Você está na página 1de 4

La Mesopotamia

1) Tigri e Eufrate grandi fiumi, la terra che limitano viene chiamata


Mesopotamia, terra in mezzo ai fiumi. Estremit orientale della
mezzaluna fertile. 10.000 a.C: cambiamento clima, desertificazione, gli
uomini si concentrarono nelle valli dei fiumi. Diffusione cerali, ci porta a
un passaggio dalla caccia allagricoltura, invenzione strumenti agricoli.
8.000-7.000 a.C luomo trov il modo di intervenire nel ciclo naturale del
grano, si perfezion lallevamento degli animali. Lagricoltura bisogno di
acqua, il controllo dellacqua divenne importante. Miglioramento
alimentazione ha portato ad incremento demografico, aumento forza
lavoro: circolo virtuoso, economia idraulica.
4.000 a.C, rivoluzione urbana, a ci si accompagn la diffusione
dellartigianato e del commercio, organizzazione di tipo statale, dominio
della citt in modo centralizzato ed autoritario, campagna produce
risorse. 3.000 a.C, invenzione della scrittura: inizio storia.

2) I sumeri: tra il 4.000 a.C e il 2.370 si stanziarono nella zona inferiore


della regione, nei pressi delle foci dei fiumi. Costruirono una serie di
grandi citt, Uruk, 50.000 abitanti. Non si organizzarono mai in uno stato
unitario, ma rimasero una miriade di citt autonome, citt-stato.
Lo stato sumero aveva tratti teocratici, il potere discende dalle divinit,
unione potere politico e religioso. La citt era governata da un resacerdote che abita nel tempio-palazzo. Successivamente la funzione
politica o religiosa degli edifici si separ, ma lo stato continu ad essere
fondato su un presupposto religioso: la persona era un suddito, non un
cittadino, sottoposto allautorit regia e sacerdotale. I sacerdoti avevano
anche il ruolo di funzionari, e il tempio divenne il centro
dellorganizzazione del lavoro e luogo di raccolta e ridistribuzione dei
beni prodotti. La propriet privata era sconosciuta. I sumeri furono
soprattutto agricoltori, produzione grano e orzo, frutticultura, palma da
dattero. Sorsero anche altre forme di commercio, sorse quindi una
richiesta di materie prime: metalli, legname, pietre preziose. In cambio la
citt offriva i manufatti prodotti dagli artigiani. Si ampliarono le prime vie
commerciali.
I sumeri furono per lungo tempo uno stato non unito. Solo verso il terzo
millennio a.C. i primi sovrani provarono le prime imprese di conquista, ci
dipese dal rafforzamento autorit regale: spostamento sede da tempio a
palazzo. Nel 2.370 a.C. le citt sumere finirono sotto il dominio di un
unico re: Lugalzaggesi.

I sumeri inventarono la scrittura attorno al 3.000 a.C., la nascita delle


citt stato spinsero allinvenzione di un sistema di segni e calcoli che
port alla formazione di un sistema di scrittura, prime attestazioni
risalgono al quarto millennio a.C. la scrittura tramand alle civilt
successive la cultura sumera, che sopravvisse anche dopo la scomparsa
del popolo.
I sumeri adoravano le grandi forze della natura e della fertilit, i cui riti
avevano un posto centrale. Il signore del cielo, Anu, Enlil, dio del vento e
delle tempeste. Enki, dio della terra. Grande importanza aveva la
venerazione degli astri, e tutte le civilt di questare vennero considerate
specialisti. Ogni citt aveva un suo dio protettivo al quale veniva
innalzato tempi detti ziggurat. Il monde fosse popolato da geni cattivi e
mali che influiscono sulle attivt umane. Oltretomba luogo orribile e
oscuro.

3) Accadei e Gutei: met 3.ooo a.C caduta regno sumero, attorno a loro
vivevano popolazioni semiti con cui i rapporti erano basati sul commercio
ma segnati da ostilit. Un popolo si era inserito nella regione chiamata
Akkad, gli accadi, e con laiuto dei sumeri riuscirono a prendere il
sopravvento sui propri vicini e fondare un impero che racchiudesse al suo
interno tutti i poli della regione: 2-350 a.C. fondatore impero accadico fu
re Sargon, re leggendario. Fece costruire la capitale politica: Akkad, di cui
non sono ancora stati trovati i resti. Si sviluppa ideologia imperiale: gli
dei mi hanno dato il potere e io ho il dovere di creare un unico regno. Il
potere del re, nonostante fosse donato dagli dei, era un potere solo
politico: separazione del potere politico da quello religioso.
2.150 a.C: caduta impero accadico, grazie alle invasioni dei gutei, grazie
alla quale le citt sumere poterono avere una rinascita. Urnammu
promulga il primo codice di leggi scritte. Attorno al 2.000 a.C. la
Mesopotamia cadde di nuovo in mano di popolazioni semite.

