Você está na página 1de 10

FONDAZIONE GUIDO PICCINI

per i diritti delluomo onlus


SPIRITUALIT
UN PATRIMONIO DELLA RAGIONE
La drammatica situazione della storia universale di oggi, che si tenta di
spiegare attraverso assurdi paradigmi religiosi, spinge ad una riflessione sul
rapporto tra coscienza storica e fede religiosa.
il momento di recuperare la dimensione autentica delluomo, espressa dal
valore della ragione e della coscienza, per scoprire/riscoprire la
centralit della dignit umana anche nella sua ricchezza spirituale che
va ben al di l delle singole forme religiose.
Nasce allora un interrogativo: esiste una spiritualit fuori dalla
dimensione teologica?
PREMESSA
Che ne oggi della teologia?
Un interrogativo che pu suonare blasfemo nel panorama soprattutto del
pensiero cristiano, ma che le ricerche storico-archeologiche bibliche rendono
attuale.
E per teologia non intendo solo la ricerca culturale del pensiero cristiano,
cattolico e no, che si sviluppato lungo i secoli, ormai millenni, seguendo
lapprofondimento del pensiero filosofico nella sua pi ampia accezione, ma
pure il cosiddetto catechismo, il bigino della dottrina cattolica, che ogni
credente, in un periodo pi o meno maturo della sua coscienza, deve affrontare.
La ricchezza di questa ricerca, con i grandi pensatori dai Padri della Chiesa
a Agostino, da Tommaso dAquino ai vari concili resta nel pensiero della
cultura mondiale, soprattutto occidentale, un forte panorama culturale di
riferimento per capire il cammino storico, sociale e politico di questi due
millenni.
Gi ai tempi dellIlluminismo, il tradizionale pensiero cristiano, soprattutto
cattolico, era stato profondamente scosso da una nuova ricerca filosofica e da
una profonda critica storica.
Lutero aveva rivendicato, al di sopra del dogma romano, la lettura della
Bibbia, ma la nuova filosofia e critica storica toccavano direttamente le letture
sacre mettendone in dubbio non solo lautorevolezza (Dio autore e luomo
amanuense) ma la stessa autenticit storica dei contenuti.
A quella critica storica bisogna rifarsi per capire le recenti scoperte
archeologiche che fanno giustizia sulla veridicit della Bibbia nella sua
concezione di testo rivelato per lautorit della firma divina.
Non viene messa in discussione la soggettivit della fede cristiana, ma la
sua pretesa culturale-storica di essere lunica religione vera, necessaria per la
salvezza di tutta lumanit nel suo perenne cammino.
innegabile, allora, che venuto meno il fondamento storico-scientifico di
questo ricco e profondo sapere.
Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus
via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org

