Você está na página 1de 8

15 giugno 2000

s s no no

Anno XXVII n. 1

15 !nn"io 2001

LOMBRA DI MARITAIN SULLA

DOMINUS IESUS
Nei precedenti articoli abbiamo esaminato quanto la Dichiarazione Dominus Iesus della Congregazione per la Fede dice circa le religioni pagane (s s no no 15 novembre !!! p" ss"#$ circa gli scismatici ortodossi e circa le sette protestanti (s s no no 15 dicembre !!! p" 1 ss" e p"% s#" &samineremo ora in questo articolo i due ultimi capitoli della Dominus Iesus$ in particolare il cap" '$ perch( pone degli inquietanti interrogativi" sibili spiegazioni pu! negare o svuotare in alcun modo l#intima connessione tra Cristo, il Regno e la Chiesa (112#" 7a connessione$ per quanto intima $ non * identit,8 Chiesa e Regno di Dio sono per la Dominus Iesus due realt, distinte e questo permette alla Dichiarazione di attribuire$ come vedremo$ al Regno una cattolicit, o universalit, pi9 ampia che alla Chiesa (cattolica$ supponiamo8 ma il cap" ' dice Chiesa e basta# cos: che nel Regno possa rientrare tutto$ anche ci4 che non * possibile 6ar entrare nella Chiesa" sa% e risponde- &, "ueste diverse parti della Chiesa costituiscono una sola Chiesa ed un solo corpo, perch hanno il medesimo Capo che ' (es) Cristo, il medesimo &pirito che le anima e le unisce, e il medesimo fine che ' la felicit* eterna, la "uale si gode dagli uni e si aspetta dagli altri (n" 1>2# ed in6ine precisa che il nono articolo del Credo (Credo la santa Chiesa cattolica# si riferisce principalmente alla Chiesa militante, che ' la Chiesa nella "uale noi siamo attualmente (n" 1>@#" +uesta Chiesa militante$ dunque$ * il Regno di Dio nella sua 6ase terrena$ il Aegno di Dio tra gli uomini$ ma * una sola Chiesa e un solo corpo con la Chiesa trionfante$ che * il medesimo Regno di Dio entrato nella sua 6ase ultraterrena"

Equivoco e mistero?
)l cap" ' della Dominus Iesus * dedicato a Chiesa, Regno di Dio e Regno di Cristo" +ueste tre espressioni$ secondo la Dichiarazione$ non esprimerebbero la stessa realt, o almeno non sarebbe chiaro che la esprimano- .Dai testi biblici e dalle testimonianze patristiche, cos come dai documenti del Magistero della Chiesa, non si deducono significati univoci per le espressioni Regno dei Cieli e Regno di Cristo n del loro rapporto con la Chiesa, essa stessa / si aggiunge / mistero che non pu! essere totalmente racchiuso in un concetto umano0 (112#" Dunque in materia tutto sarebbe avvolto nell3 .equivoco0 (* questo il contrario di univoco# o almeno nel mistero$ e perci4 possono darsi diverse spiegazioni teologiche su "uesto argomento (ivi#" 5n solo punto la Dichiarazione tiene 6ermo- nessuna di "ueste pos-

Il Regno di Dio nella Rivelazione divina la Chiesa


Non sappiamo$ perch( non * detto$ a quali testi biblici$ a quali testimonianze patristiche$ a quali documenti del Magistero intenda ri6erirsi la Dominus Iesus$ ma sappiamo che testi biblici$ testimonianze patristiche e documenti del 7agistero ci dicono che le espressioni Regno di Dio$ Regno dei Cieli Regno di Cristo (o messianico# indicano la stessa$ unica realt,- la Chiesa cattolica che$ sola$ * la Chiesa 6ondata da Cristo" Cos:$ ad esempio$ insegna pianamente$ ma con precisione teologica e cristallina chiarezza$ il Catechismo Maggiore di ;an <io =- dopo aver distinto (n" 1>?# Chiesa trionfante$ Chiesa purgante e Chiesa militante$ domanda- $ueste diverse parti della Chiesa costituiscono una sola Chie-

Il Regno di Dio nei testi evangelici


Nei testi biblici$ poi$ ritroviamo tutto ci4 che * espresso$ con precisione di linguaggio e pi9 chiara intelligenza$ dal 7agistero della Chiesa"

Un vivo ringraziamento ai nostri affezionati lettori che con tanta generosit! continuano a sostenerci in tutti i modi" Che Dio li #enedica e la $antissima %ergine li custodisca sem&re insieme ai loro cari"

2
+uando Bes9$ concludendo la parabola dei vignaioli per6idi$ dice ai Biudei- +erci! vi dico che sar* tolto a voi il Regno di Dio e sar* dato a gente che lo faccia fruttificare (Mt, 1$ >C#$ chiaramente parla della ;ua Chiesa$ e questa Chiesa$ che Bes9 stesso chiama Regno di Dio$ altrettanto chiaramente si identi6ica con il Regno messianico (o Regno di Cristo# atteso dagli &brei" D3espressione Regno dei Cieli$ invece che Regno di Dio$ * usata di pre6erenza da ;an 7atteo" Non$ per4$ perch( parli di una cosa diversa$ ma perch($ scrivendo il suo &vangelo per gli &brei$ ;an 7atteo si adegua all3uso rabbinico$ che evitava$ per rispetto$ il nome santissimo di Dio (v" F" ;pada6ora Dizionario -iblico$ ed" ;tudium$ voce Regno di Dio8 E" 'accari .a &acra -ibbia$ ed" ;alani nota a 7t" C$ e introduzione al 1F libro dei 7accabei$ p" ?%18 B" Aicciotti /ita di (es) Cristo par" 1 >#" )n6atti nel 'angelo di ;an 7atteo (C$ 1?# Bes9 inizia la sua predicazione dicendo- 0 vicino il Regno dei Cieli e nel 'angelo di ;an 7arco (1$15# la inizia dicendo- 0 vicino il Regno di Dio8 la prima beatitudine in ;an 7atteo (5$C# promette ai poveri in spirito il Regno dei Cieli ed in ;an Duca (%$ !# promette il Regno di Dio (gi, da questa terra#" G innegabile che ;an 7atteo usa puntualmente Regno dei Cieli l, dove gli altri due &vangelisti sinottici usano Regno di Dio ed * innegabile perci4 che Regno dei Cieli e Regno di Dio indicano una medesima$ unica realt,$ e quest3unica realt, * la Chiesa$ come abbiamo gi, visto nella parabola dei vignaioli per6idi" <arimenti quando Bes9 dice a <ietro- 1u sei +ietro e su "uesta pietra edificher! la mia Chiesa2 e a te dar! le chiavi del Regno dei Cieli (Mt, 1%$ 12-1@#$ * evidente che Chiesa e Regno dei Cieli sono la medesima cosa$ e$ se per qualcuno non 6osse evidente$ lo rimandiamo a Cornelio E Dapide Commentarium in Mt, 34$ dove trover, tutte le testimonianze patristiche del caso" E togliere ogni dubbio$ vi sono in6ine le parabole del Regno (Mt, 1C# nelle quali Bes9 illustra i caratteri di questo Regno dei Cieli o Regno di Dio- Il Regno dei Cieli ' simile ad un ;eminatore$ il cui seme non porta 6rutto o lo porta in misura diversa a seconda del terreno che lo

