Você está na página 1de 68

I Punti ed i Canali di Agopuntura Elementi di Anatomia A.A. 2008/2009 Dr.

Losio Antonio

Scopo della lezione Acquisire in maniera critica il concetto di punto e meridiano sia esso in senso tradizionale cinese che occidentale e scientifico.

I meridiani o i canali ?

Allo stato attuale il meridiano (canale) di agopuntura: - Non anatomicamente identificato - Pu essere considerato un concetto puramente funzionale - In certi casi sembrato di poterne identificare il decorso : Distribuzione di radioisotopi Strie dermografiche -Si possono riscontrare lungo il suo decorso Alterazioni della conducibilit elettrica Alterazioni dei tessuti In risposta a stati patologici che lo interessano o Interessano gli organi ad esso collegati

Esame del decorso dei meridiani per la ricerca di aree di sensibilit o dolore
Se una malattia presente nel corpo certe aree lungo i meridiani possono. diventare spontaneamente sensibili o dolorose alla pressione, esaminando questi punti si pu giungere a una diagnosi e il trattamento portato su questi punti pu essere terapeuticamente efficace.

Le caratteristiche fisiche di queste zone sono: - piccoli punti o larghe aree - i tessuti sottostanti possono essere induriti e determinare allesame una sensazione come di nodulo o gonfiore. -esistono punti in cui queste alterazioni sono particolarmente evidenti si da potere essere utilizzati in maniera abbastanza costante a scopo diagnostico.

I canali ed i fenomeni elettrici della cute

I fenomeni elettrici che avvengono a livello del meridiano possono essere Studiati secondo due modalit: 1) Applicazione esterna di una corrente e misura della conducibilit ( o resistenza della cute) - un esempio pu essere dato dalla cosidetta agopuntura Ryodoraku 2) Misura e registrazione del potenziale elettrico proprio della cute e delle sue variazioni.

Lavori scientifici hanno dimostrato variazioni del potenziale elettrico nei seguenti punti:
BL 60 28 funzione urinaria ST 44-43-42-41-36 funzione digestiva La stimolazione agopunturale influenza lelettroconducibilit e il potenziale elettrico della cute a livello di Agopunti dello stesso meridiano

Il punto di agopuntura

Il punto di Agopuntura rivela allesame obiettivo: -Dolorabilit -Iper/ipovascolarizzazione -Edema cutaneo -Iper/ipopigmentazione -Iper/ipotermia -Aumentata conducibilit elettrica

Dung H.C. Anatomical features contributing to the formation of acupuncture points (1984) .analizzando larea sottostante ad un agopunto nella maggior parte dei casi si trovano dei tronchi, delle fibre nervose o zone di muscolo particolarmente ricche di giunzioni neuromuscolaria livello dei pi importanti punti di agopuntura i tronchi nervosi cambiano direzione nel loro decorso, o tendono a rendersi superficiali, o fuoriescono da un forame osseo per raggiungere il tessuto sottocutaneo o biforcano per dare vita a due o pi rami Zoniglian H. Study of needling sensation at somatic acupuncture points (1986) classifica gli agopunti in cinque gruppi: - localizzati in aree muscolari - localizzati nelle giunzioni tra muscoli e tendini - localizzati vicino ai tendini - localizzati sul cuoio capelluto - localizzati vicino alle capsule articolari

Heine H. Anatomical Structure of Acupuncture Points

1) Fascia Corporis Superficialis 2) Grossa vena 3) Piccola vena 5) Vaso linfatico 6) Nervo 7) Tessuto sottocutaneo 8) Epidermide

Due studi dellAnatomical Teaching and research Group of the Shangai College of traditional medicine: -1959 Su 309 Agopunti 152 sono localizzati su nervi 73 a 5 cm di distanza -1960 Su 324 Agopunti 304 erano associati con nervi cutanei superficiali 155 con nervi profondi 137 con entrambi

