Você está na página 1de 20

Come evitare

(o risolvere)

problemi
Nella Pubblicazione Degli
Annunci Su Facebook

by Fabrizio Trentacosti, Digital Marketing Consultant

In questo ebook prenderemo in


considerazione le contromosse pi
efficaci a evitare il verificarsi di bug
quando pubblichiamo un annuncio con
Facebook Ads:
per bug non intendo qui il vocabolo in
senso stretto, cio informatico, bens
qualsiasi tipo di malfunzionamento che
porti la nostra offerta a non risultare
efficace nel raggiungimento dei
risultati attesi.
Sapevate, ad esempio, che per come i
parametri della finestra di attribuzione
sono configurati (di default), possono

generare risultati dopati rispetto alla


realt? Il problema di facile soluzione,
come vedremo, ma non lunico in
cui vi potreste imbattere. Se vogliamo
massimizzare lefficacia di ogni annuncio
che mettiamo online per mezzo
delle Facebook Ads, ci sono alcuni
elementi chiave da tenere sempre sotto
osservazione quali, in particolare:

Offerta

Pubblico/Target

Parametri Chiave

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


Trucchifacebook.com

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

Valore Dellofferta

Lobiettivo: utilizzando gli algoritmi di Facebook,


individuate il valore pi basso possibile di offerta,
che sia capace di garantire almeno 25 conversioni
al giorno.
Nel farlo, occorre tenere presente che proprio
Facebook ha di recente modificato la sua
interfaccia dofferta: quella in uso attualmente
in teoria pi efficace, poich ha mantenuto
invariate tutte le best practices e al tempo
stesso ha semplificato alcune procedure, in
favore di una migliore usabilit. Ci non vuol

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


Trucchifacebook.com

dire che qualche piccolo consiglio, in questa


fase, non possa risultare utile per comporre nel
modo pi efficace la nostra offerta.
TRE, allora, sono gli step fondamentali:

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

1. Selezionare Il
Target Pi Efficace Per Lofferta
Number of Conversions

Link Click

View Content

Add to cart

Purchase

50

30

10

Optimization Goal

Detto in breve il nostro primo focus in materia


di offerta deve essere quello di posizionarsi
sul valore pi basso possibile ricompreso nel
nostro funnel di vendita, purch questo sia tale
da garantirci almeno 25 conversioni uniche.
Uniche, ma sempre considerando due punti
di vista differenti: vale a dire, per giorno,
e naturalmente - ove avessimo online pi
annunci simultaneamente - per ogni annuncio,
il valore cosiddetto del one day click-through.
Se avessimo online due annunci dovremmo,
dunque, poter profilare 50 contatti unici al giorno
cos come un singolo annuncio, in due giorni sul
web, dovrebbe raccogliere 50 contatti unici e via
dicendo. C un per.

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


Trucchifacebook.com

Occorre infatti tenere presente che, di norma,


la finestra delle attribuzioni di Facebook
Ads pre-impostata su un parametro 28 giorni
click-through / 1 giorno view-through. Che
significa? Le ricerche dicono che la maggior
parte dei potenziali clienti (circa il 98%)
non completa lazione richiesta (acquisto,
iscrizione, registrazione, ecc.) sul vostro sito
alla prima visita, ma spesso ritorna il giorno
o la settimana dopo per convertire quanto
cominciato.
I motivi per cui i potenziali clienti non hanno
convertito alla prima visita possono essere
molteplici e i pi diversi: quello che a noi
interessa ora la circostanza per cui le

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

impostazioni di default della finestra di attribuzione portano, spesso, a un dato involontariamente


gonfiato, tale da far apparire il vostro annuncio pi efficace di quanto non sia in effetti. Questo,
perch la finestra di attribuzione traccia un utente per un certo numero di giorni a seconda delle
azioni che questo ha effettuato sullinserzione e, in particolare:

Clic sullinserzione (tempo predefinito: 28 giorni)