s s no no
riceve8 al buon grano che cresce 6ino alla mietitura in mezzo alla zizzania e solo allora ne sar, separato8 al granello di senapa$ che * il pi9 piccolo di tutti i semi$ ma$ cresciuto$ diviene albero su cui gli uccelli trovano ri6ugio8 al lievito che 6a 6ermentare l3intera massa8 a un tesoro nascosto e ad una perla preziosa$ per avere i quali * necessario vendere tutto8 alla rete che trae a riva pesci buoni e pesci cattivi$ che solo allora$ sulla riva dell3eternit,$ saranno de6initivamente separati ecc" Chi potr, mai negare che Bes9 Nostro ;ignore in queste parabole parla della sua Chiesa in terra e che questa Chiesa Bes9 stesso la chiama Regno dei Cieli$ espressione che in 7atteo equivale a Regno di DioH 0 impossibile intendere "uesti testi di un regno che non sia visibile ed esteriormente organizzato5 altrettanto difficile sarebbe spiegarli di un regno trascendente IultraterrenoJ che assolutamente esclude "ualun"ue mescolanza di buoni e di cattivi ed ogni idea di ulteriore scoperta, con"uista, espansione, riprovazione (Dizionario -iblico a cura di F" ;pada6ora #"

15 g!nn"io 2001
Regno dei Cieli o Regno di Cristo $ ha una 6ase terrena$ transitoria$ di 6ormazione e di sviluppo$ con benigni inviti da parte di Dio e libera corrispondenza da parte dell3uomo$ ed una 6ase ultraterrena$ de6initiva$ di sanzione- Come si raccoglie la zizzania e si brucia, cos accadr* alla fine del mondo6 il 7iglio dell#uomo mander* i suoi angeli ed essi toglieranno via dal suo Regno tutti gli scandalosi e gli operatori di ini"uit* e li getteranno nella fornace ardente ove sar* pianto e stridor di denti, 8llora i giusti risplenderanno come il sole nel Regno del Padre loro (Mt, 1C$ >!->C#" G dunque l3identica realt, che$ cessata la sua 6ase terrena$ entra in una nuova 6ase$ diventando Aegno eterno di premio o di castigo" Da connessione$ il rapporto * tra due 6asi dell3unica realt,$ non tra due realt, distinte"

Il Regno di Dio tra gli uomini secondo la Dominus Iesus


<er la Dichiarazione$ invece$ non * cos:- la Chiesa non * neppure il Regno di Dio tra gli uomini$ cio* il Aegno di Dio nella sua 6ase terrena$ ma ha con esso solo una relazione singolare e unica" Cos: * detto a chiare note nel cap" ') 1 1- ."uanto fin "ui ' stato ricordato 92: sulla relazione singolare e unica IRedemptoris MissioJ che la Chiesa ha con il Regno di Dio tra gli uomini che in sostanza ' il Regno di Cristo salvatore universale0" <er la Dominus Iesus$ dunque$ esiste un Regno di Dio tra gli uomini$ un Regno di Cristo &alvatore universale che non * la Chiesa$ ma con il quale la Chiesa ha solo una relazione privilegiata" E questo Regno di Dio tra gli uomini$ che$ perci4$ * qui$ sulla terra$ come la Chiesa$ ma non * la Chiesa$ la Dominus Iesus attribuisce una cattolicit, o universalit, ben pi9 ampia che alla Chiesa cattolica (supposto sempre che$ nel dire Chiesa$ la Dichiarazione intenda$ come dovrebbe$ la Chiesa cattolica#.Infatti / dice la Dichiarazione / non si deve escludere l#opera di Cristo e dello &pirito fuori dei confini visibili della Chiesa (Redemptoris Missio# Icertamente$ ma questa opera non ha 6orse il 6ine di spingere le anime verso la ChiesaHJ" +erci! IHJ si deve tener anche conto che il

a pagina ? e 2 $E'(ER I)*IDE+E$ -------------------------------------------------K &resie all3ombra del pastorale (Il &egno$ rivista diocesana di LolzanoLressanone$ 5 novembre !!!#

<otremmo continuare a lungo per dimostrare che Regno di Dio$ Regno dei Cieli (o Aegno messianico# e Chiesa indicano un3unica realt," +uesta unica realt, ha due 6asi- una 6ase terrena ed una 6ase ultraterrena$ ma questo non autorizza a parlarne come di due realt, distinte in rapporto o intima connessione tra loro o in relazione singolare ed unica$ come * detto al successivo cap" ') 1 1 della Dominus Iesus" ;arebbe come dire che il bambino e l3uomo adulto che ne vien 6uori non sono un3unica realt, in due 6asi distinte del suo sviluppo$ ma due realt, distinte in rapporto o intima connessione$ in relazione singolare ed unica tra loro8 cosa che a nessun uomo di buon senso verrebbe in mente di dire" Ello stesso modo la Chiesa$ Regno di Dio o

