Você está na página 1de 32

Mordecai Richler

UN MONDO DI COSPIRATORI

Adelphiana
www.adelphiana.it 19 luglio 2001

"Non sopporto le autobiogra$e delle star. Se una star avesse presenziato alla Croci$ssione _ e questo nel caso di Shirley McLaine pi di una possibilit, vista la frequenza con cui la signora si reincarna _ la prima notizia che vi passerebbe era cosa si era messa, e chi le aveva fatto i capelli. I pezzi migliori del Richler pubblicista cominciano tutti come questa feroce recensione di Al di l delle nuvole. Il che spiega come mai i suoi bersagli d'elezione _ colleghi mediocri e mostri sacri, profeti della New Age, canadesi francofoni _ temessero come la peste, e spesso stigmatizzassero indignati, articoli e rubriche dello scrittore. Un mondo di cospiratori apparso per la prima volta su Playboy nel 1975.

Pur risultando, a vedersi, il prototipo della carogna, Charles Manson era in realt una vittima _ un sicario al soldo, senza neppure rendersene conto, del controspionaggio militare. D'altronde, un'attenta analisi delle strategie sinistrorse in campo musicale porta alla luce un'arma $n qui ignota, il "menticidio, messa a punto dal KGB per indurre al suicidio mentale, e cio a un rincoglionimento senza scampo, un'intera generazione di ragazzi americani. Il che spiega una volta per tutte i Rolling Stones. Lee Oswald non ha mai posseduto un fucile in vita sua, aveva una mira schifosa e comunque era un agente dei servizi segreti della Marina. Come Nixon, del resto. La setta del Grande Fratello, il cui scopo spazzar via dalla faccia degli Stati Uniti ogni residuo di cristianit, annovera tra i suoi sostenitori in incognito, oltre a Robert McNamara, gli ex presidenti di India e Paramount Pictures. S, Paramount Pictures, avete letto bene. E se i cosiddetti grandi della terra possono concedersi robuste dosi di tranquillanti, alcolici e sodomia, una ragione c': sono tutti quanti burattini 3

nelle mani dei veri reggitori del mondo, riuniti nella "minoranza si$logiudaica. Giuro, cos. Ma il vostro nemico pu anche avere un nome inatteso: Rockefeller, ad esempio, nel senso della famiglia. Nelson non pi al timone, va bene, ma gli altri continuano a fare il bello e il cattivo tempo nel mondo della $nanza, disseminando il caos a livello internazionale e screditando i governi democratici, come dimostrano lo scandalo Watergate e il successivo impeachment di Nixon. L'ETA, l'Esercito di Liberazione Simbionista e persino l'IRA sono emanazioni della CIA. Il disastro aereo nei pressi dell'aeroporto Midway di Chicago, nel quale l'8 dicembre 1972 hanno perso la vita quarantacinque persone _ fra le quali Mrs Dorothy Hunt, che aveva con s diecimila dollari in contanti e, a quanto pare, due milioni in traveller's cheque _ stato un attentato. Robert Kennedy non stato ucciso da Sirhan Sirhan ma da un secondo killer, tuttora la4

titante. Per il depistaggio pi immane e riuscito _ anche se poi non cos conveniente per chi lo ha messo in opera _ resta il mito che Adolf Hitler abbia ucciso sei milioni di ebrei. La verit su Chappaquiddick stata insabbiata da una potentissima organizzazione che agisce su scala planetaria, la stessa cui si deve la trasformazione di Martin Luther King da notorio non violento in agente "comunistoide. Ma esiste anche una possibilit alternativa, e cio che l'America sia in realt retta da un governo clandestino cui danno vita, mano nella mano, il mondo degli affari, la ma$a e i servizi segreti. Uscendo dal campo della cospirazione propriamente intesa, nulla esclude _ ma nulla conferma _ che ci che nella nostra ingenuit chiamiamo "comunismo altro non sia che il braccio armato di un disegno molto pi ampio, con centrali sparse fra Londra, Parigi e New York e dirigenti cinici e brutali che usano il PIM (Povert, Ignoranza e Malattia) per ridurci tutti quanti in ceppi. Venghino al tavolo della cospirazione, siori e siore, e puntino sul complotto preferito. Possiamo cominciare da Dick Gregory, che dei complotti un segugio di razza, oltre che un solerte propagandista, spesso in tourne. Nel 1974, durante una conferenza alla Columbia University, ha sostenuto come niente fosse che il rapimento di Patricia Hearst stata una macchinazione messa in atto dalla CIA per fomentare il terrore, dando cos modo agli apparati di sicurezza di estendere le proprie prerogative, e di conseguenza il raggio delle proprie _ odiose _ attivit. "Come ricor5

derete, ha detto Gregory "Patricia stata rapita sulla porta di casa, in camicia da notte. E il primo pacco spedito dai Simbionisti conteneva due oggetti: un nastro con la voce di Patty e, come prova che si trattasse proprio di lei, la carta di credito del padre. Poi col secondo nastro arrivata la patente. Ora, io non vado spesso a letto con giovani rampolle, ma dubito che nella circostanza si portino dietro tesserini vari.... Gregory ha giurato e spergiurato agli studenti che Rockefeller non esiterebbe a uccidere il presidente Ford, se questi in un modo o nell'altro intralciasse i suoi piani. In seguito, a Beverly Hills, ho scoperto qualcosa di ancora pi interessante, e cio uno sceneggiatore che sapeva per certo chi avesse organizzato l'assassinio di JFK: il pi giovane degli Hunt, Lamar. "Se ne vanta apertamente ha detto lo sceneggiatore. "Davvero|. "Certo che s. "In che senso|. "Nel senso che dice, virgolette, sono l'uomo pi potente d'America, chiuse virgolette. "E allora|. "E allora lo vedi che sei un cazzone| Solo l'uomo pi potente d'America poteva uccidere John Kennedy. L'America, l'America pullula di sbarellati che vedono complotti ovunque, ma anche di alacri studiosi dei medesimi, in un campo che si estende dalla destra pi estrema alla sinistra pi improbabile, dove chiunque spara ad altezza d'uomo teo6

