Você está na página 1de 9

Cagliari - Gioved 21 Giugno 2012 - Anno I - N18- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

AVNEWS

On board only english please!

Estate Mode ON
Avanti tutta....

Night? Notte o locale?

DallItaliano allInglese.

Traduzioni utili!

Confusione e poi... c chi parla in Inglese solo cantando.

In questo numero: Limmancabile vignetta di Bruno Barca Boat Olivieri. Questa volta si sbizVela Sailing zarrito sullinglese a bordo! Parabordo Fender Week end Only English, il resoTimone Helm conto della nostra giornalista in Maniglia Handle erba Ludovica. A bordo On board E ancora: due risate con BarzelUomo a mare Man overboard lettando. Porto Port Per la rubrica Prodotti Nautici Ancora Anchor introduciamo: Il Motore FuoriDritta Startboard bordo. Fiocco Bow Per gli Eventi AV Estate 2012 riPrua Bow si su frasi in inglese... Stephen lo Poppa cordiamo la Crociera Area Ma- Tutti a bordo! Stern Stephen: On board, only english guarda stupito! Tutte le parole Randa rina Protetta a Villasimius (gi Mainsail please! sono corrette... due equipaggi chiusi, si lavora Giubbino Saving Jacket Apposto... Iniziamo con un pri- Ma hai idea di cosa hai detto? salvataggio per reclutare il terzo). Partenza mo giro di presentazioni: no, nessuna la risposta di Maestrale Mistral venerd 29 giugno! Hi! Im Pierluca, Im 25 years old Egi! Cambusa Galley A pagina 6, con la rubrica Dallo- and these are my hair! Inutile dire che a momenti svenibl, dei carissimi Francesca e E stato un week end fantastico, vamo dalle risate. AVSTAFF Egidio, parte il viaggio alla sco- sicuramente da ripetere e condi- La seconda invece riguarda il capitano JL: perta dei CROSTACEI! Chiss videre. quando parleranno di Gambero- Intanto vorrei condividere con Ludo: Do you study at night? Il primo articolo, voi alcuni episodi: JL: Study? che vuol dire? ni e Aragosta :D. Il primo riguarda Egidio che, nel Ludo: Studiare! in INGLESE, E ancora, da pagina 4, la prima relax dopo cena, in rada, dice: JL: Al night?!?!? di Avnews! esperienza di Alessandro su una Io linglese lo conosco! solo che No comment! barca a vela! Abbiamo avuto lo- non mi viene parlato, mi viene Ribadisco lidea che una espe(a pagina 7) nore di battezzarlo in occasione cantato!. rienza da ripetere :). Subito dopo inizia a proferire fraPierluca del Girotonno a Carloforte. Continuiamo con lesperienza LANGOLO DELLE CURIOSITA del nostro Temerarious Teacher VELICHE Stephen. Grazie! Avnews festegSOde Ancora il Mare gia il suo primo articolo in IngleGi da pi notti sode ancora il mare, se! lieve, su e gi, lungo le sabbie lisce. Proseguiamo con qualche no- Eco duna voce chiusa nella mente tizia utile sulla Bussola per non che risale dal tempo; ed anche questo vedenti e sul raduno, domenica lamento assiduo di gabbiani: forse duccelli delle torri, che laprile 24 giugno, dei corsari africani FJ. sospinge verso la pianura. Gi Per concludere: qualche foto di meri vicina tu con quella voce; classe OnBoard. ed io vorrei che pure a te venisse, Avnews, TUTTO DA LEGGERE! ora di me uneco di memoria, come quel buio murmure di mare. Buona Lettura! Salvatore Quasimodo AVSTAFF per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Ne mancano tanti altri... provvederemo nelle prossime edizioni di avnews!

pagina 2

Cagliari - Gioved 21 Giugno 2012 - Anno I - N18- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Avventuravela: non solo mare, sole e vento.

a bordo? Si parla solo in Inglese!