Shangai College of Traditional Medicine


Su 309 punti di Agopuntura 24 erano direttamente situati su branche arteriose 262 nel raggio di circa 5 cm da una branca arteriosa o venosa Questo suggerirebbe che il rapporto tra agopunti e vasi sarebbe secondario rispetto a quello con i nervi

Relazioni tra nervi periferici ed Agopunti

Sopraspinato SI 12 SI 11 Sottospinato BL 41 Romboidei

Coincidenza tra alcuni punti motori e punti di agopuntura

Grande Gluteo BL 54

Agopunti e Trigger Points


I punti di agopuntura sono sovrapponibili ai trigger points miofasciali

TrP Dolore riferito


Sensazione di freddo Paraesthesia Intorpidimento

10

Pertanto possiamo dire che:


-certe zone del nostro corpo che presentano peculiari caratteristiche morfologiche, possono produrre, se stimolate una, sensazione proiettata che ricalca il decorso dei canali -lesame dei segmenti corporei interessati dalle sensazioni legate a numerose patologie porta alla localizzazione di zone definibili in virt delle peculiari caratteristiche presentate

Anche se i meridiani sembrano in alcuni casi ricalcare il decorso di semplici elementi anatomici quali vene, arterie, nervi o gruppi muscolari; in realt nessuna corrispondenza anatomica pu totalmente sovrapporsi al loro decorso.

11

Definizione di Agopunto
Punto o zona cutanea situato lungo una linea di propagazione sensoriale riferita soggettivamente dal paziente.

Pu essere dolente spontaneamente e/o alla palpazione e/o presentare modificazioni morfologiche e/o funzionali in risposta a una causa di origine locale e/o a distanza. Tale causa pu essere influenzata favorevolmente mediante il trattamento locale.

Alla ricerca dei punti di agopuntura Parte seconda

12

Scopo della lezione 1) Conoscere i principi secondo cui si localizzano gli agopunti 2) Conoscere lutilizzo delle varie tecniche di localizzazione a secondo dei distretti corporei e saperle utilizzare in maniera combinata 3) Saper localizzare gli agopunti distali pi comunemente utilizzati per iniziare il trattamento delle sindromi Bi dolorose.

Agopunti degli arti pi comunemente utilizzati Meridiani Yang Arti superiori


Intestino tenue Triplo riscaldatore Grosso Intestino

Arti Inferiori SI3 TE5 LI4,10,11


Vescica Urinaria Vescica Biliare Stomaco

BL40,58,60 GB34,39,41 ST36,44

Meridiani Yin Arti Superiori


Polmone Cuore Pericardio

Arti Inferiori LU7,5 HT7 PC6


Milza Rene Fegato

SP6,9 KI3 LR3

13

I punti di repere anatomici dellAgopuntura Metodi di localizzazione degli agopunti


1. Localizzazione mediante un metodo veloce di misura 2. Localizzazione mediante riferimenti anatomici 3. Metodi convenienti( o pratici) di localizzazione 4. Localizzazione riferita a misure ossee 5. Altri metodi di localizzazione

1) Localizzazione mediante un metodo veloce di misura

Lunit di misura il CUN

14

2) Localizzazione mediante riferimenti anatomici

- 2a) riferimenti fissi

1) utilizzo di pieghe cutanee 2) utilizzo di repere ossei 3) riferimenti tendinei o muscolari - 2b) riferimenti mobili

Utilizzo di pieghe cutanee

15

Utilizzo di pieghe cutanee

Utilizzo di pieghe cutanee

16

Utilizzo di pieghe cutanee

Utilizzo di pieghe cutanee

17

Utilizzo di pieghe cutanee

Utilizzo di pieghe cutanee

18

Localizzazione mediante repere ossei

Localizzazione mediante repere ossei

Lapice della spina della scapola allo stesso livello della apofisi spinosa della III vertebra dorsale

19

Localizzazione mediante repere ossei

Localizzazione mediante repere ossei

Langolo inferiore della scapola allo stesso livello della apofisi spinosa della VII vertebra dorsale

20

Localizzazione mediante repere ossei

Localizzazione mediante repere ossei

L1

L5

21

Localizzazione mediante repere ossei

Localizzazione di L4 e L5: Le mani sono poste sulla cresta iliaca e i pollici sono diretti verso il rachide; se i pollici ricadono in modo naturale ai lati del rachide indicano il disco intervertebrale L4-L5. Se sono alzati a livello del palmo della mano indicano il processo spinoso di L4.