rie che magari dicono tutto e il contrario di tutto, ma hanno almeno un tratto in comune: la certezza con cui vengono enunciate. E la pi convinta dell'assoluta fondatezza della causa per cui si batte Mrs Mae Brussell, solitaria ideatrice del Bollettino della cospirazione , una rubrica che nel 1974 ha fatto _ a dir poco _ breccia nel "Realist, testata un tempo celebre per il suo radicale scetticismo. Per avvicinare Mrs Brussell, che come si pu immaginare un tantinello sospettosa degli estranei, bisogna inventarsi qualcosa. Io ho provato a passare per un delizioso pranzo cinese offerto, a San Francisco, al direttore della signora Brussell, Paul Krassner. Krassner non come me, non crede che i nostri siano anni di violenza coattiva, caos e brutalit insensata. No, lui preferisce porre l'accento su certe connessioni inquietanti. Ad esempio, l'ho sentito dichiarare che quel provocatore fascistoide di Gordon Liddy si fatto le ossa perseguitando Timothy Leary. "Sai, il paese governato dalla porcissima trinit: malavita organizzata, servizi segreti e grande capitale. Il cui interesse congiunto sarebbe mantenere viva la minaccia comunista. "Insomma, per giusti$care un governo anticomunista qualche comunista da usare come babau viene comodo, no|. Be', in fondo s, ho pensato, e gliel'ho anche detto, ma poi Krassner si messo a parlare del suo carteggio con "Satana Manson, e a sostenere che le lettere di quest'ultimo, pur essendo in genere parecchio confuse, contenevano autentici sprazzi di genio. "Manson stato messo fuori su cauzione, e anche protetto, per una sola ragione, e cio per7

ch facesse quello che si sapeva avrebbe fatto: screditare la controcultura. Dopo pranzo ho chiamato l'inafferrabile Mae Brussell, che vive a Carmel. Non aveva ancora deciso se accettare o no di incontrarmi, e mi ha fatto subito notare che il suo tempo era prezioso. "Anche il mio le ho risposto. "E chi mi garantisce che lei non lavora per l'FBI|. "Ma su, non scherziamo. "O per la CIA|. "Ma se sono canadese, e vivo a Montreal ho protestato. "Montreal | So di una fondazione, dalle sue parti, che $nanzia una scuola per assassini in Messico. "Intende dire come in quel $lm, euh, Perch un assassinio|. "Sa, il $lm non era campato per aria. Anzi, per chi digiuno di cospirazioni risulta parecchio istruttivo. "Ma senta, crede che se fossi stato mandato da Montreal per, diciamo cos, farla fuori, le avrei rivelato da dove vengo|. "E chi lo sa|. Alla $ne, molto malvolentieri, Mrs Brussell ha accettato di farsi intervistare _ ma alle sue condizioni, e cio che quanto dicevamo venisse registrato, e che io $rmassi il documento che mi sarebbe stato sottoposto. In realt il colloquio non stato registrato, almeno che io sappia, mentre, come promesso, ho fatto uno scarabocchio su un pezzo di carta in cui dichiaravo quanto segue: 8

Il 20 ottobre 1974 io sottoscritto, Mordecai Richler, bianco, 43 anni, mi sono presentato a Mae Brussell sostenendo di essere inviato dalla rivista "Playboy... col preciso intento di scrivere, per la suddetta rivista, un servizio sulle teorie e le ricerche in tema di complotti e omicidi politici, con particolare riferimento a quelli organizzati dal Governo; pi in dettaglio, ho chiesto di incontrare Mae Brussell per esporre, in un articolo, i risultati raggiunti dalla suddetta negli ultimi 11 anni; in tutti gli articoli che io, Mordecai Richler, scriver sull'argomento, ogni informazione di cui sia venuto a conoscenza nel corso di tali colloqui verr attribuita alla sua fonte diretta, e cio la signora Brussell; qualsiasi tesi o congettura riferitami da Mae Brussell verr da me esposta nel modo pi accurato e oggettivo, e cio attribuendola alla suddetta; per parte mia, non integrer quanto mi verr comunicato con illazioni, digressioni, generalizzazioni o conclusioni non autorizzate; le teorie del complotto di cui venissi a conoscenza non verranno presentate come dati di fatto, tanto pi per avere io alle spalle due ore di colloquio con Mae Brussell, e non, come la suddetta, 11 anni di ricerche sul campo; mi limiter a esporre il mio punto di vista, lasciando che sia la storia a decidere se le conclusioni tratte qui sono verosimili oppure no; nel caso questo accordo e/o contratto venga disatteso in tutto o in parte, violato, o apertamente infranto, io, Mordecai Richler, mi assumo $n d'ora 9

