P. 1
Il Libro Del Risveglio

Il Libro Del Risveglio

|Views: 165|Likes:
Publicado porMisterSarmoung

More info:

Published by: MisterSarmoung on Jul 21, 2011
Direitos Autorais:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOCX, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

07/20/2013

pdf

text

original

tutto OK

D.: Penso di fare esperienza del vuoto, ma è una sensazione pesante.

P.: Il vuoto non è pesante. Se lo è, non è vero vuoto. Chi pensa?

Gli uomini non vogliono la libertà. Quanti la desiderano davvero?

Ti dico che sei già libero, ma tu non lo accetti. Vuoi fare qualcosa.

La libertà non ha bisogno di sforzi. Le altre cose forse sì, ma la libertà è libera.

...Questo pensiero di libertà va contro corrente, va in direzione della sorgente.

Da dove nasce il pensiero? Dev'esserci una certa attività perché il pensiero possa nascere e andare dove
va. Ma la sorgente non va e non viene: E¶ quello che è. Com'è semplice! A volte mi fa ridere vedere un
pesce nel fiume che urla: "Ho sete". Dire: "Voglio l'illuminazione" è lo stesso.

Non facciamo attenzione a quello che è facile e vicino. Siamo attratti dal difficile, dal lontano: la luna,
I'Everest. Ma nessuno è arrivato al Sé in questo modo.

Poonja

Se l'occhio non dorme, i sogni cesseranno naturalmente.

Se la mente non discrimina,

le diecimila cose

sono quel che sono, una singola essenza.

anonimo

La preoccupazione è la morte. Se sai che tutto è "io", non ci saranno più preoccupazioni e non ci sarà
nemmeno il passato. Non frammentarti in piccole parti. Amplia la comprensione oltre tutti i limiti. Io sono
così e così è una limitazione sufficiente a farti soffrire.

Poonja

In realtà, si è sempre in samadhi, ma non lo si sa. Per saperlo, tutto ciò che si deve fare è rimuovere gli
ostacoli.

Non c'è né passato, né futuro. C'è soltanto il presente. Ieri era il presente per te quando lo sperimentavi, e
anche domani sarà il presente quando lo sperimenterai.

Ramana Maharshi

La Mente Intelligente non è responsabile se le cose funzionano. È la mente che vede quello che ha davanti,
e segue la natura delle cose.

Quando lavori con Wu Wei allora metti il cuneo rotondo nel buco rotondo e il cuneo quadrato nel buco
quadrato. Niente stress, niente lotte. Il Desiderio Egoistico cerca di forzare il cuneo rotondo nel buco
quadrato e il cuneo quadrato nel buco rotondo. L'Astuzia cerca di immaginare vie più furbe per incastrare i
cunei là dove non c'entrano. La Conoscenza cerca di capire perché i cunei rotondi entrano nei buchi rotondi
e non in quelli quadrati. Wu Wei non prova. Non pensa alla questione. Agisce soltanto. E quando agisce
sembra che non faccia praticamente nulla. Ma le Cose Vengono Fatte.

Benjamin Hoff

L'ultimo Nirvana si ottiene evitando tutte le azioni samsariche quali la ricerca del Nirvana, o di togliere
l'impurità per attaccarsi alla purezza... Ma allora come si ottiene la liberazione? Non essendo mai stati
schiavi, non avete bisogno di liberazione.

Hui hai

Se conosceste la pace che c'è sempre in voi, ecco lo stato naturale. È proprio il fatto che cerchiate di creare
uno stato mentale di calma, che vi crea problemi.

Potete solo parlare di pace, creando uno stato mentale e dire che siete calmi, ma questa non è pace, è
violenza. Non serve praticare la pace, non c'è ragione di praticare il silenzio. Il vero silenzio è esplosivo, non
è uno stato di morte cerebrale che i cercatori pensano di ottenere. "Oh! Esperimento il silenzio!" Ciò non
significa niente. In realtà "questo" è di natura vulcanica: come se ribollisse tutto il tempo - l'energia, la vita, -
eccone le qualità. Come faccio a saperlo? Non lo so. La vita è consapevole di se stessa - potrei dire così.

U.G.

