiffndre con Radiodiffusine, Radiodilettnte, Radiofongrafo,
Radioflsso, Radiofto con Radiofotografa e Radiotelefotografa,
Radiofrequnza, Radiofurgne, Radiogoniometra con Radiogoniomtrico e
Radiogonimetro, Radiogrammfono, Radiointervsta, Radiomessggio,
Radiomicrfono, Radiombile quale ellissi di Radio automobile,
Radiomontggio con Radiomontatre, Radiopilta (di apparecchi
radiocomandati), Radiopropagazine, Radioregistratre, Radioricevnte con
Radioricevitre e Radioricezine, Radioriparatre, Radioripetitre,
Radiospa, Radiostazine, Radiostereofona con Radiostereofnico,
Radiosvglia, Radiotxi o Radiotass, Radiotecnica con Radiotncico,
Radiotelegrafa con Radiotelegrafre, Radiotelegrfico, Radiotelegrafsta e
Radiotelgrafo, Radiotelegrmma o lellittico Radiogrmma (omn di
Radiogramma da Raggio), Radiotelevisine e Radiotelevisvo,
Radiotrasmttere con Radiotrasmettitre con Radiotrasmissine questo snm
di Radioemissine, e Radiotrasmittnte, Radioutnte, eppoi Autordio queso
lellittico di Radio per automobile cui il ricalcato Motordio per motocicli;
in locuzione Radio Audizioni Italia con la sigla RAI dal 1954 qui contava
88.118 abbonati - gi URI Unione Radiofonica Italiana dal 1924, EIAR Ente
Italiano Audziioni Radiofoniche dal 1944, oggi RAI TV Radio Televisione
Italiana, in cui non pu esere coincidentale lassociazione con Rai raggi
(ovvero onde elettromagnetiche). Lavvento della Radio attribuita a
Guglielmo Marconi (1874/1937) con linvenzione del Telegrafo senza fili
nato ufficialmente alla fine del IX sec grazie alle Onde elettromagnetiche
scoperte da H. Hertz cui Onde hertziane. La Compagnia Marconi, voluta da
Guglielmo fond la nota emittente inglese BBC. In percorso, lital conta
Marconigrafa, Marconigrmma, Marconsta, Marconiterapa.
In Russia, merito di una concomitanza di esperimenti, considerato
linventore della radio A. S. Popov.
Esiste ancora lomn Radire tagliare, togliere che attraverso il franc
RADIER cancellare cui Radito e Radiazine gli omn da Raggio, la
locuzione Radi e getta rasoio da buttare dopo luso; i francesi, per,
commisero un errore nel coniare il loro termine, perch lo ricopiarono dal lat
medv RADIARE gi fatto derivare con inesattezza dal franc ant RAYER
tirare una riga. Comunque, tirare una riga ricorda limmagine di un raggio e
lingl ha appunto RAY 1 raggio. Dal gr AKTIS raggio lital ha ricalcato
Attnia o Actnia (Genere di Malacoattinie), Attiniri o Actiniri (Ordine di
Celenterati), Attinicit, Attnico, Attnide, Attnio, Attino-ttino, Attnon
(isotopo) ed il pref ACTINO-ATTINO in composti quali Attinografa con

267

Attingrafo, Attinometra con Attinmetro, Attinomrfo o Actinomrfo,


Attinoptergi o Attinottergi (Sottoclasse di pesci Osteitti) col gr PTERYKS
pinna connesso a PTERON ala e una corruzione in Ldano snm di Storione,
dal lat ATTILUS per accezione Storione del Po.
\ Pio XII ricordato anche come il papa che stato incoronato in diretta storica via
radio. \

Mssile dal lat MISSILIS, questo sostantivo ma anche aggettivato col suff
italianizzato ILE, su un tema del Pp MISSUS di MITTERE mandare: il
responsabile del lancio dello storico missile statunitense indicato con
Saturno V , veicolo della navicella spaziale Apollo, nel progetto di sbarco
lunare, ancora W. von Braun.
Il suff ILE si ritrova in Dttile da DUCTILIS dal Pp DUCTUS di DUCERE
guidare) cui Duttilit; il gr conta ELASTOS duttile, cui Elstico con
Elastnza, Elasticit, Elasticizzto, Elastna (suff chimico INA), Elastsi
(suff med OSI), derivato da ELAUNO spingo cui Elatre da ELATER con
Elatridi (Famiglia di coleotteri), Elaterna (suff chimico INA), Elatrio, il
composto Elastmero con Elastomrico (col gr MEROS parte),
Elastoplasticit.
Il tema MITTERE mandare da rad MEIT-MIT lanciare, mettere, cui
Mttere (Ved Mina in Lume) con il Ppres Mittnte, include ancora i vari
Mssa (fem del Pp MISSUS) e Messle questo sostantivato dallaggettivo
dalla locuzione LIBER MESSALIS libro della messa, Il Pp Msso da
MISSUS con i risvolti Msso (portata di vivande), Msso (inviato),
Messggio attraverso il franc MESSAGE con Messaggro, Messaggstica e
lacronimo glb per telefonini cellulari SMS dallingl Short Message Service.
Missine quale Pp MISSUS di MITTERE svoltosi nel sostantivo MISSIO
MISSIONIS con Missionrio e il composto Missionologa, Missva questo
sostantivato dallaggettivo medv MISSIVUS che si manda; eppoi Messine
attraverso il prvz MESSION dal lat MISSIO, Messitccio germoglio nel
senso di Mettere quale Germogliare, il composto Messinscna dalla
locuzione Messa in scena modellandola sulla franc MISE EN SCENE.
Dal franc ant BEDEL messo gi BIDIL, lital conta ancora lomologismo
Bidllo con lattestazione corrente.
Dal lat MITTERE mandare discendono i vari prefissati Ammttere con
Ammnettnza, Ammissine, Ammsso (pref AD) e Ammittnza attraverso
lingl ADMITTANCE. Commttere, Commsso (questo mestiere pare, da
uno studio, il meno sofferente in caso di recessione), Commissrio con
Commissarile, Commissarire, Commissariamnto, Commissarito,
Commissionre e Commissine questo sia incarico affidato sia
effettuazione, Commttere con Committnte e Committnza da
COMMITTERE affidare (pref COM associativo). Dimttere, Dimissine e
Dimsso (pref DIS di dispersione svoltosi in DI), ancora Dimissrio che
dimette (concede) autorizzazine con Dimissria e Dimissorile dalle
rispettive locuzioni Lettera dimissoria e Letterera dimissoriale. Dismttere
che mantiene il pref DIS dal lat eccl DISMETTERE con Dismsso. Emttere
con Emittre, Emissrio, Emissine, Emsso ed Emittnza (pref EX fuori)
connesso col gr EMESIS vomito. Frammmttere. Immttere con Immissine

268

e Immsso (pref IN illativo). Inframttere o Inframmttere con Inframettnte


e Inframmettnte, Inframettnza e Inframmettnza, Intromttere, Intromsso
e Intromissine (pref INTRO). Malmsso dalla locuzione Mal messo (messo
male). Omttere, Omissine o Ommissine e Omsso (pref OB via da).
Permttere con Permettivit, Permsso e, pi fedeli al lat, Permissine (pref
PER) con ancora Permissbile, Permissvo con Permissivsmo, Permissivsta,
Permissivstico e Permissivit. Premttere con Premssa (pref PRE dal lat
PRAE). Promttere da PROMITTERE con Promsso, Promittnte, eppoi
Promssa da PROMISSA con Promissrio, Promissine, Promissvo e
Promissrio (pref PRO mandare avanti) e Compromttere con
Compromsso (doppio pref COM associativo e Promettere) cui la locuzione
politica Compromesso storico adottata nella seconda met del XX sec
(alleanza tra democristiani e comunisti, storicamente avversari politici);
ancora col doppio pref (ES PRO) si ha Espromissrio con Espromissine,
Espromissre e Espromittnte. Remittnte con Remittnza (pref RE di
movimento inverso, dal lat REMITTERE venir meno) eppoi Remissbile,
Remissine con Remissvo e Remissivit, Remissrio. Rimttere con
Rimettggio e Rimettitra eppoi Rimssa con Rimessggio, Rimsso,
Rimessine e Rimessitccio (pref RI reiterativo), Tramtte con Tramsso.
\ Rimessa vale anche quale risparmio spedito dagli emigranti alle famiglie in patria,
utile al bilancio statale. Dal 1876 al 1973, periodo di grande emigrazione italiana
allestero, hanno lasciato il paese 25.528.505 connazionali; primi fra tutti i veneti in
3.037.849 seguiti via via dai campani, siciliani, lombardi, piemontesi, friulani, trentini
questi in 217.698.\