L4 L5

Localizzazione mediante repere ossei

L5

22

Localizzazione mediante repere ossei

L5 S2 1: spina iliaca posteriore superiore

Localizzazione C7 T1 Con indice e medio su C7 e T1, mentre il capo viene ruotato si percepisce il movimento di C7 mentre T1 resta immobile Localizzazione mediante repere ossei

Localizzazione C7 T1 Con indice e medio su C7 e T1, mentre il capo viene portato in iperestensione il processo spinoso di C7 scompare nella lordosi fisiologica mentre quello di T1 resta immobile.

23

Localizzazione mediante repere ossei

La fossa tra lestremit laterale della clavicola e la spina della scapola

Localizzazione mediante repere ossei

Il processo mastoideo

24

Localizzazione mediante repere ossei

Testa del Perone

La depressione dolente alla palpazione 1 cun anteriormente ed inferiormente alla testa del perone

Bordo anteriore del malleolo esterno

Apice del malleolo esterno

Localizzazione mediante repere ossei

25

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari


Il tendine del muscolo bicipite

M.estensore lungo del pollice

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari


La tabacchiera anatomica, a pollice esteso, tra i tendini dei muscoli estensori lungo e breve del pollice

M. Estensore breve del pollice

26

Estensore lungo dellalluce Estensore lungo delle dita Tibiale anteriore

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

La depressione tra il tendine dellestensore lungo dellalluce e lestensore lungo delle dita, fare estendere lalluce.

Il bordo posteriore della fibula e i tendini dei mm. Peronei lungo e breve

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

27

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari


M.Estensore lungo delle dita

I II III IV

Il tendine del muscolo estensore lungo delle dita (ramo del quinto dito); chiedere al paziente di abdurre il V dito.

La depressione formata tra i ventri del muscolo gastrocnemio.

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

28

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

Apice del malleolo laterale

La depressione tra la prominenza del malleolo esterno e il tendine dAchille.

Tendine di Achille

I tendini del flessore radiale del carpo e muscolo palmare lungo

Flessore radiale del carpo T.M.Palmare lungo

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

29

RIFERIMENTI MOBILI

LI15 TE14

LI14

LI11

METODI PRATICI DI LOCALIZZAZIONE

SP 10 XUEHAI
A paziente seduto con il palmo della mano dellesaminatore sul ginocchio del paziente dove il pollice messo a 45 con il dito medio tocca la cute

30

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

31

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

La distanza tra la glabella e lattaccatura anteriore dei capelli 3 Cun. La distanza tra lattaccatura anteriore dei capelli e quella posteriore 12 Cun. La distanza tra lattaccatura posteriore dei capelli e il bordo inferiore del processo spinoso di C7 3 Cun

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

T1

La distanza tra lattaccatura posteriore dei capelli e il bordo inferiore del processo spinoso di C7 3 Cun

32

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

6 Cun

La distanza tra i bordi mediali delle due scapole 6 Cun

Meridiano di Vescica Urinaria BL (Bladder) Il decorso toracico UB ( vecchia denominazione): Urinary Bladder

33

6 Cun

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

L2
BL23 BL23

Angolo della scapola BL23 SHENSHU 1,5 Cun lateralmente al bordo inferiore del processo spinoso della seconda vertebra lombare.