15 g!nn"io 2001
Regno riguarda tutti Ie perch(H la Chiesa non riguarda tuttiHJ- le persone, la societ*, il mondo intero, .avorare per il Regno Inon vuol dire lavorare per la Chiesa$ maJ vuol dire riconoscere e favorire il dinamismo divino che presente nella storia umana e la trasforma. Costruire il Regno Inon vuol dire edi6icare la Chiesa$ maJ vuol dire lavorare per la liberazione dal male in tutte le sue forme, In sintesi il regno di Dio ' la manifestazione e lattuazione del suo disegno di salvezza in tutta la sua pienezza (Redemptoris Missio# 0 (11@#" +uesta a66ermazione 6inale * il colmo- per Dominus Iesus non la Chiesa$ ma il Regno di Dio tra gli uomini$ con il quale la Chiesa ha solo una relazione privilegiata$ * il vertice di quanto esiste di positivo sulla terra- a questo Regno$ e non alla Chiesa$ tende il dinamismo divino2 presente nella storia umana8 in questo Regno e non nella Chiesa$ c3* posto per tutti- le persone, la societ*, il mondo intero (e senza le condizioni che si esigono per entrare nella Chiesa#8 questo Regno$ e non la Chiesa$ * la manifestazione e l#attuazione del divino disegno di salvezza in tutta la sua pienezzaM E66ermazione$ questa$ che contraddice in pieno la ;acra ;crittura$ particolarmente la .ettera agli ;fesini (capp" 1$ $C#$ inno sublime al piano redentore universale di Dio che si mani6esta ed attua nella Chiesa $ corpo di Cristo e compimento di .ui (1$ C# onde a Dio va data gloria nella Chiesa e in Cristo (es) per tutte le et* nei secoli dei secoli (;f" C$ 1#"

s s no no
Chiesa$ ma non * lo stadio terreno della Chiesa$ anzi$ a di66erenza della Chiesa$ ha il suo 6ine nella s6era temporale$ dato che lavorare per il Regno vuol dire riconoscere e favorire il dinamismo divino che ' presente nella storia umana e la trasforma ecc, ecc, (11@ cit"#" & allora questa ordinazione della Chiesa al Regno di Dio tra gli uomini non * pi9 ortodossa$ anche perch( subordina il superiore all3in6eriore$ il soprannaturale al naturale$ l3eternit, al tempo$ mentre deve essere esattamente il contrario" Encora- la Chiesa$ che * il Aegno di Dio tra gli uomini$ nella sua 6ase terrena ha un aspetto sociale visibile ed un aspetto divino invisibile$ ma questo non autorizza a dire che il Regno di Dio, anche se considerato nella sua fase storica, non si identifica IsicJ con la Chiesa nella sua realt* visibile e sociale (11@ cit"#" ;e non si vuole cadere nell3eresia della Chiesa pneumatica o invisibile$ si deve dire che la Chiesa$ Aegno di Dio$ non si esaurisce nella sua realt, visibile e sociale$ pur essendo$ nella sua 6ase storica$ anche una realt, visibile e sociale" <urtroppo$ dato il contesto$ temiamo che la succitata 6rase in realt, voglia ribadire soltanto che il Regno di Dio in terra non si identi6ica con la Chiesa cattolica"

#
questo Regno$ che non * la Chiesa$ ' una realt* presente nel tempo, ma la sua piena realizzazione arriver* solo col finire o compimento della storia (112# cos: che lavorare per il Regno vuol dire riconoscere e favorire il dinamismo divino che presente nella storia umana e la trasforma" +uest3ultima a66ermazione richiama anche la fede nella marcia in avanti dell#umanit*$ anche senza Dio$ di 7aritain" +uesto Regno di Dio tra gli uomini$ che riguarda tutti$ ma non * la Chiesa$ richiama$ poi$ il mito della nuova cristianit, del medesimo 7aritain" Nuova perch( in questa cristianit, (o societ, cristiana#$ a di66erenza che nella cristianit, tradizionale$ trovano posto tutti$ credenti e non credenti e persino atei militanti$ per cooperare a 6ini puramente temporali$ uniti non dalla 6ede$ ma (nell3utopia di 7aritain$ s3intende# da un rispetto simile per la verit* e l#intelligenza, la dignit* umana, la libert*, l#amor fraterno e il valore assoluto del bene morale (;l +ueblo di Luenos Eires 1C"5"1@>5#" & nondimeno questa accolta per 6ini terreni di credenti e non credenti$ cui non si chiede nessuna conversione a Cristo$ sarebbe una cristianit*$ cio* una societ* cristiana$ il Regno di Dio o il Regno di Cristo in terra$ tra gli uomini$ perch( implicitamente o esplicitamente / dice 7aritain / ' proprio a Cristo <conosciuto dagli uni, sconosciuto dagli altri= che, in definitiva, <nelle forme pi) o meno perfette e pi) o meno pure= si protende tutto ci! che in un amore autentico IHJ lavora nel mondo per la riconciliazione degli uomini e per il bene comune della vita terrena (+rincipes d#une politi"ue humaniste p"1%?#" Outto questo sempre nell3utopia di 7aritain$ perch($ come osservava un suo valoroso critico$ don Pulio 7einvielle1$ se un ateo$ senza punto rinunciare al suo ateismo$ pu4 cooperare con un cattolico$ * segno che il cattolico * sceso al livello dell3ateo 6acendo astrazione$ nel suo operare$ dall3 ordinazione a Dio come 6ine ultimo (ed * quindi mosso dall3 interesse e dalle passioni che$ a dispetto delle utopie di 7aritain$ sono generalmente il motore degli uomini senza Dio#" )n ogni caso$ questa nuova cristianit, senza Cristo$ sacri6ica il primato

+,om#ra di +ois- e di 'aritain


Dove gli estensori della Dominus Iesus sono andati a pescare questa nuova$ cattiva$ dottrinaH Da dove salta 6uori questo Regno in costruzione sulla terra$ 6uori della Chiesa$ al cui servizio * messa la ChiesaH Ebbiamo buone ragioni per temere che gli estensori della Dominus Iesus$ in questo ' capitolo$ abbiano avuto presente non i testi biblici$ le testimonianze patristiche e i documenti del Magistero della Chiesa$ ma il DoisN$ padre del modernismo$ e il 7aritain$ uno dei principali 6autori del cedimento cattolico al liberalismo$ che comincia con il separare lo ;tato dalla Chiesa e 6inisce con il subordinare la Chiesa allo ;tato" <er il DoisN$ in6atti$ il Regno di Dio non * la Chiesa$ ma sar, la corona della storia (8utour d#un petit livre# ed * la corona della storia anche per la Dominus Iesus$ dato che

