Você está na página 1de 5

Delibera di Giunta il,giorno 12 febbraio 2008 il Sindaco d lettura della proposta di deliberazione avente ad oggetto: Sospensione effetti deliberanti

della GM 110/2007 7/2008 Vista la propria delibera 110 5.11.07 con la quale si modificavano alcune previsioni della vigente pianta organica; Rilevato che in esecuzione delle disposizioni dellart 18 del vigente Contratto decentrato integrativo per il quadriennio 2002/05 delladozione di detta delibera sono state informate le associazioni sindacali di categoria giusta nota del 29.11.07 13341 inviata per posta ordinaria Vista la nota della CGIL f:P. del 7.12.07 nella quale si avanza richiesta di concertazione ai sensi del comma 2 dellart 8 del D Lgs 165/2001 previa sospensivo e degli effetti della deliberazione di che trattasi Vista la nota di questo Comune 13776/cc dell11.12.07 con la quale si comunica alla citata organizzazione sindacale che sul provvedimento in questione, ai sensi dellart 18 del CCNL decentrato integrativo stata correttamente fornita informazione successiva e comunque, si afferma disponibili alla convocazione della delegazione trattante. Visto il ricorso ex art 28 della legge 300/70 proposto dalla CGIL FP innanzi al Tribunale di Pace sez controversie del Lavoro, affinch venga dichiarato che il Comune di Isola delle Femmine ha posto in essere un comportamento antisindacale in violazione degli obblighi di informazione preventiva, di consultazione e di concertazione previsti dal vigente CCNL Rilevato che questo Comune pur essendosi costituito nel succitato giudizio giusta delibera della G.M. 13 del 5.2.08 non volendo porre in essere alcuna attivit di contrasto allattivit sindacale e, al fine di dirimere in via preventiva la materia, con nota 1825 del 6.2.08 ha proceduto alla convocazione di una delegazione trattante con allordine del giorno tra laltro, largomento di che trattasi Viste le note della CGIL FP 2.11. del 7.2. c.a. con la quale si comunica lintendimento di non parteciparte alla delegazione trattante del giorno 12 c.m. stante il procedimento avviato Rilevato che in data 12. c.m. su proposta di parte pubblica, si preso ato della volont espressa dalla CGIL FP ed in via successiva anche dalla UIL FPL nonch dalle rappresentanze RRSSUU e si rinviata la trattativa degli argomenti previsti allordine del giorno Vista la nota della CGIL FP 2/93 del 4.2.08 con la quale si contesta dadozione della delibera della GM 7 17.1.08 e se ne chiede la sospensione nonch lattivazione delle procedure di concertazione Ritenuto che, pur nella convinzione di aver sempre agito nel pieno rispetto della vigente normativa e con il massimo rispetto per le prerogative delle associazioni di rappresentanze dei lavoratori, questAmministrazione non ha la volont politica di attivare azione di contrasto dellattivit sindacale ed anzi intende rasserenare il clima 1) sospendere gli effetti delle delibere GM 110/2007 e 7/2008 12.2.08 2) demandare al Direttore Generale la convocazione di una delegazione trattante che provveda alla concertazione della materia di cui ai succitati provvedimenti 3) rivervarsi di determinarsi in via successiva sulla base dellesito della concertazione di che trattasi. ARTICOLO 28 STATUTO DEI LAVORATORI 300/1970 TRIBUNALE DI PALERMO SEZIONE CONTROVERSIE DI LAVORO GIUDICE UNICO RICORSO EX ART 28 L.N. 300/1970