la responsabilit di aver sfruttato l'altrui buona fede. Inoltre, nel caso il mio articolo ponesse ingiusti$catamente in una luce sfavorevole l'operato della signora Brussell, o ne danneggiasse la reputazione, acconsento a venire querelato, e ad accordarmi con la suddetta Mae Brussell per una cifra non inferiore ai 10.000 dollari, in modo da evitare il pagamento delle spese legali e i tempi lunghi della procedura giudiziaria... Prima di incontrare la signora ho fatto i compiti a casa. Vista l'aria, mi sembrava il minimo. Figlia di un rabbino riformato, divorziata, madre di quattro bambini, Mae Brussell ha circa quarant'anni. cresciuta a Beverly Hills e si laureata alla Stanford University. La sua ossessione per i complotti ha preso il via dal rapporto della Commissione Warren. Leggendo e annotando il documento nella sua versione integrale _ ventisei volumi _, Brussell si persuasa che l'assassinio di JFK stato organizzato dai servizi segreti, e che Lee Oswald lavorava per il governo. Nella sua carriera la signora Brussell, che sostiene di leggere otto quotidiani al giorno, ha condotto per un'emittente di Carmel un talk show di circa un'ora, Parliamo di cospirazioni , e ha tenuto, al Monterey College, il primo corso universitario di cui si abbia notizia su "Complotti e assassinii politici. Al suo attivo ha anche un pezzo sul simbionista Cinqu uscito sul "Berkeley Barb e intitolato Il primo Lee Oswald di colore , oltre a molti articoli molto lunghi per il "Realist, che alla vigilia dell'intervista mi sono doverosamente sciroppato uno per uno. 10

Se proprio devo dirla tutta, la signora Brussell scrive in modo atroce, innestando su una sintassi as$ttica una prosa oscura, intorcinata e spaventosamente ripetitiva. Per essere ancora pi chiari _ lasciando poi che, come d'obbligo, sia la storia a decidere _, il punto di vista di questo maschio bianco quarantatreenne che Brussell sia un'autrice men che modesta, non possieda l'ombra di uno stile e non abbia alcuna con$denza con la lingua. Ma non si pu negare che la sua ferocia e le sue affermazioni a dir poco brutali, ammonticchiate l'una sull'altra senza uno straccio di nesso, o di chiarimento, mi hanno lasciato a bocca aperta. Brussell convinta che una rete di cospirazioni minacci di strangolare l'America. "Se ci pensate, pazzesco, ma il nostro sistema giudiziario sembra fatto apposta per estorcere rivelazioni che mettono a repentaglio gli equilibri di potere. Tanto, se Nixon si dimette Spiro Agnew prende il suo posto, e a quello di Agnew va Ronald Reagan ha scritto sul "Realist del dicembre 1972, dove ha anche ricordato che "non risultano autopsie eseguite sul cadavere di J. Edgard Hoover _ cadavere che nessuno ha neppure visto rimuovere. Apparentemente l'ex capo dellFBI godeva di ottima salute. E allora una ragione per riesumarne i resti c', ed scoprire se l'ultima, americanissima cena di quest'uomo non sia stata una torta di mele al cianuro. Sul tema, Brussell rinviava a un successivo articolo dal titolo Perch hanno ucciso J. Edgard Hoover| , per il momento ancora inedito. Il che non esime l'autrice dal far notare come Hoover, che 11

ha avuto parte nell'assassinio di almeno due Kennedy, temesse un colpo di stato della CIA e la soppressione dei diritti civili. Sul "Realist dell'agosto 1972 Brussell ha sostenuto, senza tanti giri di parole, che a uccidere Kennedy stata la CIA, e che nel 1968 Nixon ha avuto i soldi che gli servivano per essere eletto in cambio della promessa di scegliere come vicepresidente Spiro Agnew, politicamente un illustre sconosciuto. Sempre secondo Brussell, la macchina di Ted Kennedy stata spinta in acqua a Chappaquiddick in un momento in cui non si sapeva se, e con quali compiti, Howard Hunt lavorasse per la CIA. In ogni caso, Mrs Brussell assolutamente certa che l'affaire di Chappaquiddick sia stato "organizzato dalla CIA per impedire una possibile candidatura Kennedy alla presidenza. Inoltre noto, cito, "che la vedova di Drew Pearson, l'ex capo di Jack Anderson, era entrata in possesso di informazioni cruciali, tanto che il 28 ottobre 1963 fu consegnato a John Kennedy un biglietto che diceva: Cancellare il viaggio a Dallas. Arrestare Lee Oswald. Ma ora Anderson ri$uta di ritrovare l'appunto, che de$nisce privo di fondamento. Sempre secondo Mrs Brussell, se Sirhan Sirhan e Charles Manson potessero parlare scuoterebbero l'edi$cio della giustizia americana dalle fondamenta. Peccato che in un altro articolo la signora sostenga che Sirhan stato costretto sotto ipnosi a dimenticare i nomi dei contatti dai quali prendeva ordini prima di diventare la pedina fondamentale dell'assassinio di Bob Kennedy. Se anche potesse 12