D.: L'Illuminazione è uno stato di continua felicità?... Quando si arrabbia... è felice all'interno? La differenza
fra noi è il fatto che noi ci identifichiamo con le nostre emozioni che ci governano, mentre lei no?

P.: La felicità è permanente. È sempre lì. Ciò che va e viene è l'infelicità... Se ti identifichi con ciò che viene e
va, sarai infelice. Se ti identifichi con ciò che è permanente, sei la felicità stessa... La collera è una mia
buona amica. È là quando ne ho bisogno per trattare qualche affare. È utile: fa un buon lavoro senza
disturbarmi, poi se ne va finché non ne avrò ancora bisogno.

Poonja

D.: ... sento dire che la libertà dai desideri e dalle inclinazioni è il presupposto indispensabile per la
realizzazione. Ma ritengo che attuarla sia impossibile. L¶ignoranza di sé provoca i desideri i quali perpetuano
l¶ignoranza. E¶ un circolo vizioso!

M.: Non c¶è niente da fare né da abbandonare. Guarda, ricorda: qualunque cosa tu percepisca non è te né
tua. E¶ lì, nel campo della coscienza ma, tu non sei il campo, né il conoscitore del campo. E¶ l¶idea di dover

fare, che t¶intrappola nei risultati dei tuoi sforzi: la motivazione, il desiderio, il senso di frustrazione: tutto
questo ti tira indietro. Limitati a guardare ciò che accade, e sappi che sei oltre.

D.: Dovrei astenermi dal fare qualsiasi cosa?

M.: Non puoi! Ciò che va avanti deve procedere! Se ti arresti di colpo ti schianti.

Tu sei la conoscenza dell'insieme della manifestazione, che è il corpo di mâyâ. Per tuo mezzo mâyâ anima il
mondo, ma l' "io sono", in se stesso, è un inganno, una frode.

Ascolta bene questa affermazione: l'"io sono" è un'illusione e tutto il resto è vero.

Tornate nella società; il vostro lavoro costituirà il vostro migliore conforto; tornate a occuparvi delle vostre
attività abituali. Non cercate di cambiare la minima cosa, evitate qualsiasi complicazione, qualsiasi
discussione. Tutto ciò che deve compiersi viene per conto suo.

Nisargadatta Maharaj

Ho visto un documentario che riprendeva una mamma orsa mentre educa i piccoli.

Insegna loro a cacciare, a pescare, ad arrampicarsi, e tutto ciò che i cuccioli devono imparare per la
sopravvivenza. Un bel giorno, li fa salire tutti in cima a un albero e, cosa fa? Se ne va, senza neppure
voltarsi. Come si saranno sentiti gli orsetti? Spaventatissimi, ma la strada alla libertà passa dalla paura.

Charlotte Joko Beck

... le cose prendono sempre il loro corso naturale lo si voglia o no. Avere degli scopi non le influenza in un
modo o nell'altro. Per di più, poiché nulla nel mondo della forma rimane per un solo attimo senza mutamento
che differenza c'è tra la mortalità e l'immortalità? I succhi che dalla tua tomba nutriranno le erbe non saranno
più tuoi ; perché dovrebbe essere altrimenti con qualsiasi residuo spirituale che tu potresti avere?
Supponiamo che tu abbia uno spirito destinato a vivere per eoni; poiché il suo mutamento non può mai
cessare, per quanto tempo sarà il tuo spirito? ... con la speculazione non si ottiene nulla. Le cose sono
sempre come sono. Imparare ad accettare ciò che si presenta è l'unica via per la tranquillità.

John Blofeld

Non arrogarti nessuna azione - tutto sta accadendo da sé. Se tu non sei, qual'è il bisogno di tutte le
discipline, incluso Dio?

Nisargadatta Maharaj

Un giorno di pioggia è bello come un giorno di sole,

essi esistono entrambi, ognuno a suo modo.

Fernando Pessoa

Troppi passi ci vollero per fare ritorno alla radice e alla sorgente.

Magari fossimo stati ciechi e sordi fin da principio!

Abitare nella propria autentica casa,

senza curarsi di ciò che è fuori

Il fiume continua a scorrere placido

e i fiori sono rossi.

Kakuan

You're Reading a Free Preview

Descarregar
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->