Eppoi, ancora Scommttere e Scommssa (doppio pref S sottrattivo con


COMMITTERE). Smttere con Smsso (pref S sottrattivo). Sottomttere da
SUBMITTERE con Sottomsso, Sottomissine e Sommissine, o
Sommessine o Summessine, questo da SUBMISSIO SUBMISSIONIS e
Sommsso dal Pp SUBMISSUS (pref lat SUB sotto) questo omn di
Sommesso misura di lunghezza. Trasmttere e Trasmissine Il percorso
lat di MITTERE continua con Emissrio, pref EX estrattivo che manda
fuori, ed Immissrio, pref IN illativo che manda dentro, i quali sono in
riferimento semantico sia a persona (agenti) che a corsi dacqua,
comunemente che nescono o entrano nel lago.
Dal pref lat AMITTERE (A privativo) con valore di perdere, lital conta un
desueto Amissione perdita.
E non pu essere solamente una coincidenza linguistica se anche il giapponese conta
un REI svoltosi nel significato etereo di Spirito (questo, infatti, rappresentato dalle
iconografie tramite raggi); un termine che composto con KI energia vitale ha dato il
glb REIKI tecnica di concentrazione.

\ Messa Messia
Anche per Messa, oltre ai termini Fegato e Patente, accaduto lidentico
fenomeno: dalla primitiva formula latina ITE EUCHARISTIA MISSA EST
Andate, lEucarestia stata inviata (mandata agli assenti, attraverso il fem
di MISSUS mandato, inviato da MITTERE mandare) si sarebbe attestato il
termine MISSA-Messa attraverso lellittico ITE MISSA EST.
Alla fine di giugno 2007, la notizia che la Chiesa, tramite motu proprio di
Benedetto XVI, ristabilisce la Messa in latino, che era stata sospesa negli

269

anni sessanta a favore delle lingue nazionali. Il ripristino, oltre a rivitalizzare


il latino, imprescindibile patrimonio culturale ital e delle collettivit
romanze, riafferma luniversalit della Chiesa Cattolica.
Messa, che sembrerebbe inviato da Dio, in realt alieno nel percorso di
MISSUS MITTERE, ed invece dallebr MASHIAH unto, ritrovato nel gr e
nel lat in MESSIAS, cui Messinico.
\ Sdraiarsi
Sdrio e Sdraire dal lat volg EXDERADJARE valgono gambe e braccia
adagiate a RADJUS raggio. Il snm Spaparanzre o Spaparacchire, meglio
Spaparanzarsi e Spaparacchiarsi, deriva da una voce volg napoletana che sta
per spalancarsi; vrs ispirazione fig a Parnza, con Paranzlla, rete a
strascico tenuta aperta, spalancata, da divaricatori e trainata da una
coppia di barche, anchesse chiamate Paranze. Termine destrazione mer da
Paro paio - a due a due.
\ Radicale AG
La rad di AGERE guidare, spingere AG condurre cui Abigeto (da AB
AGERE condurre via, nello specifico rubare il bestiame), il sostantivo ed
aggettivo Agnte (Ppres AGENS) con Agnda (gerundio GENDA), Agenza
(calco sullingl AGENCY) e la locuzione glb ingl Press agent agente
stampa, Ambge da AMBAGES giro di parole-cammino zigzagante
composto da AMB intorno e AG, Attre dal lat ACTOR nome dagente di
AGERE cui il fem Attrce, eppoi Attorile o Attorle coin Attorialit,
Attreo o Attrio.
Indagre da INDAGARE durativo di AGERE cui Indgine, Indgete
protettore divino di un luogo passato a indicare il nativo del luogo e
Indigitamnti dal lat INDIGITAMENTA composto da IND (arcaico IN) e
lintensivo AGITARE di AGERE cui Agitre, Agitazine e, col pref COM,
COGITARE pensare agitare nella mente cui Cogitabndo, Cogitre con
un obsoleto ed equivoco Coitre da evitare, Cogitatvo, Cogitto,
Cogitazine, un Cto pensiero omn di Cto pianta delle Lauracee
termine di genesi quecqua (Bolivia), eppoi il doppio prefissato Trascutto da
TRASCOITATUM Pp di TRANSCOGITARE cui Trascutggine con le
varianti Traccutto e Traccutggine.
Infine i prefissati Tracontnte e Tracotnza da un obsoleto Tracotre questo
composto con Cogitare ridotto in Coitre (prefissato TRA) e che quindi non
ha nulla di connessione con Coito.
Attraverso lo sp CUIDAR pensare gi lat COGITARE, cui il prefissato
DESCUIDAR trascurare con DESCUIDO, lital conta lomologismo
Disgudo.
Col pref EX intensivo, Esagerre, Esagerto, Esagerazine (EX
AGGERARE incrociando Agitare-AGGER), Esagitre con Esagitto,
Escogitre con Escogitto e Escogitazine.
Col pref EX estrattivo ha dato ancora EXIGERE spingere fuori da EX
AGERE cui fig Esgere (dal XVI sec) questo sia pretendere sia il termine
amministrativo riscuotere con i derivati Esignte, Esigbile con Esigibilit,
Esignza, eppoi Estto (omn di Esatto perfetto) cui Esattre. In
opposizione con pref IN negativo, si ha Inestto non riscosso (omn di

270

Inestto non perfetto).


AGERE col pref COM ha dato COGERE costringere cui Coazine da
COACTIO COACTIONIS, Cognte dal Ppres COGENS cui Cognza,
Cotto imposto fig dal Pp COACTUS di COACTARE comprimere gi
CUM ACTARE svoltosi fig in sottoproletario e ignorante, eppoi
Coattvo con Coattitdine e Coattivit; fuori percorso Coattazine dal lat
COAPTATIO di APTARE (Ved Radicale DEIK-DIK in Vendetta).
Il Pp COACTUS stato ancora tradotto nellaggettivo Qutto svoltosi nel
significato di costretto a piegarsi per non essere scorto cui il prefissato
Acquattrsi (AD allativo) snm di Accucciarsi con il doppio prefissato
Racquattrsi eppoi la locuzione aggettivale superlativa Quatto quatto e la
locuzione avverbiale Quatton quattoni. che valgono anche fig Zitto zitto.
Pi esplicito dalla composizione COAGULARE da COM AGERE, lital
conta Cogulo da COAGULUM cui Coagulre con Coagulbile e
Coagulabilit, Coagulamnto, Coagulnte, Coagulazine e il composto
Coagulopata (Ved Scaglia Caglio in Bastonare).
Col pref DE conclusivo ha dato Degnte questo Ppres di un DEGERE
continuare a condurre la vita (senza particolari impegni) con Degnza.
Infine, col pref RED di movimento inverso, AGERE ha dato Redgere
(attenzione a non ricadere nellerrore comune Redarre) col Pp Redtto,
Redignte e Redattre, Redazionle, Redazine.
Agitare vale Vibrre, questo dal lat inv VIBRARE, cui Vibramnto,
Bibrnte, Vibratzza, Vibrtile, Vibrto, Vibratre, Vibratrio, Vibratra,
Vibrazine con Vibrazionle, Vibrine, Vibrssa (il pelo sensoriale dei
mammiferi incluso luomo che ce lha nel vestibolo nasale) ed il pref
VIBRA o VIBRO, cui Vibrfono e Vibrafonsta, Vibrocoltivatre,
Vibrofinitrce, Vibroformatrce, Vibrgrafo, Vibrogrmma, Vibromassggio
con Vibromassaggiatre, Vibrometra con Vibrmetro, Vibroscpio,
Vibroterapa.
\ Suffisso *UME
Fiume e corsi dacqua
Il suff indoeur MEN che indica collettivo s svolto nel lat UMEN e nellital
UME; lo si ritrova, anche in sovrapposizione con valore peggiorativo, in
termini quali Acidume, Bastardume, Bitume, Fradiciume, Legume,
Luridume, Pattume, Piantume, Rozzume, Volume.
Linsieme dei corsi dacqua sono indicati in Acque dolci, cui lironica
locuzione Marinaio dacque dolci.
La rad di Fime, dal lat FLUMEN, cui Fluminnse o Flumininse, Fluvile e
Fluvitile, Flvido (snm di Fluido) Flvio (snm di Fiume), con i composti
Fluvioglacile e Fluvimetro, SREU scorrere, col quale si connesso il lat
FLUERE, pertanto, ha seguito il percorso SREUMEN-FRUMEN-FLUMEN.
FLUMEN, dunque, sta per linsieme di FLU(ERE). Si potrebbe credere che
Frumnto, con le varianti Formnto con Formentne, Fromnto con il fig
(per il colore) Fromentno, dal lat FRUMENTUM, sia un termine figurativo
del tema grazie alla sua propriet dapparire come acqua che scorre
ondeggiando al vento, in realt dal verbo lat FRUI godere del (raccolto),
da rad BHRUGWH profittare, cui il sistantivo Fri godimento, Frure con