FONDAZIONE GUIDO PICCINI


per i diritti delluomo onlus
Dalla ricerca teologica venuta la dottrina cattolica, dalla dottrina nata una
serie di dogmi, assunti teoretici da cogliere cos come sono emessi, senza ombra
di ricerca e di dubbio.
Dai dogmi e con essi nasce un potere socio-politico piramidale divino, da
dove discende unetica di comportamento e di vita imposta ad ogni credente (e
non solo), senza possibilit di deroghe se non quelle concesse ogni tanto dal
processo del divenire storico-scientifico che cammina, da tempo, al di fuori di
questo organismo assolutista dottrinale, etico, politico definito con il nome di
Chiesa.
Ci vale soprattutto per la chiesa cattolica (papato, curia, gerarchia) ma
pure per ogni chiesa di qualsiasi religione.
Le istituzioni, aggrappandosi spesso allinfinita povert delle masse
popolari, che il mondo globale ha portato in prima pagina, annunciano la loro
dottrina, e potere, come realt unica, assoluta, veritiera, indispensabile per la
salvezza di ogni uomo e dellumanit intera. Una salvezza che non solo si
proietta in un oscuro divino infinito, ma necessaria in ogni tempo storico, in
ogni cultura e civilt.
Queste civilt, che a volte hanno raggiunto punte altissime di cultura, etica e
politica, non sono per frutto di una fede ma di una capacit razionale e
universale, cio dellinfinita ricchezza del pensiero umano.
La ragione, spesso ostacolata da miti e assurde convinzioni religiose, ha
permesso allumanit un costante progresso di civilt.
La vita stessa si arricchisce con il crescere della conoscenza e crea gli
svariati mondi storici del percorso umano che noi definiamo, appunto, civilt.
Questa spiritualit, propria di ogni essere umano ragionevole, nulla ha a che
vedere con la religione e la fede.
La fede, frutto ed espressione di una religione nettamente definita, stata
quasi sempre ostacolo alla libera espressione della ragione.
Pu esistere una religione, una fede dogmatica che rispetti i diritti della
ragione?
Vorrei dire di pi esiste una dimensione spirituale delluomo, della donna,
anche nelle loro specificit, senza che sia condizionata da verit assolute ed
estranee alla libert piena della ragione, anzi della razionalit?
La spiritualit, che la religione ritiene suo patrimonio esclusivo, esiste in
ogni libera coscienza, ha le sue radici in ogni espressione razionale e ne feconda
lo sviluppo; nasce e si esprime nel pensiero e, nella sua elaborazione, non deve
essere condizionata da catechismi o testi sacri.
Una libera ricerca pone la coscienza di ogni uomo, di ogni donna nati sotto
ogni cielo, eredi di un differente cammino culturale, di civilt capace di
cogliere i problemi e i compiti del presente e rispondere, spiritualmente e
concretamente, alla costruzione del proprio momento storico, nel segno della
centralit della dignit umana.
I valori di verit, giustizia, libert devono essere vissuti nella
Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus
via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org

FONDAZIONE GUIDO PICCINI


per i diritti delluomo onlus
razionalit del presente, non come rianimazione di un passato che non esiste pi.
La rivendicazione della spiritualit-razionalit permette di superare
loscurit del presente che impedisce, anche alle religioni, di essere fonte di
ricchezza per la coscienza storica delluomo nel costruire il suo tempo.
Ragionare con i paradigmi dogmatici del passato, negare la vitalit ispirata
un tempo dai valori religiosi e impedire alla ragione la capacit di ricercare e
dare le risposte di cui la societ di oggi ha bisogno.
Tra razionalit e spiritualit v un connubio costante che non pu essere
spezzato, n fatto proprio da dogmi e leggi etiche, perch in questo connubio
lumanit capace di creare un dialogo globale ed un progresso universale.
urgente uscire, liberarsi dallimposizione obsoleta dei dogmi e delle etiche
religiose per cogliere i valori di ogni tradizione, religiosa o laica, e permettere,
attraverso la razionalit, di esprimere una spiritualit capace di rispondere ai
drammatici compiti del nostro tempo.
La ragione, pur nel dubbio di una costante ricerca, esprime quella razionalit
e spiritualit richieste dal momento storico, globale e difficile, soffocando ogni
senso di supremazia religiosa.
La razionalit resta il primo e unico strumento per uscire dal caos provocato
dal miraggio bugiardo di una societ nuova, senza divisione, perch la
razionalit la fonte di una spiritualit universale.
Esiste questa spiritualit in ogni essere umano come patrimonio di ogni
cosciente ragione e si manifesta nei grandi valori dallamore personale
alluguaglianza e fraternit.
Una coscienza profondamente laica fonte di grande spiritualit e si
esprime nella consapevolezza che lumanit tutta, al di l di ogni cultura,
religione, ecc costruisce, in un determinato tempo e luogo, la storia personale
e universale.
La spiritualit , inoltre, generata dalla razionalit che ne illumina i contenuti
come il sapere, lamare, il donare e pu incontrarsi con la cecit della
fede che ne pu allargare gli spazi e gli orizzonti.
La fede non irrazionale se non impedisce alla ragione la libert di spaziare
in tutti i campi della conoscenza. La spiritualit riceve dalla fede un aspetto
particolare che, pur fuori dalla logica stretta della conoscenza, pu dare alla
coscienza nuove e diverse possibilit di esprimersi negli essenziali valori
dellesistenza.
Il progresso e la ricchezza del pluralismo delle civilt sono frutto di nuove
conquiste della razionalit e della spiritualit della coscienza umana.
Ogni fede cristiana, musulmana, ebraica, induista , purch non
contrasti con gli essenziali valori delluomo, dalla libert della ragione e della
coscienza alluguaglianza dei diritti di ogni essere, pu dare a questo percorso
speranza e motivi concreti per raggiungere nuovi volti di civilt, dove giustizia,
uguaglianza, fraternit si concretizzano sempre pi e sempre meglio ma
solo una fede che stimolo, e non ostacolo, pu aprire nuovi orizzonti dove
Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus
via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org

