Você está na página 1de 7

Emittente TV

VIDEO
Canale 286

Canale 678

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

66

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
mercoled 18 gennaio 2017 Anno XXx N. 14 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit locale: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Lazione delittuosa per intimidire i commercianti usando i metodi forti La denuncia di Progetto Siracusa e F.I.

La criminalit in citt
alza il tiro e colpisce

Lindice della politica per affrontare con determinazione la mala


N

Focus

ella citt di Siracusa


da alcuni mesi si sta registrando un crescendo di
reati in genere e di omicidi
nellhinterland che ha acuito ancora di pi quel senso
di insicurezza gi esistente nei cittadini di Siracusa
e della sua provincia, che
allunisono assistono increduli allassordante silenzio delle forze dellordine,
mendicando pi sicurezza
nelle strade. I reati ormai
non si contano pi basta
aprire i giornali.

Al via il progetto
Delfini guardiani
del mare di Siracusa
A

l via nella sede dellArea


Marina Protetta del Plemmirio il progetto di educazione
ambientale in collaborazione
con Marevivo Delfini Guardiani del Mare di Siracusa.
Il primo gruppo composto
dagli alunni della scuola elementare Verga e della scuola paritaria Disneyland si
dato appuntamento nella
sala Ferruzza-Romano e
nella sala Centimulo dellente per dare vita alle prime
attivit programmate dai
biologi di Marevivo. Dopo
una spiegazione iniziale sul
concetto di biodiversit e
tutela seguita da una presentazione dellArea Marina
Protetta Plemmirio e del suo
regolamento, sono iniziate
le attivit ludico-educative
accompagnate da vere e
proprie esplosioni di gioia
dei piccoli.
A pagina due

In foto, lesercizio preso di mira dalla criminalit.

polizia

Controllo
del territorio
nel capoluogo
Gli

A pagina tre

cronaca

Protesta ieri
della Polizia
Penitenziaria
Malcontento

nella polizia penitenziaria, le


ragioni sono legate alle
problematiche inerenti alla grave carenza di
personale che affligge la
casa circondariale.

A pagina cinque

A pagina cinque

La scorsa notte un attentato dinamitardo ha distrutto, per la

seconda volta, lesercizio commerciale di Luigi Terracciano.


Il gesto vile, ma nel contempo spavaldo. Erano solo le ore
01.45, quando ancora le strade non sono deserte e ci troviamo nel centro della citt, in unarea densamente abitata.
A pagina tre

Rosolini, prosegue loperazione


sicurezza dei Carabinieri

Trasforma la casa
in centro di spaccio
di droga: arrestato

La Compagnia di Siracusa,
a seguito dei servizi di controllo del territorio, ha arrestato nella mattinata di ieri.

In foto, lavv. Ezechia Paolo Reale di Progetto Siracusa.

A pagina quattro

FIAMME GIALLE

agenti in servizio alle


Volanti della Questura di
Siracusa, hanno denunciato tre persone.

Tornano le bombe,
lorologio della legalit
va indietro di ventanni

rosegue loperazione denominata Sicurezza nellambito del


comune di Rosolini che,
secondo le direttive impartite dal Comando
Provinciale di Siracusa,
vede impegnati i Carabinieri.
Sopra, la refurtiva sequestrata dai Finanzieri.

A pagina dodici

Focus 2
A

l via nella sede


dellArea
Marina Protetta del
Plemmirio il progetto di educazione ambientale
in
collaborazione con Marevivo
Delfini Guardiani del Mare di
Siracusa.
Il primo gruppo
composto
dagli alunni della
scuola elementare Verga e della
scuola
paritaria
Disneyland
si
dato appuntamento
nella
sala
FerruzzaRomano e nella
sala
Centimulo
dellente per dare
vita alle prime attivit programmate dai biologi di
Marevivo.
Dopo una spiegazione iniziale sul
concetto di biodiversit e tutela
seguita da una
presentazione
dellArea Marina
Protetta Plemmirio e del suo regolamento, sono
iniziate le attivit
ludico-educative
accompagnate
da vere e proprie
esplosioni
di gioia dei piccoli, futuri, Delfini Guardiani, i
quali
attraverso
il gioco vengono sensibilizzati
sulle
tematiche
della conoscenza
dellecosistema
marino, del rispetto del mare e
dei suoi abitanti.
Le due scuole si
sono
alternate
in due differenti
giochi: Salviamo
la tartaruga e
Viaggio a Ostacoli. Nel primo,
le
scolaresche
divise in squadre
hanno simulato il
salvataggio di un
nido di tartaruga
marina in pericolo.
Nel secondo gioco, gli alunni hanno impersonato il
viaggio dei delfini nel mare, con
tanto di minacce
a cui vanno incontro, attraverso
il
superamento
di un percorso a
ostacoli.
Dopo una breve
pausa, stato
proiettato un video didattico i cui
protagonisti erano ancora delfini
e tartarughe marine, le simpati-

Sicilia 18 gennaio 2017, mercoled

18 gennaio 2017, mercoled

Bomba contro paninoteca


Bandiera e Rossitto (FI):
Condanna per vile gesto,
piena solidariet
a esercente

Due scuole
si sono alternate
in due differenti
giochi: Salviamo
la tartaruga
e Viaggio
a Ostacoli

In foto, un momento
dellincontro di ieri.

Al via il progetto
Delfini guardiani
del mare di Siracusa
Il primo gruppo composto dagli alunni della scuola elementare
Verga e della scuola paritaria Disneyland si dato appuntamento
nella sala Ferruzza-Romano e nella sala Centimulo dellente

che creature che


popolano il mare
e anche limmaginario collettivo ad
esso correlato.
Al termine della
proiezione stato
realizzato un laboratorio didattico
con materiali di riciclo; durante tale
attivit sono stati
creati dei piccoli
oggetti (segnalibro e tartaruga in
cartoncino) che i
bimbi hanno tenuto come ricordo
della giornata.
A conclusione, le
scolaresche hanno gareggiato tra
di loro in un quiz a

risposta multipla
sugli
argomenti
trattati, per verificare le conoscenze acquisite
durante la mattinata. Altre attivit sono via via
previste nel corso
delle altre giornate di attivit.
Il progetto Delfini Guardiani del
Mare di Siracusa
si svolger da
gennaio a maggio 2017, rivolto
ai bambini delle terze e quarte elementari e
coinvolger otto
gruppi ciascuno
di 50 alunni per

un totale di oltre
400 bambini.
Nove le scuole
siracusane (Verga,
Disneyland,
Archia, Lombardo Radice, Raiti,
Costanzo, Vittorini, Paolo Orsi e
Giarac) le quali
parteciperanno con il proprio
gruppo a un totale di cinque Giornate che avranno
come location: la
sede dellAMP del
Plemmirio sita nel
comprensorio del
Castello Maniace
e il centro storico di Ortigia, per
culminare
infine

in una escursione
finale al Plemmirio, allisola della
Maddalena.
Le Isole Minori
e le Aree Marine
Protette,
intese
come
esempio
paradigmatico o
come
metafora
della
necessit
di comportamenti
volti alla sostenibilit ambientale,
alluso
razionale delle risorse,
alla conoscenza
dei limiti delle
azioni ad impatto
ambientale, sono
state
lelemento ispiratore del
progetto Delfini
Guardiani.
Ideato e realizzato dallAssociazione Marevivo sin
dal 2009, il progetto si propone
di avviare nellanno scolastico in
corso, allinterno
di alcune classi
delle scuole primarie di Siracusa,
percorsi didattici
finalizzati alla costituzione di un
gruppo di alunni
Delfini Guardiani, che avranno
una
maggiore
consapevolezza e
responsabilit nel
tutelare le risorse ambientali del

proprio territorio e
dellArea Marina
Protetta del Plemmirio.
Una delle caratteristiche del progetto quella di
facilitare lincontro
con esperti, valorizzando le esperienze
maturate
da persone diverse in vari campi.
La comunit locale pu partecipare
infatti con la banca della memoria,
costituita dalle tradizioni, dagli usi e
costumi orientati
spontaneamente
verso la sostenibilit sociale, culturale e ambientale, offrendo al
percorso didattico
spunti di ricerca
interdisciplinare,
di valutazione, di
animazione didattica.
Trasmettere la cultura e la
conoscenza delle risorse locali
di fondamentale
importanza
per
promuovere quel
senso civico di
appartenenza al
territorio che
una delle finalit
del progetto.
Peculiarit
del
progetto anche
il forte coinvolgimento delle istituzioni locali (Comune,
Capitaneria
di Porto, Marina
Militare), delle associazioni e degli
operatori economici presenti sul
territorio.
Alla fine del percorso, diventeranno quindi Delfini Guardiani del
Mare di Siracusa
e il titolo permetter loro di denunciare eventuali atti
lesivi del patrimonio e saranno
abilitati ad essere
ricevuti dalle autorit locali.

Esprimiamo

totale condanna
per l'attentato dinamitardo di cui
stata vittima nella notte una
nota e apprezzata paninoteca di
viale Luigi Cadorna, a Siracusa
lo afferma Edy Bandiera e Davide Rossitto di Forza Italia -. Si
tratta di un deprecabile gesto
nei confronti di un'attivit commerciale gestita con impegno e
dedizione, punto di riferimento

Sicilia 3

per molti cittadini. Alla famiglia


Terracciano, stimata dalla collettivit, dedita con serio impegno al lavoro e che conosciamo
personalmente, giunga la nostra
piena solidariet e vicinanza. La
mobilitazione di queste ore, dimostra che la parte sana e produttiva della citt, ampiamente
maggioritaria, non vuole darla
vinta al malaffare e che in tanti

SiracusaCity

saremo vicini alla famiglia, per


far si che l'attivit possa ritornare quanto prima operativa e
con l'auspicio che i responsabili
dell'accaduto siano quanto prima individuati e assicurati alla
giustizia", concludono Davide
Rossitto della direzione regionale FIG e l'onorevole Edy Bandiera, coordinatore di Forza Italia
per la provincia di Siracusa.