271

Frubile, Fruibilit, Fruitvo, Fruitre, Fruizine. Derivati di Frumento,


Frumentceo, Frumentre, Frumentrio, Frumentazine, Frumentne, i
desueti Formnto e Formentne; eppoi, attraverso lemiliano, Formentzzo
da Formentas frumentaccio (mais) e Formentno grano saraceno da
Forment.
Dal verb FRUI godere deriva lastratto FRUCTUS cui Frtto e Frtta con
Fruttio, Fruttailo o Fruttaiulo, Fruttnte, il denm Fruttre (da Frutto),
Fruttarino in correlazione con Vegetarino, Fruttarsta (da Frutta), Fruttto
sia aggettivo sia sostantivo (la rendita), Fruttera, Fruttescnza dallincoativo
FRUCTESCERE dar frutti, Fruttto (suff ETO per collettivi), Fruttira,
Fruttno, Fruttuso con Fruttuosamnte e Fruttuosit, i composti
Frutticoltra con Frutticoltre e Fruttcolo, Frutticultra con Frutticultre,
Fruttidro attraverso il franc FRUCTIDOR era il didicesimo mese del
calendario rivoluzionario franc (tra agosto e settembre), Fruttfero o
Fruttfico con Fruttificre e Fruttificazine, Fruttivndolo (suff VENDOLO),
Fruttvoro, Fruttsio (carboidrato, col suff chimico OSO) con il patologico
Fruttosria (col gr URON urina), Infruttescnza, il glb ingl Fruit maglietta
dalla locuzione FRUIT OF THE LOOM (marchio registrato) frutto
(prodotto) del telaio, eppoi le locuzioni Frutto di terra, Frutto di mare, con
Frutto del ventre o Frutto del seno per accezione Ges figlio di Maria.
Infine il prefissat Sfruttre con Sfruttbile, Sfruttabilit, Sfruttamnto e
Sfruttatree, il composto Usufrtto dal lat USUSFRUCTUS (con USUS uso)
cui il denm Usufruttre cin Usufrutturio relativo al diritto di godere del
bene daltri.
\ Concludere il pranzo con la frutta una convenzione ereditata in Italia dagli antichi
greci, mediante la colonizzazione della Magna Grecia.\

Una mescolanza di frutta indicata con Macednia, fig dalla storica regione
Macedonia culla di tante etnie, cui i relativi Mecdone e Macednico.
Dal sostantivo FRUX frutto discendono Frugle (dal lat FRUGI sobrio nel
senso che si nutre di frutta?), Frugalit o Frugalitte o Frugalitte, Frugfero,
Frugvoro; discende ancora Frtice dal lat FRUTEX, snm di Arbusto, con
Fruticso e Suffrtice, cui Suffruticso questo dalla composizione lat SUB
FRUTEX; quale esempio di Frutice il Mro dal gr MARON, suffrutice la
Rta dal lat RUTA gi gr RHYT, cui Rutcee, ed anche il Guaile
omologismo dallo sp GUAYULE. Nella credenza popolare, la Ruta
esorcizza i demoni.
Dal rad SREU si sarebbe attestato lindoeur SERO scorrere, il sct SARAS,
il gr OROS ( questo monte donde scorrono le acque), cui lital Siro con
Sirico o Srico (questo omn di Serico da Seta), Ssiersa, Serso o Sierso
con Serosit o Sierosit ed una teoria di composti col pref SERO o SIERO
quali Serologa o Sierologa con Sierolgico, Sieroalbumna, Sierodignosi
con Sierodiagnstica e Sierodiagnstico, Sieroglobulna, Sieromucso,
Sieronegativit con Sieronegatvo e Sieropositivit con Sieropositvo,
Sieroprofilssi, Sieroprotena, Sieroterapa con Sieroterpico, eppoi
Serotonna (col gr TONOS tensione e il suff chimico INA) la quale, sostanza
rilassante per lorganismo, viene stimolata mangiando, ad esempio, riso
bollito (amido). Cui i composti Serotoninema (con EMIA), Serotoninrgico

272

(con ERGICO dal gr ERGON).


Dei corsi dacqua, i pi contenuti assumono il nome di Rio e Torrente.
Ro, da rad REI sgorgare nel tema di SREU, dal gr RHEIN scorrere con
RHEOS flusso, svoltosi nel lat RIVUS cui Rvo ed il dim Rvolo da
RIVULUS con Rivulria (Genere di piante); il tema lo si ritrova in
Croazia con RIJEKA, la citt di Fiume. In percorso, Esorico o Esorrico
(pref EKSO fuori, detto di bacino che scorre a mare), Riolte composto con
LITE sasso roccia eruttiva snm di Liparte (questo indica un tipo di roccia
vulcanica il cui nome deriva dal toponimo insulare Lipari e una sua varie
indicata con Pantellerte dal toponimo insulare Pantelleria), eppoi Ruscllo
da RUSCELLUM da RIVULUS, Ruscellamnto e Ruscellre; lomn Ro,
invece, nellintendere cattivo, da REUM e varrebbe interessato alla
cosa dal lat RES cosa, cui Ro colui che difende la cosa, che si difende,
Corro (preferibile) o Crreo (pref COM associativo con chi si difende) con
Correit, e Reto cui le locuzioni Reato di impeto e Reato premeditato; linv
Rbus dal lat ablativo REBUS, cui Rebussstico, vale per mezzo di cose. Nel
percorso di Reale, troviamo, con i pref, Irrele, Surrele e Surrealsmo con
Surrealsta (pref SUR sopra e suff ISTA di collegamento ai sostantivi

in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere).