+,eterno su#ordinato al tem&orale


Non basta" Non solo$ per la Dominus Iesus$ la Chiesa non * la realt, pi9 alta sulla terra$ ma essa non ' fine a se stessa, essendo ordinata al Regno di Dio, di cui ' germe, segno e strumento (112#" ;e con questo si intendesse dire che lo stadio terreno della Chiesa * ordinato al suo stadio ultraterreno$ l3a66ermazione avrebbe ancora un signi6icato ortodosso" 7a il Regno di Dio della Dominus Iesus * una realt* presente nel tempo (112#$ * il Regno di Dio tra gli uomini (1 1#8 e quindi * qui$ sulla terra$ come la

$
di Dio al primato dell3uomo onde don 7einvielle scrisse- Dio <il Dio2 geloso= dovr* subire il misconoscimento di ci! che .ui ', affinch siano anzitutto assicurate la pace, la sicurezza e l#armonia tra gli uomini, 1ale citt* terrena2 lentamente, ma sicuramente impedir* la vita della Chiesa, e anche senza persecuzioni cruente, in forza della sua struttura dinamica, essa respinger* la Chiesa1" G appunto quello che sta accadendo e / cosa non prevista da don 7einvielle / ad opera di uomini di Chiesa"
.ir&inus (1# P" 7einvielle De .amennais * Maritain * stato pubblicato in italiano sotto il titolo Il cedimento dei cattolici al liberalismo a cura di don &nnio )nnocenti$ ed" ;acra Fraternitas in 5rbe$ via Capitan Lavastro > AQ7E tel" !%R5?"55"11@

s s no no
visibile$ ma soltanto interiore e invisibile- costui sia scomunicato" Canone >" /;e qualcuno dice che la vera Chiesa non * corpo a s( stante$ ma che si compone di societ,$ cristiane di nome$ ma distinte e separate tra di loro$ e che essa * estesa a tutte queste altre8 oppure che le diverse societ,$ separate tra di loro dalle proprie pro6essioni di 6ede$ e senza legame di comunione$ costituiscono$ come membra e parti$ la Chiesa di Cristo$ una ed universale- costui sia scomunicato" Canone 5" /;e qualcuno dice che la Chiesa di Cristo non * una societ, assolutamente necessaria alla salvezza eterna8 o che gli uomini possono essere salvati dalla pratica di qualsiasi religione- costui sia scomunicato" ISJ Canone 2" /;e qualcuno dice che la Chiesa attuale di Cristo non * l3ultima e de6initiva economia di salvezza$ ma che bisogna aspettarne un3altra$ in grazia di una nuova e pi9 abbondante e66usione di ;pirito ;anto- costui sia scomunicato ISJ Canone 1C" /;e qualcuno dice che la vera Chiesa di Cristo$ 6uori della quale nessuno pu4 salvarsi$ * diversa dalla Chiesa Aomana$ una$ santa$ cattolica ed apostolica- costui sia scomunicato"

15 g!nn"io 2001
gli animi$ eccitare i loro seguaci ed il popolo ignorante contro il sentire comunemente pro6essato"
(io I3 4%reve a dom &u'ranger 56 marzo 5789#

+,Euro&a come $odoma e :omorra?


Ci capita di leggere (7raternit* Cristiana > dicembre !!!#che l3&uroparlamento di ;trasburgo ha invitato i <aesi membri a riconoscere alle coppie di fatto, anche omosessuali, gli stessi diritti delle coppie sposate e che l3 Ezione Cattolica )taliana ha obiettato che questa risoluzione approvata a ;trasburgo ' in contrasto con l#articolo >? della nostra Costituzione" 'ogliamo sperare che qualcuno$ pi9 autorevole dell3Ezione Cattolica$ trovi il coraggio di obiettare che detta risoluzione * in contrasto con la Degge divina non solo positiva$ ma anche semplicemente naturale e che le societ, civili non possono ribellarsi a tal segno contro Dio senza trascinare i popoli nell3estrema rovina" )l peccato impuro contro natura *$ in6atti$ tra i peccati pi9 gravi e 6unesti che gridano vendetta al cospetto di Dio$ perch direttamente contrari al bene dell#umanit* e odiosissimi, tanto che provocano, pi) degli altri, i castighi di Dio (Catechismo di &an +io @ n" 15>#" )noltre la legalizzazione del peccato impuro contro natura ha$ nell3&uropa cattolica$ tutto il sapore di un altro peccato tra i pi9 gravi e 6unesti- il sapore di quel peccato contro lo ;pirito ;anto che consiste nell3impugnare la verit, conosciuta" ;embra che i governi dell3&uropa civilizzata dal Cristianesimo vogliano lanciare a Dio l3estrema s6ida della loro apostasia da Cristo proclamando$ col liberalizzare i peggiori peccati$ che non c3* n( Degge morale n( Dio$ autore della Degge" & allora ci torna in mente quanto scrisse$ in tempi meno peggiori$ un valoroso convertito dal comunismo$ Uamish Fraser7atima ' l#evento pi) significativo di "uesto secolo e forse il pi) importante dopo la riforma prote-

+/ D011RI)/ DI $E'(RE C0)1R0 +/ DO I!"# I$#"#


Dallo schema della Costituzione dogmatica sulla Chiesa approntato per il Concilio 'aticano ) riportiamo i canoni che condannano la nuova ecclesiologia oggi di66usa$ a torto o a ragione$ in nome del 'aticano ))" Detto schema attesta la dottrina costante della Chiesa$ dottrina che non pu4 mutare per mutar dei tempi e alla quale$ perci4$ la coscienza cattolica resta legata in eterno"