Nello scorso fine settimana Avventuravela ha sperimentato una nuova iniziativa: lezioni di inglese a bordo. Sabato mattina lequipaggio di Free Star, salpato dal porto di Cagliari in direzione di Villasimius con un insegnante madre lingua inglese a bordo, Stephen, un ragazzo irlandese arrivato da poco in Italia. Dallinizio stata imposta un unica regola: Parlare solamente inglese! Anche se la volont di Stephen di non affondare ha subito chiarito For the maneuvers of the edge let speak Italian! (per le manovre di bordo parlate italiano). Dopo aver stabilito a che livello fosse ognuno di noi, la prima tappa stata Maripintau, dove abbiamo alternato bagni, pranzo e risate, a qualche ora di lezione altrettanto piacevole nella quale ab-

Week End Only English


Il resoconto della nostra giornalista in erba Ludovica.

I go to the Buthroom, bethroom, bothroom...

English Flag

biamo fatto un quiz tra squadre. Dopo di che siamo partiti comandati dal nostro fedele capitano Gianluca per una divertente e piacevolissima navigazione quasi totalmente a vela durante la quale qualche brusca virata e una stretta bolina hanno quasi fatto cadere in mare due membri del nostro equipaggio che prendevano il sole a prua e che, nonostante ci, hanno continuato a ridere. Arrivati a Villasimius, con una leggera stanchezza addosso, ci siamo riposati e abbiamo nuovamente fatto lezione, questa volta a gruppi in base al

dubbio in qualsiasi momento della giornata con molta precisione e professionalit facendoci per sempre sentire a nostro agio e divertendosi con noi! Con questa nuova esperienza, abbiamo constatato come in barca a vela ci si possa godere la nostra bellissima isola anche svolgendo delle attivit didattiche come quella delle lezioni di inglese, lingua ormai indispensabile da conoscere. Avventuravela non quindi solo mare, sole e vento ma riesce ad unire alla nostra nostro livello e non senza una passione per la vela, delle attivibuona dose di risate. Dopo aver t interessanti e costruttive. poi assaporato una buona carne Ludovica Pilloni al barbecue, recatici nelle nostre cabine, cullati dalle onde e con una grossa dose di stanchezza, ci siamo addormentati. Anche il giorno successivo trascorso molto piacevolmente, ci siamo spostati verso lisola dei cavoli dove, tra bagni, sole, fotografie e tante tante risate, ci siamo potuti godere il mare. Al ritorno ci siamo poi dedicati alla nostra ultima lezione di inglese. Steven ovviamente, oltre alle 6 ore di lezione, ha chiarito ogni nostro

Leggi AVNEWS
Sostienici

AVVENTURAVELA E....

Edizione AVNEWS N18

SEGUICI E CONDIVIDI

RINGRAZIAMENTI

Hanno collaborato alla realizzazione di questa edizione di AVNEWS: -Ludovica Pilloni -Isacco Curreli -Francesca & Egidio -Gianluca Costa -Pierluca Fadda -Alessandro Milia Foto: Pierluca Fadda

Segui le edizioni online di AVNEWS collegandoti al sito www.avventuravela.it. Siamo presenti anche su Facebook alla pagina www.facebook. com/AvventuraVelaNews. Vieni a trovarci e sostienici cliccando in alto sul pulsante MI PIACE.
AVSTAFF

Avventuravela...

Vignetta Bruno Olivieri www.brunoolivieri.com

AVSTAFF

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 21 Giugno 2012 - Anno I - N18- Edizione GRATUITA

pagina 3

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Una risata? Il modo migliore per iniziare una giornata!