Della federazione Provinciale Lavoratori Funzione Pubblica C.G.I.L. di palermo, ricorrente Contro Comune di Isola delle Femmine, in persona del Sindaco pro tempore Resistente Con il presente ricorso la FP CGIL di palermo intende denunciare una pluralit di condotte antisindacali del Comune di Isola delle Femmine in palese violazione delle norme di legge e contrattazione collettiva di comparto. IN FATTO 1) Con deliberazione n 17 del 2 febbraio 2007, la Giunta Comunale di Isola delle Femmine rideterminava la dotazione organica comunale 2) Con successiva deliberazione 44 del 6 Aprile 2007 la stessa Giunta approvava, in esito alla concertazione sindacale, la programmazione triennale per la copertura dei posti vacanti per il triennio 2007/2009 3) Con deliberazione 110 del 5 novembre 2007 la Giunta Comunale ha inopinatamente deciso di modificare le previsioni della dotazione organica gi approvata con deliberazione 17/2007, decidendo di trasformare 2 posti di Architetto (D3) da tempo pieno a tempoparziale, prevedendo altres, listituzione di n 4 nuovi settori nei quali far confluire alcuni servizi gi inseriti nei preesistenti settori. 4) Tale decisione, seppure motivata sul presupposto della carenza di bilancio, comporta un ingiustificato aumento della spesa ove si consideri che a capo dei nuovi settori dovranno essere nominati i responsabili ai quali spetta il riconoscimento dellindennit di posizione e di risultato 5) Per quanto qui interessa, la deliberazione di G.C. 110/2007 non mai stata trasmessa a titolo di informativa sindacale alla FP CGIL 6) Lodierna ricorrente, ha, peraltro, inoltrato in data 7 dicembre 2007 una specifica richiesta di informativa e consultazione ai sensi dellart 6 del D Lgs 165/2001 e contestualmente richiesta di concertazione ai sensi dellart 8 del CCNL del Comparto regioni autonomie locali dell1/4/99 7) La richiesta di confronto avanzate dalla ricorrente sono rimaste letera morta 8) Lostruzionismo della P.A. resistente non ha tardato a produrre effetti intimidatori sia in capo alle RSU, che ahno formalmente manifestato alla CGIL, limpopssibilit di svolgere compiutamente il proprio mandato sindacale minacciando di dimettersi sia in capo ai lavoratori iscritti alla CGIL, alcuni dei quali hanno gi fato pervenire richiesta di disdetta 9) A questo punto, la FP CGIL, si vede costretta a ricorrere ai sensi dellart 28 Statuto lavorao per la tutela delle proprie prerogative sindacali affidando le proprie doglianze ai seguenti motivi. DIRITTO Affinch il Giudice del Lavoro possa compiutamente valutare lesistenza di tutti i presupposti prescritti dallo Statuto dei Lavoratori per lesperibilit dellazione ex art 28, appaiono opportune alcune precisazioni sugli obblighi di informazione preventiva, consultazione e concertazione sanciti dalla disciplinalegislativa e contrattuale collettiva nella materia che ci occupa. -larticolo 6 comma 1 del DLgs 165/2001 stabilisce che Nelle amministrazioni pubbliche l'organizzazione e la disciplina degli uffici, nonche' la consistenza e la variazione delle dotazioni organiche sono determinate in funzione delle finalita' indicate all'articolo 1, comma 1, previa verifica degli effettivi fabbisogni e previa consultazione delle organizzazioni sindacali rappresentative ai sensi dell'articolo 9;

tale disposizione rimanda alla contrattazione collettiva nazionale di comparto la disciplina dei rapporti sindacali e degli istituti partecipativi, anche con riferimento agli atti di organizzazione aventi riflessi sul rapporto di lavoro; -per quanto concerne il comparto del personale degli enti locali, listituto partecipativo dellinformazione disciplinato dallart 7 del CCNL del comparto regioni autonomie locali (all 7) sottoscritto 1.4.99, per il periodo 1998/2001, confermato dallart 3 del CCNL sottoscritto il 22.1.2004 per il periodo 2002/2005, tuttora vigente, secondo cui 1 Lente informa periodicamente e tempestivamente i soggetti sindacali di cui allart 10 comma 2 (RSU ed OOSS territoriali di categoria firmatarie del CCNL) sugli atti di valenza generale, anche di carattere finanziario, concernenti il rapporto di lavoro, lorganizzazione degli uffici e la gestione complessiva delle risorse umane. 2 Nel caso in cui si tratti di materie per le quali il presente CCNL prevede la concertazione o la contrattazione collettiva decentrato integrativa, linformazione deve essere preventiva: -quanto poi allistituto della consultazione il citato art 7 prevede al comma 4 che ..La consultazione altres effettuata nelle materie in cui essa prevista dal D.Lgs 29/1993 (Decreto oggi trasfuso bel D Lgs 165/2001); -la concertazione sindacale disciplinata dallrt 8 del CCNL 1998/2001 come sostituto dellart 6 del CCNL di comparto per il periodo 2002/2005 secondo cui 1 Ciascuno dei soggetti di cui allart 10 comma 2 ricevuta linformazione ai sensi dellart 7 pu attivare, nei successici 10 giorni la concertazione mediante richiesta scritta La procedura doi concertazione, nelle materie ad essa riservate non pu essere sostituita da altri modelli di relazioni sindacali, 2 La concertazione si effettuaper le seguenti materied) andamento dei processi occupazionali. 3 La concertazione si svolge in appositi incontri che iniziano entro il quarto giorno dalla data di ricezione della richiesta.. 1) Illegitttimit della deliberazione di GC 110 del 5.11.2007 per violazione dellart 6 del D Lgs 165/2001 Mancata consultazione sulla rideterminazione della dotazione organica e la variazione della struttura organizzativa dellente. Violazione degli obblighi di informazione sancita dallart 7 del CCNL di comparto dell1.4. 1999; 2) Violazioni degli obblighi di informazione e concertazione in materia di andamento dei processi occupazionali; 3) Illegittimit della deliberazione di G.C. 110 5.11.07 per violazione dellart 8 del CCNL 1.4.99. Violazione dellart 7 del CCNL Regioni Autonomie Locali per il periodo 1998/2001, non abrogato dal CCNL 2002/2005 nonch dellart 6 comma 2 lettere c) e d) del CCNL 2002/2005, sostituito dallart 8 del CCNL 1998/2001. Violazione dei principi di non discriminazione, buona fede e correttezza nelle relazioni sindacali. 4) Tanto premesso e ritenuto che VOGLIA IL TRIBUNALE DI PALERMO SEZIONE CONTROVERSIE DI LAVORO CONVOCATO LE PARTI E ASSUNTE SOMMARIE INFORMAZIONI, - reiectis adversis; - dire e dichiarare ammissibile, proponibile e procedibile il presente ricorso ex art 28 Stat Lav e tutte le domande ivi contenute perch fondate in fatto e in diritto; - dire e dichiarare che il Comune di isola delle Femmine ha posto in essere un comportamento antisindacale , in violazione degli obblighi di informazione preventiva, di consultazione e di concertazione sanciti rispettivamente dallart 6 del D Lgs 165/2001 nonch dagli art 7 e 8 del CCNL Regioni Autonomie Locali per il periodo 1998/2001, non abrogato dal CCNL 2002/2005, nonch in violazione dei principi di non discriminazione, buona fede e correttezza nelle relazioni sindacali;