Visualizzazione dellinserzione (tempo `predefinito: 1 giorno)
Se un prospect (potenziale cliente) vede uninserzione e non clicca, la finestra di attribuzione
monitorer le sue azioni per un periodo di sole 24 ore. Se invece il prospect effettua un clic (e
intendo qualsiasi tipo di clic) il periodo di osservazione sale a 28 giorni; e se il prospect in quelle
quattro settimane dovesse tornare sul sito, il sistema n dar il merito allinserzione iniziale che
questa sia - o meno - ci che in effetti ha generato la conversione.
Porre soluzione a questo mis-match, comunque, rapido e indolore, giacch i parametri della
finestra di attribuzione possono essere agevolmente modificati (trovate il procedimento spiegato
qui: come configurare la finestra di attribuzione di Facebook Ads).
Non esiste un tempo ideale per tutte le stagioni, vale a dire una durata che sia efficace per ogni tipo
di campagna o di account: occorre tuttavia tenere presente che una finestra di attribuzione pi corta
fornisce dati pi realistici sullandamento delle campagne.
La quasi totalit dei processi di ottimizzazione di Facebook, peraltro, ha questo parametro impostato
addirittura sul valore minimo, un click-through di un solo giorno. La cosa bella, in ogni caso, che
le modifiche ai parametri si applicano automaticamente anche allo storico dei dati, consentendoci di
avere in tempo reale una visione comparata tra i dati attuali e quelli passati.
Questo ci permette di attingere su Facebook a una mole di dati verificati sufficiente ai nostri scopi,
e di poter prevedere in modo realistico quale potr risultare il valore di conversione effettiva del
nostro annuncio.

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


Trucchifacebook.com

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

2. Fissare Il Valore
Dofferta Ottimale
Per quanto riguarda le azioni posizionate al
livello base del nostro funnel di vendita, fissare
un valore ottimale relativamente semplice:
basta usare il valore effettivo per azione che
saremmo disposti a pagare.
Le cose diventano un po pi difficili quando
dobbiamo dare un valore ad azioni posizionate
in un differente segmento del funnel di vendita:
il metodo migliore in quel caso quello di
prendere in considerazione attentamente i
quozienti di conversione stimati, e sulla base di
questi calcolare poi un livello di offerta congruo.
Un buon consiglio al riguardo, inoltre, pu
essere quello di non farsi tentare dal fissare

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

un valore di offerta tendente al minimo ma, al


contrario, quantificare il massimo corrispettivo
che sareste disposti a pagare per quella
determinata azione, e assumere a benchmark
il valore suddetto. Questo potr poi a sua
volta essere influenzato anche dal rapporto
tra lofferta che vogliamo mettere online, e il
budget fissato per loperazione.
Per chi fosse alle prime armi, Facebook
dispone di un affidabile sistema automatico
per la messa online delle offerte, intuitivo a
sufficienza per rendere il processo semplice
anche ai principianti, e congegnato abbastanza
bene da produrre risultati soddisfacenti.

5
5

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

Va da s che, non appena avrete imparato abbastanza sul funzionamento del sistema dasta da
poterlo gestire in modalit autonoma, altamente raccomandabile prendere il toro per le corna,
e dedicarvi a modellare su misura la vostra offerta, sulla base delle caratteristiche del prodotto da
mettere in asta, e degli obiettivi di business che vi proponete di raggiungere.

Per quanto infatti il sistema automatico sia valido,


A. solo voi sapete quanto siete disposti a pagare per ogni conversione;
B. solo voi siete in grado di bilanciare secondo le circostanze il rapporto
tra prezzo dofferta e volume di ordini.
Sono due risultati che il sistema automatico non in grado di garantirvi, poich non conosce il
vostro prodotto e il vostro business bene quanto voi. E a proposito del punto B, tempo di parlare
dellultimo step fondamentale per comporre la miglior offerta possibile. Vale a dire,

3. Rifinire Lofferta
Sulla Base Dei Risultati
Se volete aumentare i risultati, aumentate le offerte e la loro visibilit: pu sembrare un meccanismo
ovvio, ma in effetti se le vostre Facebook Ads non hanno prodotto i risultati attesi (o anche se i
risultati sono buoni, ma non avete interamente speso il vostro budget dedicato) la cosa migliore da
fare.
Se i risultati sono in linea con quanto programmato, al contrario, ma ritenete il CPA (cost-per action)
per arrivarci sia superiore a quanto siete disposti a pagare per raggiungerlo, diminuite le offerte.
Non esiste una ricetta che funzioni sempre, ma in generale bene tenere a mente che unofferta
statica difficilmente risulter unofferta performante. Ottimizzare lofferta o il suo aspetto, modularne
in corso dopera i valori di riferimento o il pubblico-target sono il modo migliore per ottenere risultati
validi e mettere il turbo al vostro sistema di vendita online.
Unultima cosa che mi sento di consigliarvi in materia questa: siate audaci! Non solo la fortuna sar
dalla vostra parte, come insegna il proverbio, ma lo far anche, suo malgrado, Facebook. Quando
dico siate audaci, infatti, intendo che unofferta pi alta non solo non far probabilmente scappare i
vostri prospect, ma varr anche a dividere la distribuzione del rischio tra voi e Facebook!