Canoni sulla Chiesa


Canone )" / ;e qualcuno dice che la religione di Cristo non ha consistenza n( espressione in nessuna societ, particolare 6ondata da Cristo$ ma che essa pu4 essere autenticamente osservata e praticata$ in ogni suo particolare$ senza tener conto di una societ, che sia la vera Chiesa di Cristo- costui sia scomunicato" Canone " /;e qualcuno dice che la Chiesa non ha ricevuto da Cristo Nostro ;ignore nessuna 6orma di costituzione de6initiva e immutabile$ ma che$ come le altre societ, umane$ essa * stata o pu4 essere soggetta$ secondo i tempi$ a mutazioni e a tras6ormazioni- costui sia scomunicato" Canone C" /;e qualcuno dice che la Chiesa$ oggetto delle divine promesse$ non * una societ, esterna e

+/ *0++I/ +I2ER/+E
+uesta 6ollia tocca a tali eccessi che essi Ii cattoliciliberaliJ si arrogano di ri6are persino la divina costituzione della Chiesa$ e di adattarla alle 6orme moderne dei governi civili$ per abbassare pi9 6acilmente l3autorit, del Capo supremo che Bes9 Cristo le ha preposto e del quale essi paventano le prerogative" ;i vedono perci4 mettere innanzi audacemente$ come indubbie o almeno completamente libere ITdiscutibiliJ$ certe dottrine tante volte riprovate8 razzolare presso gli antichi sostenitori di queste stesse dottrine cavilli storici$ passi mutilati$ calunnie contro i Aomani <onte6ici e so6ismi di ogni genere" &ssi s6rontatamente rimettono in mezzo tutte queste cose$ senza tenere in nessun conto gli argomenti con i quali sono state cento volte con6utate" )l loro scopo * di agitare

15 g!nn"io 2001
stante, 0 la prima volta, a "uanto mi consta, che il cielo ha messo in guardia il mondo contro la sua parziale distruzione da "uando Aostro &ignore predisse a (erusalemme il destino che la minacciava, (atima ha in s' )ualcosa che ricorda anche la predizione di #odoma e &omorra* le

s s no no
due citt+ distrutte a causa di )uegli stessi peccati che oggi sono commessi su scala mondiale con approvazione e incoraggiamento dei governi, Ma nello stesso tempo ' una promessa che tutto andr* per il meglio se noi faremo ci! che ci ' stato chiesto da Aostra &ignora a 7atima,

5
;lla si ' degnata supplicarci di salvare noi stessi dalle conseguenze della nostra follia, Aoi siamo perfettamente liberi di ignorare "uesto appello, ma se ci! avverr*, che Dio abbia piet* di noi tuttiB"

Una &retesa irragionevole e contraria alla Divina Rivelazione I+ DEC/+0:0 DEI %E$C0%I 10$C/)I C0)1R0 +/ (E)/ DI '0R1E
Il fatto
1oscana oggi$ settimanale cattolico interdiocesano$ % novembre !!! pp" 1s".Cn documento della Conferenza episcopale toscana condanna con forza una pratica che ' solo vendetta IsicJ" Decalogo contro la pena di morte DI /escovi6 Il cristiano non potr* mai IsicJ invocare l#uccisione per chi ha ucciso0" ;i tratta del messaggio di66uso dai 'escovi toscani in occasione dell3anniversario dell3abolizione della pena di morte in Ooscana" Nel messaggio i 'escovi toscani$ accogliendo l3invito del <residente del Consiglio regionale$ danno mandato a tutti i parroci e rettori di chiese di 6ar suonare le campane alle ore 1?"!! del C! novembre ed espongono in dieci punti i motivi di tanta esultanza" El n" 1 del Decalogo i 'escovi pongono il principio che mai * dato all3uomo di interrompere una vita umana e cos: ne traggono la conclusione- .Riteniamo IsicJ pertanto che la pena di morte sia moralmente inaccettabile in "ualun"ue caso e in "ualun"ue situazione08 poi$ appellandosi alla Dichiarazione universale dei diritti dell#uomo delle Aazioni Cnite <3?EF=$ si uniscono a quanti riconoscono nella tutela della vita il primo e supremo IsicJ diritto di ogni essere umano, ralmente inaccettabile#$ avrebbero 6atto bene a consultare non la Dichiarazione dei diritti umani dell3Q"N"5 (d3ispirazione massonica#$ ma la Degge di Dio" +uesto avrebbe impedito loro di principiare con un principio erroneo$ come vedremo$ e di proseguire con una loro opinione personale (Riteniamo2 che sia#$ cosa indegna di coloro che dovrebbero essere 7aestri di verit,$ e non di opinioni private$ ancor meno di opinioni in contrasto con la dottrina della Chiesa" Elba 1@5%$ p" 2@>#" ) testi sacri sono poi l: ad attestare che Dio stesso nel 'ecchio Oestamento decret4 la pena di morte per determinati delitti (v" (en, @$ %$ ;s, 1$ C$ .v, >$ 1?$ Deut, 1@$11#"

(rinci&io erroneo
Da Degge di Dio$ naturale e positiva$ dice$ contrariamente a quanto a66ermano i 'escovi toscani$ che mai * lecito all3uomo di uccidere un innocente$ ma che in qualche caso e in alcune situazioni * lecito alla legittima autorit,$ nell3interesse del bene comune$ uccidere dei colpevoli$ quando giudizialmente ne sia stato dimostrato il delitto con morale certezza (che escluda$ cio*$ ogni ragionevole e serio dubbio# (v" &" )one o"6"m" cap" Compendio di 1eologia morale#" )l quinto comandamento suona esattamente- Aon assassinare$ cio*- non uccidere ingiustamente$ arbitrariamente (ebr" ras,h#" <erci4 dal "uinto comandamento non si pu! dedurre nessun argomento contro l#uccisione dei colpevoli, fatta secondo la legge, n contro l#uccisione fatta per legittima difesa o in guerra (B" 7ausbach 1eologia Morale$

)on #ene &er l,uomo vincere l,uomo; ma #ene &er l,uomo lasciarsi vincere di #uon grado dalla verit! &erch< sare##e male &er lui che la verit! lo vincesse suo malgrado" = inevita#ile infatti che la verit! lo vinca sia che egli la neghi sia che la confessi"
$ant,/gostino 4$p. 6>7?