FONDAZIONE GUIDO PICCINI


per i diritti delluomo onlus
questi valori si storicizzano in differenti e pi adeguate forme di vivere.
, quindi, importante un dialogo senza ostacoli e confini tra le tante fedi e
conoscenze dove si riconosce una spiritualit fatta di una razionalit che
illumina in ugual modo le diverse civilt. Una diversit di fede e di conoscenza
necessaria e urgente perch in questa Terra sempre pi piccola, unumanit,
ormai senza frontiere, possa determinare i destini futuri della propria storia.
Una storia destinata a cancellare le distanze, non solo geografiche,
praticamente inesistenti, ma pure quelle dei valori e del loro farsi strada
dellunico ed universale cammino umano.
La spiritualit razionale pone alla riflessione della coscienza singola e
comunitaria un paradigma culturale ed etico pre-religioso o, se si vuole, preteologico.
Il fedele credente cattolico normalmente pensa e agisce, pur con profondo
sapere, chiuso nellambito di dogmatiche certezze che, si voglia o no, ne
delimitano la libert di ricerca e impediscono di cogliere le profonde
trasformazioni scientifiche, etiche e sociali, legate al progresso delluniversale
coscienza umana.
Paradigmi religiosi dogmatici creano una spiritualit profonda ma
incapace di recepire le nuove scoperte scientifico-religiose, svuotando cos la
fede della sua incarnazione storica.
Per sostenere questa cecit della fede e loscura spiritualit che ne
consegue, la Chiesa cattolica ha, per secoli, creato confini e barricate, soprattutto
culturali-morali.
Da qui viene non soltanto un limite scientifico nelle conoscenze delle origini
e delle ricchezze della propria fede, ma una massa di credenti che varcano le
soglie dei templi cattolici con uninteriore e totale indifferenza, senza alcuna
partecipazione, se non una limitata e becera tradizione.
Lespressione comune cose da preti significativa di questo distacco,
creando quella che, pur censurata, si pu chiamare la spiritualit
dellindifferenza.
La spiritualit ha le sue radici nella razionalit, frutto e fine della ragione,
che si concretizza nelle scelte della coscienza. Da qui il dovere di una
formazione e capacit di applicazione dei compiti propri delluomo singolo e
dellumanit intera perch sia possibile la costruzione di un cammino storico che
risponda ai valori e alle finalit della ragione e della coscienza.
La conoscenza delluniverso, nella sua infinita grandezza e ricchezza,
unopera costruita dalla razionalit, tramandata nel lungo tempo dellesistenza.
Ogni generazione aggiunge qualcosa in pi nel suo divenire storico.
La razionalit, frutto dellapplicazione della ragione, forma un collegamento
tra la conoscenza del passato, del presente e del futuro, ha come fine il bene
dellumanit in ogni tempo e ad esso applica le nuove ricchezze, prodotto delle
attuali conoscenze o scoperte scientifiche La coscienza regola, secondo il
bene comune, le conquiste della razionalit e accresce il divenire costante della
Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus
via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org