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

6
6

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

Non ci credete? Invece proprio cos!


La sola differenza concreta tra il pagare
per visualizzazione o pagare per azione
(ovviamente a parit di valore dellofferta e
di pubblico target) sta proprio nella differente
spartizione del rischio tra voi e loro. Pagando
per visualizzazione, vi assumete implicitamente
il rischio che raggiungere il vostro target vi costi
troppo: dipende essenzialmente dal margine di
errore che ci pu essere sui dati di conversione
calcolati da Facebook, e come vi ho spiegato
prima - tanto pi se ci si affida ai parametri preimpostati - la possibilit di imbattersi in un dato
gonfiato esiste, eccome!

C. Parametri Chiave

Se invece decidete di pagare per azione, ecco


che la patata bollente passa automaticamente
a Facebook, e c di pi. Proprio in
considerazione di questo aspetto, loro stessi
saranno molto pi attenti ai vostri volumi di
conversione (giacch da quelli che deriva il
loro guadagno!) e ne otterrete - oltre allesservi
liberati di un peso - anche dati pi realistici sui
quali ritoccare la vostra campagna, come vi ho
consigliato poco fa.

Pubblici -Target

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


Trucchifacebook.com

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

Lobiettivo: create per il vostro annuncio un


pubblico ampio ma allo stesso tempo selezionato,
diverso (non sovrapposto) con quello di altri
eventuali vostri annunci.
Riuscirete cos ad aumentare il numero
delle visualizzazioni e, insieme, a costruirvi
unaudience di qualit. La mole di dati relativi
permetter a Facebook di ottimizzare le
performance dei vostri annunci, e massimizzare

la possibilit di ottenere i risultati attesi


rispettando le previsioni di budget.
Anche in questo caso, TRE sono i passaggi
cruciali da compiere:

1. Aggiungere Il Pixel Di
Facebook Al Vostro Sito
ll Pixel di Facebook senza ombra di dubbio la funzionalit pi potente messa a disposizione
delle aziende: il pixel che permette di tracciare i visitatori che arrivano sul proprio sito web per poi
raggiungerli con le inserzioni attraverso il remarketing (ne parleremo tra un po); la funzione che
permette di ottimizzare le campagne spendendo il meno possibile con il massimo dei risultati; ed
lo stesso pixel che permette di tracciare le conversioni e calcolare cos il ROI degli investimenti
pubblicitari.
Perci, senza aspettare oltre, dedicatevi subito a creare, installare e usare il Pixel di Facebook
e aggiungetelo alle pagine del vostro sito. Un buon consiglio quello di personalizzare (=
customizzare) il vostro codice Pixel con i nove connotati standard che permettono di monitorare a
360 gradi ogni fase del vostro funnel di vendita: questo vi permetter in seguito di tararne al meglio
il funzionamento (in termini di accessibilit, ad esempio, o di ottimizzazione) e di regolare le diverse
sezioni sulla base dei feedback tracciati proprio per mezzo del Pixel. Potete ad esempio aggiungere
funzionalit, tracciare o profilare le visualizzazioni, comporre campagne mirate per un dato pubblico,
eccetera.

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


Trucchifacebook.com

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

2. Creare Differenti Combinazioni


Di Target E Pubblici Simili
Se avete portato a termine la procedura
descritta al punto 1 (e se non lo avete ancora
fatto, fatelo subito: importante) grazie ai
Pixel di Facebook avrete a disposizione una
gran mole di dati profilati, perfetti per quello
che sto per consigliarvi: si tratta di costruire
per ognuna delle vostre campagne o per
ogni singolo annuncio, se volete - diverse
combinazioni di audience-target, ognuna
delle quali ovviamente rispetter i parametri
fondamentali necessari al vostro business,
ma al tempo stesso si differenzier dalle altre
per uno o due piccoli particolari: anagrafici,
o geografici, e cos via. Avere diversi modelli
dello stesso pubblico target (degli alias in
pratica: uguali ma non identici) prezioso,
e permette di raggiungere una platea
sensibilmente pi ampia e composita, senza
per ci dover intervenire in modo massiccio sui
connotati del target gi profilato. Per far questo
utile conoscere e usare la funzionalit del
pubblico simile.
Ricapitolando: ogni vostro annuncio o
campagna avr un suo target naturale cui
si rivolge, in tutto e per tutto in linea con il
prodotto oggetto dellannuncio. In questa fase,
ci che offrite mostrato solo alle persone che
rispondono pienamente alla profilazione che

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

avrete effettuato prima di cominciare.