Un &rinci&io erroneo
<oich( i 'escovi toscani parlano$ com3* giusto$ di morale (mo-

Da Chiesa$ perci4$ 6in dalle origini ha condannato due opposti errori- l3errore che 6u gi, di Dattanzio e poi dei 'aldesi ed in6ine di alcune sette protestanti (Enabattisti$ +uacqueri ecc"# secondo il quale errore la pena di morte sarebbe incompatibile con la lettera e lo spirito del 'angelo e l3opposto errore dei calvinisti$ secondo il quale la Degge divina esige che la pena di morte 6accia necessariamente parte della legislazione civile" Da dottrina tradizionale della Chiesa 6u espressa da )nnocenzo ))) allorch( impose a Durando de Uuesca (o di Qsca#$ ritornato dall3eresia valdese alla 6ede cattolica$ la seguente proposizione- .affermiamo che l#autorit* civile pu!

%
senza peccato mortale infliggere la pena di morte, purch sia mossa ad infliggerla non dall#odio, ma dalla giustizia, e non proceda temerariamente, ma con cautela0 (D& ? 5#" Da Chiesa cattolica$ dunque$ insegna che la pena di morte non * contraria alla Degge divina$ ma neppure * richiesta necessariamente da essa- la sua opportunit, * legata alle circostanze" <erci4$ come gi, avemmo modo di scrivere (v" s s no no 15 giugno 3@! p"2#$ un cattolico pu4 discutere su queste circostanze e cio* sulla opportunit, della pena di morte in questa o quell3epoca storica$ in questo o quel caso$ ma non pu4 mettere in discussione il principio e cio* la liceit, della pena di morte$ perch( .la pretesa di dimostrare privo di fondamento il diritto d#infliggere la pena di morte ' irragionevole e contraria all#insegnamento stesso della divina rivelazione, che attribuisce all# autorit* civile tale diritto come sua mansione ordinaria e naturale ((en, @$ %8 ;s, 1$ C8 .ev, >$ 1?8 Deut, 1@$ 118 Rom, 1C$ >#0- cos: <" Oito Centi Q"<" nel commento alla &omma 1eologica$ ed" ;alani$ vol" =')) nota 1 pp"1%2 ss"$ che riassume esaurientemente la questione" &cco$ per4$ che questa pretesa .irragionevole e contraria all# insegnamento stesso della divina rivelazione0 la troviamo oggi sulla bocca dei 'escovi toscani$ che dovrebbero essere$ invece$ 7aestri della /erit* eterna che non cambia mai mentre i tempi cambiano (beato padre <io$ lettera di sostegno a <aolo ') per l3 Gumanae /itae#"

s s no no
all#uomo guadagnare il mondo intero se poi perde l#anima sua%0 (Mt, 1%$ 5#8 perci4 .se la tua mano o il tuo piede ti ' occasione di peccato, troncalo2 meglio ' per te entrare nella vita monco o zoppo che con due mani o due piedi essere gettato nel fuoco eterno0 (Mt, 12$ 2# e$ per gli scandalizzatori$ Bes9 dice che .sarebbe meglio0 per loro essere privati della vita temporale (Mt, 12$ %#" 7a i 'escovi toscani pre6eriscono consentire con una .societ* sreligionata0$ che$ .chiusa nell#orizzonte terrestre0$ disapprova la pena capitale per i colpevoli perch( essa priverebbe .l#uomo di un bene che ' tutto il suo bene0 (ed intanto questa stessa societ,$ appunto perch( sreligionata$ calpesta ogni giorno il sacrosanto diritto delle anime ai mezzi necessari alla salvezza eterna$ anzitutto il diritto alla verit, e alla virt9$ e mette a morte$ senza tanti scrupoli$ milioni di innocenti con l3aborto e l3eutanasia#si veda A" Emerio Iota Cnum cap" ==) .a pena di morte"

15 g!nn"io 2001
lonna e fondamento della /erit*H (1 1m, C$ 15#"

Un fondamento inesistente
) 'escovi toscani al n"C del Decalogo cercano un 6ondamento nell3;vangelium /itae di Biovanni <aolo )) e asseriscono che .una pi) profonda comprensione del /angelo della Chiesa0 spingerebbe .oggi2 a considerare inaccettabili2 tutte le ragioni che hanno sostenuto I6inoraJ la pena di morte0" Biovanni <aolo ))$ per4$ nell3 ;vangelium /itae limita il suo discorso alla questione di 6atto$ asserendo che le circostanze odierne rendono praticamente inesistenti i casi in cui le societ, debbano di6endersi dal crimine mediante la pena capitale" )l <apa non tocca$ come i 'escovi toscani$ il principio della liceit, della pena di morte$ n( avrebbe avuto l3autorit, per toccarlo$ perch( una comprensione del /angelo$ che contraddica l3insegnamento costante e per ci4 stesso in6allibile della Chiesa$ non sarebbe un approfondimento$ ma un sovvertimento del 'angelo" ) successivi ? numeri del Decalogo sono in linea con i primi C numeri8 in essi i 'escovi toscani puntellano il loro erroneo principio con so6ismi gi, cento volte con6utati$ per ultimo da <io =)) nei suoi mirabili discorsi ai giuristi nei quali di6ende il valore delle pene vendicative$ cio* non diretti all3emendazione del reo$ ma alla riparazione dell3ordine pubblico e ad annullare la cattiva in6luenza del delitto sugli altri membri della societ," 7a tant3 *un episcopato$ che si arroga il diritto d3insegnare indipendentemente dalla Chiesa e in contraddizione con quanto la Chiesa ha costantemente insegnato$ non pu4 che o66rire l3ennesima con6erma (ennesima in questa squallida primavera della Chiesa# di ci4 che il ;ignore diceva a ;anta Caterina da ;iena- ..#amor proprio di s ' una nuvola che toglie il lume della ragione, la "uale ragione tiene in s il lume della fede, e non si perde l#uno che non si perda l#altro0"