\ Roberto Sebastian MATTA, deceduto a Tarquinia nel novembre 2002 a 91 anni,
lartista che aveva aderito nel 71, su spinta di Salvator Dal, al Movimento
Surrealista di Andr Breton (teorico). Negli anni settanta era considerato tra i migliori
dieci artisti. \

Torrnte, rispetto al Fiume (dacque perenni), per accezione il conduttore


di acqua piovana, che pu assumere piene pericolose, ed ha una semant
particolare: il Ppres lat TORRENS di TORRERE essere secco e quindi in
origine vale che secco, infatti, in assenza o in scarsit di pioggia, il suo
alveo rimane asciutto; il termine il discendente della rad indoeur TER-S
seccare. Nel percorso, oltre ai suoi derivati espliciti svoltisi in enantiosemia
quali Torrenzile (snm di Impetuoso) e Torrentzio, troviamo Torrefre (lat
TORREFACERE), Torrefazine, Trrido, Torrne 1 (atttraverso lo sp
TURRON da TURRAR dal lat TORRERE) e Tsto, questo omn del Pp
Tostto di Tostre dal lat tardo TOSTARE, italianizzato dallingl TOAST
tostato gi franc ant TOSTER cui il composto Tostapne; in senso figurato
si contano ancora gli omn Tsto duro-testardo dal lat TOSTUM e
laggettivo o avverbio Tsto rapido da TOSTUS cui Tostno. Una
variazione rad in TER-P avrebbe portato Tipido o Tpido con Tiepidit, un
Tepidre e i prefissati Intiepidre (IN illativo) con Rintiepidre (doppio pref
RI iterativo ), Rattiepidre o Rattepidre (doppio pref RI iterativo e AD
allativo, da un Attepidire), Stiepidre o Stepidre (S intensivo), eppoi Tepre,
Tepnte che riscalda da Tpere o Tepre con i desueti Tepefre e
Tepeftto, Tepidrio (nelle terme romane); le due rad paiono assimilarsi in
Torpore, Torpido. La rad iniziale TER essere scosso, cui Tremre (lat volg
TREMARE), Tremnte, Tremarlla, Tremebndo, Tremndo cui
Tremendsmo corrente letteraria spagnola neorealistica, Tremre, Trmulo
o Trmolo, il composto Tremacre o Tremacure, ha invece condotto fig al
lat TERRERE spaventare, cui Terrbile con Terribili e Terribilmnte,

273

Terrificre con Terrificnte e Terrfico, Terrre con Terrorsmo, Terrorsta,


Terrorstico e Terrorizzre, il prefissato composto Esterreftto dal lat
EXTERRERE (EX intensivo) modellato come Stupefatto. La storia ci ha
tramandato lepiteto il Terribile assegnato al russo Ivan (1530/1584).
Allingresso della spelonca garganica dellApparizione dellArcangelo
Michele riportata la dicitura TERRIBILE EST LOCUS ISTE ET JANUA
COELI Questo luogo terribile ed la porta del cielo.
Dal lat TEREBINTHINA resina, cui Trementna, associato al pregreco
TEREBINTHOS di tema med TEREBINTO, lital ha ricalcato Terebnto
(specie dalbero della macchia mediterranea dal quale si ricava una fluida
resina) cui Terebintli (lOrdine) ed ha coniato Terpne (idrocarburo) con
Terpnico, Terpenide (suff OIDE simile), Terpna (suff chimico INA) con
Terpinolo e Terpinlo (suff chimico OLO), tutti inc con TREMARE.
Deterrnte dal Ppres DETERRENS attraverso lingl DETERRENT, cui
Deterrnza, dal prefissato lat DE TERRERE attestatosi in distoglieresconsigliare.
Tutti i corsi dacqua hanno il loro Alveo-lveo, termine dal lat ALVEUS da
ALVUS cavit cui Alvo-lvo con un desueto Albio-lbio col dim Albilo,
Alvolo, con Alveolre, dal dim ALVEOLUS con il verbo Inalveolre, il
sostantivo Alvere dal plur ALVEARIA tante cavit, il verbo Inalvere con
Inalveamnto e Inalveazine (pref In illativo) anche in senso fig. Alvo
semant la cavit intestinale che trova corrispondenza nel gr AULOS, cos
come Nrvo dal lat NERVUM in Neurne (cellula, suff biologico ONE) dal
gr class NEURON, cui derivati e composti con NEURO-NEURI quali
Neurle, Neursse snm di Cilindrasse (con ASSE vertebra cervicale) con
Neurasste, Neurastena con Neurastnico, Neurectoma, Neurilmma (col gr
LEMMA involucro), Neurinma (col gr IS INOS fibra e suff medico OMA),
Neurte questo sia patologia nervosa (suff medico ITE) sia snm di
Cilinfrasse o Assone, Neurocto, Neurglia (col gr GLIA colla), Neurologa,
Neuropata con Neuroptico, Neursi con Neurtico, Neurtteri (questo
composto con PTERON ala), Nurula, ed ancora una serie di composizioni
da Neurobiologa a Neurovegetatvo; nel percorso lat lital conta Nervatra,
Nrveo, Nervtto, Nervno, Nervso con Nervossmo e Nervosit, Nervto,
il composto Centonrvia (termine della botanica) e nel percorso della pron gr
moderna NEVRO da NEURO (la lettera u e lettera v erano assimilate nel
suono lat, Ved Alfabeto), lital conta in complanare Nevralit, Nevrsse,
Nevrastena con Nevrastnico, Nevrle, Nevrte, Nevrtico, Nevrglia,
Nevropata con Nevroptico, Nevrsi con Nevrtico, Nevrotizzre con
Nevrotizznte, Nevrtteri. I prefissati Denervre con Denervto, Disnervre,
Enervre con Enervazine, Innervre con Innervto e Innervazine,
Innervosre con Innervosto, Rinnervre, Snervre con Snervamnto,
Snervnte, Snervatzza, Snervto e Snervatrce. In complanare, la variante
Nrbo di Nervo, cui Nerbre, Nerbta, Nerbatre, Nerbatra, Nerborto, il
prefissato Snerbre; da non equivocare con Inerbare e simili da Erba.
I corsi hanno Sorgente e Foce, questa o a Delta o ad Estuario; se sono
Immissari hanno Sorgente e Foce, se sono Emissari hanno solo la Foce.
Il termine Sorgnte con Sorgentfero, Sorgentzio, Sorgnza, Sorgvole,

274

Sorgimnto, vrs Sorgitre (termine marinaresco), Sorgva e Sorgvo


composto dal pref SUB e REGERE tenere-sostenere-dirigere da rad REG
deriva dal Ppres del lat SURGERE, cui Srgere o Srgere con il Pp Srto o
il desueto Srto, e vale allora che si dirige dal basso verso lalto cui il
doppio prefissato Risorgva, questa sorgente alimentata da una falda freatica,
ricorrente nella pianura padana definita Linea risorgiva. Il gr conta lo
specifico KRENE sorgente cui i composti Crenbio (col gr BIOS vita),
Crenologa studio sulle acque minerali con Crenolgico, Crenoterapa,
eppoi Elocrne (col gr HELOS palude), Limnocrne (col gr LIMNE lago) )
e Reocrne (col gr RHEOS flusso-scorrimento; Crenognica lo strato
dacqua di uno specchio (lago) in associazione con Meromssi, relativi
allossigenazione presente o assente.
\ Nel mer dItalia, in particolare nel sipontino, Acqua di Cristo la provvidenziale
sorgiva in zona arida.\

Il termine glb ingl GEYSER ha origine dallislandese GEYSIR questo il


nome di una sorgente termale cui lomologismo Geyserte. Il percorso
prosegue con i secondi pref, Insrgere o Insrgere da INSURGERE (IN
illativo) col Pp Insrto o Insrto, Insurrezine da INSURRECTIONEM con
Insurrezionle questo attraverso il franc INSURRECTIONNEL, Risrgere e
Resrgere (RI iterativo) cui Risorgnte, Risorgimnto con Risorgimentle e
Risorgimentalsta, Resurezine o Risurrezine, Resurressre con Resurrssi e
Resurrsso o Risurrsso (volg), Risrsa questo attraverso il franc
RESSOURCE, Risrto, I snm quali Risuscitamnto, Resuscitre o
Risuscitre, Risuscitatre, Risuscitatrio, sempre col secondo pref iterativo,
discendono dal lat SUSCITARE svegliare cui Suscitre muoversi dal basso
verso lalto composto dal solito primo pref SUB e dal verbo CITARE
muoversi; qui il SUSCITARE svegliare ha valore di venire alla luce, quindi
Risuscitare sta per tornare a venire alla luce
Nel percorso ital del lat REGERE cui Rggere, si conta Reggnte con
Reggnza, Reggbile, Reggimnto con il glb ingl Regimental sorta di
cravatta, Reggimentle e Irreggimentre, Reggitre, eppoi Regme dal lat
REGIMEN cui il denm Regimre con Regimazine e un Regimit, Regine
da REGIO REGIONIS con Regionle con Corregionle (pref CUM
associativo), Regionalsmo, Regionalsta (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO, in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere),
Regionalstico, Regionalizzre e Regionalizzazine; tra le regioni italiane
istituite con la repubblica, Salento e Lunezia (questa da Parma al mare)
erano state previste ma non furono approvate.
Rega con Regsta (col suff ISTA di collegamento ad un mestiere in omn col
suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO) e Regstico transitati dal
franc REGIE e REGISSEUR, ed ancora Rtto (anche snm di Dritto) dal Pp
RECTUS di REGERE cui il composto Rettilneo, il fig Rettitdine, il fem
Rtta, eppoi Rettre, con Rettorle, Rettorto, Rettora e Rettrico, da
RECTOR che regge, questo connesso col gr EKTOR che sostiene cui
lonomastico Ettore di omerica memoria attraverso il lat HECTOR. Rgola,
con un desueto Rgula, sempre nel percorso di REGERE, merita
unattenzione poich derivato da REGULA assicella (di legno) idealmente