Modificando uno solo dei criteri di targeting,
avrete come per magia un pubblico-alias
selezionato, pressoch identico al precedente,
eppure diverso per un connotato che, in
precedenza, lo escludeva dai destinatari
dellannuncio. Un pubblico alternativo di
persone-target che potrebbero essere
interessate allacquisto del vostro prodotto, ad
esempio, ma non sono mai state sul vostro
sito; oppure, di persone che sono clienti di
un vostro competitor, magari semplicemente
perch non vi conoscono.
Il trucco, e qui sta il bello, replicabile
praticamente allinfinito, poich basta cambiare
uno/due criteri per raggiungere migliaia
di nuovi prospect. Attenzioni a far s che i
cambiamenti rispetto al vostro pubblico target
ideale (il primo, per intendersi) siano sempre
minimi, e che in ognuno dei pubblici alias sia
sempre previsto uno zoccolo duro composto
da un numero sostanzioso di clienti gi
esistenti, scelti anzi tra i vostri migliori!
Dopodich, potete dedicarvi al retargeting
(trovate cinque strategie di retargeting qui),
usando i nuovi pubblici che avete creato per

9
5

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

profilare i nuovi utenti che hanno poi visitato effettivamente il sito, ma senza comprare nulla. A loro
potrete inviare in modo mirato annunci con oggetto, ad esempio, i vostri articoli di maggior successo,
o altri selezionati sulla base dellattivit di visualizzazione compiuta sul vostro sito durante la visita.
Lo stesso potete fare, ovviamente, nei confronti di chi ha invece gi acquistato qualcosa sul sito
proponendogli prodotti affini ma magari pi perfezionati o complementari (= cross-selling).

3. Evitare, Di Farsi
Concorrenza Da Soli
Pubblico 1

Pubblico 2

Overlapping
Pu sembrare un paradosso, ma se un vostro
annuncio o una campagna sta rendendo
meno di quanto atteso, potrebbe essere
per colpa vostra! Specie in presenza della
temporanea defaillance di una data campagna,
infatti, non escluso che il problema sia di
duplicate-targeting. Vale a dire, un altro vostro
annuncio con un pubblico quasi identico sta
performando meglio, in tal modo distraendo
dallaltra campagna lattenzione dei soggettitarget che hanno in comune.
Si chiama overlapping, e a questo punto, gi
mi pare di sentirvi, molti di voi penseranno che
tutto quello che vi ho raccontato al punto 2. sia

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

Pubblico 1

Pubblico 2

una pessima idea, e che non valga la


pena - anzi! - di creare dei pubblici-target alias,
perch il duplicate-targeting rischia di mettere
fuori mercato una delle due campagne, o
perch fa aumentare il costo
per visualizzazione che pagate.
Be, non cos. In realt, infatti, nel caso in
cui due identiche offerte di un dato prodotto,
provenienti da due vostri diversi annunci o
campagne, arrivino sul computer dello stesso
utente, possono succedere due cose: nel
primo caso questi sceglie in tutta libert quella
ricompresa allinterno dellannuncio che quale ne sia il motivo - preferisce. In questo
caso, laltra offerta sar come non fosse mai
esistita, e avrete comunque venduto il prodotto
al vostro target.

10
6

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

Oppure, non ne sceglier nessuna delle


due (di nuovo, quale che sia la ragione della
sua rinuncia allacquisto, o del rinvio ad altro
momento) e, dunque, se anche gli fosse
arrivata una sola offerta non sarebbe cambiato
nulla. Finch le offerte che gli arrivano sono
vostre, sto dicendo, qualsiasi cosa accada non
un problema.
Il problema arriva se mai nel momento in
cui NON doveste capire che la temporanea
sotto-performance di un vostro annuncio
dovuto al fatto (e in tal modo commercialmente
compensato!) che laltro sta funzionando
sopra-performance, e di conseguenza
decideste di cambiare la campagna, o la

C. Parametri Chiave

sua gestione come era stata programmata,


investendo ulteriore budget in questo caso
non necessario, o sospenderla del tutto (cos
penalizzando linvestimento compiuto fino a
quel momento) ecc.
Non fatelo! Se qualcosa vi sembra non andare
restate calmi, e prima di preoccuparvi della
concorrenza guardate in casa vostra: facile
che il problema che ha il vostro annuncio sia
proprio con.. il vostro annuncio (quellaltro) e,
dunque, non c davvero nulla da temere!