- conseguentemente, ordinare al Comune di Isola delle Femmine di rimuovere gli effetti della deliberazione di Giunta Comunale 110 del 5 Novembre 2007, nonch di ogni atto connesso e /o attuativo della stessa; - ordinare allEnte resistente di astenersi per il futuro dalladottare il comportamento antisindacale sopra descritto; - condannare lEnte di cui sopra, in persona del legale rappresentante, al pagamento delle spese, competenze ed onorari del presente procedimento da distrarsi ex art 93 c.p.c. in favore dei sottoscritti procuratori costituiti i quali dichiarano di avere anticipato le spese e di avere anticipato le spese e di non avere ricevuto compensi. In via istruttoria sommaria - si chiede ordinare la produzione in giudizio di tutti gli originali di cui si chiede la caducazione; - si chiede, ove ritenuto opportuno dal G.L., di accertare le circostanze di fatto oggetto del presente ricorso a mezzo di informatori che, previa autorizzazione del G.L., verranno condotti in udienza. - Palermo 25 gennaio 2008 ISOLA DELLE FEMMINE IL SINDACATO STOPPA PONZIO PILATO Palermo 7 Dicembre 2007-12-17 Spett:le Comune Isola delle Femmine Oggetto:Deliberazione di G.M. n 110 del 5.11.07 recante Rideterminazione dotazione organica e provvedimenti applicativi. Diffida Con la presente la CGIL FP denuncia lantisidacalit delle condotta tenuta dal Comune di isola delle Femmine e formula diffida a revocare, con effetto immediato, la deliberazione di G.M. 110 del 5.11.07, recante approvazione della rideterminazione della dotazione organica, nonch ogni atto applicativo della stessa. In particolare, la predetta deliberazione 110/2007, di cui la scrivente O.S. non mai stata informata, non stata preceduta dalla previa consultazione sindacale obbligatoria sancita dallart 6, comma 1 del D Lgs 165/2001, come recepito dallart 7 comma 4 del CCNL di comparto del 1/4/1999, confermato dal vigente CCNL 2002/2005. A quanto sopra si aggiunga che la predetta deliberazione, oltre a prevedere lo smembramento dei quattro originari settori, procedura che comporter un aggravio finanziario ingiustificato in capo allente, dovendosi procedere alla nomina di nuovi capi settore con attribuzione della relativa indennit di posizione e di risultato, avr indubbie ricadute sullandamento generale dei processi occupazionali, materia, questa, oggetto di concertazione obbligatoria ai sensi dellart 8 lettera d del CCNL 1/4/1999. Con la presente pertanto, la scrivente OS nel formulare richiesta di concertazione ai sensi del comma 2 dellart 8 citato, diffida Codesto Ente a sospendere senza indugio gli effetti della deliberazione emarginata in oggetto nonch di ogni atto eventualmente nelle more adottato in attuazione della medesima. Con lavvertenza che, in difetto di riscontro nei termini prescritti dalla contrattazione collettiva di comparto, la scrivente si vedr costretta a tutelare le proprie prerogative gravemente pregiudicate dalla condotta del Comune di Isola delle Femmine avanti lAutorit Giudiziaria competente. Il Segretario della CGIL FP Michele Palazzotto