L4 L5
BL GV BL

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

8 Cun

La distanza tra i capezzoli 8 cun. La distanza tra i punti medi delle clavicole 8 Cun

34

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

8 Cun

9 Cun

La distanza tra lapice dellacromion e la linea mediana del corpo 8 Cun La distanza tra la linea ascellare anteriore e la piega del gomito 9 Cun

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

-La distanza tra la piega del gomito e la piega del polso 12 Cun -La distanza tra langolo sterno costale e lombelico 8 Cun -La distanza tra lombelico e il pube 5 Cun -La distanza tra la prominenza laterale del grande trocantere e la piega poplitea 19 Cun -Laltezza della patella 2 Cun -La distanza tra plica glutea e ginocchio 14 Cun -La distanza tra plica politea e malleolo laterale 16 Cun -La distanza tra plica poplitea e malleolo mediale 15 Cun -La distanza tra pube ed epicondilo mediale femore 18 Cun -La distanza tra condilo tibiale mediale e malleolo mediale 13 Cun -La distanza tra lestremit anteriore della plica ascellare e lultima costa 12 Cun -La distanza tra lultima costa e il grande trocantere del femore 9 cun.

35

ALTRI METODI DI LOCALIZZAZIONE

GB 31 FENGSHI

Passiamo alla pratica

36

Utilizzo di pieghe cutanee


LI 11 QUCHI

Utilizzo di pieghe cutanee

A met strada tra Chize LU5 e lepicondilo laterale dellomero, allestremit laterale della plica trasversa del gomito.

37

Utilizzo di pieghe cutanee


PC7 Daling

Utilizzo di pieghe cutanee

PC7 (Daling) al centro della piega trasversa del polso, tra t.muscolo palmare lungo e flessore radiale del carpo

38

Utilizzo di pieghe cutanee Alla stessa altezza di Daling troviamo:

LU9 TaiYuan, sulla piega del polso, nella depressione tra larteria radiale e il tendine delladduttore lungo del pollice allaltezza di HT7 sul bordo inferiore del pisiforme

Utilizzo di pieghe cutanee Alla stessa altezza di Daling troviamo:

HT7 Shenmen: sulla piega del polso, dal lato radiale del flessore ulnare del carpo nella depressione al bordo prossimale del pisiforme

39

Utilizzo di pieghe cutanee

BL 40 Localizzato al centro del cavo popliteo in mezzo alla plica di flessione del ginocchio

SI3 : allapice della plica che si forma chiudendo la mano a pugno o in quella immediatamente retrostante in una depressione prossimale alla testa del V metacarpale

Utilizzo di pieghe cutanee

40

Utilizzo di pieghe cutanee

LI20 YINGXIANG

LI 20 Yingxiang: nella piega naso labiale a livello del punto centrale del bordo laterale dellala del naso

Utilizzo di pieghe cutanee

BL36 (Chengfu), in mezzo alla piega glutea, a livello delle sua intersezione con il bordo inferiore del grande gluteo.

41

Utilizzo di pieghe cutanee


ST 44 NEITING Sul dorso del piede, tra secondo e terzo dito 0.5 Cun prossimalmente al margine palmato.

Localizzazione mediante repere ossei

GV 14 (Dazhui) localizzato sotto il processo spinoso della VII vertebra cervicale

42

Localizzazione mediante repere ossei

LI 16 JUGU

Localizzazione mediante repere ossei

LI16 (Jugu) localizzato nella fossa tra lestremit laterale della clavicola e la spina della scapola

43

Localizzazione mediante repere ossei

CV 22 (Tiantu) localizzato a livello della incisura soprasternale che corrisponde al bordo inferiore della II vertebra dorsale

Localizzazione mediante repere ossei

CV 17 Shanzhong localizzato sulla linea mediana dello sterno in una depressione a livello del quarto spazio intercostale, nelluomo direttamente a livello dei capezzoli.

44

Localizzazione mediante repere ossei

CV16 (Zhongting) A livello della congiunzione tra il corpo dello sterno e il processo xifoideo

Localizzazione mediante repere ossei

ST 2 SIBAI

45

Localizzazione mediante repere ossei

TE 17 YIFENG

Localizzazione mediante repere ossei

TE17 (Yifeng) E localizzato anteriormente e inferiormente al processo mastoideo

46

Processo stiloideo dellulna

SI6 Yangliao Per localizzare questo punto chiedere al paziente di tenere il braccio lungo il fianco con la mano prona sul lettino. Appoggiando il dito sul punto pi alto dello stiloide ulnare, quando il paziente porta la mano al petto questo scivoler in una fessura sul lato radiale dellulna. Qui localizzato il punto.