La mala alza il tiro,


bomba alla Borgata
La criminalit per intimidire
i commercianti torna
ad usare i metodi forti

ella
citt
di
Siracusa da alcuni
mesi si sta registrando
un crescendo di reati
in genere e di omicidi
nellhinterland che ha
acuito ancora di pi
quel senso di insicurezza gi esistente nei
cittadini di Siracusa e
della sua provincia,
che allunisono assistono increduli allassordante silenzio delle
forze dellordine, mendicando pi sicurezza
nelle strade.
I reati ormai non si contano pi basta aprire i
giornali e vedere le tv
locali ma anche le numerose persone, che
si recano negli uffici
denunce, che esplodono tutta la loro amarezza per lennesima
rapina subita.
La criminalit ha alzato
il tiro a Siracusa, nella
nottata decorsa un ordigno rudimentale
stato fatto esplodere
allingresso laterale di
una paninoteca. Lepisodio si verificato
poco prima delle due
della notte in viale Luigi Cadorna. Lesplosione ha danneggiato
la struttura muraria e
ha destato preoccupazione tra i residenti della centralissima
via. A dare lallarme,
il proprietario, che abita nella zona. Sul posto, i vigili del fuoco,
insieme alle Volanti e
alla Scientifica, per i
rilievi del caso, che sta
ancora conducendo.
Rinvenuto allinterno
del locale il piccolo
ordigno deflagrato. Le
indagini sono affidate
alla Squadra Mobile.
Danni alle strutture
murarie. La panino-

teca aveva aperto i


battenti non pi di un
mese fa. Il proprietario avrebbe dichiarato
agli inquirenti di non
avere subito alcuna
richiesta
estorsiva.
Scoraggiato, il titolare,
annuncia lintenzione
di non riaprire pi. E
successo tutto senza
un perch - lo sfogo
che affida alla sua
pagina Facebook - E
proprio questo mi butta a terra moralmente
e fisicamente. Non abbiamo pestato i piedi a
nessuno. Non riapriremo.
Per questo dato nuo-

vo, lepisodio non viene sottovalutato dagli


investigatori, soprattutto in un momento in
cui la citt vive di nuovo motivi di preoccupazione per i crescenti
segnali lanciati dalla
criminalit organizzata

La

Lintervento del portavoce di Progetto Siracusa, avv. Ezechia Paolo Reale

scorsa notte un
attentato dinamitardo
ha distrutto, per la seconda volta, lesercizio
commerciale di Luigi
Terracciano. Il gesto
vile, ma nel contempo
spavaldo. Erano solo
le ore 01.45, quando
ancora le strade non
sono deserte e ci troviamo nel centro della
citt, in unarea densamente abitata, ad
un passo dal Museo
Paolo Orsi e dal Santuario della Madonna
delle Lacrime cos in
una nota il portavoce
di Progetto Siracusa,
Ezechia Paolo Reale -.
Oltre a colpire Luigi
Terracciano ed i suoi
familiari, ai quali vanno
i sentimenti di solidariet piena ed incondizionata di tutti noi di
Progetto Siracusa, il
gesto criminale colpisce tutta la collettivit
ed il segnale chiaro
e certo che a Siracusa
lorologio della legalit
va indietro di venti anni,
quando la criminalit
organizzata soffocava
impunemente la citt e

In foto, lesercizio preso di mira dalla criminalit.

nei confronti delle attivit imprenditoriali.


Intanto, il Questore di
Siracusa Mario Caggegi terr domani una
conferenza
stampa
con la presenza dei
presidenti delle Associazioni antiracket,

antimafia e contro le
violenze di genere ed
il femminicidio, i rappresentanti dellUfficio
Scolastico Provinciale,
dellAgenzia Frontex,
dellUnicef, dellAsp 8
(Codice Rosa) e del
Centro Anziani Akra-

A Siracusa tornano le bombe, lorologio


della legalit va indietro di venti anni
le bombe scoppiavano
a ritmo settimanale.
Non domandarsi come
stato possibile giungere al punto di rischiare di perdere nuovamente una libert dal
crimine
organizzato
conquistata con sangue, impegno e rinunzie di pi generazioni
di cittadini siracusani
sarebbe inaccettabile
vilt.
Girare, anche questa volta, lo sguardo
altrove sperando che
la prossima volta non
tocchi a noi ci riconsegner, uno alla volta, a
quel mondo di paura e
di mancanza di regole
che chi ha vissuto gli
anni ottanta e novanta
in Sicilia non pu certo
aver dimenticato.
Non si tratta solo di
non lasciare solo Luigi

Terracciano e la sua famiglia, nei modi e nelle


forme che una collettivit cosciente e solidale sapr esprimere, ma
di pretendere che abbia termine lapproccio
burocratico ed inefficace delle istituzioni allestendersi di unillegalit
diffusa ed ostentata.
Il senso comune che
sempre pi si diffonde quello che chi ha
dalla sua parte la forza
pu ottenere pi di chi
confida nel diritto.
La sfiducia nelle istituzioni e lincapacit di
queste ultime di dare risposte pronte e condivise ai problemi sociali
e di sicurezza personale dei cittadini stato,
e rischia nuovamente
di essere, il punto di
forza delle aggressioni
criminali alle collettivi-

t, rese inerti da quella sfiducia e da quella


incapacit.
Le istituzioni, nel loro
complesso,
hanno
perso la capacit di
distinguere, e far distinguere, il bene dal
male, il giusto dall'ingiusto; non hanno
avuto la capacit, di
fronte ad esigenze di
legalit avvertite come
importanti ed urgenti dalla collettivit, di
fronteggiare gli eventi
con fermezza e tempestivit, rifugiandosi
dietro il tranquillizzante, lungo e narcotizzante approccio
burocratico agli eventi
che diluisce nel tempo qualsiasi risposta,
crea il grigio fumo ove
tutti sono eguali ed indistinti, disorienta lopinione pubblica e, in

dina, che collaborano


attivamente con la
Questura.
Loccasione propizia per tracciare un
punto della situazione
sullandamento della
sicurezza e dellordine
pubblico e del contrasto alla criminalit nella provincia aretusea.
Il Consiglio di Quartiere Santa Lucia, Cas
e Centro Naturale La
Borgata uniti contro
quanto accaduto la
scorsa notte in viale
Luigi Cadorna. Dopo
il vile gesto che ha
colpito, con lesplosione di un ordigno,
nella notte unattivit
commerciale sita in
viale Luigi Cadorna il
Consiglio di Quartiere
Santa Lucia, il Consiglio Attivisti Siracusani
e il Centro Commerciale Naturale La Borgata ha deciso di indire una raccolta fondi
affinch lattivit colpita possa ripartire con
il progetto che aveva
avviato circa un mesa
addietro.
G.B.
definitiva, seppur involontariamente spiana
la strada alla criminalit violenta.
Poi tornano a scoppiare le bombe e la burocratica indifferenza
delle istituzioni mostra
tutti i suoi limiti.
Tanti, forse troppi,
sono gli esempi di risposte mancanti e di
attese deluse e ciascuno di essi si presterebbe, se citato,
a posizioni divisive e
contrapposte che oggi
sarebbero dannose ad
un consorzio civile che
deve affrontare unito unemergenza che
sperava di non vedere
mai pi riapparire.
Di fronte alle bombe
non bastano civismo
e volontariato, servono istituzioni capaci e
coraggiose, disposte
ad un impegno straordinario.
Noi - conclude Progetto Siracusa - non ci
stanchiamo di aspettarle, per essere al loro
fianco nella difesa della pace sociale e della
giustizia.

SiracusaCity 4

Sicilia 18 gennaio 2017, mercoled

18 gennaio 2017, mercoled

Protesta vibrante ieri


della Polizia Penitenziaria
Dal Dipartimento penitenziario era stato annunciato larrivo
di 35 nuove unit per fare fronte alle nuove esigenze connesse
allattivazione del padiglione ma ne sono arrivate 31

Malcontento

nella
polizia penitenziaria, le ragioni sono
legate alle problematiche inerenti alla
grave carenza di
personale che affligge la casa circondariale di Siracusa,
conseguenti
anche allapertura del
nuovo padiglione e
vista la decisione
unilaterale dellamministrazione
di
aprire il nuovo padiglione nonostante i
carichi di lavoro che
si stanno generando sui dipendenti
afferma il reggente
provinciale Salvatore La Rocca -; visto
lesito degli incontri
al PRAP Sicilia dove
non vi sono spiragli
a breve termine per
lintegrazione
del
personale
necessario, le evidenze
dei dati di questa
amministrazione,
che certificano limpossibilit di garantire i diritti minimi
del personale, i fatti
degli ultimi tempi,
che hanno visto vit-

time di aggressione
il personale della
struttura di qualunque ordine e grato,
la grave carenza
di personale negli
uffici, ove per garantire il servizio si
sta ricorrendo a parecchie ore di straordinario e la totale
assenza di dialogo
col direttore della
casa circondariale
di Siracusa, dove si
stanno ignorando le
organizzazioni sindacali stravolgendo
unilateralmente tutta lorganizzazione
del lavoro.
Per queste ragioni,
lUgl-Polizia penitenziaria, ha dichiarato ieri lo stato di
agitazione di tutto
il personale della
casa
circondariale di Siracusa, con
lastensione
della
mensa di servizio
e altre iniziative di
protesta,
anche
eclatanti.
Vista
lindisponibilit
di
questa amministrazione ad attivare
qualsiasi procedura

Sopra, la protesta di ieri mattina dinanzi al carcere Cavadonna.

per poter garantire i


diritti minimi al personale dipendente
prosegue La Rocca
-, unitamente a carichi di lavoro accettabili da misure atte a
preservare lintegrit
anche fisica del personale sottoposto a
continui fattori di rischio.
Qualora anche questa forma di protesta
non dovesse produrre alcun risultato
siamo pronti a spostare il nostro obiettivo alla Prefettura
di Siracusa, dove
abbiamo intenzione

di recarci per fare


sentire il disagio
di tutti gli operatori del penitenziario
di Cavadonna. Dal
Dipartimento penitenziario era stato
annunciato larrivo
di 35 nuove unit
per fare fronte alle
nuove
esigenze
connesse allattivazione del padiglione
ma ne sono arrivate 31. La carenza
dorganico complessiva che accusiamo
di 30-40 unit - fa
notare il segretario
della Uil penitenziari - dovrebbe arriva-

re nuovo personale che per non si


vede allorizzonte.
Ci riserviamo, inoltre, di attivare qualsiasi altra iniziativa
ritenuta opportuna,
a qualunque ordine e grado, per
garantire il rispetto
dei diritti minimi del
personale di Polizia
Penitenziaria. Alla
segreteria nazionale e regionale, invece, chiediamo di
attivare tutti gli interventi che si rendono
necessari per quanto di loro competenza.