Secolo XVII. Il capitano di una nave riceve cattive notizie: Capitano, una nave pirata si sta avvicinando!. E il capitano: Non preoccupatevi, siate forti, li possiamo battere! Portatemi la mia camicia rossa!. Il capitano prende la sua spada e cosi pure i marinai e dopo furiosa battaglia i pirati sono respinti. La sera i marinai parlano degli avvenimenti del giorno. Sono molto fieri del loro capitano che si e battuto con molto coraggio contro i pirati. Ad un certo punto uno di loro chiede al capitano: Ma perche avete chiesto prima della battaglia la vostra camicia rossa?. E il capitano: E semplice. La camicia e dello stesso colore del sangue, per cui se sono ferito voi non ve ne accorgete e cosi non avete paura e siete piu forti!. Ovviamente tutti approvano il saggio comportamento del capitano. Alcuni giorni dopo sono avvistate numerose navi di pirati e la cattiva notizia e portata al capitano. Ma il capitano urla ai suoi marinai: Non e nulla! Portatemi i miei pantaloni marron!.

SBARZELLETTIAMO!

Buon Umore...

Motore Fuoribordo
Anche Elettrico!
Il motore fuoribordo un motore marino prodotto ed utilizzato per essere montato nello specchio di poppa delle imbarcazioni di medie e piccole dimensioni, da ca 2 a ca 12 metri di lunghezza. Generalmente adotta un motore a scoppio a due o quattro tempi sia a benzina che diesel, e di cui da diversi anni sono stati messi in commercio modelli dotati di motore elettrico. I pi diffusi sono i modelli a due tempi e negli ultimi anni questi sono stati immessi nel mercato i modelli a quattro tempi. Le potenze variano dai pi piccoli 4 cv ai potentissimi modelli di 350 cv. Uno dei grandi vantaggi dei motori fuoribordo quello di poter essere montati anche in un numero variabile nelle imbarcazioni ed alcune di queste ne montano fino ad otto[1]. Vengono inoltre montati fouribordo potenziati e modificati in motoscafi da corsa per numerose tipi di competizioni motonautiche. W.

Prodotti Nautici

A.S.D. AVVENTURAVELA

EVENTI ESTATE 2012


Crociera Villasimius
Alla scoperta, via mare, di un BARCA: FREE STAR vero e proprio paradiso natura- Sun Odissey 43 le terrestre nellestremo Sud-Est della Sardegna! COSA PORTARE Un sacco a pelo o copertina, LArea Marina Protetta di Villasi- cambi completi di abbigliamen(da venerd 29 giugno a domenica 01 mius! to sportivo, un maglione di lana luglio 2012) o di pile, un giubbotto, un berPROGRAMMA retto, un paio di occhiali da sole, una cerata (anche leggera o un Partenza da Cagliari venerd 29 K-way), costume, protezione sogiugno e rientro a Cagliari dome- lare, per chi lo possiede consinica 1 luglio. gliato portarsi anche un mutino per godersi pi a lungo lo snorITINERARIO keling! indispensabile essere muniti di Venerd 29 giugno: alle ore 18 scarpe con suola antisdrucciolo (previa disponibilit dei parteci- (anche da ginnastica) da usare panti) imbarco e sistemazione a esclusivamente in barca. bordo; Trasportare tutto in una sacca morbida di dimensioni contenu Sabato 30 giugno: veleggere- te. mo verso larea marina protetta di Villasimius. Un vero e proprio LA QUOTA COMPRENDE: angolo di paradiso terrestre. Tender e fuoribordo Ammireremo, dal punto di vista Assicurazione personale (AICS) del mare, scorci di acqua cristal- Pulizia finale lina da Porto Giunco a Punta Molentis fino ad arrivare a Cala LA QUOTA NON COMPRENDE: Pira! Carburante Cambusa Domenica 1 luglio: rientro al Spese portuali porto di Cagliari. Sacco a pelo o copertina leg-

Crociera Area Marina Protetta di Villasimius

gera Per maggiori informazioni, sulla partecipazione alle attivit di Avventuravela: www.avventuravela.it scrivere allindirizzo: info@avventuravela.it contattarci tramite Facebook: www.facebook.com/avventura. vela www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Sono inoltre disponibili gli ultimi posti per la Crociera Yoga e Fitness che si terr da venerd 22 giugno a domenica 24 giugno 2012!

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 4

Cagliari - Gioved 21 Giugno 2012 - Anno I - N18- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela VECCHI DIARI DI BORDO... VIAGGI TRA PENSIERI, EMOZIONI E SENSAZIONI... SCAMPOLI DI VITA VISSUTA IN MARE.