FONDAZIONE GUIDO PICCINI


per i diritti delluomo onlus
storia umana.
La fede pone questo cammino razionale come opera di un dio Pu essere
cos per chi crede, ma la fede non pu pensare di condizionare lintero processo
storico. Ogni religiosit legata a qualsiasi divinit, deve dare un apporto
positivo di ragione e di coscienza per il bene dellumanit, in ogni tempo e
ovunque, senza ritenersi depositaria unica di verit e di salvezza. La fede ha una
ragion dessere nella misura in cui esprime una spiritualit dove le ricchezze
della persona umana attingano maggior ampiezza e forza.
Nella spiritualit si esprimono le virt dellintelligenza e del sapere umano
nelle sue varie espressioni: dallamore alla sapienza, dalle conquiste morali a
quelle scientifiche
Del resto, una fede naturale esiste in ogni espressione umana.
La ragione raggiunge certe conquiste scientifiche perch crede nella loro
capacit di agire anche nel campo pi nascosto della vita universale, cio la vita
in ogni espressione dellesistente.
Tutto ci fa quindi parte di quella profonda ed universale ricchezza che si
definisce spiritualit.
Cos intesa la spiritualit razionale il terreno fertile di una comune
spiritualit legata ai valori di una fede religiosa, politica, ecc e impedisce il
sorgere di illusioni in contraddizione, se non negazione, degli autentici valori
umani e delle perenni conquiste storiche, contribuendo cos alla ricchezza delle
varie civilt.
LA SPIRITUALIT RAZIONALE
Non chiaro, tuttavia, il vero significato della parola spiritualit, un termine
degradato nella sua essenza, contaminato dal dualismo imperante nella cultura
occidentale per secoli si sono messi in contrapposizione spiritualit e
corporalit, materialit, vita quotidiana, piacere, gioia, felicit , impoverito
nel ridurlo alla religione e, al suo interno, ristretto a preghiera, sacramenti, riti,
celebrazioni
Di conseguenza, lespressione spiritualit provoca sfiducia e rifiuto,
risuona come qualcosa di strettamente religioso, superfluo e alienante per
lessere umano, appartenente ad un altro tempo, a qualcosa di passato e
transitorio.
Per recuperare il suo vero significato necessario ricodificarlo.
Spirituale viene da spirito la forza vitale che allorigine di tutto.
Spiritualit, quindi, scoprire la verit profonda della realt, la vera
identit dellessere che relazione, rapporto, comunione una
realt profondamente umana, legata allo sviluppo dellintelligenza,
della ragione, del nostro essere etico, estetico, trascendente, utopico

Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus


via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org

FONDAZIONE GUIDO PICCINI


per i diritti delluomo onlus
e cerca di vivere coerentemente con tutto ci1.
Spiritualit non implica una trascendenza al di fuori di s, ma un
superamento di s verso lapertura allaltro (inteso come cultura, civilt,
cosmovisione, etica); la spiritualit come ponte che mette in comunicazione
realt diverse quando diventa barriera/divisione conduce direttamente al
fanatismo.
un intreccio di ragione per sapere, di volont per agire, di emozione
per sentire.
Coinvolge, cio, lintero essere umano infrangendo e trasgredendo ogni
confine fondato su status sociale, razza, etnia, tradizione, religione, cultura
bilanciando integrazione e differenza, similitudine e diversit.
La spiritualit, ripeto, va molto al di l di ogni dio, non patrimonio delle
religioni, delle credenze, di qualsiasi tipo esse siano, ma patrimonio
dellumanit, di ogni essere vivente.
Crederci in possesso della verit assoluta fa rifiutare chi la
pensa/vive/crede in modo diverso. Si definiscono stupidaggini ci che
fuori dai propri schemi.
Nessuna forma religiosa credi, culti, codici, riti spiritualit.
Le istituzioni religiose non hanno pi il monopolio della verit e del bene, di
quanto si deve credere e fare, hanno perso questo controllo via via che venivano
sempre meno percepite come garanzia di verit e di bene tale situazione ha
lasciato spazio a spiritualit non religiose, non teiste.
In questa ottica, la spiritualitnon qualcosa di intimistico e lontano dalla
realt, ma diviene stimolo per raggiungere un nuovo stadio di coscienza e
ragione, strumento di espansione della persona, sviluppa il potenziale umano
permettendo di riappropriarci della nostra completa umanit. Si pu, quindi,
definire una sintesi tra ragione e coscienza.
Amplifica cos la capacit di analizzare la realt senza paraocchi e alibi di
nessun tipo, senza lasciarsi manipolare n anestetizzare da uninformazione
alienante e funzionale al sistema. Ci permette di cercare a fondo per
comprendere le cause di ci che avviene ed evidenziarne le conseguenze.
Nella difficile storia di oggi, una pi profonda e diffusa spiritualit
impedisce di lasciarsi piegare dal presente, cercando di individuare nel tunnel
della crisi attuale, i mezzi per scoprire ci che, oltre loggi e il reale, in potenza
nella speranza e nellutopia, unendo le forze necessarie per far nascere una
nuova societ, per cambiare il sistema, le sue strutture ingiuste e degradanti.
Perdere la vitalit della propria spiritualit fa perdere la propria essenza
(ben al di l dellidentit) e questo pu essere pericoloso perch uno diventa
1