4) I Babilonesi: i nuovi conquistatori semiti si chiamavano Amorrei, erano


trib di nomadi e bellicosi beduini. La fusione tra amorrei e sumeri diede
vita auna nuova civilt. Nel 2.000 a.C. fondarono una citt che divenne la
capitale politica e culturale della Mesopotamia: Babilonia, dedicata al dio
Marduk. Limpero babilonese raggiunse il suo massimo splendore con il
sovrano Hammurabi (1792- 1750 a.C.), che fece di babilonia il centro di
una serie di alleanze e rapporti politici con le citt della regione. La sua
innovazione pi importante fu il grande codice di leggi, codice di
Hammurabi, con il quale regolava gli aspetti della vita civile ed
economica. Dalle trecento leggi incise sulla stele, capiamo che la societ
babilonese era divisa in tre classi: uomini liberi proprietari terrieri, quasi

schiavi impiegati a palazzo in cambio di protezione e gli schiavi. Su tutti


dominava il re. Gli scambi avvenivano tramite baratto.
Dopo la morte di Hammurabi ci fu un periodo di declino, dove altre civilt
si stanziarono nella Mesopotamia. Gli Hurriti e i Cassiti si espansero nel
1.700 a.C. e nel 1.600 a.C. Conoscevano luso del cavallo e dello stagno,
materia prima fondamentale per i babilonesi.

5) Gli Hittiti: intorno al 2.000 a.C. si diffusero nel mondo gli indoeuropei.
Un gruppo di lingua indoeuropea si infiltr in Anatolia, gli hittiti. Essendo
lAnatolia una regione montuosa, non poterono sviluppare appieno
lagricoltura, furono i primi a conoscere la trasformazione di ferro in
acciaio. Sottomisero le popolazioni locali grazie a una superiorit militare:
introdussero luso del cavallo e perfezionarono il carro da combattimento,
loro arma segreta.
Molti aspetti della loro civilt derivava dalle altre. Il loro codice di leggi
era pi evoluto. I re ittiti incarnarono un concetto di sovranit pi laico: il
re era il primo fra persone di pari rango. Allinterno della societ vi fu per
la prima volta una classe di guerrieri di professione. Veneravano molte
divinit, ma la religione non aveva un peso particolarmente importante
nella societ.
In un primo momento gli hittiti erano una miriade di regni separati, poi
nel 1.680 a.C. fondarono uno stato unitario e posero la capitale a
Hottusha. Nel 1.650 a.C. dalle montagne dellanatolia dilagarono in
mesopotamia e diedero origine a un potente impero. Si scontrarono col
regno egizio: la battaglia decisiva avvenne a Qadesh nel 1.284 a.C.,
combattuta tra il re Ramses 2 e il re Muwattali, ebbe esito incerto. In
seguito in due regni firmarono un trattato di pace. Attorno al 1.200 a.C.
una serie di invasioni di popoli annientarono lo stato hittita, i popoli del
mare.
6) Gli Assiri: popolo di pastori e agricoltori che si svilupparono dopo la
caduta degli hittiti, provenienti da una regione montuosa dellalta
mesopotamia, poco fertile, per cui gli assiri svilupparono da subito un
accentuato carattere militare. Lantica capitale era Assur. A partire dal
1.300 a.C. gli assiri cominciarono ad espandersi, approfittando del colpo
inferto dai popoli del mare. Strumento della politica assira fu lesercito,
fedele al re.
Per quasi tutta la sua storia lAssiria fu un accampamento militare.
Essendo gli uomini impegnati a combattere, per fare andare avanti
leconomia si fecero deportazioni di massa dai popoli soggiocati che
venivano usati come schiavi. Gli assiri riuscirono a tenere in pugno le
regioni conquistate grazie ad unefficiente amministrazione, ma non

riuscirono mai veramente ad amalgamere i popoli sottomessi in modo da


formare uno stato unitario.
Il culmine del regno assiro fu tra l800 a.C. e il 650 a.C., grazie a molte
campagne militari. Lultimo grande re assiro fu Assubanibal, fu un abile
politico e invase nuovamente legitto, ma fu anche un mecenate e fece
abbellire la capitale Ninive e la dot di una grande biblioteca. Dopo la sua
morte per gli assiri crollarono rapidamente, babilonia frecuper la sua
indipendenza. Re Nabopolassar saccheggi NInive nel 612 a.C.
7) I Persiani: gli ultimi due secoli della storia autonoma del medio oriente
furono segnati dal predominio dei persiani. La culla della civilt persiana
fu laltopiano iranico.