+a Chiesa dis&rezzata dai suoi figli


) 'escovi toscani non si limitano a sostituire la Dichiarazione 5niversale dei Diritti dell3uomo alla Degge divina e al magistero della Chiesa$ ma al n" passano a criticare apertamente$ e pesantemente$ la loro santa 7adre.&appiamo bene che nei secoli scorsi la Chiesa si ' spesso trovata a esercitare un potere temporale, lasciandosi anche coinvolgere in una logica sociale e giuridica talvolta contrastante con la lettera e con lo spirito del /angelo0 (n" #" Ci4 * 6also$ perch( la Chiesa ha insegnato la liceit, della pena di morte 6in dalle origini$ quando non esercitava nessun potere temporale" )noltre * molto grave il 6atto che dei 'escovi accusano la Chiesa di aver tradito la lettera e lo spirito del 'angeloM 7a credono ancora i 'escovi toscani all3in6allibilit, del magistero costante della ChiesaH <ossibile che nessuno dei 6irmatari / e sono ben 1@ 'escoviM / abbia misurato la gravit, di una simile accusa rivolta alla Chiesa$ co-

Il &rimo e su&remo diritto non la vita terrena


G molto grave$ poi$ che i 'escovi toscani proclamano di sentirsi uniti .a tutti coloro che2 riconoscono nella tutela della vita il primo e supremo diritto di ogni essere umano0 (n"1#" Nostro ;ignore Bes9 Cristo ha insegnato che il primo e supremo diritto di ogni essere umano non * il diritto alla vita terrena$ ma alla vita eterna e ai mezzi necessari per conseguirla- .Che giova, infatti,

15 g!nn"io 2001

s s no no
lida per molti anni quella progettata a tavolino sotto papa <aolo ') (del resto gi, cambiata in molte parrocchie#H & si conoscono gi, i nuovi ritocchi o rinnoviH & a chi gioveranno$ visto che i nostri 6ratelli protestanti non accettano assolutamente la 7essa$ neanche in spirito di ecumenismo$ 6osse anche spogliata di tuttoH Da noi a 7essa di domenica vanno soltanto ancora pochi anziani" ) genitori giovani e i loro bambini mancano del tutto$ per

&
non parlare della giovent9M <er i bambini si svolge una volta al mese una specie di servizio$ con canzoncine e preghiere$ senza alcun ri6erimento alla 7essa" +uindi / chiedo ancora / a che serve la prossima ri6orma della 7essaH E svuotare del tutto le chieseH Com3* stato veramente buon pro6eta 7ons" De6(bvreM
+ettera firmata

/)C0R/ U)/ RI*0R'/


DE++/ 'E$$/?

Dalla ;vizzera riceviamo e pubblichiamo Ebbiamo letto che * stato inviato per consultazione ai 'escovi di tutto il mondo un nuovo progetto di liturgia della 7essa" 7a comeH Non doveva essere va-

$E'(ER I)*IDE+E$
K Il &egno$ rivista della Diocesi di 2olzano@2ressanone 5 novembre !!!- ./erso l# 8vventoDRiflettiamo sul perdono0 a 6irma di un certo Bualtiero 7eneghelli" Nella sua prima ri6lessione questi ci in6orma che Dio .' un +ap* che non premia e non castiga0$ e si appella al 'angelo- alla parabola della pecorella smarrita e alle altre parabole della misericordia" 7a il 'angelo / osserviamo / non sta tutto nelle parabole della misericordia" Non ha mai letto l3articolista della rivista diocesana di Lolzano-Lressanone$ ad esempio$ il giudizio universale in ;an 7atteo 5$ >%H .; se ne andranno costoro al supplizio eterno e i giusti alla vita eterna0ecco$ nel giro di una sola 6rase$ il premio eterno dei buoni e il castigo$ altrettanto eterno$ dei cattiviM 7a tant3*- leggere nella ;acra ;crittura solo quel che aggrada o serve alla propria tesi * arte vecchia quanto il padre della menzogna$ che$ anche per tentare Nostro ;ignore Bes9$ si serv: di un passo isolato della ;crittura (v" Mt, >$ 5-?#" Del 'angelo di ;an 7atteo il 7eneghelli cita$ invece$ il capitolo 12 versetti 15-12$ o66rendone una nuovissima esegesi nonch( una versione ad usum delphini" ;econdo lui$ quando Bes9 dice- se il 6ratello$ corretto privatamene e poi alla presenza di due testimoni$ non ti d, ascolto$ dillo alla Chiesa e, se neanche alla Chiesa d* ascolto, sia per te come il gentile e il pubblicano$ non parla a66atto del dovere di sottomettersi al giudizio della Chiesa$ cui egli con6erisce il potere anche di espellere dal suo seno i ribelli ostinati$ ma ci invita tutti a mettere gli impenitenti ostinati alS primo posto$ cos: come &gli mise al primo posto gentili e pubblicani (pentiti o impenitenti che 6ossero#M & quando Bes9 aggiunge- In verit* Io vi dico che tutto ci! che legherete sulla terra sar* legato nel cielo e tutto ci! che scioglierete sulla terra sar* sciolto anche nel cielo$ sempre secondo il 7eneghelli$ non si rivolge alla Berarchia ma$ democraticamente$ a tutta la comunit, cristiana$ come gi, pretesero$ contro la testimonianza unanime dei <adri e il 7agistero costante ed in6allibile della Chiesa$ Vuinglio ed altri ri6ormatori protestanti$ che$ a tal 6ine$ mutarono il dic ;cclesiae in dic communitati$ esattamente come Il &egno muta il dillo alla Chiesa in dillo all#8ssemblea (sull3argomento v" Cornelio E Dapide Commentarium in Mattheum cap, @/III#" +uesta interpretazione / ammette il 7eneghelli / sembra contraddire la nostra tradizione2 /a anche contro l#insegnamento che ci ' stato dato" 7a che 6aH D3insegnamento tradizionale .' una cosa che ha contribuito ad allontanare molti cristiani Ii 6ratelli separatiJ dalla comunit* di cui noi facciamo parte Ila Chiesa cattolicaJ0 e allora / ecumenicamente / contraddiciamo pure la tradizione$ rigettiamo l3insegnamento di Cristo che ci * stato trasmesso in6allibilmente dalla Chiesa e protestanticamente$ con i peggiori protestanti$ diciamo$ come dice il 7eneghelli su Il &egno$ che il compito della riconciliazione, di rimettere i peccati, non ' stato affidato ai soli sacerdoti$ che .spetta a tutti, e non solo ai sacerdoti, di rimettere i peccati, Ie$ poich( i 6ratelli separati negano la Con6essione$ pi9 precisamente eS riduttivamente-J di riconciliarsi con coloro che sappiamo avere "ualcosa contro di noi0" ;e poi qualche cattolico attardato desiderasse ancora con6essarsi$ 6accia pureM Con tutto "uello che abbia detto Ipluralis maiestatisHJ / scrive il 7eneghelli / non vogliamo convincere nessuno a non confessarsi dal sacerdote, 8ssolutamente noB" & sapete perch(H perch( l#uomo, ciascuno di noi, ha bisogno di "ualcuno a cui rivolgere le sue domande di perdono, confessare le sue angosce, i suoi peccati" Outto quiM ;emplice questione di utilit, psicologica (che l3uomo moderno ha gi, risolto ricorrendo allo psicologo#8 non questione di ;acramento di istituzione divina$ obbligatorio per ottenere il perdono di ogni peccato mortale" De irri6lessioniS pardonM le ri6lessioni sul perdono pubblicate dalla rivista diocesana Il &egno non si 6ermano qui" Dopo la Con6essione * la volta dell3 &ucarestia" )l 7eneghelli ci in6orma che .nella chiesa, la nostra chiesa cattolica Iminuscola$ naturalmente$ a dispetto anche delle norme grammaticali$ in verit, molto poco rispettate in tutte e tre le ri6lessioniJ esiste una norma, una decisione dottrinale$ che / perbaccoM / viene dal Concilio di 1rento$ e qui un elogio di-