Marino: un modello di misericordia Domani pomeriggio alle 17 presso lArchivio di Stato in via Turchia

Nel clou i preparativi della festa La prima guerra mondiale, analisi


del co-patrono San Sebastiano politica-sociologica a cento anni dal conflitto
San Sebastiano modello di misericordia, e
noi siamo chiamati a
far crescere una cultura
basata sulla riscoperta
dellincontro con gli altri. E il messaggio che
ha lanciato il parroco
della cattedrale, monsignor Salvatore Marino
allinizio della settimana dedicata al martire
compatrono di Siracusa.
Possiamo e dobbiamo
seguirlo ha detto il sacerdote in quello che
egli ha fatto per sostenere i fratelli, cristiani e
pagani, dentro e fuori dal
carcere, alleviando anche le sofferenze dei
malati di peste. La festa di San Sebastiano
cominciata ufficialmente
sabato pomeriggio con
lapertura della nicchia

nella chiesa di Santa


Lucia alla Badia e la traslazione del simulacro,
mentre domenica mattina
don Nisi Candido, direttore dellistituto superiore di scienze religiose,
ha presieduto la prima
messa di una settimana
che culminer nella processione del 22 gennaio
lungo le strade di Ortigia
guidata dal campanellaio
Luigi Cavarra, nominato
dal comitato che organizza i festeggiamenti. E la
prima volta che accade,
considerato che fino allo
scorso anno era la sorte
a decidere chi dovesse
ricoprire il ruolo. Venerd
20, giornata della festa,
alle 10,30 la messa presieduta dallarcivescovo
di Siracusa, monsignor
Salvatore Pappalardo.

La Societ Siracusana di Storia Pa-

tria ha inteso raccogliere i resoconti


della serie di conferenze dedicate, nel corso del 2016, alla Grande
Guerra, per dare alle stampe il volume: La prima guerra mondiale,
analisi politica-sociologica a cento
anni dal conflitto.
Sar il prof. Rosario Mangiameli,
docente di storia contemporanea
presso lUniversit di Catania, a presentare il volume La prima guerra
mondiale curato dal prof. Salvatore
Santuccio. Sono previsti anche gli
interventi del prof. Salvatore Adorno
e dellautore.
Hanno promesso la loro presenza
di tutti gli autori dei resoconti delle conferenze contenuti nel volume:
Sebastiano Amato, Francesco M.
Atanasio, Tommaso Baris, Francesco Carracchia, Concetta Corridore,
Vincenzo La Rocca, Salvatore Santuccio, Renata Russo Drago, Rosa
Savarino, Giovanni Schinin, che oltre ad interventi di carattere genera-

le, come le case chiuse al fronte e


la grande guerra nella letteratura, ci
raccontano della vita di giovani siracusani caduti in guerra, del dissesto
economico subito dalle famiglie dei
tanti siracusani al fronte e di come
furono accolti a Siracusa e provincia
i profughi provenienti dalle zone di
combattimento. Sar il dr. Giuseppe
Bianca, direttore del quotidiano Libert a coordinare i lavori.
La serata avr luogo presso lArchivio di Stato di Siracusa, dove si
sono svolte gran parte delle conferenze e dove fu allestita, a suo
tempo, con i documenti dellArchivio
e con il contributo della Societ, la
mostra di cimeli e documenti sulla
Grande Guerra.
La presentazione del volume fissata per gioved 19 gennaio alle ore
17 presso lArchivio di Stato. Saluteranno gli intervenuti il Presidente
prof. Sebastiano Amato, leditore
Morrone e la direttrice dellArchivio
di stato dott.ssa Concetta Corridore.

Sicilia 5

SiracusaCity

Acquaviva:
Recuperare
larchivio
comunale

Il presidente del Tribunale decider se affidare lincarico a un altro giudice Lennesimo tentativo di aggressione

La societ che gestiva il servizio idrico in provincia

ccorre al pi
presto
individuare
altri locali pi idonei
alluso
archivistico
che soddisfino i requisiti di sicurezza e
di salvaguardia del
prezioso materiale
cartaceo, acquisendo preventivamente
il parere della soprintendenza archivista regionale sul
nuovo progetto e a
programmare unattivit di recupero,
catalogazione e digitalizzazione della
documentazione.
Il consigliere comunale Alessandro
Acquaviva
investe
il consiglio comunale con una sua
proposta da inserire
allOrdine del giorno
di una delle prossime sedute in aula, a
seguito della recente
distruzione dei documenti nellarchivio
storico comunale.
Nella
relazione
conclusiva della IV
commissione, che vi
aveva effettuato un
sopralluogo, si evidenziava infatti una
situazione nel suo
complesso
deplorevole: impianto di
illuminazione e servizi non funzionante,
scarsa aerazione dei
locali, intensa puzza
di umidit, presenza di muffa su gran
parte dei faldoni, segni dellallagamento sulle pareti sino
allaltezza di circa
un metro e mezzo.
Da qui la richiesta di
spostare la sede da
via Madre Teresa di
Calcutta ad altri locali.
Nel 2012 si era verificato
uninondazione dei locali con
danneggiamento di
parte dellarchivio
sottolinea Acquaviva
-. Ritengo infausta la
scelta assunta nel
2006 di adibire ad
uso Archivistico gli
scantinati dellIstituto comprensivo nonostante i rilievi del
settore
PatrimoniProvveditorato-Gare
e della soprintendenza archivista regionale e discutibile
lattivit di manutenzione della pompa
idrovora che, presumibilmente,
era
non funzionante al
momento dellinondazione.

Bancarotta Sai8, il Gup Scapellato


si dichiarato incompatibile

nei confronti dei propri genitori

N
el tardo pomeriggio della giornata di ieri i Carabinieri della Tenenza di Floridia hanno arrestato Fran-

rocesso ex Sai8, il gup


del tribunale di Siracusa,
Carmen Scapellato ha
dichiarato la propria incompatibilit rispetto il
processo, scaturito dal
fallimento della Sai8,
la societ che gestiva il
servizio idrico in provincia, in corso di svolgimento proprio davanti
al giudice per le udienze
preliminari. All'udienza di
ieri mattina, nella quale il
giudice avrebbe dovuto
sciogliere la riserva sulla
richiesta di costituzione
di parte civile dei comuni
di Siracusa e Solarino,
dellAto idrico e della curatela fallimentare, ha,
invece, fatto presente di
volersi astenere perch,
dallesame degli atti dindagine, si evincerebbero
elementi che lo inducono
a richiedere al presidente del tribunale del capoluogo la propria astensione. Il gup Scapellato
ha, quindi, trasmesso gli
atti del processo al presidente del tribunale,
Antonio Maria Maiorana,
che dovr decidere se
confermare la dottoressa Scapellato oppure
affidare il processo ad
altro giudice.
Nella precedente udien-

In foto, il Palazzo di Giustizia di Siracusa.

za, alla presenza dei


pubblici ministeri Andrea
Palmieri e Margherita
Brianese, la difesa degli
imputati aveva avanzato la richiesta di accesso al rito alternativo
del patteggiamento. In
particolare, stata sollecitata
dallavvocato
Ezechia Paolo Reale,
che difende Monica Casadei, uno dei dirigenti
della Sai 8. Anche gli altri tre imputati potrebbero associarsi alla richiesta di patteggiamento e
sono Marzio Ferraglio,
difeso dagli avvocati

Nerio Diod e Salvatore Augusto Trombetta;


Angelo Isoppo, difeso
dal professore Giovanni
Grasso e dallavvocato
Trombetta; Mirko Giorgi,
assistito dagli avvocati
Piero Amara e Angelo
Mangione, en- trambi del
Foro di Catania. In particolare, Ferraglio, consigliere damministrazione
dallaprile 2007 allagosto 2009 e dallaprile
2013 al luglio dello stesso anno; Casadei, nella
qualit di amministratore
delegato al settore amministrativo e finanza

dallottobre 2010, poi


consigliere fino allagosto
2011, e poi come amministratore delegato fino
al febbraio 2012; Giorgi
nella qualit di amministratore delegato dallottobre 2010 al luglio 2011
avrebbero distratto beni
di Sai8 spa in favore di
societ controllanti e collegate, tramite ladozione
di misure e negozi giuridici antieconomici.
La Procura di Siracusa,
tra le altre ipotesi di reato, rileva lacquisto di
servizi di progettazione
ingegneristiche dal socio
privato Saccecav per un
importo complessivo di
6 milioni 297 mila euro
per fatture emesse tra
marzo 2008 e dicembre
2011 e trasferito sempre
alla Saccecav dei crediti Iva della Sai 8 per un
ammontare di 6 milioni e
852 mila euro.
A Isoppo (amministratore
legale della Sai 8), Casadei e Ferraglio viene
contestato il fatto di non
avere versato le ritenute operate nel corso del
2012 nei confronti dei
lavoratori dipendenti e
autonomi per un importo
di un milione e 421 mila
euro.

Dipendente da alcool
maltratta familiari
arrestato 47enne

cesco Rossitto, 46 anni, per violenza e minaccia a


Pubblico Ufficiale. I Carabinieri di Floridia, durante
mirata attivit di controllo del territorio, intervenivano su specifica richiesta dei genitori dello stesso
Rossitto, questultimo da diverso tempo dipendente
da alcool e responsabile di atteggiamenti ostili verso tutto il nucleo familiare assieme al quale conviveva da tempo.
Di fronte allennesimo tentativo di aggressione nei
confronti dei propri genitori, gli stessi non hanno
esitato a contattare i Carabinieri che prontamente
riuscivano prima ad individuare poi ad intervenire
ed infine, seppur con qualche resistenza da parte
del Rossitto, ancora sotto gli effetti dellalcool, a
bloccarlo e tranquillizzarlo. Accompagnato in caserma per le incombenze di rito e cos come disposto
dallAutorit Giudiziaria di Siracusa, il Rossitto
stato trattenuto agli arresti.