Dallntervento di Enma Martinez Ocaa al I Encuentro Podemos Espiritualidad: Qu aporta la


espiritualidad a la construccin de una sociedad plenamente laica, justa y democrtica?, Madrid
11 aprile 2015.
Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus
via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org

FONDAZIONE GUIDO PICCINI


per i diritti delluomo onlus
facilmente manipolabile dallesterno, dal sistema, facendo chiudere nel privato e
nel disinteresse. Si forma, allora, una societ che tende ad una progressiva
omogeneizzazione e non tollera resistenze. La spiritualit, invece, spinge alla
ricerca di una risposta ad una serie di questioni fondamentali
C' una sostanziale differenza fra religiosit e spiritualit. La religiosit
l'aderenza a norme e dogmi di una qualsiasi religione che indica le regole della
vita. La spiritualit qualifica ogni essere vivente e si manifesta, in primo luogo,
come "consapevolezza di s", non condizionata da alcuna adesione morale,
etica
La strada della spiritualit la coscientizzazione personale e sociale che
sviluppa il meglio dellessere umano, supera le paure e suscita speranza,
strumento di progresso, di trasformazione e mobilitazione sociale in vista di
cambiamenti profondi che suppongano pi giustizia, equit, libert, dignit
per tutti.
Una spiritualit razionale, in forme pi o meno nascoste, sempre esistita,
perseguitata e sconfessata sia dagli ambienti religiosi, in primo luogo cattolici,
sia atei.
Questa spiritualit fa del dubbio un suo valore essenziale, di conseguenza
non ha difficolt di dialogo con niente e nessuno; sempre pronta al confronto
indispensabile allarricchimento di s e allapprofondimento della conoscenza ,
rifiuta lo scontro che impedisce la condivisione; non si sente superiore ma
neppure inferiore a nessun altro pensiero e prassi; non vuole convertire, come
avviene nel campo religioso e non solo, ma rivendica la sua ragion dessere, il
diritto di presenza e piena cittadinanza in ogni ambito della societ.
La spiritualit razionale, non essendo confessionale, non limitata da dogmi
o dottrine ed sempre aperta a confondersi con ogni realt positiva; non
ritenendosi depositaria di verit assolute, riconosce i propri limiti e la necessit
di una continua evoluzione.
In questo senso universale, senza gerarchie e steccati, n priorit di
tradizioni, culture, morali di conseguenza, non rivendica alcuna esclusivit
per cui riesce ad attraversare, senza eccessive difficolt, barriere e ostacoli
creati da un processo storico che esclude e elimina ci che non funzionale al
sistema.
Ragione e spiritualit, da una parte, permettono di scoprire, e abbattere,
divisioni e muri che allontanano dalla consapevolezza di essere parte di una
stessa umanit, divisioni che impoveriscono e isolano; dallaltra aprono frontiere
mentali, ideologiche, religiose e fanno abbandonare posizioni escludenti,
costruendo ponti al dialogo e allincontro.
Essa, infatti, permette di allargare i confini della coscienza etica attraverso
cammini diversi e molteplici per rinascere come nuova societ, analizzando il
Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus
via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org