275

associata a linea retta, cui in volg sett Rggia (omn-snm di Reggia da Re)
con Reggtta, Reggettatrce o Reggiatrce; vrs in percorso fig il marinaresco
Rggia pezzi di sartie e Rggiola mattonella-piastrella tipica
nellamalfitano, cui U riggiullaro piastrellista-posatore.
Eppoi, in percorso esplicito, Regolbile, Regolamentre sia aggettivo sia
verbo, Regolamentazine, Regolamnto, Regolnte, Regolre sia verbo sia
aggettivo, Regolri (Sottoclasse di Echinodermi), Regolarsta (col suff ISTA
di collegamento ai sostantivi in ISMO, qui da un sottinteso Regolarismo non
linguistico), Regolarit, Regolarizzre con Regolarizzazine, Regolarmnte,
Regolta, Regolatamnte, Regolatzza, Regolatvo, Regolto, Regolatcco
(composto con Tocco) dispositivo per macchina per scrivere, Regolatre,
Regolazine, Regolstica, Regolzia (questo una sovrapposizione di Regola
assicella con Liquirizia) e Rgolo questo omn di Regolo piccolo re. Ed
ancora Rtto dalla variante RICTUS, Rizzre con Rzza e Rzzo, il composto
Rizzaclo sorta di formica, che solleva il didietro quando minacciata,
Rizzamnto, Rizzta, Rizzatra dal volg RECTIARE da RECTUS. Rcto
anche la parte anteriore di un foglio dalla locuzione lat FOLIO RECTO.
Rtto dalla locuzione Intestino retto anche la parte terminale
dellintestino crasso cui Rettle, i composti Rettocle, Rettocolte,
Rettoscopa e Rettoscpio.
Fuori percorso Rizzotto una variet di riso (Ved Pane Pasta Riso in
Metro). Il percorso continua con il composto Rettificre cui Rettificbile,
Rettificamnto, Rettificto, Rettificatre col fem Rettificatrce,
Rettificazine il prefissato Dirgere cui Dirigbile con Dirigibilsta e
Dirigibilit, eppoi il Pp Dirtto con Direttvo, Direttre, Direttrio,
Direzine, il glb ingl Directory adottato in informatica con valore di guida,
eppoi Dirtto e Drtto (lat DIRICTUS) questo con sincope della prima i, cui
in complanare Dirittra e Drittra con lavverbio Addirittra gi Dirittra;
ancora, Diritto s attestato estendendosi fig in insiemistica di norme da
osservare (per filar dritto) cui la composizione Diritto-dovere.
\ A Bologna, nel 1088, la pi antica universit occidentale aveva come unica facolt il
Diritto \

Il termine verbale Drizzre la variante di Dirizzre (sincope della prima i)


dal volg DIRICTIARE intensivo di DIRICTUS dritto, cui Dirizzamnto,
Dirizzatra, Dirizzatra e il fig Dirizzne in complanare con Drzza,
Drizzamnto, Drizzatre, Drizzatra, Drizzsta e Drizzne, eppoi i prefissati
Addirizzre o Addrizzre (Ad allativo) cui Addrizzo e Addirizzamnto o
ancora Addrizzamnto, Raddrizzre (doppio pref RAD) con Raddrizzbile,
Raddrizzamnto , Raddrizzatre, Raddrizzatrce e Raddrizzatra, Indirizzre
(IN illativo) cui Indirizzamnto, Indirzzo e Indirizzrio, infine il reiterativo
Ridrizzre (pref RI). Il franc ant conta DRECIERE via dritta da DRECIER
drizzare cui lattestazione siciliana Trazzra snm di Tratturo.
Ergere inv dal lat ERIGERE o Ergere, con il Pp aggettivato Ertto,
Erttile, Erettre, Erezine, Erigndo ed Erigbile, cui la variante Ergerergere con Erta-rta, Erto-rto, Ertzza e Adrgere, la locuzione anatomica
Muscolo erettore. Sorrggere, Sorreggnte e Sorrtto (pref SO di SOB).
Sprgere con Sprto, Sporgnte e Sporgnza col pref EX ed un PORGERE

276

(POR REGERE) mutatosi nel class PORRIGERE (POR RIGERE) cui


Prgere col Pp Prto (omn di Porto disponibilit e di Porto riparo per
natanti), dove il pref POR un ipocorostico di PRO e PER; il lat ricalca il
composto gr EKPHORA sporgenza. Lomn termine Rtta, lellittico della
locuzione lat ARECTA AURE prestare orecchio ed utilizzato nella
locuzione ital Dar retta; laltro omn Rtta somma mensile invece dalla
locuzione lat SOMMA RETTA somma pattuita. Il termine Sprta (che pare
il fem di Sporto) del valore di borsa, col dim Sprtula, dal lat SPORTA
paniere, sarebbe derivato dal gr SPYRYS, svoltosi nelletrusco SPURTA;
vrs sovrapposto al lat PORGERE poich fig il paniere viene sporto al
destinatario.
I termini Corrggere, con Correggbile e lopposto Incorreggbile,
Correggitre, Correttzza, Correttsmo, Corrtto, Correzine, o
Correggimnto sono linc dellital Reggere (lat REGERE tenere) con la
composizione lat class CORRIGERE (COM RIGERE), cui la locuzione lat
immutata in ital ERRATA CORRIGE con il sostantivo Corrge e il gerundio
Corrigndo e che sarebbero sovrapposti alla rad KERS correre, nel senso
allora di far in modo che regga ci che duso corrente, con i prefissati in
opposizione Scorrettzza e Scorrtto. La famosa frase dincigno del papa
Giovanni Paolo II \... \ se sbaglio se sbaglio mi corrigerete \...\ pertanto
non affatto una sgrammaticatura ma un latinismo.
La serie prosegue con le composizioni Reggibrsa o Reggibrse,
Reggiclze, Reggicnne,Reggicda, Reggilbro o Reggilbri, Reggilme,
Reggiplo, Reggipncia, Reggipnne, Reggiptto o Reggisno questo il
simbolo femminista negli anni sessanta, Reggipicczza, Reggiposta,
Reggispnta, Reggitsta; il snm Reggipetto meglio utilizzarlo quale
finimento dei cavalli.
\ Il prototipo del Reggiseno, in fattezza moderna, fu esposto a Parigi durante
lEsposizione internazionale del 1900.\

Fce, il discendente della mutazione lemmatica volg in FOX dal lat class
FAUX FAUCIS gola, per cui sono pervenuti in complanare Fuci con il
proprio aggettivo Faucle (termine della fonetica), Fgo-Fga, questo anche
fig con valore di impeto sovrapposto a Fuga, in connessione
interlinguistica con FOGGAR 2 sorgenti artificiali costruite in Nord
Africa (Sahara), e i prefissati Sfogre con Sfgo e Sfogatllo, Sfogto,
Sfogatio da Foga col pref S sottrattivo, Affogre con Affogamnto dal lat
volg AFFOCARE da AD FAUCES prendere per la gola, Soffocre o
Suffocre con Soffocamnto o Soffogamnto, Soffocnte, Soffocto,
Soffocatre, Soffocazine o Suffocre e Sffoco da SUFFOCARE o ancora
Soffogre con Soffogazine o ancora Suffogazine, col pref SUB sotto.
Sembrerebbe connesso allingl FOX volpe, il divoratore (fauci) di animali da
cortile.
In Veneto, Fogar vale scavare, vrs in connesione fig con Affogare nel
senso di sprofondare cui Fgola grotticella-affossamento ed il toponimo
Fogolana. In toscano, Fgo, devb da Affogare, vale cibo di traverso nelle
locuzioni Mettere fogo, Fare fogo.
La Foce a delta il disegno triangolare delle acque che si diramano prima di