parlare, quindi, non si capisce bene cosa potrebbe dire. In Perch hanno rapito Patricia Hearst ("The Realist, febbraio 1975) Mrs Brussell ha sostenuto, con la solita grazia, che i Simbionisti sono stati creati dalla CIA allo scopo, nientemeno, di scatenare la terza guerra mondiale, precipitando le masse del Terzo Mondo nella carestia, e da l direttamente in schiavit. Tanto per non darsi obiettivi di piccolo cabotaggio, l'operazione sarebbe anche dovuta servire a giusti$care l'instaurazione della legge marziale e prevenire le libere elezioni del 1976. In$ne, secondo la signora, chiunque sia davvero convinto che Ted Kennedy ha ucciso la sua segretaria, Mary Jo Kopechne, stato vittima di un lavaggio del cervello. E non $nita. Subito dopo l'omicidio Kennedy la CIA, sempre lei, ha rapito Frank Sinatra Jr per distrarre i media e l'opinione pubblica dagli eventi politici. Illuminazione I. Per arrivare da Mae Brussell mi ci sono volute due ore di macchina, lungo una strada che passava tra fabbriche di sottaceti e campi di zucca a perdita d'occhio. Superata questa plaga di biascicasemini professionisti ho preso la nazionale della Carmel Valley. E proprio in quel punto _ anche a costo di incorrere nel delitto di lesa maest, che poteva costarmi diecimila dollari _ sono stato seriamente tentato di usare la $loso$a, o meglio la logica di Mae Brussell. S, di colpo ho capito che quella sua seducente miscela di mezze verit e speculazioni azzardate poteva aiutarmi a gettare nuo13

va luce sul nesso, $n qui inspiegabile, tra l'affermazione di Fidel Castro, l'apertura di una $liale texana della squadra di baseball dei Washington Senators, il boom delle piantagioni di tabacco negli Stati del Sud, il presunto suicidio di Ernest Hemingway e i costi esorbitanti della campagna elettorale di Nelson Rockefeller. Provate a fare mente locale: se Fidel, come tutti sanno un ricevitore niente male, non fosse stato respinto al provino per i Washington Senators _ quelli veri _, non si sarebbe rifugiato nella Sierra Maestra, da dove riemerse parecchio incarognito. Sarebbe interessante rispolverare il responso originale dei talent scout, e un buon detective lo troverebbe in quattro e quattr'otto, se quelli , furbi come gatti, non lo avessero imboscato. In ogni caso assai probabile che Castro, come i suoi compatrioti Tony Perez e Luis Tiant, avesse la stoffa per giocare in massima divisione. E lo altrettanto che il dipartimento Gioco Sporco della CIA, riconoscendo in lui un tipetto piuttosto rancoroso, gli abbia impedito di entrare nel diamante, a dire il vero tutt'altro che impenetrabile, dei Senators, con$dando nel fatto che cos il nostro si sarebbe dedicato ad aizzare quegli straccioni di cubani. Quale altra spiegazione dareste del fatto che i Senators, in barba alla normativa antitrust, abbiano potuto fondare una seconda squadra in Texas, e cio proprio nello Stato in cui fu ucciso John Kennedy| Impedendo a Fidel di diventare una stella del baseball-mercato, conveniente anche a duecentomila 14

narcodollari, la CIA ha preso quattro piccioni con una fava: 1. ha impiantato un'effettiva minaccia comunista nell'emisfero, giusti$cando cos l'aumento di milioni, se non di miliardi, del proprio budget;

15

2. ha per ci stesso innescato la Crisi dei Missili, e la conseguente impennata degli indici di ascolto della TV in generale, e dei notiziari in particolare. Come dire, moneta sonante nelle tasche della NBC, rete controllata, noto, dalla Chase Manhattan Bank _ e quindi dagli onnipresenti Rockefeller, che hanno cos potuto $nanziare la campagna di Nelson, pi tutta una serie di prestiti a interesse zero di cui ha bene$ciato, fra gli altri, anche Kissinger; 3. ha provocato la repentina scomparsa dal mercato dei Montecristo e di altri eccellenti sigari cubani, fenomeno cui dovuto il boom del tabacco di cui sopra _ una vera manna per gli Stati di Nixon; 4. ha con ogni probabilit eliminato l'ex cittadino cubano ed ex compagno di strada Ernest Hemingway, che se ben ricordate negli ultimi giorni vedeva agenti del $sco dietro ogni angolo. Semplice paranoia| O invece Hem sapeva troppo| Continuando a rimuginare su questi scenari terri$canti mi sono ritrovato davanti alla porta di Mae Brussell. "Posso vedere la sua patente| mi ha domandato. "E perch|. "Perch altrimenti come faccio a sapere che lei veramente chi pretende di essere|. Giustissimo. Senza opporre ulteriori resistenze ho estratto il mio (ciancicatissimo) documento, di cui Brussell si copiata i numeri su un blocchetto. Poi mi ha lasciato entrare e mi ha offerto un caff 16

e una fantastica torta di banane fatta con le sue mani. "Questo paese si regge su due pilastri: le pallottole e i ricatti ha esordito. "Scusi, ho ribattuto citando uno dei suoi articoli "ma se davvero JFK stato vittima di un complotto della CIA, perch Robert ha tenuto la bocca chiusa|. "I Kennedy hanno un punto debole, sono promiscui. Se Robert avesse parlato, qualcuno avrebbe tirato fuori certe storielle.... "E va bene, mettiamo che lei abbia ragione... ma se per nascondere qualche banale adulterio Bob avesse coperto l'assassino di suo fratello sarebbe stato una bella carogna, no|. "Perch crede che abbiano ucciso Marilyn Monroe|. "Prego|. "Certo, l'hanno uccisa. sicuro, anche se i servizi segreti militari hanno fatto in modo che passasse per un suicidio. In realt era un avvertimento destinato a Robert. "D'accordo, ma quando poi toccato a lui, perch anche Ted rimasto zitto|. "Perch anche lui era stato avvertito. O ha gi dimenticato l'incidente aereo in cui si distrutto la schiena| Poi c' stata Chappaquiddick, altra montatura.... "Nel senso|.... "Nel senso che gli hanno fatto bere qualcosa. Non so, una polverina.... Sperando di non essere visto, ho scansato il dolce. 17