Tenta di rubare una vettura, fermato un topo dauto

La scorsa notte, i militari dellaliquota Radiomobile


della Compagnia Carabinieri di Augusta hanno arrestato il pregiudicato Miscel Carbonaro 22 anni, con
vari precedenti penali per reati contro il patrimonio:
l'accusa nei suoi confronti di tentato furto aggravato. Poco prima della mezzanotte di ieri, i militari, durante il regolare servizio perlustrativo, nel transitare
per la via Giovanni Lavaggi di Augusta sorprendevano luomo ad armeggiare intorno ad una Fiat Punto
nel tentativo di asportarla. Alla vista della gazzella,
luomo, si dava a precipitosa fuga che induceva i militari ad un pronto inseguimento concluso con la cattura del reo. Lauto oggetto del tentativo di furto, di
cui era stato forzato il vetro del finestrino lato guida,
stata riconsegnata alla vittima, mentre il Carbonaro stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa
delludienza del giudizio per direttissima.

La Compagnia di Rubava energia dalla rete elettrica, deteneva armi e munizioni illegalmente
Interventi degli agenti delle Volanti Siracusa,
a seguito dei

Controllo del territorio


nel capoluogo

Gli

agenti in servizio alle Volanti della


Questura di Siracusa,
hanno denunciato tre
persone che, dopo
aver consumato all'interno di un ristorante
sito in Ronco Cassari
si allontanavano senza pagare il conto.
Inoltre, gli Agenti delle Volanti hanno denunciato due persone
per inosservanza agli
obblighi inerenti le limitazioni alla libert
personale cui sono
sottoposti.
Successivamente gli
agenti delle Volanti
sono intervenuti in
Via Adrano per lincendio, per cause in
fase di accertamento,
di tre veicoli (unautovettura e due motoveicoli) tutti in uso
alla medesima persona. Indagini in corso.

Infine, nella mattinata di ieri, Agenti delle


volanti, tramite il sistema di rilevazione
delle targhe "Mercurio" controllavano 172
mezzi nei pressi delle
principali vie cittadine
di questo capoluogo.
Infine gli agenti in
servizio alla Squadra
Mobile della Questura di Siracusa, hanno
eseguito un ordine
per lespiazione di una
pena in regime di detenzione domiciliare,
emesso dalla Procura
della Repubblica per
i Minorenni di Catania, nei confronti di un
giovane di 21 anni. Lo
stesso deve espiare
una pena di 6 mesi di
reclusione per il reato
di resistenza a pubblico ufficiale, commesso a Siracusa nel novembre del 2010.

servizi di controllo del


territorio, ha arrestato
nella mattinata odierna un pluripregiudicato di Floridia al quale
sono stati sequestrati
oltre 300 grammi di
sostanza stupefacente, tra Marjuana, semi
di Canapa Indiana ed
M.D.A, composto chimico sintetico, diffuso
soprattutto tra i giovini,
ad alto potere psichedelico.
I Finanzieri, a seguito
di attivit info investigativa avevano appreso, nei mesi precedenti, che nella zona
periferica di Floridia,
un pluripregiudicato
con precedenti in materia di armi e munizioni, spacciava sostanze stupefacenti.
Pertanto la pattuglia
operante, composta
anche da due unit cinofile AQUY e BARBA, cani antidroga
dal fiuto infallibile, decideva di sottoporre a
controllo labitazione
del soggetto segnalato.
Dal controllo del Ga-

Trasforma la casa in centro


di spaccio di droga: arrestato

Sopra, la refurtiva sequestrata dai Finanzieri.

rage, confinante con


labitazione, i cani
antidroga segnalavano la presenza di sostanza stupefacente.
Infatti a seguito della
segnalazione i finanzieri operanti rinvenivano allinterno dei
locali, abilmente oc-

cultati allinterno di un
banco da lavoro per
falegnami, 22 grammi
di Marjuana, 15 grammi di M.D.A. e 250
grammi di semi di Canapa Indiana.
Dalla successiva perquisizione venivano,
oltretutto,
rinvenuti

un bilancino di precisione, un pugnale


da caccia della lunghezza di 28 cm ed 8
proiettili inesplosi per
pistola
parabellum,
calibro 7.65.
Dal controllo dellabitazione, inoltre, veniva
riscontrato che lindagato si allacciava abusivamente alla rete
elettrica.
Richiesto
lintervento dei tecnici
dellEnel, stata interrotta lattivit furtiva a
danno del fornitore del
servizio.
Sentito il magistrato di turno lindagato venivano tratto in
arresto ed associato
presso il proprio domicilio per gli arresti
domiciliari. Le indagini
continuano per cercare di capire i canali di
approvvigionamento
dellarrestato.

Nel

Siracusano 6

18 GENNAIO 2017, MERCOLED

Sicilia 18 GENNAIO 2017, MERCOLED

Siracusa celebra i 2750 di storia


respirando con NeonTeatro
Il 19 e 20 gennaio il Teatro
Comunale ospiter CIATU,
l'opera di Monica Felloni in cui
si reincarna Giordano Bruno

enti come si respira. Ascoltati. Fallo dentro un luogo


che era stato abbandonato. Fallo a
Siracusa, nel Teatro
Comunale Massimo
dove lultima rappresentazione messa in scena, prima
della sua chiusura,
fu Cavalleria Rusticana, nel 1958.
Fallo dove lo scorso
26 dicembre stato
alzato
nuovamente il sipario dopo 60
anni di oblio e dove
gioved 19 gennaio
alle 20,30 e venerd 20 gennaio alle
ore 10 andr in scena CIATU, respiro,
breath, cos come
si sussurra nell'inglese in cui saranno
tradotti alcuni brani
dell'opera diretta da
Monica Felloni. Perch il respiro l'atto
primordiale, il primo
annuncio di Vita,
senza differenza alcuna anche nel pi
remoto degli anfratti
di questo Pianeta.

E' il linguaggio senza confini di terra, di


spazio. Accomuna
tutti gli esseri umani.
Tutti gli esseri viventi. CIATU lo spettacolo di successo
della compagnia coordinata dal direttore
artistico di NeonTeatro Piero Ristagno.
Dopo il debutto nella
suggestiva cornice
del Teatro Antico di
Taormina, la folla di
pubblico nelle date
che hanno impreziosito il cartellone dello Stabile di Catania
nella scorsa stagione, riecco aleggiare il
fantasma di Giordano Bruno, riecco rivivere il suo pensiero,
la sua estrema difesa del libero pensiero, il suo opporsi alla
grettezza, all'ottusit
di chi non vuol vedere, di chi non vuole
ascoltare, di chi non
vuole accogliere, di
chi non vuole accettare. Perch Ciatu
animato dal sacrificio
del monaco filosofo.

Saranno oltre 800 le persone


che grazie allAssociazione
Regionale di Volontariato
Ong Luciano Lama parteciperanno allUdienza di Papa
Francesco. Infatti oltre ai 320
bambini arrivati lo scorso 17
dicembre in Sicilia, Molise,
Sardegna, ed altre regioni
del Centro Sud Italia per la
48^ Accoglienza, ci saranno
non meno di altre 500 persone che gravitano attorno
allassociazione e che hanno
accolto linvito del Presidente
della Luciano Lama di recarsi a Roma per questo storico
evento. La partecipazione
della delegazione dellAssociazione Luciano Lama allUdienza con il Santo Padre
stata resa possibile grazie
al lavoro diplomatico svolto
da oltre un anno dallAmbasciata della Bosnia Erzegovina presso la Sanda Sede
confermando cos limpegno
che circa un anno fa in visita a Enna lAmbasciatrice
Bosniaca in Vaticano Slavica Karacic si era presa con i

Risorge ancora una


volta dalle ceneri del
rogo al quale fu condannato dall'Inquisizione. Si incarna nel

corpo, nelle parole,


nella danza, nel canto, nei movimenti degli attori, ognuno bello come , ognuno

Oggi i bambini bosniaci


della 48 accoglienza
in udienza da Papa Francesco
vertici dellAssociazione. Per
quanto riguarda i numeri di
questo vero e proprio esodo, 9 pullman partiranno dalla Sicilia, 3 dalla Sardegna e
2 dal Molise. Inoltre un altro
centinaio di persone raggiunger Roma e successivamente Citt del Vaticano in
aereo. La delegazione partir
alla volta di Roma nel pomeriggio di marted 17 gennaio
arrivando a Roma nella mattinata di mercoled 18 dove
si ritrover con gli altri gruppi
provenienti dalla Sardegna,
Molise ed altre regioni. Dopodich tutti insieme si recheranno nellAula Paolo VI
(Sala Nervi) dove avranno il
piacere e soprattutto lonore
di ascoltare le parole di Papa

Bergoglio. Dopodich al termine dellUdienza i pullman


con i bambini e i volontari
accompagnatori
proseguiranno in direzione della Bosnia Erzevovina. Il resto delle
persone avr la possibilit di
trascorrere da turisti una intera giornata nella capitale
ripartendo per le proprie sedi
nella serata di mercoled 18.
E proprio per riuscire a partecipare allUdienza del Papa
il viaggio di ritorno a casa dei
bambini della 48^ Accoglienza dovr essere effettuato
via terra e quindi i pullman da
Roma saliranno in direzione
della Venezia Giulia dove attraverseranno il confine con
la Slovenia, per proseguire
poi verso la Croazia da dove

vero come , ognuno


Fenice che rinasce
giorno dopo giorno,
lotta dopo lotta. Respiro dopo respiro.

poi raggiungeranno la Bosnia


Erzegovina. Per la nostra
associazione
partecipare
allUdienza di Papa Francesco un sogno che si avvera commenta il Presidente
dellAssociazione regionale
di Volontariato Ong Luciano
Lama Pino Castellano era
da anni che lavoravamo a
questo progetto e finalmente
ci siamo riusciti. E constatare
poi che in base ai numeri della
partecipazione (oltre 500 persone esclusi i bambini) questo
nostro evento organizzato ha
suscitato un grandissimo entusiasmo attorno a tutti quello
che gravita attorno alla nostra
associazione di riempie di gioia. Un grazie particolare a tutti
coloro che si sono spesi per
la riuscita ma in particolare
allAmbasciata della Bosnia
Erzegovina presso la Santa
Sede. Da Siracusa i bambini
partiranno dal piazzale davanti la scuola paritaria G. A.
Costanzo in viale Santa Panagia alle ore 16.00