277

riversarsi nel mare, assumendo complessivamente limmagine della quarta


lettera dellalfabeto gr DELTA, cui Dlta, fig a forma di ventaglio o
dellinsieme delle radici di una pianta, con Deltazine e Deltzio; tuttavia, in
assenza di piene alluvionali, rimane sulla pianura limpronta a delta.
Relativo alla lettera gr DELTA, e fig triangolare, lital conta il percorso
Deltacsmo, Deltide, Deltoido e il composto Deltaplno con Deltaplansta
(col suff ISTA di collegamento ai sostantivi in ISMO, qui da un sottinteso
Deltaplanismo non linguistico). La Foce ad estuario invece ad imbuto; il
termine Esturio con Estuarile dal lat AESTUARIUM luogo di
ribollizione delle acque (metaforico), dal verbo AESTUARE denm da
AESTUS calore, ribollimento, cui Estunte, Esture, Estuso.
Il corso dacqua che entra in un fiume, e pertanto lo rende naturalmente pi
copioso, assume il nome di Afflunte quale Ppres di Fluire dal lat FLUERE
fluire con pref AD, cui Fitto da FLUCTUM con Fiottre e Fiotto, Flottre
attraverso il franc FLOTTER cui Flottggio snm di Fluttuazione,
Flottamnto, Flottnte. Flottazine snm di Fluitazine, Flido da FLUIDUM
connesso col franc FLOD onda con Fluidzza, Fludica con Fludico,
Fluidificre con Fluidificnte e Fluidificazine, Fluidsta, Fluidit o
Fluiditde o ancora Fluiditte, Fluidizzre con Fluidizzazine, i composti
Fluidodinmica con Fluidodinmico e Fluidosttica con Fluidosttico, eppoi
Flure, Fluitre questo intensivo di FLUERE con Fluitazine snm di
Flottazione, Flunte, ed ancora Fluro da FLUOR quale astratto di FLUERE
con Fluorto, Fluorescnte e Fluorescnza, Flurico, Fluorte (suff ITE per
minerali), Fluorizzre, Fluorsi (suff medico OSI), Fluorro con Fluorsi,
Fluorurre e Fluorizzazine, i composti Fluoborto attraverso lingl
FLUOBORATE (con FLUOR fluoro e BORATE borato) con Fluobrico,
Fluografa, Fluoroscena
da Fluorescenza con suff chimico INA,
Fluorimetra con Fluorimtrico, Fluorocarbro, Fluoroderivto, Fluosilicto,
Fluosilcico. Flussggio attraverso uil franc FLUXAGE, Flussbile
transitorio, Flssile, Flussine, Flsso dal lat FLUXUS cui i composti
Flussimetra con Flussmetro (specifico per le arterie) e Flussmetro.
Fltto da FLUCTUS, Fluttuamnto, Fluttunte, Flutture verbo denm da
FLUCTUS, Fluttuazine snm di Flottaggio, Fluttuso e, con i pref,
Conflunza, Efflunte, Efflsso, Efflvio, Influre, Influnte (anche persona
importante), Influnza (anche malanno) con Influenzle, Reflure con
Rfluo dal lat REFLUUS e Riflure con Riflsso (pref RE di movimento
inverso), Suprfluo dal lat SUPER FLUERE scorre sopra. Flscio dal lat
FLUXUS transitato dallo sp FLOJO cui Affloscire e Flosczza. Per
maggiore chiarezza dinformazione, il termine Flusso tratto da una base
FLUXO pi moderna rispetto ad un precedente FLUCTO cui Flutto,
questo successivo alloriginale FLUTO cui Fluitare. In vers connessione il
glb franc Flou sfumato.
Lingl, onorando larea comune indoeur, come il franc con FLOD, conta
FLOW flusso rintracciabile in informatica nei glb il composto Overflow
flusso in eccesso, con OVER sopra-di l, la locuzione Flow chart snm del
preferibile ital Diagramma di flusso e dove CHART carta qui vale
tradizionalmente carta-diagramma o mappa.

278

Il termine Torrone, secondo una tradizione locale, sarebbe stato ispirato dal
campanile di Cremona detto Torrazzo; il primo torrone, infatti, avrebbe avuto quella
forma.
2
Foggar ha i suoi omologhi internazionali nel marocchino KHOTTARA che pare in
connessione col gr KOTHON recipiente cui il lat GUTTUS (In)vaso, eppoi nellarabo
FALAJI questo vrs in connessione (dato lelemento comune acqua) con lar FALUK
imbarcazione-feluca) e infine in MADJIRAT nellAndalusia, il quale, e non pu
essere ancora una coincidenza, in connessione con il lat MADIDUM madido da
1

MADERE essere bagnato.


\ Pioggia
Dalla comune rad LEU scorrere e lavare, lo stesso rapporto lemmatico di
(EF)FLUVIO effluvio con FLUERE fluire esiste tra PLUVIA e PLUERE,
volg PLOVIA e PLOVERE cui un precedente Plia attraverso il prvz
PLOJA, eppoi le attestazioni di Piggia (plur gge) e Pivere con Piovsco,
Piovnte con Spiovnte, Piovicchire, Piovggine ciui Piovigginre e
Piovigginso, Piovrno cupa pioggia continua (straordinario suff che vale
giorno e notte dal lat DIURNUS e NOCTURNUS), Piovso con
Piovosit, Piovso (alla memoria del quinto mese del calendario
napoleonico, cos chiamato), i derivati espliciti Pluvile, Plvio, Pluviso, le
composizioni quali Pluvigrafo, Pluviometra con Pluviomtrico e
Pluvimetro, Pluvioscpio, i prefissati Complvio da COMPLUVIUM di
COMPLUERE, Implvio da IMPLUVIUM da IMPLUERE e Displvio da
Impluvio con cambio del pref.
In complanare con Puviometria, Pluviometrico e Pluviometro, dallo
specifico lat ODUM umidit da UVIDUS umido, lital conta Udometra,

Udomtrico e Udmetro.
Il gr conta lo specifico HYETOS pioggia che sopravvive nel prefissato
Isoita (pref gr ISOS uguale) e sta, in meteorologia, per linea di eguale
intensit di pioggia.
Letrusco conta TUL che vale pioggia violenta cui lonomastico ancora
ricorrente Tullio.
Dal volg veneto Piova pioggia lital conta Piovno (omn di Piovano da
Pieve), il dim Piovscola con Pioviscolre, Pivire sorta di uccello dei
Caradridi (omn di Piviere da Pieve) con Pivierssa (snm di Squatarola) e
vrs Piovanllo sorta duccello degli Scolopacidi cui Piovanello
pancianera. Il gr conta lo specifico KHARADRIOS piviere cui la Famiglia
Cardridi, lOrdine Caradrifrmi e il Genere Cardrio.
Dal sct ABHRAM nuvola di pioggia, il lat aveva traslatato il termine
IMBREX pioggia, cui Embrice-mbrice con Embricre e Imbricre,
Embricto e Imbricto, Embricatra, Embricita e Imbricita, Embrocre
con Embrocazine e Embrcca, Imbrfero che porta pioggia \ Una nube
imbrifera\.
Il gr ne aveva tratto OMBROS pioggia cui il suff OMBRO in ambito
botanico cui Ombrofila e Ombrfilo pianta che resiste alla pioggia
(omonimi di Ombrofilia e Ombrofilo attrazione per lombra), Ombrofoba
e Ombrfobo non resistente alla pioggia (omonimo di Ombrofobia e
Ombrofobo avversione per lomra), Ombrgrafo e Ombrmetro snm di