Localizzazione mediante repere ossei

GB 34 Yanglingquan Nella depressione dolente alla palpazione 1 cun anteriormente ed inferiormente alla testa del perone

Localizzazione mediante repere ossei

47

Localizzazione mediante repere ossei

Testa del Perone

GB 34 Yanglingquan Nella depressione dolente alla palpazione 1 cun anteriormente ed inferiormente alla testa del perone

SI8 Xiaohai Nelle depressione tra la punta dellolecrano ulnare e la punta dellepicondilo mediale dellomero : nella doccia del nervo ulnare con gomito flesso a 90.

Localizzazione mediante repere ossei

48

Localizzazione mediante repere ossei

SI8 Xiaohai Nelle depressione tra la punta dellolecrano ulnare e la punta dellepicondilo mediale dellomero : nella doccia del nervo ulnare con gomito flesso a 90.

Localizzazione mediante repere ossei

Depressione distale allunione tra primo e secondo metatarso

Localizzazione mediante repere ossei

49

Localizzazione mediante repere ossei

Waiguan TE 5 2 cun prossimale a TE4 nella depressione tra radio e ulna sullato radiale del tendine dellestensore comune delle dita

GB40

Localizzazione mediante repere ossei

50

Bordo anteriore del malleolo esterno

GB40

Apice del malleolo esterno

Localizzazione mediante repere ossei

Localizzazione mediante repere ossei

YINLINGQUAN SP 9 Sul lato mediale della gamba in una depressione nellangolo formato dal condilo mediale e dal bordo posteriore della tibia.

51

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

LU 5 CHIZE PC 3 QUZE

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari


LU5 Chize Lateralmente al tendine del muscolo bicipite PC3 Quze Medialmente al tendine del muscolo bicipite

52

M.estensore lungo del pollice

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari


LI5 Yangxi Sul fondo della tabacchiera anatomica, a pollice esteso, tra i tendini dei muscoli estensori lungo e breve del pollice

M. Estensore breve del pollice

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

ST41 JEXI: Sulla caviglia a livello della prominenza del malleolo laterale in una depressione tra il tendine dellestensore lungo dellalluce e lestensore lungo delle dita, fare estendere lalluce.

ST 41 JEXI

53

Estensore lungo dellalluce Estensore lungo delle dita Tibiale anteriore

ST41 JEXI:

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

Sulla caviglia a livello della prominenza del malleolo laterale in una depressione tra il tendine dellestensore lungo dellalluce e lestensore lungo delle dita, fare estendere lalluce.

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

Localizzazione: prossimalmente allarticolazione della caviglia, 3 cun sopra la prominenza del m.l. tra il bordo posteriore della fibula e i tendini dei mm. Peronei lungo e breve

54

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

GB41 ZULINQI Nella depressione distale alla giunzione di quarto e quinto metatarso, sul margine laterale del tendine del muscolo estensore lungo delle dita ( ramo del quinto dito); chiedere al paziente di abdurre il V dito.

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari


M.Estensore lungo delle dita

I II III IV

GB41 ZULINQI Nella depressione distale alla giunzione di quarto e quinto metatarso, sul margine laterale del tendine del muscolo estensore lungo delle dita (ramo del quinto dito); chiedere al paziente di abdurre il V dito.

55

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

BL 60 KUNLUN BL 57 CHENGSHAN

BL57 CHENGSHAN Nella depressione formata tra i ventri del muscolo gastrocnemio.

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

56

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari


BL60 KUNLUN Nelle depressione tra la prominenza del malleolo esterno e il tendine dAchille.