Una tematica perfettamente in linea con


la politica della nostra amministrazione
afferma Francesco
Italia, assessore alla
Politiche Culturali del
Comune di Siracusa
per questo abbiamo fortemente voluto che l'evento della
rinascita del Teatro
Comunale fosse celebrata anche con
un'opera
d'altissimo livello cos come
quella creata da NeonTeatro. La scelta di
Ciatu non casuale:
la nostra amministrazione si caratterizza
pure per la sensibilit
ai temi della accessibilit e del rispetto
delle diversit. Uno
spettacolo,
Ciatu,
che speriamo di replicare per le scuole,
perch lo riteniamo
educativo e formativo
per i giovani.
Siracusa vuole il
Ciatu di NeonTeatro.
Siracusa vuole l'ossigeno di NeonTeatro.
E' una stagione importante. La riapertura del teatro costruito
nel 1872 sullo spazio
in cui sorgevano la
chiesa e il monastero dellAnnunziata,
il preludio ad una
lunga serie di eventi
organizzati per festeggiare l'anniversario dei 2750 anni
di fondazione della
citt che trasuda storia, miti, leggende.
E l'opera di Monica
Felloni, che pure un
elogio alla melodia
della lingua siciliana
- Ciatu, ciatu mio.
Ciatu do me cori...
- si incastona perfettamente nel mosaico
che l'amministrazione vuole consegnare
ai cittadini; espressione di quella voglia
di recupero e rafforzamento dell'identit di un popolo che
affonda le sue radici
nel tempo. Quella voglia che accomuna
chiunque navighi l'infinito oceano dell'esistenza.
Respiro dopo respiro.
Ciatu dopo ciatu.
VENDITA BIGLIETTI
possibile acquistare i biglietti online
sul sito www.secretsiracusa.it oppure al
botteghino del Teatro Comunale di
Siracusa.
Platea e palchi centrali: 20,00.
Gli altri posti disponibili: a scalare in
percentuale fino a
15,00.

Sicilia 7

Nel

Siracusano

Medici e farmacisti siciliani


a confronto per aiutare i pazienti

Gli Ordini dei Medi- Reflusso gastroesofageo, circa 15 mln ne soffrono in Italia, fra cui circa
ci e dei Farmacisti di
Palermo, in collabora- 1mln in Sicilia: come gestire insieme la malattia riducendo le spese
zione con Federfarma
Palermo-Utifarma,
si attivano insieme a
beneficio dei pazienti,
promuovendo un confronto su uno dei problemi di salute pi fastidiosi e diffusi tra la
popolazione: il reflusso gastroesofageo.
Il convegno, organizzato per la prima volta
in modo congiunto, si
terr sabato prossimo, 14 gennaio 2017,
alle ore 8,30, a Villa
Magnisi, in Via Padre Rosario da Partanna, 22 a Palermo,
sul tema Malattia da
reflusso gastroesofageo, stato dellarte e
nuove prospettive.
Gli ultimi studi calcolano che circa 15 milioni
di italiani, fra cui circa
un milione di siciliani,
lamentano sintomi di

reflusso almeno due


volte la settimana;
un numero enorme,
spiegano gli esperti.
I farmaci per la cura
di questi sintomi sono
tra i dieci pi prescritti
e usati, con un notevole costo per il SSN
e per i cittadini. Spesso poi vengono utilizzati male dai pazienti
non ottenendo quella
migliore qualit di vita
che sperano. Lobiettivo dei due Ordini, in
questo confronto con
i rispettivi iscritti,
quello di creare una
gestione dei pazienti
in sinergia tra medici
e farmacisti, che sia
capace di ottimizzare
la terapia.
Saranno relatori, per
la parte medica, docenti dellUniversit

Il culto di San Sebastiano fra storia


e leggenda, il depulsor pestis nel siracusano

In occasione delle solenni celebrazioni in ono-

re del santo compratono di Siracusa, anche la


sezione siracusana dItalia Nostra vuole riflettere sulla figura del bimartire. Domani 19 gennaio alle ore 17.30 presso il circolo Unione di
via Monfalcone 52, il condirettore della biblioteca provinciale dei frati minori cappuccini Innocenzo da Caltagirone, Marcello Cio terr
una conversazione su: Il culto di San Sebastiano fra storia e leggenda il depulsor pestis
nel siracusano.
Lincontro sar introdotto dalla presidente della
sezione cittadina di Italia Nostra, Lucia Acerra.
La conferenza sar ad ingresso gratuito e la
cittadinanza invitata a partecipare.

di Palermo e medici
esperti, come Eugenio Fiorentino, docente di Chirurgia, le

docenti di Odontostomatologia Giuseppina Campisi e Olga


Di Fede; Giuseppe

Disclafani, medico di
medicina generale;
Mario Bilardo, segretario dellOrdine
dei Farmacisti per la
parte farmaceutica;
Maurizio Pastorello,
direttore del servizio
farmaceutico dellAsp, per la parte normativa.
Moderer
questa prima parte
Francesco Salamone, medico di medicina generale.
Nella seconda parte
(moderata da Francesco
Magliozzo,
medico di medicina
generale), Salvatore
Amato,
presidente
dellOrdine dei Medici, spiegher limportanza delleducazione
terapeutica, indispensabile per una patologia dai numeri cos

vasti. Mario Bilardo


parler, tra laltro, dei
vantaggi del dossier
farmaceutico nellambito del fascicolo elettronico sanitario del
cittadino, che aiuter
medici e
farmacisti nel rapporto con
i pazienti in terapia,
e anche i cittadini ad
accedere alle giuste
cure.
A chiusura di lavori,
il presidente di Federfarma
Palermo,
Roberto Tobia, si soffermer sul ruolo sociale delle farmacie e
sulla necessit di un
pi forte rapporto con
i medici di medicina
generale, strategico
per migliorare la qualit dellassistenza sanitaria a Palermo.
E la prima volta che,
a cura dei due Ordini,
medici e farmacisti si
confrontano, si interrogano e si aggiornano insieme. I due
Ordini auspicano che
possa continuare e
consolidarsi tale collaborazione perch
i cittadini, non solo i
professionisti interessati, possano trarne
un sicuro giovamento.

Nel

Siracusano 8

18 GENNAIO 2017, MERCOLED

Sicilia 18 GENNAIO 2017, MERCOLED

Lolio dop monti iblei


verso il nuovo disciplinare

Modificati alcuni articoli del precedente disciplinare, reso ora pi snello ed adeguato ai cambiamenti
di mercato e tecnologici. Il 26 Gennaio la sua presentazione in audizione a Ragusa, prima dellok
definitivo della Comunit Europea

Il

prossimo 26 Gennaio presso la Camera di


Commercio a Ragusa, si
terr laudizione pubblica
per la presentazione della
proposta di modifica del
disciplinare di produzione
della DOP Monti Iblei da
parte del Consorzio di Tutela dellOlio Extravergine
dOliva Monti Iblei. Il disciplinare redatto nel 2000,
anno di nascita del Consorzio, aveva subito una
modifica nel 2010. Le nuove esigenze produttive,
lintroduzione di moderne
tecnologie di estrazione,
hanno spinto i produttori a
rivedere e quindi modificare il disciplinare. Nel corso
della riunione di pubblico
accertamento sar data
lettura della proposta di
modifica alla presenza dei
funzionari ministeriali e
dellassessorato regionale allagricoltura al fine di
consentire al Ministero di
verificare la rispondenza
della disciplina proposta
ai metodi leali e costanti
previsti dal regolamento
UE n.1151/2012. In caso
di approvazione, il disciplinare passer allesame

finale della Comunit Europea che ne dar cos


comunicazione ufficiale
attraverso la pubblicazione nella Gazzetta. Gi la
prossima annata agraria
potr vedere lapplicazione del nuovo disciplinare.
Diversi i punti del precedente regolamento che
hanno subito delle modifiche a cui si giunti, come
precisa lo stesso Presidente del Consorzio, Giuseppe Arezzo, dopo anni
di lavori e confronti a cui
hanno contribuito persone altamente qualificate.
Ben 38 sono i comuni interessati alla produzione
della pregiata DOP ricadenti nei territori di Ragusa, Catania e Siracusa:
due i nuovi comuni che
entrano a far parte dellareale di produzione, ossia Scordia e Mirabella
Imbaccari, mentre alcune
zone di altri comuni sono
state ora inglobate nella
nuova mappatura (come
la restante parte del territorio di Avola e Carlentini)
dando cos la possibilit ai
produttori di poter sfruttare
degli impianti olivicoli che

giorni scorsi sono stati molto


freddi e il pensiero subito andato agli invisibili. Con tale termine intendiamo coloro che sono
senza tetto, senza una casa e
che vivono di elemosine lungo
le nostre strade. Li trovi seduti a
terra, accanto ad un brick di vino
con magari accanto un cane. Per
loro spesso i cani sono i migliori
ed unici amici. Per tale amicizia,
per non separarsi da loro preferiscono non dormire nella tenda
allestita dalla Protezione Civile o
ancora dallassociazione che si
occupa di dare loro qualcosa di
caldo da mangiare e da bere.
Nei giorni scorsi avevamo lanciato lappello a tutti i personaggi
politici siracusani nazionali, regionali, locali. Onorevoli e consiglieri, associazioni e semplici
cittadini. Nellappello si chiedeva
di comprare dei sacchi a pelo
da omaggiare alle associazioni che si sarebbero occupati di
consegnarli agli invisibili. Nes-