Che fantastica Avventura... a Vela


La prima esperienza di Alessandro, in occasione del Girotonno, in barca a Vela. Capitolo 1 Mercoled 06 Giugno 2012: Siamo rientrati a casa da qualche giorno ma i pensieri sono ancora alla magnifica esperienza vissuta con Avventuravela e i meravigliosi amici Cinzia, Manuela, Valentina, Danilo, Mauro, Gianluca, Michele, Silvia M., Pierluca, Silvia P., Ettore e tanti altri. I ricordi sono cos vivi e coinvolgenti che sembra ieri il momento nel quale con Pierluca si ragionava su come avrei potuto Alessandro pi su se stessi! prendere parte a questa crocieCos, dopo tante elucubraziora velica durante il Girotonno di ni mentali, sogni, aspettative e Carloforte. limmersione sulle caratteristiche tecniche delle cerate, delle Con gli occhi e lanimo del neogiacche antivento, delle scarpe fita della vela, lapprossimarsi di da barca, ecc., ecc., insomma una simile esperienza inevitabildopo tanto filosofico pensare mente ha suscitato domande, il fatico 31 maggio arriv. curiosit, dubbi e anche qualIn quel giorno sarei dovuto partiche timore riuscir ad essere re ma, per impegni imprevisti, la allaltezza della situazione?, sapartenza effettiva slitt al giorno pr fornire il mio piccolo supporsuccessivo riusc comunque a to allo skipper? oppure, bench non posticipare il primo approcabbia gi navigato in navi pi cio su una barca a vela. grandi senza problemi, in barca a vela scoprir di essere vomiIl 31 sera, infatti, ci f il primo aptino? . proccio con una barca a vela; la prima prova di una lunga serie: Tante domande ed incertezze la PASSERELLA! Per un navigatoma tanta voglia di vivere unere esperto potrebbe sembrare sperienza particolare, farcita dal una vera sciocchezza, ma per un desiderio di scoprire qualcosa di terrestre salire su una barca mani, acceso tutti i sensi, effettuata meditazione trascendentale nellarco di 2 secondi netti, lho attraversata! Una volta sulla barca sembrava avessi scalato lEverest ma ne valeva la pena! Appena salito su Free Star, Pierluca ha iniziato a mostrarmi la barca e un po di strumentazione; certo, ripensandoci ora mi chiedo perch il primo strumento che mi ha mostrato sia stato proprio il funzionamento del cessetto con la sua pompa di scarico e carico acqua sar forse che in questo modo stesse esorcizzando il vomitino, mah! In tutti i casi, in navigazione si rivelato utile saper usare anche questo strumento, forse un po sottovalutato ma utile per una sana e piacevole navigazione! Dopo alcune spiegazioni su Randa, Fiocco, cime, scotte e nodi, Pierluca mi dice: dai che portiamo su i miei bagagli! ed io tra me e me: ehm, dobbiamo scendere? certo che dobbiamo scendere cosa vuoi vivere su questa barca? e via, discesa dellEverest e quel che divertente risalita con bagagli, ma al di l di tutte i timori, andata bene! Continua a pagina 5

passando su di un legnetto largo circa 30 cm e lungo circa 2 m, pu non essere unidea da poco! Praticamente come quando si giocava da bambini a camminare sui muretti, solo che al posto della terra c lacqua e se cadi SPLASH! Addio cellulare, portafogli, e poi siccome sei in porto, quando esci sei pi nero di CALIMERO! beh, questo unidea di ci che mi frullato per la testa quando mi son travato davanti quella tavoletta bianca e gialla che separava il pontile dalla barca che come se non bastasse, appena messi i piedi sopra, per incoraggiarmi, ha iniziato pure a ondeggiare. Come un equilibrista imbranato, son salito sul bordo sopra il pontile e preso il coraggio a 2

