Você está na página 1de 2

<><><>di Domenica in Domenica<><><>

DOMENICA 7 Dicembre - 2^Domenica


^Domenica di Avvento II^ Salt.
Luned

8 Dicembre IMMACOLATA
MMACOLATA CONCEZIONE della B
B.V. MARIA

Ore 8.15 Celebrazioni delle Lodi in Collegiata;


8.30 S. Messa in Collegiata; def.Mons.Gino Andreoli
9.00 S. Messa a S. Giovanni;
9.00 S. Messa a S. Bernardino;
10.30 S. Messa in Collegiata; def.Mariagiov
def.Mariagiovanna;
11.00 S. Messa a S. Maria;
11.00 S. Messa a S. Giuseppe Bernolda;
18.00 S. Messa alla Fossetta.
Marted
9 Dicembre Ore 18.30 S. Messa;; def. Emanuele e Stefano.
Mercoled 10 Dicembre Ore 18.30 S. Messa; def. Alessandri Valentino e fam.
Gioved 11 Dicembre Ore 10,00 S. Messa Chiesa del Popolo;
Tutto il giorno Adorazione Eucaristica alla Casa della
Carit conclusione ore 18.30 S. Messa;;
def. Pozzan Maria Teresa, Primo e Angela.
Venerd 12 Dicembre Beata Vergine Maria di Guadalupe
Ore 18.30 S. Messa; def. Lucia.
Sabato 13 Dicembre Memoria di S. Lucia
Ore 16.00 S. Messa alla Casa Protetta;
18.30 S. Messa;
def.famiglie DAvanzo Festa e Carla.

DOMENICA 14 DICEMBRE III^ DOMENICA DI AVVENTO


Ore 8.15
8.30
9.00
9.00
10.30
11,00
11.00
18.00

Celebrazione delle Lodi in Collegiata


Collegiata;
S. Messa; def. Rainero e fam. Magnanini
Magnanini;
S. Messa a S. Giovanni;
S. Messa a S. Bernardino;
S. Messa in Collegiata;def.
def. Valla Laura e fam.
S. Messa a S. Maria;
S. Messa a S. Giuseppe Bernolda;
S. Messa alla Fossetta.

Al Santuario B.V. della Fossetta la S. Messa feriale delle 8.30 preceduta dalle Lodi alle 8.15.
La S.Messa feriale delle ore 18.30 in Sagrestia preceduta dalla
lla recita dei Vespri alle ore 118.15.

(Bollettino Parrocchiale.
..e qualcosa in pi)

44 (Stampato in proprio)

NOVELLARA

Web: www.novellara.net - E Mail: parrocchia@novellara.net

DOMENICA 7 Dicembre 2014 2^DOMENICA DI AVVENTO


Dal Vangelo secondo Marco (1,1-8)
(1,1
Inizio del vangelo di Ges, Cristo, Figlio di Dio.
Come
sta
scritto
nel
profeta
Isaa:
Ecco, dinanzi a te io mando il mio messaggero:
egli preparer la tua via.
Voce
di
uno
che
grida
nel
deserto:
Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi
sentieri, vi fu Giovanni, che battezzava nel deserto e
proclamava
oclamava un battesimo di conversione per il perdono dei peccati.
Accorrevano a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di
Gerusalemme. E si facevano battezzare da lui nel fiume Giordano,
confessando i loro peccati.
Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai
fianchi, e mangiava cavallette e miele selvatico. E proclamava: Viene dopo
di me colui che pi forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i
lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzer in
Spirito Santo.
Parola del Signore

Riflessione:
Don mi pu benedire queste medagliette? Don questulivo gi stato benedetto?
Don questa Messa valida per la domenica? ... Questi parole e tanti altri gesti
semplici accompagnano la vita della nostra gente, sono il desiderio di fare bene le
cose e di vivere bene. Non devono per distrarci dal vero protagonista di tutto che
lo Spirito.
Diciamo grazie a Dio per il Battista, segno che Dio mantiene le sue
su promesse cos
come ci sono arrivate attraverso le parole i Isaia; diciamo grazie e riconosciamo in
Giovanni che battezza nel Giordano il segno che ci richiama alla necessit di

cambiare vita, ma egli non pu dare la vita nuova, quellacqua che usa rimane solo
acqua essa non pu dare vita, solo lo Spirito la d.
Questa vita nuova portata a noi da Ges, lui latteso, lui il centro di tutto, lui
che benedice, lui che rende valide o meno le cose, lui quello forte che soccorre e
colma le mie debolezze, lui colui del quale non sono degno di slegare i lacci e che
si chinato per servire gli altri, lui che non battezza solo con acqua ma in Spirito
Santo.
In questa domenica che ci vende continuare il nostro cammino verso il Natale, siamo
chiamati a ringraziare perch in Ges c per ciascuno di noi un vangelo, un lieto
annuncio che inizia.
Don Paolo