Parametri Chiave

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

11
5

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

Lobiettivo: concentratevi sul dato - quel solo dato


- che davvero conta. Non detto che sia sempre
lo stesso, e anzi pu variare a seconda dei casi,
dellannuncio, del target.
Nonostante quello che pensate, potete riuscire
ad avere uno splendido ROI, con buoni valori
CPA, anche la vostra campagna ha CTR
basso e CPC alto. Se riuscite a individuare
quale sia di volta in volta il parametro cruciale
di riferimento, quello da tenere sotto controllo,

vi sarete garantiti di riuscire ad evitare (quasi)


ogni problema di efficacia dei vostri annunci, e
di riuscire a portare a casa la miglior possibile
ROAS. Ok, direte voi, ma quali sono i valori da
considerare?

1. CTR
(click-through rate)
Il CTR il parametro pi importante da monitorare quando parliamo di aste
online: esprime la percentuale di clic generata da una campagna pubblicitaria in
rapporto al totale delle visualizzazioni (= impression), ed anche il pi veloce a
reagire. Se comincia a scendere, questo porta in tempi rapidi a un calo anche
delle visualizzazioni su Facebook e ci naturalmente pu portare problemi in
termini di raggiungimento dei risultati attesi.
Per quanto nel determinare efficacia e successo di un annuncio siano importanti
anche valori quali CVR (conversion-rate, vale a dire la percentuale di utentivisitatori di un sito web che effettua loperazione desiderata rispetto al totale
degli utenti) e CPA (click-per action, cio il costo che siamo disposti a pagare
per lazione richiesta), un basso valore di CTR pu provocare un incremento di
livello del vostro prezzo dasta e pregiudicare il raggiungimento dei risultati attesi
in maniera tanto probabile da rendere il CTR, appunto, un parametro chiave, da
tenere costantemente sotto controllo.
PS Occorre inoltre tenere presente che lo stesso CTR pu variare
sensibilmente a seconda di dove sia posizionato. Assicuratevi perci di
controllarlo sempre in modo separato, in particolare per quanto riguarda la
colonna di destra e la news feed (sezione notizie).

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

12
6

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

2. Conversion Rate
Per essere certi di prevenire qualsiasi problema in termini di raggiungimento
dei risultati attesi, abbiate cura di garantirvi non meno di 25 conversioni
uniche, al giorno e per annuncio. Se poi puntate a un risultato di eccellenza (e
sappiamo che cos..!) dovreste fare in modo di raggiungere un conversion
rate superiore allo 0,5%: almeno uno ogni duecento contatti-utente, cio, deve
portare a termine lazione target dellannuncio.
Per assicurarvi che la vostra campagna raccolga un volume di dati sufficiente
a massimizzare le dinamiche di ROI, un buon sistema quello ottimizzare la
campagna verso unazione del pixel di conversione in posizione pi alta nel
funnel di vendita.

3. Lo Stress
Da Adv
Anche la frequenza con la quale postate i vostri annunci importante: se la
stessa asta o campagna viene mostrata troppo spesso, o comunque troppe
volte, al medesimo utente, lunico risultato che otterr sar quello di venirgli a
noia o, ben che vada, di apparirgli scontata o dej vu.
La cura pi ovvia per questo tipo di malessere quella di cambiare di
frequente la creativit, laspetto, o persino i termini dei vostri annunci adv.
Otterrete un target pi ben disposto e curioso nei confronti di cosa di volta in
volta vi saprete inventare, e ne beneficer il vostro business, e pure voi: ogni
nuova modulazione di una campagna potenzialmente capace di portare a
nuovi contatti, e allargare il vostro target a nuovi utenti, il che un toccasana
per aiutare voi a combattere lo stress da adv.

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

13
5

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

4. Punteggio Di Pertinenza
Il relevance score (= punteggio di pertinenza) non pu essere tecnicamente
considerato un parametro primario poich non , di per s, un parametro.
Se mai, un elemento di ranking, che indica con quanta efficacia il vostro
annuncio stia performando, se confrontato alle prestazioni di quelli dei diretti
competitor.
Uno score di valore 10, per capirci, segnala che il vostro annuncio nella top
ten delle aste di settore. Uno score che cala potrebbe essere invece indizio
di qualcosa che non va, o il segnale che i vostri prospect si aspettano da voi
qualcosa di pi entusiasmante.
Leggi e impara a controllare il punteggio di pertinenza.

