Você está na página 1de 3

Facoltà di Sociologia

Lavoro, Organizzazione, Sistemi Informativi

Organizzazione dei Sistemi Informativi Aziendali


Anno Accademico 2008-09 prof. Gianmarco Campagnolo

Presentazione progetto di ricerca gruppo 3 “Piticchio” da parte del gruppo ADG 1

(Alice Ottolini, Davide Modè e Gianantonio Me)

Introduzione
Il progetto di ricerca del gruppo 3 (Il modulo HR del sistema SAP dell'università di
Trento, un'indagine esplorativa nell'ufficio delle risorse umane) ha come suo focus
l’osservazione del funzionamento e della gestione dell’ufficio delle risorse umane con
riferimento all’implementazione del sistema ERP SAP presso l’Ateneo di Trento.
Questo progetto presenta le seguenti componenti teoriche e metodologiche:
- Il passaggio dal paradigma “gestione del personale” ad uno incentrato sulle
risorse umane. Il concetto di risorsa umana viene proposto come
partecipazione attiva ai processi aziendali della persona con l’attenzione alle
esigenze di autorealizzazione. Questo cambiamento di prospettiva ha
ripercussioni anche riguardo alle politiche di investimento nel personale stesso,
comportando diverse modalità di valorizzazione del capitale umano.
- Nello specifico caso, si affrontano le dinamiche di cambiamento e di
innovazione a seguito dell’introduzione del sistema SAP. Vengono illustrati
brevemente funzionalità e pregi del modulo HR (riduzione di tempi e costi,
pianificazione, gestione della formazione, gestione della contabilità del lavoro,
mobilità e carriere).
- Vengono poi formulate diverse domande che guidano la ricerca. Queste
abbracciano diverse tematiche, legate ai vari momenti della carriera
(assunzione, crescita all’interno dell’organizzazione). Inoltre viene posto il
quesito su come la gestione dei dipendenti sia cambiata a seguito
dell’introduzione di SAP.

1
- Il gruppo 3 ha deciso di supportare il proprio lavoro attraverso alcuni brani di
N.Pollock e J.Cornford, Pollock e Williams, utilizzando inoltre le interviste
fornite dal docente nel corso, con l’obiettivo di cogliere la specificità dei
processi decisionali dell’università rispetto alle altre organizzazioni. Questa linea
di analisi apre il dibattito sull’opportunità dell’introduzione di un sistema che
presenta delle caratteristiche tecniche fortemente standardizzate, pensato in
origine per il settore privato, in un’organizzazione tipicamente pubblica.
Questo può comportare una serie di esigenze di personalizzazione del
software, che potrebbero non essere concretamente realizzabili.
- I presupposti teorici indicati sono sostanzialmente tre: actor- network theory, i
concetti di biografia e storia accumulata.
- La metodologia si basa sul paradigma interpretativo volto a produrre concetti
orientativi (Blumer, 1969), utilizzando un’analisi di tipo qualitativo
(principalmente attraverso interviste) e sull’osservazione partecipante (con una
visita all'ufficio delle risorse umane).

Riflessioni critiche
Il progetto in esame sviluppa una direzione di ricerca che si svolge su un campo
delicato e complesso, perché contempla un alto numero di variabili, le quali non sono
né quantificabili né classificabili con facilità in quanto implicano profonde connessioni
con aspetti irrinunciabili della persona umana.
Il progetto ci appare ben strutturato, soprattutto nella sua parte metodologica, ed
espone in maniera chiara quelli che sono i presupposti teorici e presenta buoni
riferimenti bibliografici. Le letture fatte sono state meditate abbastanza da essere
presentate in modo facilmente comprensibile.
Un altro pregio è l'apparato di domande che possono aiutare nella realizzazione
progressiva della ricerca, apparato molto ricco e ben articolato.
Quello che ci sembra ancora inadeguata è la formulazione precisa della direzione di
ricerca stessa, in quanto la presenza di più domande non permette un ancoraggio
pieno al presupposto fondamentale, che dovrebbe essere quello di analizzare la
connessione tra l’ufficio di gestione del personale e il sistema ERP. Nel dettaglio,

2
sembrano poco pertinenti le domande riguardo le modalità di assunzione in università
e gli sviluppi di carriera in senso stretto.
Ci sembra inoltre importante approfondire alcuni concetti fondamentali, come quello
di attante perché permette di mettere in relazione la questione del personale con il
sistema informativo, legando così ancora meglio le due questioni e dando spunti
importanti per le conclusioni del loro progetto di ricerca.

Suggerimenti
Sarebbe forse necessario indicare il focus della ricerca attraverso un’unica domanda, in
modo che lo scopo appaia univoco. Questo non significa che la domanda di ricerca
debba essere “una domanda secca”, essa può essere articolata raccogliendo altri quesiti
presentati nell'elaborato purchè emerga in modo chiaro la connessione tra l'evento
organizzativo (introduzione del sistema SAP) e il processo aziendale in oggetto
(gestione risorse umane).
Il gruppo 3, secondo la nostra analisi, ha sottovalutato il ruolo delle consulenze, che
andrebbe quindi approfondito: all'inizio del loro lavoro parlano della necessità da
parte dell’università di mettersi in gioco nell’implementazione del sistema informativo
SAP, ma forse dietro a questa scelta vi erano anche delle necessità amministrative che il
sistema precedente non consentiva o permetteva. Sarebbe quindi importante osservare
come le consulenze abbiano effettivamente influenzato le scelte dell'università, e di
conseguenza le scelte dell'ufficio di gestione del personale.
Potrebbe risultare utile una conoscenza anche sommaria del framework di Feeny e
Willcocks1 in modo da avere una griglia di lettura ulteriore del rapporto HR-IS.
Per quanto riguarda l'analisi del materiale documentario siamo ancora in una fase di
work in progress, non è quindi possibile una valutazione se non sulla assoluta validità
della scelta di visitare l'ufficio delle risorse umane nei giorni a venire.

1 Feeny and Willcocks IT Outsourcing and core IS capabilities: challenges and lessons at Dupont ,Information System Management,
Winter 2006