Avvisi:
Tutte le mattine dei giorni feriali recita delle lodi nella sagrestia della
Collegiata alle ore 7.30.
Marted 9 dicembre ore 21.00 a S. Maria
CONSIGLIO PASTORALE UNITARIO
Mercoled 10 dicembre ore 21.00 in Oratorio
INCONTRO EDUCATORI
Gioved 11 dicembre ore 21.00 in Oratorio
INCONTRO CON I GENITORI DEI RAGAZZI DI QUARTA ELEMENTARE
Venerd 12 dicembre ore 21.00 in Oratorio
LETTURA della PAROLA DI DIO (Lectio)
1^ Lettura: Isaia 61,1-2,10-11; 2^ Lettura: 1 Tessalonicesi 5, 16-24;
Vangelo: Giovanni 1, 6-8.19-28
In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete.
Domenica 14 dicembreore 15.30 in Collegiata a Novellara
RITIRO VICARIALE DI AVVENTO
proposto dallAZIONE CATTOLICA e guidato da don Romano Zanni
Non abbiate paura
Dalla folla spaurita allessere Chiesa attraverso la condivisione
Sabato 13 inizia, presso il Seminario, il secondo ciclo di incontri diocesani
sulla Parola di Dio per essere guidati nella sua conoscenza e
approfondimento. Un incontro al mese da dicembre a maggio. Il ciclo
indirizzato sia a chi ha gi partecipato al precedente, sia a chi vuole iniziare
adesso. La Parola acqua profonda e come ci invita lapostolo Paolo: la
Parola di Cristo abiti tra voi nella sua ricchezza (Col. 3, 16).
Domenica 14 dicembre GIORNATA DIOCESANA PER LA CARITAS
VOI STESSI DATE LORO DA MANGIARE Mc 6,37

Le offerte raccolte nelle Messe andranno a favore della Caritas diocesana.

Il Circolo culturale PIER GIORGIO FRASSATI organizza la proiezione


del film CRISTIADA Regia D. Wright, storia dei Cristeros messicani, nei
giorni 10, 12, 14, 16 dicembre ore 21.00 e il giorno 13 dicembre ore 18.00
presso il cinema CINE+ di Correggio.
Luned 8 dicembre, alle ore 16 in cattedrale a Reggio E. il vescovo Massimo
presiede la Messa in occasione dellApertura diocesana dellANNO DELLA VITA
CONSACRATA.
Le persone consacrate sono segno di Dio nei diversi ambienti di vita, sono lievito
per la crescita di una societ pi giusta e fraterna, sono profezia di condivisione con
i piccoli e i poveri. Cos intesa e vissuta, la vita consacrata ci appare proprio come
essa realmente: un dono di Dio, un dono di Dio alla Chiesa, un dono di Dio al suo
popolo! Ogni persona consacrata un dono per il popolo di Dio in cammino.
(papa Francesco)
Gli obiettivi per lAnno della Vita Consacrata: 1. Il primo obiettivo guardare il
passato con gratitudine. 2. QuestAnno ci chiama inoltre a vivere il presente con
passione. 3. Abbracciare il futuro con speranza.
ORATORIO: chiuso per ripartire.
In questultimo periodo si notato un aumento di comportamenti non
adeguati alloratorio, anche se i casi specifici di ragazzi difficili sono pochi
questo per influenza un po il loro gruppetto e anche altri, questo non un
bene n per noi n per loro. Si trattato di atteggiamenti di maleducazione,
di presa in giro, di sfida anche nei confronti degli animatori. Abbiamo deciso
di chiudere una settimana durante la quale incontrarci tra noi animatori e
poi con i ragazzi per condividere un nuovo stile con il quale ripartire.
Ci vorr pazienza e costanza da parte di tutti, solo nel feriale transitano
dalloratorio durante la settimana pi di 120 ragazzi ognuno con la propria
storia (chiaramente non tutti contemporaneamente) senza contare quanti
partecipano agli incontri formativi e vi si fermano prima o dopo unendo
lutile al dilettevole. Pur comprendendo che i ragazzi non cambiano nel giro
di poco tempo, si desidera che la riapertura sia accompagnata da uno stile
pi chiaro nella conduzione, nel rispetto delle regole, nei compiti pi
definiti. Come abbiamo chiesto aiuto ai ragazzi perch ci aiutino a rendere
questo possibile, la stessa cosa chiediamo a tutti voi, ringraziando i tanti
che pi o meno visibilmente danno il loro aiuto perch loratorio possa
essere un luogo bello donato ai ragazzi di Novellara.

ANDALO 2015 - Venerd 2 Gennaio


Anche questanno loratorio parte per passare una bella giornata insieme
sulla neve, sar VENERDI 2 GENNAIO con partenza alle 7.00 e rientro alle
19.00 circa. Quote: adulti 25, ragazzi minorenni 15, sotto i 7 anni
niente. Iscrizioni dalla Maggi dal 17 al 19 dicembre in oratorio dalle
17.00 alle 19.00 fino ad esaurimento posti, se fai parte di un gruppo
senti anche dai tuoi educatori.