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 21 Giugno 2012 - Anno I - N18- Edizione GRATUITA

pagina 5

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela Continua da pagina 4 La sera stessa conosco lequipaggio di Free Star, tutte persone meravigliose: Michele, Silvia P. e Cristina che ci raccontano in presa diretta le terribili avventure del terremoto che da fine maggio massacra lEmilia e mezza Italia, Simone che come Pierluca un valido assistente di bordo, Silvia M. e Gianluca il mitico skipper di Free Star. Cena sulla barca e grandi discorsi, e la sera vola via troppo in fretta ma si sa, quando si st in compagnia di persone piacevoli il tempo sembra volare via ma ci si d appuntamento al giorno dopo, quando ci si incontrer tutti insieme in mezzo al mare sulle barche a vela! Venerd 1 Giugno 2012 Adrenalina a 1000 passo a prendere Danilo e dopo aver caricato la macchina dei nostri bagagli e di una parte della cambusa (i viveri per il viaggio) con la macchina che sembra una ristorantemobile si parte per Portoscuso, dove ad attenderci c lHarlequin con skipper Mauro e le amiche Cinzia, Valentina e Manuela. tutto in barca deve essere funzionante! mentre Mauro effettua loperazione recupero entriamo subito in azione: caricare i serbatoi dellacqua e sistemare i viveri in cambusa. Dopo poco tutto pronto e si parte. Mauro d subito le indicazioni, io vado al recupero della cima di prua, Cinzia manovra quella di poppa, Manuela e Danilo assistono lo skipper e Valentina canta a squarciagola meta: Isola Piana! Alluscita del porto, Mauro sbozza un p la nostra inesperienza marinaresca e Danilo approccia con il timone sar unossessione a prima vista, perch poi sar difficile levarglielo dalle mani! Tra le note della canzone della barca, un senso di Vasco Rossi lesperienza ha inizio, siamo in mare aperto e le sensazioni che si provano su una barca a vela non sono niente di paragonabile di quelle vissute su di una grande nave passeggeri certo, entrambe solcano limmensit del mare cos bello e cos misterioso ma una grande nave passeggeri come un grande albergo, non ti chiesto di fare niente e tutto sembra un po dilatato mentre in una barca a vela, invece, tutti devono fare la loro parte ed tutto molto vicino, mare compreso! con il tramonto! In quel momento tutta la bellezza del creato prende vita, vivere un tramonto sempre qualcosa di meraviglioso ma viverlo in mare aperto, con il cielo che si fonde con lazzurro del mare e la terra che timidamente si affaccia per nascondere il sole, che pen calmo e sembra quasi invitarci lui a cena, e cos la sfida a chi porta in tavole le prelibatezze pi succulente ha inizio ma tanto non c il rischio di desiderare qualcosa, si divide tutto tra i due equipaggi in andana! Free Star, ormeggiata a Tuerredda, ci raggiunger lindomani. E il momento di dormire in barca anche quello un momento tutto da scoprire perch le cuccette sono diverse dalle camere dalbergo e i letti sono ampi spazzi dotati di materassi sormontati dal ponte della nava ma si dorme bene, dondolati dal rumore del mare. Se poi, aggiungiamo, che Valentina e Manuela decidono di dormire sul ponte, lesperienza tocca il suo culmine, quando al sorgere del Sole alcuni raggi danno il Buongiorno alle ragazze giusto il tempo di un saluto, perch poi si riaddormentano subito per svergliarsi insieme a noi intorno alle 10.00! Alessandro Milia Continua su Avnews n19

nella i suoi colori, con quelli delle nuvole, del mare, della terra nel respiro del vento qualcosa di unico, ti senti rapito e in quel momento io, Cinzia, Valentina, Manuela e Danilo siamo stati un istante fuori dal mondo! Ricaricati dallenergia di una simile visione, accogliamo con vigore e con la musica del La Canzone del Capitano di Dj Francesco larrivo di Valentina III con Ettore e il suo equipaggio. Le barche si affiancano, e parte un goliardico sfott tra i 2 equipaggi, mentre ormai si prepara la cena in barca si dovrebbe rimanere leggeri, ma per questa volta dimentichiamo le corrette abitudini, anche perch il mare