Apice del malleolo laterale

Tendine di Achille

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

KI 3 TAIXI Nella depressione tra il malleolo mediale e il tendine di achille allo stesso livello dellapice del malleolo mediale

57

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

PC6 NEIGUAN Due distanze (cun) prossimalmente a Daling, tra i tendini del flessore radiale del carpo e muscolo palmare lungo

Flessore radiale del carpo T.M.Palmare lungo

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

58

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

LI10 Lato radiale dellavambraccio due distanze distale a LI11 sulla linea che lo collega a LI5, stringendo la mano con forza e flettendo il gomito nella fossa del muscolo brachioradiale.

Localizzazione mediante punti di riferimento tendinei o muscolari

LI11
2Cun

Muscolo brachioradiale

10Cun

LI10 SHOUSANLI Lato radiale dellavambraccio due distanze distale da LI11 sulla linea che lo collega a LI5, stringendo la mano con forza e flettendo il gomito nella fossa del muscolo brachioradiale. LI5

59

RIFERIMENTI MOBILI
TE 21ERMEN Nella depressione che compare a bocca aperta leggermente sopra il processo condiloideo della mandibola SI 19TINGGONG A bocca aperta nelle depressione tra il centro del trago e il condilo della mandibola GB 2TINGHUI Nella cavit posta a bocca aperta tra lincisura intertragica e il processo condiloideo della mandibola

RIFERIMENTI MOBILI
ST6 JACHE Stringendo i denti si localizza sulla prominenza del muscolo massetere un dito trasverso anteriormente e superiormente allangolo mandibolare

ST 6 IACHE

60

RIFERIMENTI MOBILI
ST7 XIAGUAN A bocca chiusa davanti al condilo mascellare e sotto larcata zigomatica

ST 7 Xiaguan

RIFERIMENTI MOBILI
A spalla abdotta nella fossetta tra i fasci anteriore e medio del deltoide davanti allarticolazione acromion-claveare

LI 15 JIANYU

61

RIFERIMENTI MOBILI

LI15 TE14

LI14

LI11

RIFERIMENTI MOBILI

Con il pollice in adduzione forzata, allapice della sporgenza muscolare che si forma sulla faccia dorsale del primo spazio intermetacarpale.

LI 4 HEGU

62

METODI PRATICI DI LOCALIZZAZIONE

SP 10 XUEHAI
A paziente seduto con il palmo della mano dellesaminatore sul ginocchio del paziente dove il pollice messo a 45 con il dito medio tocca la cute

METODI PRATICI DI LOCALIZZAZIONE

ST32 FUTU
Sulla coscia, 6 cun sopra il margine laterale della testa del ginocchio dove si appoggia la falange del dito medio

63

METODI PRATICI DI LOCALIZZAZIONE


Incrociando le mani del paziente, nelle fossa sul processo stiloideo del radio alla punta del dito indice.

LU 7 LIEQUE

METODI PRATICI DI LOCALIZZAZIONE

YUYAO Extra 4 Nel mezzo del sopracciglio, quando il paziente guarda


diritto sulla verticale della pupilla.

64

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

ST 38
8 Cun TIAOKOU Sulla gamba a met strada tra la linea che congiunge larticolazione tibiofemorale ( a livello della piega poplitea) e la prominenza del malleolo laterale, un dito trasverso lateralmente alla cresta tibiale anteriore.

16 Cun

8 Cun

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

3 Cun

ST 36
Zusanli Sulla linea che congiunge larticolazione tibiofemorale ( a livello della piega poplitea) e la prominenza del malleolo laterale, tre cun sotto Dubi (St35).

16 Cun

13 Cun

65

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

7 cun sopra BL60 e 1 cun a lato e 1 cun sotto BL57

BL 58 FEIYANG

LOCALIZZAZIONE MEDIANTE MISURE OSSEE

SP6 SANYINJIAO Sul lato mediale della gamba, 3 cun sopra la prominenza del malleolo mediale in una depressione vicino alla cresta mediale della tibia.

66

ALTRI METODI DI LOCALIZZAZIONE

PC 8 LAOGONG

ALTRI METODI DI LOCALIZZAZIONE

GB 31 FENGSHI

67

ALTRI METODI DI LOCALIZZAZIONE

GV 20 BAIHUI

68