FONDAZIONE GUIDO PICCINI


per i diritti delluomo onlus
momento storico che stiamo vivendo, cercando le strade per trasformare le
difficolt in opportunit di cambiamento radicale.
La spiritualit razionale accetta la sfida di affrontare questioni fondamentali
e difficili, con grande libert di coscienza rifiutando i dogmi, da qualsiasi parte
vengano, per trovare risposte adeguate ed spesso accusata di relativismo:
non riferendosi a nessun dio religioso, ognuno si afferma giudica se stesso
divenendo oggetto e soggetto di giudizio di fatto giustificando ogni propria
azione e presenza.
Una spiritualit cos intesa non impedisce la laicit, anzi la perfeziona e
approfondisce.
SPIRITUALIT E CAMBIAMENTO SOCIALE
La spiritualit spesso considerata una fuga, un elemento alienante e
illusorio della coscienza e della persona di fatto, invece, uno strumento forte
di motivazione sociale verso forme sane e democratiche di prassi e conoscenza.
un elemento essenziale nel momento di scegliere mezzi e strumenti
politici che favoriscono lo sviluppo individuale e dellintera comunit: una
societ nuova, fondata sulluso sostenibile della natura, sul rispetto dei diritti
umani universali, sulla giustizia sociale ed economica, la democrazia, la non
violenza per una cultura di dialogo.
Sono infinite le forme di sperimentare la dimensione dello spirito ed
essenziale che i valori apportati dalla spiritualit siano presenti nel cambiamento
sociale perch sono indispensabili nella costruzione di una societ basata su
giustizia, equit, democrazia, libert, dignit: una societ non democratica
per alcuni meccanismi socio-politici, ma per il contributo di tutti, soprattutto la
cosiddetta gente normale, con una pi forte presenza culturale, etica, morale
La spiritualit strettamente connessa con la capacit di leggere i segni dei
tempi del tempo in cui uno vive.
Il cambiamento sociale proposto e invocato da gran parte della societ non
sarebbe un cambiamento integrale, umanizzante in pienezza, se non comprende
il mondo dei valori, quel mondo riconducibile alla spiritualit, in contrasto con
legoismo e larrivismo tipico dellattuale arcipelago politico-culturale.
La presa di coscienza della situazione essenziale per la spiritualit che,
attraverso di essa, si crea e si evolve.
La civilt occidentale moderna si basa sugli oggetti, sul loro possesso e
controllo, non sul soggetto, sulla sua piena realizzazione. Lostacolo pi
grosso allattuale sistema la crescita della coscienza, della spiritualit.
Jos Luis San Miguel de Pablos, filosofo e geologo spagnolo, scrive:
Renderci conto di ci che essenziale, scoprirci/ri-scoprirci come
esseri con interiorit (cio con coscienza), senza la quale saremmo
macchine, di fatto senza una vera esistenza, profondamente
Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus
via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org

FONDAZIONE GUIDO PICCINI


per i diritti delluomo onlus
rivoluzionario di fronte a un sistema che per agire come un
meccanismo ben oleato, vuole che dimentichiamo il nostro essere
pi profondo e per il quale deve interessarci solo produrre (come
semplici appendici delle macchine, con il rischio continuo di essere
espulsi dal processo produttivo quando non siamo pi necessari) e
consumare perch leconomia funzioni2.
La coscienza , contemporaneamente, origine e testimone di ogni pensiero,
sentimento, dolore, momento positivo in una parola, di qualsiasi esperienza,
perch da tutto ci deriva la prassi, il vissuto quotidiano e storico di ogni essere
umano.
Condizionare la vita sociale, politica, culturale ai principi economici,
considerati preminenti su tutti gli aspetti della vita, riduce tutto a oggetto con un
valore economico quantificabile.
Allinterno di questo processo, non viene presa in considerazione la
coscienza, come valore, e la sua espressione nella spiritualit.
Andr Malraux affermava: Il Terzo Millennio sar spirituale o non sar
affatto.
La spiritualit una dimensione dellessere umano che, nella sua
essenzialit, si riscopre in tutti gli esseri. Da qui limpulso a liberare se stesso e
aiutare gli altri a liberarsi, superando gli impedimenti che ostacolano il
riconoscimento di questa natura comune: La liberazione dellumanit o
integrale pertanto spirituale e sociale contemporaneamente o sar qualcosa
di parziale e insufficiente3, pressoch inutile.
Contro la materialit, difesa e imposta dal sistema neoliberale, la
coscienza/spiritualit essenziale nellesistenza personale e storica; fa uscire da
una concezione basata sullindividualismo egoistico, luso indiscriminato della
natura, la mancanza di comunicazione tra tutti gli esseri viventi.
Si apre la strada ad una nuova economia e politica solidali, basate sui
bisogni reali ed essenziali dellessere umano e non del capitale. I movimenti
rivoluzionari (nellaccezione pi vasta del termine e nelle pi diverse
espressioni) hanno come denominatore comune la solidariet tra tutti gli esseri
umani, che spinge a cercare e condividere quanto il sistema capitalista nega alla
maggioranza dellumanit.
Questa diversa visione del mondo frutto dellevoluzione spirituale delle
persone: nulla statico; nel suo percorso storico, lumanit si evoluziona e rievoluziona, in un processo continuo in caso contrario si rischierebbe
veramente la fine della storia.
Si giunge cos al rifiuto del pensiero unico e si afferma, invece, il
passaggio alla ragione complessa (E. Morin) con molteplici aspetti e
2
3