5. CPM (Cost Per-Mille)


Come suggerisce la parola stessa, il CPM il prezzo per mostrare le propria
inserzione 1.000 volte. Facebook ottimizza ogni inserzione in base allofferta
scelta e poich in questo caso si sceglie di ottenere delle visualizzazioni,
Facebook la mostrer quante pi volte possibili e a quante pi persone
possibili: alla fine, quindi, il CPM non troppo diverso da una campagna
tradizionale di affissione.
IL CPM, naturalmente, deve essere proporzionato alla dimensione del
pubblico-target che vi riproponete di raggiungere. Campagne focalizzate su
target estremamente specifici, come le DPA (dynamic product ads), possono
avere un CPM piuttosto alto anche se di solito compensato da un eccellente
ROI (ovvero return of investment, dato dal rapporto tra capitale investito e
rendimento della campagna).

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

14
6

A. Valore Dellofferta

B. Pubblici-Target

C. Parametri Chiave

6. CPA (cost per-action)


Il valore del CPA identifica il costo che siamo disposti a pagare per una
determinata azione, come laumento dei mi piace a una pagina, lincremento
di download o installazione di unapp, la conversione sul sito web, eccetera.
Il CPA il parametro che ci indica quanto vi costa raggiungere, in media, il
punto di conversione stabilito allinterno del vostro funnel di vendita, tenendo
presente che in questo caso Facebook mostrer linserzione a quelle sole
persone che con maggiore probabilit eseguirebbero lazione richiesta.

tutto chiaro?
A quelli che rispondessero ehm, s quasi,
per consiglio infine la lettura della guida
alle offerte per la pubblicit su Facebook.
Per tutti comunque pu essere utile, prima
di mettersi al lavoro e soprattutto, nel corso
delle operazioni, tenere sottocchio questa
lista.

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

15
5

Check-List
Prima di mettere online unofferta, assicurarsi di
avere ben chiaro il valore reale dellazione-target
Ricordarsi di creare e aggiungere alle proprie
pagine web il Pixel di Facebook
Essere certi di avere un pubblico ampio a sufficienza
da garantire un flusso di dati utile per i miei scopi
Non preoccuparsi troppo che due annunci
indirizzati a pubblici simili entrino in competizione,
o si danneggino lun laltro
Avere cura di fissare il proprio obiettivo di
ottimizzazione nella giusta posizione
(puntate in alto!) entro il funnel di vendita
Tenere sottocchio le finestre dattribuzione di Facebook pi
adatte a procurare dati ampi e verificati sulle conversioni
Essere pronti a rifinire o riprogettare una campagna sulla
base dei feedback e dei risultati gi ottenuti

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


uhurunetwork.com
Trucchifacebook.com

16
6

Fatto tutto? Bene.


Siete pronti a dare
il via alla vostra
miglior campagna
di sempre!

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


Trucchifacebook.com

17

L'Autore

Fabrizio Trentacosti,
Consulente Digital Marketing
Autore e fondatore di TrucchiFacebook, esperto e Consulente Facebook, Internet
Marketing & Digital Media.
TrucchiFacebook dal 2009 la prima risorsa italiana su Facebook, e conta ad oggi pi di 500.000 di
visite e un milione di pagine viste mensili. Negli anni il blog si evoluto ed oggi rappresenta un punto
di riferimento per moltissimi appassionati del social network, a livello amatoriale e/o professionale.
Trovi qui le migliori guide e risorse per Facebook ed unampia community per risolvere problemi
comuni. Gli articoli trattano le principali tematiche di Facebook, come la Privacy, la Sicurezza e il
Facebook Marketing.
Insieme a questo blog curo da anni tanti progetti legati al Digital Marketing, e lavoro con Uhuru
Network, societ internazionale con sede a San Francisco allavanguardia su Digital e Inbound
Marketing. Sono disponibile per consulenze, corsi, seminari e workshop di formazione.
Negli corso degli ultimi anni ho collaborato con giornali, programmi televisivi, e tenuto rubriche in
radio (Radio 105 e M2O). Ho tenuto inoltre diversi corsi, seminari e workshop in giro per lItalia, con
molteplici scuole e aziende.

Come evitare (o risolvere) problemi

nella pubblicazione degli annunci su Facebook


Trucchifacebook.com

18

2015 Uhuru Network, LLC


Uhuru Network, LLC
Rome, Italy
North America HQ
1 (844) 233-9437
101 California Street, Suite 2710
San Francisco CA 94111 U.S.A.