In foto, albero di ulivo


prima erano stati esclusi e
che invece ora sono stati
inseriti in quanto risultano
avere i requisiti storici e
agronomici per entrare a
far parte della DOP.
Inoltre, altro aspetto importante, sono state apportate delle semplificazioni in
etichetta: sar facoltativo
indicare le varie sottozone
quali Gulfi, Monte Lauro,
Val dAnapo etc. La Dop
Monti Iblei, inoltre, potr
essere ottenuta dalle variet di olive Tonda Iblea,
Moresca, Nocellara Etnea,
Verdese, Biancolilla e Zaituna, da sole o congiunta-

mente, e potranno concorrere altre variet fino ad


un massimo del 20%.
Infine, come si pu notare, fra le variet sono state
inserite anche la Verdese,
un ecotipo locale presente
tra Siracusa e Ragusa, e
la Zaituna, da molti ritenuta la variet di oliva pi
antica presente in tutta la
zona della DO, coincidente con il periodo di dominio dellantica Siracusa.
Per la Zaituna, tra laltro,
in corso la richiesta di
riconoscimento di Presidio Slow Food. Verdese,
Zaituna e Biancolilla sono

La parola chiave per il futuro programmazione per non farsi cogliere impreparati

Alternativa Libera Siracusa


Gli invisibili e il freddo

sun onorevole e consigliere ha


risposto allappello. Associazioni

e cittadini invece si sono mossi e


tramite noi hanno contattato las-

cultivar minori che per


possono essere usate per
oli DOP in monocultivar.
Le modifiche nascono
dalla necessit di andare
al passo coi tempi, sono
dettate dal progresso tecnologico- precisa Arezzoe sono venute fuori dopo
unattenta analisi di tre
territori diversi quali Catania, Ragusa, Siracusa
(oggi contiamo circa 250
soci di cui circa una cinquantina sono imbottigliatori), e sempre in continuo
dialogo con lUE alle cui
indicazioni ci siamo rigorosamente attenuti.

sociazione.
Padre Rosario Lo Bello ha pure
lui fatto la sua parte, a lui va un
plauso, ha aperto le porte della
chiesa di San Cristoforo, in via
Dione, accogliendo gli invisibili
e anche coperte che poi doner
alla Protezione Civile. Inoltre ha
partecipato ad aiutare in prima
persona presso la tenda allestita
dalla Protezione civile al Pantheon.
Nei giorni scorsi lassessora Miceli e lassessore Sallicano hanno incontrato le associazioni e da
loro hanno ricevuto la richiesta di
programmare per il prossimo inverno in tempo. Lidea che gi
da settembre/ottobre 2017 ci si
organizzi per linverno, per non
farsi trovare impreparati.
E previsto che nei prossimi giorni
le temperature scendano e speriamo che non ci si faccia trovare
impreparati. La parola chiave per
il futuro programmazione per
non farsi cogliere impreparati.

In

di Titta Rizza

sul finire con gli


anni 90 con Mani
Pulite che sconvolse tutti i partiti tradizionali dellepoca si
afferm
Berlusconi
che ci port al disastro attuale. Lunico
partito che dimostr
di essere radicato nel
territorio e che non fu
travolto dal ciclone
Berlusconi fu il Pci; la
qualcosa costitu una
eccezione per lEuropa occidentale.
Oggi unItalia che attende un suo salvatore pare che labbia
trovato in un comico,
Grillo.
Chi vive in mezzo alla
gente percepisce un
forte malessere, con
una sfiducia aprioristica nei confronti di
chi governa. E tanto
forte questo malessere che la gente non
vuole discutere e se
lo fa unaccusa costante ai partiti politici
tradizionali cui fa seguito una difesa ad oltranza del sindaco di
Roma che poveretta
succube dei poteri
forti.
Di quali poteri non dicono, e si rifiutano di
prendere atto dei plateali errori del sindaco
Raggi.
Uno per tutti: un sindaco che ha rispetto
delle case comunali
prende un suo dipendente con stipendio
medio di 30 mila euro

Tutte

le classi o
sezioni dellIstituto
Comprensivo G.
Lombardo Radice
parteciperanno,
secondo modalit
successivamente meglio descritte, alla cerimonia
dellalzabandiera
(con canto dellinno italiano), nella
prima mattinata del
luned 23 alle 8:45
ed alla cerimonia
dellammainabandiera (con inno
europeo), alla fine
della giornata scolastica del venerd
27 alle ore 13,30.
La classe o le sezioni saranno inserite in un cronoprogramma
concordato tra il
Dirigente ed il referente del progetto.
Nel periodo precedente la cerimonia,
la classe programmata
svolger,
nelle varie discipline, attivit relative

Sicilia 9

Nel

Siracusano

La storia si ripete e Berlusconi


si pu ripetere con Grillo
Chi vive in mezzo alla gente percepisce un forte malessere,
con una sfiducia aprioristica nei confronti di chi governa

lanno, lo fa mettere in
aspettativa e quindi lo
ingaggia con uno stipendio prima di 120
mila euro che poi lo
scende a 90 mila euro
e lo fa lavorare nella
sua segreteria.
Comunque Grillo va
dicendo che ormai si
sente forza di governo e il Corriere della
Sera di ieri riportava
che stava ricercando mille e duecento
uomini di cultura per
metterli al timone delle varie istituzioni del

Paese a cominciare
dai dicasteri ministeriali.Se vero come
vero che i 5 Stelle raccolgono il voto di chi
si sente fuori sistema
,sorge il problema di
come si pongano nei
confronti di tutti quei
cittadini che sono
espressione della societ civile, che si son
messi a combattere il
sistema.
Mi riferisco a quel pullulare che c che in
ogni parte del Pese
di uomini che si pro-

pongono di guidare
le loro citt ricorrendo
a delle liste civiche
e quindi fuori dagli
schemi
tradizionali
dei partiti.
Non conosciamo n
lorganizzazione locale dei 5Stelle, n i
nomi di chi li rappresenti in loco.
Se c in una citt
come la nostra un deputato regionale, qual
il nostro ing. Zito di
questo sappiamo che
persona per bene,
che un galantuo-

mo ma lo sentiamo
fuori estraneo irraggiungibile dalla gente
comune se non dai
suoi grillini che sono
la base del riscontro
democratico via web
su cui si fonda la loro
democrazia interna.
Se vero che il Presidente della Regione sar un uomo dei
5Stelle , una tale
onda durto far volare comune per comune una lista dei grillini. Che succeder
in Italia? Nasce tutta

E compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale

Progetto Articolo 3, tutti i cittadini hanno pari


dignit sociale e sono eguali davanti alla legge
al tema. Inoltre, la
presenza di alunni
di origine straniera
costituir motivo di
riflessione sui temi
trattati.
Del pari, liniziativa
potr ulteriormente arricchirsi con
la conoscenza e lo
studio dei processi
di integrazione nei
vari paesi europei.
La documentazione e la raccolta
del materiale prodotto sar curata
direttamente dal
docente referente di classe. Il responsabile
del
progetto
curer
la documentazione e la raccolta
di tutti i materiali
prodotti, in un sup-

una serie di interrogativi che ci lasciano


perplessi. Come loro
programma ci dicono
al momento solo della loro idea del salario
di cittadinanza; un ottimo programma che
per si deve fondare
o su nuove entrate
tributarie o sulla soppressione di spese:
questo non ce lo dicono e ci fanno temere il peggio, perch
fra il dire e il fare c
di mezzo il mare.
Questo 2017 sar
lanno delle grandi
battaglie in Europa:
si vota nelle nazioniguida del vecchio
continente e le incognite sono tante.
Sappiamo che abbiamo bisogno di uomini
saggi e coraggiosi;
con il ciclone Trump
che si abbattuto nel
mondo non sappiamo al momento se
saremo guidati dalla
ragione o dalle imposizioni di una destra
economica ultraconservatrice.

porto elettronico,
da inserire sul sito
dellIstituto.
La cerimonia
Tre alunni, selezionati per il loro
impegno o per
particolari
situazioni motivate dal
referente di classe, la mattina del
luned, raccoglieranno le tre bandiere
dallUfficio
di Presidenza e
le isseranno sul
pennone, alla fine
dellinno nazionale. Per loccasione,
le classi potranno
esporre i materiali
prodotti.
Nella giornata del
venerd, al termine dellesecuzione
dellinno europeo,
le bandiere saranno riposte nellUfficio di Presidenza.
In occasione delle cerimonie, sar
gradita la presenza delle famiglie
degli alunni.

Speciale 10

Esiste

Sicilia 18 GENNAIO 2017, MERCOLED

18 gennaio 2017, mercoled

Polverino dalto forno


e delirio verde

un problema
che dimostra in modo
inconfutabile tutto il
coacervo di contraddizioni,
sciocchezze,
falsi problemi, burocrazia ottusa, leggende
metropolitane, cattiva
informazione e che affligge il nostro Paese
in modo permanente, e
raggiunge il suo apice
con lo smaltimento dei
rifiuti, con una spesso
malintesa
sensibilit
ambientale, unita a
resistenze irrazionali.
In tutto il mondo pi o
meno civilizzato la questione viene affrontata
in modo pragmatico.
Nella nostra realt invece diventata l'equivalente di una guerra
di religione, carica di
pessime ideologie. E
veniamo al motivo della
presente.
La presa di posizione
assunta sia dai politici locali che da coloro
dotati di forte pensiero
verde, sensibili allallarmismo ambientale
in bianco e nero, sullo
smaltimento di rifiuti
dellILVA, tradisce la
schizofrenia comportamentale della nostra
comunit, oseremmo
dire il suo infantilismo
istituzionale, secondo
il quale lecito ed eticamente
sostenibile
conferire i rifiuti prodotti
in situ in altre regioni
del Paese, mentre
illecito, scandaloso e
incompatibile che i rifiuti provenienti da fuori provincia vengano
smaltiti in idonee strutture autorizzate nel nostro territorio.
Com noto, la bonifica, la messa in sicurezza di queste aree
di Taranto, nonch la
loro riqualificazione
gestita dal Ministero
per lAmbiente. Nel dibattito in corso, si trascura la chiarezza ed il
senso di responsabilit
istituzionale, e cio si
trascura la circostanza
che la discarica destinata a ricevere i rifiuti
ILVA discarica autorizzata, gestita e legittimata a stoccare quel
polverino daltoforno
classificato rifiuto non
pericoloso. Se vero
che scontata la compatibilit della discarica
a riceversi quel rifiuto,
Amministratori
veri,

Comitato per i parchi e per la valorizzazione ed il recupero urbanistico del patrimonio


ambientale archeologico e paesaggistico della citt di Siracusa

ambientalisti, sindaci
veri, deputati veri, una
seria stampa, allallarme suscitato, sentiti
gli organi di controllo, avrebbero dovuto
dare la unica semplice
responsabile risposta
possibile della compati-

nisola, nella speranza


che questa volta non si
alzi un altro polverone
per lo smaltimento del
polverino dellILVA.
Per queste voci belle
coerente smaltire i
rifiuti in qualsiasi posto
purch not in my ba-

industriali, quelli s pericolosi, sono stati conferiti in discariche sparse in tutte le regioni e in
altri paesi.
Basta ricordare dietro
langolo, i fanghi del
depuratore consortile
Ias, sessantamila ton-

eticamente accettabile portare i nostri rifiuti


fuori casa, diventa eticamente inaccettabile
il contrario.
Ogni volta tutto si ripete
uguale come se fossimo privi di memoria.
La nave dei veleni, la

Qualche anno fa, sessantamila tonnellate furono


conferiti in discariche
situate in Olanda, certo
in Olanda, talmente
lontano da non turbare
queste nostre coscienze
sensibili cos attente al
nostro credito ambientale di quartiere

bilit dello smaltimento.