Cagliari-Portoscuso dura il tempo di un pensiero e arrivati al Porto siamo subito accolti dal calore delle nostre amiche sar stato per noi o per le cibarie? Scherzo, per noi e inizia la Arriviamo allIsola Piana, belfesta! la con i suoi paesaggi selvaggi quanto umanamente, non per Carichiamo tutto sullHarlequin natura, un p snob ma lame Mauro ci d il benvenuto men- biente prevale sullarchitettura tre alle prese con una pompa ed una sensazione bellissima, (della doccia) che non pompa e che raggiunge il suo massimo

Associazione Sportiva Dilettantistica

Crociere e avventure in barca a vela nella meravigiosa Isola della Sardegna e non solo...
per info: mail: info@avventuravela.it www.avventuravela.it www.facebook.com/avventura.vela www.facebook.com/AvventuraVelaNews

AVVENTURAVELA

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 6

Cagliari - Gioved 21 Giugno 2012 - Anno I - N18- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Mare: AV vi accompagner nel suo pi intimo, sollevando un lembo della sua immensa coperta blu...
Un viaggio alla scoperta del tesoro sommerso, nascosto tra grotte, coralli, alghe...
I CROSTACEI Classificazione scientifica Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Superphylum: Protostomia Phylum: Arthropoda Subphylum: Crustacea Classi (tra parentesi il n di specie) Mystacocarida (3) Cephalocarida (7) Branchiura (75) Branchiopoda (800) Cirripedia (900) Ostracoda (2000) Copepoda (7500) Malacostraca (23.000) I primi animali con le zampe. Il phylum Arthropoda (=zampe articolate), in cui incluso il Subphylum dei Crostacei, il pi vasto del regno animale: conta, infatti, quasi 800.000 specie e comprende animali piuttosto noti come ragni, acari, scorpioni, millepiedi e insetti, fra la fauna terrestre e balani, pulci delle spiagge, gamberi, scampi, granchi e aragoste, fra quella marina. Gli Artropodi acquatici. I crostacei definiti gli insetti del mare, rappresentano il primo gruppo di artropodi comparso sulla Terra, circa 600 milioni di anni fa. Pur essendo in prevalenza marini (quasi 40.000 specie tra permeabile e molto resistente, impregnato di chitina e di sali carbonato di calcio. Non potendosi accrescere insieme al resto del corpo, periodicamente lesoscheletro si spacca e lanimale se ne libera, dopo aver formato al di sotto di esso un nuovo scheletro non ancora indurito. Questo processo, detto muta, avviene in luoghi molto appartati perch coincide con un momento di particolare fragilit dellanimale e di maggiore esposizione ai predatori, almeno fintanto che lo scheletro resta molle. Possiedono cinque paia di zampe articolate, di cui quattro servono per il movimento, mentre il primo, cio quello pi vicino alla testa, di solito modificato in chele (scampi, granchi, astici), utilizzate come strumento di predazione e di difesa, facilita anche lavvicinamento del cibo alla bocca che fornita di robuste mandibole.

Dallobl...

pelagiche e bentoniche), molti crostacei vivono in acqua dolce, alcuni rappresentano ottimi indicatori della pulizia delle acque perch riescono a tollerare solo un basso grado dinquinamento (Gammarus lacustris). Constano di forme estremamente specializzate, spesso microscopiche o parassite o viventi in habitat particolari; per esempio, alla classe Branchiopoda appartiene lArtemia salina, (Fig.1) una specie che vive negli stagni costieri con acqua salmastra e nelle saline con acqua iperalina. Il colore rossastro dellArtemia dovuto alla presenza di pigmenti di colore aranciato (carotenoidi) che sono anche presenti nelle alghe di cui lArtemia si nutre e che colorano di rosa le acque delle saline. I carotenoidi dellal-