279

Pluviografo e Pluviometro.
Eppoi, Imbto gi Embto, cui Imbutni (botanica) e il composto
Imbutifrme; termine alieno lomologismo Imbutre con Imbutitre e
Imbutitra, dal franc EMBOUTIR da BOUT capo, estremit prefissato EM
(omologo dellital IN che diventa IM innanzi a consonanti b, p).
Il gr conta lo specifico KHOANE per Imbuto, cui lital Cona cavit
anatomica.
\ Nel Medievo, il simbolo dellimbuto rovesciato indicava fig lignoranza poich in
tale posizione non si poteva utilizzarlo per un riempimento (del sapere); nella corretta
posizione invece rappresentava la conoscenza. \

\ Radicali REG GES


In assonanza al percorso REGERE tenere-sostenere da rad REG, v
GERERE da rad GES portare, questo il capofila di Gernte cui Gernza,
Grla dal devb dim GERULA cesto, Gestre questo sia fare gesti sia
amministrare cui Gestbile, Gestine con Gestionle e Gestre, eppoi
Gsta che mantiene il plur lat GESTA con Gsto da GESTUS cui un toscano
Gstro, Gestule con Gestualit, Gestnte che porta (il feto) e Gestazine
(adottano dal 1765) quale snm di Gravidanza (gi dal XIV sec) con il
patologico Gestsi (suff medico OSI), Gestatria cui la papale Sedia
gestatoria, Gesticolre da GESTICULARI con Gesticolamnto,
Gesticolatre, Gesticolazine e Gesticolo, Gestualit.
\ La gestualit nasce quale linguaggio sostitutivo della parola tra individui di diversa
provenienza geografica; litaliano, pertanto, manifesta una tenace gestualit culturale
dovuta alla sua storia di convivenza con popoli stranieri \

Dal ted si conta il glb Gestalt forma donde gli omologismi Gestltico,
Gestaltsmo e Gestaltsta. Il percorso prosegue con il prefissato Regstro o
Regsto da REGESTA registro da REGERERE riportare cui Registrre con
Registrbile, Registrto, Registratre, Registratra, Registrazine; attraverso
lo sp FINCA colonna di registro, lital conta lomologismo Fnca con
Fincto e Fincatra.
Il Registratre moderno dovuto al vecchio Magnetfono, ossia
Registratore a filo magnetico, perfezionato dai tedeschi durante lultma
guerra e, alla fine del conflitto, passato in mano americane. Dal 1946 si
diffuse il Registrratore a nastro magnetico.
Con i diversi pref, lital conta ancora Congrie dal lat CONGERIES astratto
di CONGERERE ammassare (CUM GERERE), erroneamente equivocato
quale esot franc, in realt al contrario, con Congestine cui Congestionre,
Congestionto, Congsto e Congestzio dal lat CONGESTICIUS, Digerre
da DIGERERE (pref DIS dispersivo) con Digerbile, Digestine e Digsto, il
glb ingl Digest dal verbo TO DIGEST fig riassumere (digerire), Digestre
(il nome originale imposto alla pentola a pressione dal suo costruttore, per la
sua qualit di rendere digeribili i cibi in essa cucinati), Ingerre da
INGERERE (IN illativo) con valore di deglutire cui Ingerimnto,
Ingstine, Ingsto e i doppi prefissati Indigestine con Indigsto, Ingerre
con valore fig di intromettersi-intereferirere cui Ingnte, Ingernza, eppoi
Suggerre da SUGGERERE portare sotto (pref SUB) con Suggerimnto e
Suggeritre eppoi Suggestine dal Pp SUGGESTUS cui Suggestionbile
con Suggestionabilit, Suggestvo con Suggestivit e Suggsto. Utilizzato

280

come suff GERO, termini quali Algero che porta le ali, Armgero che
porta le armi, Crocgero che porta la croce, Langero che porta la lana;
da non equivocare con lomn pref GERO, ampliato in GERONTO, dal gr
GERON GERONTOS vecchio da GERAS GERATOS vecchiaia,
rintracciabile in Gerocmio, Gernte, Gerusa (assemblea danziani),
Gerontocmio, Gerontocraza, Gerontofila, Gerontofoba che indica
avversione per i vecchi e la paura di invecchiare, Gerontoiatra,
Gerontologa, il prefissato botanico Agerto (A privativo) che non
invecchia, ma anche in onomastica quale Calogero che sta per bel
vecchio con il gr KALLOS bellezza (cui lintrovabile composizione
Calomelno bel nero con MELAS nero), Ergero pianta erbacea con
Erigerne (col gr ERI presto), Gerobomo bottiglione di champagne, il
termine ispirato allomn re biblico, il cui nome vrs connesso col valore di
anziano.
Dovrebbe, tuttavia, esserci una connessione, poich la rad REG teneresostenere, svoltasi da GES portare, ossia col pref RE del valore di atto
ripetuto, varrebbe pi che portare; e non appare quindi inverosimile una
comune origine tra la rad BHER di PHERO e GES di GERERE, entrambi
semant portare, dando per buona lipotesi di una successiva attestazione di
pron in area separata.
\ Canone
Il gr conta KANON per regola, cui il lat CANON e lital Cnone, Cannica,
Cannico con una curiosa variante Calnaco, e Canonizzre.
\ Aggere Arbitro
Aggere-ggere trincea ed Aggerre sono termini che hanno mantenuto la
costruzione lat class di AGGER, dal sabino ARGER, rifiutando
litalianizzazione con Argine-rgine, questo da AD GERERE cui Arginle,
Arginre, Arginatra; la tradizione sabina conta il pref AR al posto di AD,
che ritroviamo in ARBITER cui Arbitro-rbitro con Arbitrggio passando
dal franc ARBITRAGE, Arbitrle dal lat ARBITRALIS, Arbitrre dal lat
ARBITRARI denm di ARBITER, Arbtrio dal lat ARBITRIUM.
\ Arbitrio vale facolt libera di scegliere, ma Lutero non era daccordo, poich
considerava lArbitrio pur sempre Servo, dal fatto che lumano arbitrio dipende dalla
volont divina.\

\ Re Regina Principe
Dalla rad REG di Reggere, il sct aveva RAJA il re, cui MAHARAJAH
(MAHA grande) con lomologismo ital Maragi o Margia, lar RAIS, il lat
REX REGIS e lital Re con la variante Rge cui i collaterali Rele e Realsta
(omonimi di Reale e Realista nel percorso di RES cosa, il secondo col suff
ISTA di collegamento a sostantivi in ISMO), Reme dal lat REGIMEN
attraverso il franc ant REIALME, il prefissato Interr o Interrge dal lat
INTERREX con INTERREGNUM cui Interrgno (INTER tra), il prefissato
Vicereme con Vicer (corretto Vicer) con Vicerele; attraverso il franc
KHEDIVE ma di genesi turca KEDIV signore, lital conta lomologismo
Chediv o lesot Kediv che sta per Vicer per accezione in Egitto durante la
potenza ottomana.
Regalre rendere omaggio al re attraverso lo sp REGALAR sovrapposto a

281

Gala, cui Regle con Regalit e Regalmnte, Regala da REGALIA con


Reglo dono al re sia sostantivo sia aggettivo quale nella locuzione Pacco
regalo, ed anche Regglia o Rigglia parti spettante al re questo metaf
svoltosi in enantiosemia come avanzo di nessun valore 1.
Il percorso prosegue con Rggia (omn-snm di Reggia utensile) dalla
locuzione lat REGIA DOMUS casa reale, il toponimo Rggio e laggettivo
Rgio del re che avrebbero assunto fig il significato di principale come
nella locuzione Strada regia omologandosi nella variante veneta Calle reza;
eppoi Regicda con Regicdio (col suff vderivato dal lat CAEDERE
uccidere), Rgno dal lat REGNUM di REX REGIS cui Regnnte o
Regnatre e Regncolo, Regna con Viceregna (con suff INA per generi
fem), il gioco per ragazzi Regina reginella, titolo adottato dallonomastica
in Regina cui Reginella, Rgolo (omn di Regolo assicella) dal dim lat
REGULUS piccolo re cui fig Rgolo sorta di uccello. Curioso il termime
Reattno da uno sperduto Regattno da Regtto dim di Re. Dal franc
REINETTE reginetta, lital ha adottato lesot Rentta o Rantta per
classificare un tipo di Mela.
\ Tra i regni moderni, lEuropa conta il Regno Unito che include Galles, Inghilterra,
Irlanda del Nord e Scozia \