Jos Luis San Miguel de Pablos, La rebelin de la consciencia, Kairs 2014


idem
Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus
via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org

FONDAZIONE GUIDO PICCINI


per i diritti delluomo onlus
prospettive, contro un razionalismo analitico che esclude quanto non entra in
schemi prestabiliti.
Si cerca di costruire unione per raggiungere quella cosiddetta massa
critica la soglia quantitativa minima oltre la quale si ottiene un mutamento
qualitativo che non sar pi possibile mettere a tacere, piegare, sopprimere e
permetter di fare il salto qualitativo di cui lumanit ha bisogno.
, in linguaggio popolare, la goccia che fa traboccare il vaso, in una
direzione o nellaltra e questa goccia pu essere qualsiasi persona.
Le forze sociali presenti in ogni societ sono ancora troppo frammentate per
influire in modo apprezzabile sulla direzione del nostro futuro globale. quindi
necessario creare reti di interconnessione per raggiungere una massa critica
sufficiente a catalizzare le varie forze per un mutamento globale, in un processo
di cambiamento sociale indotto da una minoranza attiva quando raggiunge un
certo numero e grado dintensit.
Lantropologa statunitense Margaret Mead scriveva: Non dubitate che un
piccolo gruppo di cittadini coscienti e risoluti possa cambiare il mondo. Questo,
infatti, quanto sempre successo.
Nella realizzazione della coscienza planetaria, la spiritualit ha una parte
rilevante. La massa critica che potrebbe crearsi nei prossimi anni sar in larga
parte sostenuta da persone che, pur conservando la propria identit spirituale, si
sentiranno sempre pi parte di ununica vasta coscienza planetaria, per creare,
insieme, le basi di una nuova civilt umana, dare vita a un movimento di
consapevolezza capace di riportare il senso della spiritualit nella cultura e nella
societ globale.
Laltruismo, letica, la pace, la giustizia, una prassi interculturale e
interreligiosa, la realizzazione di se stessi sono i valori spirituali per
eccellenza. La loro forza aumenter proporzionalmente alla consapevolezza di
essere parte di una cultura estesa allintero pianeta.
Prima o poi ci sar una reazione a catena globale. Si produrr una massa
critica nella coscienza planetaria, una potente forza di consapevolezza
universale, capace di indurre grandi cambiamenti nelle scelte sociali,
economiche, ambientali e umane, e di catalizzare il salto socio-culturale
La spiritualit, legata allintuizione di una profonda unit dellumanit nel
suo complesso e dellintera vita della Terra, quindi strumento di rinnovamento
e rigenerazione sociale, essenziale non solo, e non tanto, per la propria vita
personale ma anche in politica (impegno, prospettive, programmi, progetti),
una politica integrale che comprende e prende in considerazione dimensioni
razionali, etiche, spirituali, di relazione e non solo strumentali, impegnata
nella trasformazione del sistema.
Renato Piccini
aprile 2016
Fondazione Guido Piccini per i diritti delluomo onlus
via Terzago 11
25080 Calvagese della Riviera (BS) Italy
www.fondazionegpiccini.org