ga passano allArtemia e dallArtemia alle penne dei fenicotteri visto che costituisce il loro alimento principale. Solo pochissimi sono terrestri come gli Isopodi, comprendenti i porcellini di terra (Fig.2). Da adulti sono tutti carnivori. Quasi tutti respirano per mezzo delle branchie. Il loro corpo presenta una simmetria bilaterale e Francesca & Egidio viene suddiviso in: capo e torace, fusi assieme a formare il cefalotorace e addome; questultimo pu essere ripiegato sotto il cefalotorace, come nei granchi. Una ragione del loro successo Fig.1 evolutivo la presenza di uno scheletro esterno, o esoscheletro, che come una corazza, serve a proteggerli dagli assalti dei predatori e, nelle specie terFig.2 restri, dalla disidratazione. Im- (Continua su Avnews n19)

RICHIEDI LA TESSERA DI STILE ALPINO A NOME DI AVVENTURAVELA PER UN ULTERIORE SCONTO

Abbigliamento Tecnico per ogni esigenza


Viale Marconi, 10 - Cagliari

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 21 Giugno 2012 - Anno I - N18- Edizione GRATUITA

pagina 7

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

Il primo articolo Avnews: ONLY ENGLISH!

Stephen, the temerarious teacher!


Per la traduzione, presto, sulla nostra pagina FB.
The position of an English teacher carries with it the burden of being a catalyst for communication the necessity to draw from people words and gestures in order to engage with those and the environment around them and to impart understanding, so students can recognise the sounds and signs directed towards them. The standard environment, i.e. , the classroom, is finite. It is a small controllable space where a teacher can feel at ease with the parameters and the possibilities. native tongue,what transpired however was a weekend of The open sea however, defines watching, listening and learning its own rules, its possibilities from people who communicate endless and its parameters with and understand the wind beyond both my control and and the water. understanding. My father sailed with the Irish Merchant Navy until its disbandment in the 1960s. I, on the other hand, have no real experience of the sea, Shortly after leaving the port of Cagliari, Gianluca, our skipper, decided to make haste towards Villasimius and ordered the main sail opened. He turned us to catch the wind and the boat titled on its side at an angle that seemed to me both unnatural and unnerving. we began to pick up speed a lot of speed. I sat clutching the table, my chair and anything else that looked as if could offer some adhesive, could somehow battle the force of gravity that was pulling me backwards, downwards and into a blue vastness that filled my sphere of vision in every direction. My eyes darted from Adriana to Gianluca, then to Pierluca, the experienced crew was my only option. We continued, as did my fear, but something had changed. Instead of fear coupled with dread, pessimism and visions of my own demise came fear and excitement in equal measure. Fear with swathes of adrenalin, fear followed by the singing of the waves, fear dancing in my stomach with butterflies of laughter. My grip loosened on the table, my chair became a comfortable seat with which to breathe the panorama of blue upon blue upon blue. Maybe I was learning to communicate, maybe I was beginning to see the gestures of this uninsulated classroom, or maybe I was just beginning to enjoy myself. Stephen

and with a limited swimming ability, see it as a vast dangerous void where I rarely dare to tread. With this as my baggage I stepped onto the Freestar for a weekend of teaching people how to communicate in my

member, and back again until Adriana finally caught my stare and asked Are you nervous Stephen?, No , I lied, Im just hot!. She was not fooled. We continued to pick up speed. It was then that I noticed Gianlucas expression: concentrated, focussed, yet somehow serene and relaxed. He had done this a thousand times. He looked attentively towards the waves surrounding us and the open sea stretching ahead before us. He titled his gaze to gauge the wind direction, wiped beads of sweat from his forehead and barked incomprehensible orders to crew and passengers alike. This was his classroom. The parameters and possibilities of this strange scenery were known to him. He understood the the signals, the feelings and the subtle clues that each splashing wave was sending, the same waves that had me feeling so ill at ease. It was then that I realised trust

Associazione Sportiva Dilettantistica

Crociere e avventure in barca a vela nella meravigiosa Isola della Sardegna e non solo...
per info: mail: info@avventuravela.it www.avventuravela.it www.facebook.com/avventura.vela www.facebook.com/AvventuraVelaNews

