Você está na página 1de 2

ASCOLTARE Vi proponiamo una delle principali mosse dellarte di educare. Parliamo dellascoltare.

S, ascoltare i figli perch lascolto una delle pi belle facce dellamore. Perch forse non vi via migliore per imparare a fare i genitori che quella di sentire i figli. Non diciamo al figlio: Lasciami in pace. Sono troppo occupato. Cosa vuoi ancora?. Sediamoci vicino. Concentriamo la nostra attenzione tranquilla su di lui. Non sbirciamo continuamente lorologio. Guardiamolo in faccia. Non si ascolta solo con le orecchie, ma con tutto se stessi. Si ascolta con lo sguardo, con gli occhi accoglienti che fanno capire che lui, il figlio, rappresenta per noi il mondo. Ascoltiamolo con il cuore. Dicono che lamore sia cieco. Niente di pi falso! Certe notizie le d solo il cuore, non la mente! Ascoltiamolo con simpatia, anche se non siamo daccordo sui suoi hobby, su alcune sue stranezze. Non interrompiamolo tutti i momenti, lasciamo che si sfoghi, si sciolga. Rispondiamo a tono alle eventuali domande. Se tale sar il nostro ascolto, non solo regaleremo al figlio unottima medicina psichica (lascolto sempre terapeutico!), ma anche una straordinaria esperienza di incontro umanizzante, cio educante: incontro indimenticabile e pi efficace di mille parole. Le parole si possono dimenticare, gli abbracci no! Ascoltare abbracciare!
Da Il Bollettino Salesiano Rubrica Le 13 mosse dellarte di educare di Pino Pellegrino

Foglio informativo parrocchiale ad uscita settimanale. Ciclostilato in proprio ad uso interno. ANNO C Campane on line sul blog: oratoriobrenta.blogspot.it

Prima lettura (Dal libro del profeta Mala- stie e pestilenze; vi saranno anche fatti cha 3,19-20a) terrificanti e segni grandiosi dal cielo. QUEL GIORNO Ma prima di tutto questo metteranno le Salmo responsoriale (Dal salmo 97) mani su di voi e vi perseguiteranno, conIL SIGNORE GIUDICHER IL MONDO segnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, CON GIUSTIZIA trascinandovi davanti a re e governatori, Seconda lettura (Dalla seconda lettera di a causa del mio nome. Avrete allora occaS. Paolo apostolo ai Tessalonicsi 3,7-12) sione di dare testimonianza. Mettetevi LAVORARE CON TRANQUILLIT dunque in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi dar parola e saVANGELO (Luca 21,5-19 ) pienza, cosicch tutti i vostri avversari AVRETE OCCASIONE DI DARE non potranno resistere n controbattere. TESTIMONIANZA In quel tempo, mentre alcuni parlavano Sarete traditi perfino dai genitori, dai del tempio, che era ornato di belle pietre fratelli, dai parenti e dagli amici, e uccie di doni votivi, Ges disse: Verranno deranno alcuni di voi; sarete odiati da giorni nei quali, di quello che vedete, non tutti a causa del mio nome. Ma nemmeno sar lasciata pietra su pietra che non sar un capello del vostro capo andr perduto. Con la vostra perseveranza salverete la distrutta. Gli domandarono: Maestro, quando vostra vita. dunque accadranno queste cose e quale * La domanda circa il tempo e il segno della sar il segno, quando esse staranno per rovina di Gerusalemme non riceve risposta. accadere?. Rispose: Badate di non la- Ges parla invece dei segni che precederansciarvi ingannare. Molti infatti verranno no la fine del mondo: i falsi profeti, le catanel mio nome dicendo: Sono io, e: Il strofi, le persecuzioni contro la Chiesa. tempo vicino. Non andate dietro a lo- * La comparsa di seduttori pericolosi, di ro! Quando sentirete di guerre e di rivo- falsi profeti e falsi messia che si presentano luzioni, non vi terrorizzate, perch prima in nome di Ges e citano le sue parole in devono avvenire queste cose, ma non appoggio alle loro idee (si attribuiscono il nome ineffabile di Dio: Io Sono) un segno subito la fine. Poi diceva loro: Si sollever nazione che pu trarre in inganno i cristiani che atcontro nazione e regno contro regno, e vi tendono con ansia il ritorno del Signore. saranno in diversi luoghi terremoti, care- Non facile vederci chiaro in simili ecciPag. - 1 -

Pag. - 4 -

tanti messaggi. I loro annunciatori sono numerosi e le folle vengono facilmente suggestionate. Non c che la Parola di Ges che possa smascherarli, e lumilt della fede. * Le guerre, i terremoti, le pestilenze ci saranno sempre, ma la fine non verr cos presto. Tali avvenimenti, visti con locchio di Dio, sono in parte castighi per i peccati (Ap 6 e 16) e in parte ammonimenti a non lasciarsi abbagliare dalle cose della terra. * Le persecuzioni, i tribunali, le pene saranno sostenute dai discepoli a causa del nome di Ges. Attraverso la persecuzione vengono aperte porte che danno occasio-

ne di testimoniare in favore di Cristo. Paolo per esempio pu far sapere ai Filippesi che la sua incarcerazione serve alla corsa del Vangelo nel mondo (1,12s). I discepoli per ricevono una Parola che devono imprimersi indelebilmente nellanima per il tempo delle persecuzioni: sar questa Parola di Ges, annunciata al momento giusto dallo Spirito Santo, che gli dar lingua e sapienza irresistibile. Nessuno di loro verr abbandonato allarbitrio dei persecutori: nemmeno un capello del vostro capo perir, assicura Ges. Per il cristiano tutto fa perno sulla costanza nella fede.

Parrocchia SANTI VITO e MODESTO - BRENTA calendario dal 17 al 24 novembre 2013

DOMENICA 17 Parrocchia ore 10.00 S.Messa def.to Bellotti Antonio ,, ore 14.30 -17.30 attivit in Oratorio LUN 18 Parrocchia ore 17.00 S.Messa def.to Moise Giuseppe MAR 19 Caravate ore 10.00 Presbiterio Vicariale Cittiglio ore 20.45 Consiglio Pastorale Vicariale MER 20 Parrocchia ore 17.00 S.Messa pro popolo GIO 21 ===

VEN 22 === SAB 23 Oratorio

ore 14.00 -17.00 Incontro con i genitori Cammino Catecumenale Parrocchia ore 17.30 Confessioni ,, ore 18.00 S.Messa def.to Castoldi Raffaele DOMENICA 24 Festa di Cristo Re Parrocchia ore 10.00 S.Messa def.ti Panighini Angela e Salati Fausta Como ore 14.00 -17.00 Riunione generale Ministri straordinari della Comunione Eucaristica (Rinnovo) Parrocchia ore 14.30 -17.30 attivit in Oratorio

Pag. - 2 -

Pag. - 3 -