Nullaltro. Ed invece, si
assistito al silenzio
assordante dei responsabili istituzionali e da
altre parti si data la
stura alla solita, facile,
dannosa, ipocrita demagogia ambientalista.
E cos a seguito della
protesta, il ministro per
lAmbiente, per motivi
di ordine pubblico, ha
deciso di dirottare i rifiuti in qualche altra discarica della nostra pe-

ckyard. Rivendicazioni
di retroguardia, antiche,
dannose e perdenti che
hanno condotto la nostra Regione al collasso dello smaltimento
dei rifiuti ed al terreno
fertile per la criminalit
ambientale.
Nessuna di queste voci
belle di deputati, di cittadini impegnati, sindaci ed amministratori,
ha sollevato doglianze
negli ultimi cinquant'anni quando i nostri rifiuti

nellate recentemente
portati in Olanda, e poi,
i rifiuti urbani di Napoli
e dintorni a Dusseldorf
per decenni, gli autocompattatori nostrani
in giro per lisola con
percorsi di migliaia di
chilometri per raggiungere le uniche discariche rimaste aperte di
Bellolampo, Castellana
e Siculiana, e cos via
discorrendo.
Per questi facili salvatori del nostro ambiente

Karen B ieri, oggi tocca


al polverino d'altoforno ILVA, proveniente
da Taranto. Occasione questa, per fare
leva a prezzo facile
sulla emotivit della
opinione pubblica, disegnando aspettative
in aperto conflitto con
le procedure di legge,
innescando il dissenso
istituzionale e determinando un clima di
tensioni e di sospetti,
forti dell'assunto che

lo smaltimento di rifiuti
non pericolosi possa
costituire dramma immanente per le popolazioni residenti.
Dimenticano irresponsabilmente che un'area industriale densa
come la nostra, da
cinquant'anni rimasta
priva di infrastrutture
per il corretto smaltimento dei rifiuti, condizione prioritaria per
definire i livelli di civilt
di una comunit.
Carenza che ha consentito che la quasi totalit dei rifiuti industriali prodotti, soprattutto
quelli pericolosi, venisse conferita in parte in
discariche situate in
altre province, in parte
in impianti esistenti in
altre regioni e all'estero
ed in parte, ovviamente, dispersi per il territorio.
Vale tornare a ricordare il caso IAS, i fanghi
provenienti dall'impianto di depurazione. Nel
1998, non esistendo
pi soluzioni possibili
per il loro smaltimento
in prossimit del luogo
di produzione, e cio
nella nostra provincia di
Siracusa, si conferirono
in discariche calabresi
e pugliesi senza che
nessuna
manifestazione di protesta fosse
attuata da crotonesi ,
brindisini e tarantini n
lamentazioni di anime
belle aretusee.
In buona sostanza spediamo in altre regioni o
allestero pi rifiuti che
merci da esportazione,
i cittadini pagano tasse
salate e la magistratura
spende pi tempo con
i rifiuti che con mafia,
camorra e ndrangheta
messi insieme..
In ultimo, quello che dicevamo: qualche anno
fa, sessantamila tonnellate furono conferiti
in discariche situate in
Olanda, certo in Olanda, talmente lontano da
non turbare queste nostre coscienze sensibili
cos attente al nostro
credito ambientale di
quartiere.
Quando torner il buon
senso sar sempre
troppo tardi. Intanto abbiamo goduto dellennesima telenovela dicembrina.
dr. Giuseppe Ansaldi
Avv. Corrado
V. Giuliano

Il risveglio rossobl dopo la sostituzione di Papagni


E

lisabetta Zelatore, la presidentessa


rossobl, non tipo
che sulle decisioni
ci sta molto a pensare. E visto che con
Papagni la squadra
non dava segni di
ripresa, un bel giorno alz il telefono e
chiam Fabio Prosperi, ex giocatore
del Taranto, fresco di
patentino di allenatore di prima categoria.
Sar un caso, sar
quel che sar, fatto
sta che il Taranto ha
dato segni di ripresa
anche se i risultati
sono attesi dopo la
pausa natalizia. Pausa che, fatta eccezione per i giorni di Natale e Capodanno,
per il Taranto stata
lavorativa non solo
per la squadra che
ha avuto il tempo di
assimilare i nuovi
moduli, quello interno e quello esterno,
cari al nuovo allenatore, ma anche per
la societ che ha
allacciato numerose
trattative in entrata e
in uscita, che stanno
cominciando a dare i
loro frutti. Partito lattaccante Balistreri,
dal Vicenza arrivato il difensore Magri
che puntella un reparto che aveva dato
in passato soverchie
preoccupazioni. Ora

Sport
Qualificazione
alle finali
nazionali judo
secondo posto
per Rubino

Sicilia 11

Il Taranto una mina vagante


azzurri pronti a disinnescarla

Fabio Prosperi, il nuovo allenatore, ha un preciso programma: quello di condurre la


squadra a salvare la categoria per puntare lanno prossimo alla riconquista della serie B

Lallenatore rossobl Fabio Prosperi.

si attende il centrocampista dalla barba bianca, colui che


dovr dettare i tempi
della manovra e per
il quale c la pista
Frosinone.
Servirebbero anche due
esterni, una mezza
punta e una punta, insomma mezza
squadra, anche se
alla fine si far di
necessit virt per

limitare la spesa che


altrimenti
diventerebbe eccessiva anche per una societ
alla quale non difettano i mezzi e che
sta pagando i tempi
troppo corti di una
campagna acquisti e
di una preparazione
affrettate. A Siracusa
mancher
capitan
Pambianchi, qualificato, probabilmente

E un intreccio di due vite, di due storie

sostituito da Potenza, ma non per questo sar un Taranto


arrendevole ora che
ha ripreso fiducia nei
propri mezzi.
Unimpressione che
da ragione a Sottil
quando predica prudenza perch pensa
alla possibile sottovalutazione di un
avversario che sar
comunque protago-

nista nel girone di


ritorno. Ancora tre,
quattro arrivi e il Taranto sar competitivo.
Al colmo del ritrovato
entusiasmo la presidentessa non mette
addirittura limiti alla
provvidenza e non fa
mistero di acciuffare
lultimo treno per i
play-off, ripartendo
da un buon risultato al De Simone. Il
Siracusa avvertito.
Ci ha pensato Sottil
e ha amplificato i toni
Emanuele Catania,
ex giocatore rossobl, che conosce
bene il Taranto dalle
sette vite e la piazza
che lo sostiene.
Entrambi
sostengono che la mina
vagante che il Taranto
rappresenta
va
assolutamente
disinnescata.
Una
raccomandazione
che va integralmente accolta per evitare
spiacevoli sorprese.
Armando Galea

LAsd

Futura
Siracusa Team Judo
Rubino
raggiunge
un altro importante
successo.
Continua la serie positiva
del team siracusano dove a Palermo
Peppe Rubino ha
conquistato un meritato secondo posto
negli assoluti che lo
porta diretto alle finali nazionali che si
terranno a Roma. Un
risultato che premia
ulteriormente la societ siracusana che
fino a oggi ha mostrato professionalit e che avr nuove
possibilit di portare
sempre pi in alto
i colori della nostra
citt.

A conclusione dellattivit svolta nel 2016

Ztopek: una splendida estate Al Vermexio la festa


e una triste primavera
sociale delle Asd Selene
Tornano le conversazioni su
temi storico-sportivi allOpificio
di Cultura di Via Montegrappa.
Avviato nel 2016 con le storie
di Dorando Pietri, lo sfortunato maratoneta-fornaio di Carpi
ai Giochi di Londra del 1908,
e di Jesse Owens, il lampo
debano protagonista delle
Olimpiadi del 36 a Berlino, il
programma di narrazioni prosegue Gioved 19 Gennaio con
lappuntamento Ztopek: una
splendida estate e una triste
primavera. E un intreccio di
due vite, di due storie, quella
di un uomo politico, Alexander
Dubcek, grande protagonista
della Primavera di Praga,
repressa con la forza militare
del Patto di Varsavia, e quella
di Emil Zatopek, supremo specialista delle corse di fondo,
accanito sostenitore del primo
socialismo dal volto umano.
Entrambi espulsi dal Partito e
spediti in esilio in terre lontane
e inospitali.

In un incontro immaginario i
due ricordano pezzi della propria esistenza, densi di speranze, di successi e di orgoglio
nazionale, cui si contrappone
la triste realt imposta con i
carri armati dai loro compagni
comunisti del Cremlino.