AVVENTURAVELA

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

pagina 8

Cagliari - Gioved 21 Giugno 2012 - Anno I - N18- Edizione GRATUITA

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

NASCE LA BUSSOLA PER VELISTI NON VEDENTI


Firenze La bussola per cechi forse non rivoluzioner la vita dei non vedenti, probabilmente non sar lo strumento che gli permetter di partecipare alla Transat, ma comunuqe la testimonianza di come il mondo della ricerca sia attento alle necessit di chi non pu vedere. A presentare a Palazzo Vecchio a Firenze, la novit, sono stati gli studenti dellIstituto Tecnico Leonardo da Vinci di Firenze che ne sono i creatori. Alla presentazione, era presente anche Danilo Malerba, uno dei velisti non vedenti che parteciper con il suo Meteor ai campionati Italiani di classe che si svolgeranno sul Trasimeno. La bussola funziona come un cellulare dotato di comandi locali. Lo skipper imposta la rotta e la bussola parlante lo avverte quando va fuori rotta. Questo tipo di bussola, in realt, potrebbe far comodo anche a chi ci vede benissimo. Specialmente quando si naviga con il pilota automatico e ci si distrae pi facilmente, qualcuno che possa avvertire quando la barca fuori rotta richiamando la nostra attenzione verbalmente, potrebbe tornare utile.

Domenica 24 Giugno 2012

Raduno dei Corsari Africani FJ


FlyZoneSailing Project
Veleggiata Long Distance in flottiglia verso lisola di san Macario costeggiando le antiche rovine di Nora. Approdo ideale conosciuto e utilizzato dai corsari africani nelle loro incursioni pagane, lisola di San Macario deve il suo nome al monastero bizantino dedicato a questo santo che si ergeva sul lato occidentale dellisola, di cui restano ormai solo poche rovine. La torre saracena posta nella sommit costituiva lultimo baluardo di difesa e con i suoi cannoni impediva cos qualsiasi sogni e le proposte della stagioLa regata prevede lo sbarco ne estiva 2012. azione di sbarco. nellisola per il recupero dello Ore 13: Partenza della veleggiata stendardo del circolo. Programma: Long Distance in flottiglia verso Ore 12: Dopo un breve briefing di le isole a Ovest di Nora e ritorno Allarrivo di tutti i Corsari Africaformazione, si condivideranno i sulla spiaggia di Porto DAgumu ni si render onore al vincitore del raduno mentre tutti gli altri verranno simbolicamente passati per le armi. Come da tradizione di classe FJ, linvito aperto a tutti gli appassionati del mare, anche alla prima esperienza di vela. I partecipanti, qualora non siano armatori o non intendano trasportare la propria barca al seguito, potranno salire a bordo su una delle 8 imbarcazioni (Max 3 persone a bordo) messe a disposizione dagli armatori FJ del circolo ospitante. In tal caso sar richiesto un contributo di 5 a persona che costituir un fondo per riparare eventuali danni ai vascelli. FlyZoneSailing Project

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Cagliari - Gioved 21 Giugno 2012 - Anno I - N18- Edizione GRATUITA

pagina 9

News
Periodico Gratuito di Informazione sulle attivit di AvventuraVela

ONLY ENGLISH PHOTOS

Il Team vincitore della gara a quiz!

Lesson numeber 1! Ma tutto in inglese!

Lo sapevo che non ci dovevo venire!

Vediamo di imparare qualcosa!

Mi devo impegnare... Im, You are...

Ceeee! I speak English!

Interrogazione? vediamo se riesco a scamparmela... Occhiali, cappuccio... ecco si... cos non dovrei destare attenzione!

La so, la so, la so!

Compiti? ma a giugno non iniziavano le vacanze?

per info: redazione.avnews@gmail.com oppure seguici su: www.avventuravela.it - www.facebook.com/AvventuraVelaNews

Interesses relacionados