'
tirambico sull3autorevolezza di questo Concilio dai modernisti cordialmente detestato" Da ragione dell3elogio * palese- il 7eneghelli ha bisogno dell3autorit, di questo Concilio per convincere i cattolici ad accostarsi alla ;anta Comunione anche se in peccato mortale- .Cna delle deliberazioni del Concilio di 1rento, presa nella @I/ sessione del >H novembre 3HH3 <I3JEK= L scrive solennemente L afferma che6 .M;ucarestia concede la grazia e il dono di rimettere i crimini e i peccati anche gravi0" +urtroppo "uesto / egli deplora / non viene predicato Imeno maleMJ$ ma noi dobbiamo saperlo, dobbiamo insegnarlo$ a meno che / aggiunge / il nostro vescovo o il papa magari non ci dicano che "uesta norma non vale pi)" No$ caro improvvisatore$ non * necessario che il 'escovo o magari il <apa ci dicano che questa norma non vale pi9- essa non esiste$ non * mai esistitaM" D; 1?>C si ri6erisce non all3&ucarestia;acramento (Comunione#$ ma all3 &ucarestia-;acri6icio (;anta 7essa# e suona$ in6atti$ esattamente cos:+lacato da "uesta offerta, il &ignore, concedendo la grazia e il dono della penitenza, rimette i debiti e i peccati anche se sono gravi (D; 1?>C#" G la di6esa del valore propiziatorio della ;" 7essa$ valore negato dai protestanti" Dio concede il perdono dei peccati a motivo del ;acri6icio di ;uo Figlio$ ma non per mezzo del ;acri6icio della 7essa$ bens: per mezzo del ;acramento della Con6essione" )n6atti per l3&ucarestia;acramento (o Comunione# il Concilio di Orento ha ben altra norma che dice esattamente l3opposto di ci4 che dice il 7eneghelli dalle pagine de Il &egno.nessuno, consapevole di essere

s s no no
in peccato mortale, per "uanto possa ritenersi contrito, si accosti alla santa ;ucaristia senza aver premesso la confessione sacramentale0 (D; 1%>?# con il relativo anatema al can" 11- .&e "ualcuno avr* la presunzione d#insegnare, predicare o affermare pertinacemente il contrario o anche di difenderlo in pubbliche discussioni, sia per ci! stesso scomunicato0 (D; 1%%18 c6r" 1%>%-1%>?#" Noi non ci stupiamo delle proposizioni ereticali del 7eneghelli$ che$ tra l3altro$ sembra non essere un prete" Ci stupiamo che / prete o laico che sia / abbia licenza di divulgarle dalle pagine della rivista diocesana di Lolzano-Lressanone e quindi all3 ombra dell3autorit, del 'escovo di quella Diocesi$ il cui primo compito di 'escovo (Tispettore o sorvegliante# sarebbe$ invece$ quello di vigilare sull3integrit, e purezza della Fede" Ci stupiamo$ altres:$ n( cesseremo mai di stupirci$ che si66atti <astori siano messi e lasciati a 6ar strage del povero gregge di Cristo"

15 g!nn"io 2001
Cristo venne a darla al mondo affidandone l, insegnamento e la custodia a (ietro e alla Chiesa"
2enedetto 3%

+I2RI RICE%U1I Eutori 'ari .#ora di &atana a cura del Centro ;ocioCulturale Brazio Forgione$ edizioni D3Eltra 'oce 'ia ;" Endrea n"1! 2 !C% ;olopaca (Lenevento# tel" !2 >"@? 1%55 / !C @" 1>111@ W W W Claudio Fauci Il senso della /ita, il destino dell#uomo R .a teologia della &toria nelle ;pistole ed Nmelie di (regorio Magno &d Bra6ite$ 'ia Elcide De Basperi$ 55 / 2!1CC Napoli$ tele6ono !21R55 >?CC / 55 >C1? / 55 2 !C / 55 !?>18 FaX" !21R5512 @5"

1ra gli attuali scom&igli im&ortante ri&etere agli uomini che la Chiesa &er divina istituzione l,unica /rca di salvezza &er l,umanit!A = &iB o&&ortuno che mai insegnare che la verit! li#eratrice &er gli individui come &er le societ! la verit! so&rannaturale in tutta la sua &ienezza e in tutta la sua &urezza senza attenuazioni o diminuzioni e senza com&romessi come )ostro $ignore :esB

)oi &er divina grazia siamo all,al#a di un nuovo anno; quest, anno di cui solo Dio sa se vedremo la fine deve essere tutto im&iegato a ri&arare &er il &assato a &ro&orre &er l,avvenire; e a &ari &assi coi #uoni &ro&ositi vadano le sante o&erazioni"
2eato &adre (io ca&&"