Sabato scorso a palazzo Vermexio si tenuta la festa sociale delle Asd Selene, Diana e Milone a conclusione dellattivit svolta nel 2016. Una serata ricca
di premi, emozioni e soddisfazioni per tutti: atleti, istruttori, dirigenti e familiari. Il
comune di Siracusa che ha ospitato levento nella Sala Borsellino, alla presenza
dellassessore alle Politiche sportive, Francesco Italia che ha partecipato alla
cerimonia di apertura. Erano presenti anche Paolo Gozzo, presidente regionale
Fidal Sicilia e Salvatore Imbesi presidente provinciale Fidal.
La buona notizia data in apertura riguarda i lavori di ristrutturazione dellimpianto di atletica del Camposcuola Pippo Di Natale che verranno effettuati a breve,
per consentire lomologazione necessaria allo svolgimento di gare di competizione regionali e nazionali. Numerosi i premiati, in particolare la squadra Allievi
che si classificata al 10 posto nella finale nazionale di societ, la squadra assoluta che si classificata all8 posto nella finale interregionale di serie B, e gli
atleti che si sono maggiormente distinti: Giancarlo Campisi, Roberto Mirabella,
Matteo Melluzzo, Lorenzo Moscuzza e Samuele Licata.
Positivo anche il bilancio sportivo e umano di tutti gli altri atleti, grandi e piccoli,
il cui contributo fondamentale per la crescita della Selene, Diana e Milone.

SiracusaCity 12

rosegue loperazione denominata Sicurezza nellambito del


comune di Rosolini
che, secondo le direttive impartite dal Comando Provinciale di
Siracusa, vede impegnati i Carabinieri della
locale Stazione e della
Compagnia di Noto in
serrati servizi di controllo del territorio in tutto il
comprensorio del citato
Comune. Unoperazione a grande impatto e
visibilit che, alla luce
dei recenti episodi delittuosi che hanno interessato il comune
creando non poco allarme sociale, mira ad
incrementare la percezione di sicurezza tra la
popolazione e garantire
una risposta rapida e
concreta alle varie esigenze
rappresentate
dalla cittadinanza.
Negli ultimi tre giorni i
Carabinieri hanno dedicato a Rosolini 12
pattuglie con 24 militari, controllando 93
mezzi e 144 persone,
verificando il rispetto
degli obblighi cui sono
attualmente sottoposti
11 soggetti, eseguendo
6 perquisizioni finalizzate alla ricerca di armi
o droga, arrestando un
giovane per detenzione ai fini di spaccio di
sostanza stupefacente,
denunciando allAutorit Giudiziaria 1 persona in quanto trovata
in possesso di un col-

Spettacoli

Sicilia 18 gennaio 2017, mercoled

Rosolini, prosegue loperazione


sicurezza dei Carabinieri
Nel corso dei controlli eseguito un arresto
per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

Santo Armenia a fianco foto repertorio.


tello a serramanico
occultato
allinterno
del proprio veicolo, segnalando 2 giovani alla
Prefettura di Siracusa
quali assuntori di sostanze
stupefacenti
in quanto trovati in
possesso di modiche
quantit di sostanza
stupefacenti destinate
alluso personale ed
elevando 8 sanzioni
amministrative per in-

frazioni varie al codice


della strada di cui 2 ad
altrettanti soggetti trovati alla guida di autovettura senza aver mai
conseguito la patente
e per i quali, alla luce
della recente modifica
normativa di settore,
scattata una sanzione
amministrativa pari a
cinquemila euro ed il
fermo amministrativo
del mezzo; 2 perso-

Sicilia 18 gennaio 2017, mercoled

Su Rai 3 il film Chi l'ha visto?; Red 2 su Rete 4

Pretty Woman film su Rai 1, Lazio Vs Genoa su Rai 2


La furia dei Titani film su Italia1, Music show su Canale 5
Commedia romantica su Rai uno alle
21,10 con il film
"Pretty Woman" Ricco ma solitario uomo
d'affari si imbatte involontariamente in
una prostituta e preso
dalla sua simpatia la
contratta come accompagnatrice. Finir per innamorarsene
perdutamente.
Calcio con la partita
di coppa Italia su Rai
2 alle 20.30 "Lazio
Vs Genoa".
Attualit su Rai 3
alle 21.00 con "Chi
l'ha visto?" La storica
trasmissione di servizio pubblico dedicata
alla ricerca di persone
scomparse e ai misteri ancora insoluti, con
ricostruzioni filmate e la possibilita' di
telefonare in diretta.
Conduce: Federica

ne sono state sanzionate poich sorprese


alla guida del proprio
veicolo sprovviste di
copertura assicurativa
obbligatoria: per loro
scattata la sanzione
amministrativa del pagamento di una somma da euro 841 a euro
3.287 con relativo sequestro amministrativo
del mezzo; 1 persona
stata colta alla guida

del proprio ciclomotore


senza indossare il casco: per lui scatta una
sanzione
pecuniaria
da 80 a 323 euro, il
fermo amministrativo
del mezzo per 60 giorni
nonch la decurtazione
di 5 punti dalla patente;
1 persona stata colta
alla guida della propria
auto senza indossare
le cinture di sicurezza;
2 persone sono state
contravvenzionate poich controllate senza
documenti di guida e/o
di circolazione al seguito.
In particolare, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Noto
hanno tratto in arresto
in flagranza del reato
di detenzione ai fini di
spaccio di sostanza
stupefacente
Santo
Armenia, 25 anni, gi
noto alle forze dellordine per i suoi precedenti
di polizia. I Carabinieri,
nel corso di un posto
di controllo alla circolazione stradale, hanno
intimato lalt ad una au-

tovettura con a bordo


Armenia in qualit di
passeggero,
procedendo ad un normale
controllo di polizia. Durante il controllo, nonostante i documenti
di guida e circolazione
fossero in regola, il giovane apparso stranamente agitato ed insofferente nei confronti
dei militari i quali, insospettiti da tale atteggiamento, hanno dato
corso a perquisizione
personale e veicolare
conclusasi con esito
positivo: occultato nella tasca del giubbotto
i militari rinvenivano
una dosa di eroina in
pietra, dal peso di circa 6 grammi. La successiva perquisizione
domiciliare consentiva
di rinvenire un bilancino elettronico di precisione nonch tutto il
materiale necessario
per il confezionamento
dello stupefacente. Lo
stupefacente rinvenuto stato sottoposto
a sequestro in attesa
di esperire le analisi di
laboratorio del caso.
Condotto in caserma,
Santo Armenia stato
dichiarato in stato di
arresto e, al termine
delle formalit di rito,
rimesso in libert come
disposto dallAutorit
Giudiziaria non sussistendo lesigenza di richiedere lapplicazione
di misure coercitive nei
suoi confronti.

Sciarelli
Azione su Rete 4
alle 21.15 con il film
Red 2 L'agente
della Cia in pensione Frank Moses si
caccia nuovamente
nei guai per via del
"Nightshade",
una
pericolosa arma nucleare scomparsa 25
anni prima in circostanze misteriose
e di cui non aveva
mai sentito parlare.
Mentre l'ex collega
Victoria ha ricevuto
dall'MI6 il compito
di eliminarlo, supportato da Marvin Biggs
e con al seguito la
moglie Sarah, Frank
si lancia in una caccia che, passando
per Parigi, Londra
e Mosca, lo portera'
a scoprire il mistero
dietro al Nightshade, arma agognata da

Fbi, agenti speciali,


terroristi ed ex spie,
e al ruolo giocato da
Katja, la sua piu' seducente ex fiamma, e
dal brillante scienziato Bailey.
Su Canale 5 alle
21.15 grande show
con "Music" Paolo
Bonolis ci accompagnera' in uno spettacolare viaggio dentro
la musica, cantata e
raccontata in mille
sfaccettature e con
mille retroscena inediti e ricchi di emozioni. Quali sono le
canzoni amate dai
nostri miti? Qual e'
la musica della vita
di chi crea la musica,
la scrive, la suona, la
canta? Chi sono gli
idoli dei nostri idoli?
Le piu' belle canzoni
della nostra vita saranno interpretate da

Cinema a Siracusa Indirizzi utili a Siracusa


AURORA - Belvedere
(0931-711127) ore 18:30 20:30
SILENCE
PLANET VASQUEZ (0931/414694)
ore 16:00 18:00
L'ORA LEGALE'
ore 18:00 20:00 21:00
MISTER FELICITA'
ODEON - Avola
(0957833939) ore 19:30 21:30
COLLATERAL BEAUTY

grandi artisti, accompagnati da una superband e da un'orchestra


di 64 musicisti, diretti
dal Maestro Diego
Basso. A fianco di
Paolo Bonolis, Luca
Laurenti cantera' le
canzoni della sua vita,
mentre uno scatenato
gruppo di 'street dancers' si esibira' in straordinari movimenti
coreografici..
Su Italia 1 alle 21.15
il film "La furia dei Titani" Una decina d'an-

TAXI: Stazione centrale T. 0931/69722; Via Ticino


T. 0931/64323; Piazza Pancali T. 0931/60980
PRONTO INTERVENTO:
Soccorso pubblico di emergenza 113;
Carabinieri (pronto intervento) 112;
Polizia di Stato (pronto intervento) 495111;
Vigili del fuoco 481901; Polizia stradale 409311;
Guardia di Finanza 66772; Croce Rossa 67214;
Municipio 451111; Prefettura 729111;
Provincia 66780; Tribunale 494266; Enel 803500;
Acquedotto 481311; Soccorso Aci 803116;
Ferrovie dello Stato (informazioni) 892021;
Ospedali 724111; Centro antidroga 757076;
Pronto Soccorso (ospedale provinciale) 68555; Aids
(telefono verde) 167861061;
Ente Comunale assistenza 60258

ni dopo aver sconfitto


il mostruoso Kraken,
Perseo si e' ritirato a
vivere in un piccolo
villaggio di pescatori
con il piccolo figlio
Helius. Sull'Olimpo,
invece, la battaglia tra
le divinita' e i Titani
sta attraversando una
fase molto delicata:
gli dei sono indeboliti dalla mancanza
di devozione umana
e di cio' ne ha beneficiato Kronos, il terribile capo dei Tita-

ni, costretti a vivere


nei cupi meandri del
monte Tartaro, e padre
di Zeus, Ade e Poseidone. Nel tentativo di
rovesciare Zeus, Ade
e Ares stringono un
accordo con Kronos e,
per evitare che riescano nella loro impresa,
la regina Andromeda,
il semidio Agenore ed
Efesto chiedono l'aiuto di Perseo, che si
lascia coinvolgere in
un'insidiosa missione.
sottoterra.