"Tant' vero che ancora oggi Ted non sa cos' successo, quella notte. Prima che potessi chiedere delucidazioni, Brussell era gi passata al caso Manson: "Spero lei si renda conto che hanno fatto tutto i servizi. Lo hanno coccolato, protetto, poi lo hanno sguinzagliato.... "E perch|. "Perch intanto era nata una nuova generazione, i ragazzi ri$utavano la guerra, vivevano nelle comuni, e se le cose fossero andate avanti cos, addio consumismo. Manson stato usato per screditare la controcultura. E Murray Chotiner stato ammazzato, li stanno facendo fuori uno a uno. Ah, forse lei non sa che Oswald non ha mai posseduto un fucile in vita sua. "Veramente io ricordo una fotogra$a piuttosto famosa in cui.... "Fotomontaggio. Un lavoro di cesello. Testa sua, corpo di un altro. Ma lei $n dove vuole arrivare| Chi altro pensa di sentire|. "Ecco, a Washington ho parlato con Nicholas Von Hoffman e.... "Von Hoffman lavora per la CIA. "Pu dimostrarlo|. "Che sia sul libro paga o no non signi$ca nulla, i suoi articoli sono scritti sotto dettatura. Ci sono gli agenti e gli stronzi mi ha spiegato. "Gli stronzi sono quelli che fanno il gioco della CIA. "Capito. Al telefono lei ha nominato una fondazione, la Permindex.... "Certo. Addestrano sicari politici in Messico. 18

"Mi darebbe il loro indirizzo| Vorrei fare qualche controllo. "Si ricorda cosa succedeva al giornalista nel $lm di cui abbiamo parlato al telefono|. "Molto divertente. Comunque l'indirizzo me lo ha dato, e pi tardi ho scoperto che sull'elenco telefonico di Montreal non compare nessuna Permindex _ in altre parole, l'indirizzo non corrisponde a nulla. Ne sanno una pi del diavolo, i bastardi. "Un'ultima domanda. Se un sacco di gente stata fatta fuori perch sapeva troppo, come mai.... "Guardi, se avessi un pubblico pi vasto, non sarei qui a parlare con lei. Illuminazione II. "Playboy vende circa sei milioni e mezzo di copie, e cio ha circa venti milioni di lettori. E se il suo direttore, Arthur Krechmer, fosse un agente della CIA come Von Hoffman| E se con mossa astuta mi avesse chiamato dal Canada con un unico scopo, far s che per una volta Brussell raggiungesse un pubblico suf$ciente da giusti$carne l'eliminazione| In questo caso avrei solo due possibilit. La prima, meno grave, il concorso in omicidio. La seconda, una patente stronzaggine. Los Angeles. Per quanti di noi vivono al calduccio in quello che si pu considerare il superattico del continente, l'America butta sul paranoico spinto. Non c' dubbio, ad esempio, che la mia permanenza nella Beverly Hills del dopo Manson sia stata un'esperienza niente affatto rassicurante. I canyon trasudano ricchezza, ma anche terrore. Can19

celli elettri$cati, dobermann assetati di sangue, vigilantes ovunque. Ma soprattutto la psicosi di un crollo imminente, orchestrato in parti uguali dagli gnomi di Zurigo, dalla minoranza si$logiudaica, dalla CIA, dalle belve spietate che gestiscono senza scrupoli il PIM, e da chiss chi altro ancora. Obiettivo| Semplice, far crollare a zero il valore di tutti i beni, mobili o immobili che siano. Oro, ecco la soluzione. La coperta di Linus degli accaparratori. O no| Il presidente di una delle major di Hollywood, uomo assai scaltro, mi ha detto di avere consultato per mesi un broker, che aveva al suo attivo un best seller su come arricchirsi mentre tutti vanno in rovina. Non si sono mai visti di persona, parlavano solo al telefono, a volte anche per un'ora di $la. E il broker insisteva $no alla nausea perch vendesse tutto, convertendo il ricavato in oro. Poi, improvvisamente, la corsa all'ammasso si interrotta. Qualcosa cambiato. "Forse sbaglio, ha detto il broker "ma a forza di parlarle mi sono reso conto che ho a che fare con una persona di un certo livello. Sbaglio|. "Spero di no. "Se cos, lasci perdere l'oro. Tutte vaccate. Sa, io lo tratto, quindi devo piazzarne il pi possibile, ma la soluzione vera un'altra. Praticamente, un piano in quattro fasi. "Forza. "Andando al lavoro, stamattina, quanti negri ha visto|. "Be', pi o meno... ma che ne so|. 20