Prima dessere incoronato, il Re un Prncipe, al fem Principssa, questo dal


lat PRINCEPS composto con PRIMUS e KAP di CAPERE prendere e
quindi vale che prende il primo posto; attraverso il persiano BIGUN
principessa, si conta un glb ingl-ind Begum, termine oggi sopravvissuto
quale consorte dellAga Khan.
Il percorso prosegue Principle, Principalit, il regale Principto,
Principire e Princpio. In ambito di Princpio, il termine Sicutra (situazione
precedente), dalla formula lat SICUT ERAT come era Sicumra
(atteggiamento scostante), invece, detimo sconosciuto, anche se, da altra
ricerca, lo si fa derivare dalla stessa formula, ma con lerrore
dellinserimento di CUM con, cos attestatosi, ovvero SICUT CUM ERAT
(IN PRINCIPIO); ma non si spiega ancora leventule passaggio fig al
significato corrente. Una forzata eventualit ci sarebbe nel tradurre il termine
(Comportarsi) come con ci che era prima
(che entrassimo in
confidenza).
Principire il snm di Inizire, questo dal lat sacerdotale INITIARE
introdurre ai misteri religiosi, significato ancora oggi sopravvissuto in un
pi ampio contesto con Inizito, Iniziazine, Iniziamnto; in percorso,
Inizibile, Iniziatva questo transitato dal franc INITIATIVE, Iniziatre,
Inzio; il termine nato dalla composizione del pref IN illativo con il verbo
IRE andare, e non solo, lancora snm verbo Comincire, gi Comenzre, da
COMINTIARE nasce nel XIII sec col secondo pref CUM ossia attreverso
CUM IN IRE, cui Cominciamnto, Comincita e Comincito gi Comenzta
e Comenzto, Comincitre gi Comenzatre, Cominciatra e Comncio.
Eppoi il percorso conta in complanare il prefissato Incomincire (gi dal
1250) con Incominciamnto, Incomincito, Incomncio (pref IN illativo).
Il percorso desueto in z sopravvive nel volg mer talvolta fedele al CUM
latino, quale Cuminzare, Cuminzato

282

Il verbo Cominciare regge linfinito con le particelle Con o A, quali


Comincio a crederti, Comincio col rinunciare ai dolci
1
Da particolari studi antropologici, la tradizione dei regali avrebbe avuto unorigine
negativa; il regalo, infatti, per un gioco inconscio, sarebbe storicamente lo strumento
per legare a s una persona e poi farle del male. Se ci fosse vero, si spiegherebbe
tutta la malvagit che un individuo pu ostentare verso chi avrebbe tradito
quellaffettuoso legame arricchito di suoi regali.

\ Mare Oceano
E tutte le acque terminano in Mare o in Oceano.
Mre, dal lat immutato MARE, il termine che anticamente identificava la
laguna, consolidatosi nella parte occidentale indoeur; in quella orientale
prevalso il corrispondente SELOS, rintracciabile nel sct SARAS cui Srgo o
Srago dal lat SARGUM gi gr SARGOS snm di Spro dal lat SPARUS gi
gr SPAROS cui Spridi, la Famiglia alla quale appartiene il Pgro altrimenti
detto Prago con metatesi del gruppo gr in rag, dal lat PAGER o PAGRUS
fig dal gr PHAGROS pietra da affilare per la sua forma, cui ancora
Pagllo, altrimenti Mormora o Luvaro, dal lat PAGELLUM dim di PAGER;
un altro snm locale Manfrne detim lat VAFER astuto, quindi non
connesso con il termine Manfrna questo ellittico di Monferrna relativo al
toponimo del Monferrato, e che indica una sorta di danza piemontese, metaf
svoltosi quale lungaggine con attributo di fastidiosa.
\ Si contano appena 44 le nazioni al mondo che non sono bagnate dal mare.Il termine
Mare adottato per indicare metaf una grande quantit, cui la locuzione Un mare di
problemi \

Il tema orientale lo si ritrova in rari termini italiani quali Selce dal gr


SELAKHION pesce cartilagineo in connessione con
KHONDROS
cartilagine cui Selci Sottoclasse di pesci e il prefissato Euselci (EU
bene) Superordine di pesci questo snm di Elasmobranchi, eppoi in
Selaginlla sorta di felce, pianta con foglie a forma di squama altrimenti
detta Rosa di Gerico, da SELOS cui Selaginellcee (la Famiglia), in
Sargsso alga e in Srgo pesce da SARAS. La connessione dei termini
Sarda, questo pesce azzurro tipico della Sardegna, Sardonia (ranuncolo
proprio della Sardegna) e Sardonico (maligno, proprio dellerba sardonica)
con il toponimo Sardegna ha fatto forse smarrire la rad iniziale di SARAS.
Nulla vieta di connettere Sardegna con la rad sct SARAS mare, il cui
toponimo varrebbe che nel mare sul calco di Terrgno che nella terra.
Altre fonti fanno derivare Sardegna dal lat KARALIS di un fiore locale di
rad mediterranea (preromana) vrs connesso col gr KHLOROS verdastro di
Cloro. In versione gr ant, ancora, lisola era indicata fig con ICHNUSSA
orma, appunto per la sua forma che ricorda limpronta del piede con lalluce.
Infine, da una indicazione punica, loronimo dellisola era latinizzata in
HAMPSICORAS o HAMPSAGORAS cui un Amsicora o Ampsicora
nellonomastica ancora corrente ma risteretta nel cagliaritano.
Nel percorso della Sardegna, lital conta Sardagnlo o Sardegnlo o ancora
Sardignlo, Sardsmo con Sardsta (col suff ISTA di collegamento ai
sostantivi in ISMO in omn col suff ISTA di collegamento ad un mestiere),
Srdo; termini alieni nel percorso, Sardna omologismo dal catalano
SARDANA danza della Cerdana in Catalogna, Sardnica pietra onice dal

283

toponimo Sardi in Lidia.


Dal tema di Mare discende Marno o Marrno (dal XV sec) bastimento
mercantile attraverso il veneziano, il quale conta un omn Marrno
spregevole in adozione dallo stesso secolo, pertanto vrs relativo al
marinaio che sbarcava dal marrano e che ne combinava di tutti i colori, in
complanare o sovrapposto, per, con lo sp MARRANO porco questo rivolto
a ebrei e mori pur convertiti.
Il percorso del tema Mare conta una nutrita serie lemmatica, cui Mara
attraverso il franc MAREE (mare) da MER mare, con i composti
Mareografa cui Mareogrfico e Maregrafo, Mareogrmma, Mareomotre
e, in locuzione, Alta marea, Bassa marea, Mareggire con Mareggiamnto e
Mareggita, Martta, Marmma dalla locuzione lat MARITIMA REGIO
regione marittima cui Maremmno con lepiteto Leone maremmano rivolto
al poeta Giosu Carducci (1835/1907) e di questo il relativo Carduccino e
Carduciansimo. Eppoi i composti Maremto, Maricoltra, Marsovno o
Marsuno (sorta di cetaceo con il snm Focna) dal danese-svedese
MARSVIN porco di mare attraverso il franc MARSOUIN, il fig Marezzre
sorta di tessuto con Marezzto e Marezzatra variegare con linee
sinuose, Marna, Marinio, Marinra con Marinro, Marinre tecnica di
conservazione del pesce questo denm da Marino con Marinta, Marinto e
Marinatra, il glb ingl Marine dalla locuzione MARINE CORPS Corpo di
Marina, Marinera, Marinsco, il sostantivo Marinarsca e laggettivo
Marinarsco, il dim Marinartto, Marinizzre, laggettivo Marno dal lat
MARINUM