Você está na página 1de 2

Elezioni

Un giorno, quando la Creazione era ancora nuova nuova, gli abitanti del luogo organizzarono un concorso di canto al quale si iscrissero rapidamente quasi tutti i presenti, dal cardellino al rinoceronte. Sotto la guida del gufo, venne decretato che la votazione per il concorso sarebbe stata a scrutinio segreto e universale; avrebbero quindi votato tutti i partecipanti, componendo essi stessi la giuria. Cos fu. Tutti gli animali, compreso luomo, salirono sul palco a cantare e ricevettero maggiori o minori applausi da parte del pubblico. Poi scrissero il voto sopra un foglietto e lo infilarono, piegato, dentro una grande urna sotto il diretto controllo del gufo. Quando giunse il momento del conteggio, il gufo sal sul palcoscenico improvvisato e, con a fianco due anziane scimmie, apr lurna per iniziare il computo dei voti. Uno degli anziani estrasse il primo voto e il gufo, nellemozione generale, grid: Il primo voto, fratelli, per il nostro amico asino!. Cal il silenzio, seguito da alcuni timidi applausi. Secondo voto: lasino! Sconcerto generale. Terzo: lasino!. I concorrenti iniziarono a guardarsi sorpresi, poi si scambiarono occhiate accusatorie e alla fine, visto che continuavano a uscire voti per lasino, erano sempre pi vergognosi sentendosi in colpa per come avevano votato. Tutti sapevano che non c canto peggiore del disastroso raglio dellequino. Eppure, uno dopo laltro, i voti lo designavano come il miglior cantante. E cos avvenne che al termine dello scrutinio, per libera scelta della giuria imparziale venne deciso che lo stonato e stridente raglio dellasino fosse il vincitore. E venne dichiarato la miglior voce del bosco e dintorni. In seguito il gufo spieg laccaduto: ogni concorrente, certo di essere lui il vincitore, aveva dato il proprio voto al partecipante meno probabile, a colui che non avrebbe rappresentato nessuna minaccia. La votazione fu quasi unanime. Soltanto due voti non andarono allasino: quello dellasino, che riteneva di non avere nulla da perdere e aveva votato in tutta sincerit per lallodola, e quello delluomo che, ovviamente, aveva votato per se stesso. La gente da nulla, i disonesti vanno in giro seminando bugie. Strizzano locchio, fanno segni con le dita, e altri gesti per trarre in inganno. Sono pieni di malizia, non pensano che a far del male. La loro rovina sar completa, improvvisa e senza rimedi (Libro dei Proverbi 6, 12-15).
Da Il Bollettino Salesiano

Foglio informativo parrocchiale ad uscita settimanale. Ciclostilato in proprio ad uso interno. ANNO C Campane on line sul blog: oratoriobrenta.blogspot.it

Prima lettura(Dal libro della Gnesi 18,20 alzarmi per darti i pani, vi dico che, an-32) che se non si alzer a darglieli perch NON LA DISTRUGGER PER RIGUARDO suo amico, almeno per la sua invadenza A QUEI DIECI si alzer a dargliene quanti gliene occorSalmo responsoriale (Dal salmo 137) rono. Ebbene, io vi dico: chiedete e vi saNEL GIORNO IN CUI TI HO CONVO- r dato, cercate e troverete, bussate e vi CATO MI HAI RISPOSTO sar aperto. Perch chiunque chiede riceSeconda lettura (Dalla lettera di S. Paolo ve e chi cerca trova e a chi bussa sar aapostolo ai Colosssi 2,12-14) perto. Quale padre tra voi, se il figlio gli FEDE NELLA POTENZA DI DIO chiede un pesce, gli dar una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli VANGELO (Luca 11,1-13) dar uno scorpione? Se voi dunque, che QUANDO PREGATE, DlTE: PA- siete cattivi, sapete dare cose buone ai voDRE... stri figli, quanto pi il Padre vostro del Ges si trovava in un luogo a pregare; cielo dar lo Spirito Santo a quelli che quando ebbe finito, uno dei suoi discepoli glielo chiedono!. gli disse: Signore, insegnaci a pregare, * Ges ci ha fatto conoscere che Dio un come anche Giovanni ha insegnato ai Padre affettuoso, che noi dobbiamo rivolsuoi discepoli. Ed egli disse loro: gerci a Lui con una confidenza di figli, Quando pregate, dite: Padre, sia santichiamandolo col dolce nome di Padre ficato il tuo nome, venga il tuo regno; (Abb, Pap). lo Spirito Santo che ci invidacci ogni giorno il nostro pane quotidiata a respingere da noi ogni paura di Dio, per no, e perdona a noi i nostri peccati, anche vedere in Lui un Padre pieno di bont e di noi infatti perdoniamo a ogni nostro deamore. Venga il tuo Regno, Il Regno di Dio bitore, e non abbandonarci alla tentazio gi iniziato, ma non ancora compiuto. ne. Poi disse loro: Se uno di voi ha un Questa vita presente stata voluta da Dio in amico e a mezzanotte va da lui a dirgli: vista del Cielo. Amico, prestami tre pani, perch giunto da me un amico da un viaggio e non ho * E perdonaci i nostri peccati, perch anche nulla da offrirgli; e se quello noi perdoniamo. Noi diciamo a Dio: ti chiedallinterno gli risponde: Non diamo di cancellare i nostri peccati, come mimportunare, la porta gi chiusa, io e noi perdoniamo a quelli che ci offendono e i miei bambini siamo a letto, non posso ci fanno del male. Solo se noi perdoniamo Pag. - 1 -

Pag. - 4 -

di cuore ai fratelli, Lui ci pu perdonare. Quando noi chiediamo a Dio che ci perdoni, gli chiediamo in definitiva che ci ami; cos per noi: il perdono ai nostri fratelli comporta amore. * E non ci indurre in tentazione. Chiediamo a Dio di non lasciarci slittare nella

prova, di non permettere che lo offendiamo. Letteralmente il testo greco dice: liberaci, strappaci via dal demonio. La Parola di Dio e il Rosario sono armi invincibili contro Satana.

Parrocchia SANTI VITO e MODESTO - BRENTA calendario dal 28 luglio al 4 agosto 2013

DOMENICA 28 Parrocchia ore 10.00 S.Messa def.to Longhi Luigi S. Quirico ore 18.00 S.Messa def.ti Cason Domenico e Maria LUN 29 Parrocchia ore 18.00 S.Messa def.ta Melia Carolina MAR 30 === MER 31 S. Quirico ore 20.30 S.Messa def.ti Todeschini Domenico e Carla GIO 1 ===

VEN 2 === SAB 3 Parrocchia ore 18.00 S.Messa def.ti Buzzetti Romolo e Andreina Cova Emilia DOMENICA 4 S. Quirico ore 18.00 S.Messa def.to Porrini Catt Emanuele

AVVISO Durante il mese di agosto le celebrazioni in Comunit Pastorale subiranno delle modifiche nel giorno di domenica: A Brenta sar sospesa la S. Messa delle ore 10 compreso domenica 1 settembre (In alternativa S. Messa ore 11.00 a Cittiglio) A Cittiglio sar sospesa la S. Messa delle ore 18 (In alternativa S. Messa ore 18.00 a S.Quirico a Brenta)

Pag. - 2 -

Pag. - 3 -