"Secondo me un sacco. "Probabile. "E dove crede che andranno quando saranno nella merda $no al collo| In strada, no| O sbaglio|. "Boh, pu darsi. "Lei deve procurarsi quattro pistole e una sfracca di munizioni. Poi prende tutti i liquidi che ha e li sbatte in una scatoletta, che sotterra da qualche parte. Io suggerirei lo Utah. pieno di mormoni, che coi negri non che fraternizzino tanto. Sapranno difendere il loro territorio. "Il guaio che sarei in barca. "E alla barca ci arriva in venti minuti|. "S. "Per magari lei pensa di andare a sud, vero|. "Vero. "Negativo. Sar pieno di 'sti cazzo di messicani, che adesso si sono messi a fare i pirati. Hanno la bava alla bocca. Per vero che se lei si procura un paio di bazooka, quando tentano l'abbordaggio sa che sorpresina. De$nizioni. Finch sudate freddo all'idea di metter piede su un aereo, siamo nel campo di una ragionevole nevrosi; ma se siete come me, e cio se anche solo attraversando la strada siete certi di stare per essere colpiti da un missile vagante _ di probabile origine antisemita _, allora voi e la paranoia fate un tutt'uno. Venendo dal Canada, ed essendo non solo uno scrittore, ma uno scrittore ebreo, ho tutte le stigmate del paranoico di razza. E se ripenso alla mia infanzia, sento mio padre attaccare la solfa del 21

complotto di Detroit, argomento sul quale, in cucina, poteva ricamare per ore e ore. Pucciando il bagel nel latte caldo, ci garantiva che da non si sa quanto tempo loro avevano brevettato un'automobile a gas che con un pieno faceva centinaia e centinaia di chilometri, ma siccome erano delle vere carogne, e per di pi culo e camicia con l'industria del petrolio, si guardavano bene dal commercializzarla. Molti scrittori canadesi si ritengono vergognosamente sottovalutati, e non per demeriti propri. Non vengono pubblicati all'estero, secondo loro, perch Londra un cenacolo di frocetti, mentre sulla scena letteraria newyorkese domina la ma$a giudaica. E da questo punto di vista buona parte dei miei compatrioti, specie se di simpatie vagamente nazionalistiche, tende a sentire puzza di complotto yankee un po' dappertutto. Quanto agli scrittori in genere, e mi ci metto anch'io, concentrano quasi sempre le paranoie sulla posta. Per loro, cospirazione una di quelle mattinate infami in cui nella cassetta delle lettere non c' traccia di proposte, cedole di diritti, o almeno recensioni benevole. Un mio amico piuttosto noto, che passa per un essere decisamente sensato, uso spedirsi di tanto in tanto qualche lettera, non fosse altro per saggiare l'ef$cienza del sistema postale. La vasta e crescente letteratura sulla paranoia un caso ancora diverso. In periodi differenti ne hanno costituito altrettanti capisaldi qualsiasi riga di Kafka, La prova di Gilbert Pinfold di Evelyn Waugh, 22

La vittima di Saul Bellow e, pi di recente, successo qualcosa di Joseph Heller, dove il protagonista, a pagina uno, dice: "Se vedo una porta chiusa mi vengono i brividi. Persino in uf$cio, dove in questo momento va tutto a gon$e vele, la vista di una porta chiusa mi fa subito pensare che l dietro stia succedendo qualcosa di orribile, qualcosa che si ritorcer nel modo peggiore su di me.... E nove pagine dopo ritorna sul tema: "In uf$cio ci sono cinque persone di cui ho paura. Ognuna ha paura di altre quattro (che non sono le stesse), e cos arriviamo a venti, e ciascuna di queste venti ne teme altre sei, il che ci porta a un totale di centoventi persone che temono almeno un'altra persona. Volando sopra Salt Lake City, cio la roccaforte inespugnabile in cui rifugiarsi caso mai i negri dessero in scalmane, ho deciso. Nulla quello che sembra. Vista da vicino, la vita non ha alcunch di assurdo. Nulla lasciato al caso. Quelli che Faulkner chiamava l'urlo e il furore hanno un signi$cato. Chi non ci crede, chieda a Skolnick. Sherman Skolnick si de$nisce ricercatore, nonch presidente del Comitato civico per l'operazione Tribunali Puliti. Vive in un modesto appartamento nella zona sud di Chicago, dove sono andato a trovarlo. Skolnick ha quarantaquattro anni, ed paraplegico. Di lui si occupa un gentilissimo assistente, David Hoffman, un ragazzo sui trenta messo a sua volta maluccio da quando ha perduto il braccio sinistro in un incidente di macchina. Pi tardi sia23

mo stati raggiunti dal temibile Alex J. Bottos Jr, capo della sezione investigativa e gi sedicente in$ltrato in una celebre banda che rapinava aerei. Come Mae Brussell, anche Skolnick certo che i Simbionisti siano un'emanazione della CIA e che Patty Hearst abbia subto un lavaggio del cervello. In particolare, la famiglia Hearst sarebbe stata nel mirino della CIA dagli anni Quaranta, da quando cio la sua catena di giornali lanci una campagna di stampa sostenendo che "all'inizio del decennio, molto prima cio che gli americani costruissero la bomba all'idrogeno, i Rockefeller avevano cercato di passare segreti atomici all'Unione Sovietica. Gi, peccato che i Rockefeller, che sono come il prezzemolo, fossero stati tra i fondatori della CIA, e non l'avessero presa per niente bene. Cos come nel 1973 non avevano preso bene che la Hearst Corporation, facendo pubblicare dalla Avon Books i Glass House Tapes , avesse sferrato uno dei primi attacchi frontali alla CIA. Quanto a Hearst, naturalmente aveva capito tutto, ma certo non poteva protestare, dato che dal 1912 i suoi giornali prosperavano rovistando nell'immondizia. Siamo rimasti un bel po' in quel cucinino zeppo di scatolette, mentre Skolnick, che ha qualcosa di commovente, traf$cava con un registratore e mi diceva, con un certo imbarazzo, di non venire "dalla crema della societ. Il padre, un sarto per signore, gli aveva lasciato una piccola rendita, scatenando senza volerlo la passione del $glio per la corruzione e le aule di giustizia. Secondo Skolnick, infatti, la somma era stata af$data a un amministratore disonesto, che lui aveva rincorso da 24

un tribunale all'altro per nove anni, arrivando a studiare Legge per conto suo. Poi, nel 1963, aveva dato vita al Comitato Tribunali Puliti, che dovrebbe occuparsi di casi di pubblico interesse. "Viviamo appesi a un $lo mi ha detto. "La nostra ha continuato "non un'organizzazione propriamente intesa, dunque non pu essere in$ltrata n controllata.

Adesso stava scrivendo un pezzo per il "Realist: "Parler delle decine e decine di persone che hanno avuto a che fare col Watergate e sono morte assassinate o in circostanze misteriose. Abbiamo contatti in tutto il mondo occidentale, Europa, Canada.... "In Canada con chi| Magari potrei incontrarlo. 25

"Ecco, in linea di principio non facciamo mai i nomi dei nostri contatti. Sa, occupano tutti posizioni delicatissime.... Skolnick ha poi sostenuto che da Dallas $no al Watergate i media hanno scoperto pi o meno tutto su Oswald, ma non se la sono mai sentita di parlarne. A quel punto gli ho chiesto, come a Mae Brussell, perch Bob Kennedy, se davvero sapeva tutto del complotto ai danni del fratello, non avesse mai parlato. "Non poteva stata la risposta. "Era come un rapinatore beccato con le mani nel sacco. Con chi se la pu prendere| "Solo gli ingenui, quelli che non hanno studiato per anni il problema _ come Mae, ad esempio _, possono avere dubbi del genere ha concluso. Avevo capito, e sono quindi passato ad altro argomento, domandando a Skolnick un'opinione sul disastro aereo della United Airlines vicino all'aeroporto di Midway in cui aveva perso la vita, fra gli altri, Dorothy Hunt. "Pu provare che si trattato di sabotaggio|. "I media hanno fatto l'impossibile per coprire la United Airlines, ripetendo $no alla nausea che le nostre accuse sono prive di fondamento. Perch| Ma perch la United li tiene in pugno. Abbiamo prodotto tredicimila pagine di documentazione, e quelli sostengono che non abbiamo prove. Vede, il fatto che i Rockefeller, attraverso la Chase Manhattan Bank, controllano tutti e tre i network nazionali, e hanno il pacchetto di maggioranza della United. Morale, sono due anni che tentano 26

di metterci il bavaglio. cos che funziona, strati su strati su strati.... "Potete dimostrare che la signora Hunt trasportava due milioni di dollari in traveller's cheque, e diecimila in contanti|. "Su due piedi non so risponderle, ma il nostro investigatore capo sa tutto a riguardo. Un attimo dopo il personaggio appena citato faceva il suo ingresso in una cucina ormai sovraffollata. "Le presento Alex Bottos ha detto Skolnick. "Un attimo dopo essere comparso al mio $anco in pubblico, lo avevano gi arrestato, con un pretesto qualsiasi. "Cio| ho provato a chiedere. Bottos, un uomo gelido, mi ha subito risposto: "E secondo lei oggi come oggi hanno davvero bisogno di un pretesto|. "Ti prendono e ti sbattono in quella che noi chiamiamo Arancia Meccanica. un posto in Missouri dove fanno esperimenti sulla personalit. La modi$cano. Bottos ce l'hanno tenuto quaranta giorni. E qui Bottos ha prodotto un nastro. Durava circa un'ora, e cominciava con una musichetta spettrale, come le sigle radiofoniche di certe trasmissioni religiose. Poi una voce di ragazza annunciava che l'ospite della puntata _ Bottos appunto _ stava per farci alcune rivelazioni sensazionali. Bottos, diceva la ragazza, era uno psicologo sperimentale che nell'esercito, durante la guerra di Corea, aveva potuto vedere da vicino un lavaggio del cervello, prima di subirne lui stesso uno qui in America. "Vi 27

raccomandiamo caldamente aveva concluso la voce "di non ascoltare questo nastro prima di andare a tavola. Quello che sentirete violento, traumatico, in alcuni passaggi repellente. Ma anche assolutamente vero. Purtroppo il nastro non manteneva le promesse. Si trattava per lo pi di una sorta di lungo sermone, recitato da Bottos con estrema lentezza, e una voce funerea. "Le parole... cominciava "quasi tutti impariamo a usarle con una leggerezza.... A un certo punto, sosteneva Bottos, qualcosa qui da noi non pi andato per il suo verso. Dire con precisione quando era forse impossibile. Quel che certo che ora abbiamo toccato il fondo, un fondo che forse non immaginavamo neppure, e adesso "siamo vittime di un dispotismo mentale e sessuale. Ci sono, continuava lugubre Bottos, molti modi di uccidere un uomo, ma il pi insidioso il cosiddetto "zombismo. La degradazione assoluta. "Devo darvi una notizia spaventosa. La politica del governo prevede ormai apertamente il ricorso allo zombismo. Nel nostro interesse, a quanto dicono. Dopodich sceso nei dettagli tecnici. "Prendi un essere umano e lo sbatti, nudo come un verme, in una cella di due metri per tre, senza cesso, senza lavandino, senza niente, e dove decidi tu la luce, i rumori, la temperatura. Ce lo tieni per un arco di tempo che va dalle settantadue ore alla settimana, inducendo uno stato di fatica, paura e disorientamento. Gli fai salire la febbre con le droghe, e se le droghe non funzionano usi un misto di violenza e perversioni sessuali. Lo pesti $no a in28

durlo ad atti sessuali attivi e passivi contro natura, e a un certo punto quello diventa talmente mansueto che va avanti di sua spontanea volont. Bottos proseguiva citando Va' e uccidi, perch secondo lui Lee Oswald ha subto un lavaggio del cervello, proprio come Laurence Harvey nel $lm. "Oswald ha sostenuto "lavorava al Numero Cinque di via Krasniya, a Mosca, e per la precisione alla Sezione Sperimentale dell'Istituto Elettrotecnico nel Palazzo delle Scienze. Alle ore 10 del 30 marzo 1961 viene ricoverato a Minsk per un'operazione di adenoidi, che per stranamente dura dodici giorni. Esce infatti l'11 aprile, quando gli viene misteriosamente procurato un visto grazie al quale pu fare rientro negli Stati Uniti. Le nostre leggi sull'infermit mentale, a detta di Bottos modellate su quelle di Berija, sono state fortissimamente volute dalla CIA e, di nuovo, dai fratelli Rockefeller, per arrivare al dominio dell'intero pianeta e alla spartizione del potere mondiale fra noi e la Russia. Purtroppo, sempre secondo Bottos, nessuno ha ascoltato il giornalista californiano Frederick Selig, che nel giugno del 1964 ci aveva messo in guardia contro l'in$ltrazione della lobby omosessuale nel governo. Secondo Selig, l'omosessualit una pratica religiosa diffusa su scala planetaria, che ha lo scopo di consentire il controllo totale della popolazione, e di portarci a credere _ attraverso, appunto, un controllo ferreo _ che le normali relazioni fra uomini e donne siano un crimine. Cos va il mondo. 29

Washington. Vado da Art Buchwald, che mi dice: "Il problema delle teorie della cospirazione che molte si sono rivelate vere. Per anni ho preso in giro i miei amici di sinistra quando sostenevano di avere i telefoni sotto controllo, oppure che Nixon era un delinquente, e adesso guarda un po', viene fuori che avevano ragione loro. E non ha aggiunto, ma avrebbe potuto, la storia di Gordon Liddy, il quale faceva parte dell'uf$cio del procuratore John Mitchell e propose l'idea di un bordello galleggiante dove spedire con qualche stratagemma i delegati alla Convenzione Democratica, per poi $lmarli. Quanto agli orrori della Casa Bianca, ne sappiamo anche troppo. Secondo rivelazioni recenti, uno degli ultimi piani con cui si trastullato J. Edgar Hoover era il Cointelpro, che prevedeva di in$ltrare agenti dell'FBI in gruppi di sinistra o fra i Simbionisti. E bisogna ammettere che il rapporto della Commissione Warren ha parecchie falle. Sul Washington Post del 27 settembre 1974 Nicholas Von Hoffman ha scritto: "Se si scoprisse che Lee Oswald era un agente al soldo di Cuba, saremmo autorizzati a pensare che Castro lo abbia spedito a Dallas per vendicare gli attentati contro di lui. Quando nell'arco di un decennio tre politici di primo piano vengono uccisi, risulta piuttosto dif$cile continuare a credere alla favoletta di tre squilibrati che mettono in pratica, senza l'aiuto di nessuno, le fantasie delle loro menti malate. E va detto che $n dagli inizi la CIA si distinta per il gioco sporco, usando trucchetti fra il rivoltante e l'infantile. In CIA: culto e mistica 30

del servizio segreto, Victor Marchetti e John D. Marks ricordano che per diversi anni l'agenzia ha $nanziato il "Daily Worker di New York. "A onore della testata, nessuno all'interno lo sapeva, perch i fondi arrivavano in forma di sottoscrizioni anonime. Con quell'operazione la CIA sperava di dimostrare al pubblico americano la reale esistenza del pericolo comunista. Per quanto mi riguarda, il mio problema con i teorici della cospirazione che, se gli dai un dito di porcherie accertate, loro si prendono tutto un braccio di fantasie. O peggio. Come ai suoi tempi il senatore McCarthy, usano con la pi assoluta disinvoltura voci e insinuazioni. Prima del nostro incontro il povero Skolnick sospettava che fossi un agente dell'FBI, e subito dopo ha chiamato "Playboy sostenendo di avere le prove che lavoravo per il governo canadese. Usando le sue tecniche e quelle di Mae Brussell sono in grado di fornire alcune pezze d'appoggio a quest'accusa. Nel 1958, e poi di nuovo nel 1965, ho ricevuto borse del Canada Council, apparentemente come sostegno alla mia attivit di scrittore. Ma all'epoca il Canada Council era diretto da Peter Dwyer, durante la guerra agente dell'MI5. E collega di Kim Philby. Avendo vissuto in Inghilterra diciott'anni, ho lavorato per diverse riviste, tra cui "Encounter, che nel frattempo si scoperto essere stata $nanziata dalla CIA. Dall'epoca del mio ritorno in Canada, nel 1972, sono andato per due anni a Ottawa almeno una volta alla settimana, uf$cialmente come 31

visiting professor alla Carleton University, ma non uf$cialmente... Dimenticavo. A Ottawa sono spesso andato a bere qualcosa con Don Wall, gi consigliere per la Sicurezza del governo. "Come faccio a sapere che lei davvero chi pretende di essere| mi aveva chiesto Mae Brussell. La verit che non lo so neanch'io...

1990 MORDECAI RICHLER 2001 ADELPHI EDIZIONI S .P .A. MILANO

32